newsletter

Sana e robusta Costituzione (Newsletter n° 5 – maggio 2010)

 Recentemente Barbara Spinelli ha ricordato come le prime vittime di ogni democrazia spezzata non siano mai gli elettori e il suffragio universale, ma i guardiani del sistema politico. I guardiani sono una serie di poteri di controllo che consentono al sistema democratico di respingere ogni attacco. Credo sia un monito da tenere ben presente nella ricorrenza della Festa della Repubblica.

Il 2 giugno di 64 anni fa gli italiani (e le italiane, che parteciparono per la prima volta a una elezione nazionale) scelsero la Repubblica ed elessero i loro rappresentanti in seno all’Assemblea Costituente, che avrebbe approvato di lì a pochi mesi la nostra legge fondamentale.

La Costituzione ha consentito all’Italia di forgiare uno Stato fortemente ancorato a regole democratiche e valori condivisi. Uno Stato che ha respinto ogni minaccia proprio perché la Carta ha definito con precisione i compiti dei guardiani della democrazia, distinguendo le loro competenze e prevedendo un sistema equilibrato di poteri.

Naturalmente è sempre possibile, e a volte necessario, procedere all’aggiornamento della nostra legge fondamentale, nell’ambito dei percorsi di riforma che la Carta stessa prevede (art. 138), come d’altronde è avvenuto in passato, ma non si possono mettere in discussione gli equilibri di potere stabiliti, pena lo svilimento della Costituzione e il conseguente rischio di dissolvimento del nostro sistema democratico.

Ecco perché assistiamo con una certa inquietudine alle innumerevoli e ricorrenti provocazioni nei confronti della Costituzione.

In occasione della Festa del 2 giugno, faremmo un ottimo esercizio di democrazia rileggendo la Carta con gli occhi sul presente e ricordando che:

la Repubblica è fondata sul lavoro (art. 1), soprattutto oggi che il lavoro costituisce la vera emergenze del nostro Paese e che deve rappresentare la prima delle preoccupazioni della classe dirigente;

la Repubblica ha il compito di rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona umana (art. 3) con misure in grado di dare prospettive future alla nostra comunità;

la Repubblica, una e indivisibile, riconosce e promuove le autonomie locali (art. 5) e non può privarle delle risorse fondamentali per assolvere i loro compiti;

la Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e della ricerca scientifica (art. 9);

tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero (art. 21), senza subire minacce o intimidazioni;

la scuola è aperta a tutti, premia i meritevoli e l’istruzione inferiore è obbligatoria e gratuita (art. 34);

la Repubblica tutela il lavoro in tutte le sue forme (art. 35);

tutti i cittadini sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della propria capacità contributiva e con criteri di progressività (art. 53) e la legge deve perciò garantire equità e giustizia sociale;

la Repubblica assicura il buon andamento e l’imparzialità della pubblica amministrazione (art. 97) e la corruzione va combattuta profondamente, per non tornare a una stagione politica che pensavamo fosse definitivamente superata;

la magistratura costituisce un ordine autonomo e indipendente da ogni altro potere (art. 104) e non può essere privata di strumenti di indagine idonei.

Ecco perché, invece di attaccare gli istituti di garanzia e sprecare tempo prezioso, una classe politica responsabile dovrebbe occuparsi dei veri problemi degli italiani.

Per ricordare tutto ciò, il 2 giugno sventoliamo con orgoglio la bandiera nazionale, il nostro tricolore (art. 12), e difendiamo la sana e robusta Costituzione della Repubblica Italiana.

Buona Festa della Repubblica.

 

Manuela Ghizzoni

 

I principali aggiornamenti del sito, le notizie, i commenti e le riflessioni dell’ultimo mese

 

Dalla “crisi psicologica” a una manovra disonesta

Governo nel marasma

“Cosa ha approvato il consiglio dei ministri? Fuori da ogni regola il governo è nel marasma”. […]

www.partitodemocratico.it, 31.05.10

 

«A tagliare così sono capaci anche i bambini»

Bersani in ‘un’intervista al Corriere della Sera annuncia: “Il Pd dirà no a questa manovra, governo contro ogni logica costituzionale. […]

www.partitodemocratico.it, 30.05.2010

 

“Manovra economica ed evasione fiscale”, di Vincenzo Visco

Dell’evasione in Italia si sa praticamente tutto. Il problema di fondo consiste nel fatto che vi sono redditi completamente tracciabili e tracciati e altri che non lo sono. […]

www.lavoce.info, 29.05.10

 

Pagano sempre gli stessi. Una manovra di sacrifici

Finalmente Silvio Berlusconi scende dal piedistallo. Presenta la manovra economica con Tremonti e per la prima volta in due anni di governo pronuncia la parola “sacrifici”. […]

www.partitodemocratico.it, 28.05.10

 

“La guerra di Bossi per salvare le province”, di Gad Lerner

Minacciando la guerra civile in caso d´abolizione della provincia di Bergamo, quel grande statista che risponde al nome di Umberto Bossi vuole solo ricordarci cos´è per lui la politica. […]

La Repubblica, 28.05.10

 

Lagrime e sangue

Nelle analisi di Loretta Napoleoni e di Paolo Leon i vizi e i rischi della manovra anticrisi: mortifica chi paga le tasse, premia gli evasori, lascia immutata la speculazione finanziaria […]

L’Unità, 27.05.10

 

La Finanziaria dei nullatentEnti Locali 

Una manovra da 24 miliardi ne scarica 13 sul Patto di Stabilità, tagli che colpiranno i servizi ai cittadini. Zoggia: “Non si uccidono così gli Enti Locali, considerati da risorsa a malattia”. […]

www.partitodemocratico.it, 27.05.10

 

“L’iniquità irresponsabile”, di Massimo Giannini 

Più di così non si poteva fare », dice Berlusconi della manovra approvata dal governo «salvo intese», con una formula da vecchio pentapartito della Prima Repubblica. […]

La Repubblica, 27.05.10

 

“Spunta il taglio di 10 province”, di Gianni Trovati

Nella sua versione finale quella su regioni ed enti locali diventa una super-manovra, che chiede risparmi in due anni per 13 miliardi e impone una drastica razionalizzazione degli enti territoriali […]

Il Sole 24 Ore, 26.05.10

 

“Misure improvvisate”, di Tito Boeri

È una manovra che vuole fare cassa nel più breve tempo possibile, non preoccupandosi di ottenere risparmi duraturi e di pensare alla crescita. […]

La Repubblica, 26.05.10

 

“Ciò che Silvio non poteva dire”, di Michele Brambilla

E’ stato Gianni Letta ad anticipare ieri agli italiani il «succo» della manovra che questa mattina il governo illustrerà ufficialmente. […]

La Stampa, 25.05.10

 

Una manovra di soli tagli

Tremonti ha finalmente messo in tavola le carte della manovra economica 2011-2012 e ammesso una volta per tutte che tutte le favole sulla ripresa, il benessere e la solidità del Belpaese erano, e tuttora sono, parole al vento lanciate più per il consenso che per senso di responsabilità. […]

25.05.10

 

Una manovra “disonesta” per scuola, ricerca e cultura

“La ricerca italiana? Come la tela di Penelope” , di Umberto Guidoni

Nella sua accorata lettera al Presidente Napolitano, Tommaso Maccacaro rivendica con fierezza il ruolo dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) […]

L’Unità, 31.05.10

 

Manovra, Pd: condanna a morte della cultura italiana, sarà opposizione dura

“Sarà opposizione dura in parlamento e nel paese: non consentiremo la morte della cultura italiana”. […]

31.05.10

 

«L’ultima di Tremonti: chiudere gli enti di ricerca», di Pietro Greco 

Il decreto che il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha portato al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per cercare di evitare all’Italia l’epilogo della Grecia è piuttosto vasto e articolato. […]

La Stampa, 30.05.2010

 

“E Tremonti stracciò la riforma Brunetta/Gelmini”, di Pippo Frisone

Martedì 25 maggio il Consiglio dei Ministri ha varato un decreto di 25 Miliardi di lacrime e sangue per cercare di raddrizzare i conti del nostro Paese. Almeno così dicono. […]

ScuolaOggi, 29.05.10

 

“Crimini nazisti: tagliare per dimenticare”, di Alessandro Portelli

Hanno ragione Berlusconi e Tremonti: il Museo della Liberazione di via Tasso a Roma è un ente inutile, anzi dannoso. Dannoso, in primo luogo, per motivi sanitari e di immagine. […]

Il Manifesto, 29.05.10

 

«Manovra finanziaria: inghiottiti i risparmi derivanti dai tagli di organico», di R.P.

In attesa di leggere il testo ufficiale del decreto legge sulla manovra finanziaria varata dal Consiglio dei Ministri del 25 maggio, qualche previsione su cosa capiterà nella scuola si può già fare. […]

Tecnica della scuola, 28.05.10

 

Giù le mani da via Tasso

“Chiuderemo, non abbiamo alcuna possibilità di resistere”. Antonio Parisella, presidente del Museo storico della Resistenza di via Tasso , lancia il suo grido d’allarme. […]

www.libertaegiustizia.it, 27.05.10

 

Sulla chiusura ISAE e trasferimento di “funzioni” e personale al MEF, di Fernando Di Nicola

La manovra varata dal Governo per contenere la spesa pubblica e correggere i saldi di finanza pubblica prevede, “Al fine di razionalizzare e semplificare le funzioni di analisi e studio in materia di politica economica” […]

www.nelmerito.com, 28.05.10

 

“I docenti ci rimettono duemila euro lordi”, di Paolo Pergolizzi

Manovra finanziaria, la stangata peggiore potrebbe arrivare a carico dei 7mila dipendenti della scuola reggiana. […]

Il Resto del Carlino/Reggio E., 28.05.10

 

“Scatti bloccati, tagliato un miliardo”, di Alessandra Ricciardi

Nel dl finanziario si paventa una manovra aggiuntiva per il comparto. Sindacati in allarme. […]

ItaliaOggi, 25.05.10

 

“Enti di ricerca prime vittime della manovra. ISFOL occupato”, di Laura Matteucci

L’anno scorso, per concorrere a finanziare il mancato incasso dell’Ici, ne prosciugarono il fondo istituzionale. […]

L’Unità

25.05.10

 

Università e ricerca

“Chi vuole lo scontro generazionale?”, di Chiara Carrozza

Mario Pirani polemizza violentemente contro il documento sull’Università approvato dalla recente assemblea nazionale del PD […]

www.ilpost.it, 27.05.10

 

“Con i tagli salta la ricerca, facoltà a rischio chiusura”, di Benedetto Vecchi

I boatos sulla manovra economica hanno fatto irruzione ieri durante la presentazione del rapporto di AlmaLaurea sui laureati italiani dopo dieci anni di varo della riforma chiamata del 3+2. […]

Il Manifesto, 27.05.10

 

“Università: riforma a scatola chiusa”, di Giulio Peruzzi

Nella sua audizione alla Commissione istruzione del Senato (una rara apparizione concessa il 12 maggio) il ministro Gelmini ha sciorinato una serie di cifre in larga parte discutibili, se non palesemente errate. […]

L’Unità, 22.05.10

 

“Il paese faina che disprezza l’università”, di Antonio Scurati

Nel silenzio più totale, nell’indifferenza generale, è in discussione in Parlamento un disegno di legge di riforma dell’università da cui dipenderà il futuro del nostro Paese. […]

La Stampa, 22.05.10

 

“I giovani in cattedra”, di Marco Meloni

«L’Italia non è un paese per giovani». «L’Italia è un paese bloccato». […]

EuropaQuotidiano, 21.05.10

 

“Controriforma, così i ricercatori perderanno la voce”, di Rino Falcone

Negli ultimi tempi sta emergendo con forza e su differenti ambiti della vita del Paese il tema dell’autonomia. […]

L’Unità, 20.05.10

 

Università di Modena e Reggio, ricercatori in rivolta «Il nostro lavoro sottovalutato»

«Ancora una volta le leggi nazionali non riconoscono l’importanza del lavoro svolto da noi ricercatori, che da anni ci occupiamo anche di insegnamento a titolo volontario e gratuito. […]

Il Resto del Carlino, 19.05.10

 

“Atenei pubblici verso il disastro. E crescono i numeri delle private”, di Salvo Intravaia

Gli ultimi dati sull’università statale pubblicati dal Miur sembrano proprio la “cronaca di un disastro annunciato”. […]

La Repubblica, 19.05.10

 

Atenei in rivolta contro i tagli «Stop alla controriforma», di Maristella Iervasi

Esami saltati, studenti e ricercatori in protesta contro la forbice del duo Gelmini-Tremonti. […]

L’Unità, 19.05.10

 

Università, via i baroni largo ai giovani

Al via la protesta in tutta Italia contro i tagli e la nuova riforma Gelmini all’esame in Senato. Il PD propone la pensione anticipata a 65 anni per assumere migliaia di ricercatori. […]

www.partitodemocratico.it, 18.05.10

 

“Atenei sull’orlo del collasso. Occupati da oggi i rettorati”, di G.V.

È partita la settimana di protesta nelle università italiane contro la riforma del ministro Mariastella Gelmini che mette mano alla governance degli atenei, il reclutamento del personale, il diritto allo studio. […]

L’Unità, 18.05.10

 

Università: riforma finta e tagli veri

Il DDL Gelmini è una controriforma a base di 1,3 miliardi di tagli. Finocchiaro: “Hanno bocciato ogni emendamento in Commissione, la battaglia parlamentare continuerà anche nell’aula del Senato”. […]

www.partitodemocratico.it, 14.05.10

 

Università: il PD annuncia battaglia in Senato

Oggi, alle 12, la capogruppo del Pd in Senato Anna Finocchiaro e i membri della Commissione Istruzione di Palazzo Madama, insieme a Marco Meloni, responsabile Università e Ricerca della segreteria del Pd […]

13.05.10

 

“Università senza guida, il ministro cosa dice?”, di Maria Chiara Carrozza

L’Università sta vivendo un momento di particolare confusione e disorientamento. […]

Il Tirreno, 09.05.10

 

“Riconoscere (adesso) ruolo e diritti dei ricercatori universitari” di Dario Antiseri

Il 30 aprile 2009 il personale docente delle nostre Università risulta così composto: 18 mila 962 professori ordinari, 18 mila 297 associati, 25 mila 802 ricercatori. […]

Corriere della Sera, 08.05.10

 

Ghizzoni: Università, giusta la protesta dei ricercatori

Anche i ricercatori dell’Università di Modena e Reggio Emilia hanno annunciato la volontà di sospendere le attività didattiche contro il disegno di legge della Gelmini che abolisce la figura dei ricercatori. […]

08.05.10

 

Università, Pd: nel 2011 ulteriori tagli per 1 miliardo di euro

“La situazione in cui si trovano gli atenei è gravissima e i dati forniti dal governo sono inquietanti perché confermano che il fondo di finanziamento ordinario subirà, di fatto, un’ulteriore riduzione delle disponibilità […]

06.05.10

 

Università: Pd, in arrivo nuovi tagli a Fondo ordinario? Governo risponderà giovedì a interrogazione del Gruppo Democratico

“E’ vero che il Fondo per il finanziamento ordinario delle Università, decurtato del 3,72% rispetto al 2009 (cioè di 278,8 milioni di euro), subirà un’ulteriore diminuzione per la totale indisponibilità di risorse?”. […]

05.05.10

 

“Anno accademico corsi a rischio”, di Andrea Rossi

Caro ministro, in queste condizioni esiste il concreto rischio che il prossimo anno accademico non possa cominciare». […]

La Stampa, 04.05.10

 

I ricercatori: «Stop alle lezioni», di Roberto Ciccarelli

Dal prossimo ottobre rifiuteranno di tenere lezione e bloccheranno i corsi di laurea se nel disegno di legge Gelmini sull’università non cambieranno le norme che regoleranno la governance degli atenei […]

Il Manifesto, 30.04.10

 

“Ricercatori, la protesta dilaga rischio blocco in tutti gli atenei”, di F.V.

La protesta dei ricercatori universitari contro la riforma Gelmini, scoppiata nelle facoltà scientifiche della Statale, ha raggiunto tutti gli atenei milanesi. […]

La Repubblica Milano 29.04.10

 

Tra scuola e vacanze, per Gelmini meglio le vacanze

“Il paese dei balocchi” di Francesco Merlo

Da ministra del rigore a ministra del tempo libero, da sacerdotessa dello studium a fanatica dell´otium, da bacchetta che castiga a sbracata Lucignola che vuole mandare tutti i bimbi italiani nel paese dei balocchi. […]

La Repubblica, 25.05.10

 

A scuola più tardi, maggioranza divisa Lega: no al ritorno sui banchi a ottobre

Maggioranza divisa sull’ipotesi di posticipare l’apertura dell’anno scolastico. […]

Corriere.it, 25.05.10

 

Scuola, Pd: slittamento a ottobre serve a fare cassa? A rischio regolarità anno scolastico

“Lo slittamento dell’inizio dell’anno scolastico è un altro modo per far cassa?”. […]

24.05.10

 

“Cominciamo a ottobre le scuole”, di Salvo Intravaia

Proposta di un parlamentare pdl: fa bene al turismo. L´opposizione contraria. Sui banchi di scuola tutti il primo ottobre, come una volta. […]

La Repubblica, 24.05.10

 

Il dirigente “censore” che piace al Ministro

Il Pd chiede la rimozione di Limina

Un’interrogazione urgente della sen. Bastico e dell’on. Ghizzoni. “Siamo ormai di fronte a un’evidente incompatibilità ambientale”. […]

25.05.10

 

“Il direttore dell’Emilia Romagna intimidisce, il ministro approva”, di Federico Niccoli

Leggiamo, da ieri, intemerate moralistiche contro Bersani che ha usato un’espressione “colorita” per esprimere la sua irritazione nei confronti del Ministro Gelmini, che non perde occasione per fare danni alla scuola pubblica del paese. […]

ScuolaOggi, 24.05.10

 

I presidi: «No al silenzio, i tagli sulla scuola sono gravi», di Chiara Affronte

No alle intimidazioni. È questa la replica forte e chiara dei presidi dell’Emilia-Romagna al dirigente dell’Ufficio scolastico regionale Marcello Limina e alla sua «circolare bavaglio» diventata pubblica pochi giorni fa grazie al coordinamento dei docenti modenesi. […]

L’Unità/Bologna, 25.05.10

 

“Lettera ai presidi, assedio a Limina. Ed è già battaglia Democratici-Pdl”, di Marina Amaduzzi

Non si placa la bufera contro Marcello Limina. Il direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale, nell’occhio del ciclone per una lettera in cui chiede sostanzialmente ai presidi di non parlare contro la scuola […]

Corriere della Sera, 23.05.10

 

Il Pd: “Gelmini riporta indietro le lancette e Limina fa la sua parte”

Vicinanza e solidarietà agli insegnanti in lotta contro i tagli imposti dalla “riforma” Gelmini è stata espressa dalle parlamentari del Pd Manuela Ghizzoni e Mariangela Bastico. […]

22.05.10

 

Organici docenti light e classi oversize

Immissioni in ruolo? A quanto pare, sì: 20.000 in due anni. Di fatto dimezzate

Ieri abbiamo dato la notizia, riportando quanto affermato nel dossier della FLCGIL sulla manovra “salva-Italia”, di un blocco delle immissioni in ruolo previste per la scuola, ma in poche ore tutto è cambiato. […]

Orizzontescuola, 28.05.10

 

«Lettera di un padre alla Gelmini», di Giuseppe Fusco

Nonostante abbia scritto più volte, oggi ho appreso telefonicamente chiamando la sua segreteria che le mie mail non sono state neanche protocollate. […]

Il Messaggero, 23.05.10

 

Protesta sui tagli al tempo pieno. Gelmini: “Falso, ci sono più classi”, di Salvo Intravaia

Da Milano a Trapani, passando per Firenze e Roma, l’anno prossimo spariranno centinaia di classi con orario pomeridiano. Cittadini e amministratori si mobilitano, ma per la Gelmini le critiche sono strumentali. […]

La Repubblica, 17.05.10

 

“Classi sovraffollate. E’ emergenza sicurezza”, di Flavia Amabile

Più di cinque edifici scolastici su 10 costruiti prima del 1974, quasi 4 su 10 con urgenti necessità di manutenzione, nemmeno la metà ha la certificazione antincendio. […]

La Stampa, 16.05.10

 

“La Scuola media azzoppata” di Pippo Frisone

Il primo colpo di machete inferto agli organici della scuola media è stato dato dall’introduzione dei nuovi ordinamenti e dalla conseguente formazione delle cattedre sia sul tempo normale sia sul tempo prolungato. […]

ScuolaOggi, 17.05.10

 

Tagli agli organici della scuola: il PD interpella la Gelmini

I sottoscritti chiedono di interpellare il Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, per sapere – premesso che: è un dato inoppugnabile che nell’anno scolastico in corso sono presenti nelle scuole più studenti e meno personale docente e ATA rispetto a quello precedente. […]

13.05.10

 

Scuola, Pd: con licenziamento di massa il governo compromette la qualità del sistema scolastico

“Nonostante nell’anno scolastico 2009-2010 vi sia stato un incremento degli studenti di 37mila unità, il governo ha licenziato più di 42 mila docenti […]

05.05.10

 

“In ogni prima due studenti in più”, di Francesca Barbieri e Chiara Bussi

Meno classi, ma più affollate. Ma anche meno tempo da passare sui banchi. Sono queste le uniche certezze dei presidi alle prese con il rompicapo della riforma delle scuole superiori che parte a settembre. […]

Il Sole 24 Ore, 03.05.10

 

«Petizione contro l’aumento degli alunni per classe», di Ioannis Lioumis

In questi giorni i Consigli d’Istituto delle scuole si stanno riunendo per discutere, tra le altre cose, anche dei criteri per la formazione delle classi. […]

02.05.10

 

“Ancora un decreto fantasma sugli organici: attacco al tempo pieno nella scuola primaria ma i conti non tornano neppure nelle superiori”, di Osvaldo Roman

Con la Circolare ministeriale n. 37 del 13 aprile 2010, a tutt’oggi ancora non disponibile sul sito internet del MIUR, dovrebbe essere stato inviato agli Uffici periferici dell’Amministrazione scolastica  […]

ScuolaOggi, 04.05.10

 

Scuola. Errani e Sedioli: “I tagli del Governo puniscono l’Emilia-Romagna”

“I tagli del Governo puniscono l’Emilia Romagna”. E’ il duro commento del presidente della Regione Vasco Errani e dell’assessore regionale alla Scuola Giovanni Sedioli […]

28.04.10

 

“In onda lo smantellamento della scuola a tempo pieno”, di Gianni Gandola e Federico Niccoli

Da tempo su questo giornale andiamo sostenendo che il piano di “ristrutturazione” della scuola primaria programmato dal duo Gelmini-Tremonti sarebbe stato graduale. […]

ScuolaOggi, 26.04.10

 

Cronache dalla scuola

Scuola, una giornata di mobilitazione del Pd  

Volantinaggi e incontri dei parlamentari con i dirigenti scolastici. Tempo pieno, il gruppo consiliare Pd presenta un’interrogazione […]

29.05.10

 

Approvato il regolamento sulla formazione iniziale

La commissione Cultura della Camera ha approvato oggi lo schema di regolamento sulla formazione iniziale degli insegnanti. […]

Tuttoscuola, 27.05.10

 

“Ora di religione, non di catechismo”, di Sergio Luzzatto

Le cronache di questi giorni hanno veicolato due notizie significative provenienti da Trastevere, cioè dal ministero della Pubblica istruzione. […]

Il Sole 24 Ore, 23.05.10

 

«Povera Gelmini con questi consiglieri!», di Osvaldo Roman

Ma questo Giorgio Israel, prezioso consigliere della Gelmini nonché sessantottino pentito, lo fa o lo è veramente? Prendiamo due delle principali considerazioni che svolge nel suo articolo sul Giornale.it del 20 maggio. […]

Retescuole, 21.05.10

 

Scuola. Ghizzoni (Pd): disabili rifiutati? Governo sottovaluta discriminazioni

“Dopo le notizie sull’increscioso comportamento di alcune scuole paritarie avevamo presentato una interrogazione urgente al ministro Gelmini per sapere se è vero che i ragazzi disabili vengono rifiutati all’atto di iscrizione. […]

18.05.10

 

“La religione a scuola fa media: che errore”, di Pierluigi Battista

Il verdetto del Consiglio di Stato danneggia gli studenti che non la scelgono. Rendere implicitamente obbligatorio il facoltativo. […]

Il Corriere della Sera, 13.05.10

 

“Scuola e docenti, il ministro sbaglia strada”, di Giunio Luzzatto

Nei prossimi giorni, le Commissioni parlamentari dell’Istruzione devono esprimersi su un Decreto che regolamenta la formazione dei futuri insegnanti. […]

L’Unità, 12.05.10

 

Ora di religione, “Il governo garantisca le attività alternative”

L’on. Manuela Ghizzoni, capogruppo Pd in commissione Istruzione alla Camera, commenta la sentenza del Consiglio di Stato relativa all’ora di religione. […]

11.05.10

 

La scuola della Gelmini: tagli e licenziamenti per tutti, valore al merito e programmi di studio per nessuno

Rinviato all’anno accademico 2011/2012 il punteggio per i meritevoli per l’accesso alle università. […]

www.partitodemocratico.it, 11.05.10

 

“Scuola, famiglie contro il caro-libri «Gli stessi testi, ma costano di più»”, di Anna Maria Sersale

«Le adozioni dei libri scolastici sono bloccate per cinque o sei anni, ma i prezzi continuano a salire anche se il testo non ha subìto modifiche» […]

Il Messaggero, 09.05.10

 

“Servono azioni forti in difesa della scuola pubblica”, di Gianni Gandola

Le scuole pubbliche sono in una condizione di grave sofferenza finanziaria. Vantano crediti nei confronti del ministero che ammontano ormai a centinaia di migliaia di euro (per istituto). […]

ScuolaOggi, 09.05.10

 

Quale cultura?

“Fondazioni, il decreto Bondi finisce alla Corte costituzionale”, di Luca del Fra

Mentre è ancora forte la eco dell’epico scontro tra Carla Fracci e Gianni Alemanno sindaco di Roma, i grandi teatri lirici italiani continuano la loro opposizione al decreto del ministro dei Beni e delle Attività Culturali Sandro Bondi. […]

L’Unità, 20.05.10

 

Cultura, Pd: Bondi sacrifica autonomia scientifica sull’altare delle nomine politiche

“Un’ingiustificata forzatura su un testo sbagliato che sacrifica l’autonomia scientifica sull’altare delle nomine politiche”. […]

12.05.10

 

“Il Colosseo cade a pezzi, archeologi in allarme”, di Carlo Alberto Bucci

Il silenzio che all´alba circonda il Colosseo è stato rotto ieri alle sei dal tonfo di un pezzo di intonaco caduto dalla volta di un corridoio al pian terreno e franato sulla rete di protezione, così violentemente da romperla prima di polverizzarsi a terra. […]

La Repubblica, 10.05.10

 

“E i Nuovi Uffizi furono affidati a un manager di parrucchieri”, di Carlo Bonini

Con buona pace di Guido Bertolaso e del set allestito venerdì a Palazzo Chigi per restituire onore e lustro alla Protezione civile, c’è una storia […]

La Repubblica, 09.05.10

 

“Ultima chiamata per salvare la lirica”, di Sandro Cappelletto

Oggi, finalmente, l’onorevole Sandro Bondi, ministro dei Beni e delle Attività Culturali, incontra i sindacati che rappresentano i circa seimila dipendenti dei principali teatri d’opera italiani. […]

La Stampa, 06.05.10

 

“Svendita di Stato. Dalle spiagge ai fiumi e alle caserme”, di Mario Sensini

Federalismo» e «demanio» son già, prese a sé stanti, due parole o, forse meglio, due concetti difficili da capire. […]

Il Corriere della Sera, 05.05.10

 

“Contro il decreto Bondi l’orchestra di Santa Cecilia suona gratis per protesta”, di L.D.F.

«E’ una bellissima idea informarci così di quello che succede», esclama un’abbonata nel foyer dell’auditorium di Roma mentre ascolta l’orchestra di Santa Cecilia che, gratuitamente, esegue la Settima di Beethoven. […]

L’Unità, 03.05.10

 

Dalla farsa alla tragedia

Il libretto è già stato letto, il melodramma intitolato «decreto-legge per il riordino delle fondazioni lirico-sinfoniche» già visto e rivisto. […]

La Stampa, 01.05.10

 

La crisi che c’è e il lavoro che manca

Italcarni, la solidarietà del Pd ai lavoratori

Gli on. Manuela Ghizzoni e Ivano Miglioli del Pd hanno espresso la loro preoccupazione per la crisi dell’Italcarni e la loro solidarietà ai lavoratori. […]

19.05.10

 

“Edilizia al palo. Nel 2009 persi 210mila posti e 2mila imprese”, di Luigi Venturelli

Per l’economia è l’ultimo campanello d’allarme. Quando crolla il mattone, si prepara a crollare buona parte del sistema produttivo. […]

L’Unità, 15.05.10

 

“Lavoratori autonomi, in fumo 500mila posti”, di Roberto Petrini

Il 48% tra il popolo delle partite Iva. La recessione falcidia anche co.co.co. e microimprese. […]

La Repubblica, 12.05.10

 

Sicar, “L’accordo non può andare in fumo”

L’on. Ghizzoni esprime solidarietà ai lavoratori della Sicar, costretti a riprendere la mobilitazione affinché sia rispettato l’accordo del 22 marzo. […]

10.05.10

 

Il lavoro è il tema numero uno del Paese

Pierluigi Bersani al Congresso della CGIL. Il tema “numero uno di questo paese si chiama lavoro: lavoro che non c’è, prospettiva nebbiosa per le nuove generazioni, crescita economica insufficiente”. […]

www.partitodemocratico.it, 06.05.10

 

“Con la Cassa integrazione la disoccupazione è al 12%. In due anni un milione di posti di lavoro in meno”, di Antonio Misiani

A marzo 2010 il tasso di disoccupazione è stato pari in Italia al 9% delle forze di lavoro, un livello inferiore al 10% registrato da Eurostat nei 27 Paesi della UE (dati non destagionalizzati). […]

www.nens.it, 04.05.10

 

Steton, Ghizzoni: bene l’accordo ma il governo è assente

“Piano anticrisi della Regione e intervento degli enti locali hanno ridotto l’impatto”. L’on. Manuela Ghizzoni esprime soddisfazione per l’accordo raggiunto alla Steton. […]

30.04.10

 

«Bersani e il grido degli operai “La parola compagno è viva”», di Luisa Grion

«Caro Bersani, dove sono finiti i compagni?». La domanda arriva al segretario del Pd da una regione che più di tutte le altre è annichilita dalla crisi dell´industria. […]

La Repubblica, 08.05.10

 

Il PD è un partito fondato sul lavoro  

Mai come quest’anno il 1 maggio arriva in un periodo in cui il lavoro è sempre più al centro dell’attenzione e delle priorità del Paese. […]

01.05.10

 

Silenzio stampa: avanti con la legge bavaglio

Intercettazioni: il governo fa un passo indietro…e inciampa

A volte la toppa è peggio dello strappo. È un peccato che il Pdl non abbia dato retta a questo saggio detto popolare per evitare una brutta figura per se e l’ennesimo danno al Paese. […]

www.partitodemocratico.it, 30.05.10

 

Il PD dell’Emilia – Romagna contro la “legge bavaglio”

Prende il via questo fine settimana la mobilitazione del PD a difesa della libertà di informazione e della sicurezza dei cittadini. […]

27.05.10

 

“Se il cittadino si ribella”, di Giovanni Valentini

Quale che sia l’esito parlamentare dell’infausto provvedimento sulle intercettazioni, un rilevante successo la campagna di stampa contro la legge-bavaglio l’ha già raggiunto […]

La Repubblica, 26.05.10

 

“Intercettazioni costituzione e buon senso”, di Michele Ainis

L’incostituzionalità di una legge può essere provata solo quando la Consulta ci mette sopra un timbro. […]

La Stampa, 26.05.10

 

“Il partito della falsa libertà”, di Carlo Galli

La Commissione Giustizia del Senato ha discusso in seduta notturna una versione del disegno di legge sulle intercettazioni che è di per sé devastante. […]

La Repubblica, 25.05.10

 

“Non avrei mai scritto Gomorra”, di Roberto Saviano

Mi ha generato un senso di smarrimento e paura la dichiarazione di voler tutelare la privacy dei boss mafiosi. […]

La Repubblica, 22.05.10

 

“La disobbedienza”, di Adriano Sofri

La legge concepita dal governo sulle intercettazioni è inconcepibile. È perfino imbarazzante argomentarlo: qui è stato pazientemente argomentato. […]

La Repubblica, 21.05.10

 

“I bavagli e la mafia”, di Rita Borsellino

Caro Direttore,sono trascorsi diciotto anni dalle stragi di Capaci e via D´Amelio. […]

La Repubblica, 21.05.10

 

Silenzio, stampa!

Intercettazioni: la maggioranza introduce il carcere e un’ammenda da 464mila euro per gli editori che pubblichino notizie sui procedimenti giudiziari. E difende la privacy dei mafiosi! […]

www.partitodemocratico.it, 20.05.10

 

“Azione civica contro il bavaglio”, di Stefano Rodotà

Nessun sistema democratico, per malandato che sia, può fare a meno di una opinione pubblica informata, consapevole, reattiva. Altrimenti si scivola verso la democrazia d’investitura, si trasforma il popolo in “carne da sondaggio”. […]

La Repubblica, 17.05.10

 

“Solo con le intercettazioni si può vincere la guerra contro gli evasori”, di Oreste Pivetta

Se le parlo da ufficiale, le dico che il paese è sano. Rappresentando l’istituzione non posso darle risposte troppo brutte… In confidenza le direi che quasi tutti gli operatori economici evadono il fisco, che non evade solo chi non è capace. […]

L’Unità, 13.05.10

 

“Se la nuova legge fosse già in vigore, neanche una riga sulla casa di Scajola”, di Luigi Ferrarella

Cosa c’entrano le intercettazioni con il caso Scajola? Niente: alla base della sua vicenda non ci sono microspie, ma solo assegni bancari e dichiarazioni di testimoni, atti peraltro tutti non più coperti da segreto perché depositati al Tribunale del Riesame. […]

Il Corriere della Sera, 05.05.10

 

Intercettazioni, nuovo scontro il governo vieta i “fuori onda”, di Liana Milella

L´opposizione: col ddl rischiano Le Iene e Striscia la notizia. Idv e Pd fanno slittare i tempi Carofiglio: danno alle indagini, la polizia non potrà registrare i confidenti. […]

La Repubblica, 05.05.10

 

“Ma saranno i lettori a perderci”, di Michele Brambilla

Cerchiamo di spiegare ai lettori perché la legge sulle intercettazioni non è un affare che riguarda solo noi giornalisti; ma che riguarda soprattutto loro, i lettori. […]

La Stampa, 28.04.10

 

Corrotti e corruttori

“La prova del sistema”, di Massimo Giannini

Al culmine dello scandalo che colpisce il governo, nel turbine di appalti truccati e case regalate, tasse evase e favori sessuali che coinvolge ministri  […]

La Repubblica, 21.05.10

 

“La corruzione dimenticata” di Guido Crainz

C´è qualcosa che colpisce più ancora della ampiezza dei fenomeni di corruzione venuti alla luce o della pervasività del «sistema», per dirla con l´onorevole Denis Verdini. […]

La Repubblica, 18.05.10

 

“Bertolaso e Anemone tra segreti e bugie”, di Claudia Fusani

Nelle annotazioni relative all’anno 2003 si legge: “Via Giulia-Bertolaso”, intervento numero 5 della lista. […]

L’Unità, 14.05.10

 

“Se la corruzione svuota la democrazia”, di Nadia Urbinati

Mentre la marea della corruzione monta come un oceano in tempesta, il presidente del Consiglio promette che i singoli responsabili pagheranno per gli errori, che le mele marce verranno selezionate e scartate. […]

La Repubblica, 16.05.10

 

Storie di appalti e interessi

Berlusconi garantisce per Verdini, Scajola e Lunardi. Dagli appalti truccati, all’interim alle Attività produttive, la palude governativa sta diventando una sabbia mobile. […]

www.partitodemocratico.it, 07.05.10

 

“Alle radici della corruzione”, di Sergio Rizzo

Un tumore maligno annidato in un organismo senza anticorpi. Ecco come i vertici della Corte dei conti definivano la corruzione che infesta il nostro Paese non più tardi di qualche settimana fa […]

Il Corriere della Sera, 06.05.10

 

“Lontano dalla realtà”, di Luigi La Spina

Il maggior rammarico, in queste tristi ore, dell’ex ministro Claudio Scajola dovrebbe essere quello di aver affidato la sua difesa all’avvocato Claudio Scajola. […]

La Stampa, 05.05.10

 

Inchiesta G8, Scajola si dimette

Il ministro dello Sviluppo Economico, travolto dalla vicenda dell’appartamento al Colosseo, abbandona l’esecutivo: “Non posso continuare, dimostrerò la mia estraneità ai fatti” […]

La Repubblica, 04.05.10

 

Cronache dal PD

Assemblea Pd, Bersani al Pd: “Siamo l’alternativa alla destra di governo”

Le primarie per scegliere i candidati sindaci sono un solo uno « strumento» per raggiungere l’obiettivo, quello appunto di arrivare alla candidatura vincente. […]

L’Unità, 22.05.10

 

Assemblea nazionale del PD – Intervento di Pierluigi Bersani

Cari amici e compagni, la domanda centrale per me è una sola. Sappiamo metterci all’altezza del nostro compito? Sappiamo metterci in sintonia con i problemi del nostro Paese e organizzarne la riscossa? […]

22.05.10

 

Prepariamo giorni migliori per l’Italia

“Prepariamo giorni migliori per l’Italia” sarà lo slogan dell’ Assemblea nazionale di venerdì e sabato prossimi e la frase che racchiude il senso di Pd Open […]

www.partitodemocratico.it, 19.05.10

 

Un partito plurale e aperto

Da Cortona, Area Democratica chiede una svolta politica per dare nuova linfa al Pd. Franceschini lancia la sfida: “un partito plurale e aperto, con vocazione maggioritaria e che ha come obiettivo il cambio del Paese”. […]

www.partitodemocratico.it, 10.05.10

 

“Veltroni: no a scissioni, siamo tra quelli che hanno fatto nascere il Pd”

Nessuna scissione, «non potremmo mai scinderci perché siamo quelli che ci credono di più, quelli che lo hanno fatto nascere». Così Walter Veltroni ha detto alla “minoranza” parlando al seminario di Area Democratica. […]

L’Unità, 08.05.10

 

Relazione di Dario Franceschini – Area Democratica a Cortona

Pochi giorni fa Ulrich Beck ha ricordato a tutti noi la regola fondamentale della società mondiale del rischio: non lasciare mai che un rischio globale passi senza sfruttarlo, poiché si tratta sempre di un’occasione di fare qualcosa di grande. […]

07.05.10

 

Progetto Italia 2011

Un alternativa di governo basata su dieci parole chiave. Questa è la proposta che il Partito democratico ha presentato al termine della riunione dove hanno partecipato i responsabili dei Forum tematici, i componenti della segreteria e i capigruppo nelle commissioni parlamentari. […]

www.partitodemocratico.it, 27.04.10

 

Letture per aprire la mente

«La grande disillusione», di Barbara Spinelli

A prima vista, si direbbe che due siano ormai le visioni della crisi divampata nel 2007, e dei modi di sormontarla in Italia. […]

La Stampa, 30.05.2010

 

“I giovani lasciati soli”, di Chiara Saraceno

In Italia il tasso di disoccupazione è più basso di quello medio europeo, un dato che fa dire ai nostri governanti che il nostro paese sta fronteggiando la crisi meglio degli altri. […]

La Repubblica, 27.05.10

 

“Riformiamo la finanza per salvare l’economia”, di Luciano Gallino

All´origine della crisi che l´Unione europea e l´euro stanno attraversando c´è il peso esorbitante che il sistema finanziario ha da tempo raggiunto sull´economia mondiale. […]

La Repubblica, 25.05.10

 

“La sconfitta è certa se ci facciamo la guerra. Il potere è contro di noi”, di Mariagrazia Gerina

La velina «condannata» alle battute del conduttore. La studentessa che non riesce a credere nei propri mezzi. La ragazza anoressica. L’attrice porno. […]

L’Unità, 24.05.10

 

“Chi azzoppa i custodi della democrazia”, di Barbara Spinelli

Contrariamente a quello che si tende a credere, non è il suffragio universale a sparire per primo, quando la democrazia si spezza. […]

La Stampa, 23.05.10

 

«La privacy? Alibi del disegno eversivo», Intervista a Stefano Rodotà di Andrea Carugati

Mi accusavano di essere troppo pessimista e invece ecco qui, e bisogna usare le parole giuste: siamo davanti a un cambiamento di regime ». […]

L’Unità, 22.05.10

 

“Nel paese che offende le donne”, di Gad Lerner

Un pamphlet della filosofa Michela Marzano denuncia l´Italia come l´ultima roccaforte della misoginia nel mondo occidentale. […]

La Repubblica, 19.05.10

 

Due anni buttati via. Governo al fallimento

“Trentaquattro fiducie, una e mezza al mese. Tutto questo cosa ha portato per le prospettive del Paese? Credo niente, sono stati due anni buttati via”. […]

www.partitodemocratico.it, 14.05.10

 

“Il corpo delle donne come una merce in TV”, di Giovanni Valentini

Si può rischiare anche di passare per censori, bigotti o bacchettoni, o addirittura di compromettere la propria virilità, a denunciare lo sfruttamento e la mercificazione dell´immagine femminile nella televisione italiana, in quella privata e a maggior ragione in quella pubblica. […]

La Repubblica, 14.05.10

 

“La bandiera strappata del federalismo”, di Massimo Giannini

Nel governo berlusconiano e nella maggioranza forzaleghista nessuno ha il coraggio di dirlo pubblicamente, al Paese e al Parlamento. Ma è ora di chiarire l´equivoco. […]

La Repubblica, 14.05.10

 

«I Mille oggi viaggiano al contrario», di Adriano Sofri

Dunque abbiamo appena ripassato la storia: nella notte fra il 5 e il 6 maggio 1860, 1070 volontari garibaldini s’ imbarcarono a Quarto lasciando famiglia lavoro e studi per andare a Sud a fare l’Italia. […]

La Repubblica, 12.05.10

 

“La grande truffa siciliana dell’eolico senza vento”, di Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella

Intascati gli incentivi verdi, nella valle di Mazara tutte le pale ora sono ferme. Chi gira a mille è Sgarbi: dal museo sulla mafia alla mostra «W Garibaldo» […]

Il Corriere della Sera, 09.05.10

 

“I destini incrociati della Grecia del Regno Unito e dell’Europa”, di Loretta Napoleoni

Il Regno Unito oggi va alle urne sullo sfondo delle violente manifestazioni greche e forse sarà proprio l’evolversi della crisi greca, piuttosto che le ultime frenetiche battute della campagna elettorale più imprevedibile del dopoguerra […]

L’Unità, 06.05.10

 

“Lavoro, diritti e democrazia”, di Nadia Urbinati

Gli antichi consideravano la democrazia il governo dei poveri. Esiste democrazia, si legge nella Politica di Aristotele, quando il potere supremo dello stato è nelle mani della moltitudine che è fatta di poveri, sempre più numerosi dei ricchi, i quali vogliono governi oligarchici. […]

La Repubblica, 03.05.10

 

“Primo maggio: dove è la festa?”, di Ilvo Diamanti

SI È aperta una stagione senza feste civili. Dove i riti della memoria, che danno senso e identità alla nostra Repubblica, vengono guardati – e trattati – con insofferenza e indifferenza, da una parte del paese. […]

La Repubblica, 30.04.10

 

Interrogazioni presentate nel mese di maggio

Interrogazione sulla circolare “bavaglio” del dirigente scolastico regionale dell’Emilia Romagna – Atto n. 5-02933 del 25 maggio 2010

 

Interrogazione sull’esclusione dei docenti di materia alternative all’insegnamento di religione cattolica dai consigli di classe per la valutazione del credito scolastico – Atto n. 4-07282 del 20 maggio 2010

 

Interrogazione sulla decurtazione di finanziamenti per le Istituzioni culturali presenti nella tabella triennale 2009-2011 del Ministero per i beni e le attività culturali – Atto n. 5-02801 del 27 aprile 2010

 

Condividi