attualità, partito democratico, politica italiana

Bersani: "Prima di tutto c'è l'Italia. Sì a esecutivo d'emergenza"

Napolitano ha ricevuto la delegazione del PD per le consultazioni, composta da Bersani, Finocchiaro e Franceschini: Il primo punto su cui il nuovo governo dovrà impegnarsi è quello del lavoro, dei redditi e dei risparmi delle famiglie. “L’Italia è in una crisi davvero seria, perchè siamo arrivati là dove non saremmo dovuti essere. Il PD ha dato la sua disponibilità e il suo impegno per un Governo di emergenza e di transizione, che sia totalmente nuovo a forte e autorevole caratura tecnica, che non dovrà solo affrontare l’emergenza da un punto di vista economico, ma dovrà fare anche le riforme: quella della legge elettorale, dei regolamenti di Camera e Senato e quella per la riduzione del numero dei parlamentari. Su questo abbiamo le nostre proposte”.

Così il Segretario del PD, Pier Luigi Bersani, al termine delle consultazioni per la crisi di governo con il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Presenti i capigruppo di Camera e Senato, Dario Franceschini e Anna Finocchiaro.

“Ringraziamo il Capo dello Stato per come sta conducendo questa fase delicata – ha aggiunto – attendiamo decisioni importanti, rapide e urgenti perchè la crisi è seria e noi tempo non ne abbiamo. Il primo punto su cui il nuovo governo dovrà impegnarsi quindi è quello del lavoro, dei redditi e dei risparmi delle famiglie. Per noi prima di tutto viene l’Italia”.

Un programma che il Segretario democratico sintetizza con lo slogan “l’Italia prima di tutto. Da qui facciamo discendere la nostra disponibilità”, ha concluso Bersani.

www.partitodemocratico.it

Condividi