scuola | formazione

Scuole, Pd: deroghe a tetto 30% dimostrano che i presidi sono più avanti della Gelmini

Ghizzoni: ministro ci dica dove sono finiti i fondi per l’integrazione. “È la dimostrazione che la scuola italiana è molto più avanti della rappresentazione becera che ne vorrebbe fare il ministro Gelmini”. E’ quanto dichiara la capogruppo del Pd nella commissione Cultura della Camera, Manuela Ghizzoni commentando le motivazioni che hanno consentito ad una quota rilevante di istituti scolastici lombardi di ottenere la deroga al tetto del 30% di alunni stranieri per classe. “E’ anche la dimostrazione che i modelli di integrazione, al di la delle quote, ci sono e sono efficaci e che tutta l’enfasi mostrata dalla Gelmini e dal governo sul tetto del 30% era dettata esclusivamente da ciniche ragioni politiche, per non dire elettorali. Resta piuttosto il tema delle risorse. Oltre ai tagli insostenibili si somma anche il mistero dei 20 milioni annunciati per finanziare i progetti di integrazione e di insegnamento della lingua italiana per gli stranieri? Su questo tema presenteremo una interrogazione parlamentare perché affrontare il problema degli stranieri nelle scuole senza mettere neanche un euro è pura demagogia”.

******

Il comunicato dell’On Ghizzoni è in risposta alle dichiarazioni sotto riportate della Ministra Gelmini

SCUOLA: GELMINI ‘LOMBARDIA VIRTUOSA,TETTO IMMIGRATI 84% ISTITUTI’ =
(AGI) – Roma, 29 apr. – Dal prossimo anno scolastico in Lombardia “nell’84 per cento delle scuole ci sara’ una distribuzione piu’ equilibrata di alunni stranieri nelle classi che favorira’ concretamente l’integrazione”. Lo riferisce in una nota il ministro dell’Istruzione, la Ricerca e l’Universita’ Mariastella Gelmini. Dai primi dati comunicati dall’Ufficio scolastico regionale della Lombardia, riferisce Gelmini, “emerge che solo il 16% delle scuole ha derogato al tetto del 30% di alunni stranieri per classe. Grazie al lavoro preventivo degli uffici scolastici provinciali dunque, solo alcuni istituti hanno chiesto la deroga che, come previsto dalla normativa, e’ stata concessa”. Si tratta, ha concluso il ministro, “di un primo successo di un provvedimento che sara’ operativo dall’anno prossimo per evitare la formazione di classi ‘ghetto’ e favorire l’integrazione a partire dalle scuole”. (AGI) Com/Gav 292057 APR 10

Condividi
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
Rosalia Novelli
Ospite
Sono una maestra in pensione da 4 anni. Abbiamo lottato e lavorato molto per costruire una Scuola Pubblica democratica, pluralistica, inclusiva, rispettosa dello sviluppo cognitivo di ogni alunno. Una Scuola attenta alle diversità, con tempi adeguati ai bambini e capace di sviluppare le potenzialità di tutti. Ho lavorato in uno dei primi “tempi pieni” di Milano con colleghi dell’M.C.E. Che amarezza, ma anche rabbia nel vedere distrutto tutto da questo Governo che non ha alcun rispetto dei bisogni delle famiglie, dei docenti e degli alunni e che adduce motivazioni pedagogico-didattiche per giustificare i tagli spaventosi. Il tetto del 30% degli… Leggi il resto »
wpDiscuz