scuola | formazione

Scuola, Ghizzoni (Pd): “Perché il governo non vara il piano di intervento?”

“Come potrà domani il consiglio dei Ministri approvare lo schema dei regolamenti sul nuovo ordinamento scolastico se ancora non è ufficializzato il piano programmatico dal quale devono discendere i regolamenti stessi, così come previsto dalla manovra estiva?”.
Se lo chiede l’on. Manuela Ghizzoni, capogruppo Pd in commissione Cultura della Camera.
“Domani – prosegue Ghizzoni – il consiglio dei Ministri dovrebbe approvare lo schema di regolamenti sulla scuola di infanzia, primaria e medie e sul dimensionamento scolastico. Come previsto dalla manovra d’estate questi regolamenti devono recepire le indicazioni contenute nel ‘piano programmatico di intervento’ che, vale la pena ricordare, contiene le indicazioni precise sui tagli. Cioè, quali cattedre, quali posti di lavoro sopprimere, quali materie cancellare, di quante ore riodurre il tempo scuola. Il tutto al fine di raggiungere gli 8 miliardi di euro di risparmi voluti da Tremonti dalla manovra estiva. La scorsa settimana a palazzo Chigi c’è stato un importante incontro del governo con le parti sociali per discutere i contenuti del piano. L’esito dell’incontro è stato reso noto in un verbale in cui è scritto che il governo accoglieva modifiche significative al piano programmatico. C’è un però: ad oggi il piano contenente le modifiche decise nell’incontro a palazzo Chigi non è ancora stato reso noto. Il governo faccia chiarezza al più presto”.

Condividi
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
wpDiscuz