comunicati stampa, università | ricerca

L’On. Ghizzoni: “Buono libro? Sì ma per tutti”

In merito alla proposta del Presidente del Consiglio di concedere buoni libro agli studenti delle scuole cattoliche, trasmettiamo una dichiarazione dell’On. Manuela Ghizzoni, capogruppo PD nella commissione Cultura e Istruzione della Camera

 

“Nel corso dell’udienza di ieri in Vaticano il Presidente del Consiglio Berlusconi ha accennato alla possibilità di concedere buoni libro agli studenti delle scuole cattoliche per l’intero ciclo dell’obbligo. Nulla da eccepire se questo avviene nell’ambito della legge Berlinguer sulla parità scolastica che già prevede finanziamenti dello Stato a copertura delle spese sostenute dalle famiglie, prioritariamente quelle in condizioni svantaggiate. Se questo vuol dire maggiori risorse a favore di tutti gli studenti per sostenerli nella carriera scolastica, ci sono le condizioni per una discussione che entri nel merito delle questioni. Se invece surrettiziamente si vuole eludere il dettato dell’art. 33 della Costituzione (Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole e istituti di educazione senza oneri per lo Stato) allora i margini per un confronto serio e costruttivo verrebbero a ridursi drasticamente.

Il PD è disponibile a una riforma che renda effettivo il diritto allo studio e la valorizzazione dei talenti. Il buono libro può essere uno strumento utile a patto però che a goderne siano tutti gli studenti che frequentano la scuola pubblica italiana e, in primo luogo, le famiglie a basso reddito”

Condividi