attualità, politica italiana

Compravendita di deputati: scandalo o reato?

“Berlusconi, ha generato fallimento e instabilità. Il problema di tutto è quella instabilità non ricada sul paese”. Pier Luigi Bersani ha criticato con durezza le voci di compravendita di deputati in vista del voto di sfiducia, martedì prossimo. “Leggo i giornali e mi sorge spontanea una domanda: se ci si rivolge a parlamentari facendo opera di convinzione non solo sotto il profilo politico e culturale, ma anche a quello materiale siamo di fronte a uno scandalo o a un reato di corruzione?”, ha dichiarato il segretario del Pd nel corso di una conferenza stampa a Roma sul federalismo fiscale.

“Questo lo vorrei chiedere ai commentatori e agli esperti, ho sentito voci che mi auguro infondato e che mi preoccupano per la salute della democrazia. C’è un’aria che suscita qualche inquietudine”. Dunque, ha aggiunto, “vorrei che ci si occupasse di questa cosa”.

Pier Luigi Bersani ha respinto le accuse rivolte dalla maggioranza a chi vorrebbe provocare instabilità
e un ribaltone formando un governo di transizione. “Gli argomenti della stabilità e del ribaltone sono al solito un ribaltamento della realtà. Ha fatto tutto lui”, ha aggiunto parlando del premier, Silvio Berlusconi, “ha generato fallimento e instabilità”. Ora, ha aggiunto, “il problema di tutto è quella instabilità non ricada sul Paese”.

Quanto allo sbocco della crisi, Bersani non ha azzardato previsioni: “Come dice il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, le prospettive non sono chiare e credo che lui sia persona informata sui fatti…”.

www.partitodemocratico.it

Condividi