Mese: novembre 2008

«Scuola, per non dire sempre no», di Giancarlo Sacchi

Si possono assumere le conclusioni della recente assemblea nazionale del MEIC (il movimento culturale di Azione Cattolica) che a proposito della politica scolastica di questo Governo ribadisce, tra l’altro, la contrarietà ai tagli: “spendere meno non significa spendere meglio”, e a riforme per decreto legge, schierandosi a favore di percorsi legislativi che possano coinvolgere oltre al Parlamento anche la società civile e il mondo professionale della scuola. Prima ancora di entrare nel merito dei singoli provvedimenti non si può non constatare da un lato che le risorse devono andare a sostegno di un progetto e non viceversa, come sta accadendo ora, dove tutto viene ritoccato semplicemente al ribasso, e, dall’altro, riformare la scuola come se fosse solo una questione amministrativa significa privarla di una delle condizioni oggi decisive per il suo rilancio, quella di riavere una considerazione sociale. La scuola, così come l’università e, più in generale, il sistema formativo, devono riprendere i contatti con la società; le proteste esprimono una forte aspettativa nei confronti della politica, facendo emergere disagio e incertezza per il futuro. …

Condividi

Sul supermanager Bondi fa marcia indietro, di Francesco Erbani

Subissato dalle proteste, il provvedimento sui musei verrà riscritto Sul supermanager il ministro Sandro Bondi ha innestato la marcia indietro. Il provvedimento che istituisce la nuova Direzione generale per la valorizzazione e i musei era atteso ieri al Consiglio dei Ministri per essere approvato. Ma a Palazzo Chigi non è arrivato. E non solo: lo stesso ministro dei Beni culturali ha fatto sapere che una diversa versione della norma, che affidava a un´unica persona (Mario Resca, ex amministratore delegato di McDonald´s Italia e presidente del Casinò di Campione) la valorizzazione del patrimonio presente nei musei italiani, sarà inviata al Consiglio superiore per i Beni culturali. Ed è stata già fissata una riunione dell´organismo di consulenza scientifica del ministero, presieduto da Salvatore Settis, per giovedì 4 dicembre. Quanto sia nuova questa versione ancora non è chiarissimo, ma secondo molte indiscrezioni dovrebbe esserlo quasi sostanzialmente. Le parti più contestate sarebbero state riscritte venendo incontro alla bocciatura unanime da parte del Consiglio superiore e alla sollevazione che si è avuta nel mondo della tutela, da Italia Nostra al …

Condividi

News Letter n°3: Piano Gelmini sulla scuola, proposte PD Università, Carpi e la crisi internazionale, 64° anniversario dei Fatti d’armi a Limidi…

“Il Piano Gelmini e la finta retromarcia della maggioranza”, di Manuela Ghizzoni Nelle settimane scorse è approdato in commissione alla Camera l’irrazionale piano di razionalizzazione della Gelmini che attua i tagli sulla scuola definiti dalla manovra d’estate. Il Partito Democratico ha espresso la sua totale contrarietà perché il piano è il prodotto di una legge che riteniamo miope e che prefigura una profonda riforma del sistema dell’istruzione, pur non essendo mai stata discussa né in Parlamento, né con le parti sociali e le componenti della scuola. L’OCSE invita l’Italia a non depotenziare il settore della formazione, della ricerca e dell’istruzione e invece il centrodestra procede in direzione contraria, dequalificando un sistema educativo che deve affrontare le sfide della società della conoscenza. Il Governo dovrebbe investire nel sapere e attrezzare i giovani per la competizione nei mercati globali e viceversa cala la sua scure proprio sul settore più strategico per il Paese. Il piano programmatico è privo di un credibile progetto educativo e culturale per il sistema scolastico, è esclusivamente diretto a soddisfare la fame di …

Condividi

“Università, un paese per vecchi”

L’On. Manuela Ghizzoni, deputata del Pd e capogruppo alla commissione Cultura, Scienza e Istruzione della Camera, parteciperà domenica 30 novembre a un incontro pubblico su “Università: un paese per vecchi” organizzato dal circolo Kalinka. L’iniziativa si terrà alle ore 16,30 presso l’Auditorium della Biblioteca Loria di Carpi. Con la parlamentare del Pd sarà presente Marco Cattaneo, fisico e direttore responsabile dei mensili ‘Le Scienze’ e ‘Mente e Cervello’. Coordina l’incontro Giorgio Zippo, rappresentante degli studenti all’Università di Modena e Reggio Emilia. I relatori saranno a disposizione della platea per rispondere alle domande. Condividi

Condividi

Solo una mancia

Berlusconi certifica lo stato di crisi in una conferenza stampa. Tremonti parla per oltre due ore snocciolando i numeri del pacchetto anti-crisi con l’obiettivo di portare il rapporto tra il debito pubblico e il PIL sotto il 100%, difendendo l’operato del governo e soprattutto la finanziaria d’estate votata con la fiducia in soli 9 minuti. Chiedono la collaborazione ignorando le proposte avanzate dal PD. Un pacchetto provvisorio e un po’ accampato per aria che richiede della collaborazione di tutti. Il premier chiede l’interruzione del “perenne” clima elettorale che sta vivendo la politica italiana e l’avallo da parte dell’opposizione. Un po’ della serie “me la canto e me la suono” visto che chiede il sostegno a giochi fatti.A parte gli auto-elogi che Berlusconi fa a se stesso e al suo governo, il succo del discorso è in mano a Tremonti che punto per punto elenca un piano da 80 miliardi di euro. Il ministro dell’Economia conferma il bonus per i redditi più bassi, il calmiere per i mutui e una riduzione degli acconti Irpef e Irap …

Condividi

Edilizia Scolastica, On.Ghizzoni: “dalla Gelmini solo annunci, nel bilancio altri tagli”

“Se il Governo intende veramente mettere in campo un Piano straordinario per l’edilizia scolastica inizi abrogando i tagli contenuti nel bilancio dello stato in discussione al senato che riguardano proprio l’edilizia scolastica”. Lo dichiara la capogruppo del Pd nella commissione Cultura della Camera, Manuela Ghizzoni, che aggiunge: “il taglio previsto dal bilancio riguarda infatti la Missione Istruzione. Nel Programma Programmazione e coordinamento dell’istruzione, nel Macroaggregato Investimenti, presso il Centro di responsabilità amministrativa del Dipartimento per l’istruzione sul Cap. 7180, relativo ad investimenti per i piani di edilizia scolastica si realizza una riduzione di 22.775.971 euro. Non è un taglio lineare, cioè apportato meccanicamente in seguito alle disposizioni di cui alla famigerata legge Tremonti n. 133 (art.60 commi 1 e 10) del luglio scorso, ma un taglio aggiuntivo e specifico inferto, insieme  a diversi altri in maniera mirata e del tutto discrezionale, dal ministro che ha presentato il bilancio e che si é finora rifiutato di modificarlo. Si tratta di una scelta che ha del clamoroso perché tali fondi fanno parte dello stanziamento di 100 milioni …

Condividi

“Il merito e l’uguaglianza”, di Nadia Urbinati

“Meritocrazia” è la parola magica che pare ai più capaci di liberare  la società italiana dalle sue croniche aberrazioni. Se il merito  venisse davvero riconosciuto, si dice, la nostra società si emanciperebbe dai lacci del nepotismo e del clientelismo. Come recita il sottotitolo del libro di Roger Abravanel sulla  meritocrazia, questa è la ricetta per valorizzare il talento e rendere  il paese più ricco e più giusto. Wikipedia definisce la meritocrazia  come un sistema di governo o un´organizzazione dell´azione collettiva  basato “sull´abilità “ricchezza ereditata, relazioni familiari e clientelari, nepotismo,  privilegi di classe, proprietà o altri determinanti storici di potere  politico e posizione sociale”. John Rawls avrebbe sottoscritto questa  definizione. Tuttavia resta difficile da spiegare con precisione che  cosa sia vero merito, prima di tutto perché è impossibile stabilire  con rigore e certezza il dosaggio tra capacità personali e condizioni  sociali. Qualche volta sembra di capire che il merito sia una qualità  che la persona riconosciuta meritevole possieda naturaliter come per  innata disposizione (talenti) e che con fatica e duro lavoro riesce  poi a fare emergere (responsabilità). Ma …

Condividi