partito democratico

Si è spenta Paola Manzini. Il cordoglio dei parlamentari del Pd

Profondo cordoglio è stato espresso dai parlamentari modenesi del Pd Giuliano Barbolini, Mariangela Bastico, Manuela Ghizzoni, Ricardo Franco Levi, Ivano Miglioli e Giulio Santagata per la morte di Paola Manzini.
“Ci mancheranno molto la competenza, la forza, l’intelligenza di Paola, lo spessore umano e politico, il suo spendersi fino all’ultimo. Paola Manzini ha vissuto da protagonista il percorso politico che ha condotto alla nascita del Partito democratico, con molti di noi ha condiviso battaglie importanti, momenti di vita che non dimenticheremo.
In Provincia, in Parlamento, in Regione ha sempre interpretato il suo ruolo con lucidità politica e concretezza, capacità di analisi e lungimiranza. Fino all’ultimo istante ha combattuto con coraggio il male che l’ha portata via, senza trascurare i suoi doveri istituzionali, gli affetti e gli amici che come noi hanno avuto il privilegio di conoscerla”.

E’ previsto un momento d’incontro delle amiche ed amici di Paola sabato alle ore 10,30 presso il cimitero di Vignola con saluto della sua carissima amica Anna Finocchiaro. Successivamente, nel rispetto delle sue volontà è previsto il trasferimento per la cremazione. Le ceneri saranno collocate nella tomba insieme al suo amatissimo fratello Giorgio nel cimitero di Vignola. Paola amava la vita, i fiori, le piante ma in questa occasione riteniamo di cogliere il suo pensiero invitando quanti lo volessero, a sostenere azioni concrete di solidarietà dando una mano al volontariato. Amava dire spesso: “Ognuno faccia la sua parte per un mondo migliore più eguale e giusto”

Condividi
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
Manuela Ghizzoni
Member
E’ difficile pronunciare parole, per lo più inutili, quando ci lasciano persone care con le quali hai condiviso passioni, gioie, difficoltà. Vorrei però ricordare Paola con un episodio che ci ha fatto incontrare e conoscere. Fatna era una donna del Marocco ammalata di cancro al seno, tre figli di cui uno diversamente abile, un marito, allora in cassa integrazione. Fatna aveva una prognosi infausta e aveva bisogno di una parente che la accompagnasse nel breve periodo che le restava da vivere, che aiutasse la sua famiglia, che si occupasse dei figli. Paola, allora Questore alla Camera, mise in campo tutta… Leggi il resto »
wpDiscuz