comunicati stampa

Università, On.Ghizzoni : “Cancellazione tagli è condizione necessaria per confronto”

Nella maggioranza sempre più gremito fronte anti-Gelmini 

“Gli interventi dei ministri Roberto Calderoli e Gianfranco Rotondi, del presidente della regione Lombardia, Roberto Formigoni, e del capogruppo del Pdl in commissione Cultura alla Camera, Fabio Granata, dimostrano che anche dentro la maggioranza è sempre più gremito il fronte anti Gelmini che raccoglie le insoddisfazioni di chi non ha gradito il modo in cui in cui l’esecutivo è intervenuto sulla scuola e sull’università. Tuttavia, a chi come il capogruppo Granata ci invita ad aprire un dialogo per riformare il sistema universitario, rispondiamo che qualsiasi invito ha senso solo se è accompagnato da una profonda revisione del blocco del turnover e dei tagli all’università contenuti nella legge 133. Tagli non solo sono riconfermati nella legge finanziaria, ma che si estendono adesso anche al diritto allo studio. In ogni caso – sottolinea Ghizzoni – apprezziamo la volontà del capogruppo Granata di ripristinare la funzione legislativa del parlamento, che è il luogo dove si scrivono le leggi e non dove si ratificano decisioni prese altrove, ma per fare questo è necessario che già nella finanziaria vi sia una compensazione dei tagli apportati a luglio e un ripensamento sostanziale del blocco del turnover nell’università, soprattutto per i giovani ricercatori”.

 

Roma, 3 novembre 2008

Condividi
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
Luca
Ospite
COMUNICATO RICERCATORI PRECARI DI CHIMICA DE LA SAPIENZA Leggiamo con profonda delusione i contenuti di un’intervista rilasciata dal ministro della Funzione Pubblica Renato Brunetta al quotidiano La Repubblica lo scorso 12 Ottobre sul tema della mancata stabilizzazione dei ricercatori precari. Colpisce particolarmente che un ministro attivo come il prof. Brunetta, anziché affrontare seriamente uno dei temi più importanti del mondo della ricerca italiano, preferisca ciurlare nel manico affermando di aver dimostrato che i precari della ricerca sono solo 4523. In realtà il ministro dovrebbe sapere che questo dato si riferisce ai soli precari degli enti di ricerca (dove peraltro sono… Leggi il resto »
wpDiscuz