comunicati stampa

Troppa burocrazia, associazioni escluse dal cinque per mille

Interrogazione degli On.li Ghizzoni e Miglioli al Ministro Tremonti: “Che fine hanno fatto le centinaia di migliaia di euro assegnate loro da circa 12 mila contribuenti?”
Sono una ventina le associazioni modenesi escluse dal beneficio del 5 per mille per colpa della burocrazia. Che fine hanno fatto quelle centinaia di migliaia di euro assegnate a loro da circa 12 mila contribuenti? E’ quanto chiedono gli onorevoli Manuela Ghizzoni e Ivano Miglioli del PD in un’interrogazione al ministro Tremonti.
“Sono tanti – spiegano i due parlamentari – i casi di associazioni meritevoli che si vedono negare il contributo esclusivamente per meri vizi di forma, riguardanti, oltretutto, informazioni già in possesso dell’amministrazione richiedente. Caso emblematico è quello dell’associazione Angela Serra, impegnata nella ricerca sul cancro, che si è vista negare un contributo di 273 mila euro perché mancava la copia di un documento d’identità. In questo modo la burocrazia ha semplicemente cancellato la volontà di tutti quei contribuenti che nella dichiarazione dei redditi per il 2006 hanno scelto di devolvere all’associazione il 5 per mille.
“La farraginosità e la rigidità della burocrazia non possono rappresentare un ostacolo per accedere al beneficio – concludono Miglioli e Ghizzoni – visto che il cinque per mille rappresenta una potenziale forma di finanziamento e un importante coinvolgimento per il cittadino contribuente”.

Condividi
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
Manuela Ghizzoni
Member
Sempre sul 5 per mille, ma indirizzato alla ricerca, vi propongo la lettura dell’intervista a Massimo Pinto, ricercatore del Centro Enrico Fermi di Roma, pubblicata ieri sull’inserto scientifico de “La Stampa”. La sua analisi pone in evidenza le criticità di un metodo di finanziamento alla ricerca slegato dalla valutazione dei risultati. Pertanto, credo che meritino attenzione le sue proposte per: coniugare la possibilità di devolvere il 5 per mille (come finanziamento ulteriore alla ricerca), coinvolgere il cittadino contribuente e selezionare i progetti finanziabili in base al merito e al valore scientifico. Naturalmente tutto ciò non deve farci perdere di vista… Leggi il resto »
Manuela Ghizzoni
Member

Ma dobbiamo smascherarli questi pseudo-politci dell’ultima ora, sui giornali e in TV proclamano azioni poi al momento di legiferare fanno esattamente il contrario.

Urlano sicurezza, sicurezza……..e impediranno le intercettazioni
Sbandierano una gestione più leggera poi utilizzano tutti i mezzi possibili (compresa la tanto vituperara burocrazia) per non concedere quello che il precedente governo aveva deliberato.

Si riempiono la bocca con la scuola e non hanno una idea che sia una proponibile a parte quella di accontentare le scuole private

Lo so che ci vorrà ancora un anno per smascherarli, non facciamoci trovare impreparati.

Annamaria
Ospite

Io non ho parole, ma Honoré de Balzac scrisse: “La burocrazia è un meccanismo gigante mosso da pigmei”.

wpDiscuz