attualità, partito democratico

Franceschini su Twitter: “Tutti con i calzini turchesi, come Mesiano”

“Stravaganti” calzini turchesi. A volte la politica si infila in un paio di scarpe, se il colore delle calze diventa comunque su uno schermo tv un’aggressione a mano armata, sia pure solo di telecamera.

E così oggi il segretario del Pd ha infilato un paio di calzini turchesi, come il giudice Raimondo Mesiano, preso di mira da un contestato servizio del Tg5, all’indomani della sentenza sul Lodo Mondadori che condanna la Fininvest al risarcimento di 750 milioni di euro nei confronti della Cir. “Sono a Chieti con un paio di calze azzurro turchese. Mettetevele tutti. Come il giudice Mesiano, colpevole solo di fare il giudice”: annuncia Franceschini in un messaggio su Twitter.

In Italia «c’è il rischio di perdere la capacità di reagire e di indignarsi», ha detto poi Franceschini all’arrivo a Cagliari, nel gesto di mostrare i suoi calzini color turchese, in segno di solidarietà col giudice Mesiano.

È l’unica risposta che ha dato ai giornalisti, prima di intervenire a una manifestazione della componente che sostiene la sua candidatura alla guida del partito e quella di Francesca Barracciu alla segreteria del Pd sardo, rifiutandosi di rispondere a domande sull’intervista di Lucia Annunziata al direttore di Repubblica Ezio Mauro, nella trasmissione «Mezz’ora».

Ha solo aggiunto, a proposito della Giustizia e dei progetti di riforma che «non è normale un capo del Governo che attacca le istituzioni di garanzia, e vuole cambiarsi la costituzione da solo, che attacca i magistrati, la stampa libera e utilizza le sue televisioni per intimidire un giudice che è colpevole solo di aver fatto il giudice».

«Di fronte a tutto questo bisogna reagire», ha concluso Franceschini, promettendo, in caso di rielezione a segretario nazionale del partito, una «opposizione più ferma e più intransigente».

da www.unita.it

Condividi
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
wpDiscuz