lavoro

Sei mesi in più di cig ordinaria. Accordo bipartisan in Parlamento

Sei mesi in più di cassa integrazione ordinaria: è quanto prevede un emendamento approvato in commissione Lavoro con un sì bipartisan. La norma è a firma del relatore Giuliano Cazzola e modifica il testo base sugli ammortizzatori sociali, che unifica diverse proposte di legge, ed ha ottenuto il consenso del Pdl, della Lega e del Pd. L’Idv e l’Udc erano assenti. Lo riferisce lo stesso Cazzola. La misura approvata è in via sperimentale e riguarda il biennio 2010-2011 e fa sì che il trattamento di cassa integrazione guadagni possa essere corrisposto per un periodo massimo complessivo di 78 settimane. Attualmente il tetto è di 52 settimane. In pratica si passa da un anno ad un anno e mezzo di Cig ordinaria.

«Non siamo completamente soddisfatti ma l’allungamento della Cig è un passo avanti». Così il capogruppo del Pd in commissione Lavoro della Camera Cesare Damiano commenta il via libera bipartisan alla misura che allunga i termini del trattamento di cassa integrazione ordinaria. «Questo testo – dice – è un primo passo frutto della battaglia del Pd sul tema della crisi, della tutela dell’occupazione e degli ammortizzatori sociali».

Damiano spiega di aver fatto durante l’esame degli emendamenti «una dichiarazione a nome del Pd di convergenza» sulle proposte del relatore. Il Pd inoltre ha «ritirato tutti gli emendamenti in commisione ma – conclude Damiano – li ripresenteremo in Aula».
L’Unità 09-03-10

Condividi