università | ricerca

“Università, un paese per vecchi”

L’On. Manuela Ghizzoni, deputata del Pd e capogruppo alla commissione Cultura, Scienza e Istruzione della Camera, parteciperà domenica 30 novembre a un incontro pubblico su “Università: un paese per vecchi” organizzato dal circolo Kalinka.
L’iniziativa si terrà alle ore 16,30 presso l’Auditorium della Biblioteca Loria di Carpi. Con la parlamentare del Pd sarà presente Marco Cattaneo, fisico e direttore responsabile dei mensili ‘Le Scienze’ e ‘Mente e Cervello’. Coordina l’incontro Giorgio Zippo, rappresentante degli studenti all’Università di Modena e Reggio Emilia.
I relatori saranno a disposizione della platea per rispondere alle domande.

Condividi
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
Ric Pre
Ospite
I ricercatori precari delle Università italiane sono stati ancora una volta raggirati! Nel totale disinteresse da parte dei media, delle forze della maggioranza e dell’opposizione, e delle organizzazioni sindacali, la conversione del Decreto Legge n.180/2008 da parte del Senato del porta con sé un’amara sorpresa. Sono stati introdotti nuovi e migliorativi criteri per i concorsi da ricercatore a tempo indeterminato, abolendo le manipolabili prove scritte ed orali e stabilendo commissioni di soli ordinari sorteggiati su grandi “rose” di eletti. Tuttavia, con una mossa alquanto discutibile, con due emendamenti, rispettivamente il n.1.27 e il n. 1.58, si sono destinate le risorse… Leggi il resto »
Ric Pre
Ospite
Purtroppo non è vero che la riformina non cambia nulla. Fino agli emendamenti-Valditara cambiava poco e mediamente in meglio: si rendeva più difficile truccare i concorsi e si favoriva il reclutamento dei giovani precari rispetto agli aumenti di stipendio e grado degli “anziani” garantiti. Ora i concorsi sono un po’ piu’ truccabili perché hanno di fatto reintrodotto gli orali, ma soprattutto il decreto è divenuta una vera istigazione alla precarizzazione. Fondi che prima potevano essere utilizzati solo per assumere stabilmente ora possono essere impiegati anche per contatti precari. E come spingere le università a preferire questi ultimi? Lasciando i concorsi… Leggi il resto »
Patrizia
Ospite
Partecipando all’iniziativa di ieri pomeriggio sull’Università ho finalmente capito alcune (certamente non tutte)cose che ancora non mi erano chiare sul funzionamento dell’Università e sulle proteste di studenti e precari. Come ha ricordato Manuela, da universitari di parecchi anni fa, non ci eravamo mai posti il problema di cosa volesse dire organizzare e governare la diffusione del sapere e della conoscenza. Gli studenti di oggi sono stati in qualche modo costretti a farlo, sono stati costretti dall’assoluta mancanza di certezze sul loro futuro, sia scolastico che professionale. Purtroppo la sensazione che mi è rimasta alla fine dell’incontro è quella di una… Leggi il resto »
Ric Pre
Ospite
Comunicato dei dottorandi, ricercatori e docenti precari in mobilitazione – dagli atenei occupati di Roma Alcune valutazioni sul DL 180 Il DL 180, recentemente emanato dal consiglio dei ministri e attualmente in discussione al senato per la conversione definitiva, non rappresenta in alcun modo una risposta alle istanze del movimento, poiché lascia sostanzialmente inalterati i tagli al sistema universitario introdotti dalla legge 133/2008, con effetti che a partire dal 2010 saranno letteralmente dirompenti per il funzionamento di quasi tutti gli atenei italiani. Qualsiasi intervento legislativo dovrebbe invece partire dal dato oggettivo ed incontrovertibile che il sistema universitario e della ricerca… Leggi il resto »
Manuela Ghizzoni
Member
Commenti a Caldo, dopo l’apporvazione al Senato del decreto 180, che approderà alla Camera già martedì prossimo. SEN. STEFANO CECCANTI: “GIUSTO IL VOTO CONTRARIO QUESTA VOLTA NON SONO D’ACCORDO CON NICOLA ROSSI”. “Questa volta non sono d’accordo col nostro collega Nicola Rossi”. Così il senatore del Pd Stefano Ceccanti che aggiunge: “Quando, come nel caso dell’Università, ci si trova in ambiti decisionali dove ci sarebbe bisogno di riforme forti e sono invece proposti provvedimenti tampone, le forze di opposizione hanno certo il dovere prioritario di migliorare il più possibile il testo con emendamenti ben meditati”. “Ho peraltro personalmente qualche motivo… Leggi il resto »
wpDiscuz