scuola | formazione

"Scuola, è il momento di vigilare", di Giuseppe Calicetti

Inizia un nuovo, delicato anno scolastico. Gli effetti della riforma Gelmini, che mira allo smaltellamento della scuola pubblica per comel’abbiamo conosciuta negli ultimi venti anni, inizieranno a farsi sentire. Sarà solo l’inizio. Un invito ai genitori di alunni e studenti: informatevi. E vigilate. Pretendete di sapere cosa accade all’interno delle aule scolastiche. Agli studenti più deboli, – stranieri, disabili, – alcuni diritti sono già stati tolti. Poi toccherà ai diritti dei vostri figli. Presidi e docenti, di fronte alle vostre domande, forse saranno vaghi. Non è un caso. Al ministro all’istruzione non fa piacere che si parli male della sua riforma epocale. Anche il dirigente dell’ufficio scolastico regionale nonamache i docenti dicano la verità sulla scuola. Se lo fanno, sono sanzionati. Insomma, per chi lavora nella scuola non è un bel momento. Voi, comunque, insistete. Pretendete di sapere cosa fanno a scuola i vostri figli. Minuto per minuto. Nei particolari. Chiedete chi, dove, quando, come, perché. Se vi va bene così: bene. Ma se notate qualcosa che non va: fatevi sentire. Pubblicamente. I docenti, in pochi anni, hanno perso ogni possibilità di salvare dallo sfascio la nostra scuola: questa è la triste verità. Se ritenete che qualcosa possa e debba essere fatto, ora tocca a voi: gli utenti della Scuola Azienda.

L’Unità 12.09.10

Condividi