comunicati stampa

Pendolari, l’on. Ghizzoni interroga il ministro Matteoli

La parlamentare del PD lancia un nuovo allarme sulla soppressione dell’Intercity

“L’eventuale soppressione dell’Intercity Scaligero rappresenterebbe un ulteriore colpo ai collegamenti da e per Carpi, non solo con riferimento alla capitale ma anche con altre città d’arte e a forte attrattiva turistica quali Verona, Mantova e Bologna”.

A lanciare il nuovo allarme è l’on. Manuela Ghizzoni, dopo l’annuncio di Trenitalia di voler sopprimere dal 15 giugno anche il collegamento Intercity Scaligero da Verona a Roma.

Sulla questione la parlamentare del PD ha presentato un’interrogazione al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteoli per sapere “quali iniziative urgenti intenda intraprendere per assicurare il diritto alla mobilità ai cittadini e ai pendolari in particolare nell’area carpigiana”; e “quali strategie si intendano adottare al fine di asicurare continuità, efficienza e regolarità ai collegamenti ferroviari di interesse dei pendolari”.

Nella sua interrogazione l’on. Ghizzoni ricorda che il precedente governo aveva emanato un decreto legge – già approvato dalla Camera e tuttora all’esame del Senato – che stanziava 80 milioni di euro per assicurare la continuità dei servizi di trasporto nei primi mesi del nuovo anno, in attesa della fine dei lavori del tavolo tecnico interministeriale.

La parlamentare chiede al ministro Matteoli “quando intenda convocare il tavolo di concertazione con la Regione Emilia-Romagna e le amministrazioni locali interessate per individuare le linee d’intervento che scongiurino il taglio del collegamento Intercity Scaligero”.

ecco il testo dell’interrogazione:

interrogazione-ghizzoni

Condividi