attualità, politica italiana

Governo, ecco i sottosegretari: lista "tecnica", da www.unita.it

Nomine di tecnici. Con il nuovo ministro (Patroni Griffi alla Pubblica amministrazione e semplificazione, i ministri diventano 18) la squadra dell’esecutivo Monti arriva a un totale di 47 persone. Sono 23 i sottosegretari (di cui 4 alla presidenza) e 3 i viceministri. Nel secondo governo Prodi la squadra alla fine del mandato era composta da 102 persone fra ministri e sottosegretari, l’ultimo governo Berlusconi aveva toccato il picco di 65 componenti con 40 sottosegretari. I sottosegretari giurano domattina (martedì 29) alle 10 a Palazzo Chigi. C’è già una prima grana. Prima Gasparri e poi dei senatori Pdl contestano la nomina di D’Andrea e minacciano di non appoggiare l’esecutivo.

Gasparri: «No a D’Andrea, è politico»

Le nomine di Monti rispondono a criteri essenzialmente tecnici, ma le scelte non sono state semplicissime, se il consiglio dei ministri convocato per le 19 si è riunito in realtà alle 20.25. Il premier avrebbe incontrato ostacoli soprattutto nella nomina del nuovo ministro alla Pubblica amministrazione, Patroni Griffi. E ha voluto procedere con autonomia rispetto ai partiti, anche se avrebbe ascoltato le loro indicazioni sui tecnici da scegliere.

LE NOMINE

Filippo Patroni Griffi, neo ministro alla Pubblica amministrazione, è presidente di Sezione del Consiglio di Stato. Ha anche la Semplificazione.

Michel Martone è viceministro al Lavoro, mentre Cecilia Guerra sottosegretario nel medesimo dicastero. Martone è un avvocato giurista del lavoro nato a Nizza nel 1974.

Roberto Cecchi, è sottosegretario ai Beni culturali. E’ sempre stato nel ministero e ai suoi vertici.

Francesco Braga è sottosegretario all’Agricoltura.

All’Ambiente, sottosegretario è Tullio Fanelli.

Elena Ugolini e Marco Rossi Doria sono sottosegretari all’Istruzione.

Adelfio Elio Cardinale è sottosegretario alla Salute. Attualmente vicepresidente dell’Istituto superiore di Sanità, è stato presidente nazionale dei medici radiologi e preside della Facoltà di medicina a Palermo.

Guido Improta è sottosegretario alle Infrastrutture.
Claudio De Vincenti e Massimo Vari sono sottosegretari allo SViluppo Economico.

Marta Dassù e Staffan De Mistura sono i sottosegretari agli Esteri.

Carlo De Stefano, Giovanni Ferrara e Saverio Ruperto sono stati nominati sottosegretari all’Interno.

Mario Ciaccia è stato nominato viceministro al ministero dello Sviluppo Economico con delega alle Infrastrutture.

Andrea Zoppini, professore universitario a Roma 3 e Salvatore Mazzamuto, sempre della stessa università, sono i nuovi sottosegretari alla Giustizia.

Filippo Milone e Gianluigi Magri sono i nuovi sottosegretari di Stato nominati al ministero della Difesa.

Vieri Ceriani, già a capo dei servizi fiscali di Bankitalia, e Gianfranco Polillo sono i sottosegretari al ministero dell’Economia.

Vittorio Grilli è vice-ministro del Tesoro.

Giampaolo D’Andrea sarà il nuovo sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento. Con la stessa carica Antonio Malaschini.

Carlo Malinconico è stato nominato sottosegretario all’Editoria.

Paolo Peluffo è sottosegretario alla Comunicazione e all’informazione.

*** *** *** *** ***

CONSIGLIO DEI MINISTRI LAMPO: DI 20 MINUTI
Il Consiglio dei ministri a Palazzo Chigi con circa un’ora e mezza di ritardo, è già finito: è durato 20 minuti. La riunione, che deve ufficializzare la nomina di sottosegretari e viceministri, è iniziata alle 8 e 25. Oltre a nominare i sottosegretari e i vice ministri, il consiglio dei ministri potrebbe indicare un nuovo ministro, quello della funzione pubblica, per rafforzare l’operatività dell’esecutivo. Il presidente del Consiglio Mario Monti, ne avrebbe discusso con il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano oggi al Quirinale dove avrebbe anche illustrato un mix di interventi dell’Italia e dell’Europa per affrontare la crisi economica.

IL TOTO-SOTTOSEGRETARI
È scattato a palazzo Chigi il toto-sottosegretari. In pole position per il ministero dello Sviluppo economico oltre a Mario Ciaccia, amministratore delegato di Biis, salgono le quotazioni del presidente della stessa Biis, Francesco Micheli. Entrambi potrebbero affiancare il ministro Corrado Passera. Per l’Energia, il premier Mario Monti avrebbe scelto, nell’ora e mezza di ritardo della riunione, tra Tullio Fanelli, membro dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas, e Carlo Crea, segretario generale dell’Authority dell’Energia. Al fianco di Elsa Fornero, al dicastero Lavoro e Welfare, Carlo Dell’Aringa avrebbe la nomina in tasca, anche se le quotazioni di Michele Tiraboschi, allievo di Marco Biagi, sarebbero salite.

LA CONVOCAZIONE
“Il Consiglio dei Ministri è convocato in data odierna alle ore 19 a Palazzo Chigi, per la nomina dei Sottosegretari di Stato e l’esame di leggi regionali in scadenza”. Lo comunica una nota di Palazzo Chigi.

Intanto, Mario Monti al lavoro in vista dell’Eurogruppo e dell’Ecofin di domani a Bruxelles. Rientrato questa mattina a Roma, il presidente del Consiglio si è intrattenuto per un’ora al ministero dell’Economia probabilmente per preparare con gli sherpa le riunioni dell’Eurogruppo e dell’Ecofin. Quindi, si è recato al Quirinale per incontrare il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

www.unita.it

Condividi