attualità

Per Renata Bergonzoni, a sei mesi dalla scomparsa

«Care Amiche,

con profondo rammarico non potrò partecipare all’iniziativa promossa in ricordo di Renata, ma sarò idealmente con voi, nell’onorare la memoria di questa donna, dalla sensibilità e cultura non comuni.

Sebbene ci fossimo conosciute appena due anni fa, velocemente approdammo ad una sincera amicizia, avviata dai comuni interessi e cresciuta di reciproca stima e considerazione. Pertanto, la sua scomparsa mi parve e ancora mi pare dolorosamente ingiusta e arbitraria, come sempre accade quando chi ci lascia contribuisce a dare senso all’esistenza.

Dal 21 dicembre dello scorso anno siamo quindi più sole, ma ci resta il magistero della sua vita, profusa nell’impegno civile e politico per i diritti delle donne, per una società più equa e inclusiva, per l’affermazione della cultura delle pari opportunità e della valorizzazione delle differenze.

Per custodirne il ricordo in modo vitale, come a Lei sarebbe piaciuto, occorre raccoglierne il testimone e portare avanti le battaglie che le furono care, nella consapevolezza che sarà difficile eguagliare la passione, la lucidità di giudizio e la generosità che animavano la sua azione quotidiana.

È il suo lascito, esigente e generoso al tempo stesso: ora spetta a noi onorarlo.»

Messaggio inviato dall’on. Manuela Ghizzoni alle promotrici dell’iniziativa in ricordo di Renata Bergonzoni, a sei mesi dalla scomparsa, svoltasi presso la sala del Consiglio Comunale di Modena.

Condividi