scuola | formazione

“Licei, ecco la riforma. Meno ore delle scuole medie”, di Maristella Iervasi

Dopo i tecnici e i professionali ecco il sistema dei Licei della Gelmini. Sei indirizzi che consentono l’accesso all’Università e una materia non linguistica studiata in inglese all’ultimo anno. Latino non per tutti. Allo scientifico-tecnologico scompare per far posto all’informatica, la chimica e la biologia. E sempre qui compare una materia calderone: storia e geografia avrà un voto unico. In altre sezioni si accorpano matematica e fisica. Non solo. I percorsi liceali sono ufficialmente 6 ma di fatto saranno 12 attraverso le opzioni/facoltative dell’offerta formativa. Soprattutto, però, a fare la differenza sarà il biennio: un tempo scuola più corto della scuola media: 27 ore, 3 in meno di oggi; 31 ore settimanali solo nel triennio del Classico. Tutti i bienni dei licei saranno rigorosamente differenziati, quasi a voler scoraggiare gli studenti a cambiare percorso in corso d’opera per incertezza. Insomma, un riordino dei licei che ha un solo obiettivo: rientrare nei tagli al personale previsti dal duetto Tremonti-Gelmini che il movimento dell’Onda ha fatto slittare al 2010-2011: si comincierà dalle prime e seconde classi.

La riforma dei licei
Il provvedimento andrà al Consiglio dei ministri in prima lettura, poi parere Commissioni parlamentari e Conferenza Stato-Regioni. percorsi in 2+2+1, cioè due bienni e un quinto anno. L’orario annuale e comprensivo della quota riservata alle Regioni che hanno voce sui piani di studio.

Le critiche dei sindacati
Mimmo Pantaleo, segretario della Flc-Cgil: «Avanza l’idea dell’aziendalizzazione. La differenzazione dei percorsi non produrrà pari opportunità di apprendimento». E qualche distinguo lo pone anche la Uil: «Siamo contrari a far partire la riforma nelle prime e seconde classi – spiega il segretario generale Massimo Di Menna -. E l’avvio dei licei musicali è ancora poco chiaro».

Scientifico-tecnologico
In questo liceo viene previsto anche anche un indirizzo tecnologico. Nel provvedimento di 16 articoli che per tutti esplicita piani di studio, tabelle e quadri orari, questo indirizzo è configurato come opzione. Il modello di liceo tecnologico della Moratti?

Economico-sociale
È una delle novità introdotte al fianco del liceo delle Scienze umane. Al posto del Latino discipline di diritto e economia.

Liceo Classico
Nelle precedenti bozze solo con questo diploma si poteva accedere all’Università.

Musicale-coreutico
Lo voleva anche la Moratti. In prima batttua 40 le sezioni musicali e 10 di liceo coreutico. Altre saranno subordinate all’esistenza di risorse e convenzioni con i corservatori e Accademie.

Linguistico
Gli studenti a conclusione del percorso di studio devono essere in grado di comunicare in 3 lingue diverse»,. Una materia non linguistica si insegna in inglese.

Artistico
Tre gli indirizzi previsti: arti figurative, architettura/design/ambiente e audivisivo/multimedia/scenografia.

L’Unità, 5 giugno 2009

per saperne di più clicca qui

Condividi