attualità

“Solidarietà ai vigili del fuoco modenesi e carpigiani che lamentano i gravi problemi di organico”

L’On. Manuela Ghizzoni del PD interviene sui gravi problemi di organico del distaccamento dei vigili del fuoco di Carpi. “Sulle carenze di organico a Carpi è dall’estate del 2009 che attendiamo una risposta dal Governo”. “Le proteste dei vigili del fuoco di Carpi riprese dalla stampa sono più che comprensibili: il distaccamento è sotto organico, sia a livello provinciale che locale – commenta la deputata del PD Manuela Ghizzoni – nel luglio del 2009 ho presentato insieme al collega Miglioli un’interrogazione in Parlamento. Attendiamo ancora una risposta e chi ha la competenza per intervenire non ha fatto nulla, disinteressandosi completamente dei problemi delle comunità locali coinvolte”.

“Al fine di garantire ai cittadini un servizio rapido ed efficace, nella provincia di Modena il sistema di soccorso è stato nel tempo improntato al decentramento dei punti di erogazione e alla collaborazione tra il Comando dei Vigili del Fuoco, gli enti locali e la Regione e il personale stesso dei Vigili – ricorda Ghizzoni – Oggi l’obsolescenza dei mezzi e la carenza di personale, in analogia a quanto accade per il comparto a livello nazionale, rischia di compromettere l’efficacia di tale sistema. In particolare, il distaccamento dei Vigili del fuoco di Carpi, istituito nel 1969, si riferisce ad un bacino di utenza di 170 mila persone – prosegue la deputata – poiché l’area di diretta pertinenza comprende i comuni di Carpi, Soliera, Novi, Bomporto, Bastiglia, Correggio, Rio Saliceto, Rolo e l’autostrada A22, e il personale del distaccamento è coinvolto anche nelle operazioni di soccorso su tutta la provincia ogni qual volta se ne renda necessario”.

“Come segnalato dai vigili sulla stampa, la carenza di organico non consente la predisposizione contemporanea di due squadre: pertanto, in caso di intervento, il distaccamento viene chiuso perché manca il personale per presidiarlo – spiega Ghizzoni – Il distaccamento di Carpi è inoltre caratterizzato da un parco mezzi obsoleto”.
“Da luglio 2009 attendiamo che il Ministro si degni di rispondere alla nostra interrogazione. In considerazione del bacino di utenza e del territorio di competenza sarebbe necessario elevare il distaccamento del Corpo nazionale dei vigili del fuoco di Carpi da D2 a D3 e procedere con l’assegnazione del relativo personale (48 permanenti) – conclude la deputata -, al fine di consentirne il corretto funzionamento a garanzia di un soccorso rapido ed efficace È l’ennesima prova del disinteresse che a Roma il Governo ha nei confronti dei territori locali”.

Condividi