attualità

Sicurezza: polizia in piazza in tutta Italia, anche ad Arcore

Un centinaio di poliziotti staziona da stamattina davanti a Villa San Martino ad Arcore, ma non per proteggere il premier. Gli agenti, appartenenti a tutte le principali sigle sindacali della polizia, stanno dando vita ad una manifestazione di protesta contro i tagli al bilancio delle forze dell’ordine. Analoghe manifestazioni sono in corso in tutto il territorio nazionale.

Sotto accusa il taglio di circa 2 miliardi e mezzo di euro in tre anni; la manovra finanziaria che, dal prossimo 31 dicembre, fissa un tetto massimo allo straordinario e alle indennità operative e per sensibilizzare l’opinione pubblica sul “comportamento irresponsabile” avuto dal Governo che “sinora ha disatteso ogni impegno assunto in campagna elettorale e nei documenti programmativi sui versanti della sicurezza e delle connesse politiche per il personale”.

da rassegna.it

******

Cento agenti a Villa San Martino
Protesta contro i tagli alla polizia
Il presidio davanti alla residenza di Arcore del premier Silvio Berlusconi. Cortei anche nel resto d’Italia

LA MANIFESTAZIONE

Tutti a Villa San Martino. Un centinaio di agenti di polizia sta protestando davanti alla residenza di Arcore del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. I poliziotti, appartenenti a tutte le principali sigle sindacali della polizia, hanno organizzato un presidio per protestare contro i tagli al bilancio delle forze dell’ordine. Analoghe manifestazioni sono in corso in tutto il territorio nazionale.
LA PROTESTA – I sindacati di polizia, corpo forestale dello stato, polizia penitenziaria e vigili del fuoco sono sul piede di guerra e denunciano il «vergognoso voltafaccia» del governo che, dicono, ha prima presentato un emendamento al decreto sicurezza sulla specificità delle forze di polizia e poi lo ha ritirato, «mettendo a rischio l’operatività e l’efficienza dei servizi di ordine e sicurezza pubblica». I presidi in tutta Italia precedono la manifestazione unitaria indetta per il 13 dicembre, il giorno prima della fiducia, in piazza Montecitorio alla quale aderiscono Siulp, Sap, Siap-Anfp, Silp-Cgil, Ugl-polizia, Coisp, Sappe, Sinappe, Uil-Penitenziari, Fns-Cisl, Fp-Cgil, Ugl-Polizia penitenziaria, Sapaf, Ugl-federazione nazionale corpo forestale dello Stato, Fns-Cisl, Fp-Cgil, Conapo, Confsal, Fp Cgil Vvf, Fns-Cisl, Ugl-vvf, Uil-Pa.

www.corriere.it

Condividi