Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
Pietro
Ospite
Non mi piace molto l’espressione “fini elettroralistici”: ricorda molto le tre F dei governanti borbonici, feste, farina e forca. Io credo che un parlamentare debba considerarsi in primo luogo rappresentante dei propri elettori e muoversi di conseguenza. Non entro nello specifico della questione, che non conosco, ma ho l’impressione che questo l’assenza di questo approccio sia il punto debole del PD. Governare secondo le proprie valutazioni, anziché secondo quelle dell’elettorato, è un approccio settecentesco da “sovrano illuminato” che sa tutelare gli interessi dei cittadini meglio dei cittadini stessi, che è stato soppiantato dall’avvento dei sistemi democratici ed è perdente in… Leggi il resto »
Manuela Ghizzoni
Member
Per Pietro: forse è come dici tu. Permettimi, però, di entrare merito della questione. Stando a quanto dice, Ric. Pre. non ci ha votato perchè nella Finanziaria 2007 non abbiamo dato avvio alla stabilizzazione dei ricercatori precari. Questa eventualità non era mai, ripeto, mai stata inclusa nel nostro programma, che invece parlava di un piano pluriennale di immissioni in ruolo mediante selezione basata sui meriti scientifici. E a questo piano ci siamo attenuti: i risulati sono stati deludenti (colpa nostra, anche perché contemporaneamente non abbiamo incrementato i trasferimenti in favore dell’università e della ricerca) per i motivi esposti nei precenti… Leggi il resto »
Aldo
Ospite

Caro Pietro,

il fatto che un deputato si trovi a dover spiegare ad un suo (ex) elettore le ragioni di una scelta opposta alle aspettative che lo avevano spinto a dare il suo voto mi sembra emblematico dell’incapacità della sinistra di farsi “rappresentante” e non “governante” dei suoi elettori.
Si risponderà che l’elettore ha capito male durante la scorsa campagna elettorale: forse è così, ma in questo caso sarebbe ugualmente grave fare campagne elettorali lasciando trapelare messaggi sbagliati. Il risultato è che l’elettore si fa l’idea di politici che promettono e non mantengono.

Manuela Ghizzoni
Member
Riprendo la chiacchierata con Ric. Pre. perché i temi posti sono davvero importanti e meritano tutta l’attenzione possibile. Ti spiace se riprendo i punti in ordine inverso? 3) perché i ricercatori no e gli autisti sì? Perché la ricerca (non me ne vogliano gli autisti) è davvero il settore strategico in grado di far crescere socialmente ed economicamente il Paese. Pertanto solo i migliori, selezionati con criteri oggettivi e internazionali, ne dovrebbero far parte. Ad ogni modo, per guidare un autobus è necessaria una patente di guida che si ottiene superando un esame che attesta oggettivamente le abilità dell’autista: saliresti… Leggi il resto »
Pietro
Ospite

per Aldo: perché spiegare le ragioni di una scelta (magari sbagliata ma legittima) è percepito come l’atteggiamento spocchioso di chi vuole “spiegare come si governa”?

Manuela Ghizzoni
Member

X ric. prec.
sto seguendo questo bel dibattito.
Lamenti una situazione generale difficile: baronie, clientele ecc ecc eppure hai condannato con il tuo voto solo chi voleva cambiare questa situazione.
Non riesco a trovare consequenzialità tra l’analisi e la soluzione che tu proponi.
Hai 5 anni di tempo per pensarci e forse guariremo un po’ tutti dallo strabismo che ci ha colpito.

ric prec
Ospite
Rispondendo brevemente: 1) in realtà i posti banditi non sono stati 4000 in 3 anni (media 1333 l’anno), ma 1056 in quanto la bocciatura del regolamento Mussi-Modica (punto 2) ha bloccato lo stanziamento per gli anni 2008 e 2009. Tocca sperare nel centrodestra per lo sblocco… La media annua di concorsi da ricercatore nel periodo 1999-2008 è stata di 1870 posti per anno. 2) il regolamento è stato bocciato per diversi motivi, fra i quali quello citato dall’Onorevole. Ma il motivo più importante è la gerarchia delle fonti giuridiche: un regolamento ministeriale non può sostituire (e quindi abrogare) una legge… Leggi il resto »
Aldo
Ospite

Cari amici,
le cause della nostra sconfitta sono anche in questi atteggiamenti. I nostri deputati spiegano ai loro elettori come si deve governare, Berlusconi governa come vogliono i suoi elettori (che non è come voglio io ovviamente, ma questo è un altro discorso).
Finche’ si continua cosi’, altro che 10 anni, saremo all’opposizione fino al 2028!

Manuela Ghizzoni
Member
La ringrazio per le sue precisazioni. Certo è che non vale la pena a volte rispondere a quel tipo di ric. pre. (come si definisce l’anonimo) che rientrerà presumibilmente in quella schiera di personaggi definiti “portaborse” o con ben altre parole che qui non sto a ripetere. Auguro al ricercatore precario di non avere figli perchè al sol pensiero che dovranno studiare su libri di scuola in cui vinti e vincitori saranno cattivi e assassini uguali, che eroi sono i mafiosi, che i furbetti sono meglio degli onesti e che i migranti sono il male assoluto, spero gli si accaponi… Leggi il resto »
Manuela Ghizzoni
Member
Per Ric Pre: perché tutti gli utenti possano inquadrare la tua affermazione, è opportuno informarli che il Governo Prodi: 1) ha messo a bilancio 140 milioni di euro nel triennio 2007-2009 per più di 4000 posti da ricercatore coofinanziati dagli atenei (il centrodestra quanto immissioni in ruolo ha realizzato tra il 2002-2006?); 2) ha predisposto un nuovo regolamento di reclutamento dei ricercatori che, grazie alla preliminare selezione di esaminatori anonimi nazionali ed internazionali, avrebbe permesso solo ai migliori l’accesso al concorso. Il regolamento ha però ricevuto parere negativo dalla Corte dei Conti (il 13 marzo scorso, dopo un anno di… Leggi il resto »
un democratico covinto
Ospite
un democratico covinto

Caro precario, sono sicuro che sarete trattati molto meglio da Berlusconi….
🙂

Ric Prec
Ospite

In ogni caso buona opposizione da uno dei ricercatori precari che avete bastonato 4 mesi fa.

Annamaria
Ospite
Sono rimasta BASITA nel leggere, come proposta del “nuovo”, d’alema (scusate, ma la maiuscola proprio non mi esce…) Siamo proprio un Paese senza memoria e senza voglia di memoria, se dimentichiamo che al suo nome sono legate alcune delle pagine più fallimentari della storia di questo partito (e che la gente NON dimentica). Vado a braccio, ma non è difficile trovare fonti più autorevoli di me… 1)Dopo la sconfitta di Occhetto nel ’94, si fece una specie di referendum fra i dirigenti (o gli iscritti, non ricordo) del partito per scegliere il nuovo segretario. Un’idea democratica ed innovativa, visto che… Leggi il resto »
Marco Fabbri - PD Finale Emilia
Ospite
Marco Fabbri - PD Finale Emilia
I dati usciti da queste elezioni, fanno pensare ad una sconfitta del PD a favore del PDL. In realtà se si valutano le percentuali nazionali dei due partiti non si discostano di tanto dai dati delle politiche 2006, quasi dimostrando una stabilità dei due partiti. Bisogna essere cosciente delle scelte che abbiamo fatto. Non si può considerare una sconfitta un risultato come quello ottenuto, ma piuttosto un pareggio. Si deve tenere in considerazione la scelta di correre da soli, senza i soliti alleati, coalizzandosi solo con IDV. Bisogna anche considerare l’effetto di proporsi alla gente con alle spalle un governo… Leggi il resto »
Manuela Ghizzoni
Member
x alessandro la tua analisi del voto è un po’cotraddittoria. dici che bisogna cambiare il volto al leader dello schieramento che ha perso e, guarda caso, ha vinto uno schieramento con un “capo” che ha la faccia del vecchio che più vecchio non si può già abbondantemente sconfitto più volte. Altre e molteplici sono le considerazioni da fare, dobbiamo impegnarci a radicare il Pd nei territori, dobbiamo coinvolgere più persone possibile con tutti i mezzi che conosciamo, dobbiamo utilizzare maggiormente chi ci rappresenta a Roma affinchè lavorino con noi per diffondere valori, etica, responsabilità di questo partito nuovo, con umiltà… Leggi il resto »
Alessandro
Ospite
Il dramma che ci si porta appresso dai tempi del PCI è il culto della personalità. Quello che impedisce il ricambio. Veltroni è responsabile di una sconfitta rovinosa, l’Italia ha il governo più a destra della sua storia, lo sfondamento al centro non c’e’ stato (anzi, la destra ha sfondato nel nostro elettorato tanto che pur avendo racimolato qualche voto a sinistra finiamo per avere in numero assoluto gli stessi voti di due anni fa), la sinistra è scomparsa e solopochi dei suoi ex-elettori si sono spostati verso di noi. Peggio di così non poteva andare. Ma le dimissioni dopo… Leggi il resto »
pietro
Ospite

d’alema, faccia nuova! cerchiamo di guardare avanti con quello che finora è stato fatto: veltroni ha fatto un ottimo lavoro. pensare ai risultati e non ai personaggi; è li che dobbiamo puntare

Manuela Ghizzoni
Member

Cari Paolo e Daniele,
che la sconfitta bruci ci sta, che faccia uscire di senno però mi preoccupa. Facce nuove? Giovani? D’Alema?! Ma ci vuole umiltà per vedere da dove siamo partiti e dove siamo arrivati.
Quindi da domani mattina al lavoro, con la gente, nei mercati ad ascoltare. Costruire subito i forum, incentivare la partecipazione, con passione e semplicità.

Daniele
Ospite

Ora via Veltroni e primarie per affidarci a D’alema

Paolo
Ospite

Sconfitta devastante. Fossimo un partito normale il segretario rassegnerebbe subito le dimissioni, come accadrebbe in qualsiasi paese straniero. Nuove primarie subito, con candidati nuovi e più giovani!

wpDiscuz