scuola | formazione

"Concorso dirigenti: Errori e polemiche", di R.P. da La Tecnica della Scuola

Mano a mano che ci stiamo avvicinando alla data del 5 ottobre, quando più di 40mila docenti dovranno sottoporsi alla prova pre-selettiva per accedere successivamente alle prove concorsuali per il reclutamento di 2.386 dirigenti scolastici, le polemiche (e le proteste) sulle modalità di svolgimento della prova si intensificano.
Secondo quanto comunicato nei giorni dal Ministero, a tutti i candidati dovrebbe infatti essere consegnato un bel volumone con i 5663 quesiti predisposti dagli esperti del Ministero; con il “questionario” verranno date anche un paio di paginette con l’elenco dei quesiti selezionati.
I candidati, quindi, dovranno rintracciare nel volumone il quiz da risolvere e quindi dare la risposta che considerano esatta.
Insomma, più che un test per saggiare le conoscenze di base dei candidati sembra che si tratti di una prova mirata a misurare la saldezza di nervi dei futuri dirigenti scolastici (bisogna anche ammettere, peraltro, che per fare il dirigente di una scuola i nervi saldi servono forse molto di più della conoscenza delle norme !).
In questo modo, dicono dal Ministero, si riduce al minimo il rischio di fuga di notizie e indiscrezioni; non c’è dubbio, però, che il costo dell’operazione è rilevante dato che si parla di un librone di 1.700 pagine da stamparsi in più di 40mila copie (altro dubbio: si farà in tempo, di qui al 5 ottobre ? di sicuro, per stare nei tempi, bisognerà seguire una procedura d’urgenza senza gara d’appalto, con tutti i rischi che questo comporta).
Se poi entriamo nel merito dei singoli quesiti già non mancano le polemiche.
In diversi siti stanno circolando elenchi di quesiti poco chiari o che addirittura contengono due risposte perfettamente uguali.
Molte perplessità stanno suscitando gli item dell’area 7 (Uso a livello avanzato delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse) che sembrano ideati più il rilascio della patente ECDL che per futuri dirigenti scolastici.
Un esempio per tutti è contenuto nel quesito 87
Se in un foglio di calcolo si copia la formula =E4*$D$9 dalla cella E4 alla cella E5, quale formula comparirà nella cella E5?
Sinceramente nutriamo qualche dubbio che un bravo dirigente scolastico debba conoscere l’uso di un foglio di calcolo fino a questo livello di precisione.
Per non parlare di veri e propri errori.
Il quesito n. 9 dell’area 1 chiede la data di ingresso della Romania nella UE e dà come risposta esatta l’anno 2006; peccato che andando a controllare sul sito dell’Unione si scopre che la Romania è diventata membro a partire dal 1° gennaio 2007.
Nulla di grave o di irreparabile, per carità; al Ministero, infatti, si sta già lavorando per correggere le inesattezze e le imprecisioni.
A questo punto non resta che augurarsi che nelle centinaia di scuole in cui il 5 ottobre si svolgeranno le prove, tutto funzioni regolarmente e senza intoppi.

La Tecnica della Scuola 05.09.11

Condividi