Quota 96: dibattito sulle questioni aperte del comparto scuola

Il 19 gennaio sul post Milleproroghe: Pd, importanti passi avanti su scuola e università ha preso avvio una partecipata discussione in merito alla proposta di differire al 31 agosto 2012, nel comparto scuola, il termine di applicazione della riforma Fornero.
La discussione è proseguita sul post Quota 96.

Dopo l’avvio della causa legale e la costituzione del Comitato, commenti, proposte e riflessioni in ordine alla causa stessa così come quesiti personali potranno essere indirizzati al nuovo sito Comitato civico Quota 96.

Questa nuova pagina è invece a disposizione per chi voglia proseguire il dibattito sulle pensioni o su altre tematiche del mondo della scuola

2.004 COMMENTI PER “Quota 96: dibattito sulle questioni aperte del comparto scuola”

  1. marcella attenzione:

    Il Comparto Scuola ha subito TAGLI corrispondenti alla riduzione complessiva di 87.400 unità di personale negli ultimi tre anni.

  2. Serena51 attenzione:

    Fioroni non parteciperà al voto sul decreto semplificazioni per protestare, tra l’altro, per come è stata affrontata dall’attuale governo la questione dei lavoratori della scuola. Poco fa a Porta a porta.

  3. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ TUTTI: per un nuovo corso al’insegna della Conoscenza.

    Apro il nuovo spazio offerto da Manuela Ghizzoni invitando tutto il popolo di Quota 96 alla pacatezza nei toni pur nell’entusiasmo della dialettica politica, al rispetto di chi ci ospita da più di due mesi e lavora per noi, alla sensibilità verso chi, più o meno sotterraneamente, tesse, organizza, mette insieme, discute, propone e si batte per una causa comune che è quella, certamente, di differire al 31 agosto 2012 il termine per poter usufruire dei vecchi diritti pre-Fornero, ma anche di far emergere giorno dopo giorno, evento dopo evento, discussione dopo discussione, il valore pedagogico del mondo dell’educazione.
    Se non si torna a investire sulla scuola, e non di sicuro per un problema di alfabetizzazione, se non si crede nel valore civilmente alto della formazione e della conoscenza, se non si scommette sul sapere inteso come valore sotteso alla base della civiltà, allora ogni discorso resta privo di senso, dilegua nel vago e nell’approssimativo. Quando i nostri politici capiranno che l’aridità del cuore non è amica né compagna della cultura e della scuola, quando usciranno dalla torre d’avorio dell’alta finanza e della tecnocrazia, allora potremo finalmente ritrovarci insieme a festeggiare sul grande altare una ritrovata, perché mai perduta, in fondo, unità dello spirito.
    Ogni scelta sulla conoscenza e sulla scuola deve passare attraverso questo passaggio obbligato della rivisitazione della valenza della cultura.
    Spero che gli interventi – senza perdere di vista la battaglia comune per scalzare la riforna Fornero alle fondamenta e riportare un tantino di equità nel nostro paese soprattutto al livello delle norme previdenziali che riguardano il popolo di Quota 96 – si soffermino anche a parlare degli aspetti valoriali della conoscenza. Aspetti calpestati per decenni e ora infine riconquistati da un gruppo cospicuo di pensionandi che credono ancora che la giustizia sarà fatta.
    Buon proseguimento nella dialettica e in bocca al lupo a tutti!

  4. Renato attenzione:

    Caro collega Giuseppe, ti ringrazio, innanzitutto, per il tuo impegno.
    Penso che la discussione debba sì svolgersi valorizzando il significato della Cultura e l’importanza della Scuola nella nostra Società, ma non perdiamoci in sproloqui accademici !
    Qui , il problema urgente è quello di ottenere la PROROGA!
    Bisogna capire se è una gentile concessione o un diritto negato.
    Se è un diritto negato, come io credo, occorre studiare forme di protesta più visibili, anche se , ovviamente, sempre lecite e civili,
    come per esempio il blocco degli scrutini ed esami di fine anno scolastico!

  5. Renato attenzione:

    Giuseppe, tramite il comitato “Quota 96″, ci dobbiamo muovere più incisivamente ed in fretta!
    Abbiamo solo qualche giorno a disposizione, prima che la domanda di pensionamento scada!
    Dopo sarà tutto più difficile.
    Informiamo il Presidente Napolitano del nostro Problema: è Lui che ha voluto questo Governo.
    La nostra è una Repubblica in cui il Parlamento ha un ruolo principale.
    Perchè il Governo non rispetta quell’Ordine del Giorno approvato alla Camera
    e che lo impegnava a risolvere il Nostro Problema?
    Il presidente Napolitano, se vuole , può convocare subito Monti e la Fornero!

  6. marcella attenzione:

    L’On. Fioroni è stato Ministro della Pubblica Istruzione.
    Forse anche per questo ben comprende che l’Art.24 del Salva_Italia CONFLIGGE – nella sua formulazione attuale – con la Normativa in vigore nella Scuola (DPR 351/98).
    In febbraio, se ben ricordo, l’On. Fioroni dichiarò all’ANSA che si delineavano ” profili di anticostituzionalità ” ove il termine per la maturazione dei requisiti secondo la Normativa previgente non fosse stato prorogato – per il Comparto Scuola – al 31.8.2012 .
    Proprio quello che a Noi sembra scontato, dal momento che, nel corso dell’anno scolastico, non si può certo andare in pensione.
    La recente Circolare n.2 della Funzione Pubblica afferma che – per il Comparto Scuola – persino Coloro cui l’Amministrazione impone la cessazione dal Servizio, devono cessare al . . . 31.8.2012
    Non al . . . 31.12.2011 !

  7. Franco 52 attenzione:

    @Renato
    come fai ad affermare…Abbiamo solo qualche giorno a disposizione, prima che la domanda di pensionamento scada!… Se non è uscita la circolare sulla domanda di pensione come fà a scadere? :-)

  8. Serafina52 attenzione:

    Ho tantissima fiducia nell’on. Fioroni. L’ho sentito per caso durante
    Una campagna elettorale nella piazza del mio sperduto
    paesello del sud, mi colpì per la serietà dell’eloquio e per la richiesta che fece
    Di voler stringere la mano a tutta la classe docente presente. Stringiamoci intorno a lui e alle nostre onorevoli, forse loro
    Hanno più mezzi di noi per far giungere il nostro
    urlo di protesta al presidente Napolitano che ci
    Ha regalato questa grande ministra.
    Come molti hanno affermato, non abbiamo
    bisogno della sua comprensione umana ,
    abbiamo bisogno che lei “comprenda” il
    Nostro diritto acquisito ad andare in pensione.
    L’idea di avvicinare il Presidente mi sembra ottima, geniale!
    Sarebbe l’unica persona capace di dar ragionare
    la nostra incallita ministra

  9. Antonio Busato Padova attenzione:

    @Renato e TUTTI
    Mi permetto di riprendere le parole dell’on. Ghizzoni e di Giuseppe Grasso sperando di fornire un contributo alla chiarezza.
    Nessuno si perde in sproloqui accademici!
    A volte bisognerebbe soffermarsi un po’ sulle parole e riflettere.
    Mi sembra chiara la premessa dell’onorevole che ci ospita: QUESTO BLOG CAMBIA OBIETTIVO E DIVENTA (come confermato e contenuto nell’intervento di Giuseppe) UNO SPAZIO NON PIU’ DEDICATO ESCLUSIVAMENTE AL PROBLEMA PENSIONI MA ANCHE AD ARGOMENTI CULTURALI, SEMPRE INERENTI IL MONDO DELLA SCUOLA, DI PIU’ AMPIO RESPIRO!
    LA SPECIFICITA’ DELLA NOSTRA RICHIESTA DI SPOSTA SUL SITO:
    http//requisitiscuola2012.wordpress.com
    DUNQUE SI APRONO DUE FRONTI, PERCHE’ SI RITIENE CHE SIA IMPORTANTE ANCHE AFFRONTARE ALTRE PROBLEMATICHE PER DARE LA DIGNITA’ DOVUTA AI LAVORATORI DELLA CONOSCENZA.
    Il sito di Raoul non è ancora operativo. C’è chi si sta muovendo più velocemente possibile, bisogna avere pazienza perchè non siamo in grado di imporre i tempi! Credo abbiamo agito correttamente, postando per più giorni la richiesta di informatici che si facessero carico di questo lavoro. Non abbiamo avuto risposte e, dopo aver considerato che forse è meglio affidarsi ad un professionista pagato e non coinvolto nella nostra problematica, ci siamo attivati. Come è scritto nella premessa di questo nuovo blog dell’on. Ghizzoni, appena il sito sarà operativo, partirà una serie continuativa di informazioni su come operare e si andrà avanti finchè non saremo sicuri che tutti sono stati raggiunti!!
    Mi permetto di riprendere delle parole usate dall’on. tempo fa: SPERIAMO CHE LE PAROLE SIANO PIETRE (SALDE!!) E NON ACQUA (CHE SCIVOLA VIA SENZA LASCIAR TRACCIA!!).
    GRAZIE
    @Marcella
    Ti ringrazio di aver ribadito il punto centrale delle nostre rivendicazioni, spero che sia ormai chiaro a tutti definitivamente!!

  10. sergio52 attenzione:

    Un saluto a tutto il gruppo di baldi sessantenni di Quota 96. Torno a scrivere dopo essere stato per un po’ solo in lettura, preoccupato per la deriva poco simpatica che sembrava aver preso la discussione, con il prevalere di scontri personali, reprimende e bacchettate, tutte cose poco utili alla causa. Poi, forse in seguito alla sparata in parlamento della “professoressa più amata dagli italiani” mi pare che sia prevalsa, insieme alla sacrosanta rabbia, la voglia di ritrovare unità e compattezza. Speriamo davvero che il nuovo spazio messoci a disposizione dall’on. Manuela possa vederci proseguire su questa strada. Nella consapevolezza che questo piccolo gruppo di dignitosi e non remissivi vecchi lavoratori della scuola ha bisogno delle intelligenze e delle energie di tutti i suoi componenti (di Giuseppe Grasso come di Franco di Prato), perché le diversità possono e devono essere risorse per combattere meglio.
    Un augurio grande a tutti noi. Come si diceva quando eravamo giovani? Ce n’est qu’un début

    sergio da novara

  11. patrizia attenzione:

    Possibile che chi ci governa non sappia che ad anno scolastico iniziato non si può cambiare per il personale della scuola, la legislazione previdenziale esistente? Oppure, lo si può fare? Possibile che chi ci governa, non sappia che noi della scuola, possiamo andare in pensione solo il 1° settembre? Possibile che ci sia tanta ignoranza o tanta malafede in chi ci governa da indurci a fare ricorsi e denunce? Possibile che se c’è un errore nella stesura del regolamento previdenziale scolastico non lo si debba correggere senza bisogno di emendamenti, votazioni, interrogazioni, ricorsi, ecc.? Possibile che una decisione governativa erronea non possa essere sottolineata da miur, provveditorati, sindacati, commissioni parlamentari della scuola che potrebbero invitare il governo ad ovviare ad una “gaffe” legislativa? Possibile che il governo possa fare una cosa illegale e tanto sciocca da non rendersene conto? Da non rendersi conto che non si chiedono favori o concessioni ma solo di ESAMINARE e ADEGUARE le decisioni previdenzial,i al regolamentyo della scuola? MI CHIEDO COME TUTTO CIO’ SIA POSSIBILE! COME SIA POSSIBILE IGNORARE LA LEGISLAZIONE SCOLASTICA! E NON PORVI “SEMPLICEMENTE” RIMEDIO! BOH!!!!! Vi prego di scusare il mio sfogo ma trovo INCOMPRENSIBILI certi decisioni! Le serie decisioni di un governo esigono precisione, competenza, legalità e chiarezza! Per non incorrere in giuste contestazioni!

  12. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Renato

    Ti sembra che io mi perda in “sproloqui accademici”? Chi ha contribuito a fondare il Comitato? Chi ha incontrato il dott. Fiorentino? Chi organizza il tutto e ci rappresenta? Chi scrive per noi?
    C’è un tempo per agire e uno per pensare o, forse, le due fasi vanno di pari passo. Il mio discorso era solo volto a spiegare, secondo gli intenti inaugurati da Manuela Ghizzoni, il “nuovo corso” del post senza dimenticare il nostro obiettivo. Forse non sono stato abbastanza chiaro e me ne scuso se ho dato l’impressione di teorizzare. Ma ormai sapete come scrivo. Penso che sia anche, forse, per questo che il saggio Carlo B. non scrive più! Perché alle volte non diamo l’impressione di essere dei professionisti o degli educatori ma ci avvitiamo in discorsi strampalati.
    Per fortuna che Antonio Busato ha subito chiarito come stanno le cose con la sua consueta ragionevolezza e pazienza.
    Tu, dove stavi, Renato, quando noi facevamo tutto quanto ora ti ritrovi comodamente a portata di mano? Cerchiamo di essere giusti e riconoscenti senza dimenticare quanto è stato fatto e soprattutto non facciamo rimproveri destituiti di fondamento.
    Collaboriamo e mettiamo da parte ogni polemica.
    Buon inizio a tutti!
    Per quanto riguarda Napolitano, su cui mi riprometto un articoletto pepato… sono d’accordo che sia l’artefice di tutto e che vada informato. Ma su questo coinvolgimento di king George alcuni membri del Direttivo nutrono delle perplessità.

  13. Lucina Focante attenzione:

    @G.Grasso
    @Antonio Busato
    @Tutti

    Buogiorno a tutti, non ho letto i post di ieri pomeriggio e quindi forse qualcuno avrà già informato che su “Il Sole24ore” di ieri c’è la pag. riguardante l’incontro, di cui eravamo già a conoscenza, del 19 c.m. “TUTTOPENSIONI”, in collaborazione con l’INPS e il Ministero del Lavoro. Previa registrazione, potranno essere formulati questiti, da lunedì 12 a lunedì 19. L’articolo precisa quanto segue: “Le domande dovranno essere brevi e chiare, evitando casi troppo specifici. Nelle risposte saranno privilegiati i quesiti di interesse generale. Le prime risposte saranno pubblicate martedì 20 marzo sul Sole 24 Ore e, a seguire, in questa sezione del sito”.
    Saremo in tanti a formulare le stesse domande o qualcuno del Comitato si organizzerà o si è già organizzato per formularne una unica e completa a nome di tutti?
    Io sono già registrata e non ho problemi nel porre un quesito a nome mio, non me la sento però di formularlo a nome di tutti, del Comitato cioè, perchè c’è chi scrive molto, molto meglio di me.
    Grazie a chi, cortesemente, vorrà darci indicazioni e consiglio.

  14. 1Stage pino attenzione:

    @ Patrizia

    Ma tu credi che un’artista, completata l’opera, anche di fronte ad una evidenza la ritoccherebbe ?
    o che il Padreterno, incise le tavole della Legge, potresti convincerlo a correggerle ?
    o che un ministro dello Stato, anche di fronte ad un rielievo esplicito del Parlamento, potrebbe mettere in discussione il suo IO ?
    e che uno così, imboccata l’autostrada contromano, non possa dire che gli altri sono tutti matti ?
    Possibile ?
    Possibile !

  15. rosella attenzione:

    @ On. Ghizzoni
    @ G.Grasso
    @ tutti
    GRAZIE!
    Mi sembra un’ottima idea informare il Presidente NAPOLITANO di questa grave carenza nella stesura del decreto sulle pensioni.
    Personalmente mi sto documentando sull’opportunità e possibilità di porre un quesito al Parlamento Europeo di Bruxelles per far valere i diritti, illegalmente sottratti, nel corso dell’anno scol/co dalla riforma Fornero-Monti.
    L’avv. Naso ha confermato di aver ricevuto i miei documenti.
    Buona giornata e buon lavoro

  16. ANTONELLA attenzione:

    @ Giuseppe Grasso
    Mi ero ripromessa di non scrivere più, ma un’ultima cosa bisogna proprio che la dica. Prima intervieni invitando alla pacatezza nei toni e subito dopo non perdi occasione per polemizzare, per buttare in faccia a tutti noi(miseri mortali) tutto quello che hai fatto e fai per noi, per ripeterci quanto sei bravo ecc. ecc.
    Non ti bastano i ringraziamenti continui di tutti noi, guai a muovere una minima critica o a manifestare il minimo dissenso con quanto scrivi . Penso che sarebbe ora di smetterla! Tu sei il più bravo, il più intelligente, il più colto, il più..il più.. il più.., ma sai che ti dico? Che senza gli altri 1200 che rappresenti saresti semplicemente UNO fra tanti.

  17. Maria1952 attenzione:

    @ Patrizia
    Se è una persona sensata e riflette su quello che ha fatto di sbagliato aggiusta le cose.Ho l’impresione che la Sig.ra Fornero non mette mani,non all’impianto delle pensioni ma solo aggiungere un piccolo comma inserendo “per la scuola si intende 31/08/2012″ tutto qui,non lo fa perchè qualcuno le ha rotto le uova nel paniere e allora per togliersi le pietre dalle scarpe ecco che trova mille scuse (come gli esodati)ma cosa ci azzeccano come dice Di Pietro gli esodati e non fa niente,anche difronte ad un ordine del giorno (79) della Camera che si impegnava a mettere riparo.Deve sbollire la rabbia,appena sarà pronta metterà fine a questo calvario di incostituzionalità e ridarà giustizia al personale della scuola.

  18. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ TUTTI: gli sfoghi siano costruttivi!

    Ormai siamo in fase operativa. Non comportiamoci più come i soliti sfigati dimenticati dai media, dalla politica e dalle altre classi sociali.
    Siamo un Comitato forte e sotto l’egida di politici che credono nella nostra causa. Non mostriamo sempre e solo la parte lamentosa di noi ma anche quella propositiva.
    Per Il Sole 24 Ore mi pare si fosse prenotato qualcuno.
    Prendiamo esempio da Zoia, che ha organizzato un incontro territoriale, su consiglio di Manuela Ghizzoni, con l’onorevole Donadi a Mestre. Attivatevi anche voi in tal senso. Contattate qualche politico locale anche voi, se potete.
    Ripeto che urgono volontari informatici e di altro tipo per questioni pratiche/burocratiche. Non servono più, invece, piagnistei improduttivi e le solite litanie di un tempo. Agiamo. Non armiamoci e… partite!
    Buona giornata a tutti.

  19. Antonio Busato Padova attenzione:

    @TUTTI

    Ecco un ESEMPIO di documentazioni che verranno inviate in contemporanea a tutti gli iscritti, non appena sarà operativo il sito “requisiti scuola 2012”. Per ora, RINGRAZIANDOLA SEMPRE, ci serviamo della disponibilità dell’on. Ghizzoni. Naturalmente l’informazione non sarà unidirezionale, ma speriamo che molti possano contribuire ad informare.
    Cercheremo di fare più in fretta possibile.

    La ricreazione è finita!

    BASTA COL VOLONTARIATO:
    i documenti votati dai collegi dei docenti
    Dove va la scuola italiana?
    LETTERE APERTE AL MINISTRO PROFUMO & C.
    Le parole, le promesse e i fatti del Ministro, del Miur e del Governo
    http://www.gildavenezia.it
    altri documenti possono essere inviati a info@gildavenezia.it

  20. Raoul52 attenzione:

    @Tutti

    Da “il fatto quotidiano”; ecco perchè hanno fatto la riforma delle pension???…Leggete cosa dichiarano l’on. Colaninno (PD) ed il ns. “caro amico” Cazzola (PDL)

    “” …l’On. Colaninno ha esordito difendendo la riforma delle pensioni in quanto “Non dobbiamo dimenticare che questa riforma avviene da una parte per un ritardo che abbiamo accumulato…. e anche il fatto che ci siamo trovati a dicembre con il rischio che addirittura l’Italia saltasse insieme non solo alle pensioni ma ai risparmi e al futuro e quindi questa riforma è arrivata per un accumulo di ritardo e anche per il rischio di un collasso finanziario… senza questa riforma, la pensione, probabilmente non c’era più per nessuno… senza la correzione dei conti pubblici, che non è solo un fatto previdenziale… stavamo ri-tracciando con qualche mese di distanza quello che stava avvenendo nella vicina Grecia… questi interventi, che possiamo anche definire brutali, hanno consentito al nostro paese di uscire dal cono del fallimento e del collasso… siamo usciti dalla sala di rianimazione e di coma profondo”.

    L’On. Cazzola, invece, ci ha detto: “Credo che il Governo abbia usato le pensioni per mandare un segnale forte ai mercati e in Europa perché, diciamo, il sistema in sé non aveva grossi problemi di riequilibrio però, ecco, quando un paese usa la mano severa sulle pensioni, acquista credito sui mercati internazionali, cioè in realtà questa pensione (intendeva riforma ndr) è stato un segnale politico forte che il governo Monti ha voluto mandare ai mercati”…”

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/03/12/veri-motivi-della-riforma-delle-pensioni/196782/

  21. Vladimiro 52 attenzione:

    Chiedo agli organizzatori del comitato e alle onorevoli Bastico e Ghizzoni, che sempre dobbiamo ringraziare per quello che stanno facendo, se è possibile raccogliere su un blog i nominativi di parlamentari ed esponenti di rilievo nei diversi settori della vita pubblica che ritengono fondata, per i docenti, la scadenza dei termini al 31 agosto dei requisiti per andare in pensione, vista la specificità del mondo della scuola. L’elenco potrebbe essere pubblicato su un giornale a grande tiratura come il Corriere della sera o altro, su una pagina intera. Sono pronto a versare il mio contributo per le spese. E’ una proposta per la visibilità. Mi rendo conto che i tempi potranno essere lunghi. Ma ciò non impedisce di continuare la battaglia con gli strumenti che attualmente sono stati messi in campo. Ai colleghi suggerisco sempre poca polemica, molta compattezza e proposte operative.

  22. nico attenzione:

    @ g. grasso @ renato
    vedo che si continua ad insistere con sterili polemiche interne.
    Dobbiamo organizzarci bene nel perseguire con tenacia l’unica strada possibile: adire le vie legali.
    Come ho gia’ detto altre volte , siamo costretti, pur consapevoli,purtroppo, di rischiare un esito tutt’altro che scontato, anzi. Dobbiamo essere realisti.
    @ patrizia
    personalmente, in passato, se pur in “categorie e ruoli infimi”ho fatto politica nella DC.Tu poni tanti interrogativi, possibile…?,possibile…?ecc, ti dico che proprio coloro a cui rivolgi le domande hanno già risposto: il governo con un bel NO peraltro immotivato,e gli altri con un infruttuoso pourparler.Ai tuoi possibile?… aggiungo le domanda che mi ha rivolto il mio ultraottantenne ex segretario cittadino (di un paesino) della DC. Alla mia strenua difesa di Bersani, Bindi, franceshini letta ecc. ha reagito: possibile che un grande partito di opposizione possa chiedere le dimissioni della maggioranza e dichiarasi ,nei fatti, incapace di proporre una sua propria alternativa? è possibille addurre a giustificazione le difficoltà del momento, e, quindi dichiarasi capace di governare solo in periodi di vacche grasse? ecc. alla mia riflessiva sconsolazione ha aggiunto: trattasi di dilettanti che giocano una partita contro avversari professionisti (la destra), purtroppo.
    Comunque sono felice. Oggi compio 60 anni con 37-38 anni di contribuzione.
    L’orologio della Fornero non torna indietro, ma ,per fortuna il governo ha spostato le lancette dell’orologio della mia vita, indietro di sei anni. Ho usato creme antiruga,lifting ecc. i risultati sono stati deludenti.Finalmente divento di colpo cinquanraquattrenne con una ulteriore aggiuntiva (da quantificarsi )speranza di vita.Cosa vuoi di piu’? un Lucano ? e sono anche Lucano.
    Vi abbraccio,Nicola

  23. Renato O attenzione:

    @Raoul
    @Giuseppe G
    @Antonio B

    Prima che questo blog si “allunghi” come i precedenti conviene ribadire:
    – le finalità del Comitato Civico quota 96
    – le modalità per iscriversi al Comitato
    – le modalità per partecipare ai ricorsi

    in questo modo si potrà sempre fare riferimento a questi primi interventi … dopo diventerà difficile ritrovare le informazioni utili

  24. andrea naselli attenzione:

    sono anch’io un insegnante del 52 che nel maggio 2012 compirà 60 anni e 40 anni di contributi ad agosto 2012. sono pronto a battaglie legali. se ci organizziamo ci potremo far sentire

  25. Renato attenzione:

    Gentili Colleghi Grasso e Busato, nessuno vuole togliervi i meriti che avete;
    io stesso nel mio primo intervento odierno ho esordito ringraziando Grasso.
    Non è la prima volta che scrivo i miei commenti sul sito dell’On Ghizzoni e su quello della Sen. Bastico, forse voi mi leggete per la prima volta, ma altri l’hanno già fatto in precedenza.
    Nel mio piccolo, mi sto occupando di questo problema fin dall’inizio:
    Ho scritto all’On. Bersani, tramite il sito del Partito Democratico, al Ministro Fornero, tramite la sua Segreteria, Al Viceministro Martone , sul suo sito e a tanti altri.
    Come vedi non appaio all’improvviso dal nulla e approfittando del movimento da voi fondato, anzi ho ricevuto una e-mail credo dal vostro comitato per regolarizzare l’adesione, forse perchè in passato avevo espresso il desiderio di partecipare alla classe action.
    State tranquilli, che non spunto dal nulla.
    Avevo intenzione d’intervenire nell’altro spazio messo a disposizione, ma lì il computer si blocca e continuamente mi chiede di aggiornare la pagina.
    Comunque, la mia proposta di rivolgerci al Presidente della Repubblica che è il tutor di questo Governo , mi sembra abbia suscitato consenso in molti e anche in Grasso.
    Ho fatto anche l’altra proposta di bloccare eventualmente scrutini ed esami, ma su questo ancora c’è tempo, anche perchè da soli non possiamo farlo se lo sciopero non è proclamato da un Sindacato.
    Come vedete io sono più pragmatico che teorico, forse per la mia Laurea in Matematica.
    Non me ne vogliate, ma questo è il momento di agire e non di filosofeggiare!
    Questo è il mio pensiero e non vuole essere riduttivo nei confronti di altri che stanno lottando con tutte le proprie forze.
    Cordiali saluti
    Renato Bonanno

  26. Antonio Busato Padova attenzione:

    @TUTTI
    Credo sia utile considerare la proposta fatta ieri da una collega (se non ricordo male), di iscriversi a questo sito, di cui posto i due link, per ottenere molte preziose informazioni:
    http://www.openpolis.it/
    http://www.openparlamento.it/
    @ANTONELLA
    Non entro nel merito della tua risposta. Intervengo a titolo personale per dirti due cose: perché avresti deciso di non scrivere più? C’è grande bisogno di persone propositive!!
    Secondo: INVITO TE E TUTTI ALLA CALMA, CHE SIGNIFICA ANTEPORRE IL BENE COMUNE ALLE PROPRIE (GIUSTE O SBAGLIATE NON STA A ME DIRLO) ESIGENZE.
    POTREI DIRTI QUANTI …..ROSPI HO MANDATO GIU’ IO!!!
    MA PENSO CHE QUELLO CHE STIAMO FACENDO SIA PIU’ IMPORTANTE DELLE MIE REAZIONI PERSONALI E ….CERCO DI ANDARE AVANTI!

  27. Antonio Busato Padova attenzione:

    @TUTTI
    Scusate la dimenticanza che mi costringe ad un ulteriore intervento (l’ultimo oggi, per cause di forza maggiore).
    A volte ho l’impressione che si leggano i post più per POLEMIZZARE, mentre pochi intervengono per dire se le cose proposte sono corrette, vanno modificate, come, etc.
    CHIEDO CON FORZA INTERVENTI DI QUESTO TIPO PERCHE’ AIUTANO A COSTRUIRE. LE POLEMICHE AIUTANO A DISTRUGGERE (se proprio uno ne sente la necessità può farlo anche in via privata e non attraverso il blog che ci OSPITA…….che ne pensate?)

  28. lino attenzione:

    signori, un bel respiro profondo, cominciamo dacapo. a giurisprudenza mi hanno sempre detto che la legge non e’ altro che l’applicazione del buon senso, cioe’ la diligenza del buon padre di famiglia. come marito di una di voi vi seguo costantemente e sommessamente vorrei indicarvi le linee guida senza nulla togliere a persone che finora con il loro operato vi hanno permesso perlomeno di sperare. come ex capo stazione delle f.s. forse sono piu’ pragmatico e vado subito al sodo (anni fa’ ho fatto causa alle ferrovie dello stato).allora, per prima cosa non cercate visibilita’ da trasmissioni televisive, giornalisti ect. non serve a niente.per sapere se la data 31 agosto 2012 sempre messa nelle varie riforme pensionistiche tranne che in questa costituisce illegittimita’ occorre fare un esposto ai presidenti di camera e senato nonche’ tirare per la giacca lo staff del presidente della repubblica e spedire subito un esposto alla corte di giustizia europeo come proposto da qualcuno di voi.la ministro fornero deve rendersi conto di non avere il dono dell’infallibilita’ e gia’ qualche giorno fa’ vi avevo consigliato di chiamarla in giudizio.lo spread esiste solo per sottomettere i popoli, il grano e l’insalata crescono anche con lo spread alto. come diceva qualcuno meditate gente meditate.

  29. Angelica 52 attenzione:

    @Tutti

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/03/12/veri-motivi-della-riforma-delle-pensioni/196782/

    Non ho parole!

  30. Renato attenzione:

    @ Grasso, Busato
    Gentili Colleghi Grasso e Busato, nessuno vuole togliervi i meriti che avete;
    io stesso nel mio primo intervento odierno ho esordito ringraziando Grasso.
    Non è la prima volta che scrivo i miei commenti sul sito dell’On Ghizzoni e su quello della Sen. Bastico, forse voi mi leggete per la prima volta, ma altri l’hanno già fatto in precedenza.
    Nel mio piccolo, mi sto occupando di questo problema fin dall’inizio:
    Ho scritto all’On. Bersani, tramite il sito del Partito Democratico, al Ministro Fornero, tramite la sua Segreteria, Al Viceministro Martone , sul suo sito e a tanti altri.
    Come vedi non appaio all’improvviso dal nulla e approfittando del movimento da voi fondato, anzi ho ricevuto una e-mail credo dal vostro comitato per regolarizzare l’adesione, forse perchè in passato avevo espresso il desiderio di partecipare alla classe action.
    State tranquilli, che non spunto dal nulla.
    Avevo intenzione d’intervenire nell’altro spazio messo a disposizione, ma lì il computer si blocca e continuamente mi chiede di aggiornare la pagina.
    Comunque, la mia proposta di rivolgerci al Presidente della Repubblica che è il tutor di questo Governo , mi sembra abbia suscitato consenso in molti e anche in Grasso.
    Ho fatto anche l’altra proposta di bloccare eventualmente scrutini ed esami, ma su questo ancora c’è tempo, anche perchè da soli non possiamo farlo se lo sciopero non è proclamato da un Sindacato.
    Come vedete io sono più pragmatico che teorico, forse per la mia Laurea in Matematica.
    Non me ne vogliate, ma questo è il momento di agire e non di filosofeggiare!
    Questo è il mio pensiero e non vuole essere riduttivo nei confronti di altri che stanno lottando con tutte le proprie forze.
    Cordiali saluti
    Renato Bonanno

  31. FLORA attenzione:

    Trovo molto sensati e meritevoli di attenzione i suggerimenti di Lino delle 13.01. A nche io penso che non valga la pena scomodare i media più di tanto….bisogna insistere sull’errore della riforma che ha trascurato il comparto scuola e con il presidente della repubblica facendoglielo presente. Ma deve essere chiaro a tutti che si è trattato di un errore che hanno commesso e che devono sentirsi in dovere di rimediare. Anche un esposto alla corte di giustizia europea può aiutarci a sensibilizzare i nostri infallibili professori!!!! Che ne dite? Penso che i costi siano minori, i tempi più rapidi e forse l’esito a noi favorevole più probabile.

  32. Serafina52 attenzione:

    Sappiamo tutti che le nostre onorevoli
    qualcosa potrebbero fare( con il povero Bersani ,
    con la Finocchiaro o altri, etc), se ció non avviene, é solo volontá
    Poolitica…penso a quelle interrogazioni parlamentari….
    Che fine hanno fatto? Basta, non fatemi parlare!
    Non volete salvarci! E non dite di no… Voi…, e,con voi dico tutti i parlamentari,
    Non avete mai avuto la volontà politica di salvarci…
    Altrimenti, devo arrivare ad un’altra conclusione: voi parlamentari
    non rappresentate davvero nessuno, non difendete nessuno, fate solo parole…Io non ce
    La faccio più a seguirvi, mi dono scocciata a farmi
    Prendere in giro! Quando volete, aguzzate l’ingegno!

  33. marcella attenzione:

    @ TUTTI

    Ancora un link.
    Consiglio di vedere e ascoltare

    http://www.youtube.com/watch?v=QQ3_lNbGVL8&feature=BFa&list=PL7FA69FA358F72CC4&lf=plcp&context=C3a1bb91FDOEgsToPDskJsVGn3BEgALbPHQYUCT4iM

    in particolare ai minuti 0′-2′
    succesivamente,anche 4′- 5′

  34. cosetta52 attenzione:

    @ Nico
    Tanti auguri a Nico che come me oggi compie 60 anni.
    Tanti auguri anche per i nostri ulteriori anni di lavoro.
    .

  35. Raoul52 attenzione:

    @Renato O
    @TUTTI

    Rispondo semplicemente con i link di rimando ai blog:

    1-2) Atto Costitutivo Statuto del Comitato quota 96 (home-page)

    http://requisitiscuola2012.wordpress.com

    link diretto

    http://requisitiscuola2012.files.wordpress.com/2012/03/atto-costitutivo-e-statuto.pdf

    3) Documentazione utile Ricorso/i (sez.Download)

    http://requisitiscuola2012.wordpress.com/download/

    Altro blog:

    http://obiettivoscuola2012.blogspot.com/

    ps. anche nella home-page di questo sito ci sono i link (in alto sulla parte di dx.)

  36. patrizia attenzione:

    c@Stage pino
    @Maria 1952
    @nico@
    Ma se un ministro del governo si crede il Padreterno, tanto da rendere legali gli errori e nulla si può fare, allora forse bisogna dire che siamo in dittatura.
    In questo caso, cosa ci stanno a fare i parlamentari? Tappezzeria di lusso? Caro ci costa! A parte la onorevole Ghizzoni e la senatrice Bastico che cercano di tutelarci, chi altro tra i parlamentari fa il suo lavoro di rilevare errori e suggerire proposte per correggerli? Sono dunque daccordo con Lino di fare un esposto ai presidenti di camera e senato, come pure alla corte di giustizia europea per quel che riguarda il nostro problema. Da parte mia ho scritto a più di un parlamentare ed ho votato a favore della interrogazione della onorevole Ghizzoni su http://www.openpolis.it. Sono impossibilitata a muovermi per grandissimi problemi familiari, ma farei di tutto per andare a parlare con il ministro Fornero! Per avere da lei, una spiegazione plausibile ai miei, ai nostri, interrogativi. Una spiegazione che abbia un senso e magari una logica conclusione!

  37. marcella attenzione:

    Ove possa interessare:

    L’Avv. Paolo Crescimbeni era/è Presidente dell’INPDAP.
    Qui un suo intervento del maggio scorso, alla Giornata Nazionale della Previdenza:

    http://www.youtube.com/watch?v=YeEIjucVpHI

    Consiglio di ascoltare ai minuti 0′-2′

  38. Manuela Ghizzoni attenzione:

    L’interrogazione è stata iscritta agli Atti della Camera il 29 febbraio. Per le interrogazioni in Commissioni devono intercorrere almeno 15 giorni prima della risposta.
    All’interrogazione a mia firma (numero 5-6303) il Governo risponderà martedì prossimo o quello successivo.

  39. carlo B attenzione:

    Ieri ho mandato un ultimo saluto a tutti dal nostro vecchio post che stava per scomparire di scena dopo essere riuscito a tenerci insieme per tanti giorni, augurando a tutti buona vita, in particolare a Manuela e a quelli sulle cui spalle siamo saliti per vedere più lontano (lo scrittore filologo-pratico Giuseppe in primissimo luogo, e poi l’Avvocato Antonio Busato, l’Informatico Raoul52, Franco di Prato e il suo rugby, … bravi tutti, grazie, davvero, anche quelli che mi sono dimenticato di ricordare).

    Non avevo però pensato che … scomparso il post, sarebbero scomparsi pure il mio commento, il mio saluto, il mio ringraziamento.

    Lo rinnovo, dunque ora, sperando di non andare fuori tema,
    depositando una piccola gemma di Charles M. Schulz (Peanuts), che fa dire a Snoopy-type-type: Un’intera montagna di ricordi non uguaglierà mai una piccola speranza

    carlo B

    PS Si lo so, sono un nostalgico.

  40. maria angela attenzione:

    X Marcella
    Cosa stanno dicendo Fornero e Passera?
    Dimmi se ho capito bene: in futuro, poichè le pensioni non saranno più sufficienti a provvedere ai nostri bisogni ci consigliano di sfruttare, negli ultimi anni di vita, risorse ricavate impegnando, ipotecando in qualche modo i nostri bene immobili cioè le nostre case?

  41. Sandra 52 attenzione:

    A tutti
    mi è giunta voce che nell’invio della domanda on- line per la pensione non avremo necessità di rispondere per un eventuale diniego , con il rischio di essere licenziati , dal momento che le domande di chi non avrà i requisiti non saranno prese in considerazione e decadranno automaticamente.
    Questo ci permetterà di inviarle senza alcun timore , stando attenti alla compilazione naturalmente!
    Io ho da tempo tutti i documenti per il ricorso pronti , ma se non vengono chiarite meglio le possibilità che abbiamo conservo molte titubanze.
    E’ stato consultato un costituzionalista come credo stia facendo qualche sindacato ?
    Ho seguito tutte le lettere , ma non so decidermi. Continuo comunque con convinzione ad aderire al comitato e mi riconosco nell’analisi dei colleghi che stanno coordinando questo movimento . Li ringrazio e ringrazio moltissimo le brave e sensibili parlamentari che ci hanno riuniti e che hanno sostenuto i nostri diritti.

  42. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ TUTTI: basta con le lamentele…

    Per fortuna che avevo esortatoad evitare le lamentele…
    Dovete mettere da parte le lamentele. Volete incontrare la Fornero? Allora cercate il modo per realizzare questo incontro. Volete fare un’altra cosa? Ingegnatevi a trovare dei modi per condurla in porto.
    Non serve a nulla lanciare improperi sul post o sfogarsi gratuitamente. Sono passati due mesi e non è più tempo per lo sfogo. Perlomeno non più qui, non più ora, non più in questi termini passatisti e rinunciatari. Servono volitività, forza d’animo, saldezza di nervi, un operare pragmatico, proposte costruttive, come quella di Zoia o come quella di chi porrà i quesiti al Sole 24 Ore.
    Possibile che non abbiate capito che lo sfogatoio deve finire? Di solito non strillo mai ma ripeto: PARLO TURCO?
    Grazie per un nuovo corso all’insegn a della costruttività.

    @ Vincenzo Linardi e Carlo B.

    Quando tornerete ad aiutarci? intendo in modo fattivo? Abbiamo bisogno di chi sa dare una mano a costruire e a non demolire, anche se non è il diretto interessato ma il marito dell’interessata. Non capisco poi Serafina 52 che va contro i parlamentari e poi rimane qui a piangere. Manuela Ghizzoni fa quello che può ma non possiamo tornare indietro con la riforma Fornero! Purtroppo per noi è legge dello stato e dobbiamo rintuzzarla con i fatti! Se non sei d’accordo con la nostra azione di lotta, nessuno ti chiede di stare fra noi né soprattutto di trattare male Manuela, di strattonarla in quel modo. Non è giusto. Questo, se non te lo ricordassi, è un suo post e se noi possiamo esprimere quello che pensiamo è soprattutto grazie a lei!
    A questo punto devo fare appello all’autorità di Presidente del Comitato per esortarvi ancora una volta a lasciare da parte le polemiche sterili e soprattutto fuori luogo.
    Bersani non ha nessuna intenzione di far cadere il governo. Quindi cerchiamo di vedere cosa possiamo fare per fronteggiare quello che è possibile fare, nell’immediato, sia a livello legislativo sia a livello legale. La linea del segretario del Pd è quella che ho attaccato nel mio articolo di ieri pur lasciando uno spiraglio aperto. Uno spiraglio che spero pssa essere fatto proprio da Manuela e da Cesare Damiano. Vogliamo proprio essere autolesionisti? Se vi sentite di condannare la linea generale del Pd, a me non sembra che questa sia la sede adatta. I regolamenti conto lasciateli alle urne. Qui si sta facendo qualcosa di utile per tutti noi, anche con l’aiuto di molti parlamentari del Pd che hanno dovuto dare la fiducia a… denti stretti.
    Calmiamoci ed entriamo in un’ottica di possibilismo combattivo invece che nella logica sconfortante delle vaghe utopie sventolate ai quattro cantoni senza alcun supporto pratico.
    Grazie per la collaborazione e per la elaborazione di incontri territoriali con politici. Volete aderire al lavoro del Comitato? Dove sono gli informatici? E chi vuole scrivere lettere lo faccia! Quando scrivo qualcosa, mi pare che ve lo ritrovate on line e non chiedo il permesso a nessuno. Però poi vi fa piacere che qualcuno lavori per voi, o no?

  43. rita attenzione:

    Sono d’accordo con Lino e Flora nel ritenere che bisogna farsi sentire nelle sedi opportune, con esposti ai presidenti di Camera e Senato, al Presidente della repubblica o a chiunque altro possa rimediare ad un errore legislativo od omissione dei termini per il comparto scuola. Noi dobbiamo chiedere che, se si è trattato di una dimenticanza, questa venga sanata, la risposta della Fornero è assolutamente impropria e non dobbiamo arrenderci, ma pretendere che si ponga rimedio a questo errore perchè noi siamo le vittime e stiamo chiedendo ciò che ci spetta, lo faremo in sede legale,ma dovrebbe essere il governo a garantirci. Bisogna inoltre pretendere che tutto ciò venga sanato in breve tempo, farei una richiesta precisa, circostanziata, senza inutilli polemiche, che alla fine non giovano alla nostra causa.

  44. Francesco Casella attenzione:

    E’ appena uscita la circolare sulla cessazione dal servizio sul sito del MIUR. Come ci aspettavamo, l’ingiustizia è conclamata.
    Aspettiamo ora le indicazioni dall’Avvocato Naso.
    E’ una vergogna constatare che un lavoratore della scuola possa andare in pensione con 35 anni di contributi, avendo maturato i requisiti dei 60 anni entro dicembre 2011, mentre a un suo collega, con 39-40-41 anni di contributi. non è permesso altrettanto, in quanto è nato il primo gennaio del 2012. Abbiamo detto che non è più il tempo dello sfogo ma dell’azione, ma vi assicuro che la lettura della circolare produce una rabbia incontenibile contro l’ottusità e l’insensibilità di questi novelli riformatori e risanatori, forti nei confronti di alcuni e remissivi nei confronti di altri. L’Italia non si salva con questo tipo di provvedimenti.

  45. tiziana attenzione:

    @onorevole Manuela Ghizzoni

    mi scusi se oso tanto ma l’idea mi è venuta e penso che per la causa vada comunque comunicata:

    se non sbaglio tra breve Bersani incontrerà Monti e se lei o meglio chi per lei facesse scivolare nella tasca di Bersani l’ultimo articolo di Giuseppe Grasso rivolto in maniera decisa e risoluta proprio a lui,Bersani in persona?!
    A quel punto il segretario del Pd avrebbe ben più di qualche possibilità e ragione di porgere gentilmente l’articolo stesso al nostro presidente del Consiglio e chiedergli giustizia ed equità.
    Al nostro presidente del Consiglio basterebbe una parola per ridare diritti e serenità a migliaia di persone tra pensionandi e precari: 4000(escono) più 4000(entrano) uguale 8000 persone per 4 familiari in media=32000 persone.

    .
    A volte basta una richiesta fatta al momento giusto per ottenere una risposta positiva ai nostri problemi.Grazie comunque vada.
    Spero che l’idea sia espressa chiaramente,sulle modalità lei sarebbe sovrana assoluta.

  46. Ivo Ciarrapica attenzione:

    Ho appena inviato un’i-mail a luca.telese@gmail.com,fatevi sentire tutti,scrivete ed illustrate il nostro problema .

  47. michelina 52 attenzione:

    Per Marcella
    L’intervento dell’avv. Crescimbeni del maggio 2011 è la prova di tutte le bugie che
    ci sono state propinate da questo governo e da quello precedente. Il tutto deve poi
    poggiare sulle nostre povere spalle. Non demordiamo! Facciamo vedere a “nostra
    signora delle lacrime” che dovrà soffocare sotto il peso dei plichi che sono stati e saranno inviati all’avv. Naso. Intanto martedì prossimo ascolteremo la risposta che
    il governo darà all’on. Ghizzoni.

  48. rocco1952 attenzione:

    @ tutti

    parlare e comunicare è bene ma inviare la documentazione è meglio.

    Farlo subito e con convinzione.

  49. massimo bolognesi firenze 1952 attenzione:

    cosa volete aspettarvi da colaninno, penso che la sua forma mentis sia abbastanza lontana dai lavoratori e dalla sinistra, e comunque invece di discutere di bunga bunga e ruby avrebbe, insieme ai suoi degni compari, fatto meglio a fare azioni per evitare ciò che per lui è un male necessario.

  50. 1Stage pino attenzione:

    @ patrizia

    Non per citare se stessi, ma riporto il mio primo intervento, un mese e mezzo fa … :

    Non è una novità, anche nell’antichità era prevista la figura del “Dittatore” con pieni poteri, è stata semplicemente rispolverata: speriamo che, come succedeva allora, anche questi abbiano il buon gusto di andarsene, finita l’emergenza (e la legislatura …). Valuteremo poi se vi saranno rimpianti!!!

    @ Manuela Ghizzoni

    Grazie.
    Non so, ma non credo, se sarà il “soave” * ministro a risponderle.
    In ogni caso contiamo più che sulla risposta sulla sua replica:
    la inchiodi !

    * soave : grato ai sensi per la sua sottile delicatezza … che induce sentimenti di tenero abbandono o di placida serenità. (Devoto-Oli Le Monnier)

  51. Ivo Ciarrapica attenzione:

    ops……..e-mail a luca.telese@gmail.com

  52. nico attenzione:

    Finalmente l’agonia è finita.La iena flentem ora può rtornare ad essere felicemente iena ridens.
    Impegnamoci con rigore e professionalità nell’azione legale( da sempre ho sostenuto che questa fosse l’unica tenue risorsa) ,sperando che “ride bene chi ride per ultimo.

  53. Maria grazia padova attenzione:

    @Tutti
    Ciao ragazzi. Ultimamente ero molto depressa per come stavano andando le cose nel nostro blog…Spero proprio che tante speranze, tanta fatica, tante discussioni non si disperdano in sterili polemiche. Andrò venerdì all’incontro con l’on. Donadi. Poi vi riferiremo. Comunque, a mio parere, nella linea seguita dalla Fornero non v’è ignoranza, ma un lucido disegno : quando uscirà la circolare ( al MIUR pare siano un po’ impicciati…) semplicemente non sarà possibile per nessuno andare in pensione (chi aveva i requisiti c’è già andato l’anno scorso). Blocco totale. Nel frattempo scuola e cultura continuano ad essere cenerentole. Nel frattempo il nostro Ministro Profumo …dov’è? Qualcuno lo ha sentito? Ministro di’ qualcosa…di’ qualsiasi cosa…Avete visto ieri sera Gad Lerner?Avete sentito l’appello di Libertà e Giustizia? RAI, Giustizia, Legge sulla corruzione : su questo il Governo non farà nulla!
    Aspetto le indicazioni per poter aderire al Comitato .

  54. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ TUTTI: COM. DI SERVIZIO: Domanda di cessazione dal servizio…

    E’ appena uscita sul sito del Miur la circolare che ci riguarda e che scade il 30 marzo.
    Ho mandato già la suddetta circolare (sono 3 pdf) all’avvocato Naso per studiare la domanda e le azioni legali prossime. ormai non ci sono altre possibilità.
    Purtroppo, come prevedevo contro chi si illudeva vanamente, non c’è alcuna menzione ad un eventuale slittamento al 31 agosto per noi. Chi matura i requisiti entro il 31 dicembre 2011 può beneficiare di Quota 96 altrimenti a… 66 anni. Resta evidente che il pensionamenteo, però, ma guarda un po’, è a partire dal 1 settembre 2012.
    La circolare è in perfetta sintonia con il DL 201/2011.
    Ora decidete al più presto perché l’avvocato è già sul piede di guerra.
    Grazie a tutti.

  55. Maria grazia padova attenzione:

    Scusate, la circolare è uscita…Ecco fatto!

  56. VALERIA '52 attenzione:

    CARI AMICI é uscita la cicolare del Miur, cosa dobbiamo fare? Attendiamo istruzioni da parte dell’avvocato! Come prevedevo non ci sono spiragli per noi!!!!!

  57. rossoenero attenzione:

    A circolare pubblicata, mi vengono in mente le parole scritte da Giuseppe Grasso e da Manuela Ghizzoni in proposito: avendola letta, vi ho trovato esattamente quanto mi aspettavo di trovare, specie dopo la pubblicazione della circolare della funzione pubblica. Quindi nessuno stupore, oppure davvero si pensava di trovarvi altro?!

  58. michelina 52 attenzione:

    Dopo aver letto la circolare ministeriale decorrenza cessazione dal servizio sul
    sito del miur, torno a ripetere che non dovete (io l’ho già fatto) perdere tempo
    nell’inviare la documentazione all’avv. Naso.
    Ai ricorrenti fiorentini che visitano questo sito chiedo di farsi vivi: oltre me, ho
    letto di un solo nome di Firenze.
    Grazie per l’attenzione

  59. Antonio attenzione:

    Udite, udite, nel convegno Inpdap, Giornata Nazionale della Previdenza, tenuto il 4, 5 maggio, l’Avv. Crescimbeni Paolo, ci rende noto, “a seguito dei dati forniti dagli uffici statistici, che nel pubblico impiego il personale attivo con reddito lordo tra € 25.000,00 e € 45.000,00, risulta il 70%, nella stessa fascia è presente solo il 22% dei pensionati tra € 25.000,00 e € 45.000,00, il 72% di pensionati e sotto € 25.000,00 lordi …. un opportuno utilizzo dei fondi pensione, avrebbe messo ai ripari quest’ultimi… ”
    con la riforma è “stato raggiunto un risultato sostanziale, di rendere stabile il sistema pensionistico, e allo stato attuale, può considerarsi in sicurezza”… aggiungo: in modo particolare per tutti i parlamentari, tutti i privilegi del personale delle camere….. etc.., visto lo scippo.
    Fatte una riflessione sui dati sopra esposti e vi renderete conto che effettivamente siamo ” gli agnelli sacrificali”.
    Facciamo ancora due calcoli: pensione a 65/67 anni, 41/42 anni di contributi, in sostanza si riusciamo ad arrivare a 85 anni (dubito fortemente), ci stanno rubando 20 anni di contributi, ci credo che ….”il sistema pensionistico, e allo stato attuale, può considerarsi in sicurezza”.
    Per quanto riguarda il “numero magico – 40 anni”, talmente è magico che è scomparso.
    Last but not least, nella circolare n. 2 della funzione pubblica, punto 3 ultimo periodo, …”.per il personale della forze armate, polizia, vigili del fuoco… …. la legge rinvia ad apposito regolamento …. i requisiti di accesso al trattamento pensionistico rispetto al regime valevole per la generalità dei pubblici dipendenti …. e pertanto, allo stato, le nuove norme sui requisiti di accesso NON SONO APPLICABILI …” evviva l’art. 3 della costituzione!!
    Ora mi va bene che bisogna percorrere tutte le strade: politiche, sindacali e legali, ciò non toglie che mi senta preso per i fondelli, dai grilli parlanti di turno, ad eccezione delle nostre preziose onorevoli, Ghizzoni e Bastico.
    Pensateci un po’, ma è poi così complicato scrivere nella circolare di prossima emanazione da parte del Miur, “per il comparto scuola il 31/12/2012 deve intendersi il 31/08/2012″ … cacchio.
    Il 27/02/2012 ho inviato tutto all’Avv. Naso per il ricorso al Tar e al giudice del lavoro.
    E’ stato istituito il conto per conferire i contributi di € 20/30, per le spese del comitato?
    Buona serata a tutti
    Antonio Piras

  60. maria1952 attenzione:

    La circolare sulle cessazioni dal servizio con deocorrenza 1.9.2012 è finalmente uscita e la scadenza per le domande è 30.3.2012.Non dobbiamo demordere assolutamente,dobbiano andare avanti perchè siamo nel giusto e confido tanto nella On.Ghizzoni e Sen.Bastico che sicuramente faranno l’impossibile per arrivare al traguardo.Logicamente noi non dobbiamo stare con le mani in mano ma darci da fare ,avvicinare altri deputati e senatori e convincerli alla nostra causa.Ci sono sessanta giorni dall’uscita della circolare(13.3.2012) per fare ricorso al TAR,nel caso decidessimo di adire le vie legali.

  61. patrizia attenzione:

    c’è la CM sulle pensioni…MIUR

  62. donata attenzione:

    @ GIUSEPPE
    @ TUTTI
    E’ STATA PUBBLICATA LA CIRCOLARE SUL SITO DEL MIUR NON E’ PIU’ TEMPO DI PAROLE E’ TEMPO DI FATTI!!!
    CHI NON HA ANCORA INVIATO I DOCUMENTI,SE VUOLE RICORRERE, DEVE INVIARE AL PIU’ PRESTO!!!!!!!!!

  63. Rosanna attenzione:

    “Alea iacta est” o piu` modernamente “When the going gets weird, the weird turn pro” La circolare e` in rete e noi siamo molto “duri”. Le prossime mosse sono quelle programmate: impugnazione della circolare e ricorso al Tar e contestuale presentazione della domanda di pensionamento predisposta dall’avvocato. Chi ancora non ha aderito al ricorso ha solo poco tempo per continuare nelle proprie elucubrazioni mentali. Questo a livello legale. A livello umano, la nostra Fata Emanuela e` la nostra sola speranza.

  64. cettina attenzione:

    @ Giuseppe Grasso
    sarebbe opportuno mandare, anche via e-mail, la circolare appena uscita sui pensionamenti in modo che possa analizzarla per vedere come agire per il ricorso al TAR.

  65. Antonino52 attenzione:

    @AL PARTITO DEMOCRATICO

    il segretario BERSANI ieri ha detto che le riforme non si possono fare mettendo le dita negli occhi dei lavoratori!

    Me lo sono sognato o è cosi?

    A noi insegnanti della scuola, che abbiamo iniziato l’anno scolastico il 1° settembre, e per ben 4 mesi ( quattro) abbiamo lavorato con il diritto di andare in pensione alla fine dello stesso anno scolastico, LE DITA NEGLI OCCHI SONO STATI MESSI CON FORZA, INIQUITA’ E VIOLAZIONE DEI DIRITTI.

    Che facciamo… glielo diciamo a Monti di togliere queste dita dagli occhi?

    grazie Onorevole Ghizzoni per la rinnovata ospitalità e per essere sempre con noi.

  66. 1Stage pino attenzione:

    La Circolare altro non poteva che esplicitare quello che la legge prescrive, così come i quesiti al Sole altro non potranno aggiungere:
    sappiamo già la nostra situazione, dobbiamo poter chiedere al Governo e/o al Parlamento che ce la modifichino.

    Accetto volentieri l’invito a sospendere ogni “pianto greco”, ormai ci siamo detti di tutto e su tutto, anche se di spunti se ne potranno certo ancora trovare.
    Però … ancora uno e poi basta!

    Io credo che noi, il nostro caso, possiamo essere definiti un “effetto indesiderato” della riforma.
    Anche se è vero che non eravamo molto visibili, non si sono nemmeno resi conto che c’eravamo, ed appena ci siamo manifestati ci hanno detto e ripetuto di stare zitti e di farcene una ragione:
    non si vorrebbe certo riscrivere la Storia per 4000 vittime (vittime …? sedicenti vittime) dei Grandi Eventi ?
    Rassegniamoci, torniamo con i piedi per terra, non si può certo convintamente pensare di condizionare la sopravvivenza del Governo alla soluzione del nostro problema: io credo sia stolto supporre che qualcuno di noi lo possa solo immaginare.
    Rassegniamoci al vederci costretti ad imbarcarci, alla nostra età, in percorsi giudiziari la cui durata supererà forse quella della nostra residua speranza di successo e di cui avremmo volentieri fatto a meno.
    Rassegniamoci al sentirci dire, alla nostra età, che un nostro sacrosanto diritto è “una voce di spesa senza copertura”.
    Non rassegniamoci invece, neanche alla nostra età, alla sudditanza che ancora si pretenderebbe da noi:
    io credo che in due mesi siamo tutti un po’ cresciuti, sotto questo punto di vista, e a chi dall’alto ci dice “E’ per il bene vostro e del Paese” sappiamo ormai cosa rispondere.
    Da soli !

  67. vanda attenzione:

    Sono d’accordo con Lino marzo 13th, 2012 at 1:01 pm circa l’invio di esposti soprattutto alla corte di giustizia europea. Ho già ricevuto la cartolina di ritorno dall’avv. Naso, ho scritto al Sole 24ore e a Luca Telese. Purtroppo non ho il dono della penna, come qualcuno di voi, bravissimi, ma ci provo. A tal proposito , grazie Rosi marzo 8th, 2012 at 9:12 am, solo con la tua risposta mi sono accorta di un grosso lapsus per cui correggo il mio intervento, suggeritomi da un post di Vincenzo Linardi.
    DUE INSEGNANTI, SCUOLA PRIMARIA, STESSO ISTITUTO COMPRENSIVO, STESSA ANZIANITA’ CONTRIBUTIVA:
    plesso 1: insegnante con 39 anni 7 mesi e qualche giorno con già compiuti i 60 anni al 31.12.2011;
    plesso 2: la sottoscritta, con 39 anni 7 mesi e 17 giorni AL 31 DICEMBRE 2011, non ancora 60enne.
    Entrambe in servizio fino al 31.8.2012 perchè DEVONO terminare l’anno scolastico. Se entrambe avranno dato in egual misura, PERCHE’ la prima potrà accedere alla pensione e la sottoscritta invece NO? Qual è la logica?

  68. Flavia52 (1) attenzione:

    Ciao a tutti. Oggi è uscita l’attesa circolare sul sito del MIUR. La mia lettura è stata, per il momento, frettolosa ma non mi sembra ci siano novità rispetto a ciò che ci aspettavamo e che già sapevamo.
    Dobbiamo rimanere uniti e continuare sulla strada iniziata.
    Ho aderito al ricorso. Attendo (attendiamo) indicazioni concrete dall’avvocato Naso su come muoverci relativamente alla domanda pensione.
    Aspettiamo anche la risposta del governo all’interrogazione dell’onorevole Ghizzoni. Non dobbiamo comunque avvilirci, ma agire.
    Flavia Rambelli

  69. ANONIMO53 attenzione:

    CARA MANUELA

    innanzitutto grazie di cuore per tutto quello che hai fatto e farai per noi. Hai scritto che alla tua interrogazione parlamentare la grifagna ministra risponderà martedi prossimo o quello seguente. Scusa l’ignoranza dell’iter parlamentare, ma sarà possibile per noi assistere in diretta alla suddetta come per la question time? Se sì, in quale trasmissione e rete?Grazie per la preziosa informazione. Siamo tutti con te: sii forte e determinata,: stai difendendo un diritto calpestato!

  70. Antonio attenzione:

    Ho terminato di leggere la C.M. 23 del 12/03/2012 del Miur, in linea con la “coccodrilla” , patetica e sconfortante. E’ iniziato il ballo, affiliamo gli articoli della costituzione e delle leggi speciali, aspetto istruzioni dall’Avv. Naso,.
    Quanti di voi hanno comunque presentato la domanda on line? è il caso di farlo subito?
    Antonio Piras

  71. rosella attenzione:

    @ maria 1952 e tutti

    Ricordo che l’avv. Naso ci aveva dato 10 giorni di tempo, dall’emanazione della CM, per spedirgli i documenti. Secondo me sarebbe meglio non perdere tempo.

  72. Alma 52 attenzione:

    Avete visto la Circolare del MIUR? Le donne che scelgono il contributivo, se conseguono i requisiti dal 1/1/2012, potranno accedere al pensionamento solo a decorrere dal 1/9/2013 per effetto della finestra prevista dalla legge 148/2011.

  73. Franco di Prato attenzione:

    @ Giuseppe Grasso
    Uno degli informatici è qui che legge, ma tu hai detto di cosa ha bisogno il Comitato?
    Avevi posto domande rivolgendoti molto più che implicitamente a me ed alle mie posizioni sulle alleanze. Avevi chiesto soluzioni diverse dalle tue o argomentazioni a favore .
    Qui ti avevo rispostohttp://www.manuelaghizzoni.it/?p=29943#comment-15869
    Hai inserito altri 5 post ma non hai mai ne più parlato.

  74. Ermanno attenzione:

    @ al rossoenero

    Penso di sapere chi tu sia, non è bello non firmarsi, perchè si ha sempre torto. Ciao Ermanno

    @ tutti

    scrissi il 1/02/2012 solo la costituzione ci può salvare chi vuol capire !!

  75. PATRIZIA52 attenzione:

    @ Grasso e &

    Spero arrivino presto chiarimenti dall’avv. Naso su come dobbiamo agire.
    Lui dovrebbe impugnarla subito per il ricorso al TAR o ho capito male?

    Dovrebbe specificare cosa deve fare chi intende seguire solo il ricorso al TAR . Ho già mandato la documentazione.

  76. Andrea52 attenzione:

    @ on. Ghizzoni o sen. Bastico

    volevo chiedere se era possibile per loro partecipare direttamente o con persona di fiducia all’incontro del 19 marzo presso il Sole24 ore perchè penso che sia un’occasione per illustrare e far conoscere a tante persone, che forse non conoscono la nostra situazione, la proposta di spostamento del termine al 31 agosto data la presenza di personaggi illustri. Volevo inoltre chiedere a tutti quelli che posssono o hanno contatti di divulgare e rendere pubblica l’ingiustizia nei nostri confronti (mi riferisco ai vari conduttori di programmi Tv compresa la Littizzetto, Floris, ecc. o anche i vari giornali) perchè penso che molti non conoscono il nostro problema.

  77. Paola attenzione:

    c’è una collega che ha saputo da poco dell’esistenza del comitato quota 96 e anche lei vorrebbe partecipare al ricorso però vorrebbe sapere se può farlo in quanto la sua situazione è questa: compie 60 anni il 23 marzo e raggiunge i requisiti di 35 anni di contributi in quest’anno scolastico. Che ne dite può fare il ricorso? grazie a chi le darà una risposta

  78. diana 52 vicenza attenzione:

    Questa è la lettera che ho appena inviato a Luca Telese. Avevo scritto tempo fa anche al Corriere, ma non ho avuto risposta. Riporto anche la lettera inviata al governo.Rubo forse un po’ troppo spazio e me ne scuso.

    Egregio dottor Telese,

    non so se l’argomento può interessare Lei, il suo Giornale e la sua rubrica televisiva (non me ne perdo una), sinceramente me lo auguro.

    Fra i nati nel 1952, i “bastonati” dalla riforma Fornero, i lavoratori della scuola lo sono un po’ più degli altri perché le nuove norme non tengono conto della specificità del comparto scuola.
    La riforma sulle pensioni, varata a Dicembre scorso è arrivata ad anno scolastico iniziato, quando circa 3500 tra Insegnanti ed ATA pensavano di essere al loro ultimo anno di lavoro, andando a compiere i 60 anni nel 2012 e maturando a fine anno scolastico (31/08/2012) dai 36 ai 40 di servizio.
    Ma….i requisiti per accedere alla pensione dovevano essere maturati al 31 Dicembre scorso.
    Ora, se la matematica non è un’opinione, i nati nel 1952 non potevano avere 60 anni a quella data e nel computo degli anni di lavoro non può essere tenuto in considerazione il corrente anno scolastico perché a Dicembre l’anno scolastico è ancora in corso, non essendo ad anno solare bensì “a scavalco”.
    La deputata Ghizzoni (PD) prima e la senatrice Bastico (PD) poi, appoggiate da altri partiti e da tutti i sindacati, avevano presentato un emendamento, bocciato in Commissione al Senato con i voti contrari della Lega (quelli che vanno in piazza a blaterare contro la riforma delle pensioni “che non si toccano”) e l’astensione, ahimè, della senatrice PD Incostante ( ex insegnante di scuola elementare, nata nel Luglio del 1952!!!), che chiedeva di prorogare i termini per la maturazione dei requisiti del personale della scuola dal 31/12/2011 al 31/08/2012. Si tratta di rispettare un diritto, non di tutelare un privilegio.
    Ora le battagliere Ghizzoni e Bastico hanno presentato un’interrogazione parlamentare sempre sull’argomento.
    Intanto, in un “question time” in cui veniva chiesto di prorogare i termini, la ministra Fornero rispondeva che agli Insegnanti del 1952 va la sua umana comprensione (!), ma che le lancette dell’orologio non possono essere portate indietro e che gli Insegnanti di cui sopra sono fortunati perché un lavoro ce l’hanno, mentre c’è da risolvere il problema di chi non l’ha più e chi non l’ha mai avuto ( c’è un po’ di schizofrenia nel ragionamento : punta all’abolizione dell’art. 18 per allargare la platea degli sfortunati e nega la pensione a qualche migliaio di Insegnanti che, se andassero in pensione, “cederebbero” il posto di lavoro ai precari che non ce l’hanno).

    Nel frattempo, sul blog dell’on. Ghizzoni, ha preso forma un Comitato “Comitato Quota 96”, legalmente costituitosi, che si è organizzato per una battaglia legale per vedere riconosciuti i propri diritti.
    Sul web e sui network la notizia si è diffusa, ma io penso ci sia bisogno di ben altra visibilità.
    Lei pensa di potercela dare?
    Su “quota 96 ghizzoni” e su “ quota96.wordpress.com” potrà leggere di tutto e di più, se vorrà farlo.
    Di mio,Le allego la lettera che ho inviato al Governo (ministri, sottosegretari, capisezione, capi di gabinetto). Risposte : NESSUNA.
    In ogni caso, sia positivo o no il Suo riscontro, La ringrazio per avermi letto sino in fondo.
    I miei migliori saluti
    13 Marzo 2012

    Accolto con soddisfazione il nuovo Governo costituito da persone colte, preparate e sobrie, sulla cui serietà e serenità di giudizio non v’era motivo di dubitare, persone prestate alla politica ma non politici, vedo oggi negato a me ed ai miei coetanei insegnanti con la stessa anzianità di servizio, il diritto di accedere alla pensione al termine del corrente anno scolastico a seguito delle modifiche introdotte dalla “Legge Fornero”.
    La specificità del comparto scuola, che può usufruire di una sola finestra annuale per il pensionamento, vuole che i requisiti vengano richiesti al compimento dell’anno scolastico notoriamente “a scavalco” : inizio 1 Settembre – termine 31 Agosto dell’anno successivo.
    Auspico pertanto che da codesto Governo venga accolta la richiesta avanzata dall’on. Ghizzoni e fatta propria dalla sen. Bastico, e non solo, di prorogare al 31 Agosto 2012 i termini per la maturazione dei requisiti consentendo così al personale del comparto scuola nato nel 1952 e con almeno 36 anni di servizio, il pensionamento al termine del corrente anno scolastico, qualora lo voglia.
    Ai tassisti affidiamo il trasporto dei nostri bagagli e della nostra persona in alcune occasioni e per brevi tratti di strada.
    Agli insegnanti si affidano i bambini perché li accompagnino per lunghi anni, giorno dopo giorno, in un percorso di crescita, formazione e maturazione scolastica e personale.
    Con queste due categorie di lavoratori il Governo usa due pesi e due misure : tutela i privilegi dei primi, ai secondi (un’esigua parte, quelli del 1952) toglie un diritto.
    Tra le tante cose che a scuola si insegnano è che i cittadini sono tutti uguali di fronte alla Legge, che tutti hanno gli stessi diritti e gli stessi doveri. Duro farlo oggi, quando ci si sente diversi.
    Non posso credere, non voglio credere, che questo Governo non voglia correggere una stortura, rendendosi artefice di un’ingiustizia.
    Sono un’insegnante di scuola primaria, nata il 24 Novembre 1952 con 39 anni e 4 mesi di contributi al 31 Agosto 2012.

    3 Marzo 2012

  79. pio10 attenzione:

    Per tutti.
    Spero tanto che i giochi per noi non siano definitivamente chiusi.
    Ho inviato, già alla fine del mese scorso. il mio ricorso all’avv, Naso.
    Come già detto in altre occasioni sono pronto a qualsiasi protesta8 SCIOPERI,MANIFESTAZIONI,INTERVENTI SU TESTATE GIORNALISTICHE..) ma, al contempo, vorrei mandare un augurio a tutti coloro che in qualche modo hanno contribuito al raggiungimento di questa situazione.
    Che possano, al più presto, vivere le nostre stesse tribolazioni !!!!!! . E’ troppo? non credo visto che ci hanno tolto in media 4 anni di meritato riposo e di aspettativa di vita.
    Del resto quando si raggiungono certe cariche puntualmente, ci si dimentica da dove e come ci si è pervenuti.
    Voglio concludere comunque con un ringraziamento all’on. Ghizzoni e C. per quanto stanno facendo e faranno per noi.pio10

  80. Giorgia 52 attenzione:

    Circolare sulle cessazioni dal servizio uscita.
    Scadenza per le domande è 30.3.2012.
    60 giorni dall’uscita della circolare (13.3.2012) per fare ricorso al TAR. ATTENZIONE ! I TEMPI SONO STRETTI!
    Per gli indecisi è il momento di decidere se ricorrere alle AZIONI LEGALI.
    Personalmente l’ho già fatto .
    ATTENDIAMO ISTRUZIONI PRECISE DALL’AVVOCATO NASO.

    NOTA BENE ( anzi nota dolente- rabbiosa)
    Nessuna opzione per un eventuale slittamento al 31 agosto per noi.
    Il pensionamento, per chi ha maturato i requisiti entro dicembre 2011, è a partire dal 1 SETTEMBRE 2012.
    DUNQUE ESISTE L’ANNO SCOLASTICO di riferimento, ma per noi non è tenuto in considerazione?!!

  81. Patrizia degl'Innocenti attenzione:

    Ho inviato documenti all’avvocato Domenico Naso (8 marzo) non ho avuto nessun riscontro. Ora che è uscita la circolare sulla domanda di pensione, attendo con ansia dall’avvocato indicazioni su come muovermi per la compilazione della domanda
    Patrizia

  82. Manuela Ghizzoni attenzione:

    @Carlo B (al volo perchè sono a una riunione)
    il tuo commento è stato regolamente pubblicato nel vecchio post: “carlo B attenzione: marzo 12th, 2012 at 10:27 pm” Potrei mai censurarti? :) Ma è bello raccogliere anche nel nuovo post la saggezza di Schulz.

    @Tutti
    La circolare non meraviglia, purtroppo. Del resto, come ho già scritto, se avessero voluto includere lo slittamento al 31 agosto avrebbero dovuto approvare precedentemnte il nostro emendamento (il cui costo è stimabile sui 250 milioni).
    La risposta alla interrogazione mi sarà data in Commissione Lavoro: non è prevista la diretta tv e il resoconto di seduta sarà sommario: ma, non temete, non sarò impreparata.
    Purtroppo non potrò prendere parte al Forum del Sole24ore: ho già un impegno pubblico sul mio territorio.
    Oggi non mi è stato possibile, ma domani consegnerò la lettera aperta di Grasso a Bersani: ma anche in questo caso, non crediate che il segretario del PD sia impreparato sull’argomento. La vicenda del voto sul nostro emendamento al Senato è stata seguita da Bersani passo passo: in caso contrario, non saremmo mai arrivati ad un voto contro il Governo. Credo che troppo spesso ci si dimentichi di quell’episodio e di chi impedì l’approvazione della nostra proposta (la responsabilità non è attribuibile alla sola Incostante…)

    Scusate, ma torno alla riunione.

  83. liliana attenzione:

    Ora la circolare sulle pensioni è emanata e per questa annata nulla si può fare… se c’era qualche intenzione avveniva prima della emanazione della CM…Ci hanno preso in giro TUTTI!!!!
    Cuore in pace… su le maniche… si continua il lavoro…USURANTE PER CHI OLTRE LA SCUOLA HA I FAMILIARI…TUTTI( marito,figli, genitori,nipoti,… e non x ultimo me stessa!!!)
    NON TUTTI GLI ITALIANI SONO UGUALI!!
    NON SI PARLI DI EQUITA’!!!!
    Anche io sono capace di tagliare dove è più facile:LE PENSIONI!!!!!

  84. liliana attenzione:

    ..NON solo si debbono maturare i requisiti entro il dic di ogni anno,ma ci manderanno il 1 sett successivo cosi’ ci FREGANO ULTERIORI 8 MESI!!!!
    NON è EQUITA?!!
    …e la liquidazione avverrà dopo 2 anni!!!!!
    CHE GOVERNO!!!!
    Sono incredula::::Voterò diversamente di sicuro!!!!

  85. Alma 52 attenzione:

    Hai ragione Giorgia 52, sono spariti 8 mesi di anno scolastico, giusto quelli che ci servivano. Poi sono ricomparsi all’improvviso! Saranno magici anche quelli! Bel trucchetto eh?
    Ma così la riforma non è ingiustamente retroattiva?

  86. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ 1Stage pino

    Difficile non concordare con le tue giuste osservazioni. Farò tesoro dell’idea “effetto indesiderato” (o collaterale) della riforma, magari per un prossimo pezzo. Tutti dovrebbero dire cose sensate come le tue e non avvitarsi più in outing ormai infruttuosi.

    @ Paola

    Credo che la tua amica non ci rientri perché il sistema delle “quote” prevedeva, nel 2012, 60 anni di età e 36 anni di cotribuzione. A meno che non si possa arrotondare… ma qui sono calcoli da patronato che io non so fare. Comunque, se vuoi saperne di più, confronta l’articolo “La pensionela scuola dall 2011″ di Giuliano Coan, che trovi on line su internet.

    @ Diana

    Grazie per la segnalazione a Telese però non c’è bisogno di riportare tutta la lettera… impedisce di leggere altre comunicazioni e ostacola la rapida fruizione anche delle comunicazioni di servizio. Anche io ho scritto a Luca, che spesso incontro a Porta Portese, ma non mi ha ancora risposto.

    @ Tutti: comunicazione approssimativa per la domanda

    Alle 6 del pomeriggio ho comunicato l’uscita della circolare dicendo che avevo provveduto ad inviare all’avvocato Naso i tre pdf che ne sono parte integrante. Naso mi ha risposto che stasera avrebbe studiato gli articoli e i decreti attuativi nel dettaglio e che domani mi avrebbe comunicato le sue riflessioni e magari un riscontro più preciso. Capisco che siamo tutti stanchi e costernati. Tuttavia, siccome credo che siamo in buone mani visto che Naso ha vinto più ricorsi per la scuola, vi invito ad avere pazienza e ad attendere istruzioni. Posso solo dirvi che il ricorso al TAR per ottenere la sospensiva partirà per primo. Ma forse lo sapevate. Resta il problema per la domanda al giudice del lavoro perché le istanze on line sono blindate (come la donna di ferro) in modo tale da non permetterne una forzatura strategica delle stesse. Abituiamoci anche all’idea, lo dico sommessamente, che potrebbe non esserci modo di forzare questa blindatura. La circolare parla chiaro al riguardo. Ma si tratta di una considerazione personale, forse sbagliata. Quindi non prendetela per buona o ponderatela voi stessi. Magari il nostro avvocato saprà trovare sotterfugi che io e voi igoriamo.

    @ L’esperto informatico…

    Antonio Busato ha infine trovato un esperto informatico esterno, non coinvolto emotivamente e pertanto distaccato quanto basta a gestire un sito web. Mi sembra ottimo. Quindi direi che ormai non c’è più bisogni di aiutanti in campo sotto questo punto di vista. Non dimentichiamo poi che c’è sempre il nostro Raoul con due blog in attivo!

  87. silvana52 attenzione:

    Stasera sono stata informata da una collega della formazione del Comitato e dell’azione legale. Suggerisco una maggiore diffusione tramite quotidiani e trasmissioni televisive perchè ritengo che molti colleghi non ne siano a conoscenza. Mi auguro che ci possa essere una finestra d’uscita anche per noi!!!!!!!!!

  88. Raoul52 attenzione:

    Volete sapere come andrà a finire???… Si giocheranno l’eventuale rimodulazione sulle pensioni alle prox. elezioni, ma sarà solo propaganda-spot elettorale… Sveglia!!! …I DOCUMENTI PER IL RICORSO SONO QUI:

    http://requisitiscuola2012.wordpress.com/download/

    COSA ASPETTATE… il BERSANI-BONANNI-ANGELETTI la CAMUSSO… ma quando MAI!!!

  89. Alma 52 attenzione:

    @liliana
    E’ così solo per quest’anno molto strano, spezzato in due…. In realtà si continua ad andare in pensione a settembre dello stesso anno in cui vengono maturati i requisiti (vedi guida istanze online).

  90. patrizia attenzione:

    @Michelina 52
    Per quanto riguarda i ricorrenti da Firenze, ci sono anch’io:
    Patrizia Monfardini Castelfiorentino. Ho spedito i documenti all’avvocato per entrambi i ricorsi, aspettiamo istruzioni dall’avvocato e poi procederemo. Sono in contatto con un collega di Firenze; se necessario, ci organizzeremo!!

  91. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Manuela Ghizzoni

    Grazie per la premura di consegnare a Bersani la mia Lettera aperta, che non è proprio il massino della stima… e che spero possa destare in lui interesse visto che viene da uno che per quasi 38 anni ha votato dalle parti sue, salvo forse una defezione.
    Non ho mai dubitato che fosse vicino a noi. Però devi convenire che quando ha detto che per fare le riforne non si devono mettere le dita negli occhi… non si è accorto che in realtà la Fornero ce li aveva messi eccome… E che il popolo del Pd ha preso la boutade alla Crozza per uno scherno.
    Grazie ancora, comunque, per i vari abboccamenti e in bocca al lupo per la interrogazione parlamentare. So bene che sei preparata. Ma direi che quel giorno dovrai diventare più che possibile… agguerrita!

  92. Ivana52 attenzione:

    @ Grasso
    prima di tutto grazie a Giuseppe Grasso e a tutti coloro che si stanno spendendo con grande determinazione per la quota 96 ecc..

    @ Tutti
    già ho letto alcune vostre riflessioni relative alla circolare e al decreto del 12 marzo che sono stati posti sul web oggi in serata, ma mi preme segnalare a voi tutti un problema (che forse avrete già esaminato e risolto) : quello del maledetto invio on-line.
    Io oggi ho provato ad entrare con tutti vari codici e password su istanze on line e sulla pagina “cessazioni” . Ho iniziato la compilazione ma purtroppo non mi è stato possibile indicare che io ho maturato (in realtà “avrei maturato” con la pre-Fornero) nel periodo 1 gennaio – 31 dicembre 2012 il diritto poiché la compilazione è fortemente guidata e per detto periodo sono presenti solo le opzioni 66 anni di età, 41 anni e x mesi per le donne, 42 e x mesi per gli uomini. D’altro canto non posso affermare che ho maturato il diritto prima del 31 dicembre 2011. Quindi mi sembra impossibile compilare la domanda on-line.

    Se la procedura da seguire è:
    – faccio la domanda di pensione (io avrei 60 anni e 38 di servizio)
    – l’Amministrazione la rigetta
    – io impugno (tramite l’Avv. Naso) la comunicazione con cui l’Amministrazione ha rigettato la mia domanda,
    come posso procedere se non posso inviare la domanda?
    E ciò poichè non posso “cliccare” sulle opzioni che vorrei, in quanto non esistono nella schermata?
    Faccio una domanda cartacea?
    E’ valida?
    In realtà io già avevo fatto domnda di pensione su cartaceo il 6 settembre 2011 e non ho ancora ricevuto alcuna risposta.

    Avete già affrontato questo problema? Se sì, scusatemi, ma in questto blog infinito mi sono un po’ persa.

    Un caro saluto a tutti e … coraggio, ora comincia la battaglia!

  93. VincenzoLinardi attenzione:

    @ Tutti

    La litigiosità non serve in assoluto e non serve soprattutto a noi (accetto con piacere la promozione a “collega” di Fernando).

    Oggi consideravo quanto danno il “cupio dissolvi”, tipico della sinistra italiana, abbia fatto a tutti i lavoratori colpiti dalla riforma Fornero. Ricorderete l’ultimo Governo Prodi e ricorderete i due senatori di RC (mi pare Rossi e Turigliatto) che ogni settimana minacciavano di votare contro, per irresolubili problemi di coscienza. Naturalmente la coscienza non li ha mai indotti a considerare l’ipotesi di dimettersi! Ricorderete che Prodi siglava un accordo coi sindacati e il giorno dopo qualcuno della sua maggioranza ribadiva che l’accordo era comunque da ridiscutere! Se Prodi non fosse stato fatto cadere, la crisi del 2007-2008 l’avrebbe affrontata il suo governo; la situazione economica sarebbe stata gestita e non abbandonata a se stessa; non saremmo mai arrivati a un governo di tecnici “autorizzato” a fare cassa sulle spalle dei pensionandi in nome del baratro da evitare.

    Perché dico questo? Non per nostalgia di un passato ormai chiuso. Ma per ricordare che i litigi e le sterili questioni di principio o di rigida fedeltà identitaria, se hanno mandato a picco Prodi possono avere un effetto dirompente anche su “Quota 96”. E comunque distolgono dall’obiettivo che è quello di misurarsi sul che fare.
    Io credo che serva poco valutare le probabilità di successo delle iniziative attivate tramite l’avvocato Naso. Sono le uniche iniziative concrete che davvero partono. E allora tra un’azione certa, anche se con probabilità di successo modesta (ammesso che sia così), e nessuna azione, non mi pare ci siano dubbi. Andiamo avanti!

    Io ribadisco il mio scetticismo per un abbinamento della nostra iniziativa con altre di portata politica e sociale certamente maggiore, le quali proprio per questo comportano tempi di reazione politica lunghi e rischiano di far finire nell’ombra il problema dei lavoratori della scuola il cui anno scolastico era già iniziato al momento del varo del “salva Italia”. Sono loro, e loro soltanto, quelli che se maturano i requisiti per la pensione a ottobre devono restare “al chiodo” fini al 31 agosto successivo; e allora loro, e loro soltanto, hanno legittimamente diritto di chiedere che, in conformità allo spirito del “salva Italia”, vadano in pensione con la normativa preesistente qualora maturino i requisiti entro il 31 agosto 2012. Tanto più che:

    1) la circolare della Funzione Pubblica conferma la specificità del comparto della scuola, ribadendo (punto 6) che per i lavoratori della scuola “rimane frema la vigenza degli specifici termini di cessazione dal servizio stabiliti IN RELAZIONE ALL’INIZIO DELL’ANNO SCOLASTICO)”. Dunque è la conferma che per il comparto scuola la cadenza annuale è parametrata all’anno scolastico e non a quello solare; che l’anno in corso al momento del varo del “salva Italia” è quello compreso fra il 1 settembre 2011 e il 31 agosto 2012; che, pertanto, la data limite di applicazione delle norme in vigore prima dell’entrata in vigore del “salva Italia”, data di cui al comma 3 dell’Art 24 del decreto, per la scuola debba essere il 31. agosto 2011;
    2) la suddetta applicazione del decreto al comparto scuola sarebbe per giunta a costo “praticamente nullo”, visto che come ho cercato di chiarire in passato, le minori uscite derivanti dal pagamento di stipendi e oneri del personale giovane al posto di quello del personale “anziano” che andrebbe in pensione (e che “costa” circa il doppio), si farebbero carico dei maggiori oneri per le nuove pensioni.

    Dunque ci sono i presupposti per una rivendicazione attraverso le vie legali. E, ribadisco, è l’unica possibilità concerta di pervenire a una soluzione. E su di essa a mio avviso occorre convergere con ottimismo, serenità e con l’orgoglio di quanto quota 96, i suoi 1200 aderenti e non altri, finora sono riusciti a mettere in atto. Quota 96 esiste; 1200 persone si sentono quotidianamente sostenendosi a vicenda; le istanze legali di numerosi suoi aderenti faranno rumore e creeranno qualche problema al MIUR e la governo. Si potrebbe anche valutare con Naso la possibilità di richiesta di un risarcimento per i danni subiti.

    La via politica permane aleatoria. E comunque se arrivassero 1000 istanze legali, sarebbe una spinta forte anche per la sensibilizzazione dei politici. Comunque anche 200 non sono poche.

  94. Giovanna 52 attenzione:

    Qualcuno mi sa dire che fine ha fatto il ministro della Pubblica Istruzione? Esiste ancora? Non ricordo nessun ministro che abbia brillato in questo modo per la sua assenza.Mi chiedo, a questo punto, a cosa serva e se non sia meglio…mandarlo in pensione e risparmiare.

  95. Zoia attenzione:

    @ Ivana 52
    FORZARE LA DOMANDA DI PENSIONAMENTO AL MIUR
    Rispondo alla collega che chiede come fare domanda online se non c’è la voce che ci spetterebbe da “cliccare”
    Io ho fatto così:
    Seleziono “aver raggiunto quota96 entro il 31 dicembre 2011″
    Seleziono poi ” di voler rimanere in servizio se l’amministrazione non accerterà i requisiti”.
    Il mio ragionamento (anche se chiaramente “fuori legge”) è questo:
    Hanno anticipato al 31 dicembre 2011 la data per il raggiungimento di quota96 che prima della legge Fornero doveva essere maturata entro il 31 agosto 2012 (anzi 31 dicembre 2012)?
    Bene io (non tutti noi, ma molti però) a quella data, sommando età contributiva e anagrafica arrivo a 95 anni 11 mesi e…17 giorni! (che fa, se non sbaglio, 96).
    Attendo comunque le istruzioni dell’avvocato, chè se ci sarà una procedura comune da seguire, non esiterò a farlo. Basterà entrare nuovamente nel sito Miur e “modificare”.
    Buona giornata a tutti
    Zoia
    Ps) Ricordo ai colleghi che possono raggiungere Mestre, che Venerdì pomeriggio alle ore 16 in via Querini 19, ci sarà l’incontro con Massimao Donati.

  96. zoia attenzione:

    scusate: incontro con Massimo Donadi!

  97. gianluigi attenzione:

    … se Prodi non fosse stato fatto cadere, la crisi del 2007-2008 l’avrebbe affrontata il suo governo…
    dice l’ottimo Vincenzo Linardi.
    Ricordo solo che non furono Rossi e Turigliatto a farlo cadere (pur rimarcando la loro inadeguatezza), ma Dini e Mastella. Senza sottacere la principale responsabilità politica di quella caduta: la nascita improvvida e insensatamente ambigua del PD, lanciato dal signor …”ma anche”, Walter Veltroni. Le macerie di quella discesa in campo sono ancora qui con tutto il loro drammatico peso fatto di arrogante autoreferenzialità, di pavidità, di incosistenza e ininfluenza.
    (Salvando ovviamente singole eccezioni quali le nostre Ghizzoni e Bastico).
    Senza polemica. Giuro che chiudo qui e non intervengo più.
    Cordialità.

  98. concetta attenzione:

    A questo punto dobbiamo essere più uniti che mai, chi non l’avesse fatto è ancora in tempo per partecipare al ricorso, sperando ancora nel valido supporto dell’on. Ghizzoni che, se ho capito bene,aspetta una risposta per martedì prossimo.

  99. Flavia52 (1) attenzione:

    Concordo in pieno con Vincenzo Linardi.Rimane il dubbio se fare o meno la domanda e soprattutto come. L’unico che puo’ chiarire è l’avvocato Naso.Il problema è: se facciamo la domanda in cartaceo mentre si deve inviare on-line, il provveditorato non la accetterà e quindi non ci spedirà la dichiarazione di non diritto alla pensione in base alla vigente norma. E allora come sarebbe possibile un ricorso al giudice del lavoro?
    Sono perplessa anche sull’opportunità o meno di fare la domanda comunque: i dubbi espressi sul blog i giorni scorsi sono legittimi. E’ chiaro che bisogna fare molta attenzione per non perdere lavoro e pensione. Aspettiamo indicazioni dall’avvocato.
    Flavia Rambelli (Cesena)

  100. Raoul52 attenzione:

    @Vincenzo Linardi
    @TUTTI

    Leggete bene il post di Vincenzo (TUTTO), trascrivo qui la parte conclusiva:

    “Dunque ci sono i presupposti per una rivendicazione attraverso le vie legali. E, ribadisco, è l’unica possibilità concerta di pervenire a una soluzione. E su di essa a mio avviso occorre convergere con ottimismo, serenità e con l’orgoglio di quanto quota 96, i suoi 1200 aderenti e non altri, finora sono riusciti a mettere in atto. Quota 96 esiste; 1200 persone si sentono quotidianamente sostenendosi a vicenda; le istanze legali di numerosi suoi aderenti faranno rumore e creeranno qualche problema al MIUR e al governo. Si potrebbe anche valutare con Naso la possibilità di richiesta di un risarcimento per i danni subiti. ”

    TI QUOTO

  101. cettina attenzione:

    @Tutti,in particolare a Grasso e Diana
    stamattina nella trasmissione “AGORA”RAI.3si è parlato dei precaridella scuola c era Scrima(cisl),Francesca Puglisi(pd),Asciutti(pdl) indovinate chi ha cercato di centrare il nostro problema(MATURAZIONE REQUISITO COMPARTO SCUOLA) il sen.Asciutti del pdl ,la PUGLISI del pd.invece di ampliare il problema lo ha squasi stoppato. Mi chiedo se veramente ci sia ancora ancora alcuna speranza.

  102. lino attenzione:

    @ tutti. ieri sera a linea notte gentiloni (pd) hadetto che il pd appoggia il governo incondizionatamente per cui la via politica non portera’ a nulla.dispiace per l’on ghizzoni e la sen bastico che si sono e si stanno adoperando in modo encomiabile e alle quali va tutto il nostro rispetto e ringraziamento.ho alcuni quesiti di interesse generale da porre. puo’ l’avv. naso in modo semplice spiegare bene quali documenti occorrono per il ricorso perche’ sinceramente non ci capisco nulla da roaul 52 requisiti scuola. siamo sparsi per tutta italia e ciascuno di noi (almeno io) non sa a che tar rivolgersi. i sigg grasso e linardi, persone veramente squisite, possono aiutarci in cio’.ancora, poiche’ e’ stato costituito il comitato 96 con valore legale perche’ questo comitato non invia copia delle interrogazioni formulate in maniera esemplare dalle onorevoli ai presidenti di camera e senato minacciando anche il ricorso alla corte di giustizia europea (nel caso sia possibile).ancora, secondo me non e’ possibile frazionare un diritto in due (la quota 96 interessava gli anni 2011 e 2012), la riforma sarebbe dovuta partire dal 2013. ancora, poiche’ il ministro fornero ha disatteso un ordine del giorno della camera e’ forse possibile inchiodarla alle sue responsabilita’. l’avv. naso farebbe cosa encomiabile se rispondesse a questi quesiti.rinnovo ancora l’invito a spiegarci bene in modo semplice come fare ricorso perche’ penso che come me siano moltissimi che non sanno come fare. ringrazio e saluto tutti, se tutto andra’ a buon fine ci ritroveremo tutti per conoscerci e festeggiare.

  103. cettina attenzione:

    @Tutti,in particolare a Grasso e Diana
    stamattina nella trasmissione “AGORA”RAI.3si è parlato dei precaridella scuola c era Scrima(cisl),Francesca Puglisi(pd),Asciutti(pdl) indovinate chi ha cercato di centrare il nostro problema(MATURAZIONE REQUISITO COMPARTO SCUOLA) il sen.Asciutti del pdl ,la PUGLISI del pd.invece di ampliare il problema lo ha squasi stoppato. Mi chiedo se veramente ci sia ancora ancora alcuna speranza. Mi auguro che l on. Bastico percepisca l indifferenza che aleggia verso il nostro problemae che affronti la situazione in prima e unica persona poichè è la sola idonea a farlo.

  104. Giovanni Citterio attenzione:

    LETTERA DI UN MARATONETA STANCO

    Sono un nonno nato nel marzo del 1952. Insegno in un Istituto della provincia di Lecco, tra poco farò 60 anni e con il sistema delle “quote” sarei andato in pensione il 01/09/2012.
    Ora, con la riforma “Salva Italia”, potrò andarci solo il 01/09/ 2018.
    Da sette (7) mesi a settantanove (79) mesi. Il 1200 % . Possibile ???
    Non solo possibile, ma legge dello Stato.
    Mi sento come un maratoneta al quale, ad un km dal traguardo, viene ordinato di fare altri sei (6) km. Questa è equità? Questa è giustizia?
    Mi dicono, anche, che dovrei essere orgoglioso di contribuire al salvataggio dell’economia Nazionale ed Europea ma mi sento più simile ad un limone spremuto che deve dare altro succo.
    Chi mi tutela? Con chi me la prendo? Due ore di sciopero generale non hanno cambiato nulla.
    Corri, corri. Devo correre per altri 6 km e stare zitto.
    Adeguarsi all’Europa in tutto tranne che nello stipendio: bloccato. Nel contratto di lavoro: saltato.
    Fornero piange, io devo piangere correndo .

    Un maratoneta stanco.

    Monticello B.za. 10/02/2012.

    Giovanni Citterio .
    I.I.S. Alessandro Greppi
    Monticello Bza .
    Lecco.

  105. Manuela Ghizzoni attenzione:

    @Cettina
    SOno alla Camera quindi non mi è possibile guardare la TV. Non metto in dubbio il tuo resocondo tuttavia non posso non rilevare che Francesca Puglisi, responsabile scuola PD, ha da sempre sostenuto il nostro emendamento ed è stata parte attiva per arrivare a scontrarsi su questo punto con il Governo, mentre il sen. Asciutti è componente di quel partito responsabile non solo di avere condotto il Paese nella drammatica situazione in cui ci troviamo (e cioè di avere portato il debito pubblico al 124% senza poliche espansive! Un vero “miracolo”, di cui troppo spesso ci si dimentica) ma anche di avere affossato il nostro emendamento durante il voto in Senato. Si ricoda sempre, su questo blog, l’astensione della sen. Incostante (peraltro ininfluente sull’esito finale), ma si tace sulle precisce scelte di PDL, UdC, Responsabili, Lega… Asciutti ha “centrato” il problema? Aggiungo io: “a parole” evidentemente. Mentre abbiamo bisogno di fatti e su tutta questa vicenda mi pare che di fatti ne abbiamo prodotti solo noi.

  106. laura stefania attenzione:

    Cettina ed altri, per favore, leggete le parole di Vincenzo estrapolate da Raoul: per il momento smettiamo di sperare nella politica, le vie legali sono l’unica soluzione! D’altra parte è giusto e proficuo tentare tutte le strade:la mia collega ha scritto ieri alla responsabile di zona del PD, organizzeremo qualcosa di sicuro. Penso però che ora sia arrivato il momento dell’avvocato, coraggio e che sarà mai! Mi permetto di sollecitare i bravi Vincenzo e Carlo B ( senza togliere nulla a tutti noi) a inviare i documenti all’avv. e a collaborare maggiormente con Giuseppe, mi sembra ne abbia bisogno.Grazie di cuore,anche se la causa è comune

  107. Rosi attenzione:

    @Giuseppe Grasso
    Credo che l’idea di scrivere a Napolitano come capo dello stato sollecitata da tanti sia veramente da tenere in considerazione, ti chiedo come presidente del comitato Quota 96 e rappresentante ufficiale di 1200 cittadini se puoi provvedere. Non credo ti mancheranno le parole più adeguate, incisive,determinanti per un appello che ritengo a questo punto necessario. io ho scritto a Monti diversi giorni fa ma fino ad ora non ho avuto risposta
    Ti ringrazio
    Rosi

  108. Michelina 52 Firenze attenzione:

    Per Patrizia

    Appena avremo il numero dei ricorrenti di Firenze e Provincia,
    vedremo di scambiarci i nostri recapiti telefonici, e dopo vederci.
    Attendiamo dall’avv. Naso notizie sul come muoversi per la domanda
    di cessazione dal servizio e….. incrociamo le dita!

  109. Michelina 52 Firenze attenzione:

    Per Cettina

    Ha perfettamente ragione la Ghizzoni: il sen. Asciutti ed il partito che
    rappresenta hanno votato compatti contro di noi, insieme alla lega Nord
    E’ facile poi parlare a titolo personale in TV, senza che ci siano impegni di
    partito. In ogni caso ben vengano, se sono favorevoli alle ns richieste!
    E’ quello che avremmo voluto accadesse tanto tempo fà.
    Credo sia oltremodo sterile e controproducente issare bandiere in questa
    fase: io so soltanto che l’on. Ghizzoni e la sen. Bastico si sono interessati
    al nostro dramma, a cui si è affiancato il PD e l’IDV.
    Questi sono i fatti, e spero da ora in avanti si parli soltanto degli
    aspetti legali della controversia, in attesa della risposta della min. Fornero all’on. Ghizzoni.
    Torno a ripetere: inviate la documentazione prima possibile all’avv. Naso.
    Grazie

  110. cettina attenzione:

    @ on.MANUELA GHIZZONI
    non ho mai dubitato della condivisione da parte sua per il nostro problema,le sono grata infinitamente,seguo di continuo il suo sito e quello della sen.Bastico,passo da uno all altro con frenesia,quasi con dipendenza anche x sono costretta a casa xun incidente che probabilmente(spero dino) mi impedirà di ritornare a fare l insegnante proprio quando ero sul punto di tagliare il traguardo.Condivido pienamente con lei a proposito del sen,Asciutti e della combriccola (così io li chiamo)che ci ha portato sull orlo del baratro.Volevo solo incitarla a portare avanti la nostra causa in prima persona e non dare più deleghe ad altre persone visto l esito che ha prodotto Cera.Le rinnovo la mia stima.

  111. Raoul52 attenzione:

    @Lino
    @Tutti
    CARO Lino, che cosa non capisci… SPIEGATI …ma hai letto???
    —————————————————————————
    Istruzioni operative per Contenzioso +allegati

    ISTRUZIONI OPERATIVE PER L’AVVIO DELLA PRIMA FASE DEL CONTENZIOSO

    Tenuto conto anche dei tempi brevi per organizzare tutto il lavoro Le indico la documentazione che ogni persona interessata dovrà farmi pervenire presso il mio studio per l’adesione ai ricorsi:

    1) modello privacy (in allegato compilare in modo chiaro e leggibile e sottoscrivere – );

    privacy-ricorso

    2) copia di un documento di riconoscimento;
    3) mandalo alle liti in allegato (per l’eventuale ricorso al TAR avverso la circolare del M.I.U.R. applicativa della normativa sui pensionamenti);

    modello-delega-per-ricorso1

    4) mandato alle liti in allegato (ricorso al Tribunale Lavoro avverso il provvedimento di diniego comunicato dall’Ufficio territorialmente per ogni ricorrente);

    delega-per-ricorso-fuori-sede

    5) Dichiarazione ensenzione contributo unificato ( oggi i ricorsi in materia lavoro sono soggetti a tassazione, è possibile essere esentati nel caso in cui il reddito è inferiore ad e 31.884,48);

    dichiarazione-esezione

    6) Copia decreto di ricostruzione di carriera o altro documento dal quale risulta la reale anzianità di servizio, può essere prodotta anche un’autocertificazione;

    Dichiarazione dei servizi

    7) Fondo spese per € 100,00 da effettuarsi con bonifico bancario:

    dati-bancari-avv-naso

    (allegare copia della ricevuta – si tratta di un acconto quale pre-adesione alle procedure giudiziali che verranno avviate).

    I documenti dovranno essere inviati unicamente per posta presso il mio studio indicando all’esterno della busta di spedizione la seguente dicitura: “documentazione ricorso Quota 96″ e trasmessi al seguente indirizzo: Avv. Domenico Naso Salita di San Nicola da Tolentino 1/b – 00187 Roma .

    N.B.
    Con la pubblicazione della Circolare interpretativa dal parte del M.I.U.R. in relazione alle disposizioni introdotte con il D.L. n. 201/2011 convertito con la legge n. 214/2011, verranno inviate le ulteriori istruzioni operative.

    Per ogni ulteriore chiarimento Vi invito a trasmettere una e-mail al seguente indirizzo di posta elettronica:

    avv.domeniconaso@gmail.com

    Cordialmente
    Avv. Domenico Naso
    ———————————————————————————
    Lino…dovresti quanto meno aprire gli allegati e LEGGERLI!!! poi se hai dei dubbi, puoi fare le opportune domande e troverai sempre qualcuno che ti RISPONDERA’.
    Forza

  112. GIOVANNI e teresa 1952 attenzione:

    I resoconti di ieri su giornali di oggi in merito alla trattativa in corso sulla riforma del lavoro parlano di uno scontro ad alto livello tra le forze sociali ed il Ministro Fornero. L’arroganza di questo Ministro non ha piu’ limiti, da esperta di Pensioni (con quali risultati sotto gli occhi di tutti) ora è diventata esperta di Lavoro: La prof. sà tutto, comando e decido io; altro che sig. Tacher! questa è il braccio operativo e strategico di Monti; parte rullo compressore , sorride con quella faccia da ebete, ci impone la sua scaletta e ci obbliga a dire prendere o lasciare; in altro mio Post avevo valutato questi comportamenti autoritari e quindi da dittatore , avevo concluso AD UNA COMUNICAZIONE A bERSANI,MANDIAMO VIA LA FORNERO prima che sia troppo tardi;, i fatti mi stanno dando ragione.La Signora non sa cosa è l’umanità, l’umiltà e la bontà; non ci sono spazi di trattativa ed allora un invito a tutti di scrivere ai politici che sostengono questo GOVERNO MANDATE VIA LA FORNERO.
    @GHIZZONI PER I LAVORI IN COMMISSIONE NON E’ POSSIBILE RICHIEDERE CHE IL DIBATTITO SIA IN FORMA PUBBLICA TELEVISIVA,tipo SKY? COME GIA IN ALTRE OCCASIONI
    Dopo la risposta all’interrogazione dovrà valutarsi la necessità di presentare insieme agli altri gruppi parlamentari, in primis il PD un disegno di legge finalizzato al problema della scuola.
    @ GRASSO: CONTINUIAMO a scrivere, a tenere vivo il problema CON QUALSIASI MEZZO, non rilassarci ma con un solo ed unico obbiettivo quota 96 31 AGOSTO 2012.
    Sollecitiamo infine tutti gli aderenti a partecipare all’azione legale, perchè
    l’unione fa forza, non c’è piu’ tempo per pensare ma ad agire.

  113. vincenzo52 attenzione:

    @ Linardi
    @ Raul
    @ Grasso
    @ Tutti

    A questo punto aspettiamo le indicazioni relative al ricorso da parte dell’Avv. Naso e, speriamo, giungano in fretta.
    Ringrazio gli “addetti ai lavori” e, particolarmente, ringrazio l’Onorevole M. Ghizzoni per la sua ospitalità e per la sua costante “presenza”.

  114. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Tutti: COMUNICAZIONE DI SERVIZIO

    Sono in sala prof e non ho molto tempo.
    Ho fissato per venerdì alle ore 17.00 dall’avvocato Naso una riunione straordinaria del Direttivo in merito alle decisioni da prendere per la domanda.
    Tutti i membri romani del Direttivo sono pregati di aderire alla riunione che riveste importanza capitale. Ho spedito anche la lettera di Linardi e il sotterfugio trovato da Zoia per forzare le istanze on line.
    Manteniamo la calma perché mi sono attivato subito per fronteggiare, pacatamente, la nostra situazione. La circolare scade il 30 marzo.
    Buona giornata a tutti e grazie della collaborazione.

  115. cettina attenzione:

    Visto che nessuno ha mai parlato e reso visibile il problema del personale della scuola mi chiedo perchè l on. Puglisi non ha colto la palla al balzo quando il senatore del pdl Asciutti ha accennato in modo timido alla questione che ci riguarda.Mi riferisco alla trasmissione AGORA”viva la scuola”oggi14-3-2012

  116. Maria1952 attenzione:

    @cettina
    Resta il fatto che anche il PDL per bocca di Asciutti (PDL) abbia parlato a favore e la cosa è positiva.Come è positiva l’interrogazione fatta da Cera
    (UDC),così ora abbiamo dalla nostra parte tutti e tre i partiti di maggioranza a favore del nostro problema.Dobbiamo avere pazienza e qualcosa si muoverà,bisogna solo convincere la Fornero che è un diritto e non una concessione e l’impianto della riforma non verrà minimamente intaccato.Basta un solo un piccolissimo comma da aggiungere alla legge già in atto “per la scuola si intende 31/8/2012″.

  117. Filomena attenzione:

    ma corrisponde ad esatta interpretazione quanto scritto nella scheda riassuntiva sui pensionamenti predisposta dalla UIL che per una donna della scuola per andare in pensione nel 2013 occorre aver compiuto il requisito ( 40 anni,8 mesi e 16 giorni ) entro il 31 agosto 2012??? non più entro il 31 dicembre 2012?

  118. Ermanno attenzione:

    Concordo pienamente con quanto detto sopra dall’amico Vincenzo Linardi.
    Un grazie particolare per avermi ricordato di Turigliatto e Rossi “il gatto e la volpe” , bisogna ricordarlo per vincere è necessario stare uniti.

  119. donata attenzione:

    @ giuseppe grasso
    @Tutti
    Stamani l’ufficio di segreteria della mia scuola mi ha detto che, come per l’anno 2011, la domanda dovrà eesere presentata sia on-line che in cartaceo, non so se questa informazione sia utile.Anche altri hanno riscontro di tale affermazione?

  120. VincenzoLinardi attenzione:

    @ Tutti
    Se non ho capito male, l’avvocato si è impegnato a fornire uno schema di domanda che escluda il rischio di interpretazioni arbitrarie da parte del MIUR (pensionamento col puro contributivo o dimissioni) e crei le premesse per la successiva azione legale individuale. Mi immagino una indicazione del tipo “se entro trenta gironi dalla data odierna la presente istanza non riceverà risposta, la stessa si intenderà accettata”.
    Pertanto suggerirei di muoverci solo dopo le istruzioni che presumo a breve l’avvocato Naso ci farà pervenire.

  121. nico attenzione:

    Da molto tempo vado dicendo che l’unica strada possibile è : adire le vie legali con forza e professionalità.Tutti abbiamo capito il ruolo marginale in cui sono relegati,parti sociali ,parlamento (che con lo strappo istituzionale di cui parla la nostra la stimata on .Ghizzoni è meglio defirnirlo parlatorio) ecc.
    I giornali, la stampa (sul cui utilizzo ritornerò), le lettere a destra e a manca non servono a nulla, al pari delle nostre lamentele e piagnistei.
    L’azione legale, ancorchè fodata su labili motivazioni, deve essere perseguita con forza per due importanti motivazioni ( la 2) piu’ della 1):
    1) ovvia speranza di aver ragione, anche se a distanza di tempo.
    2) nelle more di un pronunciamento della magistratura, il solo dubbio che la iena flentem , ritornata ridens ,possa vedere adombrata la sua onniscienza da autorevoli pareri giurisprudenziali( questi si ,devono essere portati su tutte le pagine dei giornali) la induca per questioni di opportunità e per evitare un effetto domino di altre categorie,a porre rimedio ,magari in sordina. Vi assicuro che i presuntuosi,e,io lo sono, farebbero di tutto per evitare il rischio di essere smentiti.
    Vi saluto cordialmente.Nicola.

  122. marina attenzione:

    Ho trasmesso la documentazione all’avvocato Naso.

  123. Giovanni attenzione:

    La circolare sui pensionamenti contiene errori ,vedi ultima riga in basso a destra.Credo che un Giudice del lavoro impugnerà il tutto con sentenza 90 giorni.

  124. patrizia attenzione:

    per quanto riguarda la richiesta di risarcimento danni menzionato da Vincenzo Linardi, potrebbe essere inclusa in essa anche la mancata partecipazione al concorso per dirigente, partecipazione che è stata certamente inficiata dalla brevità della carriera che ancora ci rimaneva da compiere al momento del bando di concorso, ma che poteva senz’altro essere presa in considerazione vista la prospettiva di ulteriori 6 anni di servizio!!!! Cosa ne dite?

  125. rosetta cappellari attenzione:

    Ieri sera ho scritto al giornalista Telese e al sindacato GILDA di Venezia. Purtroppo io non ho il dono della parola scritta che appartiene, come ho potuto più volte leggere e constatare, a Giuseppe Grasso e a molti di voi, cari colleghi. Avrei bisogno, se qualcuno me li può fornire tramite questo blog, di altri indirizzi di posta elettronica, riferiti ai ministri tutt’ora al governo e, magari, anche al presidente Napolitano. Vorrei esporre anche a loro il mio (e nostro) problema. Grazie di cuore a quanti si spendono quotidianamente per la nostra causa.

  126. Giorgio L attenzione:

    @Filomena
    L’interpretazione della UILscuola è corretta (e si rifersice al pensionamento dal 1/9/2012).
    Infatti per una donna, con la riforma Fornero, al fine di accedere al pensionamento anticipato, occorre aver 41 anni e 1 mese entro il 2012 e 41 anni e 2 mesi dal 2013 (requisiti maturabili entro il 31 dicembre dell’anno di riferimento).
    Quindi potrà andare in pensionamento anticipato (secondo la riforma Fornero) dal 1/9/2012 una donna che al 31 agosto 2012 abbia almeno 40 anni, 8 mesi e 16 giorni di anzianità contributiva in quanto al 31 dicembre dello stesso anno (cioè dopo ulteriori 4 mesi) avrebbe 41 anni e 1 mese di contribuzione (i 16 gg corrispondono a 1 mese). Così potrà andare in pensionamento anticipato dal 1/9/2013 una donna che al 31 agosto del medesimo anno abbia 40 anni 9 mesi e 16 giorni di contribuzione (che sommati ai 4 mesi mancanti alla fine dell’anno 2013 fanno proprio 41 anni e 2 mesi, in quanto 16 gg corrispondono a 1 mese).

  127. FLORA attenzione:

    @ raul
    per aderire solo al ricorso al TAR devo inviare il documento in cui eleggo il domicilio nello studio dell’avv. Naso? Per aderire al ricorso al giudice del lavoro invece aggiungo anche l’altro in cui non è espresso il domicilio dello studio? Sono ancora indecisa tra le due possibilità e non mi vorrei sbagliare! Grazie

  128. rita attenzione:

    @ Zoia @Grasso
    Il sotterfugio per forzare le istanze online proposto da Zoia non può essere ritenuto l’unico modo di produrre la domanda perchè non tutti a quella data, come me, raggiungono la quota.
    Pertanto l’avv. Naso ne dovrà tener conto.

  129. massimo bolognesi firenze 1952 attenzione:

    visto che è uscita l’ordinanza spero che a breve ci direte come dobbiamo comportarci, forza 1952||||||||||||

  130. filomena attenzione:

    @ giorgio l
    Appunto! maturabili entro il 31 dicembre dell’anno di riferimento non il 31 agosto
    Altrimenti ai 41 anni e…si aggiungono altri 4 mesi!

  131. cettina attenzione:

    Gentilissima On.Manuela Ghizzoni
    potrbbe chiarire i dubbi di Giorgio l. e di Laura e Stefania
    riguardo all interpretazione della circolare sulla cessazione del servizio del personale del comparto scuola?so che è molto impegnata ,ma un secondo potrebbe concedercelo? con affetto.

  132. patrizia attenzione:

    scusate, errore di concordanza:…… la richiesta di risarcimento danni ” menzionata ” da Vincenzo Linardi…….
    Colgo l’occasione per un grande grazie a tutti coloro che operano in modo lucido, preciso e generoso nell’interesse di tutti!!!

  133. cettina attenzione:

    @Tutti
    la ministra fornero (alias maria stuarda inamidata,maestrina e professoressa del c.)ha capito benissimo il problema il nostro problema, solo che ,come dice Paolo Griseri (REPUBBLICA)lei ,detta anche vandemort,,é abituata a sistemare gli interlocutori in ordine decrescente a seconda del merito

  134. cosetta52 attenzione:

    @ Gorgio L
    Nel 2013 per poter andare in pensione ci vogliono 41 anni e 5 mesi ( 3 mesi in più per l’ aspettativa di vita) ,quindi i tuoi conti non tornano.

  135. Labò attenzione:

    @Patrizia
    @Linardi
    Allego la mail inviata all’avv. Naso e la sua risposta:

    No non ritengo che ci possa essere questa previsione di recupero dei danni.
    Cordiali saluti
    Domenico Naso

    Il giorno 09 marzo 2012 18:05, Laura B ha scritto:

    Spett. Avvocato,
    sono un’insegnante che al 31 agosto prossimo avrà 60 anni d’età e 40 di contributi.
    Sto preparando le carte per i ricorsi ma vorrei una sua cortese risposta.
    Temo che le vie legali necessitino di tempi tipicamente italiani e, probabilmente, al momento della sentenza, mi auguro positiva per noi, sarò in pensione.
    Per questo le chiedo:in caso di esito positivo, ci verranno riconosciuti dei danni morali e materiali (tempo, denaro, stress, tensioni familiari e altro) oppure “chi ha avuto ha avuto ….” con quel che segue?
    Rimango in attesa di un suo cortese riscontro e le auguro un buon fine settimana.
    Laura B

  136. cettina attenzione:

    @laura e stefania
    a questo punto credo solo nella vecchia politica ,quella vera, che solo la Ghizzoni può portare avanti,per una causa più che giusta,vista la disparità di trattamento tra pubblico e privato, Ma c è ancora l art.3 della costituzione o berlusca se l è mangiato

  137. Giuseppe Grasso attenzione:

    Ultima trouvaille della Fornero e di Monti: fosse la volta buona?

    Allego il tutto virgolettando:

    “Pensioni 2012: si potrà uscire dal lavoro quattro anni prima con riforma Lavoro Fornero-Monti

    “Nuovi fondi per andare in pensione prima: la proposta Fornero”

    “Nuovi fondi per incentivare l’esodo dei lavoratori anziani e un nuovo contributo di licenziamento: queste le principali novità contenute nel documento di 14 pagine che il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, ha inviato alle associazioni sindacali e imprenditoriali.

    La proposta Fornero riguardo al primo punto sui nuovi fondi prevede la possibilità da parte delle aziende di stipulare accordi con i sindacati per favorire i prepensionamenti. Ai nuovi fondi potranno accedere i lavoratori che raggiungano i requisiti di pensionamento nei successivi quattro anni, andando, dunque, in pensione in realtà quattro anni prima.

    Le aziende dovranno versare mensilmente all’Inps la provvista per la prestazione e per la contribuzione figurativa e disporre di una fideiussione bancaria. Le domande per mandare in pensione anticipata i lavoratori dovranno essere presentate allo stesso Inps che verificherà la sussistenza dei requisiti. La prestazione sarà di importo pari al trattamento di pensione che spetterebbe in base alle regole vigenti”.

    Altra novità prevista dal ministro Fornero è l’istituzione obbligatoria di un fondo di solidarietà per tutti i settori e tutte le imprese sopra i 15 dipendenti non coperte dalla cassa integrazione. Anche questi fondi saranno creati con accordi tra sindacati e imprese. Resta alta comunque la tensione tra governo e sindacati sulla riforma del mercato del lavoro.

    Dopo i commenti negativi delle parti sociali sul tema degli ammortizzatori sociali, lo scontro si è acuito fino ad assumere i toni della sfida. Ma il governo, ha detto il ministro Fornero, non metterà a disposizione ‘una paccata di miliardi’ per finanziare gli ammortizzatori sociali se il sindacato dice no alla riforma complessiva”.

    Ecco qui. Ovviamente: “relata refero”…

  138. Grazia Carrà attenzione:

    @TUTTI IMPORTANTE

    sono Grazia Carrà di Torino, da tanto non scrivo ma seguo assiduamente e ho pronti i documenti per Naso ma volevo attendere, come mi avevano consigliato alla CISL, di aspettare fino all’uscita della normativa sul pensionamento.

    In merito a quanto scrive Giorgio L, subito prima di me, informatevi anche voi, perchè la signora che mi segue alla CISL sostiene che da due anni l’INPDAP, non, ripeto, NON accetta più per il computo i frammenti di giorni, e i 16 giorni che una volta contavano come un mese adesso non contano più nulla, per fare un mese,in buona sostanza, ci vuole un mese intero.

    ALTRA COSA IMPORTANTE PER GLI INSEGNANTI DI TORINO.

    Alla CISL l’avvocato del sindacato si sta attivando per avviare un ricorso simile a quello che faremo con Naso, e io intendo farli tutti e due.
    Chi fosse interessato a capire meglio, perchè ovviamente l’avvocato si muove solo se c’è un congruo numero di persone del 52, scriva al seguente indirizzo

    segreteria@cislscuolatorino.it

    all’attenzione della Signora Ferretti, indicando come oggetto il ricorso.

    Così vediamo come intendono muoversi e noi di Torino ci possiamo organizzare, perchè da quanto ho capito i due ricorsi (Naso e CISL ) si possono fare entrambi.

    Coraggio, andiamo avanti

  139. cettina attenzione:

    @ giorgio L
    dove hai letto queste interpretazioni della circolare del miur? é una tua interpretazione?

  140. Apollonia 52 attenzione:

    Condivido il parere di Nico non perdiamo altro tempo !!!! Agiamo legalmente senza dare piu’ tempo alla ……. di escogitare chissa’ quale altra macchiavellica ingiustizia!!!!RICORSOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!

  141. cettina attenzione:

    @ Maria
    Beata te che trovi positivi riscontri ,io vedo tutto nero,il pdl conil tunnel della gelmini ci ha affossato completamente, una volta per i diritti acquisiti non si doveva disperare ,oggi siamo tornati alle calende greche e non abbiamo più nessuna sicurezza

  142. mimma52 attenzione:

    @TUTTI

    Estratto dalla Circolare Ministeriale (file pdf scaricato: cm23_12.pdf) appena uscita, “Trattamento di quiescenza – Indicazioni operative.”

    “Da quest’anno le domande di pensione devono essere inviate direttamente all’Ente Previdenziale, attraverso le seguenti modalità:
    1) Compilazione della domanda attraverso l’assistenza gratuita del Patronato;
    2) Compilazione della domanda on-line accedendo al sito dell’Istituto, previa registrazione.
    Tali modalità saranno le uniche ritenute valide ai fini dell’accesso alla prestazione pensionistica.
    La trasmissione telematica delle domande è già disponibile per coloro che si avvarranno dell’assistenza dei patronati, mentre la modalità di compilazione on-line a cura dei singoli interessati sarà disponibile nell’apposita sezione del sito (www.inpdap.gov.it) a partire dal 2 maggio 2012.”

    COME AVETE INTERPRETATO l’ultima parte, in particolare la data del 2 maggio 2012?

    Mi sembra che ci sia ambiguità, dal momento che la compilazione della domanda on-line sul sito del MIUR (Istanze on line) è contestuale all’inoltro. Cosa c’entra il riferimento al sito dell’INPDAP?

    Cosa ne pensate?

    Grazie

  143. CARMEN DALMONTE attenzione:

    ieri ho spedito tutto il cartaceo all’avv. naso.
    Attendo, come molti, istruzioni sulla compilazione o meno della domanda di….
    Saluti a tutti
    carmen

  144. Giovanni attenzione:

    Il ministro per la pubblica amministrazione e la sempli. dice nella circolare:per il personale della scuola,rimane la vigenza di cessazione dal servizio stabiliti in relazione all’inizio dell’anno scolastico ecc.. Il suo collega ministro miur scrive:cessazioni dal servizio requisiti 31/12/2011.Il giudice del Lavoro vedrà che le due circolari si contraddicono.Povera Italia in che mani siamo…….

  145. brunella attenzione:

    A proposito di risarcimento danni:
    io sto pagando molto profumatamente,come credo altri, un riscatto di un anno e mezzo, che non avrei chiesto es avessi saputo che sarebbe stato inutile,vista la soppressione del sistema delle quote( infatti mi serviva per raggiungere i requisiti contributivi entro il 2012!). Chi me li restituirà?

  146. Michela Biondi attenzione:

    Carissimi ringrazio tutti quelli che si prodigano per la riuscita di questo ricorso, io ho già inviato la documentazione all’avvocato Naso e attendo delucidazioni per le prossime mosse; per avere chiarimenti devo visitare questo Blog o riceverò informazioni attraverso la mia mail?
    Grazie ancora e cari saluti Michela Biondi

  147. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Vincenzo Linardi: l’ipocrisia della circolare…

    Caro amico di ventura nonché acuto lettore del sito, venerdì ho già fissato l’appuntamento del Direttivo con l’avvocato Naso e penso proprio che ci farà trovare una bozza di domanda comune a tutti, recante, credo io, una formula del tipo di quella recitata da te qui. Sta studiando la circolare e il nostro caso, quindi è presumibile che abbia affrontato tutti i quesiti, compreso il tuo di stamattina ( o di ieri non ricordo), che gli ho mandato via mail e prospettato.
    Ho insistito anche perché verificasse un’altra cosa su cui ora mi diffondo più distesamente e che mi frullava in mente da ieri, cosa confortata da Antonio Pane.
    Ho fatto presente a Naso, e spero che tu possa confortarmi nell’esegesi della circolare suddetta, che non si parla “ipocritamente” del nostro caso pur sapendo che coloro i quali potevano andare in pensione entro dicembre 2011 (sia chiaro a tutti), in realtà già ci sono andati dal 1 settembre 2011. Faccio un esempio: una collega di Messina ha compiuto gli anni il 2 ottobre ma è andata in pensione dal 1 di settembre 2011.
    Che voglio dire con questo? Che non si è trattato solo di una dimenticanza nella riforma Fornero verso il comparto scuola ma di una perseveranza, se così posso dire, che ci impedisce, ingiustamente, una strada la cui maturazione è iniziata per noi, come tu stesso hai rimarcato, il1 settembre 2011, quando cioè le ultime regole in vigore erano quelle di Damiano modificate dal decreto ferragostano di Berlusconi, ovvero dal rinvio di un anno al pensionamento.
    Sic stantibus rebus, noi avremmo un margine in più di motivazione avverso la circolare ministeriale, motivazione che deve essere smascherata da Naso e rigorosamente messa in risalto dalle pagine che andrà a compilare in nostra difesa. Bisogna che l’avvocato metta a nudo questa incongruenza che si parla di persone già in pensione e non si accenna minimamente ai pensionandi… se non con le regole della Fornero. Mi sembra che questo fatto minimo in apparenza rivesta un valore enorme ai fini dell’individuazione del nostro caso e di una naturale riparazione dello stesso.
    Spero di essere stato chiaro e di aver apportato un altro elemento utile di riflessione.
    Che ne dici? Sbaglio o ciò potrebbe essere un vizio di forma? Forse ho scoperto l’acqua calda ma Naso ha detto che ci avrebbe meditato su e poi venerdì avrebbe parlato con tutti noi del Direttivo.

  148. Raoul52 attenzione:

    @Flora
    Per il TAR, va bene il domicilio-studio dell’avv. Naso, mentre per il g.d. Lavoro lascia in bianco (non mettere nessun domicilio). PRIMA FAI/FACCIAMO TUTTI RICORSO AL TAR.
    ps. se 6 indecisa per quanto riguarda il ricorso g.d.Lavoro, puoi sempre farlo in un secondo momento.
    Ok

  149. Agnese Chiara Farigu attenzione:

    @ Per Giuseppe Grasso,

    è uscita la circolare, e CVD, noi del 1952 non abbiamo i requisiti, SIAMO ESCLUSI. Allora cosa aspettiamo? Quando ci verranno fornite le indicazioni per compilare la domanda? Attendo una risposta precisa per me e per tutti coloro che che credono nel ricorso ed hanno già inviato la documentazione all’avvocato….E GLI ALTRI CHE ASPETTANO?
    PIU’ SIAMO E MEGLIO E’….

  150. Grazia Carrà attenzione:

    @ TUTTI,

    Scusate, mi vergogno a chiederlo, ma ricordo bene che è stato detto che per inviare i documenti all’avocato Naso c’è tempo fino al giorno della scadenza della domanda di pensione, ovvero il 30 marzo?

    Qualcuno me lo può confermare, per cortesia?
    Grazie.
    Grazia Carrà

  151. Giorgio L attenzione:

    @cosetta52
    Vero, i miei conti (e la Uil scuola in ciò non sbaglia) sono validi solo per il 2012 (40 anni, 8 mesi e 16 gg entro il 31 agosto 2012 ovvero 41 anni e 1 mese al 31/12/2012).
    Per l’esempio relativo al 2013 mi ero dimenticato dei tre mesi in più che entrano in ballo per l’aspettativa di vita aumentata (sic!), che portano a 41 anni e 5 mesi la quota di anzianità necessaria in quell’anno (da conseguire entro il 31/12/2013).
    Quindi, per potersi pensionare dal 1/9/2013 immediatamente successivo, a una donna occorreranno almeno 41 anni, 0 mesi e 16 giorni maturati entro il 31/08/2013.
    Nel caso in cui una lavoratrice della scuola dovesse maturare solo la cifra intera di 41 anni entro il 31 agosto 2013 (senza giorni residui o anche solo 15 gg), ciò non le basterebbe e la poveretta dovrebbe aspettare l’anno successivo (01/09/2014), in quanto al 31/12/2013 avrebbe 41 anni e 4 mesi e, al limite, 15 gg, valori insufficiente a quel punto. Un altro degli effetti perversi di questa riforma.
    Per un uomo, addirittura, tutto slittato di un ulteriore anno. Almeno così mi sembra di capire.

  152. rosanna attenzione:

    Vi seguo da gennaio, mi sono iscritta e domani spedirò tutto all’avvocato.

  153. Eliana di Macerata attenzione:

    Questo pomeriggio, nella sala insegnanti dell’ I.T.A.S. “M. Ricci” di Macerata, ci siamo dati appuntamento in 6, cinque insegnanti ed una assistente amministrativa, confluenti da tre scuole, per compilare la documentazione per il ricorso, che spediremo domani all’avvocato Naso.
    Anche noi siamo convinti che non ci sia più tempo per pensare, ma occorra agire, ed invitiamo i colleghi a fare altrettanto. Dopo SI SENTIRANNO MEGLIO.
    Vi saluto cordialmente

  154. Giorgio L attenzione:

    @cettina
    Sul sito della UIL-scuola: http://www.uil.it/uilscuola nella scheda di dettaglio dell’articolo sulla circolare per i prossimi pensionamenti.

  155. Renato O attenzione:

    Ho un dubbio in merito alla C.M. 23

    Chi matura i requisiti al 31-12-2011 va in pensione dal 1° settembre 2012
    Chi matura i requisiti al 31-12-2012 va in pensione dal 1° settembre 2012

    Come mai c’è questa sovrapposizione di anni solari e di anni scolastici?

  156. Michelangelo Fiorito attenzione:

    Per rosetta cappellari

    Vai sul sito http://www.camera.it ci sono le Email di tutti i nostri parlamentari.
    Io ho scritto diverse Email a oltre duecento parlamentari, ma solo tre vaghe risposte.

  157. Michelangelo Fiorito attenzione:

    Per Grazia Carrà

    A me l’ avvocato Nasi mi ha scritto che generalmente non si possono fare due ricorsi per lo stesso problema.
    Sono di Savigliano CN. Mi piacerebbe sentirti lascio il numero del mio cellulare: 3936235380

  158. marcella attenzione:

    @ Grazia Carrà [marzo 14th, 2012 at 3:31 pm ]

    Quanto Ti hanno detto al Sindacato è assolutamente coerente con quel che sapevo dalla Normativa.
    In [ febbraio 16th, 2012 at 4:17 am ] , al fine di chiarire il concetto di quota , scrivevo

    ” … Esempio: 60 anni e 2 mesi di età unitamente a
    35 anni e 10 mesi di anzianità contributiva
    comporta il raggiungimento di Quota 96.
    Ma … non deve mancare un giorno! …”

  159. Silvana 52 attenzione:

    ho visto che una collega si firma Silvana 52,volevo far notare che per evitare confusione dovrebbe aggiungere una sigla,io ho già inviato da unpezzo la documentazione all’avvocato.Da ora Silvana 52 OR

  160. FLORA attenzione:

    @ Raoul52
    Scusa il disturbo, ma se voglio fare solo il ricorso al TAR devo spedire tutti gli allegati ugualmente? anche la delega per ricorso fuori sede?

  161. serafina 52 attenzione:

    Dopo le altre simpatiche uscite della nostra”fornarina” (paccata di miliardi), adesso anche le pensioni doppie (deputato , consigliere regionale) dei vari Capanna,bassolino etc…E a noi neanche quel niente che legittimamente ci tocca…Nessuno si scandalizza, nessuno si indigna?Dobbiamo fare qualcosa di eclatante, qualcosa di grande… Aguzziamo l’ingegno, mettiamo in moto la nostra fantasia! io altri 4 anni non reggo!!!Veramente da casa mi cacciano prima, non mi sopportano più!!!Se avessimo dalla nostra Napolitano, sarebbe fatta! Ora, le sue parole contano, oh se contano! l’unico che potrebbe mettere a tacere la fornarina!

  162. Gianfr52 attenzione:

    …non riesco più ad accedere all’ elenco dei partecipanti/ricorrenti – ho sbagliato qualcosa o è stato secretato?

  163. Angelica 52 attenzione:

    @ Mimma 52

    Anch’io sono rimasta un po’ sconcertata dal fatto che la compilazione delle domande on-line a cura dei singoli interessati sarà disponibile a partire dal 2 maggio 2012. Ma la scadenza delle domande non è fissata al 30 marzo?

  164. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Giovanni

    L’incongruenza tra la circolare della Funzione Pubblica – dove si afferma, all’art. 6, che, per il personale della scuola, rimane la vigenza di cessazione dal servizio stabilita all’inizio dell’anno scolastico – e quella del Miur – secondo cui i requisiti per la cessazione dal servizio devono riferirsi al 31/12/2011 – l’avevo adocchiata e rigirata all’avvocato Naso che, a sua volta, già l’aveva notata come arma da usare al TAR quando impugnerà la circolare n. 23.
    Rimane il dubbio per la modalità con cui effettuare la domanda. L’avvocato ci sta studiando e domani mi dirà qualcosa di più riservandosi di sciogliere la riserva il prossimo venerdì, quando tutto il Direttivo si recherà da lui per parlarne.
    Speriamo trovi una forma giusta per aggirare le istanze on line, anche se sono blindate come la riforma Fornero.
    L’avvocato è lui e quindi non possiamo che affidarci alla sua competenza e sperare in uno stratagemma ad hoc.
    Pazientiamo mentre Naso si spreme le meningi.

  165. Anonimo attenzione:

    Sollecitiamo tutti i sindacati ad attivarsi, così come promesso all’indomani della bocciatura dell’emendamento!

  166. Raoul52 attenzione:

    @Flora
    NO non devi, inoltri all’avv. solo quello per il TAR.

  167. Franco 52 attenzione:

    @Grasso
    ritengo che devi portare all’attenzione dell’avvocato quanto detto da Mimma, perchè all’interno di questo che qui ti incollo vi è una trappola e un’altra grossa contraddizione…

    Estratto dalla Circolare Ministeriale (file pdf scaricato: cm23_12.pdf) appena uscita, “Trattamento di quiescenza – Indicazioni operative.”

    “Da quest’anno le domande di pensione devono essere inviate direttamente all’Ente Previdenziale, attraverso le seguenti modalità:
    1) Compilazione della domanda attraverso l’assistenza gratuita del Patronato;
    2) Compilazione della domanda on-line accedendo al sito dell’Istituto, previa registrazione.
    Tali modalità saranno le uniche ritenute valide ai fini dell’accesso alla prestazione pensionistica.
    La trasmissione telematica delle domande è già disponibile per coloro che si avvarranno dell’assistenza dei patronati, mentre la modalità di compilazione on-line a cura dei singoli interessati sarà disponibile nell’apposita sezione del sito (www.inpdap.gov.it) a partire dal 2 maggio 2012.”

    COME AVETE INTERPRETATO l’ultima parte, in particolare la data del 2 maggio 2012?

    Mi sembra che ci sia ambiguità, dal momento che la compilazione della domanda on-line sul sito del MIUR (Istanze on line) è contestuale all’inoltro. Cosa c’entra il riferimento al sito dell’INPDAP?

  168. marcella attenzione:

    Dal sito della Polizia http://www.anfp.it [ in merito alle Armonizzazioni ] :

    ” Dopo l’incontro di martedì’ 13 marzo u.s. e l’annunciato stato di agitazione è stata convocata per il 15 marzo p.v., con il Vice Capo della Polizia Prefetto Paola Basilone, una riunione di aggiornamenti sulla materia delle pensioni a seguito dell’incontro che si terrà nella mattinata di domani dalle Amministrazioni interessate con il Ministero del Tesoro e il Ministero dell’Economia e delle Finanze. ”
    e
    ” nella modifica del sistema delle quote passando dagli attuali 57 anni di età e 35 di contribuzione (quota 92), a 58 anni e 37 di contribuzione, (quota 95).
    Queste a grandi linee le novità che potrebbero essere introdotte con il regolamento. Appare pertanto chiaro il tentativo del Governo di eliminare di fatto, attraverso il sistema delle quote, la pensione anticipata o di anzianità, comprimendola, sempre più verso il limite massimo dei 60 anni. Restano intoccabili i diritti acquisiti e maturati al 31/12/2011, così come fissato dalla DL 201/2011. “

  169. FLORA attenzione:

    @Raoul52
    grazie del chiarimento!

  170. cettina attenzione:

    #@ giorgio L
    Grazieper la ri sposta.
    Ma perchè sono così inc. con la coccodrilla fornero? ogni volta che la vedo vomito

  171. cettina attenzione:

    @tutti
    seguo con interesse la discussione di quota 96, vivo a genova vorrei sapere se è possibile chi sono gli sfigati come me che la coccodrilla ha penalizzato .il mio numero telefonico è010/824668. Ciao Michela taibi ma come ti sei rassegnata?

  172. conci 52 attenzione:

    cari colleghi di sventura
    non ho parole per descrivervi il mio stato d’animo non certo dissimile dal vostro

    ho inviato documenti avv.naso facciamoci coraggio

  173. Giovanni attenzione:

    Il direttore Luciano Chiappetta nella circolare ministeriale n.23 dice:per l’anno 2012 per il personale scolastico le regole sono cambiate. Trovato l’errore? Manca la data 1/ 1/2012.(altro spunto da passare all’avvocato.)

  174. conci 52 attenzione:

    scherzi a parte i miei complimenti agli organizzatori del comitato

    e grazie per le informazioni preziose che ci date

  175. Grazia Carrà attenzione:

    @ PER GIORGIO L
    @ TUTTI
    Ciao, sono Grazia, ho visto la tua correzione per il 2013 perchè ti eri dimenticato di inserire i tre mesi per l’aspettativa di vita, e pertanto, come dicono tutte le tabelle, a una donna occorrono nel 2013, anni 41 e mesi 5, ma per favore, verifica la storia dei 16 giorni che valgono un mese, perchè al mio sindacato, come ho già scritto oggi in un altro post, loro sostengono che ormai da due anni questo non è più valido, e i 16 giorni non contano affatto come un mese intero, e l’INPDAP non lo accetta più.
    Chi può verificare, visto che qui conta anche un solo giorno per essere fuori o dentro?

  176. Cleofe Renata attenzione:

    …non è attinente alla risoluzione del problema ma mi ha fatto piacere ascoltare certe affermazionie e ho pensato subito a tutti voi/noi e quindi vi trascrivo quanto ascoltato ( You Tube ). Auditorium Parco delle Mimose di Roma, ROBERTO SAVIANO, ieri ad una folla di studenti lì riunita.
    “Ringrazio i vostri professori sempre di più categoria quasi sacra direi… magari questo si capisce col tempo ma è abbastanza complicato in questo momento essere professori in Italia…è abbastanza complicato essere professori dando tutto se stesso, creando empatia e…in questo momento i professori rappresentano qualcosa in più che un ruolo formativo…ma (sono)quasi i custodi di quanto di meglio possa esserci in questo Paese…………

  177. Giovanni attenzione:

    Il ministro nella circolare pensionamenti :direttiva del ministro n.94 del 4 dicembre2009,art.79(vuole dire 40 anni di anzianità massima raggiunta, sigla dop.gelmini 2009)

  178. rosa attenzione:

    @ Tutti
    Se si vuole fare solo il ricorso al TAR, è necessario presentare la domanda di pensionamento ?
    Grazie

  179. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Franco 52

    Passato il tutto all’avvocato Naso. Grazie.

    @ Giovanni

    Passato lo spunto all’avvocato. Grazie anche a te.

    @ Tutti

    Se trovate incongruenze, sviste o aporie nella circolare appena pubblicata, fatele presenti qui nel sito e le comunicherò tempestivamente all’avvocato. E’ importante leggere con attenzione per notare anche la pur minima sbavatura. Sapete che i ricorsi si vincono anche solo per un semplice vizio formale. Meglio ancora se sostanziale.

    @ Nuovi arrivati

    Per la documentazione andate alla home di questo sito e cliccate sul banner a destra. Lì trovate tutto quanto vi occorre per il ricorso.

    @ Raoul 52

    Grazie di tutto!

    Intanto, dopo la Cisl di Torino, anche l’Anief annuncia ricorso:
    http://www.orizzontescuola.it/node/22795

  180. marcella attenzione:

    @ GRAZIA CARRA’ [marzo 14th, 2012 at 9:17 pm ]

    Il riferimento è:
    Circolare INPDAP n° 7 del 13 maggio 2008 , a firma del Direttore Generale dott.ssa Santiapichi .
    Leggi sotto la Tab.1 :
    “Si rende opportuno precisare . . . senza operare alcun arrotondamento” .
    Spero di esserTi stata di aiuto!

  181. vito52 attenzione:

    Non possiamo compilare la domanda on-line dichiarando il falso! Al 31/12/11 arrivavamo a quota 96,ma non avevamo 60 anni essendo del 52. Io,ad esempio,arrivavo a quota 98,ma gli anni erano ovviamente e purtroppo solo 59!

  182. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ TUTTI: il Presidente vi invita ad essere più composti…

    Siete pregati, in questa fase delicata del nostro itinerario, di deporre le armi spuntate della lamentatio e di traformare ogni sussulto di indignazione in una rinnovata energia costruttiva. Basta con le innumerevoli litanie incentrate sempre sullo stesso tema. Basta con gli sterili sfoghi improduttivi. Insomma, basta con tutto ciò che è gesto scomposto e non attitudine proficua alla soluzione reale dei nostri problemi. Grazie.

    Siete altresì pregati di non sbuffare e di non scalpitare quando i commenti sul post non compaiono immediatamente. La padrona di casa, Manuela Ghizzoni, deve passarli personalmente dal suo pc e, quando è fuori per impegni, dal palmare, che li manda con un certo ritardo. Voi lo fareste? Siate quindi meno esigenti e non dimenticate che se non ci fosse stata la nostra amica deputata noi, a quest’ora, non saremmo nessuno, ombre di carta su cui sarebbe scivolato l’oblio più nero e l’indifferenza più agghiacciante. Potete capirlo ed essere più comprensivi? Grazie anche per questo.

    Oggi Manuela ha dato il mio pezzo pubblicato su affaritaliani.it a Bersani, il quale, niente affatto recalcitrante al nostro caso, ha detto che ci incontrerà presto, forse la prossima settimana, per parlare del nostro caso. Mi pare che auspicio migliore non avremmo potuto attendere. Grazie a Manuela.

  183. Maria Teresa 51 attenzione:

    @ Grazia Carra’
    Riferimenti legislativi circa arrotondamenti:
    L. 27/12/1997 N. 449 Art.59 punto1 a)
    INPDAP Circ. 16 marzo1998, N.14 punto 6
    TESORO IGOP 24/06/1998,N.57
    Fonte: CGIL
    Buona notte!

  184. marcella attenzione:

    Nel merito della C.M. 23 del MIUR ,
    sebbene non l’abbia ancora letta attentamente,
    ritengo vi siano un errore ( e una ambiguità ) alla pag.2

  185. PATRIZIA52 attenzione:

    Nel 2013 per poter andare in pensione ci vogliono 41 anni e 5 mesi ………….ok ………….ma non mi è chiaro se questi devono essere raggiunti al 31/8/2013 o basta entro il 31/12/13 ?
    Può rispondere per cortesia qualcuno che è certo?

  186. Elena Razza attenzione:

    ………. è intanto c’è qualcuno che rema contro !

    vedi: http://www.bastico.eu/?p=15520

  187. PATRIZIA52 attenzione:

    Puntualizzo …………………….

    Per poter andare in pensione il 1/9/2013
    ci vogliono 41 anni e 5 mesi ………….ok ………….ma non mi è chiaro se questi devono essere raggiunti al 31/8/2013 o basta entro il 31/12/13 ?
    Può rispondere per cortesia qualcuno che è certo?

  188. rosa gargiulo attenzione:

    @tutti
    Sono della provincia di salerno,gradirei sapere se ci sono ricorrenti nella mia zona,io spero di si.L’unica strada che ci rimane è quella legale.Da subito ho inviato i documenti per il ricorso,spero che farete come me.Ringrazio tutti i membri del direttivo per il lavoro svolto …..grazie!
    Ci sentiamo tutti ,penso, come il collega maratoneta……con l’affanno !

  189. Antonio Busato Padova attenzione:

    @Rosa
    No, non è necessario.
    @Cleofe Renata
    Grazie. Bellissima citazione per chi non aveva potuto seguire Saviano.
    @TUTTI
    Mi sono collegato solo ora per impegni personali. NOTO CON PIACERE CHE IL LIVELLO QUALITATIVO DEL BLOG SI E’ NOTEVOLMENTE ALZATO. BENE!!!
    @TUTTI
    HO NOVITA’ DA COMUNICARVI. ASPETTO L’AUTORIZZAZIONE DELL’ON. MANUELA. SPERO PER DOMANI.
    Buona notte.

  190. Ivana52 attenzione:

    L’ANIEF annuncia ricorso, la CISL di Torino (dico bene?) pure.
    La FLC CGIL, che aveva nei giorni scorsi annunciato azioni legali, che cosa fa? Che fa il sindacato più vicino al Partito dell’On. Ghizzoni?
    L’On. Ghizzoni, per quanto assai efficiente e sempre presente, non può arrivare da tutte le parti.
    Ribadisco: forse anche la FLC CGIL dovrebbe fare qualcosa, o no?

  191. Giuliana52 attenzione:

    @Grazia Carrà
    Da questa scheda di dettaglio pensioni della Uil scuola si evince che 16 gg=1mese
    “Tutti coloro che matureranno i requisiti nel 2012 subiranno gli effetti della Legge 214/2011 che prevede:
    1) Pensione di vecchiaia con 66 anni di età anagrafica e minimo 20 anni di contribuzione per uomini e donne;
    2) Pensione anticipata:
    per le donne, 41 anni e 1 mese di contribuzione (sufficienti 40 anni 8 mesi e 16 giorni al 31.08.2012); per gli uomini, 42 anni e 1 mese di contribuzione (sufficienti 41 anni 8 mesi e 16 giorni al 31.08.2012)”

  192. Ivana52 attenzione:

    @Patrizia52

    Il principio in genere è il seguente.

    Per andare in pensione il 1 settembre di un dato anno è possibile maturare i requisiti entro il 31 dicembre del medesimo anno.
    Ciò è rimasto valido fino al 13 agosto 2011 quando il decreto di Berlusconi, trasformato in legge il 14 settembre 2011, ha introdotto anche per la scuola il cosiddetto anno mobile.

    Con la riforma Fornero sembra che l’anno mobile sia scomparso e quindi io credo che si dovrebbe tornare al vecchio modello pre-13agosto2011.
    Ne discende che per andare in pensione con le regole Fornero il 1/09/2013 si potranno maturare i requisiti ( 41 anni e 5 mesi ) entro il 31/12/2013.

    Ovviamente non sono certa, ma credo che al momento nessuno lo sia.

  193. nico attenzione:

    @ tutti
    finalmente anche alcuni sindacati, cisl anief ecc si stanno attivando per adire le vie legali. ATTENZIONE , coloro che hanno dato mandato all’avv. Naso non possono per lo stesso petitum ,invocando la violazione di uno stesso diritto, citare la stessa controparte con un’altra azione legale. Vige il “ne bis in idem”.
    Va bene comunque l’azione di accerchiamento.

  194. serafina 52 attenzione:

    Ma smettela di rimproverarci per i toni usati…Ma quali toni? Dovremmo in…a..arci davvero e non lo facciamo, perchè siamo delle persone educate…Di cosa dovremmo parlare? E’ chiaro che discutendo della nostra situazione, non possiamo che alzare i toni… Tu che fai, Grasso, li tieni bassi? Fai solo il professore…Ti ricordo che, qui, professori lo siamo tutti…
    Con una differenza: noi ascoltiamo i consigli di tutti, tu solo i tuoi! Questa non è polemica, è solo il pensiero di molti. Cerchiamo di arrivare al Presidente dellla repubblica, ma adoperiamoci davvero…la politica facciamo farla ai poilitici. Solo loro possono parlare rigirando le frittate, noi dobbiamo fare fatti, non parole…Non dormo la notte per pensare alla strategia giusta…Sento che basterebbe poco: la parola giusta, la persona giusta, il momento giusto…Chissà! pensiamo, non litighiamo! E, per una volta, non facciamo i professori!

  195. gemma**50 attenzione:

    sono convinta che il Presidente Napolitano, sia l’unico che può mettere alle corde la coccodrilla …(quanto antipatica!)
    E’ opportuno comunicare subito con lui

  196. VincenzoLinardi attenzione:

    @ Giuseppe Grasso
    Se non capisco male, la tua osservazione sulla Circolare MIUR è che la norma sul pensionamento con le norme previgenti al DL 310/2011 è una norma sostanzialmente ipocrita perché di fatto, nel caso dei lavoratori della scuola, non riguarda nessuno, avendo escluso coloro i quali avrebbero maturato i requisiti entro il 31.08.2012.
    Premetto che io non conosco quasi per niente la normativa previdenziale del comparto scuola, come avrai modo di verificare più avanti. Anche io mi sono posto il tuo stesso problema, molto importante ai nostri fini. E ho cercato di verificare se effettivamente nel caso della scuola le uniche persone in grado di beneficiare delle norme preesistenti al DL 201/2011 fossero quelle che tali requisiti li matureranno entro il 31 agosto 2012.

    Sono però arrivato alla conclusione che tale dubbio sia infondato perché ho ritento che ci fossero almeno due tipologie di lavoratori della scuola rientranti nella fattispecie dei pensionandi col le vecchie regole (avendone maturato i requisiti entro il 31 dicembre 2011):
    a) coloro i quali hanno raggiunto il requisito dell’anzianità contributiva solo dopo il 31 agosto 2011: ad esempio un insegnate di 61 anni che il 31 agosto 2011 aveva una anzianità contributiva di 34 anni e 10 mesi e che quindi solo il 31 ottobre 2011 avrebbe conseguito il requisito contributivo richiesto per raggiungere quota 96;
    b) coloro i quali, come una collega di mia moglie, avendo conseguito i requisiti, ad esempio di quota 96, già nello scorso anno scolastico, hanno chiesto di restare in servizio. Anche per questi viene fatta salva la possibilità del pensionamento con le vecchie regole.

    Le mie certezze sono state però messe in dubbio dalle annotazioni di Giorgio L (14 marzo 2.02 pm) il quale riporta un’interpretazione della UIL in base alla quale le situazioni dei casi da me indicato con a) non esistono. Restano tuttavia le poche situazioni rientranti nei casi descritti alla lettera b), che non consentono di affermare che per il comparto scuola la parte della Circolare riguardante il pensionamento con le regole previgenti sia pleonastica.

  197. liliana attenzione:

    MOLTI SCRIVONO…x ricorsi…x pazientare…x avere risposte…MA NON CI HAnno PORTATO A NULLA—
    LE BELLE PAROLE NON SONO BASTATE…I POLITICI DA CHE PARTE STANNO=???????
    Intanto il MIUR ha emanato la circolare per il pensionamento con una scadenza…senza ritorno..per questo anno siamo fregati!!!!!
    Vedete un po’ !!!!
    chi era fuori al 31 dic 2011 per l’età o per il servizio sarà fuori anche x il 2012 ed il 2013…
    FORNERO ha fatto i conti per bene…senza pensare che la buonuscita ci sarò data dopo altri 2 anni il cessato servizio!!!
    L’avv. non può fare nulla !!!Solo scrivere altre parole sulla carta…intanto il tempo passa… e se un altro governo ricambia le regole??? FREGATI SEMPRE!!!
    CIAO A TUTTI I COMPAGNI DI BLOG!!!!

  198. Maria Grazia BA attenzione:

    @ G. Grasso

    Mi allaccio al tuo post ( Giuseppe Grasso attenzione: marzo 14th, 2012 at 4:57 pm ) per aggiungere che dalla C.M. nell’ANNO 2012 nessun dipendente del comparto scuola matura il diritto di andare in pensione. Non disquisisco sulla pensione di vecchiaia e su chi pur potendo non è andato in pensione.
    Mi soffermo un attimo sulla pensione anticipata per le donne:
    Chi aveva i 40 anni di contributi al 31/12/2011 è già in pensione dall’1/9/2011 e, poiché in un anno ci sono solo 12 mesi, per raggiungere i 41 anni e 1 mese bisogna proiettarsi al 2013. Nel 2013, però, occorrono 41 anni e 5 mesi di contributi conteggiati fino al 31/12/ con diritto alla quiescenza dal 1/9/2013.
    Ne consegue che per la scuola NON esiste il 41 e 1 mese.

    @ Franco 52

    Devo dirti che anche a me sono saltate all’occhio le due differenti date (30/3 e 2/5)e ho pensato ad un errore.
    Credo che invece sia tutto in regola.
    La data ultima è il 30 MARZO per la presentazione della domanda di CESSAZIONE tramite web Polis;
    Da subito, tramite i Patronati e a partire dal 2 MAGGIO per la presentazione della domanda di PENSIONE tramite il sito web Inpdap

  199. tiziana attenzione:

    @per tutti

    qualcuno ha notato che il DM 22 è firmato da un certo ” ancesco profumo”

    chi conosce ANCESCO PROFUMO
    a livello legale può essere importante?

  200. tiziana attenzione:

    @tutti
    secondo voi non c’è molta confusione tra “presentazione istanze” e “gestione istanze” La parte riportata in grassetto a cura di chi dovrebbe essere?Del singolo ma quale singolo? leggiamo bene!

  201. anna52 attenzione:

    A TUTTI
    mi è venuto in mente se fosse possibile denunciare La fornero per Mobbing nei nostri confronti , cioè porre anche l’attenzione su un rapporto personale tra lavoratore e datore di lavoro.
    Visto l’atteggiamento di totale chiusura , persecutorio nei nostri confronti ,si potrebbe parlere anche di esercizio di mobbing nei nostri confronti ?
    Si potrebbe affrontre una qualche causa basata su questo principio ?? chiedo agli esperti !!!
    “il mobbing sul posto di lavoro consiste in un comportamento ripetuto, irragionevole, rivolto contro un dipendente o un gruppo di dipendenti, tale da creare un rischio per la salute e la sicurezza”.
    In questa definizione:”comportamento irragionevole” sta ad indicare un comportamento che, secondo una persona ragionevole e tenuto conto di tutte le circostanze, perseguita, umilia, ( io personalmente mi mi sento veramente perseguitata e umiliata ) ; “comportamento” comprende le azioni di singoli individui o di un gruppo. Si può far uso di un certo sistema di lavoro per perseguitare, umiliare, intimidire o minacciare;”rischio per la salute e la sicurezza” comprende il rischio alla salute mentale o fisica del lavoratore dipendente. Il mobbing spesso implica uno sviamento o abuso di potere, nel qual caso la vittima del mobbing può incontrare difficoltà nel difendersi.” è sicuramente una sciocchezza , ma mi è venuto in mente anche questo !!!

  202. Francesco attenzione:

    @ tiziana
    è solo (Fr)ancesco che perde un pò di PROFUMO!

  203. Grazia Carrà attenzione:

    @ MARCELLA

    Grazie, sei stata molto chiara con la tua puntualizzazione, quindi, notate tutti, che i frammenti di mese, anche oltre i 16 gg, non contano come mese intero, ahimè.

    @ TUTTI

    Dunque non è possibile fare ricorso con Naso e CISL contemporaneamente come fa notare Nico, 14 marzo h 11, 24?
    Come è possibile aggirare l’ostacolo? Due ricorsi non sono megl che one? come diceva una vecchia pubblicità del cornetto algida?
    Attivarsi su due fronti mi sembrerebbe più proficuo, che dite?

  204. PATRIZIA52 attenzione:

    @ ivana52
    grazie . Spero proprio sia come tu dici

    @ Maria Grazia BA

    In effetti è così . Non esiste nessuno nella scuola che possa maturare i 41 anni e un mesa nel 2012.

    Si deve passare al 2013
    …………..quindi solo a 41 anni e 5 mesi( ma i 3 di aspettativa di vita non erano dubbi nel conteggio?)………… spero tra l’altro che i requisiti dei 41 e 5 mesi sia considerato valido per chi li raggiunge al 31/12/2013 per andare in pensione al 1/9/2013

    @ anna52

    MOOOOOOOOOOOOOlto giusto. Questa”CAAARAAAA” donna fornero ( minuscolo perchè non merità per me nessun rispetto per ciò che sta facendo per una categoria di lavoratori come la nostra)…………………….. sta facendoci MOBBING

    E per riprendere il tuo scritto


    “il mobbing sul posto di lavoro consiste in un comportamento ripetuto, irragionevole, rivolto contro un dipendente o un gruppo di dipendenti, tale da creare un rischio per la salute e la sicurezza”.
    In questa definizione:”comportamento irragionevole” sta ad indicare un comportamento che, secondo una persona ragionevole e tenuto conto di tutte le circostanze, perseguita, umilia, ( io personalmente mi mi sento veramente perseguitata e umiliata ) ; “comportamento” comprende le azioni di singoli individui o di un gruppo. Si può far uso di un certo sistema di lavoro per perseguitare, umiliare, intimidire o minacciare;”rischio per la salute e la sicurezza” comprende il rischio alla salute mentale o fisica del lavoratore dipendente. Il mobbing spesso implica uno sviamento o abuso di potere, nel qual caso la vittima del mobbing può incontrare difficoltà nel difendersi.” è sicuramente una sciocchezza , ma mi è venuto in mente anche questo !!!”

    Che ne dice ON. GHIZZONI?

  205. eri 62 attenzione:

    Chi conosce un buon avvocato che si occupi del lavoro o del diritto amministrattivo a Modena (per eventuale causa ? )

  206. anna52 attenzione:

    A TUTTI
    la notte porta consiglio !!..e che consigli !!!!!!!

    ho pensato che in 1200 circa ,,quanti siamo , ci si potrebbe prendere il lusso di comprare la pagina di un giornale o più giornali per gridare a tutti i nostri problemi , avere visibilità e sp… nare la fornero.
    NON so quanto possa costare una cosa di questo tipo , ma una volta tanto si potrebbe pensare in grande !!!
    nessun sindacato ci appoggerebbe in uno sciopero per la nostra causa , ma una giornata di sciopero , in fondo , ci costa sempre un bel pò e allora , forse ,
    non sarebbe male investire qualche soldo in una inizitaiva IN GRANDE ( non ho assolutamente idea del costo , quindi andrebbe valutata la perseguibiltà effettiva ! )
    Per il testo potremo chiedere a Giuseppe Grasso !!!
    che ne pensate , è una ca…ta ????
    Ciao , corro a scuola !!!!

  207. Franco di Prato attenzione:

    Ma la fedeltà a Naso dov’è?
    Ora che organizzazioni con un potere contrattuale superiore ad una frazione di 1322 disperati*, tanti ne contava il database ormai non raggiungibile da alcun link, alcuni vogliono raddoppiare altri saltare sull’altra nave che parte.

    Gli attacchi alla politica in genere con l’uscita della circolare aumentano, chi si strappa i capelli (… chi li ha ancora …) chi si lamenta: siamo fuori, chi conta i giorni … basterebbe far leggere questo blog alla Fornero che ci lascerebbe uscire tutti.
    Si, “siamo di fori come un terrazzo” si dice dalle mie parti.

    Ma … di lottare contro questo governo e chi lo appoggia no? ancora pochi giorni che esca l’accordo sul lavoro e ne vedremo delle belle.

    *@ 1322 mi hanno esplicitamente detto che chi si era iscritto nel database con fatica approntato, curato e mantenuto, non conta più nulla. Pensavo che fossero gli aderenti al costituito Comitato, ma mi è stato detto che contano solo coloro che hanno dato i soldini a Naso.

  208. Franco di Prato attenzione:

    Leggendo e rileggendo … nessuno può uscire nel 2012 …
    no l’opzione donna (contributivo) è attiva fino al 2015 .
    Platea 4000, donne 80%, ipotesi 33% stanche vogliono uscire in ogni modo (e possono permetterselo) … arrotondiamo a 1000, 30 % in meno di stipendio 4/500 € al mese in meno x 13 mensilità, arrotondiamo a 6000 x mille che scelgono l’opzione = 600.000 euro annui … ogni anno fino al 2015 stessa platea stesse percentuali = una “paccata di soldi”
    Elsa li sa fare i conti … e come dubitarne dopo aver visto come ha sistemato marito e figlia!

  209. daniela attenzione:

    PER FAVORE! C’è qualcuno, che abita in TOSCANA come me (magari provincia di AR!), così gentile da contattarmi perchè ho bisogno di aiuto circa la documentazione da produrre per il ricorso!!!!
    dibiluna@gmail.com
    se mi lasciate il n° di cell. in mail vi contatterò io stessa. GRAZIEEEEEE!!

  210. Franco di Prato attenzione:

    Dormo ancora … sono 6.000.000 di € annui

  211. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Serafina 52 @ Tiziana @ Liliana e…

    Per cortesia possiamo smetterla con i toni da sconfitti e con le vane velleità? Vogliamo forse far in modo che il sito (in cui dovremmo praticare una serena dialettica democratica) venga oscurato perché alcuni di noi, invece di fare proposte costruttive, si piangono addosso? Per cortesia, non abusiamo della pazienza di Manuela Ghizzoni e, se proprio non riusciamo a frenare le intemperanze, troviamo il modo di sfogarci altrove.
    Questo nuovo post doveva servire, nelle intenzioni di Manuela ma anche di molti altri, me compreso, parlare sì del nostro caso e a continuare l’azione legale, ma anche a rilanciare il tema degli investimenti sulla scuola e a mettere in risalto, dopo anni di oblio, la figura del docente nella società di oggi. Facciamo proposte concrete. Sosteniamo iniziative territoriali di incontro con i politici. Zoia incontrerà, a breve, l’onorevole Donadi. La settimana prossima noi dovremmo incontrare Bersani a Roma. Ecco, queste mi sembrano azioni volte a produrre qualcosa in termini di concretezza.
    Grazie e buona giornata a tutti.

  212. francesca attenzione:

    @Giuseppe Grasso
    Gentile Giuseppe Grasso, l’incontro con Bersani è già fissato? Molti colleghi hanno l’impressione che il nostro caro segretario non si stia molto preoccupando dello slittamento dei requisiti al 31-8-12, e il tempo stringe, bisognerebbe veramente agire in questo momento, mentre c’è il negoziato sul lavoro col sindacato… grazie di cuore per il suo (tuo) impegno e ancora grazie alla nostra cara Manuela!
    Francesca

  213. ANTONELLA attenzione:

    Ieri la segretaria dell’on. Ghizzoni si è messa in contatto con me e abbiamo concordato che il gruppo di Modena incontrerà l’on.Ghizzoni venerdì 23 marzo.
    Cerchiamo di esserci tutti.

  214. Rosi attenzione:

    @ on Ghizzoni
    Se non ho capito male da un suo messaggio postato un paio di giorni fa la sua e “nostra” interrogazione verrà discussa o il 20 o il 27 marzo. Fermo restando che io spero in una soluzione positiva volevo chiedere se in quella sede una volta che, accettate le richieste, sia possibile sollecitare, ottenere.. una data, una riapertura dei termini per la presentazione della domanda, cioè conoscere subito quali iniziative verranno intraprese in nostro favore. I tempi sono strettissimi perchè la domanda di pensionamento scade il 30, molti di noi pensano di scegliere il solo regime contributivo, o il recupero degli anni di laurea pur di andarsene. Per questo sarebbe necessario avere risposte precise che credo comunque conseguenti all’interrogazione stessa.
    La ringrazio di tutto e sarò con lei,se non in presenza, con lo spirito ed il pensiero
    Rosi

  215. VincenzoLinardi attenzione:

    Vi segnalo le parole di Roberto Saviano sugli insegnati; “Una categoria sacra” “In questo momento in Italia i professori rappresentano qualcosa in più che un ruolo formativo. I custodi di quanto di meglio possa esserci in questo Paese”
    Il video si trova sulla Home Page di Repubblica.

    Io l’ho trovato emozionante, e non sono un insegnate!
    Quando ancora dovremo attendere perché qualche partito italiano faccia sue le parole di Saviano e le traduca in progetti reali? Perché l’offesa che gli insegnati stanno subendo, anche in questa vicenda dei diritti negati nelle regole del pensionamento, è figlia delle sottocultura tutta italiana che ha ignorato e continua sistematicamente a ignorare l’importanza unica della scuola per un paese. W LA SCUOLA

  216. Michelina 52 Firenze attenzione:

    Per Antonella

    Potrei sapere l’ora ed il luogo dell’incontro con l’on. Ghizzoni a Modena?

    Abito a Firenze, ma è probabile che possa farcela ad essere presente.

    Grazie

  217. Michela52 attenzione:

    @ colleghi di Genova/Liguria
    Ho mandato ora una e-mail alla Sen. Pinotti, chiedendole un incontro a Genova. Se qualcuno è interessato (sempre che mi risponda positivamente) mi può contattare(michela.taibi@libero.it)
    Grazie!

  218. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Vincenzo Linardi

    Puoi recuperarmi l’indirizzo mail di Roberto Saviano che vorrei contattarlo? Credo ptrebbe essere un potente deterrente per canalizzare la nostra azione.
    Grazie

  219. Manuela Ghizzoni attenzione:

    Spesso ho interlocuito positivamente con Vincenzo. Non posso non farlo a proposito delle parole di Saviano, soprattutto perchè il mio partito le ha fatte e fa proprie con coerenza nelle nostre proposte scolastiche. A questo proposito, non posso non ricordare quanto accaduto la settimana scorsa nel Decreto Semplificazioni: siamo stati protagonisti di una battaglia per arrestare il trascinamento dei tagli imposti dalla Gelmini e per integrare gli organici ormai esangui. Ammetto che da questa vostra discussione mi sarei aspettata parole di sostegno alla nostra iniziativa, abbandonata dagli altri gruppi parlamentari e dal Governo (tanto da convincermi a non votare il provedimento). Non solo le attestazioni di incoraggiamento sono state residuali, al contrario sono state molte le critiche (qualcuno ha parlato platealmente di tradimento) per aver coperto l’emendamento con risorse che qualcuno aveva ipotecato per coprire eventualmente il pensionamento nel comparto scuola. Tutto è legittimo. Ma se davvero vogliamo che il PAese creda nel valore costituzionale della scuola, allora tutti – insegnanti e politici inclusi – devono fare un esame di coscienza e agire conseguentemente.

  220. Manuela Ghizzoni attenzione:

    @Michelina 52 Firenze
    l’incontro è fissato per le ore 16,30 presso la Federazione PD di Modena, Strada Scaglia est 31.

  221. giuditta53 attenzione:

    Gentile Manuela, lei ha assolutamente ragione, Intervenire sugli organici era un’opera meritoria. Bisogna cercare di guardarci anche un po’ intorno, oltre che concentrarci su quello che ci sta più a cuore

  222. vincenzo attenzione:

    Roma, 14/03/2012
    Circolare n. 37
    OGGETTO: Decreto Legge n. 201 del 6 dicembre 2011 convertito con modificazioni
    dalla Legge 22 dicembre 2011, n. 214, come ulteriormente modificato
    dalla Legge 24 febbraio 2012 n. 14, di conversione con modificazioni del
    decreto legge 29 dicembre 2011 n. 216.– Disposizioni in materia di
    trattamenti pensionistici e di trattamenti di fine servizio e fine rapporto
    per gli iscritti alle casse gestite dall’ex INPDAP.
    6. Disapplicazione della c.d. “finestra mobile” e deroghe (articolo 24, commi 5 e 14)
    2) lavoratrici che accedono al pensionamento in virtù di quanto disposto dall’articolo 1, comma 9
    della legge n. 243/2004, ossia che conseguono il diritto all’accesso al trattamento pensionistico di
    anzianità, in presenza di un’anzianità contributiva pari o superiore a trentacinque anni e di un’età
    pari o superiore a 57 anni (requisito anagrafico da adeguarsi, a partire dal 1° gennaio 2013, agli
    incrementi della speranza di vita) optando per la liquidazione del trattamento medesimo secondo
    le regole di calcolo del sistema contributivo (disposizione prevista, in via sperimentale, solo per
    pensioni decorrenti entro il 31 dicembre 2015). Nei confronti delle lavoratrici del comparto scuola
    ed AFAM il regime delle decorrenze è quello di cui all’articolo 1, comma 21 del decreto legge n.
    138/2011 che non è stato abrogato ma disapplicato con riferimento esclusivamente ai soggetti
    che a decorrere dal 1° gennaio 2012 maturano i requisiti per il pensionamento indicati ai commi
    da 6 a 11 dell’articolo 24 della legge in esame. Conseguentemente, per coloro che maturano il
    diritto ad esempio dal 1° gennaio al 31 dicembre 2012 la decorrenza del relativo trattamento
    pensionistico è fissata al 1° settembre o novembre 2013 in relazione al comparto di appartenenza
    (Scuola o AFAM).
    E’ APPENA USCITA LA CIRCOLARE PRESSO L’EX-INPDAP.
    chi mi sa spiegare l’art.6 che ho appena riportato?
    riguarda il comparto scuola, ma solo per le donne? (si parla infatti di lavoratrici). grazie, vincenzo

  223. Rosi attenzione:

    @ Antonio Busato
    @ Tutti
    Caro collega
    ti interpello come esperto, per favore leggi la circolare n37 del 14-3-2012 dell’INPS al punto 6 :disapplicazione della c.d. “finestra mobile “al sottopunto 2) c’è un passaggio che io ho interpretato faverevole nei nostri confronti. Secondo la mia interpretazione per noi che raggiungiamo i requisiti nel 2012 la finestra non è stata soppressa quindi andremo in pensione nel 2013.
    Ho capito male? cosa ne pensi? Ti prego pertanto di verificare se le mie elucubrazioni sono pertinenti o dovute ad incompetenza. Non sono capace di linkarti il file ma con i riferimenti che ti ho dato dovresti trovare facimente il documento di cui sopra
    Grazie
    Rosi

  224. serafina 52 attenzione:

    Se c’è qualcuno in questo sito che non ha dato suggerimenti costruttivi e proposte pratiche di soluzine al nostro problema, quello è un certo prof. Grasso che ha come uico passatempo quello di riempire pagine di prosa infarcita da preziosismi barocchi, inutili e ridondanti…Altra consuetudine , a lui tanto cara , è quella di non cogliere i suggerimenti degli altri per crogiolarsi narcisisticamente nelle proprie modeste e inutili proposte. In questo sito, esistono 2 gruppi di pensiero: i Grasso dipendennti, osannati per essersi convertiti all’inutile pratica del ricorso e gli indipendenti, bistrattati e invitati, spesso, a cercare altri lidi… per sfogare le ” intemperanze”…Quali intemperanze? le sue?Io posso anche scegliere altri lidi, prof, lei, però, scelga altri toni! Io non sono una sua allieva! Forse potrei insegnarle molte cose…Mi scusi, ciò presupporebbe una umiltà ed una predisposizione all’ascolto, che lei non possiede…Con questo ultimo intervento, saluto tutti voi e vi auguro il meglio. GRAZIE ALLA NOSTRA PADRONA DI CASA,che, sono sicura, tanto farà ancora per la nostra causa!

  225. VincenzoLinardi attenzione:

    @Ghizzoni
    Cara, me lo consenta, Manuela, sarebbe ingeneroso negare che le uniche attenzioni per il mondo della scuola siano venute dal PD. Ma si tratta di interventi circoscritti. Sarebbe davvero entusiasmante se il Segretario facesse sue le parole di Saviano. se alle prossime elezioni il PD mettesse tra le sue priorità inderogabili l’impegno a investire risorse cospicue (5-10 miliardi annui) per la scuola e per Ricerca e Innovazione. Perché non è un Paese civile quello in cui un insegnate a fine carriera guadagna 1800 euro e in cui gli investimenti in ricerca sono ancora fermi all’1% del PIL. Lei dirà: ma dove trovare tante risorse? Beh potrebbero reperirsi agevolmente se si decidesse di risolvere con coraggio l’altro grande problema italiano, quello di una Pubblica Amministrazione che anziché essere al servizio del Paese è IL PROBLEMA del Paese. Basterebbe renderne efficiente il funzionamento, tagliare gli sprechi enormi, farla somigliare alla Paublica Amministrazione Francese. Ho avuto modo do lavorare con il Ministero dell’Industria francese e con quelli Italiano e le assicuro che la differenza è clamorosa!. Pensi che in questi giorno ho posto un quesito di interpretazione della normativa fiscale all’Agenzia delle Entrate: mi hanno replicato non con un riposta, ma lasciando a me l’interpretazione di un articolo di legge che, bontà loro, mi hanno riprodotto nella mail. Ho cercato di capire se mia moglie avesse diritto all’anzianità contributiva figurativa per le due figlie avute prima di entrare in ruolo e ho consultato INPDAP, “provveditorato”, un sindacato, un Patronato ricevendo due risposte opposte, ciascuna con lo stesso numero di “sponsor”. Ma che razza di Paese è mai questo? C’è tanto da fare! Spetta anzitutto a noi cittadini. Me poi sono i partiti come il PD che devono volare alto. Aspetto di vedere il progetto che sarà proposto per le politiche del 2013 e il coraggio nelle scelte che si manifesterà

  226. Franco di Prato attenzione:

    @ Manuela che scrive:
    Ma se davvero vogliamo che il PAese creda nel valore costituzionale della scuola, allora tutti – insegnanti e politici inclusi – devono fare un esame di coscienza e agire conseguentemente.
    Sono perfettamente d’accordo con te. Insegno dal 1971 ho visto generazioni di insegnanti passare. Sono passato attraverso tutte le lotte della scuola ma quello che vedo da qualche anno è anche quello che vedo nella società.
    Il berlusconismo ha cambiato tante cose ed anche quello che una volta chiamavate “Il Partito”.
    Gli insegnanti devono farsi un approfondito esame, ma coloro che credono nella scuola della Repubblica come bene comune da difendere, poco possono quando vedono i danni che i politici hanno fatto negli ultimi 20 anni nella scuola. Pensa ai danni della riforma Moratti e della sua accettazione da parte di Prodi/Fioroni senza alcuna modifica. Pensa all’istituzione delle GAE e della castrazione immediata mantenendo il vincolo dato da Tremonti. Ma qui non hai davanti il corpo docente italiano ma i docenti del ’52 ormai disillusi e bruciati dalle 4 riforme che si sono succedute dalla L. n. 243/2004 (Scalone Maroni) al Salva Italia di Monti/Fornero.

  227. Franco di Prato attenzione:

    Ho inserito un sondaggio nella pagina:
    http://quota96.wordpress.com/2012/03/15/cambiare-la-l-2142011-appello-cgil/
    per vedere se davvero siamo tutti compatti nell’unica opzione del ricorso e che tutti si rifiutano di aderire all’appello FLC-CGIL. mi viene questa curiosità soprattutto adesso visto la dismissione del DB, che continua a crescere (1325) anche senza essere ormai linkato da nessuna pagina.

  228. Angelica 52 attenzione:

    @ On.Manuela Ghizzoni

    ” Ma se davvero vogliamo che il Paese creda nel valore costituzionale della scuola, allora tutti – insegnanti e politici inclusi – devono fare un esame di coscienza e agire conseguentemente”.

    Se noi (del 52) possedessimo il potere dei politici che ci hanno bloccato in 4 riforme, non saremmo certo qui a elemosinare quello che ci compete.
    Ci resta , è vero,la nostra coscienza. Ma in verità , la mia coscienza mi dice che ho fatto sempre il mio dovere e anche molto molto di più.
    Grazie di tutto quello che potrà fare lei che è in politica.

  229. angela_M attenzione:

    Io inviterei davvero a fare un uso “ragionato” del blog…

  230. adelmo attenzione:

    Attenzione
    Per Vincenzo e Rosi
    Significa, almeno così ho interpretato il linguaggio criptico e confuso della circolare, che le lavoratrici che optano per il sistema totalmente contributivo Legge 243/2004 (35 anni di servizi e 57 di età) e che maturano tali requisiti nel corso del 2012 viene applicata la finestra “mobile”. Per coloro che hanno maturato invece i requisiti entro il 31 dicembre 2011 la finestra “mobile”è abrogata ( ma non ne sono certo).
    Ciò vale solo per la scuola. Probabilmente il Ministro deve aver avuto un rapporto orgasmico e vendicativo con i colleghi della Scuola ed avrà pensato che se la meta è molto lontana anche il più sciocco capisce che la strada è lunga e difficile e che i preparativi del viaggio sono complessi come il nostro ricorso.

  231. 1Stage pino attenzione:

    Ho sentito ora al Tg che il governo Monti dovrebbe intervenire con un proprio provvedimento per riparare allo sgarbo fatto alle banche sul tema dei conti gratuiti per i “vecchietti”, lo ha detto il sottosegretario all’Economia Gianfranco Polillo alla Camera sottolineando come la misura sia un danno per le banche . (http://notizie.tiscali.it/articoli/politica/12/03/15/stop-conti-correnti-gratis.html)
    Siamo allo sfascio:
    Il Governo interviene per cancellare una norma appena approvata dal Parlamento, quindi per forza di numeri anche dalla stessa maggioranza che lo sorregge, proponendo una norma opposta che il Parlamento stesso, richiamato all’obbedienza, approverà.
    Non ho mai visto una cosa simile, da nessuna parte, nemmeno nei Paesi dove il sole picchia più forte che da noi.
    Per quel che ci riguarda c’è uno spiraglio:
    compriamoci una Banca, così ci ascolteranno !!!

  232. Anselma 49 attenzione:

    Correte tutti dagli Avvocati per il ricorso, non c’è un minuto da perdere, non piangetevi addosso.Il ricorso non può costare molto, ma sempre meno della rabbia che si prova a essere fregati dallo stesso Stato a cui abbiamo giurato fedeltà.
    Questa non deve passare.
    Non è più tempo di aspettare l”on. Ghizzoni,che ha fatto già tanto per il gruppo “quota 96″ e che non ci stancheremo di ringraziare.La sua voce è rimasta inascoltata forse anche dallo stesso PD.
    Vi prego muovetevi.

  233. Anselma 49 attenzione:

    @ Vincenzo Linardi
    Per quanto ne so per le due figlie si possono avere accreditati figurativamente ( cioè senza oneri) 5 mesi a testa di congedo obbligatorio, purche’ non si sovrappongano ad altri periodi contributivi. Si potrebbero aggiungere altri sei mesi di congedo parentale ( in modo oneroso ) ma non sono compatibili con il riscatto della laurea(o la laurea o il congedo parentale).

  234. NINO attenzione:

    Leggendo la circolare INPS n35 del 14/03/2012 al punto 3 Decorrenza delle prestazioni pensionistiche che recita : pertanto ai sensi dell’art. 6 legge 155 del 1981 la pensione anticipata decorre dal primo giorno del mese successivo in cui i requisiti vengono maturati .Forse puo’ essere utile per la causa.Un sostenitore esterno

  235. Maria Teresa 51 attenzione:

    @ Tutti
    Articolo tratto da SCUOLA SNALS N.50 del 2 marzo 2011 (giunto oggi per posta).
    Titolo: PENSIONI:NON PASSA L’EMENDAMENTO PER LA SCUOLA, UNA GRAVE INGIUSTIZIA
    [……..]Di conseguenza, lo SNals-Confsal ha interessato il proprio ufficio legale di verificare tutte le iniziative giudiziarie piu’ idonee a tutelare il personale della scuola…..
    Lo Snals-Confsal conferma inoltre, il suo forte impegno per sensibilizzare le forze politiche affinche’ in un prossimo urgente provvedimento legislativo sia inserita la norma a favore del personale della della scuola interessato,stimato in circa 3.500 unita’, trovando la necessaria copertura finanziaria.

  236. Antonio Busato Padova attenzione:

    @Rosi
    Ho letto il tuo intervento. Ti chiedo cortesemente di darmi un po’ di tempo per recuperare forze. Ieri sono tornato a scuola alle 13 e dalle 14 alle 23.30, tra ingegnere informatico, telefonate e mail cui rispondere, mi sono alzato solo per cenare. Stamattina giornata un po’ pesante a scuola. Se mi metto a leggere ora non sarei lucido. Appena mi sono ripreso guardo sicuramente.
    Ciao

  237. donata attenzione:

    Se c’è qualcuno in questo sito che non ha dato suggerimenti costruttivi e proposte pratiche di soluzine al nostro problema, quella è una certa Serafina 52 che ha come unico passatempo ha quello di riempire pagine del blog di preziosismi barocchi, inutili e ridondanti…Atti solo a demolire la buona volontà di chi tenta di dare risposte suggerimenti, a volte non concordi con gli altri frequentatori ma sicuramente non odiosi come quelli della saccente Serafina52 che non sia la fornero sotto metite spoglie?
    Questa donnicciola (se è una donna) che occupa lo spazio ormai da tempo immemorabile per sputare livore tipico di una persona insodisfatta di ciò che è e di ciò che fa. La faccia finita e lasci scrivere a chi ha qualcosa da comunicare.

  238. Antonio Busato Padova attenzione:

    @TUTTI

    COMUNICAZIONE DI SERVIZIO.
    ABBIAMO ACQUISTATO UN DOMINIO E PRESTO AVREMO UN SITO WEB A NOSTRA DISPOSIZIONE.
    IL BLOG DELL’ON. MANUELA GHIZZONI RESTERA’ DISPONIBILE, SPERANDO CHE VENGA UTILIZZATO COERENTEMENTE CON IL TITOLO!
    A SITO WEB ATTIVO SEGUIRANNO INFORMAZIONI DETTAGLIATE.
    QUESTO POST VERRA’ RIPETUTO PERIODICAMENTE PER INFORMARE TUTTI.
    CHI LO LEGGERA’ PIU’ VOLTE PORTI PAZIENZA.

  239. cettina attenzione:

    @
    tutti e stage 1
    è proprio uno schifo che questo governo di tecnici debba provvedere allo sgarbo? fatto alle banche? per un provvedimento appena approvato dal parlamento.Mentre chiede a noi di rinunciare a diritti acquisiti da una vita, se il pd
    non si decide a prendere le redini in mano di questo paese penso che farà una brutta fine,solo casini mi ha fatto disgustare abbastaza per le sue cap

  240. cettina attenzione:

    @ mi sembra che per noi non c è piu nulla da fare cera ha dato un calcio alle nostre ultime speranze ,grasso continua a dare i numeri perchè non considera che va in pensione solo chi matura i diritti al 31-2011 ,ma quello che più mi deprime è che il mio unico interlocutore politico il pd non é CAPACE A FAR VALERE INOSTRI DIRITTI :é uno schifo

  241. Rosina attenzione:

    per tutti
    invio l’informativa dell’associazione dei Presidi che risponde a molte nostre domande soprattutto è interessante la risposta al quesito chi può presentare la domanda
    Via XXIV Maggio n. 1 – 05012 Attigliano (TR) – Tel. 0744 994850 Fax 0744 992780
    C.F. 97236210585
    1
    Confederazione
    Italiana Dirigenti e
    Alte Professionalità
    UFFICIO STUDI E CONSULENZA SULLA PREVIDENZA
    Vademecum per la pratica “pensione” dal 1° settembre 2012
    (con le ultime novità legislative e di attuazione dettate dai Ministeri competenti e dall’INPS)
    Con l’approssimarsi della scadenza per la presentazione delle istanze di collocamento a
    riposo per il personale del comparto scuola, a DECORRERE DAL 1.9.2012, si ritiene
    opportuno fornire, come per gli anni passati, alcune indicazioni normative ed operative
    proponendo allo scopo delle domande e fornendo le relative risposte nonché la
    normativa di riferimento.
    Negli ultimi tempi sono intervenute diverse normative che hanno cambiato
    profondamente il sistema previdenziale italiano e ciò ha influito anche nella ritardata
    uscita dell’OM (n. 22 del 12 marzo 2012) e della successiva CM (n. 23 del 12/03/2012) che
    disciplinano le cessazioni dal servizio. Il MIUR ha potuto procedere all’emanazione dei
    suddetti atti solo dopo l’uscita della circ. n.2 del 8.3.2012 del Dipartimento della Funzione
    Pubblica. Alla redazione di questa circolare sono stati impegnati i “tecnici” del Ministero
    del Lavoro e delle Politiche Sociali, del MEF e dell’INPS ex gestione INPDAP. Circolare che,
    peraltro, alla data odierna deve essere ancora vistata dalla Corte dei Conti.
    QUESITO RISPOSTA NORMATIVA
    SCADENZA
    PRESENTAZIONE
    DOMANDE PER:
    • COMPIUTO 40^ ANNO DI
    SERVIZIO
    • DIMISSIONI VOLONTARIE
    • TRATTENIMENTO IN
    SERVIZIO OLTRE IL 65° ANNO
    DI ETA’
    • TRASFORMAZIONE
    RAPPORTO DI LAVORO A
    PART-TIME CON
    CONTESTUALE ACCESSO AL
    TRATTAMENTO
    PENSIONISTICO
    30 MARZO 2012. Entro tale data
    possono essere revocate le domande
    presentate in precedenza.
    La stessa data vale anche per chi chieda
    di anticipare l’uscita dal servizio dopo
    aver ottenuto in precedenza il
    trattenimento in servizio.
    Anche per i Dirigenti Scolastici (il cui
    termine ultimo è stabilito dall’art. 12
    del C.C.N.L. area V del 15.07.2010 al 28
    febbraio) per il 2012 TALE termine è
    eccezionalmente prorogato al 30
    MARZO.
    ANCHE in caso di recesso, il Dirigente
    Scolastico, deve rispettare il termine di
    cui sopra. Diversamente sarà soggetto
    →ART 1 D.M. 22
    del 12.03.2012
    →PUNTO A) C.M.
    23 del 12.03.2012
    →PUNTO B) C.M.
    23 del 12.03.2012
    → PUNTO B) C.M.
    23 del 12.03.2012
    → ART. 12 D.L. 78
    del 31.5.2010
    Via XXIV Maggio n. 1 – 05012 Attigliano (TR) – Tel. 0744 994850 Fax 0744 992780
    C.F. 97236210585
    2
    Confederazione
    Italiana Dirigenti e
    Alte Professionalità
    alla finestra mobile ACCEDENDO al
    trattamento pensionistico dopo dodici
    mesi
    CHI PUO’ PRESENTARE
    DOMANDA DI
    COLLOCAMENTO A
    RIPOSO O DI
    DIMISSIONI?
    Tutti indipendentemente o meno dal
    diritto ad avere il trattamento di
    quiescenza.
    A CHI VA PRESENTATA
    LA DOMANDA DI
    COLLOCAMENTO A
    RIPOSO?
    • Il personale docente, educativo ed
    ATA tramite la procedura web POLIS
    “istanze on line” dal 12.2.2012* al
    30.03.2012
    e da quest’anno anche i Dirigenti
    Scolastici e gli incaricati di religione
    SONO RITENUTE VALIDE ANCHE LE
    DOMANDE GIA’ INSERITE PRIMA
    DELL’EMANAZIONE DELL’ORDINANZA
    • il personale in servizio nelle provincie
    di Trento, Bolzano ed Aosta in forma
    cartacea tramite la scuola di servizio e/o
    titolarità agli Uffici Territoriali degli USR
    • il personale supplente direttamente
    all’INPDAP
    → PUNTO B) C.M.
    23 del 12.03.2012
    Presentazione delle
    istanze
    * data indicata da
    comunicazione
    della D.G. per gli
    studi e la
    programmazione e
    per i sistemi
    informatici
    QUANDO SI MATURA IL
    DIRITTO AL
    TRATTAMENTO DI
    QUIESCENZA?
    ●tra􀆩amento pensionis􀆟co di anzianità
    contributiva
    >Si deve maturare “QUOTA 96”
    sommando l’età anagrafica (minimo 60
    anni) e l’anzianità contributiva (minimo
    35 anni ).
    Si avranno due sole possibilità’:
    1) 60 anni età ( nati entro il
    31.12.1951)+36
    2) 61 (nati entro il 31.12.1950) +35.
    Pur non essendo prevista alcuna forma
    di arrotondamento (per le anzianità
    minine 60 e 35) si possono comunque
    far valere eventuali sommatorie di
    frazioni di età anagrafica e anzianità
    contributiva per raggiungere quota 96.
    Il diritto si matura con i dati riferiti al
    31 dicembre 2011.
    →L. 24 dicembre
    2007 n. 247
    →C.M. 23 del
    12.03.2012
    →CIRC. INPDAP
    7/2008
    →ART. 59 c. 9 L.
    449/97
    →ART 12. C.1 le􀆩.
    C
    D.L. 78/2010
    Via XXIV Maggio n. 1 – 05012 Attigliano (TR) – Tel. 0744 994850 Fax 0744 992780
    C.F. 97236210585
    3
    Confederazione
    Italiana Dirigenti e
    Alte Professionalità
    > limite di anzianità contributiva pari ad
    anni 40 (aa 39 mm 11 GG 16)
    Il diritto si matura con i dati riferiti al
    31 dicembre 2011.
    ●tra􀆩amento pensionis􀆟co di
    vecchiaia
    >PER RAGGIUNTI LIMITI D’ETA’
    (cessazione d’ufficio)
    Con una età anagrafica di 65 anni sia
    per gli uomini che per le donne (nati
    entro il 31.12.1946)
    >PER LIMITI D’ETA’ (cessazione a
    domanda) per le sole donne anni 61
    (nate entro il 31.12.1950).
    Dal 2012 anche per le donne l’età
    pensionistica è allineata a quella degli
    uomini a 66 anni anche se con delle
    eccezioni. Le dipendenti che:
    1) al 31.12.2009 abbiano maturato 20
    anni anzianità contributiva e 60 anni di
    età ( nate entro il 31.12.1949)
    2) entro il 31.12.2011 maturino 20 anni
    di anzianità contributiva e 61 anni di
    età (nate entro il 31.12.1950)
    possono ugualmente cessare a
    domanda per limiti di età. Per far valere
    tale facoltà le interessate possono
    chiedere all’INPDAP la certificazione di
    tale diritto.
    Il diritto si matura con una anzianità
    contributiva minima di 20 anni (AA19
    MM 11 GG 16) da maturare entro il 31
    dicembre 2011. L’anzianità contributiva
    minima è ridotta a 15 anni per chi, con
    ritenute entrata conto tesoro, era in
    → ART 24 D.L 201
    del 6.12.2011
    →Nota INPDAP n.
    56 del 22.12.2010
    punto 4.2
    →ART 22 ter della
    L. 102/2009
    →ART.12 c. 12
    sexies, lett a. D.L.
    78/2010 convertito
    nella L. 122/2010
    → ART.2 C. 3 del
    D.Lvo 503/92
    Via XXIV Maggio n. 1 – 05012 Attigliano (TR) – Tel. 0744 994850 Fax 0744 992780
    C.F. 97236210585
    4
    Confederazione
    Italiana Dirigenti e
    Alte Professionalità
    servizio alla data del 31.12.1992.
    PER CHI NON RIENTRA TRA LE
    FATTISPECIE DESCRITTE, PER IL
    PENSIONAMENTO AL 1.9.2012 SI
    AVRANNO LE SEGUENTI MODALITA’:
    • trattamento pensionistico di
    vecchiaia
    Uomini e donne con 66 anni di età con
    almeno 20 anni di contribuzion eutile
    Il diritto si matura con i dati riferiti al
    31 dicembre 2012.
    •trattamento pensionistico anticipato
    rispetto a quello di vecchiaia con una
    anzianità minima contributiva pari ad
    AA 42 MM 1 per gli uomini ed AA 41
    MM 1 per le donne.
    Il diritto si matura con i dati riferiti al
    31 dicembre 2012.
    →C.M. 23 del
    12.03.2012 parte
    introduttiva
    ESISTONO ALTRE
    POSSIBILITA’?
    •Si per le donne con una età anagrafica
    di 57 anni e anzianità contributiva di
    anni 35 purché optino per il calcolo
    della pensione con il sistema
    contributivo. Questa opzione (VALIDA
    FINO AL 2015) risulta fortemente
    penalizzante sull’ammontare della
    pensione (circa il 30% in meno).
    Il diritto si matura con i dati riferiti al
    31 dicembre 2011.
    •Si per chi al 31.12.2007, avendo una
    età anagrafica di 57 anni ed una
    anzianità contributiva di 35 anni può far
    valere la clausola di salvaguardia che
    consente di essere collocati a riposo in
    qualsiasi momento successivo a quella
    data. Questo indipendentemente dalle
    modifiche normative intervenute e
    inoltre la norma da la possibilità di
    richiedere all’INPDAP la certificazione di
    tale diritto. Si intendono acquisiti i diritti
    maturati al 31.12.2007.
    → ART. 1 C. 9
    L.243/2004
    → ART 24 D.L 201
    del 6.12.2011
    → ART. 1 C. 3-4-5
    L. 243/2004
    CHI DETERMINA IL
    DIRITTO O MENO AL
    TRATTAMENTO DI
    Gli Uffici Territoriali degli USR hanno
    ancora tale competenza.
    La CM non determina la data massima.
    →ART 2 D.M. 22
    del 12.03.2012
    → C.M. 23 del
    Via XXIV Maggio n. 1 – 05012 Attigliano (TR) – Tel. 0744 994850 Fax 0744 992780
    C.F. 97236210585
    5
    Confederazione
    Italiana Dirigenti e
    Alte Professionalità
    QUIESCENZA? In caso di mancato conseguimento al
    diritto alla pensione, gli stessi Uffici.
    inviano apposita comunicazione
    all’interessato che ha poi 5 giorni di
    tempo per confermare o meno la
    domanda di dimissioni.
    12.03.2012
    gestione istanze
    CHI EMETTE
    PROVVEDIMENTO
    FORMALE DI
    COLLOCAMENTO A
    RIPOSO?
    La domanda di collocamento a riposo si
    intende accettata, senza l’emissione di
    alcun provvedimento formale.
    Il provvedimento formale è richiesto
    invece nel caso in cui chi ha presentato
    domanda di dimissioni sia sottoposto a
    procedimento disciplinare che possa
    comportare un rifiuto o un ritardo
    nell’accoglimento della domanda.
    Provvedimento formale dovrà essere
    emesso anche per il collocamento a
    riposo d’ufficio per raggiunti 40 anni di
    contribuzione.
    Per il personale docente educativo ed
    ATA dovrà provvedere il Dirigente
    Scolastico e per i DS dovrà provvedere
    l’USR. Si rimanda a quanto indicato
    successivamente nei casi di risoluzione
    d’ufficio del rapporto di lavoro.
    → ART. 3 D.M 22
    del 12.03.2012
    → PUNTO A) C.M.
    23 del 12.03.2012
    gestione delle
    istanze
    →D.M. 94 del
    4.12.2009
    PENSIONE E PART-TIME Il personale con età anagrafica inferiore
    ai 65 anni, e con diritto al trattamento
    pensionistico di anzianità (quota 96),
    ha la facoltà di richiedere, con un’unica
    istanza, la trasformazione del rapporto
    di lavoro da tempo pieno a tempo
    parziale con contestuale accesso al
    trattamento pensionistico.
    L’interessato deve indicare nella
    domanda se intende o meno
    confermare le dimissioni anche in caso
    di non accoglimento della domanda di
    part-time (superamento del limite
    percentuale stabilito o per situazioni di
    esubero nel profilo o classe di
    concorso).
    →D.M. 331 del
    29.7.1997
    Funzione pubblica
    → PUNTO A) C.M.
    23 del 12.03.2012
    RISOLUZIONE
    D’UFFICIO DEL
    RAPPORTO DI LAVORO
    • PER RAGGIUNTI LIMITI DI ETA’ è
    disposta nei confronti del personale
    Dirigente, docente, educativo ed ATA
    che raggiunga i 65 anni di età entro il
    Via XXIV Maggio n. 1 – 05012 Attigliano (TR) – Tel. 0744 994850 Fax 0744 992780
    C.F. 97236210585
    6
    Confederazione
    Italiana Dirigenti e
    Alte Professionalità
    31.12.2011 (nati entro il 31.12.1946)
    salvo richiesta di proroga.
    • PER CHI RAGGIUNGA I 40 ANNI DI
    CONTRIBUZIONE UTILE (AA. 39 MM 11
    GG 16) entro il 31.12.2011.
    VALIDO PER LE CESSAZIONI FINO AL
    2015.
    Entro il 31 gennaio 2012 l’USR doveva
    fornire alle II.SS. i dati dai quali
    desumere il possesso da parte degli
    interessati del requisito dei 40 anni di
    contribuzione.
    E’ DISPOSTA dal Dirigente Scolastico,
    entro il 29.02.2012 (termine ultimo per i
    6 mesi di preavviso), per il personale
    docente, educativo ed ATA. SE Il
    provvedimento formale è emesso
    dopo il 29.02.2012, lo stesso ha effetto
    dal 1° settembre 2013 (a.s. 2013/14).
    Nel conteggio di detta anzianità devono
    essere considerati e quindi aggiunti 30
    giorni per gli assunti prima del 1.9.1977
    o 9 giorni per gli assunti fino al
    27.8.1986. Gli interessati devono essere
    stati iscritti, a tali date, al fondo
    pensioni dello stato.
    ENTRONO e quindi VALGONO per il
    conteggio dei 40 di contribuzione anche
    gli eventuali periodi di servizio per cui
    sia stato richiesto il riscatto PURCHE’ sia
    stato accettato il relativo
    provvedimento emesso dall’USP o
    dall’INPDAP.
    •PER CHI RAGGIUNGE I 65 ANNI DI ETA’
    entro il 31.8.2012 ( nati entro il
    31.8.1947) possedendo entro il
    31.12.2011 “quota 96)
    salvo richiesta di trattenimento in
    servizio.
    Raggiungere esclusivamente “Quota 96”
    non costituisce un obbligo al
    pensionamento ma abbinato al requisito
    dell’anzianità anagrafica raggiunta (65)
    si. Tali dipendenti rimangono soggetti
    al regime previgente per l’accesso e per
    →c. 11 ART. 72 L.
    133/2008
    → C. 35 novies
    ART. 17 L.102/2009
    → PUNTO 2.1.
    DIRETTIVA MIUR
    94 del 4.1.2.2009
    →ART. 5 del D.M.
    99 del 28.12.2010
    →L. 517/77
    → L. 467/86
    →C.M. 23 del
    12.03.2012
    →CIRC. FP N.2 del
    8.3.2012
    →C.M. 23 del
    12.03.2012
    → PUNTO 2.2.
    DIRETTIVA MIUR
    94 del 4.12.2009
    Via XXIV Maggio n. 1 – 05012 Attigliano (TR) – Tel. 0744 994850 Fax 0744 992780
    C.F. 97236210585
    7
    Confederazione
    Italiana Dirigenti e
    Alte Professionalità
    la decorrenza del trattamento
    pensionistico di vecchiaia e di
    anziuanità. Tali dipendenti non sono
    soggetti, neppure su opzione, al nuovo
    regime sui requisiti di età anagrafica e di
    anzianità contributiva.
    Per i Dirigenti Scolastici la cessazione
    d’ufficio è disposta dall’U.S.R., pur con
    incarico in essere, quando ci sia
    situazione di esubero nonché nei
    confronti di chi abbia avuto una
    valutazione negativa per il servizio
    prestato.
    PERMANENZA IN
    SERVIZIO AL
    RAGGIUGIMENTO
    DELL’ETA’ ANAGRAFICA
    O DELL’ANZIANITA’
    CONTRIBUTIVA
    ETA’ ANAGRAFICA
    • Al raggiungimento dei 65 anni di età
    (uomo e donna) si può chiedere di
    permanere in servizio per conseguire
    l’anzianità minima (20 anni) E NON PIU’
    massima per la pensione. La richiesta è
    condizionata dall’ essere stato in
    servizio alla data del 1.10.1974 in
    qualità di personale di ruolo o con
    incarico a tempo indeterminato. Si può
    rimanere fino al 70° anno di età.
    • Al raggiungimento dei 65 anni di età
    entro il 31.12.2011 (uomo e donna) si
    può DARE LA PROPRIA DISPONIBILITA’ a
    permanere in servizio per ulteriori 2
    anni e cioè fino al 67° anno di età. La
    richiesta va presentata entro i 12 mesi
    prima del compimento dei 65 anni di
    età e l’accettazione è condizionata dal
    fatto che il richiedente non sia in una
    classe di concorso o posto o profilo
    professionale in situazione di esubero.
    L’interessato inoltre non deve
    raggiungere l’anzianità contributiva di
    anni 40 nel biennio interessato. E’
    quindi facoltà dell’amministrazione
    accogliere o meno tale richiesta di
    proroga dovendo valutare tra l’altro
    anche l’esperienza professionale e
    anzianità di servizio (favoriti chi ne ha di
    meno).
    → C 2-3. Art. 509 D.
    Lvo 297/94 non
    modificato dal D.L.
    78/2010 convertito
    nella L. 122/2010
    →ART. 72 c. 7
    L.133/2008
    →D.M. 94/2009
    →ART. 24 D.L. 201
    del 6.12.2011
    → C. 5 ART. 509 D.
    Lvo 297/94
    → C. 7 ART. 72 L.
    133/2008
    → DIRETTIVA MIUR
    94 del 4.12.2009
    cfr.. 3
    Via XXIV Maggio n. 1 – 05012 Attigliano (TR) – Tel. 0744 994850 Fax 0744 992780
    C.F. 97236210585
    8
    Confederazione
    Italiana Dirigenti e
    Alte Professionalità
    Per i Dirigenti Scolastici dovranno essere
    valutate anche le situazioni determinate
    dal dimensionamento della rete
    scolastica e l’esigenza di avere
    disponibilità di posti per le future
    immisisoni in ruolo.
    ANZIANITA’ CONTRIBUTIVA
    Per il personale che raggiunga i 40 anni
    di contribuzione utili a pensione, ENTRO
    il 31.12.2011, non è più prevista la
    possibilità di rimanere in servizio se si
    matura il passaggio al successivo
    gradone di stipendio. Anche per questo
    caso resta fermo l’obbligo del preavviso.
    PER IL CALCOLO DELLA
    PENSIONE LE FRAZIONI
    INFERIORI ALL’ANNO SI
    ARROTONDANO AD
    ANNO INTERO SE +/- 6
    MESI?
    No. Si calcola ad anni e mesi interi.
    L’unico arrotondamento è previsto per i
    giorni. 16 giorni equivalgono ad un
    mese.
    → ART. 59 C. 1
    lett. B L. 449/97
    → CIRC. INPDAP
    14/98
    INSERIMENTO DELLE
    DOMANDE A SIDI
    QUANDO?
    COSA SI DEVE INSERIRE?
    AL MOMENTO ATTUALE occorre far
    riferimento al manuale per la gestione
    delle cessazioni versione 6.5.2011
    rinvenibile a SIDI al percorso →HOMEprocedimenti
    amministrativi- personale
    scuola- guide operative -trattamento di
    quiescenza
    Dal 31.03.2012 e prima dell’inizio delle
    operazioni di mobilità previste per ogni
    ordine di scuola.
    DOCENTI
    9 maggio scuola infanzia
    14 aprile scuola primaria
    26 maggio scuola secondaria 1^ grado
    19 giugno scuola secondaria 2^ grado
    PERSONALE EDUCATIVO
    4 maggio
    PERSONALE ATA
    2 LUGLIO
    Seguendo il percorso di attivazione:
    →Personale comparto scuola→ges􀆟one
    cessazioni→acquisire
    occorre individuare e trovare il
    nominativo interessato.
    → C.M. 23 del
    12.03.2012
    gestione istanze
    Via XXIV Maggio n. 1 – 05012 Attigliano (TR) – Tel. 0744 994850 Fax 0744 992780
    C.F. 97236210585
    9
    Confederazione
    Italiana Dirigenti e
    Alte Professionalità
    • CODICE DI CESSAZIONE Ne sono
    presenti 26. I principali:
    CS01 PER RAGGIUNTI LIMITI DI ETA’ da
    inserire per uomini e donne al 65° anno
    di età da compiere entro il 31.12.2011.
    CS10 PER COMPIMENTO 40° ANNO DI
    SERVIZIO da inserire per chi raggiunge
    tale limite sommando i servizi e i periodi
    contributivi (studi universitari riscattati,
    servizi ricongiunti L. 29/79 e L. 45/90,
    servizio militare, supervalutazione del
    servizio, contributi figurativi, servizi non
    di ruolo riscattati).
    CS11 DIMISSIONI VOLONTARIE da
    inserire per tutti coloro che avranno
    diritto al trattamento pensionistico per
    anzianità di servizio (quota 96).
    Attenzione va utilizzato anche per le
    donne che non raggiungano i 65 anni di
    età entro il 31.12.2011.
    CS12 TRATTENIMENTO IN SERVIZIO
    OLTRE IL 65° ANNO DI ETA’ va utilizzato
    per chi usufruisce dei commi 2-3-5
    dell’art. 509 L. 297/94.
    • DECORRENZA va indicata la data
    01.09.2012. Il personale scolastico ha
    solo una finestra di uscita dal lavoro.
    Occorre verificare che a sistema non sia
    inserita (con data coincidente) una
    eventuale posizione di stato
    incompatibile con la cessazione dal
    servizio vedasi aspettativa.
    • DATA RITENUTE ENTRATE C/TESORO
    la data è verificabile con i certificati di
    servizio e di norma, ma non sempre,
    corrisponde al primo giorno indicato
    come utile ex-se nei decreti di riscatto e
    computo L. 1092/73
    • N. ISCRIZIONE DPT dato rinvenibile
    dal cedolino dello stipendio
    • DATA PRESENTAZIONE DELLA
    DOMANDA va iscritta la data di
    inserimento della domanda in “istanze
    on line”
    • DATA ACCETTAZIONE DOMANDA va
    →c.9 ART. 59
    L.449/97
    Via XXIV Maggio n. 1 – 05012 Attigliano (TR) – Tel. 0744 994850 Fax 0744 992780
    C.F. 97236210585
    10
    Confederazione
    Italiana Dirigenti e
    Alte Professionalità
    indicato il numero di assunzione al
    protocollo della scuola. E’ buona norma
    protocollare lo stesso giorno della
    presentazione della domanda.
    •Attenzione per i Dirigenti Scolastici il
    compito di inserimento dei dati è
    affidato alla competenza degli U.S.R.
    •Non vanno altresì inseriti dati per il
    personale che produca domanda di
    trasformazione del rapporto di lavoro a
    part-time con contestuale trattamento
    pensionistico.
    COMPITI DELLE II.SS.
    DOPO IL 30 MARZO
    2012
    Subito dopo il termine per la
    presentazione delle domande di
    collocamento a riposo, le segreterie
    delle II.SS. dovranno inviare all’Ufficio
    Territoriale una dichiarazione dei servizi
    (ruolo e non ruolo, computato,
    riscattato, ricongiunto ecc) con cui lo
    stesso ufficio determinerà il diritto o
    meno al trattamento pensionistico. Gli
    Uffici Territoriali possono richiedere
    eventuale altra documentazione.
    ALTRI ADEMPIMENTI
    DELLE II.SS.
    Le II.SS. avranno cura inoltre:
    • di inserire a SIDI le ASSENZE con
    retribuzione parziale (per determinare il
    TFS) o senza retribuzione (per
    determinare la pensione)
    • di provvedere ad emettere i decreti di
    aggiornamento dell’inquadramento
    stipendiale a seguito dell’applicazione
    dei C.C.N.L.
    TRASMISSIONE DELLA
    DOCUMENTAZIONE
    I tempi di invio vengono decisi dagli
    Uffici Territoriali degli USR.
    La documentazione serve per la
    determinazione del trattamento
    pensionistico e del trattamento di fine
    servizio o rapporto.
    Ogni Ufficio Territoriale stabilisce la
    documentazione di cui necessità per
    determinare il trattamento
    pensionistico oltre al TFS o TFR.
    Normalmente viene richiesta
    documentazione atta a certificare:
    • godimento di altra pensione
    Via XXIV Maggio n. 1 – 05012 Attigliano (TR) – Tel. 0744 994850 Fax 0744 992780
    C.F. 97236210585
    11
    Confederazione
    Italiana Dirigenti e
    Alte Professionalità
    • posizione debitoria nei confronti dello
    stato
    • diritto al godimento dell’assegno per il
    nucleo familiare
    • diritto alle detrazioni fiscali
    • di avere o non aver prestato altra
    attività lavorativa in contemporanea
    con il servizio statale
    • di avere o non avere prestato servizio
    part- time
    • modalità di riscossione della pensione
    • emolumenti accessori percepiti dal
    01.01.1996 o comunque degli ultimi 10
    anni ( senza più distinzione tra
    annualizzabili e non annualizzabili)
    • assenze con parziale o nessuna
    retribuzione
    • certificati di servizio per il periodo con
    ritenute entrate c/tesoro
    • certificati di servizio per eventuali
    periodi da supervalutare.
    Inoltre vengono richieste copie dei
    decreti emessi ai sensi del DPR 1092/73
    (riscatto e/o computo servizi statali),
    della L. 29/79 (ricongiunzione periodi
    privati) L. 45/90 (servizi in qualità di
    liberi professionisti).
    All’INPDAP (ora INPS gestione ex
    INPDAP) va invece inviata la domanda
    TRAMITE MODALITA’ INFORMATICA
    http://www.inpdap.gov.it
    dal 2 maggio 2012. Per chi si avvale
    dell’assistenza di un patronato la
    funzione è già fruibile.
    Successivamente la sede INPDAP
    potrebbe richiedere anche
    • fotocopia documento di identità
    • autocertificazione godimento altra
    pensione
    • prospetto assenze non coperte da
    contributi
    • prospetto emolumenti accessori
    • mod. PA04
    →nota opera􀆟va
    INPDAP n. 44 del
    9.9.2010
    Via XXIV Maggio n. 1 – 05012 Attigliano (TR) – Tel. 0744 994850 Fax 0744 992780
    C.F. 97236210585
    12
    Confederazione
    Italiana Dirigenti e
    Alte Professionalità
    CONSIDERAZIONI FINALI
    Non avendo, ancora, le II.SS. in carico la responsabilità della determinazione o meno del
    diritto a trattamento pensionistico devono provvedere a queste incombenze:
    1) Ricezione delle domande degli interessati e loro Inoltro tramite applicativo web POLICE
    “istanze on line” entro il 30 marzo 2012 (istruzioni dettagliate nella nota AOODGSSSI prot.
    4984 del 3.12.2010)
    2) Ricezione delle eventuali revoche e conseguente cancellazione entro 30 marzo sempre
    tramite l’applicativo “istanze on line”
    3) Subito dopo il 30 marzo 2012 invio all’Ufficio Territoriale dell’USR di una documentazione
    utile a determinare l’anzianità contributiva
    4) Successivamente, e comunque entro il:
    – 9 maggio per la scuola dell’infanzia;
    – 14 aprile per la scuola primaria;
    – 26 maggio per la scuola secondaria di 1^;
    – 19 giugno per la scuola secondaria di 2^ grado;
    – 4 maggio per personale educativo;
    – 2 luglio per il personale ATA;
    si dovrà provvedere all’Inserimento a SIDI delle domande di dimissioni e di trattenimento in
    servizio
    5) Infine, entro la data stabilita dall’Ufficio territoriale dell’USR, si dovrà inviare la
    documentazione richiesta allo stesso Ufficio e all’INPDAP per la determinazione del
    trattamento pensionistico e del TFS
    Risulta quindi di responsabilità delle II.SS. il rispetto dei tempi imposti dal Decreto
    Ministeriale e delle eventuali circolari degli Uffici Territoriali.
    E’ di responsabilità delle II.SS. inoltre la compilazione in modo corretto e l’invio di tutta la
    documentazione richiesta.
    Stante la complessità e vastità della materia, si invoca il “beneficio di inventario” con
    riserva di ulteriori integrazioni, aggiornamenti e approfondimenti.
    Li, 14.03.2012 IL RESPONSABILE DELL’UFFICIO
    Stefano Giorgini

  242. giulia Nov 52 BG attenzione:

    salve,
    oggi 15.03.2012 ho spedito la documentazione per il ricorso al Tar all’avv. Naso.Aspetto ulteriori notizie.Grazie

  243. Rosina attenzione:

    onestamente è venuta un po lunghina………….scusate il serpentone!

  244. cettina attenzione:

    malo sanno i precari della scuola che con questa riforma non entreranno mai nella scuola
    Chi ha visto la trasmissione Brontolo rai tre dove il giornalista WALTER PASSERINI denuncia la scarsa visibilità che si da ai giovani che andranno in pensione con il contributivo . è governo tecnico ladrone che non solo evade il fisco non facendo la patrimoniale sui loro ricchi redditi ma privando le persone oneste dei diritti acquisiti e che attingono alla nostra carta costi tu zionale. q

  245. Giovanni attenzione:

    Due spunti clamorosi :circolare emessa in ritardo lo dice ilC.C.N .L. sottoscritto il 15 luglio 2010, l’articolo 12 che,per personale scolastico la data di emnazione è il 28 /2.Andate a controllare la data delle precedenti circolari. Quindi la circolare è stata emessa in ritardo.

  246. Giovanni attenzione:

    Si ricorda pertanto che, in virtù di quanto disposto dall’art. 1, comma 6, lettera c), della legge n. 243/2004, come novellato dalla legge n. 247/2007, i requisiti necessari per l’accesso al trattamento di pensione di anzianità sono di 60 anni di età e 36 di contribuzione o 61 anni di età e 35 di contribuzione, purché maturati entro il 31 dicembre 2011.Come mai si parla di requisiti entro il31/ 12/ 2011 e cita leggi precedenti?

  247. Giovanni attenzione:

    Nella circolare sui pensionamenti non viene citata la nuova legge sulle pensioni del 2011, altrimenti per personale scolastico doveva scrivere requisiti raggiunti 31/8/2012.(lo dice il suo collega ministro delle sempli.)

  248. giò52 attenzione:

    @Rosina
    Non era meglio scrivere un link per leggere il documento inviato? Così si ricomincia ad intasare il sito.

  249. angela_M attenzione:

    Ma per gentilezza non si poteva postare solo il link che tutta la documentazione di prima risulta di difficilissima lettura?

  250. angela_M attenzione:

    Sempre nell’ottica di rendere “ragionati” gli interventi sul blog…

  251. Antonio Busato Padova attenzione:

    @donata attenzione:
    marzo 15th, 2012 at 3:06 pm
    GRAZIE, NON AGGIUNGO ALTRO!
    @Rosina attenzione:
    marzo 15th, 2012 at 3:30 pm
    MA TI RENDI CONTO?

  252. Maria grazia padova attenzione:

    Per chi ancora non ha inviato la documentazione per il ricorso : Siamo avvantaggiati da una offerta delle Poste sul costo della raccomandata 1. Durerà fino a fine marzo.

  253. Giovanni L. attenzione:

    Segnalo l’articolo “Pensioni: schizofrenia della legge?” su “Tuttoscuola” al link: http://www.tuttoscuola.com/cgi-local/disp.cgi?ID=27841

  254. tiziana attenzione:

    @Giuseppe Grasso
    forse ti è sfuggito il mio intervento del 13 marzo 2012 ore5.07 pm e quello successivo di Manuela……

  255. Francesco Casella attenzione:

    @Vincenzo Linardi
    A mia moglie, che è andata in pensione l’anno scorso, sono stati accreditati figurativamente ( cioè senza oneri) 5 mesi a testa per i due figli per i periodi in cui non era ancora di ruolo. La domanda per l’accreditamento è stata, in verità, suggerita e poi gestita dal patronato INCA della CGIL.

    @per tutti
    questa mattina ho scritto la seguente mail alla Segreteria Organizzativa del sindacato FLC CGIL scuola:

    “Spett.le Organizzazione,
    dopo la circolare ministeriale sulle cessazioni dal servizio, mi sarei
    aspettato dal sindacato al quale sono iscritto da 39 anni, almeno un gesto
    simbolico di protesta, un’occupazione simbolica del Ministero o un’azione
    energica in difesa dei diritti calpestati. Non mi aspettavo certo che la
    circolare potesse smentire la protervia della Fornero, ma avrei gradito una reazione forte del sindacato. Sul sito del FLC CGIL, invece, un normale vademecum sulle modalità di presentazione delle domande.
    Siamo circa 4000 i lavoratori ai quali è stata sbattuta la porta in faccia e siamo costretti ad autodifenderci.
    Io e decine di altri colleghi, molto amareggiati per ciò che sta accadendo ai
    lavoratori della scuola, abbiamo espresso la volontà di disdire nei
    prossimi giorni la nostra tessera sindacale.

    Vogliamo far capire a questi tecnici del c….che non si può insegnare
    fino a 70 anni? Che il lavoro dei docenti ha una sua specificità e non
    può essere equiparato a uno sfogliare carte e fascicoli? Ci sono
    linguaggi, contesti, mondi dei bambini e dei giovani che cambiano
    rapidamente e che vanno affrontati modificando linguaggi e approcci
    metodologici.
    Un giovane che oggi decida di fare l’insegnante entra mediamente a 32-33
    anni nel mondo del lavoro: con queste riforme insensate dovrebbe insegnare fino a 74-75 anni, per avere un minimo di pensione.
    Occorre RINSAVIRE, prima che sia troppo tardi. I danni causati alla scuola
    si riverseranno ievitabilmente su tutta la società. I dati sulla
    dispersione scolastica in Italia sono già un indice clamoroso di
    un’ecatombe sociale e culturale. Un fallimento totale.
    La riforma Fornero
    peggiora le condizioni di vita professionale dei lavoratori della scuola:
    chi è costretto ad insegnare ancora per un numero di anni non previsto e
    magari sente di non farcela più (anche a causa di motivazioni personali,
    familiari, di salute…)non ha la mente libera e lo spirito giusto per
    parlare quotidianamente ai bambini e ai ragazzi di oggi.
    Lo sfondamento del limite massimo dei 40 anni di contributi operato dalla Fornero rappresenta un ennesimo attacco al sistema pubblico dell’istruzione e della formazione, che avrebbe bisogno urgentemente di risorse, di energie nuove, di innovazione.
    Non si può essere complici nel far passare questa linea “tecnica”, apparentemente neutra e che cerca di colpevolizzare gli adulti, che hanno lavorato e che vogliono la pensione, nei confronti dei giovani che pensione non ne avranno”.

    Aspettiamo indicazioni dall’Avvocato Naso e andiamo avanti.

  256. Anselma 49 attenzione:

    Cari colleghi, vi invito tutti a ricorrere al Tar o al giudice di pace tramite un buon avvocato,(io ho dato mandato all’avv. Domenico Naso di Roma, uno specialista in materia). E’ inutile piangersi addosso, dobbiamo essere compatti nell’opposizione legale e morale ai ministri Profumo-fornero-Monti, nonchè ai tre partiti “responsabili” che sostengono l’iniquo governo.
    Più saremo e più in fretta vinceremo e chiederemo anche i danni esistenziali, dopo questa estenuante attesa e resistenza a emendamenti e interrogazioni.
    A parte la nostra questione, penso che la riforma pensionistica e quella in preparazione degli ammortizzatori sociali è iniqua, pasticciata e miope: ci creerà solo tanti problemi.Monti farebbe bene ad avocare a se le questioni del lavoro e mandare la maestrina Fornero a casa.

  257. rossoenero attenzione:

    Io non guarderei troppo alle date: ci sono state circolari emesse anche prima o dopo. Guarderei di più ai contenuti…

  258. rossoenero attenzione:

    Anche perché, se avesse contenuto fortunatamente le correzioni poi bocciate nel Mille Proroghe, pure se fosse stata emessa in ritardo, andava bene…

  259. GIOVANNI e teresa 1952 attenzione:

    @grasso@ Franco di Prato, A proposito di quello che la circolare non dice, anche se il problema del 52 entra marginalmente , è la seguente: pag. 2 terzultimo capoverso: per le donne che optino per la pensione liquidata …..omissis se i requisiti anagrafici e contributivi sono conseguiti a decorrere dell 1.1.2012 tali lavoratrici sono destinatari della finestra di cui art. 1 ….e quindi potranno accedere al pensionamento solo a decorrere dall’1.9.2013:la parte che manca , a mio parere, è: è se il lavoratore è già in possesso dei requisiti . 57 anni e 35 di contributi già dal 2011, quando può andare in pensione? SERVE A QUALCOSA? Condivido i conteggi fatti da Franco la perdita si aggira dal 25 al 30% optando per il sistema contributivo.

  260. Giovanni attenzione:

    La proposta Fornero prevede la «facoltà» delle aziende di stipulare accordi con i sindacati per favorire i prepensionamenti, sul modello del fondo del settore bancario. Vi potranno accedere i lavoratori «che raggiungano i requisiti di pensionamento nei successivi 4 anni». Le aziende dovranno «versare mensilmente all’Inps la provvista per la prestazione e per la contribuzione figurativa» e disporre di una fideiussione bancaria. Le domande per mandare in pensione anticipata i lavoratori dovranno essere presentate allo stesso Inps che verificherà la sussistenza dei requisiti. La prestazione sarà «di importo pari al trattamento di pensione che spetterebbe in base alle regole vigenti». Nella fase di transizione, cioè per gli esodi fino al 2015, «il primo periodo può essere coperto» per i lavoratori messi in mobilità dalla stessa indennità di mobilità. La ministra prende tutti per il cu………..

  261. rita attenzione:

    @ Giovanni
    Si può interrompere una norma biennale ( quota 96 per il 2011 e 2012),considerandone legittima solo un’annualità ?

  262. Tindaro attenzione:

    Gentili colleghi
    ho appena saputo dal sindacato CGIL che, prima dell’insediamento
    del governo tecnico, il b… bravo ministro Brunetta, ha inasprito la
    normativa sull’inabilità, soprattutto nella scuola. Pertanto, chi sperava di
    utilizzare questa opportunità per essere collocato a riposo, sappia che si corre il rischio, qualora non venisse riconosciuta l’inabilità al 100%, di
    essere trasferiti d’ufficio anche in altri uffici ministeriali di altre città, con l’ulteriore beffa della riduzione di stipendio. E’ un massacro continuo verso la nostra categoria, un altro colpo verso il pubblico impiego “fannullone”. Adesso basta! Dobbiamo scendere in piazza con il necessario appoggio dei sindacati, per dimostrare che, per il comparto scuola, la fase uno non è per niente chiusa. Colgo l’occasione per ricordare ai colleghi di Roma di organizzare una manifestazione che arriveremo numerosi da tutta Italia . Altrimenti non c’è trippa per gatti. A nessuno è venuto in mente che potremmo fare lo sciopero bianco in classe, ad ore alterne, per fare impazzire i dirigenti e per richiamare l’attenzione sulla nostra giustificata forma di lotta, che reclama giustizia. Ho lasciato una quindicina di commenti al quotidiano Leggo.it, alla Gazzetta del lavoro, Orizzonte Scuola; tutti hanno regolarmente pubblicato e dato risalto ai nostri problemi. Il lungo e circostanziato commento che, invece, avevo inviato a voi sul sito della brava Manuela Ghizzoni, non è stato evidenziato, probabilmente perché ho sottolineato, con obbiettività, la grande responsabilità del PD in questa faccenda! Domani invierò un lungo e, per me, attendibile commento sui fondi per sostenere il nostro slittamento (pensione) al 31-08-2012. Se non troverete traccia su questo sito, andate su http://www.gazzetta del lavoro.it
    Non dobbiamo mollare .Saluti a tutti Tindaro

  263. Giovanni attenzione:

    Spero che il signor Lusi si decida a vuotare il sacco,parla a spezzatino 850 mila euro a R…..i, minaccia” se parlo salta il centrosinistra”.Ne vedremo delle belle ,quanto durerà il governo.

  264. salvatore attenzione:

    DAL MESSAGGERO VENETO DI PORDENONE.
    Pensioni, un solo giorno
    gli costa 6 anni di lavoro
    Nato 24 ore dopo il termine per la quiescenza, dovrà sgobbare ancora molto. Proteste ai sindacati: «Negli asili avremo maestre-nonne a rincorrere i bimbi»

    di Chiara Benotti
    .PORDENONE. Corsa alla pensione per chi può: domande a scadenza il 30 marzo a scuola. Beffati per eccellenza 150 insegnanti e bidelli nati nel 1952 e quanti non arrivano per un soffio ai 40 anni nel pubblico impiego: sono 400 persone a Pordenone. Un caso per tutti: un signore di Porcia è nato il primo gennaio 1952, cioè con 24 ore di ritardo sulla possibilità di accesso alla pensione 2012. Quel ritardo gli costerà sei anni di lavoro aggiunto ai 36 di servizio.

    «Un altro caso è quello di un lavoratore che vanta 39 anni, 11 mesi e 10 giorni di servizio e per sei giorni mancanti dovrà prestare 6 anni di corvè – ha l’elenco in mano il sindacalista Cgil Gianfranco Dall’Agnese -. Ci sono decine di situazioni paradossali e molti casi di gente disperata: il pericolo è anche che aumentino le malattie professionali».

    Di scuola ci si ammala: 70 ausiliari, tecnici e amministrativi sono inidonei (permanenti o temporanei) alle mansioni e oltre una ventina di insegnanti stanno in biblioteca o segreteria con sindromi professionali. Il mal di schiena e le allergie sono il “vulnus” dei bidelli, depressione e nevrosi aggrediscono, invece, la fascia docente. «C’è gente che piange sulla pensione negata per un pugno di minuti – ha proseguito Dall’Agnese, che deve tirare su il morale oltre che compilare ricorsi -. Stiamo valutando la possibilità di presentare ricorso contro la manovra pensionistica».

    Un altro effetto atteso è l’impennata di domande di part time a scuola, in scadenza oggi. «Mi hanno bloccato la pensione e ho scelto il tempo corto – ha dichiarato Giovanna Zuddas, insegnante di inglese -. Passo sei mesi in cattedra e occupo gli altri con un’attività creativa che ha aperto la scommessa di mercato sul sito web zugrana.com».

    La scuola logora. «Avremo nonne in cattedra – ha esagerato Dall’Agnese -. A 66 anni saranno costrette a rincorrere alunni di 3 nelle materne. Abbiamo lanciato la raccolta firme per bloccare l’iniquo trattamento degli statali: si fa cassa sulla loro pelle».

    Le domande di quiescenza hanno scadenza a fine mese nella scuola e vanno presentate on line. Due sono le categorie possibili di pensionati nel 2012, divise dallo spartiacque del 31 dicembre 2011. Nessun problema per i dipendenti che al 31 dicembre 2011 hanno maturati i diritti con il vecchio regime pensionistico (40 anni di contribuzione oppure quota 96 tra anzianità di servizio e anagrafica).

    I nuovi limiti di età si applicano ai docenti che maturano quota 96 (tra età anagrafica e anni di contributi versati) dopo il 31 dicembre 2011, anche se l’anno scolastico è diverso dall’anno solare e finisce il 31 agosto 2012. L’anzianità contributiva per il via libera è 41 anni e un mese per le donne, 42 anni e un mese per gli uomini. Oppure 66 candeline sulla torta e 20 di contributi.

  265. Antonio Busato Padova attenzione:

    @Rosi attenzione:
    marzo 15th, 2012 at 12:32 pm
    Ho letto la circolare INPS. I punti che ci possono interessare sono quello che citi tu (il 2) ed il 10.
    In effetti le finestre sono state abolite dalla riforma Fornero, ma non nei 10 punti elencati. Per usufruire però del punto 2) bisogna esercitare l’opzione del “contributivo”, i cui requisiti sono indicati al punto suddetto.
    Il problema che è stato spesso sollevato è LA CONVENIENZA ECONOMICA, perché l’esercizio dell’opzione contributiva pura porta ad una pensione più bassa almeno del 30%. Dunque deve essere fatta anche una valutazione individuale di opportunità.
    Spero di aver risposto al tuo quesito.
    Ciao

  266. Antonio Busato Padova attenzione:

    @TUTTI

    COMUNICAZIONE DI SERVIZIO N. 2 (il numero è perché altrimenti viene identificato come post già inviato).
    ABBIAMO ACQUISTATO UN DOMINIO E PRESTO AVREMO UN SITO WEB A NOSTRA DISPOSIZIONE.
    IL BLOG DELL’ON. MANUELA GHIZZONI RESTERA’ DISPONIBILE, SPERANDO CHE VENGA UTILIZZATO COERENTEMENTE CON IL TITOLO!
    A SITO WEB ATTIVO SEGUIRANNO INFORMAZIONI DETTAGLIATE.
    QUESTO POST VERRA’ RIPETUTO PERIODICAMENTE PER INFORMARE TUTTI.
    CHI LO LEGGERA’ PIU’ VOLTE PORTI PAZIENZA.

  267. zoia attenzione:

    @ tutti ATTENZIONE

    Scusatemi ma passo molto tempo a leggere i post di tutti. Cerco di intervenire poco per dare spazio a tutti. Credo però sia utile, ora che i tempi si fanno stringenti e alcune cose le abbiamo capite (almeno così spero), concentrarci sul “da farsi” e non su lamentele per l’ingiustizia del Governo o scambiare il blog, che gentilmente ci viene concesso, per un Patronato sindacale o per un confessionale. Cerchiamo di dimostrare che siamo veramente i formatori del futuro Paese.
    GRAZIE

  268. Raoul52 attenzione:

    @Comitato
    @Tutti

    Importante

    Nella home-page del sito

    http://requisitiscuola2012.wordpress.com

    è già stato predispoto ed attivato quanto segue:

    “Oggetto: Versamento quota Socio Aderente Comitato Civico Quota 96″

    La quota d’iscrizione come Socio Aderente al comitato Civico QUOTA 96, è fissata in Euro 25 (venticinque) ed è presupposto essenziale, per essere iscritto alla mailing-list (nuovo sito web) e ricevere informazioni in tempo utile. Allego alla Causale le Coordinate Bancarie/IBAN del Sig. Maurizio Giovannetti Tesoriere del Comitato.”

    Per vedere-copiare i dati Iban, dovete cliccare (sempre nella home-page) sulla scritta:
    Coordinate Bancarie Tesoriere Comitato (evidenziato in rosso).

    http://requisitiscuola2012.wordpress.com

    Grazie

  269. Enza attenzione:

    http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=35489&action=view

  270. Mara 52 attenzione:

    Informo che venerdì 23 marzo a Modena si terrà un incontro con l’onorevole Ghizzoni ed altri parlamentari del PD e i docenti di quota 96 del territorio.

  271. caimani52 attenzione:

    @tutti
    sul dossier pensioni
    SOLE 24 ore di oggi:
    in 7 pagine dedicate dell’ingiustizia verso la classe52 non c’è menzione…..

    Lunedi’ 19 : Il Sole, Fornero, Mastrapasqua,…Tiziano Treu in una tavola rotonda moderatore Roberto Napoletano direttore del Sole24

    “la previdenza tra equilibrio dei conti e TUTELA dei DIRITTI” (orpo!)
    …i quesiti dei lettori saranno raccolti fino alle ore 18 del 19 marzo….

    http://www.ilsole24ore.com/tuttopensioni

    è il caso di inondare di quesiti, mediante mail, fin da subito a Donatella Treu amministratore delegato Il sole 24 Ore e al direttore Roberto Napoletano urlando la SVEGLIA ai sordi! SVEGLIA!

    credo che potrebbe anche bastare il copia incolla delle 5000epassa mail presenti in questo sito.

  272. Antonio 51 attenzione:

    Qualcuno di voi sa se il vice di Profumo , tale dott. Fiorentino, ha incontrato una delegazione del comitato Quota 96? Mi potete rispondere, Molte grazie!

  273. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ TUTTI

    Per favore! Interventi non kilometrici! Grazie!

  274. leopoldo attenzione:

    @tutti
    ho inviato anch’io la documentazione per il ricorso collettivo all’avv. Naso. Ringrazio tutti gli amici (tali vi reputo da quando abbiamo avuto questo spazio a disposizione). Sto leggendo la cir. 37 del 14/03/2012: è vero rompicapo!

  275. Maria Teresa 51 attenzione:

    @ Antonio Busato Padova
    specifico che il 30 % deve essere calcolato non sullo stipendio attuale, ma sulla pensione che avremmo dovuto percepire con l’uscita al 1/9/12 con quota 96. Un bel salasso! Saluti a tutti.

  276. 1Stage pino attenzione:

    Contrordine per i “vecchietti”.
    Il Sottosegretario allo Sviluppo ha smentito il suo collega all’Economia:
    i conti restano gratuiti!
    Che la mano destra non sappia quello che fa la mano sinistra.
    A proposito, non è mia ma la riporto scusandomi:
    il Governo Monti sta a destra o a sinistra?
    Booh, l’importante è che non stia dietro!

  277. rosella attenzione:

    @ M. Ghizzoni,
    @ G. Grasso e rappresentanti Comitato,
    Grazie per tutto!
    Per favore, vorrei sapere dall’avv. Naso se posso aderire al solo ricorso al TAR pur avendo inviato tutta la documentazione.
    Posso/devo comunque fare la domanda di pensione?
    Vorrei conoscere anche il numero dei partecipanti al ricorso.
    Buona serata a tutti.

  278. angela_M attenzione:

    mi vedo d’accordo con chi dice che il blog non deve diventare il corrispettivo di un patronato sindacale: ma di certo alcuni interventi particolarmente lucidi e circostanziati aiutano anche a farsi un’idea chiara della situazione al livello di informazioni sul sistema previdenza…

  279. Antonino52 attenzione:

    Gentile redazione del Sole 24 ore sono della classe del 52, chiedo semplicemente una opinione su quanto segue:
    Ho iniziato l’anno scolastico il 1° settembre 2011 e per 4 mesi (quattro) ho lavorato come insegnante con norme di legge che mi davano il diritto di poter accedere alla pensione nel successivo anno 2012, fermo restando la finestra prevista. Dal 1° Gennaio 2012 per effetto della riforma fatta a dicembre 2011, questo diritto è stato annullato.Chiedo: in quale paese del mondo si gioca una partita di calcio fermandola al 30° minuto del 1° tempo per CAMBIARE LE REGOLE DEL GIOCO. Ho reso l’idea? L’Italia sta scendendo le classifiche per diverse cose, non basta recuperare lo spread per affermare equità e progresso. Spero in una risposta. Grazie e saluti

  280. Antonio Busato Padova attenzione:

    @rita attenzione:
    marzo 15th, 2012 at 6:03 pm
    @ Giovanni
    Si può interrompere una norma biennale ( quota 96 per il 2011 e 2012),considerandone legittima solo un’annualità ?

    Ottima osservazione!!
    Naturalmente si può!!
    IL PROBLEMA (O LA FORTUNA) E’ CHE…..NON E’ STATO FATTO!!!
    Gireremo il quesito all’avvocato Naso.

    rosella attenzione:
    marzo 15th, 2012 at 8:23 pm

    Ti consiglierei di non aver fretta. Per aderire solo al ricorso al TAR è sufficiente non fare domanda di pensione.
    Abbiamo tempo fino al 30 marzo. Aspettiamo di sapere cosa ne pensa l’avvocato Naso.

    @Maria Teresa 51
    Grazie per l’utile precisazione.

    @salvatore attenzione:
    marzo 15th, 2012 at 6:15 pm

    Grazie per l’articolo. Però chiunque sia iscritto alle news letter ne era a conoscenza. Personalmente lo conoscevo, anche per il lavoro sotterraneo che viene comunque svolto da molte persone…..basta leggere bene certi interventi, vedi zoia attenzione:
    marzo 15th, 2012 at 7:11 pm
    Mi permetto di dare un consiglio, sperando di esser compreso, meglio postare il link e non gli interi articoli. Così appesantiamo meno il lavoro dell’onorevole Ghizzoni che ci ospita. Grazie.

  281. adriano attenzione:

    per il versamento quota socio aderente QUOTA 96 l’IBAN è riferita a quale BANCA?

  282. Giorgia Benetti attenzione:

    Mi ero persa l’apertura di questo nuovo spazio da qualche giorno. Mi fa piacere vedere tanto interesse e tanta partecipazione. Forse è la prima volta che noi insegnanti ci uniamo così, pur se con qualche diversità di vedute

  283. Maria Teresa 51 attenzione:

    @tutti
    Seguito al post delle ore 8.05
    Immagino che le colleghe che opteranno per il calcolo contributivo, si siano gia’ informate, porto comunque il mio caso come esempio.
    Retributivo – Pensione con 35 anni di contributi € 1550
    Contributivo – Pensione con 35 anni di contributi € 1000/1100
    E’ un calcolo approssimativo dato che non si conoscono ancora di preciso quali coefficienti verranno effettivamente applicati. C’e’ da considerare anche l’anno di slittamento… Mi sembra comunque UN FURTO! Buona serata!

  284. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Tutti: com. di servizio

    Sono attive da stasera, sul sito di Raoul, le coordinate bancarie di Maurizio Giovannetti, tesoriere del Comitato. Invito chi aderisce a versare la quota di 25 euro che servirà per pagare l’ingegnere informatico che sta mettendo a punto il nostro sito web.
    Grazie.

  285. nunzio attenzione:

    ho dato l’adesione alla raccorta firme per modificare la legge 214/2011.
    ho dato la pre-adesione all’ANIEF per un eventuale ricorso.
    leggo che la CGIL si sta attivando per un ricorso al TAR a cui se possibile aderirò.
    ho inviato la documentazione all’avv Naso per il ricorso al TAR e al giudice del lavoro.
    bisogna tentare tutte le strade senza nessuna preclusione visto che la via politica , dopo la risposta della “PROF.SSA ” all’interrogazione parlamentare è ormai impraticabile .
    salvo un miracolo delle nostre protettici Bastico e Ghizzoni.

  286. nico attenzione:

    @ giovanni
    purtroppo si. Se in vigenza di una norma (biennale o eterna), interviene un’altra che regola la stessa materia abroga implicitamente o esplicitamente la vecchia. Bisognerebbe dimostrare la mancata abrogazione.

  287. pio11 attenzione:

    Per la nostra gentile ospite.
    Leggo con piacere che condivide le affermazioni del conterraneo Saviano ma, al contempo Le ricordo che, quanto scritto nella pagina sui danni perpetrati da berl. e compagnia alla scuola negli ultimi tre anni, tutti noi docenti lo denunciamo da molto di più (sono quasi 20 anni ) ma, al solito ,siamo rimasti inascoltati. La ringrazio comunque ,però, per l’attenzione posta oggi, alle nostre problematiche. Tornando al nostro problema attuale non avrebbe, ancora, un qualche suggerimento da attuare?.Ormai il problema è stato ,almeno dai diretti interessati, scomposto e ricomposto più volte. Abbiamo attivato in molti,il ricorso al Tar ma, noto con disappunto che oggettivamente, la riforma delle pensioni non ha causato grandi movimenti contrari. Saranno state le lacrime di coccodrillo della fornero (il minuscolo è voluto), l’impressione di salvare effettivamente l’Italia , l’inconsistenza dei sindacati o il pregiudizio comune che i docenti (oltre a essere di sinistra ,ancora per poco) non “fanno niente”?. Quali forme di protesta possiamo applicare? come possiamo essere ancora più visibili? .Un saluto e un grazie a Lei (una eccezione, al momento, per noi).Pio. PS. a il governo attuale, oltre che tecnico (per gli affari propri molto !!!!! ) appartiene ad un corrente politica ? ( Sa almeno ci CAUTELIAMO PER IL FUTURO! )

  288. Maria Vilman Lioce attenzione:

    Anche se già suggerito, non mi astengo dal ribadire che la nostra annosa questione andrebbe esplicitata una volta per tutte al Presidente della Repubblica in persona. Se è vero, infatti, che i presupposti di questo governo dovevano attestarsi su equità e giustizia, sembra che la Fornero abbia volutamente operato per ovviare a tali prerogative, divenute cavallo di battaglia soltanto per una legalizzata e colossale presa per i fondelli. Sarò, da Foggia, moralmente vicina al gruppo Modena nell’incontro del 23 marzo con l’On. Ghizzoni. A quest’ultima sarò sempre infinitamente grata, dal momento che è stata l’UNICO parlamentare che mi ha degnata di risposta e di interessamento. Un grazie particolare, inoltre lo rivolgo a G.ppe Grasso e al Comitato Quota 96 per la loro infinita e proficua disponibilità.

  289. Giovanni attenzione:

    non sono avvocato ne onorevole, ma secondo il mio modesto parere la cicolare sui pensionamenti è stata emessa oltre la data del 28/2/2012 per cui è nulla.In italia tutto è regolato da scadenze ben precise(prescrizioni,scadenza patente, tasse, pagamento bolli,scrutini, validità giorni anno scolastico .)

  290. Giuseppe Grasso attenzione:

    @Adriano @ Tutti: dati sensibili del tesoriere

    La denominazione della banca la troverete, a breve, sul sito di Raoul. Qui non forniamo mai, per ovvi motivi, i dati sensibili di nessuno.
    Grazie.

  291. francesca attenzione:

    @On. Manuela Ghizzoni
    Leggo ora sul sito di Repubblica, in riferimento al vertice con Monti; “Bersani, nessun tema sarà escluso”. On Manuela Ghizzoni, con quel “nessun tema” s’intende che Bersani proporrà anche il tema dello spostamento della maturazione dei requisiti al 31-8-12 per i docenti?
    Grazie, Francesca

  292. Anonimo attenzione:

    Lasciamo, per una volta, che sia il segretario a decidere l’agenda? di carne al fuoco ce n’è già moltissima mi sembra…

  293. Nu 51 attenzione:

    @ chi è in grado di decifrare
    è uscita la circolare n 37: Disposizioni in materia di trattamenti pensionistici e di trattamenti di fine servizio e fine rapporto per gli iscritti alle casse gestite dall’ex INPDAP. Non so se il punto 6 al n 4 contenga informazioni utili.
    ringrazio e saluto tutti

    http://www.inpdap.gov.it/wps/wcm/connect/b42ef7004a854da78cc7df5d09d390f4/circolare_n37_14_03_2012.pdf?MOD=AJPERES&lmod=364456912

  294. Renato O attenzione:

    @Tutti

    Il Comitato Quota 96 si sta preparando per il ricorso al TAR e al Giudice del lavoro
    L’ANIEF presenterà ricorso
    La CISL di Torino presenterà ricorso
    La FLC-CGIL (vedi qui http://www.flcgil.it/attualita/previdenza/riforma-pensioni-la-flc-ricorre-al-tar.flc ) ricorrerà al TAR e al Giudice del Lavoro

    Considerato che tutti chiederanno la stessa cosa:
    “lo slittamento al 31-08-2012 dei requisiti per la pensione”
    non si potrebbero concordare le azioni giudiziarie?

  295. Raoul52 attenzione:

    @Comitato
    @TUTTI

    Il link con le coordinate bancarie complete, è STATO aggiornato.

    http://requisitiscuola2012.wordpress.com

    Grazie

  296. beppe51 attenzione:

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/03/15/truffa-della-speculazione-tagliare-pensioni/197519/ credo che questo articolo meriti di essere letto, perchè è semplicemente …sconvolgente, data la credibilità dei chi lo scrive. Paolo Ferrero conclude cosi:”Il taglio delle pensioni non ha quindi alcuna giustificazione esterna, è una pura aggressione ai diritti dei lavoratori fatta dalla manica di speculatori che ci governano”. buona notte, beppe51

  297. Alma 52 attenzione:

    @ G. Grasso (per avvocato)
    TUTTI
    Mettete a confronto la C.M. n°100 del 29/12/2010 (relativa a cessazioni servizio 2011) con la C.M. n° 23 del 12/03/2012: vedrete perfettamente (carta canta….) che per il comparto scuola c’è la sovrapposizione del 31/12/2011 come data per raggiungere i requisiti. Ma da quando in due anni diversi si può far riferimento alla fine dello stesso anno? Mi sembra lampante l’intento di dar l’illusione che tutto va bene così, anche per il personale della scuola. Perchè riprendere per la seconda volta gli stessi requisiti senza dar la possibilità di usufruirne? A me sembra una grande fesseria…escogitata proprio per rendere legale qualcosa che non lo è. Come detto più volte chi aveva i requisiti nel 2011 si sta già godendo la pensione.
    E poi nella C.M. 23 2012 ci sono altre incongruenze.. o almeno così mi sembra.
    Mi ha fatto ridere il terz’ultimo capoverso di pag 5(applicazione art 72)! Andate a leggerlo!
    BUONANOTTE A TUTTI!

  298. Cervone Filomena attenzione:

    Cari colleghi, anche io avevo espresso il desiderio di partecipare alla class-action avendo al 31-8-2012 ,39 anni e 3 mesi di servizio ,ma un mio amico avvocato me lo ha sconsigliato riferendosi alla lungaggine delle cause.Probabilmente per quel tempo ,io sarò già in pensione. Penso, però, che qualcosa tutti insieme e subito potremmo fare, cioè ritrovarci a Roma per far sentire la nostra voce e le nostre proteste ai ministri, poi scrivere sui giornali e andare in televisione.Agendo in questo modo forse si potrebbe risolvere il nostro problema ? Chi non risica non rosica si dice a Napoli ….
    Il mio indirizzo email è marianna.caprio@gmail.com

  299. Elena Razza attenzione:

    Maria Teresa 51 attenzione:
    marzo 15th, 2012 at 8:05 pm
    @ Antonio Busato Padova
    specifico che il 30 % deve essere calcolato non sullo stipendio attuale, ma sulla pensione che avremmo dovuto percepire con l’uscita al 1/9/12 con quota 96. Un bel salasso! Saluti a tutti.

    Praticamente il +o – 50% dell’ultimo stipendio !
    Bella e conveniente la “ozione donna” !

  300. marcella attenzione:

    @ Maria Teresa 51 [ marzo 15th, 2012 at 9:25 pm ]
    @ Noi_Donne

    Il Coefficiente di Trasformazione oggi assegnato a 60 anni è 4,798
    molto prossimo a quello assegnato – nel 2009 – a . . . 57 anni !
    Come se l’aspettativa mia di vita – oggi – fosse uguale (quasi uguale) a quella mia di . . . tre anni fa !

    [Ove possa interessare, nel 2009
    a 60 anni era assegnato Coefficiente 5,163
    a 57 anni era assegnato Coefficiente 4,720 ]

  301. franco attenzione:

    Monti e Fornero dovrebbero applicare le norme della costituzione come recita l’art.54.Non riescono a capire che l’anno scolastico va dal 01-09-2011 al 31-08-2012.Durante questo periodo, a differenza degli altri dipendenti della pubblico impiego,agli insegnanti non è permesso andare in pensione.Ribadisco dal 01-09-2011 al 31-08-2012 nessun insegnante potrà andare in pensione se non quelli che avevano già acquisiti il diritto al 31-08-2011.E’ evidente la discriminazione e la disparità di trattamento. Si vieta così agli insegnanti di andare in pensione:un loro leggittimo diritto. Inoltre per completare l’anno scolastico l’insegnante dovrà lavorare un anno in più degli altri lavoratori prima di andare in pensione.

  302. PATRIZIA52 attenzione:

    @ Giuseppe Miggiano

    @ TUTTI

    LEGGETE ……….MI SEMBRA IMPORTANTE

    http://www.flcgil.it/attualita/previdenza/riforma-pensioni-la-flc-ricorre-al-tar.flc

  303. Franco 52 attenzione:

    @Raoul52
    per il versamento quota socio aderente QUOTA 96 l’IBAN è riferita a quale BANCA?

  304. Manuela Ghizzoni attenzione:

    Come ha già scritto, l’incontro di Modena si terrà alle 16,30 presso la Federazione PD in Strada Scaglia est, n. 31

    @Mara52
    anche se non ti firmi, io posso vedere il tuo IP quindi dietro ad un coraggioso anonimo (al post “Ora buttate la chiave e firmate”, di Goffredo De Marchis) so chi si nasconde. il mio amaro commento lo affido a quel post

  305. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Franco 52

    I dati sensibili li trovi sul sito seguente:
    http://requisitiscuola2012.wordpress.com/

  306. pina952 attenzione:

    ….si sono svegliati i nostri cari sindacati!!!!!!Intanto 200 e forse più di noi ,tra i quali io, abbiamo dato mandato all’AVV Naso!!!!!!! Spero solo che se ne ricavi qualcosa unendo le forze su più fronti!!!
    Intanto se c’è qualche docente di Benevento oltre rita c.e a.m.santamaria, iscritti al comitato si faccia vivo,perchè abbiamo provveduto a contattare un politico della città che ci riceverà all’inizio della prossima settimana.

  307. Raoul52 attenzione:

    @Franco52
    @Tutti

    Trovi/trovate tutte le indicazioni utili-bancarie (aggiornate) sul sito:

    http://requisitiscuola2012.wordpress.com

  308. Rosi attenzione:

    @
    Ti ringrazio per la puntuale ed esauriente risposta. Sic ! Ci avevo sperato ! Il contributivo in toto non è nemmeno da prendere in considerazione
    Ciao rosi

  309. Claudia Nicolai attenzione:

    @Raoul
    Ho fatto il bonifico dei 25€, ma non capisco cosa devo fare per iscrivermi alla mailing list. Trovo solo il form ricorrenti, ma è legato al ricorso e io non ho ancora deciso che fare…sto aspettando i consigli dell’avv.Naso….mi puoi spiegare?

    Confermo per l’ennesima volta e per mia esperienza personale che la data del 31/12/2011 come limite per il raggiungimento dei requisiti è la stessa del passato a.s. 2010/2011.

    Sono un po’ sconfortata, stanno facendo una vera ingiustizia e non lo vogliono capire!

    Grazie a tutti, Manuela Ghizoni in testa!

  310. Rosi attenzione:

    Il precedente post è indirizzato ad Antonio Busato
    Mi scuso per la disattenzione

  311. Antonio Busato Padova attenzione:

    @TUTTI

    COMUNICAZIONE DI SERVIZIO.
    ABBIAMO ACQUISTATO UN DOMINIO E PRESTO AVREMO UN SITO WEB A NOSTRA DISPOSIZIONE.
    LEGGERE ANCHE ISTRUZIONI DI RAOUL!
    IL BLOG DELL’ON. MANUELA GHIZZONI RESTERA’ DISPONIBILE, SPERANDO CHE VENGA UTILIZZATO COERENTEMENTE CON IL TITOLO!
    A SITO WEB ATTIVO SEGUIRANNO INFORMAZIONI DETTAGLIATE.
    QUESTO POST VERRA’ RIPETUTO PERIODICAMENTE PER INFORMARE TUTTI.
    CHI LO LEGGERA’ PIU’ VOLTE PORTI PAZIENZA.

  312. gio attenzione:

    schizofrenia della legge?

    La pubblicazione della circolare sulle pensioni (n. 23 del 12 marzo) è già oggetto di interrogativi e di preoccupazioni soprattutto per le dipendenti che, grazie alla “quota” 96 raggiunta entro il 31 dicembre 2011, dovrebbero conservare il diritto di fruire delle vecchie regole pre-riforma.

    La riforma delle pensioni, come si sa, ha elevato dal 2012 i limiti di età e di anzianità contributiva, obbligando i dipendenti a rimanere in servizio qualche anno di più.

    Ha salvato da questo innalzamento generalizzato dell’età (66 anni) e dell’anzianità (41/42 anni) coloro che al 31 dicembre 2011 avevano già conseguito i requisiti per andarsene in pensione.

    Ma quello che sembrava uno sconto, una concessione, una deroga al giro di vite generalizzato, rischia invece di diventare punitivo per le dipendenti che hanno raggiunto a dicembre quota 96 (60 anni di età e 36 di contribuzione oppure 61 anni e 35 di contribuzione). Poiché per loro i limiti di vecchiaia fissati dalle regole pre-riforma (61 anni di età per le donne e 65 anni per gli uomini) continueranno a valere anche dopo il 31 dicembre, diversi uffici scolastici territoriali stanno procedendo al collocamento coatto in pensione per chi quest’anno compirà 61 anni di età.

    Se questa interpretazione “punitiva” dovesse prendere piede, tutte le donne a quota 96 se ne dovrebbero andare quest’anno obbligatoriamente in pensione, salvo richiesta, accolta, di proroga.

    Ma sarebbe anche un’applicazione schizofrenica della legge che, mentre da una parte rinvia il momento della pensione, costringendo milioni di persone a rimanere più anni in servizio, dall’altra obbliga altri ad andarsene prima.

    La circolare ministeriale sembra condividere questa tesi, ma nel chiudere la parte relativa alla situazione dei dipendenti pre-riforma afferma che “… nell’anno 2012 o negli anni successivi dovranno essere collocati a riposo al compimento dei 65 anni (salvo trattenimento in servizio) quei dipendenti che nell’anno 2011 erano già in possesso della massima anzianità contributiva o della quota o comunque dei requisiti previsti per la pensione”.

    I 96enni, insomma, se ne dovrebbero andare al compimento dei 65 anni, senza differenza tra uomini e donne. Se questa, come ci auguriamo, è l’interpretazione corretta, il Miur farà bene a darne informazione agli Uffici periferici prima che parta, ancora una volta, una raffica di ricorsi.

  313. floriana attenzione:

    ma possibile che non si facciano sentire gli interessati in provincia di Como?contattiamoci

  314. il vendicatore attenzione:

    Con un comunicato aggressivo la Flc-cgil mette a disposizione i propri uffici legali territoriali per ricorrere contro la legge fornero sui pensionamenti e contestualmente dichiara di impugnare davanti al Tar del Lazio la circolare ministeriale della funzione pubblica dell’8 marzo 2012,la circolare nr.23 e il decretonr.22 del miur del 12 marzo che applicano al settore pubblico e alla scuola la riforma fornero. Come vedete non possono contarmi fino al 31/12/2011 e poi coglione lavora fino a giugno 2012.

  315. GIOVANNI e teresa 1952 attenzione:

    @RAOUL Occorrre specificare che trattandosi di conto bancoposta il codice IBAN serve per i versamenti tramite banca, mentre su conto bancopostapuò essere effettuato versamento su conto corrente postale.

  316. GIOVANNI e teresa 1952 attenzione:

    @RAUOL ESEGUITO POSTAGIRO di euro 25,00: a nome di SIGNORELLO TERESA ROSARIA con il seguente indirizzo e-mail. chirianogiovanni@tiscali.it
    prendi nota PER LE RELATIVE E SUCCESSIVE COMUNICAZIONI. GRAZIE

  317. Ermanno attenzione:

    @ Tesoriere Comitato Civico “Quota 96″

    Fatto bonifico bancario di € 25.00 . Ciao Ermanno.

  318. marina attenzione:

    @ tatjana52

    E’ possibile avere la sua mail? – La mia è slomsekts@libero.it

  319. anna maria floriana attenzione:

    @ Tesoriere Comitato Civico “Quota 96″
    Fatto bonifico di € 25
    Ciao
    Floriana

  320. Enrico52 01-09-1952 attenzione:

    @ Tesoriere Comitato Civico “Quota 96″

    Fatto bonifico bancario “Unicredit Rimini” di € 25,00
    Grazie Ermanno.

  321. Carmela 52 attenzione:

    @ Tesoriere Comitato Civico “Quota 96″

    fatto bonifico bancario di euro 25,00.
    riceverò un riscontro?

  322. Patrizia attenzione:

    Scusate ma non si può fare il versamento quota online- serve il numero conto -Grazie P52

  323. Oronzo Ramundo attenzione:

    Questa mattina ho fatto anche io il bonifico di € 25,00 a Maurizio Giovannetti (tesoriere del comitato), per aderire al comitato Civico “Quota 96″

  324. Angelica 52 attenzione:

    @ Tesoriere Comitato Civico “Quota 96″

    Fatto bonifico bancario “Unicredit Rimini” di € 25,00
    Grazie. Angelica 52.

  325. Flavia52 (1) attenzione:

    Anche io ho fatto bonifico di 25 euro a favore di Maurizio Giovannetti per adesione al comitato “Quota 96″.
    Flavia Rambelli (Cesena)

  326. Angelica 52 attenzione:

    @ Tesoriere Comitato Civico “Quota 96″

    Fatto bonifico bancario di € 25,00

    Grazie. Angelica 52.

  327. LucianoP Senigallia attenzione:

    Grazie a Manuela Ghizzoni, Giuseppe Grasso, Antonio Busato, a Raoul52 e a tutti i colleghi che su questo sito-blog ci hanno permesso di condividere le nostre giuste istanze e di partecipare al comitato civico “quota 96″ : è ormai più di un mese che seguo il “dibattito virtuale” e anche se non ho partecipato in prima persona , mi sono riconosciuto nelle vostre opinioni e decisioni . Concordo nell’andare fino in fondo nel cammino intrapreso cercando di essere costruttivi senza perdersi dietro inutili critiche.
    @ tesoriere Comitato Civico ” quota 96″: ho fatto il bonifico bancario di € 25
    A presto

  328. rosella attenzione:

    @ Tesoririere Comitato Civico Quota 96
    ho effettuato il bonifico di 25 euro, per mio conto, a nome De Marco Elda Serafina. Prego inviare riscontro a De Marco Rosa, e-mail: rosella.demarco@hotmail.it
    Grazie Rosella

  329. Maria Teresa 51 attenzione:

    @ Elena Razza
    “Opzione fregatura” va bene? Saluti a tutti.

  330. Laura (2) attenzione:

    @ Tutti
    Teniamo presente:

    Finalmente sono sempre di più i giornalisti che cercano di capire cosa stia succedendo e quali siano le proteste rispetto alla manovra Monti/Fornero, anche il programma IN ONDA su LA 7 chiede casi. Il conduttore Dott. Luca Telese ha scritto affermando che il tema “pensioni” gli interessa molto. Pertanto inviate pure voi tutti le Vs. problematiche al seguente indirizzo: luca.telese@gmail.com

    …Cordiali saluti Luisa Gnecchi

  331. mariliana52 attenzione:

    @ Angelica 52
    Mi rivolgo a te perchè non capisco.. Lunedì ho intenzione di fare il bonifico di 25 euro ma io lo avrei fatto su bancoposta intestato a Giovannetti, cosa c’entra “unicredit Rimini”?
    Grazie

  332. donata attenzione:

    @ Tesoriere Comitato Civico “Quota 96″

    H fatto bonifico bancario “Fineco” di € 25,00 per iscrizione al comitato civico.
    E adesso come fare per accedere al dominio riservato agli iscritti?
    grazie donata

  333. Loredana52 attenzione:

    @ Tesoriere Comitato Civico “Quota 96″
    Scusate, ma il codice IBAN del conto tesoreria fornito non corrisponde alla sede di Corso Vittorio Emanuele II n. 330 Roma, ma bensì a Viale Europa 175, ROMA EUR.
    Siamo sicuri della correttezza dell’IBAN ?
    Loredana52

  334. Rinuccia attenzione:

    @ Tesoriere Comitato Civico “Quota 96″
    Fatto bonifico Euro 25,00
    Saluti e speriamo bene!

  335. paola rizzo attenzione:

    fatto bonifico 25,00 euro

  336. Antonio Busato Padova attenzione:

    @TUTTI
    Per chi non conosce le indicazioni per il bonifico, legga:
    Raoul52 attenzione:
    marzo 16th, 2012 at 9:39 am
    @Franco52
    @Tutti

    Trovi/trovate tutte le indicazioni utili-bancarie (aggiornate) sul sito:

    http://requisitiscuola2012.wordpress.com
    @TUTTI
    Come riscontro del bonifico tenete la ricevuta dello stesso!
    Stamattina l’ho effettuato on line ed ho archiviato la ricevuta.
    @Rosi
    Mi dispiace che non ci sia una soluzione immediata. Speriamo di farcela lo stesso presto!
    @TUTTI
    Poiché il titolo di questo blog è: Quota 96: dibattito sulle questioni aperte del comparto scuola E NON SOLO PENSIONI, ecco uno spunto tratto da un articolo della Stampa.it.
    Posto il titolo ed il link, non L’INTERO ARTICOLO ED INVITO A FARE ALTRETTANTO PER NON APPESANTIRE IL LAVORO DELL’ON. GHIZZONI ED IL BLOG STESSO. GRAZIE.
    “Salvate gli ultimi prof maschi”
    http://www3.lastampa.it/scuola/sezioni/news/articolo/lstp/446610/

  337. Apollonia 52 attenzione:

    @ TUTTI

    Sarebbe opportuno che tutti quelli che hanno fatto il versamento non scrivano di averlo fatto…s’intaserebbe di nuovo il blog….. aspettiamo di sapere dal Comitato come fare per verificare il buon esito del proprio versamento …….grazie a tutti.Buona domenica …

  338. Angelica 52 attenzione:

    @Mariliana

    “Unicredit Rimini” non c’entra niente con il bonifico da me versato a Giovannetti.
    E’ stato un errore di “copia incolla” che ho preso da

    “Enrico52 01-09-1952 attenzione:
    marzo 16th, 2012 at 12:18 pm” che sta sopra .

    Però ho fatto una rettifica :

    Angelica 52 attenzione:
    marzo 16th, 2012 at 1:27 pm
    @ Tesoriere Comitato Civico “Quota 96″
    Fatto bonifico bancario di € 25,00
    Grazie. Angelica 52.

    Saluti a tutti e chiedo scusa

  339. Antonio Busato Padova attenzione:

    @TUTTI

    COMUNICAZIONE DI SERVIZIO.
    LA FORM PER L’ADESIONE ALLA MAILING LIST SARA’ ATTIVA ENTRO LA PROSSIMA SETTIMANA. SEGUIRANNO INFORMAZIONI PRECISE PER ISCRIVERSI E RICEVERE INFORMAZIONI IN TEMPO REALE SULLA PROPRIA CASELLA DI POSTA, SIA PER CHI HA PARTECIPATO AL RICORSO LEGALE SIA PER CHI SI E’ ISCRITTO MA NON HA PARTECIPATO AL RICORSO.
    RICORDO CHE PER ESSERE INSERITI BISOGNA DIVENTARE “SOCI ADERENTI DEL COMITATO CIVICO QUOTA 96”
    PER QUESTO RINVIO AI POST ED ALLE ISTRUZIONI DI RAOUL52.
    L’INTERO SITO WEB (MENO URGENTE E PIU’ COMPLESSO), SARA’ REALIZZATO PROBABILMENTE ENTRO IL MESE CORRENTE.
    QUESTO POST VERRA’ RIPETUTO PERIODICAMENTE PER INFORMARE TUTTI

  340. Rita Ciullo attenzione:

    @ TESORIERE COMITATO Civico “Quota 96″

    Effettuato bonifico Euro 25,00
    Grazie a tutti tutti

  341. concetta attenzione:

    Ieri sera con molto piacere ho fatto il bonifico.
    Grazie di tutto. Speriamo che presto saremo contattati anche dall’avvocato.

  342. Domenico Italo attenzione:

    Sembra che la fornero, di sua sponte, abbia intenzione di mettere mano al problema degli esodati che sono rimasti in mezzo al guado (senza stiprendio e senza pensione) mediante una norma ad hoc da inserire nel milleproroghe. La cosa, a suo dire, dovrebbe avvenire in tempi assai brevi. Non sarebbe il caso di cogliere la palla al balzo e cercare di fare sanare, con l’occasione, la grande ingiustizia consumata ai danni della classe 52? La dichiarazione della ministra risale all’altro ieri.

  343. silverio53 attenzione:

    versate 25,00 euro per comitato.

  344. Giuseppe Grasso attenzione:

    Ho versato anch’io i 25 euro per il Comitato a nome di M. G.

  345. Enza attenzione:

    Effettuato bonifico 25,00 euro.

  346. massimo bolognesi firenze 1952 attenzione:

    effettuato bonifico €25 al tesoriere, in bocca al lupo a tutti

  347. Maria 51 attenzione:

    @ Tesoriere Maurizio Giovannetti

    Questa mattina ho effettuato il bonifico bancario di € 25.00 a favore del “Comitato civico quota 96″. Lascio la mia e-mail per un riscontro : adolimpio@alice.it
    Saluti

    Maria 51 (Maria Di Federico)

  348. Luisa Rizzato attenzione:

    @Tesoriere comitato”Quota 96″
    Effettuato bonifico on line-Grazie per la vostra disponibilità-Luisa Rizzato

  349. sergio52 attenzione:

    Effettuato bonifico di 25,00 euro. Adelante!
    sergio da novara

  350. ENEA52 attenzione:

    Effettuato Bonifico di €25 da BPERper comitato quota 96.
    Cordiali saluti e avanti a tutta forza con ogni mezzo possibile.

  351. Maurizio Giovannetti attenzione:

    @ Tutti i Colleghi

    Sto uscendo per recarmi dall’Avvocato Naso.
    Ho predisposto un foglio excel per i riscontri delle quote versate che aggiorno con sollecitudine.
    Non invierò singole mail di conferma perché il servizio di segreteria non è …contemplato!
    Penso che – dopo la prima ondata di versamenti – l’elenco verrà pubblicato ad intervalli regolari. Ne parlerò tra poco con i colleghi del direttivo.

    Cari saluti

    MG

  352. Anonimo attenzione:

    mi permetto di fare presente che nella mia scuola ci sono tre insegnanti, che maturavano i requisiti entro fine anno 2011, che sono tuttora in servizio. Vuoi perché potevano andare con la quota e hanno preferito non farlo, vuoi per altre ragioni, ma ci sono ancora, tutti e tre. Mi chiedo se non sia una questione comunque anche ad altre situazioni…

  353. Carmelo 52 attenzione:

    Chiedo un chiarimento a chiunque voglia rispondere. Il bonifico a favore del “comitato quota 96″ è da fare presso gli sportelli bancari o postali. Scusate la domanda, il fatto è che su queste questioni pratiche sono sempre in difficoltà!

  354. Gianfranco 1952 attenzione:

    Effettuato bonifico di 25 € a Giovannetti M. per Quota socio comitato Quota 96. Gianfranco Panzera

  355. Antonio attenzione:

    Tesoriere Comitato Civico “Quota 96″
    Fatto bonifico bancario di € 25.00 per socio aderente al comitato civivo quota 96. E’ per oggi l’appuntamento con il comitato e l’Avv. Naso?
    Resta sempre aperto il dilemma delle domande on line al Miur e all’Inpdap, che fare??
    Grazie ai guerrieri Giuseppe Grasso,Antonio Busato, Raoul52, On. Ghizzoni, Bastico e a tutti coloro che con tenacia dedicano il loro tempo alla causa
    Antonio Piras

  356. lucy attenzione:

    a tutti
    Bene il ricorso, bene il tardivo intervento dei sindacati, bene scrivere lettere,ecc…ecc…MA SE VOGLIAMO VINCERE DOBBIAMO TOCCARE GLI INTERESSI ECONOMICI DEI POTENTI.
    Vi rendete conto che giro di milioni c’è dietro i libri di testo? Ebbene:BLOCCO DELLE SCELTA, NON ADOTTIAMO NESSUN LIBRO.
    Questo è stato già fatto in passato, naturalmente su iniziativa di vari sindacati, e nel giro di pochi giorni abbiamo avuto quell’ aumento economico da anni bloccato e negato.

  357. carla 52 attenzione:

    @ maurizio giovannetti
    Tesoriere Comitato Civico “Quota 96″
    Effettuato bonifico bancario di € 25,00
    grazie di tutto carla 52

  358. angela 51 attenzione:

    effettuato postagiro di € 25 per comitato Quota 96

  359. Grazia Carrà attenzione:

    @ TUTTI IMPORTANTE

    Colleghi, sono Grazia di Torino, vi stampo qui di seguito la lettera con alcuni quesiti che ho posto direttamente all’avvocato Naso, e le sue risposte, ricevute nel giro di poche ore.
    Vi prego solo di perdonare un paio di orribili errori di battitura che mi auguro ne’ voi ne l’avvocato possiate prendere come un segno di crassa ignoranza. Semplicemente, come spesso fanno i nostri allievi, non ho riletto la mail prima di inoltrarla!

    rispondo di seguito alle sue domande

    Avv. Domenico Naso

    Il giorno 15 marzo 2012 09:54, Grazia Carrà ha scritto:

    Gentile Avvocato Naso,

    sono un’insegnante del 52 che fa parte del gruppo Quota 96 e sono intenzionata ad aderire al ricorso, ma ho alcune perplessità, e mi perfetto di approfittatare della sua Sua disponibilità per dissiparle.

    La prima è semplicissima: fino a quando ho tempo a spedire i documenti? Io credo di avere capito che sia fino alla data di scadenza della domanda di pensionamento, quindi il 30 marzo, è cosi? NO – AD OGGI NON ABBIAMO INDICATO UN TERMINE DI SCADENZA MA RITENGO POSSA ESSERE INDICATO NELLA DATA DEL 15 APRILE 2012.

    Secondo la nuova normativa io dovrei ragiungere i 41 anni e 5 mesi richiesti ad agosto 2014, ci sono speranze che un eventuale ricorso venga vinto almeno entro il 2013? SINCERAMENTE E’ QUELLO CHE AUSPICHIAMO – Altrimenti, nel mio caso, quale senso avrebbe intraprendere un’azione legale? NESSUNO

    Visto la mia situazione, è giusto ritenere che sia meglio fare solo il ricorso al TAR, poichè quello al giudice del lavoro prevede tempi molto lunghi? SI RITENGO CHE SIA CORRETTO –

    Facendo solo quello al TAR, è giusto quanto mi è stato detto che non è necessario che inserisca la dichiarazione sostitutiva della certificazione del reddito? SI E’ ESATTO

    Infine, la sezione scuola del mio sindacato CISL di Torino pare, sottolineo pare, si stia attivando per un ricorso, e sono stata interpellata per sapere se intendo aderire. Io vorrei aderire, ma al contempo intendo farmi seguire anche da Lei nel ricorso. E’ possibile? NO PUO’ PRESENTARE UN SOLO RICORSO PER LA MEDESIMA QUESTIONE

    La ringrazio per la Sua disponibilità

    Cordialmente

    Maria Grazia Carrà

    graca1@tiscali.it

  360. Arnaldo attenzione:

    Ho effettuato il bonifico di 25 € per aderire al Comitato Quota 96.
    Grazie ai promotori e, in attesa di notizie, cordiali saluti.

  361. donata attenzione:

    @On. Manuela Ghizzoni
    @Tutti
    Siamo a buon punto nell’organizzazione del nostro comitato presto avremo una spazio web gestito dal comitato stesso. Dobbiamo ringraziare l’on. Ghizzoni per l’ospitalità prolungata che ci ha dato, per la pazienza dimostrata (tanta, a volte ci siamo comportati da bimbetti litigiosi e bizzosi). Ci ha trattato come figli in fase di crescita ora siamo in grado di muovere i passi da soli.
    Credo quindi sia giunto il momento di abbracciare in pieno lo spirito con cui è nato questo terzo blog “Questa nuova pagina è invece a disposizione per chi voglia proseguire il dibattito………… su altre tematiche del mondo della scuola”
    Le altre tematiche della scuola sono molte. In primo luogo metto la dignità dell’insegnate che viene calpestata ogni giorno. Nelle scuole i genitori , spesso con il bene placido dei dirigenti, la fanno da padroni pretendono di dirti cosa e come insegnare, sempre più di frequente contestano valutazioni,fanno richieste di addebiti disciplinari perché tu hai ripreso più volte il figlio che magari si diverte a picchiare i compagni.
    Questo problema è conosciuto dal Signor Ministro della Pubblica Istruzione infatti nell’intervista fatta, un po’ di tempo fa, alla trasmissione Otto e mezzo in merito agli insegnanti dichiara: “Difficile ora parlare di aumentare gli stipendi degli insegnanti si potrà farlo nel momento in cui ci sarà una ripresa. Ci vuole la serenità di capire qual è la situazione: è difficile oggi parlare di aumento di stipendi degli insegnati – ha aggiunto il ministro – : penso che ora si debba lavorare sull’autotistima, crearsi una reputazione, nel momento in cui ci sarà una ripresa, potremmo parlare anche di un aumento degli stipendi”
    Quindi è chiaro niente aumenti ma non è stata ancora scritta una riga neppure sulla costruzione dell’autostima. Vorrei che fosse fatto presente al Ministro che gli insegnanti hanno stima di sè è l’indotto che non ha più stima nella scuola e i Lavoratori della Conoscenza della scuola primaria sono divenuti badanti di piccole pesti ammassati in 28 in stanze di 40 mq. Per non parlare poi dei problemi delle famiglie allargate: figli di primo letto di secondo letto di terzo letto……le quali rigettano sugli insegnanti tutte le loro fragilità come se fossero i colpevoli delle loro frustrazioni.
    Qui mi fermo ho gettato tante palle per aprire in questo forum delle discussioni diverse da “quota 96”. Grazie a tutti per la pazienza che avete avuto nel leggerMI. Spero che ci sia la disponibilità dei fraquentatori a continuare il dibattito.

  362. barbara attenzione:

    Chiedo un chiarimento in relazione al bonifico : non riesco a fare il bonifico di € 25,00 online perchè IBAN inferiore a 27 caratteri. Qualcuno sa spiegare il fatto ? Grazie

  363. MARCO MONTANARI attenzione:

    Brava Angiolina!
    Sul Venerdi di Repubblica di oggi 16 marzo, pag. 24, Michele Serra, nella sua rubrica “PER POSTA”, ospita una lettera di Angiolina che espone la nostra situazione.
    http://periodici.repubblica.it/venerdi/

  364. FLORA attenzione:

    @tutti,
    scusate volevo effettuare il bonifico per il comitato ma con il mio PC non riesco ad aprire il documento per avere il codice Iban, qualcuno me lo può fare avere via e.mail? Grazie per la cortesia:
    f.ghigi@email.it

  365. Anonimo attenzione:

    A me pare di ricordare che l’unica volta che ricevemmo un aumento degno di questo nome (diciamo quasi 250 euro odierni) fu quando l’uomo delle monetine… distribuiva prebende a tutti perché bastava stampare carta moneta. Per il resto mi sembra che l’interesse verso la categoria sia sempre stato poco vivace. Un’altra occasione fi il blocco degli scrutini, ma le nuove regole in materia di “interruzione di pubblico servizio” non credo ci vengano incontro…

  366. Maria attenzione:

    @ tutti @ Ghizzoni
    Per una volta vorrei parlare della scuola e non del comitato.
    Come sapete bene (è su tutti i giornali) nella scuola italiana c’è il grosso problema dell’apprendimento della Nostra Lingua. Un problema trasversale a tutte le discipline.Soluzione prospettata prima da Gelmini e ultimamente confermata da Profumo: FACCIAMO LE LEZIONI IN INGLESE!
    Dovrei, io che conosco l’ inglese per cavarmela in caso di necessità all’estero, apprenderlo non solo oltre il mio livello base ma anche a livello tecnico specialistico. Il tutto a 61 anni.
    “Ogni limite ha una pazienza” diceva Totò e io sono ben oltre quel limite. Se sentite in televisione che una prof. ha dato in escandescenze non affannatevi a cercarne il nome: è il mio Maria

  367. Maria Nanu attenzione:

    Anch’io chiedo chiarimenti, ho fatto ricorso con avv.Naso, cos’è il “comitato 96″ e la quota di 25 € ?

  368. Giovanna 52 attenzione:

    @ Tesoriere Comitato Civico “Quota 96″

    Effettuato bonifico per comitato Quota 96
    Cordiali saluti

  369. rossoenero attenzione:

    Letta la lettera della collega: a me non sembra che la risposta sia stata particolarmente incoraggiante… Dire che siamo in tanti ad essere misconosciuti dai media non mi pare un grande segno di attenzione…

  370. Giovanna 52 attenzione:

    @Barbara

    forse hai messo uno zero in meno.

  371. mariob.-tv attenzione:

    @ On. Ghizzoni
    @ Tutti
    ESITO INCONTRO DI OGGI A MESTRE CON ON. DONADI – IDV
    Sono stato incaricato, dai presenti all’incontro avuto oggi a Mestre con l’on. Donadi, di relazionare in merito.
    – Innanzitutto abbiamo illustrato all’Onorevole la nostra situazione, evidenziando che rivendichiamo lo stesso diritto che il governo ha concesso agli altri lavoratori sino al 31/12/2011, in quanto l’anno scolastico 2011-2012 è riferito all’anno solare 2011, anche se è iniziato 8 mesi dopo il 1° gennaio.
    – Poi lo abbiamo informato di quanto fatto finora dall’on. Ghizzoni e dalla sen. Bastico, per ultima l’interrogazione al Ministro del lavoro e delle politiche sociali e al Ministero dell’economia e delle Finanze, nonché della costituzione del Comitato Quota 96, dell’avvio del ricorso tramite l’avv. Naso, dell’intenzione di avviare un’analoga azione anche da parte di CGIL, CISL e ANIEF.
    – Infine, gli abbiamo detto che siamo convinti che la soluzione politica sia la più auspicabile, se non altro perché l’azione legale avrà tempi di risoluzione probabilmente più lunghi di quelli che la fornero ci ha rifilato.
    – L’on. Donadi ci ha risposto che ha capito perfettamente il nostro problema e ci ha garantito l’impegno del suo partito per risolvere la situazione. In particolare, e questa mi sembra la notizia più importante, si attiverà per proporre o sostenere qualsiasi emendamento sarà proposto al decreto sulla Riforma del mercato del lavoro in quanto, sue parole, “Lo stesso decreto tratterà anche argomenti riguardanti le pensioni”. Lui dice che il governo intende portare a conclusione quest’ultimo decreto entro la fine del mese.
    Che ne pensa la nostra Onorevole Ghizzoni?
    Abbiamo speranze?

  372. massimo bolognesi firenze 1952 attenzione:

    blocco libri di testo, blocco gite e qualsiasi attività in grado di creare guadagno al di fuori della scuola, rifiuto di fare gli esami di stato, non presentando domanda, è forse troppo

  373. daniela52/2 attenzione:

    Oggi ho telefonato alla CGIL della mia provincia (Lodi) per sapere qualcosa del ricorso, e mi è stato detto che dal nazionale non è stata diramata ancora una comunicazione ufficiale, ma comunque i loro legali sosterranno chiunque nel pubblico impiego farà ricorso ma solo contro l’incostituzionalità del trattamento dei lavoratori pubblici nati nel 52 rispetto a quelli privati e autonomi.
    Quindi non seguono la nostra linea, anzi ritengono perdente l’idea di poter spostare i temini al 31-8- 2012.
    Qualcuno ha avuto interpretazioni diverse dei possibili ricorsi sindacali?
    Mi hanno detto poi un’altra cosa che a me è parsa strana: che l’opzione donna non è più 57 anni almeno e 35 di contributi, ma da quando è stata emanata la legge, gli anni richiesti sono di più, ma non è stata precisa. Non ho mai letto niente del genere.

  374. Apollonia 52 attenzione:

    @ TESORIERE Comitato Civico ” Quota96″

    Effettuato bonifico bancario (25,00 eu) per Il Comitato Quota 96

    aspettanuondo buone nuove…..buon weekend a TUTTI

  375. germana52 attenzione:

    germana52 attenzione
    solo ieri ho potuto mandare tutta la documentazione all’avvocato Naso,al piu’ presto invierò anche i 25 euro per la quota di adesione al comitato.Ciao a tutti ed un grazie all’onorevole Ghizzoni per l’ospitalità

  376. Antonio Busato Padova attenzione:

    @Carmelo 52
    @Maria Nanu
    @barbara
    @TUTTI
    Carmelo: puoi farlo in banca ed anche in posta. come preferisci
    Maria: cortesemente, è troppo lungo spiegarti! Basta che scorri il blog e trovi tutto.
    Barbara: attenzione, se hai fatto copia-incolla dal sito di Raoul, risultano anche gli spazi vuoti. Se lo compili manualmente verrà esatto.
    VEDO CHE SI COMINCIA A PARLARE DI ALTRO OLTRE LE PENSIONI. MOLTO BENE!!! QUESTO E’ IL VERO RISPETTO NEI CONFRONTI DI CHI CI OSPITA!! NON I RINGRAZIAMENTI A PAROLE!!!!!

    GIUSEPPE GRASSO E’ APPENA USCITO DALLO STUDIO DELL’AVVOCATO NASO (DALLE 16.30 DI OGGI!!). DATEGLI IL TEMPO DI RIPRENDERSI. COMUNQUE VI ANTICIPO PASSI AVANTI SUL PIANO DELLA CHIAREZZA.

    PROSEGUE LA COSTRUZIONE DEL SITO. L’INGEGNERE HA COMINCIATO IL SUO LAVORO DOPO AVER RICEVUTO CONFERMA DELL’ATTIVAZIONE. DOMANI POSTERO’ ANCORA INFORMAZIONI IN MERITO.

    Buona serata a tutti!!!

  377. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Tutti i ricorrenti e non: ISTRUZIONI RICORSO

    Il direttivo del Comitato Quota 96, riunitosi regolarmente alle ore 17.00 del 16.3.2012, presso lo studio dell’avvocato Domenico Naso, ha discusso in merito alle azioni giudiziarie da avviare a difesa dei propri diritti, esaminando una serie di proposte interpretative e/o integrative, riguardo alla storia giuridica della normativa previdenziale ante riforma Fornero.
    L’avvocato, dopo aver ascoltato i vari interventi dei convenuti, ha infine tratto le proprie conclusioni che ci ha esposto con dovizia di particolari e argomentazioni convincenti. Lo stesso, con l’approvazione dei presenti, ha proposto di dividere la nostra azione in due fasi distinte, fasi che io e Antonio Pane ci siamo premurati di riassumervi e di mettere nel blog:

    1. La prima fase sarà quella del ricorso immediato al TAR del Lazio. I punti cardine su cui l’avvocato fonderà la propria tesi sono sostanzialmente due:
    a) la discrasia tra anno scolastico e anno solare, ‘dimenticata’ dalla Fornero e invece energicamente rivendicata dai ricorrenti, con il conforto delle argomentazioni contenute nell’interrogazione parlamentare di Manuela Ghizzoni, depositata a Montecitorio lo scorso 29 febbraio;
    b) probabile incostituzionalità della divisione della quota biennale 96, tagliata dalla Fornero in due parti: la prima è quella che ne ha già usufruito andando in pensione il 1° settembre 2011, con maturazione dei requisiti al 31 dicembre dello stesso anno; la seconda è quella che ne è stata invece esclusa (la classe 1952 o chi maturava i quarant’anni di servizio nel 2012).
    Ricordiamo che il termine di ricezione (non di spedizione) della documentazione relativa al ricorso è stato fissato dall’avvocato al 12 aprile 2012. Si pregano, pertanto, gli interessati di spedire i documenti prima della suddetta data, preferibilmente a mezzo “raccomandata uno” – forma che garantisce l’arrivo entro 24 ore.
    Precisiamo, infine, che eventuali esiti positivi non varranno “erga omnes”, come molti credevano, ma avranno effetto solo per i ricorrenti. I non ricorrenti, dal canto lor, potranno eventualmente beneficiarne solo nel caso in cui il MIUR, in virtù dell’esito positivo del giudizio, decidesse di uniformarvisi con un proprio provvedimento. Questa ultima eventualità, comunque, non è automatica né scontata.
    L’andamento del ricorso potrà essere seguito puntualmente on-line sul sito http://www.giustizia-amministrativa.it, che è il sito del TAR Lazio, secondo le istruzioni che vi verranno fornite.

    2. La seconda fase, contestuale alla prima, consisterà nell’invio di un “atto di significazione e diffida” al MIUR, da spedire con raccomandata A.R. entro il 30 marzo 2012, con il presupposto che un suo diniego possa legittimamente fondare il diritto anche per il ricorso al giudice del lavoro, da effettuarsi eventualmente dopo aver conosciuto l’esito del ricorso al TAR. Questa soluzione è stata scelta in quanto per noi – stante la normativa previgente alla Fornero, ovvero il decreto Tremonti-Berlusconi di agosto che differiva di un anno il conseguimento della pensione per coloro che avessero maturato il diritto entro il 2012 – non è possibile questo anno stesso presentare la domanda di pensione al 1° settembre 2012 in quanto il nostro diritto decorrerebbe dal 1° settembre 2013. Tale “atto di significazione e diffida” permette di aggirare l’ostacolo della domanda di pensionamento on line e di sostituirsi ad essa.
    In caso di mancata risposta potremo comunque “mettere in mora” il MIUR con un’altra istanza. Ma il TAR ci avrà già dato… ragione?

    P. S. Le domande a oggi pervenute sono 265. Cominciamo ad essere più consistenti ma contiamo di arrivare almeno a 500. Grazie e buona notte!

    Giuseppe Grasso e Antonio Pane

  378. Giuseppe Grasso attenzione:

    P. S. Dimenticavo…

    L'”atto di significazione e diffida” sarà stilato da Naso entro lunedì o martedì e allora sarà possibile metterlo sul sito di Raoul.

  379. Franco da Venezia attenzione:

    @Grasso
    @Busato
    @Pane
    @Raoul52
    @Ghizzoni
    @tutto il direttivo del Comitato

    Grazie :-)

  380. Michela Biondi attenzione:

    Desidererei sapere se l’”atto di significazione e diffida”che preparerà l’avv. Naso dobbiamo inviarlo noi al MIUR e se anche chi ha inviato la documentazione e quindi l’anticipo all’avvocato deve inviare la quota di € 25,00 per l’adesione al comitato. Ringrazio per gli eventuali chiarimenti saluti e ancora grazie Michela Biondi

  381. patrizia attenzione:

    @ Tutto il direttivo del Comitato Quota 96
    @ On. Ghizzoni
    Siete tutti noi, GRAZIE!

  382. Tindaro attenzione:

    Gentili colleghi,
    l’emendamento del Pd al decreto Milleproroghe per inserire, per il solo comparto scuola, uno slittamento al 31 agosto 2012 del termine per la maturazione dei requisiti per il pensionamento con le norme previgenti alla riforma Fornero, non è passato sia per l’ostruzione della lega che per mancanza di fondi (bugie ). Premetto che la la manovra previdenziale si è rivelata ingiusta, brutale e scriteriata, fatta alla “velocità della luce”.e, dal momento che non è un mio problema reperire i fondi sottratti al comparto scuola ( chi sbaglia, paga), voglio sprecare una parte del mio tempo libero per dare indicazioni precise ai tecnici ben pagati e , spesso, smemorati.I fondi ci sono, eccome! Non si vogliono utilizzare perchè intaccano gli interessi dei politici. Quest’anno, mentre veniva deciso di rimandare di due anni il pagamento delle liquidazioni ai dipendenti pubblici, Montecitorio ha approvato il bilancio dando alle spese correnti una limatina dello 0,71%, Palazzo Madama dello 0,34%. Praticamente nulla, una ulteriore presa in giro, visto che i beni culturali sono stati tagliati del 50,5%, il Fondo nazionale per le politiche sociali del 91%( dal 2009 al 2012), il Fondo contributi affitti per le famiglie povere del 74% ( dal 2010 al 2011). Contemporaneamente, Il Parlamento vedeva crescere ulteriormente” i propri tesoretti”. Che sono due. Il primo si chiama “Fondo di solidarietà” che ha lo scopo di provvedere alla liquidazione dei parlamentari, esiste solo a Montecitorio e non a Palazzo Madama, fu creato nel 1994 e, secondo fonti attendibili, l’indennità viene pagata con denari pubblici; inoltre, il Fondo ha raggiunto le abnormi proporzioni attuali grazie ai contributi versati negli anni passati non personalmente dagli onorevoli, ma dalla Camera. Nel periodo compreso tra il 1995 e il 2000, l’amministrazione di Montecitorio ha versato nel Fondo destinato alle liquidazioni dei parlamentari più di 175 miliardi di vecchie lire, corrispondenti a 118 milioni e mezzo di euro attuali. Il secondo “tesoretto” è costituito dal fondo cassa iniziale, corrispondente alla somma di tutti gli avanzi di bilancio realizzati negli anni. E visto che i preventivi di Camera e Senato sono sempre un po’ “ gonfiati”, nel senso che quando al 31 dicembre vengono tirate le somme si scopre che il denaro a disposizione non è stato speso proprio tutto Resta sempre qualcosina in banca. E anno dopo anno questi valenti risparmiatori hanno accumulato la bella cifra di 719 milioni di euro. Almeno al “Fondo di solidarietà”dovrebbero essere applicate le regole in vigore per tutte le aziende con più di 50 dipendenti. Per le quali la legge stabilisce che il Tfr dei dipendenti non investito in fondi pensione sia obbligatoriamente trasferito all’INPS. E dall’istituto di previdenza alla tesoreria.Praticamente la buonuscita per gli ingordi bacchettoni è spudoratamente esagerata come i loro immeritati stipendi. Basterebbe la settima parte di questo “tesoretto” per sanare l’ingiustizia del comparto scuola. I dati sono stati reperiti grazie all’articolo di Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella. Riduzione spese militari, evasioni fiscali, tasse sui grandi patrimoni per reperire altri fondie e utilizzarli per sanare un’ingiustizia palese nei nostri confronti, non gliene frega niente a nessuno. A questo punto di grande confusione, con le circolari ministeriali che sembrano in contraddizione, dovremmo fare una grande manifestazione con il necessario appoggio della CGIL e degli altri sindacati per dimostrare che, per il comparto scuola, la fase uno non è per niente finita. Non siamo rassegnati, investiamo le nostre energie per una forma di lotta giustificata e detestiamo chi si è vantato in Europa di aver fatto una manovra previdenziale capestro, senza che nessuno avesse opposto alcuna resistenza, se non solo con tre ore di sciopero . Chiedo gentilmente ai bravi colleghi di Roma di attivarsi con il sindacato per una manifestazione collettiva dove parteciperemo numerosi con autobus organizzati da tutta Italia.. Altrimenti non otterremo nulla. Non sottovaluterei la proposta dello sciopero bianco, coinvolgendo i colleghi di ogni singolo istituto ad una assistenza garantita agli alunni delle scuole inferiori, alternando lezioni a sciopero bianco Le trattenute in busta paga sono limitate ma il progetto porterà risultati significativi in poco tempo. Per quanto riguarda il ricorso, visto che le situazioni personali di tanti colleghi sono diverse ( ci sono quelli che usufruiscono della legge 104, gli inabili o quelli che vanno in pensione fra un anno o due) , ognuno di loro ha il diritto di fare le proprie valutazioni, anche in relazione ai lunghi tempi di attesa delle sentenze. Il PD non vuole staccare la spina al governo Monti e rischierà una grossa catastrofe elettorale, perchè sta sottovalutando i docenti, i pensionati, i giovani delusi da questa interminabile attesa per avere un lavoro a prezzi stracciati, come il nostro. Io posso coordinare i colleghi del ’52 della zona sud della Lombardia, organizzare pulmann, coinvolgere i sindacati di zona. Per me,bisogna agire in fretta e non puntare solo al ricorso!!! Gradirei il vostro parere. Saluti a tutti.Tindaro

  383. patrizia masutti attenzione:

    Voglio crederci e ce la faremo. Per ora un ringraziamento a tutti voi che state lavorando per tutti. Patrizia

  384. Anselma 49 attenzione:

    Grazie avvocato Naso, che trovi nel bravo G. Grasso un portavoce all’altezza. Io penso che il nostro diritto sia quello di andare in pensione tutti nel 2013 come stabilito dalla manovra Berlusconi di ferragosto e non subito, ma spero di sbagliarmi.
    G. Grasso perche’ non rendi noto l’ elenco aggiornato dei ricorrenti al TAR con l’avvocato Naso o si violano le leggi della privacy?
    Credo che siamo tutti orgogliosi e convinti del ricorso intrapreso e questa pubblicazione può essere di stimolo per l’adesione di altri colleghi.
    Grazie anche alla on. le Ghizzoni e Bastico, che convincano Bersani a caldeggiare la soluzione anche per quei pochi giovani che troveranno un posticino di lavoro più stabile con questi pensionamenti.

  385. maria1952 attenzione:

    @ tutti
    Qualcuno ha la bontà di dirmi l’importo della somma da mandare all’avvocato per il solo ricorso al TAR?
    Inoltre dalla documentazione,come faccio a far conoscere all’avvocato il mio intendimento di partecipare solo al ricorso al TAR?
    Grazie e chi mi vorrà rispondere.

  386. Lucina Focante attenzione:

    @G.Grasso
    @A.Busato
    @Tutti

    Buongiorno a Tutti!
    Non dobbiamo quindi fare alcuna domanda di cessazione dal servizio, nè on-line, nè cartacea, se ho interpretato bene fa frase:
    “Tale -atto di significazione e diffida- permette di aggirare l’ostacolo della domanda di pensionamento on line e di sostituirsi ad essa”.
    Grazie e scusate l’ignoranza!

  387. Ivana52 attenzione:

    @ Giuseppe Grasso
    @Tutti

    Carissimi, prima di tutto grazie a Giuseppe e a tutti coloro che si stanno dedicando al problelma “quota 96″ soprattutto a Roma. So per esperienza diretta quanto sia faticoso e “time-consuming” (Ho coinvolto 80 persone nel Nord Italia in 3 Ricorsi Straordinari al Capo dello Stato).

    Scrivo solo due righe per capire meglio la questione ricorso al TAR.
    Purtroppo la mia carriera è costellata di ricorsi al TAR (3), Ricorsi Straordinari al Capo dello Stato (5), Ricorsi al Consiglio di Stato (1).
    (forse dovevo fare un altro mestiere!).

    Non ho capito che cosa propone l’Avv.
    Grasso scrive “La prima fase sarà quella del ricorso immediato al TAR del Lazio. I punti cardine su cui l’avvocato fonderà la propria tesi sono sostanzialmente due: a) la discrasia tra anno scolastico e anno solare, […] b) la probabile incostituzionalità della divisione della quota biennale 96 […]”

    L’Avv. a quale obiettivo punta?
    Quale gli sembra raggiungibile, se le cose andranno bene?
    Potremo giungere all’annullamento del provvedimento con cui il MIUR rigetta la nostra domanda di pensione, ma non credo che il TAR possa obbligare il MIUR ad accogliere le ns domande di pensionamento.
    Mi domando quale sia, a grandi linee, la strategia che ci propone.

    Grazie

  388. Michelina 52 Firenze attenzione:

    Per Giuseppe Grasso
    Innanzitutto un doveroso e sentito ringraziamento e plauso per quello che
    ha fatto e sta facendo. Sono il marito di una vostra collega di lavoro e
    sventura congiunturale, che ha già inviato la documentazione all’avv. Naso.
    Da lei soltanto una cortesia: le lascio la mia mail
    bongiovanni2012@libero.it, se può farmi avere un suo recapito telefonico,
    atteso che sarò a Roma il 30 e 31 c.m. Per cui, se sarà possibile, per lei e per me, incontrarsi, mi farebbe piacere potersi scambiare qualche parere.
    G. Bongiovanni

  389. eliana52 attenzione:

    dove si reperisce la documentazione da presentare all’Avv per il ricorso al TAR? grazie per chi gentilmente risponde. E’ necessario far pure domanda di pensione entro il 30 Marzo? Ho già fatto bonifico 25 euro.
    Un saluto e grazie.

  390. IORI MARIATERESA attenzione:

    Insegnante nella Scuola Materna Statale, anno 14 maggio 1952 requisito per la pensione (quota 96) raggiunti nel 2012. Sono interessata al ricorso e desidererei ricevere delucidazioni in merito, e specifiche. grazie IORI MARIATERESA

  391. Lucina Focante attenzione:

    @Eliana52 h.9.01

    Leggi Raolul52, 14 marzo h 11,47 am

  392. giuseppina attenzione:

    per Tindaro
    va bene io sono di Bergamo aderisco a qualunque iniziativa

  393. IORI MARIATERESA attenzione:

    … Vi prego di farmi sapere quali sono i “passi” successivi da fare per aderire al comitato ed accedere al ricorso e che… ce la mandi buona. Grazie IORI MARIATERESA via Cimabue 7 57126 LIVORNO

  394. rosa martini attenzione:

    Aristotele diceva che la gratitudine invecchia presto,io penso,invece,almeno per quanto mi riguarda, che non invecchierà mai e che mi ricorderò sempre di chi si è dato tanto da fare per la nostra giusta causa.
    Un grazie di cuore a :
    @On. Ghizzoni
    @ ai colleghi, signori Grasso,Busato, Raoul52,Giovannetti
    @Al Comitato Direttivo
    @ a tutti
    Buon fine settimana!

  395. Maurizio Giovannetti attenzione:

    @ Eliana52

    A questo link

    http://obiettivoscuola2012.blogspot.it/2012/03/documenti-ricorso-tartribunale-lavoro.html

  396. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Ricorrenti e non ancora… Precisazioni ulteriori.

    Egregi amici e colleghi, ieri sera abbiamo scritto che la situazione concerne quelli del 1952. Non che non sia vero, visto che il 90/% appartiene alla classe del 1952, ma ci sono anche altri casi, ovviamente, come quelli del 1951 o come quelli che hanno 40 anni di contribuzione a prescindere dall’età anagrafica. Quindi, a partire da oggi, quando parlerò di Quota 96, alluderò a questa triplice casistica. Ok?

    L’elenco dei partecipanti lo ha Naso e ha detto di aspettare altri ricorrenti per darmi l’elenco, che è un elenco “in fieri” e quindi suscettibile ogni giorno di aggiornamenti. Se non avete un riscontro telefonate o mandate una emai.

    L’atto di significazione e diffida serve ad aggirare l’ostacolo della domanda di pensionamento dal momento che l’avvocato Naso ha infine interpretato che noi, quest’anno, non avremmo dovuto fare la domanda e quindi non avremmo potuto avere un diniego in quanto siamo sotto la legge Tremonti/berlusconi che ha modificato (di un anno) la legge Damiano delle quote. Si tratta di una sorta di diffida (che Naso deve mettere a punto e che poi sasà data a tutti i ricorrenti) in cui si chiede al Miur o all’Ufficio Scolastico Regionale (o forse a tutti e due, ma questo deve ancora precisarlo) in buona sostanza di darci una risposta. Il Miur potrebbe anche non rispondere. Noi potremmo in tal caso metterlo in mora, ossia ripetere la stessa domanda con una sorta di aut aut. Se ci fosse un diniego allora potremmo rivolgerci al giudice del lavoro. Però si tratta di una opportunità in più in quanto: 1. non dovremmo fare la domanda quest’anno per il 2013; 2. non è detto che il Miur risponda. Spero che ora sia stato più chiaro.

    L’avvocato, comunque, spera soprattutto nel ricorso al TAR, ricorso su cui fonderà tutte le sue motivazioni e argomentazioni che si riassumono a due principi: 1. ribadire che c’è un’assurda discrasia fra l’aver messo la Fornero come termine ultimo per beneficiare delle vecchie regole il 31 dicembre 2011 (cosa che per noi non vuol dire nulla) e il fatto che noi andiamo (e saremmo dovuti andare) in pensione il 1 settembre 2012 (o 2013 con Tremonti/Berlusconi).
    In conclusione l’obiettivo è impugnare la circolare ministeriale per smontare tali inconguenze che racchiude e che ci ha impedito di usufruire dei nostri diritti. C’è anche, forse ma non ne è sicuro, l’eventuale anticostituzionalità all’interno della quota biennale 96: quelli del 2011 (prevalentemente persone del 1951) sono già andati in pensione il 1 settembre scorso e quindi è ipocrita se non contraddittorio dire fino al 31 dicembre 2011 visto che chi poteva (come loro del 2011) lo hanno già fatto; quelli del 2012 (prevalentemente: e dico: prevalentemente del 1952 ma non solo), ossia non i pensionati, che stanno già dal 1 settembre 2011 a godersi il meritato riposo, bensì i pensionandi che avrebbero dovuto usufruirne nel 2012 ma impossibilitati a farlo sia perché Berlusconi aveva inserito un anno in più (e noi rientriamo nella norma di Ferragosto, anche se i decreti applicativi non sono mai uscita in quanto soppiantata dalla riforma Fornero), sia perché la loro carriera è stata troncata solo dopo 4 mesi.

    Per il resto è inutile chiedere quante speranze avremo di vincere. Nessuno ha la palla di vetro e chi ha fatto ricorsi nel passato sa quanto sia difficile prevedere in anticipo una simile profezia, che si spera, ovviamente, essere positiva. La cosa nuova da sapere è che il provvedimento positivo non sarà “erga omnes”, ossia valido per tutti, ma solo per i ricorrenti. I non ricorrenti ne potranno beneficiare solo qualora il Miur si rendesse conto di tale ingiustizia e volesse sanarla in proprio. Ma non è cosa automatica. Non bisogna fare quindi alcuna domanda perché è sostituita dall’atto di significazione e diffida.

    Vi faccio rilevare infine che gli altri sindacati che si stanno muovendo, CGIL, UIL e ANIEF, stanno ricalcando le due tipologie escogitate dall’avvocato Naso. Il che significa che siamo sulla strada maestra e che siamo davvero “profeti in patria”…

    Spero di aver chiarito la cosa, sia pure approssimativamente, e di aver fugato alcuni dubbi espressi da Ivana 52, Lucina Focante e molti altri stamattina.
    Siamo forti, pazienti e soprattutto non perdiamo mai la speranza. Siamo orgogliosi di quanto stiamo facendo e innalziamo il livello di considerazione del mondo della scuola. Non siamo più pecore ma un popolo, se posso così dire con un ossimoro, in dignitosa rivolta.

    Quanto al discorso di Tindaro, molto ricco e circostaziato, credo che, a parte alcuni spunti, ci porterebbe troppo lontano facendoci perdere di vista l’obiettivo principale. In questa fase i discorsi di lungo respiro rischiano di infrangersi sulla terra dell’oggettività pratica. I tuoi sono discorsi giusti ma per un governo a venire… purtroppo aggiungo!
    Buona giornata a tutti. E’ mattina e già sono stanco!
    Grazie per i tributi a tutti noi del Direttivo. Grazie davvero!

  397. Lucina Focante attenzione:

    @G.Grasso

    Grazie per la sollecita risposta. Sempre impeccabile il Suo operato: puntuale, chiaro e preciso.
    Buon fine settimana!

  398. cettina attenzione:

    @ Tutti
    Su ” Milano Finanza ”
    di oggi Pensioni: Fornero,disponibile a incontro sindacati polizia.Chi è a conoscenza del forum in ToPic.it ?

  399. Paola attenzione:

    purtroppo non risco a ad avere l’ibam per mandare la quota per il comitato 52. Da sottolineare che sono già iscritta e che ho spedito dal mese di febbraio tutto il materiale all’avvocato Naso. Chi può spedirmelo o come devo fare? Nel ringraziare tutti quelli che si stanno adoperando per questa giusta causa chiedo umilmente aiuto.

  400. Francesco Casella attenzione:

    @ Tesoriere Giovannetti

    Ho effettuato il bonifico di 25 € per aderire come Socio al Comitato Quota 96.

    francesco.casella@istruzione.it

  401. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Paola

    L’Iban lo trovi qui:

    http://requisitiscuola2012.wordpress.com/

  402. Franco 1952 attenzione:

    @Grasso
    @tutti
    Ho gia inviato i documenti all’avvocato Naso. Sono del 52 e a Novembre 2011 ho inoltrato attraverso Patronato Acli la domanda preventiva di pensione. Ora, visti gli sviluppi, devo ritirarla? Un grazie a tutti e buon lavoro.

  403. Michelina 52 Firenze attenzione:

    Per Paola

    Cerca l’ultimo Giovannetti e troverai tutto!

  404. Maurizio Giovannetti attenzione:

    @ Paola
    marzo 17th, 2012 at 11:27 am

    Paola, se klikki su questo link, risolvi:

    http://requisitiscuola2012.files.wordpress.com/2012/03/coordinate-bancarie-tesoriere-comitato-quota96.pdf

    Ciao

  405. rossella incagnone attenzione:

    concordo pienamente con le proposte di Tindaro.Secondo me è necessario essere visibili.visto che sino ad ora,in buona sostanza,NON ABBIAMO OTTENUTO NIENTE!Sono convinta che senza visibilità e minacce(è una brutta parola,ma serve),non otterremo MAI niente.Quindi:sì allo sciopero bianco,sì ai bus per Roma.

  406. Lucina Focante attenzione:

    @Paola
    Ritorna sulla home page di Manuela Ghizzoni, sulla ds. c’è scritto “Ricorso quota96 – Personale Scuola”, clicca ti si apre una nuova pagina che riporta sempre “Ricorso quota 96″, scorri le prime righe e troverai, scritto in rosso, l’IBAN che cerchi.
    Saluti

  407. lina 52 attenzione:

    Il primo settembre 2012, la mia collega andrà in pensione con il sistema misto, a quella data lei avrà 60 anni e 36anni di servizio; alla stessa data io avrò 6o anni e 38 di servizio, ma devo lavorare ancora 4 anni, andrò in pensione con il sistema contributivo e nonostante abbia lavorato di più, la mia pensione sarà inferiore alla sua, Volete sapere come mai? bene io sono nata a giugno 52 e lei a novembre 51. Mi chiedo dove sia l’equità e quanto ingegno ci vuole a capire che questo provvedimento è assolutamente indegno di un esecutivo tecnico, che razza di esperti sono mai questi?
    Poveri noi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!11

  408. Giovanni attenzione:

    La nostra causa sarà riconosciuta attraverso i tribunali.

  409. Maria grazia padova attenzione:

    @ Tutti
    Qualcuno mi può spiegare perchè sul sito della CGIL si dice :”Queste nuove regole hanno effetti diversi anche sui singoli pensionandi e sui requisiti che derivano dalla storia personale di ciascuno. Questo significa che per attivare la tutela individuale e proporre eventuali ricorsi, da valutare caso per caso, è necessario prima di tutto presentare la domanda e attendere un atto di diniego da parte dell’amministrazione a una richiesta di pensionamento o al misconoscimento di uno o più requisiti. Va quindi impugnato un atto amministrativo ben preciso davanti al giudice del lavoro: per l’impugnazione non c’è scadenza.” In sostanza si parla della necessità di presentare la domanda e attendere un atto di diniego. Invece la linea dell’avvocato Naso propone l’atto di significazione e diffida IN ALTERNATIVA alla domanda di pensionamento. Ho capito correttamente?

  410. Maria grazia padova attenzione:

    @Paola
    Trovi l’IBAN in http://requisitiscuola2012.wordpress.com/

  411. Giovanni attenzione:

    IL ricorso al Tar del Lazio sarà vinto ne sono sicuro.Una volta vinto il ricorso quelli del miur dovranno ammetere l’errore. Inoltre il tar del LAZIO emetterà la sentenza che ci permetterà di andare in pensione.(ho già vinto contro il MIUR una volta per quanto riguarda le ore eccedenti ,in quel caso il giudice del lavoro di Brescia emesse la sentenza in poco tempo).

  412. massimo bolognesi firenze 1952 attenzione:

    perchè pur essendo slla stessa linea dell’avv. naso la cgil consiglia di presentare la domanda di pensione per il 2012? ciò appare sul sito della cgil

  413. nerone 1952 attenzione:

    Visti i tanti Franchi 1952 uso il nome del mio gatto.
    Un dubbio che sottopongo a tutti.
    Se non fosse subentrata la legge Fornero, avremmo dovuto fare la domanda di pensione entro i termini di quest’anno (30 Marzo 2012) e si sarebbe dovuto aspettare un anno (Settembre 2013) per la pensione.
    Mi domando, se i ricorsi dovessero andare a bon fine e ci viene riconosciuto il dritto ad applicare le vecchie regole (Berlusconi Tremonti) e facciamo domanda nel 2013, non rischiamo di andare nel 2014?
    Probabilmente mi sbaglio ma in questi frangenti e’ meglio un dubbio in piu’.

  414. Marisa C attenzione:

    @ maurizio giovannetti
    Tesoriere Comitato Civico “Quota 96″
    Effettuato bonifico bancario di € 25,00
    grazie per tutto ciò che state facendo!
    Marisa C

  415. Raoul52 attenzione:

    @Paola
    Nella home page del sito trovi la scritta: “coordinate bancarie tesoriere comitato” (evidenziata in rosso), clicca con il mouse e così facendo potrai vedere il codice IBAN+indirizzo-banca del TESORIERE comitato ( Maurizio Giovannetti).

    http://requisitiscuola2012.wordpress.com/

    nel caso tu avessi un problema tecnico-software… contattami

    raoulbonfi@alice.it

  416. Raoul52 attenzione:

    @Tutti
    @Comitato

    Nel sito ho aggiunto una nuova voce nel top-menu “ProMemoria Ricorso”.
    In questa pagina linkerò nuove ed importanti argomentazioni-discussioni-precisazioni, che emergeranno in questo blog… (SOLO quelle inerenti al ricorso).

    Link Diretto

    http://requisitiscuola2012.wordpress.com/promemoria-ricorso/

    Un grazie a TUTTI

    FORZA

  417. Rosa Bianca Bellissima attenzione:

    Salve, stamani ho fatto giroposta di 25,00 € al Comitato. Vi ringrazio tanto per il vostro impegno.
    Chiedo solo una cortesia: Avevo fatto domanda di pensione “cartacea” in data 23/09/2011 ed ho già spedito la copia anche all’Avvocato Naso. La segreteria della mia scuola vorrebbe che io la ritirassi entro il 30 di questo mese. Cosa devo fare?
    Grazie e saluti cari.
    Bianca Bellissima – Livorno

  418. patrizia denegri attenzione:

    Leggo che il 25 marzo riprenderà sulla RAI il programma Report di Milena Gabbanelli.La prima puntata parlerà della riforma previdenziale fornero,si parlerà di esodati e ricongiunzioni,sarebbe opportuno inviare mail sulla nostra situazione,qualcuno può postare l’indirizzo-mail?
    Ho già aderito al ricorso e versato la quota per il comitato.
    Invito i colleghi di Massa-Carrara di contattarmi

  419. Giovanni attenzione:

    Impugnate le circolari Miur e FP. Eventuali ricorsi di singoli andranno proposti contro gli atti adottati dall’amministrazione, quindi affrontati caso per caso: non ci sono termini decadenziali. Quindi prima bisogna aspettare la sentenza del TAR del Lazio ( i tempi saranno veloci) e dopo presentare la domanda di pensione.

  420. FLORA attenzione:

    @ Manuela Ghizzoni
    visto che la Fornero dice che a breve dovrà riprendere il discorso delle pensioni per gli esodati ecc. non è il caso di insistere affinchè Bersani ponga anche la nostra questione sul tavolo, appoggiato dall’IDV e chiunque altro riusciamo a coinvolgere, ma facendo la voce grossa e spiegando bene il tipo di problema che sta a monte della vicenda? Forse c’è ancora uno spiraglio, non possiamo chiuderlo o giocarlo male, come ha fatto a mio avviso Cera nel suo intervento! Grazie di tutta la sua disponibilità e pazienza!

  421. cianalu attenzione:

    @Giuseppe Grasso

    Ho sempre letto in silenzio e ti ringrazio e ringrazio tutti per il lavoro che avete fatto e che state facendo.
    Non ho ancora deciso se partecipare al ricorso al Tar in quanto andrò in pensione nel 2013 con l’anzianità richiesta :41 anni + 5 mesi. Tu cosa mi consigli ? Seconda domanda : posso iscrivermi al comitato anche se non ricorro?
    grazie e buona domenica

  422. Antonio Busato Padova attenzione:

    @Maria grazia padova attenzione:
    marzo 17th, 2012 at 12:43 pm
    I sindacati non hanno ancora capito che la domanda di pensione è “BLINDATA”, non si può fare in cartaceo e nemmeno online. Dunque mi sembra ottima l’idea dell’avv: Naso di aggirare il problema, senza rischi, producendo l’atto di significazione, diffida e (forse contestualmente) di MESSA IN MORA . Questo lo deciderà ovviamente l’avvocato, però mi sembra che siamo in buone mani!
    @nerone 1952 attenzione:
    marzo 17th, 2012 at 1:04 pm
    Nessun rischio dello slittamento di un anno al 2014! Potrebbe passare l’ipotesi con la riforma Tremonti ed allora si potrebbe andare in pensione l’19.2012 ma percepirla nel 2013 o restare in servizio fino al 31.08.2013 e percepirla dal mese successivo senza perdere lo stipendio del 2013. In questo caso la domanda andrà fatta con le scadenze del 2013!
    Se prevalesse, in sede giudiziaria, la tesi dell’illegalità di spezzare lo scalino 1.1.2011 – 31.12.2012 in due tronconi, come è stato fatto, si potrebbe percepire la pensione nel 2012.
    @Rosa Bianca Bellissima attenzione:
    marzo 17th, 2012 at 1:40 pm
    Spero tu abbia la risposta più qualificata dell’avvocato. A mio avviso (ma è solo la mia opinione) il ritiro o meno della domanda è irrilevante. Se vogliamo considerare che esiste, anche nelle istanze online la possibilità di cessare dal servizio ed attendere la pensione….ma dopo sei anni!!!, ritirandola ti poni al riparo da un’interpretazione di questo tipo. Dunque, pur decadendo la domanda cartacea, forse è meglio ritirarla. Comunque, ripeto, spero che ti risponda l’avvocato. Prendi il mio come un parere qualsiasi.
    @TUTTI
    COMUNICAZIONE DI SERVIZIO.
    LA FORM PER L’ADESIONE ALLA MAILING LIST SARA’ ATTIVA ENTRO LA PROSSIMA SETTIMANA. SEGUIRANNO INFORMAZIONI PRECISE PER ISCRIVERSI E RICEVERE INFORMAZIONI IN TEMPO REALE SULLA PROPRIA CASELLA DI POSTA, SIA PER CHI HA PARTECIPATO AL RICORSO LEGALE SIA PER CHI SI E’ ISCRITTO MA NON HA PARTECIPATO AL RICORSO.
    RICORDO CHE PER ESSERE INSERITI BISOGNA DIVENTARE “SOCI ADERENTI DEL COMITATO CIVICO QUOTA 96”
    PER QUESTO RINVIO AI POST ED ALLE ISTRUZIONI DI RAOUL52.
    L’INTERO SITO WEB (MENO URGENTE E PIU’ COMPLESSO), SARA’ REALIZZATO PROBABILMENTE ENTRO IL MESE CORRENTE.
    NELL’ATTESA FATE RIFERIMENTO AL SITO DI RAOUL52.
    GRAZIE

    PENSO CI SIANO LE PREMESSE PER AUGURARE A TUTTI UN SERENO FINE SETTIMANA DI FIDUCIOSA ATTESA

  423. Antonio 51 attenzione:

    @ Mauela Ghizzoni

    Carissima Onorevole . si sa niente di un incontro che doveva esserci tra una delegazione del Comitato Quota 96 e il dott. Fiorentino? Gradiremmo in molti una risposta, grazie!

  424. Claudia Nicolai attenzione:

    @giuseppe grasso

    Ciao a tutti e un saluto particolarmente affettuoso a chi si sta dando da fare.

    Se ho capito bene, Naso dice che anche senza la legge Fornero noi non avremmo potuto fare domanda quest’anno; a me risulta invece che con il decreto di agosto avremmo percepito la pensione solo dopo un anno dal raggiungimento dei requisiti, ma nello stesso tempo avremmo potuto chiedere il pensionamento. Io avevo infatti deciso di cessare il servizio il 1º settembre 2012 e poi aspettare fino al gennaio 2013 per la pensione ( ho maturato la quota 96 il 14 gennaio 2012!) non so se mi sono spiegata, ma sono piuttosto sicura di quello che ho detto…

  425. Antonio Busato Padova attenzione:

    @maria1952 attenzione:
    marzo 17th, 2012 at 7:11 am
    Puoi mandare la documentazione senza compilare il modulo per il ricorso fuori sede. Oppure puoi inviarli entrami e poi non produrre i documenti da compilare successivamente per il ricorso al giudice del lavoro.
    Entrambe le strade sono percorribili rispetto a quanto da te chiesto, però con la seconda non ti precludi nessuna possibilità e puoi decidere successivamente.
    Buona giornata.

  426. Paola attenzione:

    Ringrazio tutti di cuore, finalmente si è risolto il problema che Raoul aveva prospettato e sono riuscita finalmente a avere le coordinate bancarie. Buona domenica a tutti.

  427. Tatjana52 attenzione:

    @ Nerone 1952
    @ tutti
    Anch’io ho avuto i tuoi stessi dubbi ; nell’ auspicabile ipotesi che i nostri ricorsi abbiano una soluzione positiva e ci venga riconosciuto il diritto di accedere alla pensione con le vecchie regole ( agosto 2011 ) dovremmo comunque fare la domanda quest’anno per poter cessare il servizio nel 2013.
    Saluti e buon fine settimana .

  428. Luisa Rizzato attenzione:

    @ comitato
    @ tutti

    Ho letto il commento di Nerone 52 e penso che il suo dubbio sia giustificato.Voi che cosa ne pensate?

  429. Maria grazia padova attenzione:

    @Antonio Busato Padova
    Perfetto! Effettivamente i sindacati non l’hanno capito: è IMPOSSIBILE per noi presentare domanda! Attendiamo fiduciosi le indicazioni dell’avv.Naso.

  430. liliana attenzione:

    Come mai coloro che compiono i 65 anni al 31 ago 2012 possono andare in pensione di vecchiaia e a noi del 52 non vengono permessi i requisiti a tale data…?..ALTRA INGIUSTIZIA??????

  431. rosanna attenzione:

    effettuato bonifico bancario di €25,00 e spedito ricorso avv. Naso

  432. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Cianalu

    Io consiglio di ricorrere al TAR.
    Puoi certo dicentare aderente anche se non ricorri.

    @ Antonio 51

    L’incontro c’è stato più di una settimana fa e ne è nato un dialogo cordiale, ricco di disponibilità nei nsorti confronti, non supportato, però, da alcun esito positivo per noi come fa fede la blindatissima domanda di pensionamento firmata dal ministro profumo.

    @ Claudia Nicolai

    Secondo l’avvocato Naso non è così. Infatti, come ha sottolineato Busato, il nostro prof di diritto ed esperto di cose tecnico-giuridiche, la domanda non dovrebbe essere fatta nel corrente anno ma nel 2013. Lo stesso ha comunque aggirato la domanda con questo atto di significazione e diffida magari inclusivo di una relativa “messa in mora”:
    Siccome però la questione è delicata, mi riservo di chiedere lunedì all’avvocato. Manda anche tu una mail in tal senso per avere una suffragazione di quanto esponi con alcune perplessità nel merito ma anche con una certa sicurezza.

    @ Tutti: questioni giuridiche…

    Chiamate in causa Antonio Busato o scrivete a Naso per ogni dubbio, ivi compreso quello di fare la domanda nel 2012 come indica, contrariamente a Naso, la CGIL. Io aggiungo solo: il sindacato avrà letto bene la giurisprudenza?

  433. daniela52/2 attenzione:

    @claudia nicolai

    Anche a me il patronato aveva detto che anche prima della legge Fornero non avrei potuto fare la domanda, e a una mia collega, che fa i quarant’anni di contributi, come me, quest’anno, e che l’aveva presentata lo stesso, il Provveditorato gliel’ha fatta ritirare.

  434. rossoenero attenzione:

    Giuseppe, sempre precisissimo nei tuoi interventi. Complimenti!

  435. marioB - tv attenzione:

    @ Giuseppe Grasso ATTENZIONE:
    Anch’io, come Claudia Nicolai, avevo capito che la legge emanata dal governo Berlusconi ci avrebbe prorogato al 1° settembre 2013 l’erogazione materiale della pensione, ma che la domanda avremmo potuto farla, e sarebbe stata esaminata, già quest’anno. Ti pregherei quindi, in qualità di presidente del Comitato Quota 96 (a proposito, ho appena effettuato anch’io il bonifico di € 25,00 e da giorni ho dato entrambi gli incarichi all’avv. Naso) di chiarire questo dubbio con il nostro legale. Inoltre, come mi è stato riferito da alcuni tra cui Zoia in occasione dell’incontro che abbiamo avuto ieri a Mestre con l’on. Donadi, è possibile, per quelli che al 31/08/2011 avevano raggiunto quota 96 ma non avevano il requisito dell’età, compilare lo stesso la domanda on-line senza dichiarare alcun falso. Per queste persone, che credo siano una buona parte dei ricorrenti, non conviene fare la domanda invece dell’atto di significazione e diffida, in quanto è certo che il MIUR darà la risposta, certamente negativa, ma che potrà essere più facilmente usata per il ricorso al giudice del lavoro?

  436. AROSIO MARCO attenzione:

    MARCO 52
    @ maurizio giovannetti
    Tesoriere Comitato Civico “Quota 96″
    Effettuato bonifico bancario di € 25,00
    grazie per tutto ciò che state facendo!
    Marco A.

  437. Renato O attenzione:

    Cerco di leggere tutti gli interventi ma mi manca sempre qualche informazione.

    Ricorso al TAR
    1-cosa si chiede con il ricorso al TAR?
    2-quali sono i tempi presumibili per avere una prima sentenza? risposta?
    3- le sentenze del TAR valgono per tutti o solo per i ricorrenti? (non mi è chiaro quanto è gia stato scritto… o forse non ho capito bene io… anche la CGIL intende ricorrere al TAR: per conto di chi se non chiede iscrizioni?)

    Atto di Significazione, Diffida (e messa in mora)
    1-Da spedire entro il 30 marzo…vedremo il testo proposto dall’Avv.Naso
    2- Se questo Atto di Significazione, Diffida (e messa in mora) viene inviato anche (o solo) dal “Comitato Civico Quota 96″, in quanto legalmente costituito, assume un valore diverso?
    3- Il passo successiivo sara il ricorso al Giudice del Lavoro. Quali sono i tempi presumibili per avere una prima sentenza? Questa informazione può servire a quelli, fortunati loro :-) , che negli anni 2013 e 2014 maturano i requisiti previsti per la pensione con la riforma Fornero.

    1 settembre 2012 – 1 settembre 2013
    Se non ricordo male con le leggi pre-fornero (finestra mobile) bisognava presentare domanda nel 2012 per avere il diritto alla pensione dal 1 settembre 2013.
    Se si faceva domanda nel 2013 si slittava al 2014 e così via.

  438. cettina attenzione:

    @GENT.ma on. MANUELA GHIZZONI
    questo continuo commentare non porterà mai a niente e lo sappiamo benissimo tutti ,anche GRASSO CHE HA LIQUIDATO fRANCO E CHE IO AMMIRO MOLTO PER LA CHIAREZZA DELLE IDEE,IL PROBLEMA è .ABBIAMO DIRITTO AD AVERE RICONOSCIUTO COME SI è SEMPRE FATTO ,IL DIRITTO ALLA PENSIONE CON LE VECCHI4E REGOle,MI SEMBRA DI NO, L ARTICOLO3 DELLA COSTITUZIONE è UGUALE PER TUTTI? lEI CAPISCE COME SI DIVENTA INCAPACI DI INTENTDERE E DI VOLERE QUANDO LA PRIMA COSA A CUI SI METTE MANO SONO LE PENSIONI DI QUELLI CHE SONO QUASI ARRIVATI? QUANTI SOLDI RUBATI? l INPS STA BENE ? sULL OP. DONNA STANNO RUBANDO ANCORA UN ALTRO ANNO? mA SI RENDE CONTO CHE LEI EéL UNICA DEL SUO PARTITO ASSIEME ALLA bastico CHE DICONO DI FARE QUALCOSA PER NOI? ma DOVE è FINITO IL MIO NPARTITO? SONOSI DELUSA PERCHè SI SAPEVA CHE LE PENSIONI NO ERANO UN PROBLEMA,MA l unico pozzo a cui attingere per far cassa ;ALTRO CHE PATRIMONIALE SIAMO NOI GLI SCHIAVI DEL PRESENTE , SE QUALCUNO DEL VOSSTRO BLOG HA AFFERMATO CHE C è CHI SI PIANGE STIA CERTO CHE NON MI FA PIACERE STARE A CASA DA 7 MESI PER UN INCIDENTE.sono CONVINTA CHE SOLO VOI POTRESTE METTERE RIPARO A CIò CHE LA POLITICA HA DETURPATO ,METTERE MANO AGLI INTERESSI GENERALI,COSì LA POLITICA RIACQUISTARE SENSO E VOTARE SAREBBE RESPIRARE UNA BOCCATA D ARIA

  439. Maria attenzione:

    @nerone1952,@claudia Nicolai, @Grasso,@tutti
    Desidero chiarire che chi raggiungeva la quota 96 (regole ante fornero..),CERTAMENTE poteva produrre domanda già da quest’anno.Con due possibilità:1)chiedere di rimanere in servizio per l’anno 2012/2013 giacchè avrebbe percepito la pensione differita di un anno (agosto 2011/Tremonti) 2)dimettersi contestualmente alla domanda di pensione e attendere un anno senza pensione e senza stipendio.Esempio:una mia amica che insegna disegno e storia dell’arte,giacchè è architetto aveva già deciso di dimettersi per dedicarsi interamente alla libera professione,possibilità che le è stata confermata al patronato INCA.
    Credo inoltre che sia utile far presente all’avvocato Naso caso mai sia di utilità alla nostra causa comune) che almeno una parte dei ricorrenti “quota 96″certamente possono produrre domanda anche adesso:si tratta per la precisione dei ricorrenti del 1951 (ad essi si rivolge in particolare l’invito della FLC a produrre domanda di pensione..).Il requisito MINIMO è infatti 60 anni+35 e il raggiungimento di quota 96 anche con i residui di mesi di età e di mesi di contributi.Ora chi è nato nel ’51 ha sicuramente 60 anni e magari anche i 35 anni (requisiti minimi),ma non è detto che raggiunga la quota 96,in quanto potrebbe (è il mio caso) essere nato a fine novembre del 1951(quindi avere solo un mese da aggiungere per raggiungere la quota) e avere 35 anni e 5 mesi di contributi.Totale al 31.12 2011 95 anni e 6 mesi. Voila : la quota 96 non è soddisfatta.
    Al contempo però, volendo potrei produrre domanda di pensione e lasciare che sia l’amministrazione a dirmi che non ho raggiunto la quota entro il 31.12. 2011,ottenendo il famoso diniego utile a produrre ricorso al giudice del lavoro. Tutto ciò non vale per la classe 52,perchè non può certificare il raggiungimento del requisito minimo di 60 anni e anche se avesse 39 anni di servizio non potrebbe mai sommarli per ottenere la quota 96. Questo è quanto ho capito io sia dall’INCA che da diversi amici sindacalisti. Ciao a tutti Maria

  440. maria1952 attenzione:

    @Antonio Busato Padova

    Scusa se insisto,va bene la prima parte ,voglio sapere a quanto ammonta la somma da mandare all’avv.Naso per il solo ricorso al TAR.
    Grazie

  441. Antonio Busato Padova attenzione:

    @Claudia Nicolai attenzione:
    marzo 17th, 2012 at 3:34 pm
    Premesso che parliamo di una situazione che al momento ha valenza solo TEORICA di discussione (anche se può avere prospettive future!).
    Premesso che dico questo per non alimentare fraintendimenti nelle altre persone che leggono, rispondo al tuo quesito:
    l’avvocato non ha mai fatto questa affermazione. Senza la riforma Fornero si poteva fare domanda per cessare il servizio all’1.9.2012 (questo è certo perché l’UST di Vicenza mi ha mandato l’atto firmato dal Dirigente).
    Con il decreto Tremonti che apriva la finestra di un anno al comparto
    scuola, fino a quel momento escluso, e si differenziava il “momento giuridico” da “quello economico”.
    In sostanza si poteva sempre andare (come confermatomi personalmente dall’ufficio pensioni dell’UST) in pensione all’19.2012 ma la pensione si percepiva dall’ 1.9.2013. Era una libera scelta. se uno aveva la possibilità economica di farlo o magari poteva fare un’altra attività, poteva scegliere questa opzione.
    Però ATTENZIONE, niente pensione a GENNAIO 2013!! La specificità del comparto scuola vale per tutte le situazioni. Dunque pagamento dall’1 SETTEMBRE 2013!
    Se non si voleva o non ci si poteva permettere di restare un anno senza stipendio, si presentava domanda entro i termini del 2013, si lavorava fino al 31.08.2013 e poi si andava in pensione…..pagati (con la liquidazione versata però due anni e sei mesi dopo!!).
    Spero di aver chiarito i tuoi dubbi.
    Ciao
    @TUTTI
    Credo che ormai sia pacifico il fatto che il sindacato non ha ancora le idee chiare sulla domanda di quiescenza.
    Solo chi aveva già maturato il diritto negli anni scolastici scorsi ed era rimasto in servizio volontariamente, può fare domanda.
    Per noi: NESSUNA POSSIBILITA’!!! (Salvo l’emanazione di una successiva circolare che modifichi la precedente, aprendo nuove possibilità nelle istanze online…ipotesi direi…fantascientifica!).
    A dire il vero c’è una possibilità: FARE UNA FALSA DICHIARAZIONE!!
    QUALCUNO SI SENTE DI PERCORRERE QUESTA VIA? IO NO, PERCHE’ ENTRIAMO NEL PENALE!

  442. Pietro attenzione:

    Che fine ha fatto il suggerimento di Fiorentino a parlare,mi pare, con Guerra?
    Non ho trovato riferimento da nessuna parte… Victoria siempre! Pietro

  443. Antonio Pane attenzione:

    @ Raoul52
    Puoi arrichire il “Parlano di noi” del tuo sito con la lettera di Angiolina pubblicata il 16 marzo sul Venerdì di Repubblica, p. 24?: http://periodici.repubblica.it/venerdi/

  444. Maria Teresa 51 attenzione:

    @Manuela Ghizzoni
    Intervengo in relazione al post del 15 marzo ore 12 45.
    Ieri ho partecipato ad un convegno promosso dall’Associazione Aidai Veneto sui disturbi dell’attenzione e iperattivita’. E’stato con forza ribadito il ruolo significativo degli insegnanti sia nel momento della segnalazione sia nella fase successiva del trattamento psicoeducativo. La responsabilita’ dei docenti nei confronti di questi bambini o ragazzi diventa evidente nel momento in cui si considera il fatto che il disturbo , se sfugge, puo’ evolvere in dipendenza o in comportamenti antisociali , nei casi piu’ gravi. Cio’ accade anche agli alunni affetti da Disturbi Specifici dell’Apprendimento o DSA, che sono ora tutelati dalla L. 170, ma che rischiano di non essere seguiti come indicato dalle Linee guida allegateal Decreto Ministeriale. L’onere di assicurare loro un percorso adeguato ricade unicamente sull’insegnante curriculare che spesso si trova a dover gestire piu’ situazioni diverse nella stessa classe. Il numero dei DSA si sta evidenziando soprattutto alla scuola media e cio’ significa che il disturbo non e’stato intercettato precocemente nel momento piu’favorevole
    per un positivo recupero. ( nell’IC dove insegno a fronte di 1 caso alla primaria, ci sono 14 casi alla scuola media!).
    La formazione risulta fondamentale ed e’prevista dalle Linee guida,ma pochissimi docenti accettano di frequentare lunghi ed impegnativi corsi e
    Master soprattutto se si trovano alla fine della carriera….
    Ritengo quindi che l’assunzione di giovani docenti, come era previsto nell’emendamento che poi non ha avuto l’approvazione del governo, rimanga essenziale per affrontare adeguatamente le situazioni di questi allievi particolari. Penso anche agli alunni diversamente abili che con i tagli in genere usufruiscono di un numero decisamente inadeguato di ore di sostegno (4/6) che non consente loro di effettuare un percorso scolastico dignitoso nel rispetto delle loro peculiarita’. Cordiali saluti.
    Maria Teresa Caruzzo, docente di sostegno e referente DSA e ADHD

  445. Antonio Busato Padova attenzione:

    @TUTTI
    Siccome stasera siamo…scesi un po’, vorrei invitare tutti ad avere un attimo di pazienza. Le risposte arrivano, date tempo all’onorevole Ghizzoni di autorizzarle. Lasciamo all’avvocato ed all’ingegnere i tempi tecnici per fare il loro lavoro!
    Non ritorniamo a farci prendere dall’ansia!
    Non c’è nessuna situazione che possiamo perdere per…ritardo. Nessun treno è in partenza immediata!
    A lunedì.

  446. carla spadoni attenzione:

    sono una docente nata nel 1952 iscritta a quota 96ho bisogno di alcune informazioni:
    vorrei partecipare al ricorso ed inoltre vorrei prendere contatto con altri colleghi che abitano a Roma.
    aspetto vostre notizie grazie di cuore
    Carla Spadoni

  447. marcella attenzione:

    Ogg.: Incontro al MIUR del 8.3.2012 con il dott. Luigi Fiorentino

    Potrei conoscere le MOTIVAZIONI con le quali alcuni Colleghi romani hanno chiesto – al Capo di Gabinetto del Ministro Profumo – la proroga al 31.8.2012 ?

  448. Antonio Busato Padova attenzione:

    NIENTE ….A LUNEDI’.
    @Maria Teresa 51 attenzione:
    marzo 17th, 2012 at 7:31 pm
    Grazie Maria Teresa, il rispetto del blog dell’on. Ghizzoni passa anche attraverso interventi come i tuoi!
    @Antonio Pane attenzione:
    marzo 17th, 2012 at 6:47 pm
    Ho girato io il tuo intervento a Raoul, perché in questo momento non può rispondere direttamente.
    @maria1952 attenzione:
    marzo 17th, 2012 at 6:43 pm
    La risposta esatta te la può dare solo l’avvocato. Io posso formularti un’ipotesi: !00€ per l’adesione. Probabilmente 150 per il TAR. Una quota residuale, se superi i 31.000€ lordi. Di più non posso sapere. Ma ti posso fare io una domanda? Se vai da un medico e ti prescrive una cura, gli puoi chiedere..in quanto tempo guarirò e…dovrò fare altri esami?
    @Cettina
    PRIMO ED ULTIMO INTERVENTO DI QUESTO TIPO. MA TU NE HAI PROPRIO BISOGNO!!
    Grasso non ha LIQUIDATO nessuno! Ti sfido a dimostrarmi il contrario!!! A provarmi che qui qualcuno può LIQUIDARE un altro!
    Hai ammirazione per una persona, chiunque sia? Bene tieni i contatti con chi ammiri. Chi te lo impedisce? Chiunque può aprire un proprio sito web!
    Mi dispiace, e lo dico sinceramente perché credo di non aver smarrito la mia umanità, che tu debba soffrire per un incidente. Ma il dolore dà diritti superiori? Allora ti potrei dire di esseri umani come te, con situazioni che potrebbero consentire loro di adire alla pensione di inabilità che, in silenzio, lavorano ore ogni giorno per l’interesse comune!!
    Dunque..conta fino a 100 prima di scrivere e magari rileggiti prima!
    Qui c’è tanta brava gente che cerca di costruire, anche con un intervento od una parola di conforto.
    Ai distruttivi regalo un passo della Bibbia: “guardatevi dall’ira dei buoni” ( e non approfittate che dobbiamo moderarci perché siamo ospiti).
    @TUTTI
    So perfettamente che la maggioranza è composta da “costruttivi”, ma lasciatemi uno sfogo composto perché altrimenti..comincio a “battere in testa”!!!
    Bye bye

  449. nico attenzione:

    @ antonio Busato
    Non spaventiamo così tanto chi ritiene di produrre domanda “ritenendo” di avere i requisisti contributivi, cioè 41-42 anni e poi “scoprire”che non li ha e comunque spuntare la voce che prevede il mantenimento in servizio in caso…
    Non so se è poi proprio un reato, forse no. Alcuni si stanno muovendo in questa direzione.Tutte le strade possono essere utili, anche questa. Io personalmente ho dato mandato all’avv.Naso per tutti i tipi di ricorso.

  450. rossoenero attenzione:

    Busato for president! Bravo Antonio!

  451. rossoenero attenzione:

    @ Antonio
    Condivido: qui nessuno liquida nessuno, se poi c’è chi si liquida da solo, possiamo impedirglielo?!?

  452. Antonio Busato Padova attenzione:

    @marioB – tv attenzione:
    marzo 17th, 2012 at 5:47 pm
    Scusa se ti rispondo io. L’ipotesi è già stata considerata, non scartata, ma considerata “debole”. Questo perchè la superficialità di taluno (e non mi riferisco certo all’on. Donadi), dimentica che il calcolo di quota 96 non può prescindere dal compimento dei 60 anni entro il 31.12.2011. Sarei il primo ad esser ben felice di una diversa interpretazione perché, pur essendo nato a settembre 1952, cumulando con gli anni di contributi, supererei alla grande quota 96!
    Inoltre, se guardi le istanze online, la possibilità che tu indichi non è contemplata. Come ho detto in precedenza, vogliamo provare a dichiarare il falso per avere la domanda respinta? Io no!!! Considero ottima la soluzione prospettata dall’avvocato…..guardate che l”atto di diffida, significazione e messa in mora non è mica uno..scherzo di carnevale!

  453. nico attenzione:

    @ antonio busato
    bravo antonio, visto che conosci pue la Bibbia, siccome io voglio fare tutti i ricorsi, sai se posso adire la Sacra Rota per separarmi da Fornero?
    Scherziamo un po ciao,Nicola

  454. Anonimo attenzione:

    @ rossoenero
    solo milanista!

  455. rossoenero attenzione:

    no, milanista e ovviamente anche anarchico… scherziamo un po’ anche qui.

  456. Antonio Busato Padova attenzione:

    @nico
    Caro Nico, la Sacra Rota, rende ma costa!!!! Pensaci bene.

    Ok Nico per la tua osservazione precedente. Non voglio spaventare nessuno. Sono sicuro avranno capito che, per deformazione professionale, sono prudente, poi ognuno si comporterà ovviamente come meglio crede.
    Ciao ciao!

  457. Maria Vilman Lioce attenzione:

    E’ di dieci minuti fa la notizia riferita a mio marito da un conoscente che, in qualità di vigilante, versa contributi INPS. Quest’ultimo ha riferito che, nato nel Marzo ’52, ha maturato quota 96, e che, pertanto, a fine mese andrà regolarmente in pensione, contrariamente a quando gli era stato comunicato qualche mese fa. Mi chiedo cosa possano significare questi pesi e misure diverse! Noi della scuola siamo forse bestie?

  458. santina52 attenzione:

    @TUTTI
    Domani sera (domenica)
    da Fabrizio Fazio __a__ che tempo che fa__Rai3

    ELSA FORNERO

    Tra domande intelligenti che le saranno rivolte
    proviamo a farla parlare di
    pensioni-fregati52 e non solo- quota 96-equità-31 agosto2012–

    si diceva di farLe memoria in ogni occasione

    scriviamo
    http://www.chetempochefa.rai.it/dl/portali/site/articolo/ContentItem-44a7a560-f17f-42f9-a96c-d74b151fc594.html

    SCRIVIAMO-SCRIVIAMO-SCRIVIAMO
    http://www.chetempochefa.rai.it/dl/portali/site/articolo/ContentItem-44a7a560-f17f-42f9-a96c-d74b151fc594.html?refresh_ce

    CONTATTI:
    Fabio Fazio
    Filippa Lagerback
    Luciana Littizzetto
    Flavio Caroli
    Massimo Gramellini
    Luca Mercalli

    scrivi alla redazione programma
    scrivi alla redazione speciali
    per partecipare come pubblico

  459. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ TUTTI: com. di chiarimento

    Egregi colleghi ed amici: possibile che non posso assentarmi qualche ora dal sito senza che tutti si scalmanino invocando risposte che peraltro ho già dato? Ieri Antonio Pane ed io abbiamo stilato un resoconto chiaro e preciso, da come mi avete riferito ieri stesso e anche oggi, in cui spiegavamo tutto ciò che fosse possibile spiegare nel giro di alcune proposizioni succinte ancorché rigorosamente fedeli. Se qualcuno non viene da 3 0 4 giorni nel sito dovrebbe comunque avere la pazienza (certosina, lo so) e la sensibilità di andare a leggere quello che è stato scritto perché ogni giorno vengono date risposte nel merito, soprattutto nell’imminenza di scadenze importanti. Se non lo fate e arrivate all’ultimo momento reclamando le ultimissime come se vi fosse dovuto, allora vi prego di cambiare il tono delle vostre esigenze perché così non potremo più intenderci. Avevo appena detto oggi ad Antonio Busato e ad Antonio Pane che il popolo del sito era finalmente pacato e responsabilmente presente… E invece così non è, almeno per alcuni di voi. Quando qualcosa non lo capite, andate a leggere attentamente anche se è difficile e poco agibile. Ho visto che Antonio Busato, ad onor del vero, ha risposto ad un sacco di persone dando prova di una generosità e di una tolleranza al servizio della causa al di là di ogni limite umano. Ora incollo di nuovo quanto scritto ieri così i ritardatari saranno ampiamente appagati.
    Buon week-end.

    @ Tutti i ricorrenti e non: ISTRUZIONI RICORSO

    Il direttivo del Comitato Quota 96, riunitosi regolarmente alle ore 17.00 del 16.3.2012, presso lo studio dell’avvocato Domenico Naso, ha discusso in merito alle azioni giudiziarie da avviare a difesa dei propri diritti, esaminando una serie di proposte interpretative e/o integrative, riguardo alla storia giuridica della normativa previdenziale ante riforma Fornero.
    L’avvocato, dopo aver ascoltato i vari interventi dei convenuti, ha infine tratto le proprie conclusioni che ci ha esposto con dovizia di particolari e argomentazioni convincenti. Lo stesso, con l’approvazione dei presenti, ha proposto di dividere la nostra azione in due fasi distinte, fasi che io e Antonio Pane ci siamo premurati di riassumervi e di mettere nel blog:

    1. La prima fase sarà quella del ricorso immediato al TAR del Lazio. I punti cardine su cui l’avvocato fonderà la propria tesi sono sostanzialmente due:
    a) la discrasia tra anno scolastico e anno solare, ‘dimenticata’ dalla Fornero e invece energicamente rivendicata dai ricorrenti, con il conforto delle argomentazioni contenute nell’interrogazione parlamentare di Manuela Ghizzoni, depositata a Montecitorio lo scorso 29 febbraio;
    b) probabile incostituzionalità della divisione della quota biennale 96, tagliata dalla Fornero in due parti: la prima è quella che ne ha già usufruito andando in pensione il 1° settembre 2011, con maturazione dei requisiti al 31 dicembre dello stesso anno; la seconda è quella che ne è stata invece esclusa (la classe 1952 o chi maturava i quarant’anni di servizio nel 2012).
    Ricordiamo che il termine di ricezione (non di spedizione) della documentazione relativa al ricorso è stato fissato dall’avvocato al 12 aprile 2012. Si pregano, pertanto, gli interessati di spedire i documenti prima della suddetta data, preferibilmente a mezzo “raccomandata uno” – forma che garantisce l’arrivo entro 24 ore.
    Precisiamo, infine, che eventuali esiti positivi non varranno “erga omnes”, come molti credevano, ma avranno effetto solo per i ricorrenti. I non ricorrenti, dal canto lor, potranno eventualmente beneficiarne solo nel caso in cui il MIUR, in virtù dell’esito positivo del giudizio, decidesse di uniformarvisi con un proprio provvedimento. Questa ultima eventualità, comunque, non è automatica né scontata.
    L’andamento del ricorso potrà essere seguito puntualmente on-line sul sito http://www.giustizia-amministrativa.it, che è il sito del TAR Lazio, secondo le istruzioni che vi verranno fornite.

    2. La seconda fase, contestuale alla prima, consisterà nell’invio di un “atto di significazione e diffida” al MIUR, da spedire con raccomandata A.R. entro il 30 marzo 2012, con il presupposto che un suo diniego possa legittimamente fondare il diritto anche per il ricorso al giudice del lavoro, da effettuarsi eventualmente dopo aver conosciuto l’esito del ricorso al TAR. Questa soluzione è stata scelta in quanto per noi – stante la normativa previgente alla Fornero, ovvero il decreto Tremonti-Berlusconi di agosto che differiva di un anno il conseguimento della pensione per coloro che avessero maturato il diritto entro il 2012 – non è possibile questo anno stesso presentare la domanda di pensione al 1° settembre 2012 in quanto il nostro diritto decorrerebbe dal 1° settembre 2013. Tale “atto di significazione e diffida” permette di aggirare l’ostacolo della domanda di pensionamento on line e di sostituirsi ad essa.
    In caso di mancata risposta potremo comunque “mettere in mora” il MIUR con un’altra istanza. Ma il TAR ci avrà già dato… ragione?

    P. S. Le domande a oggi pervenute sono 265. Cominciamo ad essere più consistenti ma contiamo di arrivare almeno a 500. Grazie e buona notte!

    Giuseppe Grasso e Antonio Pane

  460. vincenzo52 attenzione:

    @ maurizio giovannetti
    Tesoriere Comitato Civico “Quota 96″
    Effettuato bonifico bancario di € 25,00
    grazie per tutto ciò che state facendo!

    Vincenzo C.

  461. aninimo attenzione:

    magari ha raggiunto quota 96 entro il 31.12.2011… così è perfettamente in regola. Le situazioni sono sempre singole.

  462. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Carla Spadoni

    Devi scaricare i documenti che trovi nel sito seguente andando in download:
    http://requisitiscuola2012.wordpress.com/

  463. rossoenero attenzione:

    Condivido e in più devo dire che le richieste “categoriche” ed imperative cominciano a stufare… penso non solo me.

  464. carlo B attenzione:

    Sul sito INPDAP oggi è stata pubblicata la C.M. 37 del 14.3.2012 nella quale si conferma la deroga in fatto di riscossione della buonuscita (6 mesi e non 24 mesi) per il personale della scuola in possesso dei requisiti pensionistici al 31.12.2011.

    Rifletto a voce alta e mi chiedo: ciò significa che, nel caso in cui venga accolta la nostra legittima richiesta di slittamento della data del 31.12.2011 verso quella certo più coerente del 31.08.2012, avremo anche una positiva ricaduta sui termini di riscossione della liquidazione?

    Nel dubbio, motivo in più per insistere, oltre che con l’azione legale, con tutte le azioni politiche di sensibilizzazione a nostra disposizione.
    Mi sembra infatti che la nostra situazione sia ancora poco riconosciuta come palesemente iniqua.
    Ad es., nell’inserto di Il Sole 24 Ore di Giovedì scorso non ho trovato alcuna segnalazione che riguardasse il nostro caso, pur se invece il problema degli esodati era invece sottolineato, con tanto di indicazione del ministro, prospettante una soluzione in tempi brevi.

  465. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Carlo B

    Se è vero quello che hai letto, forse, dico forse, se dovessimo vincere il ricorso, mi pare proprio che potremmo usufruire di tale deroga, ossia di prendere la liquidazione entro 6 mesi e non entro 24 mesi.
    Grazie.

  466. daniela attenzione:

    @Maurizio Giovannetti
    Tesoriere del comitato “quota96″
    ho effettuato il bonifico bancario euro 25.Grazie
    Daniela G.

  467. Rosanna attenzione:

    @Maria Vilman Lioce
    il fatto appare per lo meno strano. Tutti quelli che sono nati nel 52 non possono avere maturato quota 96 senza cadere nelle spire della riforma. Prova ad informarti meglio e facci sapere.

  468. rosella attenzione:

    Per domanda alla min. Fornero basta andare sul sito RAI TRE CHE TEMPO CHE FA. Io l’ho fatto.
    Buona notte!

  469. marcella attenzione:

    A conclusione di questa giornata, devo registare che è ricomparsa la berluscotremontifinestra.
    Pregherei i Colleghi che vogliano parlarne di
    1_citare la normativa
    2_leggere il comma 21 dell’Art.1 Legge 148/2011
    3_leggere il comma 9 dell’Art.59 Legge 449/97 .

    Sono preoccupata da alcune “Risposte” date dal Collega Busato il quale, in [marzo 17th, 2012 at 6:46 pm ] , mi sembra confonda le implicazioni del DL 138/2011 con quelle del DL 78/2010 .
    Il Legislatore tenne conto della specificità del COMPARTO SCUOLA , sia nell’un caso che nell’altro.
    Mi permetto di segnalare ciò, nell’interesse della Collega che aveva posto la domanda, CLAUDIA NICOLAI [marzo 17th, 2012 at 3:34 pm ]

  470. marcella attenzione:

    @ On. Manuela Ghizzoni

    Un pensiero, per sorridere.

    Chiedere che la proroga al 31 agosto 2012 sia valida esclusivamente per Coloro che sappiano dimostrare – Leggi alla mano – che, fino al 5 dicembre 2011, avevano diritto ad accedere al Trattamento di Quiescenza dal . . . 1.9.2012
    Il costo del Provvedimento sarebbe MOLTO limitato !
    La sua valenza didattica sarebbe superiore a quella di tanti corsi di aggiornamento.

  471. leopoldo52 attenzione:

    leopoldo
    @ Carlo B
    @ tutti
    Mi preme comunicarti/Vi una informazione fornitami da un’amica in merito alla categoria degli esodati, premettendo tutta la mia solidarietà nei loro confronti. Ad onor del vero gli stessi al momento della presentazione della domanda di quiescenza, hanno accettato “contestualmente” anche l’eventualità di non poterne usufruire qualora fosse cambiata, in seguito la normativa specifica. Ciò per far presente che loro, a differenza del comparto scuola, non hanno possibilità di ricorrere, ma possono solo sperare in una eventuale considerazione umana da parte della Fornero.

  472. marcella attenzione:

    @ Carlo B. [marzo 17th, 2012 at 10:24 pm ]

    Rispondo alla Tua ” riflessione a voce alta “.
    Purtoppo, non è come Tu hai sperato.
    Infatti, l’emendamento 6.19 presentato alla Camera dall’On. Ghizzoni, andava a modificare il comma 14 dell’Art.24 del Salva_Italia.
    Il posticipo nel pagamento del TFS [Incremento del posticipo da 6 a 24 mesi, scriveva Tremonti nell’agosto scorso] è effetto dell’ Art.1 comma 22 del DL 138/2011 (come convertito in Legge 148/2011) .
    Proprio domenica scorsa, sul blog della Senatrice Bastico, scrivevo ” la Nostra Buonuscita (il TFS) è stata bloccata per DUE ANNI. Stimando un 3% di interesse, sono già 5.000 euro in meno.”

    Questa mia precisazione dovrebbe essere utile – seppur poco gradita – anche a Giuseppe Grasso [marzo 17th, 2012 at 10:37 pm ].

  473. Tindaro attenzione:

    Gentili colleghi,
    sono sempre del parere che si debba fare una manifestazione organizzata con i sindacati, perché quì dialoghiamo sempre in un tunnel cieco e non tutti conoscono i nostri problemi. I colleghi contattati nella mia zona ritengono necessario fare lo stesso casino che hanno fatto quelli del movimento dei forconi, rispettando sempre i principi che contraddistinguono i lavoratori della conoscenza. Una volta che sono state avviate tutte le procedure, anche in riferimento al ricorso, non possiamo starcene senza far niente; non è ancora passato tanto tempo da quando è stata fatta la brutale manovra previdenziale, siamo ancora in tempo per far sentire la nostra voce, le nostre giustificate proteste. Non aspettatevi nulla da quei subdoli personaggi che hanno altro per la testa che occuparsi del nostro famoso scivolo al 31-08-2012. Ci faranno solo scivolare nelle sabbie mobili. E’ la logica che mi spinge a fare queste riflessioni. Se il politico , a parole, dichiara di stare dalla parte degli oppressi, deve assolutamente portare avanti il suo progetto e farlo rispettare. Attendo vostre iniziative e pareri! Cordiali saluti a tutti Tindaro

  474. rita attenzione:

    IMPORTANTE!!!!!

    COLLEGATEVI AL SITO DI LEO
    e leggete la nota del MIUR

    ‘Si riporta un chiarissimo passo della nota del Miur del 16.3.2012 sulle cessazione del personale AFAM’

    BUONA DOMENICA A TUTTI

  475. Tatjana52 attenzione:

    @ TUTTI

    Buon giorno a tutti ! Ho appena scritto a Fazio proponendogli la domanda da girare alla Fornero.
    FATELO TUTTI ! NON PERDIAMO QUESTA OCCASIONE.

  476. carla spadoni attenzione:

    @ giuseppe grasso
    grazie ho scaricato tutti i documenti, vorrei chiederti un’altra cosa:
    al 31 dic 2011 avevo un’anzianità contributiva di 39 anni e 2 mesi e 59 anni di età.
    la mia domanda è la seguente : per il 31 agosto 2012 bisogna avere anche 60 anni di età già compiuti oppure vale l’anno solare, infatti io sono nata ad ottobre.
    spero di ricevere presto una sua risposta, grazie di cuore
    carla spadoni

  477. ANTONELLA attenzione:

    La legge 148/2011 stabiliva che chi raggiungeva i requisiti entro il 31 dicembre 2011 NON era soggetto alla FINESTRA MOBILE e avrebbe riscosso la liquidazione SEI mesi dopo. Se il ricorso per differire al 31 agosto 2012
    il termine di applicazione della riforma Fornero dovesse avere un esito positivo anche le disposizioni sulla finestra mobile e sulla liquidazione dovrebbero essere confermate. Questo, però, è solo il mio modestissimo parere da incompetente, che mi porta ad avere qualche dubbio sulla linea dell’avv.Naso e mi scuso per osare tanto. Chiediamo che per noi il temine venga differito al 31 agosto e nello stesso tempo che ci venga applicata la finestra mobile che era valida dal 1 gennaio 2012? E’ per questo ragionamento (sicuramente sbagliato) che pensavo si dovesse fare adesso domanda di pensionamento. Spero di essere stata chiara, capisco che le mie osservazioni avrebbero bisogno di essere meglio argomentate, ma non voglio rubare ulteriore spazio per una mia convinzione che oltretutto, me ne rendo conto, può sembrare presuntuosa.

  478. silverio53 attenzione:

    @coordinatori

    @tutti

    Mi sento in dovere di ringraziare quanti si stanno prodigando per il buon esito della nostra iniziativa.
    Ripeto io sono un pò un intruso in questo comitato perchè sono del 53 e nel 2012 raggiungo i 40 anni di contributi.
    Com già ho detto trovo affascinante che un insieme di lavoratori bistrattati da tutti (o quasi) si uniscano per rivendicare dei diritti calpastati.
    Non lasciamoci nuovamente trascinare in polemiche fuorvianti.
    Sono molto fiducioso sul successo dei ricorsi.
    Siamo dei formatori, agiamo di conseguenza:diamo segno di moderazione,maturità e comppattezza.
    Faccio una proposta, dopo l’avvio dei ricorsi, potrebbe valere la pena incontrarsi, fare un meeting.
    Vivo in un piccolo paese del centro Italia, mi metto a disposizione per il meeting.
    Un saluto e buona domenica a tutti.
    Silverio
    schianosilverio@libero.it

  479. ANTONELLA attenzione:

    Credo di aver capito cosa c’è di sbagliato nel mio ragionamento di poco fa, per cui vi chiedo di non tenerne conto e di scusarmi per aver occupato spazio e tempo.

  480. Rinuccia attenzione:

    @Rosanna

    A meno che non abbiano già maturato i 40 anni!

  481. Labò attenzione:

    @Maria Vilman Lioce
    Certo che siamo bestie, non lo avevi ancora capito? Contratti bloccati, scatti di anzianità bloccati, anzianità alla pensione più alta ma stipendi più bassi rispetto all’Europa ma nostra signora delle lacrime dice che dobbiamo essere contenti, in fondo “abbiamo un lavoro e uno stipendio”…..

    Anche quelli del 52 sono andati in pensione l’anno scorso (sett 2011): bastava insegnare italiano cioè aver fatto le magistrali e non il liceo come tutti gli altri. Così si iniziava a lavorare un anno prima e si andava in pensione x anni prima. Buona domenica!

  482. antonio attenzione:

    Velocemente perché devo organizzare l’attività dei miei angioletti per la settimana prossima.
    Progetto d’Istituto, dove confluiscono progetto area a rischio, (vela ….) dispersione etc,. Devo incontrarmi con alcuni colleghi di altri istituti che hanno altrettanti progetti al circolo windsurf e chiedere in prestito, ai miei amici soci ( con qualcuno anche elemosinare) canoe, pagaie, tavole vele per windsurf, catamarano, mute, salvagenti etc. e disponibilità dei timoniere, laser etc, insomma dobbiamo mettere insieme una flotta, per far assaporare ai nostri giovani, i piaceri e le insidie del mare e del vento . Cari Monti, Passera e Fornero, tra le altre cose, la scuola è anche questa, ci si muove anche in questo modo, fuori dall’orario di lavoro tutti i giorni, inclusi i festivi, mettendo a disposizione oltre che il proprio tempo, la propria scheda telefonica, l’auto e il relativo carburante etc. , rimborsati dalla scuola ??? si, con assegno, dove l’importo nominale è dato dallo spirito di servizio e di appartenenza ; da qualche collega ci becchiamo, sei proprio un co….comero, è tutto messo in conto . Noi tutti sappiamo di avere il piacere e l’onore di svolgere una professione e una missione particolare , però caro Monti e relativi portaborse, non venite a prenderci ulteriormente per il c….lo con “i sindacati cedete qualcosa” (“ la repubblica”di oggi), è vero che sto andando al mare, la giornata è splendida, mi toglierò “le braghe”, ma non chiedermi di togliermi anche il costume !!!! darei troppo scandalo, e la dignità?
    Ora vi lascio, dopo la riunione, colloqui con i soci etc, spero di farmi qualche bordo, vento permettendo.
    Buona domenica a tutti, e… riferito alla nostra causa, immaginando una regata con catamarani Hobie cat , windsurf, comprendente tutto il comitato, ovviamente l’avvocato Naso, e il governo Monti , uno scirocco sostenuto con delle belle onde, immaginiamo il risultato, con delle belle scuffiate da parte dei nostri avversari , e il nostro carissimo Avv. Naso, che taglia la Boa per primo, a seguire tutto il comitato.
    Cari Monti, Passera e Fornero, sui sogni vi agganciate al tram ….(non allarghiamoci troppo, per problemi di cassa un domani ci sarà una tassazione ),
    Ciao a tutti e buona domenica.
    Antonio Piras

  483. graziella attenzione:

    ho compiuto 60 anni e a giugno maturerò 40 anni di servizio.posso presentare domanda di pensione che scade il 31 marzo?grazie per la risposta

  484. Rosina attenzione:

    il sistema istanze on-line è solo per la scuola c’è qualcuno che mi sa dare una risposta?

  485. te.loco attenzione:

    @ Maurizio Giovannetti
    tesoriere del com. quota 96

    Eseguito bonifico on-line a nome di LO CONTE TERESA ( ordinante Flovilla Carla)

    @ Tutti
    inviato a Fazio (che tempo che fa) domande a ministra!

  486. Maria Laura 52 attenzione:

    La mia alla trasmissione di Fazio
    Mi piacerebbe sollecitare una riflessione –  e non una lectio  più o meno magistralis – seria da parte della signora professoressa Ministro pro tempore Fornero: per quale motivo esclude dal pensionamento per anno di nascita (1951vs 1952) insegnanti che maturano gli stessi diritti, nello stesso  anno scolastico ? È evidente che tutti noi discriminati abbiamo adito le vie legali per vedere riconosciuto un diritto leso e, contestualmente, ove non ci fosse volontá politica in tal senso, per una restituzione con oneri e interessi da valutarsi delle cifre esborsate per il riscatto della laurea e il ricongiungimento di contributi ammesso a  titolo oneroso.  Dovendo andare in 
    pensione di vecchiaia fuori di metafora, quei soldi  ci serviranno per aspettare i successivi ventiquattro mesi di attesa per la liquidazione…. la comprensione umana ci irrita, una valutazione serena ci riguarda, leggi e dati alla mano.

  487. rossoenero attenzione:

    Non vorrei ripetermi: come mai in alcune scuole, inclusa la mia, le persone con i requisiti al 31.12. 2011 sono ancora in servizio e vanno via come è evidente al 31.8.2012? Perché se maturavano le quote poteva legittimamente restare qualche anno in più fino a raggiungere il quarantennio. da me è successo così, penso che il posto dove lavoro non sia un’eccezione. Si trattava comunque di una libera scelta.

  488. rossoenero attenzione:

    mi trovo d’accordo con Antonella: mi sembra anche che abbia ben argomentato. A regole vecchie corrisponde la finestra mobile “vecchia”…

  489. benedetto manna attenzione:

    @Tesoriere comitato”Quota 96″
    Effettuato bonifico on line-Grazie per la vostra disponibilità
    Benedetto Manna (di Torino)

  490. Antonio Busato Padova attenzione:

    @marcella attenzione:
    marzo 17th, 2012 at 11:59 pm
    Mi sembra che il termine PREOCCUPATA sia eccessivo. Ci può essere qualcosa di inesatto nella mia risposta (per poca competenza o magari per “eccessiva stanchezza”, visto l’impegno). Anche se ribadisco la mia “opinione” Ho sempre premesso di non avere competenza in materia previdenziale e che il mio parere si doveva intendere alla stregua di un’opinione personale.
    Anche se a qualcuno può sembrare esagerato, in realtà sono impegnato per il lavoro comune un 5/6 ore al giorno, oltre il normale lavoro scolastico.
    Avevo già detto che il mio compito doveva ritenersi esaurito con l’entrata in scena dell’avv. Naso.
    Il lavoro per dotarci di due mailing list e di un nostro sito web penso sia già sufficientemente importante. CEDO ben volentieri L’ONORE E L’ONERE di rispondere a tutti i quesiti in materia ad una persona come Marcella che dimostra profonda conoscenza e che spero si renderà disponibile a fornire supporto a tutti coloro che ne avranno bisogno.
    Ringrazio di cuore perché così avrò tempo da dedicare alla famiglia, alla vita sociale e, non ultimo, ai miei problemi di salute.
    D’altro canto ho sempre sostenuto che bisogna affidarsi a PROFESSIONISTI (come l’avvocato o l’ingegnere informatico), adesso e non solo da ora, prendo atto con piacere che ne abbiamo una in campo previdenziale. Spero vorrà rendersi disponibile.
    Buona domenica.

  491. MARCO 52 attenzione:

    Ho invitato Fazio e la Litizzetto a leggersi tutti i blog ai quali abbiamo partecipato :
    http://www.manuelaghizzoni.it/?p=28998&cpage=1
    http://www.manuelaghizzoni.it/?p=29943.
    http://www.manuelaghizzoni.it/?p=30602
    Speriamo che li legga e ci prenda in considerazione

  492. maria angela attenzione:

    Xtutti in particolare alle colleghe interessate all’opzione donna

    All’ attenzione della Redazione e di Fabio Fazio.

    Vorrei che fosse portato all’ attenzione della Ministra Fornero il problema degli insegnanti, in maggior parte del 1952, bloccati in servizio per ulteriori 5-6 anni dal decreto Salva Italia Art.24. In particolare le insegnanti per uscire il primo settembre 2012 sono costrette a chiedere la pensione con il sistema puramente contributivo (Legge 243/2004 Art.1 comma 9, “Opzione Donna”), rimettendoci circa il 30% sulla pensione calcolata con il retributivo e in definitiva il 50% dello stipendio. I sindacati consigliano a queste insegnanti di rimanere in servizio, magari chiedendo un part-time nella speranza che il governo accolga la richiesta del differimento dei diritti acquisiti per il comparto scuola al 31/08/2012 . La Ministra cosa consiglia loro in qualità di DONNA, MADRE, MOGLIE, FIGLIA? Di attendere fiduciosi poichè Lei, il Governo Monti, intendono riformulare l’ Art.24 vista la peculiarità dell’anno lavorativo degli operatori della scuola (anno scolastico non coincidente con anno solare)?
    Oppure dobbiamo rassegnarci definitivamente alla triste sorte che ci è toccata?

  493. vincenzo attenzione:

    anche io sono un insegnante (di scuola primaria) e ad agosto 2012 resterei comunque fuori per soli 7 gg. (34a.a, 11m.m. e 9g.g.), per cui raggiungerei i requisiti a dicembre 2012 (quota 97).
    Ma ciò che voglio evidenziare in questo sito è la profonda ammirazione per un gruppo che si compatta intorno ad un diritto negato e lotta fino in fondo. Finalmente una voce comune e quantitativamente importante e spero che la vertenza intrapresa dia buoni frutti nella rivendicazione della quota, ma credo anche che sarebbe stata molto più efficiente e con risultati più immediati porre la vertenza anche su un altro punto, davvero discriminante: il 15 bis, che di fatto crea differenze anticostituzionali tra i lavoratori del privato (soli 2 anni in più) e quelli pubblici (fino a 6 anni in più).
    Questo è un punto sul quale secondo me ci si può battere anche in sede parlamentare (mi riferisco all’on. Ghizzoni, che tanto impegno sta mettendo per tutti noi lavoratori della conoscenza,così bistrattati; e all. on. Bastico, anche lei impegnata in prima persona.)
    Riuscire a modificare questa ingiustizia costituzionale sarebbe un buon risultato anche per noi, perchè renderebbe certamente più accettabile e graduale quello scalone pazzesco ed ingiusto che è stato apposta costruito per fare cassa e solo questo.
    per il resto auguro a tutti di pervenire prestissimo a risultati soddisfacenti e positivi. buona domenica, vincenzo

  494. Raoul52 attenzione:

    @x gli ULTIMI “arrivati”

    Quello che dovete sapere per fare il ricorso, per aderire al Comitato ed altro ancora… lo trovate sul sito:

    http://requisitiscuola2012.wordpress.com

    Home page:

    •Atto Costitutivo Statuto Comitato
    •Coordinate Bancarie Tesoriere (quota versamento-adesione al Comitato)

    “Comitato96”:
    •Perché è nato il Comitato+Atto Costitutivo

    “Download”:
    •Istruzioni operative Contenzioso + Allegati (evidenziati in rosso)

    “Form Ricorrenti”:
    •Va compilato (ma non è obbligatorio), solo dopo aver inoltrato i documenti necessari per il ricorso all’avv. Domenico Naso

    “Elenco Adesioni”:
    •A breve ci saranno i nominativi di coloro che hanno fatto ricorso + elenco aderenti al comitato civico

    “ProMemoria Ricorso”:
    Praticamente trovate ancora …
    •Istruzione Operative Ricorso
    •Ulteriori Istruzioni-Precisazioni (G.Grasso dal blog.Ghizzoni)

    “Parlano di Noi”
    •Lettere–articoli pubblicati sui quotidiani-settimanali (vedi la lettera di Angiolina su “il Venerdì”) ecc.

    “Link Utili”
    •Collegamenti ai siti + importanti (blog Ghizzoni…Bastico…Leo ecc.)

    “News”
    •Le ultime Notizie dal Mondo Sindacale ed altro…

    Inoltre c’è anche questo blog:

    http://obiettivoscuola2012.blogspot.com

    CORTESEMENTE VI CHIEDO:

    di LEGGERE prima di fare-porre sempre le stesse domande-quesiti!!!

    Grazie

    Buona Domenica

  495. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ TUTTI: COM. DI SERVIZIO

    In riferimento alla discussione sul sito, ai dubbi espressi da vari colleghi e alle chiare precisazioni di Marcella, che invito in ogni caso a rispondere personalmente vista la sua competenza e a dare una mano all’amico Busato, comunico che la formulazione del ricorso sarà fatta di concerto con l’avvocato Naso e che in quella sede manifesteremo, io e il Direttivo, tutti i dubbi evidenziati in modo che l’avvocato possa tener conto delle nostre obiezioni e inserirle, se fosse il caso, nella sua memoria difensiva. Rimane il fatto che l’articolo 59 della legge 449/1997 non è mai stato intaccato ma è stato modificato dal D. L. 14 settembre 2012, che denominiamo qui per comodità espositiva riformina Berlusconi di Ferragosto, con il differimento di un anno. Quindi, se la tesi di Naso è giusta, noi dovremmo rientrare, in base alle vecchie norme ante Fornero, nella legge 243/2007 (Damiano-Prodi) così come è stata modificata dal D. L. 14 settembre 2011 già citato. In base a questa normativa non dovremmo fare la domanda di pensionamento nel 2012 e sostituirla con un “atto di significazione e diffida” che andrebbe comunque a rimpiazzarla per nostra maggiore cautela visto che, eventualmente, nel caso fosse riconosciuta l’incostituzionalità della divisione in due parti della quota biennale 96, di cui abbiamo già dato conto venerdì scorso, potremmo forse aspirare ad uscire dal lavoro nel 2012. Tuttavia questa ultima ipotesi rimane “sub iudice”. Per il resto e per maggiori approfondimenti aspettiamo quello che ci dirà l’avvocato a partire da domani.

    @ Carla Spadoni: dubbi sul raggiungimento del requisito utile alla quota 96

    Nel 2012 bisogna avere 60 anni di età anagrafica e 36 di contributi per il tuo caso (o 61 anni di età e 35 di contributi o ancora 40 anni di contribuzione a prescindere dall’età). Anche io compio gli anni il 1 ottobre 1952. Ti ricordo che da sempre, nel comparto scuola, si può avere una sorta di abbuono figurativo in tal senso. Che significa ciò? Significa che, per chi compie gli anni nel corso dell’anno di prevista maturazione (in questo caso entro il 2012), si va in pensione comunque il 1 settembre 2012. Tale abbuono è valido solo figurativamente, ossia per raggiungere la maturazione del requisito in quanto, ai fini del computo economico della buonuscita e della pensione, non è valido. Ad ogni buon conto riporto qui, per tua comodità e per comodità di tutti i dubbiosi, la parte dell’art. 59 della legge 449/1997 che ci riguarda. Rileggiamola tutti con qualche mia annotazione.

    L’articolo 59 della legge 449/1997 – recepito dalle leggi pensionistiche antecedenti e anche dalla riformina Berlusconi – stabilisce che «per il personale del comparto scuola resta fermo, ai fini dell’accesso al trattamento pensionistico, che la cessazione dal servizio ha effetto dalla data di inizio dell’anno scolastico e accademico, con decorrenza dalla stessa data del relativo trattamento economico nel caso di prevista maturazione del requisito entro il 31 dicembre dell’anno». La riformina Berlusconi ha precisato solo dell’anno scolastico e accademico “successivo”, rimandando di un anno il pensionamento.
    Aggiungo che nel comparto scuola le domande si presentano, di solito, a gennario/febbraio per uscire dal lavoro il 1 settembre conteggiando i requisiti maturabili (la «prevista maturazione» di cui parla il suddetto art. 59) entro il 31 dicembre. C’è da dire che, per «prevista maturazione», molti intendono (e hanno inteso) l’età anagrafica. E tuttavia nessuno ha mai chiarito che non possa intendersi anche il requisito contributivo. Io ritengo – e anche l’avvocato Naso ma inoltre Antonio pane e credo anche Busato e Carlo B – che ci siano i margini per intendere anche il requisito contributivo ma non ci metterei la mano sul fuoco. Metterei invece la mano sul fuoco, o quasi, sul fatto che la maturazione dell’età avviene ENTRO L’ANNO SOLARE mentre la maturazione della contribuzione ENTRO il 31 agosto, ossia alla fine dell’anno scolastico vecchio e all’inizio del nuovo. Così, del resto recita anche una parte del nostro Statuto redatto da Naso e da noi del Direttivo firmato a sigillare un nostro diritto.
    Spero di essere stato utile.
    Buona domenica a tutti.

  496. Maria Rosaria Simoncini attenzione:

    @On Ghizzoni
    La notizia di mariob.-tv marzo 16th, 2012 at 7:59 pm
    ESITO INCONTRO DI OGGI A MESTRE CON ON. DONADI – IDV che recita
    “decreto sulla Riforma del mercato del lavoro in quanto, sue parole, “Lo stesso decreto tratterà anche argomenti riguardanti le pensioni”. Lui dice che il governo intende portare a conclusione quest’ultimo decreto entro la fine del mese” ci dà qualche speranza di ripresentare un emendamento simile o uguale a quello già presentato nel 1000 proroghe? e se sì signora Ghizzoni ha intenzione di ripresentarlo ? La prego ci faccia sapere qualcosa a riguardo perchè secondo me la soluzione politica è la migliore.
    @ Maurizio Giovannetti
    ho inviato con bonifico i 25 euro ho messo nome e cognome ma ho dimenticato la mail che però trovi nell’elenco dei 1300 iscitti al blog, se ti serve fammelo sapere
    Ciao Rosi

  497. rocco trivigno_52 attenzione:

    @ tutti

    Per una fortuita coincidenza, ieri sera ho potuto incontrare il sottosegretario Giampaolo D’Andrea, lucano come me, alla presentazione del libro di un amico. Avevo saputo della presenza del senatore il giorno prima, così ho avuto il tempo di stampare l’articolo di Giuseppe Grasso, pubblicato su affari italiani il 16 febbraio, la sua lettera aperta a Bersani e il testo dell’interrogazione di Manuela Ghizzoni. Ho fatto violenza al mio carattere schivo e riservato ed ho colto l’invito di Giuseppe Grasso a essere operativi, a incontrare i politici della nostra regione per pubblicizzare, per così dire, “le battaglie” di Manuela Ghizzoni e del nostro Comitato civico “Quota 96”. L’occasione mi è parsa ghiotta.
    Ho parlato con il sottosegretario per un paio di minuti: un colloquio cordiale ma franco e fermo. Conosceva molto bene il nostro problema, era stato presente ad alcuni tavoli con la Fornero, era informato dell’iter dell’emendamento al decreto Milleproroghe. Mi ha confidato che umanamente condivide il nostro problema, ma è altrettanto convinto che i conti della Ragioneria, molto probabilmente, impediranno, per quest’anno, di risolverlo. A ottobre se ne potrà riparlare…Dipenderà da come andranno i conti pubblici. Mi terrà informato. Gli ho consegnato i documenti di cui sopra e ci siamo salutati.

    @ Maurizio Giovannetti

    Per domani conto di “bonificare” i 25 euro per la quota di iscrizione al comitato.

  498. ANTONELLA attenzione:

    @ Marcella
    Dalle tue risposte capisco anch’io che sei molto preparata, perciò approfitto delle tue competenze per porre un quesito al quale spero vorrai rispondermi. Tu sostieni che il differimento dei requisiti al 31 agosto non eliminerebbe la finestra mobile. OK, ma se tutto, invece, rimane com’è, la finestra mobile per chi va in pensione il prossimo anno non c’è più e allora perchè chi quest’anno matura i 40 anni dovrebbe avere interesse a fare ricorso? Se lo vince, secondo quanto sostieni tu, dovrebbe aspettare un anno per effetto della finestra mobile, se non lo vince andrebbe comunque in pensione anticipata il prossimo anno con i 41 anni e 2 mesi (se donna). Se questo è corretto, il ricorso ha un senso solo per quota 96 e per gli uomini con i 40 anni di contributi. Mi sbaglio?

  499. Enza attenzione:

    Andate sul sito della sen. Bastico: c’è un articolo interessante pubblicato proprio oggi.
    Buona domenica a tutti.

  500. Luisa D. attenzione attenzione:

    @ maurizio giovannetti
    @ tutti
    Tesoriere Comitato Civico “Quota 96″
    Effettuato bonifico bancario di € 25,00.
    Domani invierò la documentazione per il ricorso al TAR.
    Come posso contattare i ricorrenti
    di Napoli e provincia? C’è una lista aggiornata?
    grazie per tutto ciò che state facendo!

    Luisa D. (dipaolofamily@alice.it)

  501. flavio52 attenzione:

    A proposito di PARLANO DI NOI. Vi linko due segnalazioni delle quali vi invito a leggere con attenzione le risposte. Una è relativa ad un comunicato da me inviato alla DIFESA DEL POPOLO, settimanale della diocesi di PD; l’altra è relativa ad una missiva inviata da Angiolina Longo ( angiolina.longo@alice.it ) e pubblicata, con commento a cura di Michele Serra, nell’ultimo numero del Venerdì di Repubblica. Sia dal settimanale cattolico che dal ns. acuto Serra, le risposte sono ben mirate a sottolineare i..punti critici del sistema scolastico italiano e ad accomunare la nostra ( quella dei QUOTA96 ) a situazioni simili alla nostra, o peggiori. Ergo.. mal comune, mezzo gaudio? Scusate la polemica disgressione, ma devo sottolineare come lo specifico della nostra professionalità, nei commenti di cui sopra, sia considerato di basso profilo, comunque assimilabile alla crisi ” globale ” del sistema. E basta. O no? Fornero docet: noi docenti, alle soglie di una pensione negata dei diritti già acquisiti, pur godendo della sua comprensione, un lavoro sicuro ce l’abbiamo.. (segue sorriso ironico ). Come se lavorare, oggi, fosse un dovere da privilegiati.
    Ad maiora! Flavio Giantin

    http://www.diocesipadova.it/s2ewdiocesipadova/s2magazine/moduli/sfoglia/vedidoc.jsp?path_file=edizioni/edizione_2012_02_26/55.pdf

    http://periodici.repubblica.it/venerdi/?ref=HRF-1 ( pagine 24 -25 )

    Ricorso Naso, documenti inviati
    bonifico 25€ pro comitato, fatto.

  502. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ rocco trivigno_52

    Bene Rocco! Meno bene la risposta del sottosegretario… Speriamo che il ricorso gli dià torto. Comunque è buon segno che si sparga la voce sul nostro caso.

  503. Andrea Zolli attenzione:

    @Maurizio Giovannetti
    Versata iscrizione di 25 euro al Comitato.Attendo news!!!

  504. silverio53 attenzione:

    DUBBI SUI REQUISITI:

    Vorrei portare anch’io il mio contributo sulla questione dei requisiti.

    Ho sempre saputo che sia il requisito anagrafico che quello contributivo vanno raggiunti entro il 31/12 dell’anno in questione.

    A riprova di quanto affermo, vorrei portare la mia testimonianza:
    Io al 31/8/2012 raggiungo 39 anni e 10 mesi di contributi e quindi al 31/12/2012 maturo (figurativamente) i 40 anni di contributi a prescindere dall’età, che prima del decreto Berlusconi e della riforma Fornero, mi avrebbero consentito di andare in pensioneil 1/9/2012.

    Infatti lo scorso anno quando mi sono recato presso l’ex Provveditorato – Ufficio Pensioni – mi hanno confermato che il 1/9/2012 sarei potuto andare in pensione.
    Poi purtroppo è andata come tutti sappiamo.

    Credo che un pò tutti siamo stati disorientati da questo slittamento fissando una data perentoria al 31/08/2012.

    Fermo resatando che l’Avv. Naso farà sicuramente chiarezza e che perorerà la causa a noi più favorevole, credo che sia più opportuno d’ora in poi, parlare di anno scolastico e non di date fisse.

  505. Renato O attenzione:

    Questa sera a “Che Tempo Che Fa” c’è la Fornero.
    Ho letto che qualcuno ha inviato a Fazio e alla redazione domande, quesiti… in merito al problema 31 agosto 2012-Quota 96″.

    Se Fazio pone la questione, per quanto possa essersi preparato sul problema, non ci sarà contraddittorio e la Fornero potrà dire quello che vuole.
    Gli insegnanti cosa vogliono…
    Ho gia risposto in merito…
    Qui si parla di un privilegio…
    Guardate gli “esodati” che hanno altri problemi…

    … aggiungete voi altre possibi risposte…
    Speriamo bene!

  506. rossoenero attenzione:

    @ Renato inutile dire che condivido quello che scrivi.

  507. Raoul52 attenzione:

    @Flavio52
    @Tutti

    La lettera di Angiolina su ” il Venerdì”, è già stata linkata

    http://www.manuelaghizzoni.it/?p=30602#comment-16565

    vedi anche l’intervento di Antonio Pane

    http://www.manuelaghizzoni.it/?p=30602#comment-16503

    leggete prima altrimenti si rischia il LOOP …!!!

    http://requisitiscuola2012.wordpress.com/parlano-di-noi/

    OK

  508. Angelica 52 attenzione:

    @ Tutti

    ho mandato a Fabio Fazio una e-mail con la lettera di Giuseppe Grasso del
    12 febbraio.
    L’importante è farci sentire, tanto sappiamo già le risposte della signora .

  509. Laura (2) attenzione:

    Grazie Sen. BASTICO per la sua costante attenzione anche al nostro problema.

    Nel sito M.Bastico:

    Pensioni scuola: dopo le penalizzazioni le contraddizioni
    Dubbi interpretativi sulla circolare del MIUR n. 23/2012

  510. Antonio Busato Padova attenzione:

    @marcella attenzione:
    marzo 17th, 2012 at 11:59 pm
    Sono preoccupata da alcune “Risposte” date dal Collega Busato il quale, in [marzo 17th, 2012 at 6:46 pm ] , mi sembra confonda le implicazioni del DL 138/2011 con quelle del DL 78/2010 .

    NEL TIMORE CHE IL MIO PRECEDENTE INTERVENTO NON SIA STATO COLTO, NE RIPETO L’ESSENZA!
    NON HO MAI AVUTO PRETESE DI COMPETENZA IN MATERIA PREVIDENZIALE! IL MIO INTERVENTO E MIE “RISPOSTE” (VIRGOLETTATE!!!!)LE CHE HANNO “PREOCCUPATO” LA COLLEGA MARCELLA SI LIMITAVANO A RIPORTARE QUELLE CHE AVEVO AVUTO DALL’ESPERTA DELL’UFFICIO PENSIONI DELL’EX PROVVEDITORATO.
    HO AGITO UMILMENTE (COSA CHE MI SEMBRA DIFETTI A QUALCUNO!) PER UN ATTO DI BUONA VOLONTA’ E SEMPRE CON IL BENEFICIO DEL DUBBIO!!!
    ORA, POICHE’ LE “STRADE CHE PORTANO ALL’INFERNO SONO LASTRICATE DI BUONE INTENZIONI'” INVITO TUTTI A RIVOLGERE I QUESITI ALL’ESPERTA MARCELLA, LA QUALE SARA’ BEN FELICE, IMMAGINO, DI FARSENE CARICO.
    IO HO MOLTO ALTRO LAVORO DA SBRIGARE PER LA CAUSA COMUNE.
    BUONA SERATA!

  511. nico attenzione:

    @ maurizio giovannetti
    fatto bonifico iscrizione comitato

    @rocco trivigno
    ti assicuro che parlano di conti della Ragioneria che non hanno mai fatto,
    se li avessero fatti seriamente, si sarebbero accorti che parliamo di briciole.

    @renato O
    pensi proprio che Fornero accetti di parlare di qualcuno che si lamenta?
    ricordati che ha pianto al sol pensiero che qualcuno si sarebbe potuto lamentare.

  512. rossoenero attenzione:

    @ Antonio per quello che può valere, come persona singola, io ho sempre apprezzato molto i tuoi interventi e i tuoi chiarimenti: si dà per scontato che qui non ci sono gli espertoni, ma mettendo assieme le informazioni che giungono da parte di tutti, tue e di Giuseppe in particolare, si riesce a farsi un quadro approfondito. Basta che non prevalgano “i primi violini”…

  513. Maria Laura 52 attenzione:

    Da quello che leggo sui giornali, in trasmissione LA fornero ha parlato di tutto tranne… Vedremo ma ci spero poco….

  514. marisa attenzione:

    Dubbio sui requisiti

    Concordo con quanto detto da SILVERIO 53: i requisiti si conseguono entro il 31/12. L’ex provveditorato, dopo aver conteggiato il mio servizio, nel mese di ottobre asserì che potevo andare in pensione il 1 settembre 2012 ( finestra mobile nel 2013) a 60 anni con 35 anni e 10 mesi al 31/08/2012. Anzi l’impiegata del provveditorato mi ha confermato che per le leggi pre-Fornero bastavano 8 mesi al 31/08 per essere considerato un intero anno scolastico.

    L’obiettivo del ricorso, come mi ha confermato l’avvocato Naso tramite e-mail, è quello di mantenere fermi i requisiti richiesti prima della riforma Fornero.

  515. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ TUTTI: non ci sono espertoni ma…

    Mi fa piacere che il clima sia ora più sereno e pacato, come attesta un certo tono tra scanzonato e ironico di rossoenero, dall’epiteto chiaramente stendhaliano, tono che non guasta, anzi serve, alla distensione generale. Vorrei solo aggiungere che se è vero che non devono prevalere “i primi violini”, come a volte è capitato, è anche vero che Antonio Busato, fra le menti migliori che abbiamo nel sito di Manuela, può forse aver commesso, come tutti noi comuni mortali, imprecisioni nei chiarimenti alle varie domande di ordine previdenziale (ricordo che questo non è un patronato) che gli sono state rivolte ma ha sempre tenuto alto il tono democratico della discussione e, soprattutto, è sempre stato umile, senza mai nulla chiedere in compenso o senza rinfacciare nulla. E vi assicuro che mi ha dato sempre una grandissima mano. Caro Antonio, putroppo per te, dovrai continuare. Marcella, con cui anche io ho avuto i miei dissapori, non è stata altrettanto umile. Peccato perché ha una bella testa. Questo lo dico senza alcuna polemica o infingimento ma solo per amore di verità.
    Ciò detto continuiamo su questa linea dialetttica pervasa di mitezza, di contributi intelligenti e, perché no, anche di ironia. Che diamine!
    Non spero affatto nella Fornero, per parlare di una scadenza prossima in televisione, e non voglio nemmeno vederla. Il suo viso, così poco suadente nell’apparente immediatezza espressiva, è una rara, antipatica mistione di supponenza tracotante e di distacco altezzoso. Mi scuso per gli epiteti, che forse sono forti e sicuramente poco diplomatici, ma questa donna, che ha i connotati della Frau prussiana, ha davvero il cuore arido. E poi parlerà senza contraddittorio. Che gusto c’è? Io sarei proprio felice se potessi interrogarla in un faccia a faccia per farla vergognare di come ci ha trattati.
    Buona serata a tutti.

  516. Antonino52 attenzione:

    COME IL GRIDO DI MUNCH!

    Da quello che ho letto su Repubblica la Fornero non ha parlato di pensioni e Fazio non ha posto alcuna questione che possa, anche indirettamente, riguardarci. Sono dell’opinione che siamo abbandonati a noi stessi e la strada dei ricorsi appare l’unica iniziativa che ci dà dignità e speranza. Bisogna seriamente pensare ad altre iniziative
    che ci diano visibilità;è inutile scrivere ai giornali o a personaggi che ci sorridono, ci sono umanamente vicini ma NON CONSIDERANO IMPORTANTE LA NOSTRA SITUAZIONE.Io invece sento sulla pelle la rabbia, per tutte quelle cose che….noi tutti…condividiamo e sentiamo dentro di noi. Spremiamo le menti e pensiamo come
    fare sentire forte il nostro grido.

  517. carla spadoni attenzione:

    @ giuseppe grasso
    sto preparando i fogli per il ricorso da inviare all’avv. Naso, ho bisogno di un’ulteriore aiuto: nella dichiarazione sostitutiva di certificazione della situazione economica, la firma deve essere autenticata da un pubblico ufficiale?
    Inoltre, se possibile, poteri avere dei contatti con persone di Roma che partecipano al ricorso.
    grazie ancora, aspetto tue notizie carla spadoni

  518. Carmela Cipollina attenzione:

    Oggi anche io ho effettuato il bonifico di €25 al tesoriere, saluti a tutti

  519. Marina54 attenzione:

    silverio53 attenzione:

    marzo 18th, 2012 at 5:12 pm
    DUBBI SUI REQUISITI:

    Silverio, io sono esattamente nella tua situazione: al 31 agosto 2012 avro` maturato 39 anni 10 mesi e 4 giorni di contributi reali. Ho gia` scritto una mail all’Avv.to Naso che ho anche incontrato lo scorso venerdi` nel suo studio assieme ai colleghi del comitato.

    Sarebbe bene che tutti coloro che si trovano in questa situazione si compattino su questo sito.
    Per quello che mi riguarda, appena avro` la risposta dell’Avv.to Naso la rendero

  520. annunziata attenzione:

    Su “D”, supplemento uscito in data odierna con “La Repubblica”, troverete un simpatico articolo di Michele Neri sui “Perdenti”: al 29 ° posto ci sono i lavoratori del ’52, i più penalizzati dalla Riforma..
    Annunziata

  521. marilena53 attenzione:

    marina54 attenzione
    silverio53 attenzione
    HO BISOGNO DI AIUTO!!al 31 agosto 2012 ho 32 anni 11 mesi e 10 gg di contributi. Leggo che MARINA ha scritto e parlato con l’avv. Naso. Come faccio a mettermi in contatto anch’io con Naso?potete darmi la sua mail/telefono?Grazie di cuore.il mio indirizzo è ingorsi@libero.it

  522. Giorgia Benetti attenzione:

    Cari colleghi, mi ritorna alla mente un commento fatto dalla Fornero pochi giorni dopo l’approvazione delle legge sulle nostre pensioni, il quale aggiunge la beffa al danno. Si tratta di cosa passata, però….. Stavo ascoltando alle 14 SKY tg 24 quando la ministra, intevistata a proposito del malanimo delle persone del ’52 ,ha detto che la quasi totalità dei lavoratori di quell’anno è ormai in pensione, e ” coloro che non lo sono è perché hanno oziato nelle aule universitarie, cosa che noi docenti avremmo dovuto impedire ” ! Quindi, se non abbiamo maturato i 40 anni contributivi a 60, è colpa nostra. Bontà loro che non ci abbiano sbattuto fuori dall’ Università! Per caso non ci sono voluti 7/8 anni perchè uscisse un bando di concorso, non abbiamo ‘ battuto ‘ le nostre rispettive province facendo supplenze anche di un giorno a km di distanza con la benzina nostra e senza diritto alla malattia? Quanti anni di precariato abbiamo fatto? Quel triste discorso non l’ho più sentito in nessun TG, non so perché, ma era molto, molto offensivo . Andiamo avanti!

  523. nico attenzione:

    or non è guari (non è una bestemmia) ho ascoltato il ministro Fornero.
    Ho apprezzato la forma e la sostanza per dire una sola cosa :il Parlamento è
    un accessorio. Buona notte

  524. santina52 attenzione:

    un salotto troppo culturato quello di Fazio
    che spesso sprofonda in orgasmi itellettuali, senza il sale del contradditorio
    …roba da ciupa-ciupa

    Ma quelli del 52 chi li ha visti?

    Siamo invitati “..a guardare al di fuori e al di là dei nostri legittimi interessi individuali e di categoria”.
    altro che democrazia degli intelettuali questa è davvero tirannia!

  525. michelina 52 Firenze attenzione:

    Per tutti
    Come si prevedeva il parroco Fazio, nonostante le centinaia di mail inviate, non
    ha nemmeno accennato una misera domanda sulla questione nostra alla ministro
    Fornero. Questo ci insegni ulteriormente a finirla di frignare e ad inviare, per chi
    ancora non lo avesse fatto, la documentazione all’avv. Naso.
    Ed anche dall’altra parte, al programma di Telese su la 7(In onda), nonostante ci fosse Bonanni e non la Fornero, niente di niente che potesse quantomeno ricordare
    la nostra situazione. Io confido che si possa superare il n° di 500 ricorrenti dopo
    tutte queste delusioni.

  526. Marina54 attenzione:

    marilena 53

    il sito web dell’Avv.to Naso

    http://avvocatodomeniconaso.com/

  527. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ carla spadoni

    Cara collega: ma tu sei proprio nuova!… Ti ho già risposto, mi sembra, ad alcuni quesiti. Comunque la firma viene autenticata dall’avvocato Naso, tranquilla. Se vuoi contattare qualcuno di Roma ci sono molti colleghi nella capitale, da Antonio Pane a Maurizio Giovannetti passando per Clotilde Tomei. Così ti metti in contatto con qualcuno che già conosce la nostra situazione.
    In bocca al lupo.

  528. Antonio Busato Padova attenzione:

    @nico attenzione:
    marzo 18th, 2012 at 6:43 pm
    PERFETTAMENTE D’ACCORDO CON TE!
    @TUTTI
    Ho seguito l’intervista della Fornero, perché mi sono immaginato che molti sarebbero stati incollati alla tv. Naturalmente non è stato sfiorato il tema pensioni, ma voi, al posto suo l’avreste fatto? Io no!
    Su quello che ha detto, tra mille contraddizioni, c’è un 10% su cui si può concordare, ma sono dichiarazioni d’intenti non fatti concreti
    @Giuseppe Grasso
    Mi hai detto al telefono che eri intervenuto. Ma così mi freghi, perché alla “cara” Marcella, l’ultima risposta la mando.
    @carla spadoni
    Se tu riferisci alla dichiarazione esenzione, basta che, se superi la quota (lorda) esente, cancelli i due NON. per il resto lascia così com’è. Se la superi, come penso tutti noi, ci dovrebbe essere un piccolo aggravio dei costi, fastidioso, ma poca cosa rispetto a quelli da sostenere per portare avanti una causa individuale.
    @nel prossimo post, per tutti un dedicato a Marcella

  529. maria cristina de gregorio attenzione:

    @Marina54
    @silverio53

    DUBBI SUI REQUISITI:

    Anch’io sono nella vostra stessa situazione: al 31 agosto 2012 avrò maturato 39 anni 11 mesi e 9 giorni e avrò compiuto 60 anni. Anche a me prima di Berlusconi e poi Fornero il provv.to mi disse che sarei andata in pensione il 1 /9/2012. poi tutto è cambiato, ho aderito al ricorso, ma ora qualcosa mi sfugge. marina, aspetto che tu scriva a tutti la risposta che ti darà l’avvocato Naso. grazie

  530. Antonio Busato Padova attenzione:

    @TUTTI
    è l’ultimo intervento in merito, poi mi dedico a cose serie!
    IO SONO STATO ADDESTRATO A DARE IMPORTANZA ALLE PAROLE. SONO FURIBONDO E RIPETO, FURIBONDO, PER LA RISPOSTA DI MARCELLA!
    SONO ABITUATO A PARLARE, QUI HO DOVUTO IMPARARE A DESTREGGIARMI CON IL LINGUAGGIO SCRITTO, MA VORREI TANTO TROVARMELA DI FRONTE!
    INTANTO DICO FATTI E NON ENTRO IN VALUTAZIONI SULLE PERSONE.
    LA SIGNORA MARCELLA SI DICE PREOCCUPATA DI QUELLO CHE SCRIVO. DI CHE COSA CI SI PREOCCUPA? DI UN PERICOLO! DEVO CONSIDERARMI UN PERICOLO?
    LA PAROLA RISPOSTE E’ VIRGOLETTATA, CIO’ VUOL DIRE CHE LE MIE CONSIDERAZIONI NON SONO DEGNE DI ESSERE CONSIDERATE AL LIVELLO DI…RISPOSTE!
    MI E’ STATO DETTO CHE IO…FORSE….. (FORSE O SI?), CONFONDO IL D.L. BLA BLA CON QUELLO BLE BLE. IO MI SONO LIMITATO A RIPORTARE, AVVISANDO, CIO’ CHE MI ERA STATO RIFERITO DALL’ESPERTA DELL’UST.
    IO NON HO MAI PARLATO EX CATHEDRA MA SEMPRE CON UMILTA’ E PRUDENZA (ANCHE DI FRONTE AD ARGOMENTAZIONI GIURIDICHE ED ECONOMICHE A VOLTE FRAGILI, PERCHE’, COME RISPETTO I MIEI ALUNNI QUANDO FANNO DOMANDE BANALI E RISPONDO IMPERTURBABILE, A MAGGIOR RAGIONE RISPETTO I MIEI COLLEGHI CHE POTRANNO SAPERNE MENO DI ME SU CERTI ARGOMENTI, MA SU ALTRI AVREBBERO SICURAMENTE MILLE COSE DA INSEGNARMI!!!).
    DUNQUE INVITO LA SIGNORA MARCELLA A NON CONSIDERARE QUESTO BLOG UNA PERIPHERY NON DEGNA DELLA SUA ALTEZZA, MA A …SPORCARSI LE MANI RISPONDENDO ALLE MOLTE RICHIESTE DI AIUTO DI PERSONE IN SOFFERENZA, ASSUMENDOSENE LA RESPONSABILITA,’ NEL BENE E NEL MALE!
    LA SIGNORA SAPPIA CHE DA ME NON AVRA’ RISPOSTA ALCUNA, A MENO CHE NON ME LA TROVI FACCIA A FACCIA!
    PER CHI MI CONSIDERERA’ UNA PERSONA PERMALOSA, PREMETTO CHE RISPETTO L’OPINIONE DI TUTTI, MA INVITO A RIFLETTERE SULLA DIFFERENZA TRA PERMALOSO E SENSIBILE. GRAZIE.
    @rossoenero attenzione:
    marzo 18th, 2012 at 6:53 pm
    Ho letto tardivamente la tua risposta. Ti ringrazio per l’apprezzamento, ma spero vivamente che tu non ti riferisca a me con l’espressione “primo violino”. Non ho cercato mai consensi nella mia vita, sono molto saldo sulle mie gambe ed ho sempre combattuto l’autorità arbitraria. Lavoro, dietro le quinte quasi sempre per ore al giorno, perchè credo in quello che stiamo facendo. L’unica cosa sulla quale, come avrai visto, non transigo è che dò e pretendo rispetto (avendo l’unica presunzione di pesare bene le parole mie e quelle degli altri).
    Ciao

  531. rosa attenzione:

    @Marcella @Giuseppe Grasso
    Vorrei capire se in base alle azioni che intende farci intraprendere l’avv. Naso, ,noi classe 52,(chiaramente in possesso dei requisiti utili ) in caso di esito positivo del ricorso al TAR, dovremmo uscire il 01/09/2013?

  532. Serena51 attenzione:

    @ Marcella
    sono rimasta ” fregata” in modo molto pesante(per pochi mesi mi sono vista spostare l’asticella del pensionamento dal 2013 al 2018!) dalla recente riforma pensionistica.Scrivo affinchè tu abbia la possibilità/volontà di chiarirmi un dubbio nelle more di inviare la documentazione utile per la partecipazione al ricorso. Aggiungo anche che secondo l’avv.Naso la mia posizione contribuiva presenta incertezze, che però non è ancora arrivato a chiarire. Ma io intanto friggo!
    Espongo brevemente la situazione:
    La mia data di nascita risale al 24 /11/1951.
    Maturerò al 31/08/2012 un servizio di ruolo di 28 anni, 11 mesi e 21 giorni.
    Il servizio preruolo è di 2 anni, 6 mesi e 29 gg.
    Ho accreditati 5 mesi di maternità.
    Sto riscattando 33 mesi di corso di laurea (sufficienti fino a novembre per consentirmi di lasciare la scuola nel settembre 2013).
    Secondo il patronato, dovrò chiedere di riscattare ulteriori 3 mesi di laurea per raggiungere i 35 anni al 31/08/2012 (esattamente 35 anni e 20gg.).
    Ma, secondo te, saranno sufficienti? O devo tener conto del fatto che sono penalizzata dalla mia data di nascita che è abbondantemente successiva al 31/08/2012, e quindi prevedere di riscattare non 3 ma ben 7 mesi? La richiesta all’INPDAP di ulteriore riscatto deve precedere la spedizione dei documenti allo studio dell’avv.Naso? Ringraziandoti per l’attenzione, resto in attesa di un tuo,ormai verificato, competente giudizio

  533. rossoenero attenzione:

    di ritorno da uno spettacolo teatrale (ho perso Che Tempo Che Fa ma avevo letto le anticipazioni…) sono qui sul blog e @ Antonio: assolutamente non mi riferivo a te, dato che penso, come ho scritto, che da quanto scrivi tu, Giuseppe ed altri ci si può fare un’idea precisa di tante cose, poi è chiaro che ognuno di noi mette del suo senza la presunzione di sapere tutto. Quindi assolutamente non un primo violino, ma una persona che dà una mano e in questo ti apprezzo molto. Altre cose, come i “virtuali pugni sul tavolo” e le pretese “ora e subito” non mi vanno per niente.
    @Giuseppe mi pare un po’ troppo chiamarmi “certosa di parma”, rossoenero è un po’ meno eccessivo…

  534. Giorgia 52 attenzione:

    @ tutti
    @ Comitato
    credo sia utile leggere le considerazioni sul sito dell’On Bastico.
    Pensioni scuola: dopo le penalizzazioni le contraddizioni
    Dubbi interpretativi sulla circolare del MIUR n. 23/2012
    e ” Pensioni schizofrenia della legge” http://www.bastico.eu/?p=15551

    Avevo scritto a Fazio e Telese. Nulla!? Mi pare siamo diventati invisibili. Dopo aver visto e ascoltato la fornero.. Continuano a fare comizi sul bene futuro dell’Italia, ma dimenticano concretamente noi, gli ITALIANI … ANDIAMO AVANTI senza arrenderci.
    Domani si va a scuola. Buon lavoro!

  535. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Rosa

    Una parziale risposta, stando alla tesi dell’avv. Naso, la trovi qui:
    marzo 17th, 2012 at 10:08 pm.

  536. rosetta cappellari attenzione:

    @ Antonio Busato
    scusa se mi permetto di rivolgermi a te familiarmente (ritengo di poterlo fare sia perché abbiamo la stessa età, sia perché siamo sulla stessa barca), non te la prendere troppo con chi non riesce ad apprezzare quanto stai facendo. Sappi che molti di noi ti consideriamo una persona speciale insieme a Giuseppe Grasso, ad Antonio Pane, a Raoul e all’ onorevole Ghizzoni che ci ospita e, che con tanta pazienza legge e modera i nostri interventi. Le tue parole pacate e sensate sono un balsamo per chi, come me, apre più volte al giorno la pagina internet per leggere gli ultimi interventi. Spero, più in là, quando la nostra penosa situazione si sarà risolta, di conoscerti per poterti esprimere di persona i miei più sentiti ringraziamenti. Grazie ancora di cuore. Rosetta

  537. rosetta cappellari attenzione:

    Molti di noi ti considerano (errore di battitura)

  538. benedetto manna attenzione:

    @ Coordinatori
    @ Giuseppe Grasso
    @ Antonio Busato
    @ Marcella
    @ Linardi
    Avendo letto le ragioni di ognuno, e trovando corretto il modo di ragionare, ho considerato che per un approfondimento è necessario un ulteriore confronto con l’Avv. Naso, come è stato ribadito da Giuseppe Grasso. La mia opinione è che se noi quota 96 fossimo rientrati nella legge Tremonti- Berlusconi del 16 settembre 2011 (L. n.148), pur in presenza della finestra per l’anno successivo, oggi avremmo prodotto domanda di pensione per acquisire il diritto con l’uscita prevista il 1°.09.2013, senza interruzione del servizio e quindi senza dover rimandare all’anno dopo la domanda. Ciò l’avrebbe esplicitato un’apposita circolare, che non abbiamo avuto il piacere di conoscere, e che, insolitamente per la scuola, avrebbe previsto un ‘uscita posticipata, così come avviene per gli altri settori lavorativi, in base alla L. n.78 del 2010, che escludeva però il settore scuola.
    Si può quindi osservare che per la scuola la L. n. 78 del 2010 per escluderci, doveva evidentemente considerare l’unica finestra a settembre come già un rinvio per acquisire il diritto maturato nel corso dell’anno solare, che non coincide con l’anno scolastico posticipato di otto mesi.
    Pertanto come negli altri comparti lavorativi la domanda viene fatta e si attende il proprio momento, così, penso, avremmo dovuto fare anche noi. Il problema per inoltrare la domanda, nasce dal fatto che non siamo assolutamente contemplati nell’istanza on line come quota 96, dovuto essenzialmente a un difetto voluto interpretativo della legge Fornero nella parte riguardante l’applicazione delle norme previgenti .
    Orbene si potrebbe chiedere all’Avv. Naso di considerare la possibilità di fare lo stesso domanda in forma cartacea, adattata alla nostra “corretta” lettura interpretativa della norma, con riserva di conoscere il pronunciamento del TAR, avendo impugnato la circolare. Mi sembra che non ci sia nessuna norma di legge che vieta di inviare la domanda di pensione in modo tradizionale, se rispetta i termini e le modalità di presentazione, integrate solo dalle precisazioni in corso di chiarimento.
    Ciò a mio parere potrebbe avvenire in parallelo con l’atto di significazione e diffida al MIUR, con l’attenzione che non ci siano sovrapposizioni o che non siano la stessa cosa. Questa delucidazione può essere data dall’Avvocato.
    Per quanto riguarda la spaccatura della quota 96 tra l’anno 2011 e 2012, sappiamo che la legge
    Fornero ha provveduto ad effettuare solo un’esclusione tout court, abolendo il sistema delle quote e dimenticando trattamenti in corso d’opera (vv. L. 247/07 – L.78/10 – D.L. 138/11 – L. 148/11), facendo di ogni erba un fascio a partire dal 2012. Pertanto con il ricorso si afferma anche la persistenza dell’impalcatura della quota 96, nonostante si voglia convincere, fino a prova contraria, che essa possa essere superata in forma retroattiva . Per cui oltre per la questione interpretativa richiamata, si palesa il vizio di legittimità costituzionale della riforma al pari della stessa manovra di Ferragosto(D.L. 138/11), che, all’interno delle aspettative della quota 96, viene differito il pagamento TFR dopo24 mesi e, per noi del 1952 della scuola, introdotto il rinvio al 2013 per l’uscita. Tutto ciò in evidente disparità con i nati nel 1951, per i quali la L. 247/07 si è rispettata integralmente nel 2011, mentre bisogna rivolgersi alla giurisprudenza per invece vederla attuata per la parte in sospeso che riguarda il 2012.

  539. rossella incagnone attenzione:

    @ Vincenzo
    @ tutti

    credo che le onorevoli che appoggiano le nostre sacrosante rivendicazioni avranno molta difficoltà a battersi per modificare l’ingiustizia evidentissima e vergognosa del 15 bis che discrimina i lavoratori del settore pubblico rispetto a quelli del privato perchè questa norma E’ STATA VOLUTA PROPRIO DAL PD.Leggete il VADEMECUM SULLE PENSIONI:il sito è
    http://www.deputati.it/PDF/Documenti/Vademecum.Pensioni.pdf.
    Leggetelo tutto,vi prego:è curato dalla Presidenza del Gruppo e dei deputatiPD della Commissione Lavoro che ha proposto ed ottenuto correttivi significativi sia per la pensione di vecchiaia che per quella anticipata dei lavoratori del settore privato.
    Ecco alcune “perle”:
    “le donne nate nel 52 e seguenti erano costrette ad uscire tra il 2015 e il 2017(le nate nel 2° trimestre 1952) l’azione del PD ha ottenuto un correttivo per cui:le lavoratrici che maturino entro il 31 dicembre 2012 un’anzianità contributiva di almeno 20 anni ed abbiano alla stessa data un’età anagrafica di almeno 60 anni possono conseguire il trattamento di vecchiaia con un’età anagrafica non inferiore a 64 anni,se più favorevole,di quella prevista ai sensi del comma6,lettera a.”
    Tutto questo perchè “la pensione di vecchiaia per le donne nel privato si innalza bruscamente”… Mi viene da piangere!
    Altra “perla”,questa volta per le Pensioni anticipate :
    “Grazie al nostro impegno…i lavoratori e le lavoratrici dipendenti del settore privato che nel 2012 compiranno60 anni ed avranno maturato 36 anni di contributi(si mantiene quindi per un anno la quota 96.60 anni di età e36 di contributi,o 61 di età e 35 di contributi) potranno andare in pensione a 64 anni di età.Per essere precisi si riporta l’art.24-15 bis…”
    Tutto questo senza tenere minimamente in conto i lavoratori del settore pubblico,della SCUOLA PUBBLICA.
    Ecco perchè,grazie al PD,esiste una ulteriore disequità nella generale disequità della riforma fornero!!!!
    Mi sembra impossibile ,quindi,Vincenzo,che le on.ghizzoni(che comunque ringrazio per l’ospitalità) e bastico si attivino per modificare un’ingiustizia creata dal pd solo tre mesi fa.
    Anch’io ho sentito a sky la fornero dire quelle cose offensive sui laureati classe 52 rimasti un pò troppo a lungo nelle aule universitarie.Personalmente mi sento offesa:la mia laurea la ho conseguita col massimo dei voti e nell’attesa di un concorso pubblico per l’insegnamento(che poi ho vinto)ne ho quasi conseguita un’altra (mi è mancata solo la tesi).Non mi sento inferiore a lei.Proprio per niente!
    Stasera da Fazio è stata patetica nella sua irriducibile supponenza.Perchè nessuno osa contrastarla?
    Colleghi,credo sia arrivato il momento di capire che Nessuno ci aiuterà mai concretamente nella rivendicazione dei nostri diritti,tantomeno,purtroppo,il PD e che non abbiamo niente da perdere,ma tanto da guadagnare nel procurarci la giusta visibilità con ogni azione(ovviamente civile e rispettosa della legalità) che ci veda compatti e decisi.Si,quindi a scioperi bianchi,a viaggi a Roma,a rivendicazioni concrete che serviranno anche a far convergere attenzione sul mondo della scuola.Come in un nuovo ’68.

  540. rossoenero attenzione:

    e aggiungo… ho una certa idiosincrasia anche alle elucubrazioni leguleie… e per le citazioni di commi su commi: ho un collega legale che di solito comincia sempre i suoi discorsi dicendo: “… il comma [questo e quello] tanto che è stato soprannominato … “fiol d’un comma…”

  541. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ rossoenero

    Che simpatico/a! Lo avevo detto che hai ironia e qualche guizzo di spirito che non guastano in questo clima talora teso e pesante ma sempre foriero di fermenti e di informazioni utili. Capisco che “certosa di parma” sarebbe stato meno efficace ma la mia non era una critica. Sei una delle poche persone che ravvivano la discussione con ironica pacatezza.

  542. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ benedetto manna

    Ottimo resoconto e buona l’idea della domanda in tandem. Chiederò a Naso se possiamo fare insieme la domanda in cartaceo (che credo avrà una risposta del tipo “irricevibile”) e l’atto di significazione e diffida.
    Dovresti intervenire più spesso: misurato, preciso, preparato. Questo vuol dire che mai come ora dobbiamo fare di necessità virtù. A meno che tu non sia laureato in giurisprudenza.
    Sii più presente e più vigile.

  543. Antonio Busato Padova attenzione:

    @rossoenero attenzione:
    marzo 18th, 2012 at 10:56 pm
    @rosetta cappellari attenzione:
    marzo 18th, 2012 at 11:09 pm
    Vi ringrazio di cuore. Dal punto di vista umano siamo tutti fragili ed abbiamo bisogno di sostegno per andare avanti.
    Da persone come voi, ed altre che scrivono in privato, troviamo la forza.
    Volevo aggiungere: tutte le critiche sono non solo benvenute ma utili, ma consideriamo SACRO il valore del rispetto perché rispettando gli altri, rispettiamo anche noi stessi.
    Grazie ancora, mi avete regalato una notte serena!

  544. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ benedetto manna

    … a meno che l’atto implichi anche una domanda…

  545. Raoul52 attenzione:

    @Antonio Busato
    @Tutti
    I tuoi interventi Antonio, sono sempre mirati-precisi-ponderati…CONTINUA.
    Con stima
    Raoul Bonfiglioli

  546. Manuela Ghizzoni attenzione:

    @rossella incagnone

    data l’ora (e la febbre) mi permetto una risposta laconica: anche perchè dopo due mesi devo ammettere che – esattamente come voi – sono un po’ stanca di ripetere sempre le stesse cose.

    Negli emendamenti alla legge Formero il PD ha chiesto da subito GRADUALITA’, è l’abbiamo chiesta per TUTTI I LAVORATORI (così come le quote Damiano erano per pubblici e privati) ma la ministra l’ha accettata solo per i dipendenti del settore privato, perchè a suo dire i dipendenti pubblici non perdono il posto di lavoro, non vengono licenziati per la crisi ecc… E’ tanto vero ciò che affermo, che come PD abbiamo continuato a presentare emendamenti ai provvedimenti successivi per estendere la disposizione dell’art. 15bis anche al pubblico impiego, ma sono sempre stati bocciati.
    Perchè allora nel sito dei deputati del PD si parla di conquista? Perchè prima del nostro emendamento non c’era neanche questo unico “scalino”, quindi non è stato un emendamento “contro”, ma “in favore di”, solo che siamo riusciti a metà nel nostro intento.
    Dire quindi che “l’ingiustizia evidentissima e vergognosa del 15 bis che discrimina i lavoratori del settore pubblico rispetto a quelli del privato E’ STATA VOLUTA PROPRIO DAL PD” NON CORRISPONDE AL VERO! basta leggersi gli emendamenti e i verbali della Camera.

    Rispetto poi all’altra affermazione “credo che le onorevoli che appoggiano le nostre sacrosante rivendicazioni avranno molta difficoltà a battersi per modificare l’ingiustizia”, mi chiedo:
    1. Chi ha presentato l’emendamento al Camera e al Senato? Il PD (e non altri).
    2. Chi ha votato contro all’emendamento? Tutti, eccetto PD e Idv (a proposito: bene la disponibilità dell’on. Donadi, che conferma l’atteggiamento positivo fino ad avuto dall’IdV nei confronti della nostra iniziativa).
    3. Chi ha fatto approvare l’OdG alla Camera? Il PD (il sottosegretario d’Andrea, come ci è stato raccontato da un commento, conosce perfettamente la questione perchè è lui che a nome del Governo ha accolto l’OdG)
    4. Chi ha presentato l’interrogazione? IL PD

    In merito poi alla successiva affermazione “Mi sembra impossibile ,quindi,Vincenzo,che le on.ghizzoni(che comunque ringrazio per l’ospitalità) e bastico si attivino per modificare un’ingiustizia creata dal pd solo tre mesi fa” mi limito a dire che la ritengo irrispettosa oltre che oltraggiosa di tutto il lavoro fin qui svolto.
    Non mi sono limitata a dare ospitalità: da due oltre sue mesi mi occupo insieme al mio gruppo parlamentare di questa iniziativa per vedere riconosciuto un diritto che riteniamo leso. Tutto ha avuto origine da un emendamento del PD che nessuno (ripeto, nessuno) ha sollecitato esplicitamente, anche se poi in molti (ricordate l’Anief e il Grande Sud?) hanno cercato tardivamente (e ipocritamente) di rivendicare. Più rispetto per la realtà delle cose e più onestà intelletuale sarebbero utili alla causa comune.

  547. rossella incagnone attenzione:

    @ Manuela Ghizzoni
    onorevole Ghizzoni,
    non ho letto,per ovvi motivi,i verbali della camera,ma il Vademecum sì.E nel Vademecum,che tutti possono leggere,non si fà alcun riferimento alla richiesta di gradualità per tutti i lavoratori,ma si evidenzia soltanto la soddisfazione,se vuole legittima,per aver ottenuto,su proposta del PD,delle agevolazioni per i lavoratori del settore privato.Nessun accenno o riferimento ad un’analoga proposta per i lavoratori del settore pubblico,nessun rammarico per non aver ottenuto nulla per loro.Tutto quì.Davvero ,non me ne voglia:nessun oltraggio o mancanza di rispetto alla sua persona erano nelle mie intenzioni,anzi,il riconoscimento per la sua ospitalità ed,implicitamente,per l’impegno che ha profuso per la nostra causa.Accolgo con piacere ed onestà intellettuale le sue precisazioni che mi hanno consentito di conoscere in modo più completo la realtà delle cose.

  548. Maria attenzione:

    Non so se sono la prima,ma sicuramente non sono la sola a fare oggi gli auguri di buon onomastico a Giuseppe Grasso e a quanti amici del blog come lui hanno oggi qualcosa da festeggiare AUGURI Maria

  549. lorenza attenzione:

    La fornero offende i sessantenni,martone offende i giovani,tutto bene.A Torino,un giovane insulta la fornero cosa accade!!!’? viene fermato.Dai calcoli della fornarina ,se noi a 60 anni non abbiamo ancora raggiunto 40 di contributi ,vorrei sapere di lei che ancora a 64 non chide la QUIESCENZA ma va in giro ormai in stato di avanzato………a fare danni.Noi abbiamo dovuto aspettare anni per i concorsi e nel frattempo ,mi ricordo,come dimenticare quelle intere mattinate,già pronta ,sempre vicno al telefono(allora niente cellulari)aspettando una telefonata,ero contenta se la supplenza era per 3 giorni,dopo 2 minuti ero già in viaggio.La signora deve avere almeno il buon gusto di non umiliare ulteriormente delle colleghe(noi siamo in ruolo-concorso a cattedra–sia ben chiaro !!

  550. rita-c attenzione:

    @Manuela Ghizzoni, Antonio Busato ,Giuseppe Grasso, Raoul, Antonio Pane e TUTTI quelli che stanno attivamente lavorando per la nostra causa:

    “Quello che noi facciamo non viene mai compreso, ma sempre, e soltanto, lodato o biasimato” (Friedrich Nietzsche).

    GRAZIE A TUTTI VOI, GRAZIE DAVVERO E SPERIAMO DI POTER FESTEGGIARE PRESTO UNA VITTORIA.

  551. DANIELA MERLO attenzione:

    Fatto bonifico al Tesoriere del Comitato.
    Ricevuto conferma ricevimento Domande per 2 ricorsi legali.
    Inviata il 28/2/12 domanda di pensionamento on-line all’UST di Milano.
    Consegnata domanda pensione cartacea alla mia scuola, in data 28/2/12. Devo ritirarla?
    Aspetto istruzioni

    grazie
    Daniela Merlo – MI

  552. Rosanna attenzione:

    Cara Manuela,
    accettiamo il dissenso, ma una voce, o qualche sparuta voce, non diminuiscono il lavoro che stai portando avanti da mesi. Non dimentichiamoci che fino alla fine di gennaio, noi insegnanti, scippati di un diritto acquisito, eravamo impotenti e lividi di rabbia. Poi, attraverso te, abbiamo anche ritrovato la fiducia in noi stessi. Grazie

  553. silverio53 attenzione:

    @marina54
    @maria cristina de gregorio
    @ a tutti quelli con 40 anni di contributi a prescindere dall’età

    Sono certo di quello che ho detto, perchè suffragato dall’incontro con i funzionari dell’Ufficio Pensione dell’ex Provveditorato.
    Concordo con il mattenerci in contatto, anch’io ho scritto all’Avv. Naso. Stiamo tranquilli che siamo in buone mani!

    @marina54
    Per te che vivi a Roma puoi, senza eccedere, andare a disturbare l’avv. Naso ed informarci sopratutto se il nostro ricorso rientra, come io credo all’interno del ricorso colletivo.
    La nostra peculiarità sta solo nel fatto che non dobbiamo raggiungere il requisito dell’età.
    Vi saluto, forza che vinceremo!
    Silverio
    schianosilverio@libero.it

  554. Bianca attenzione:

    Spero verranno stilate le liste aggiornate o quant’altro per tutte le adesioni alle quali abbiamo sottoscritto.

    Fatto bonifico € 25 per sito web

  555. pio12 attenzione:

    @ Giuseppe Grasso
    Aggiungo i miei auguri ( i un grandissimo grazie per il lavoro per Q96) a quelli di molti altri. araffap

  556. pina952 attenzione:

    Ho provveduto a fare il versamento al tesoriere del nostro Comitato civico.
    @Giuseppe Grasso ..e tutti i colleghi che festeggiano il loro onomastico, auguri!
    @a tutti quanti si stando profondendo a difesa della nostra giusta causa un grazie infinito e tanta riconoscenza.

  557. annunziata attenzione:

    Sono d’accordo con Rossella Incaglione e mi dispiace che l’onorevole Ghizzoni se la sia presa a male, infatti da quanto ho capito, la collega voleva solo dire che, man mano che passano i mesi, percepisce sempre maggiore stanchezza e frustrazione da parte di TUTTI, com’è naturale. Sempre meno si parlerà di noi, purtroppo, e sempre con minor efficacia, visto che tra l’altro, la “rabbia” che proviamo NON l’abbiamo saputa e non la sappiamo esprimere anche in modo VISIBILE ed evidente a tutti (manifestazioni, cortei, cartelloni, qualcosa di creativo che fosse trasversale in tutte le scuole ecc…. non solo parole) e sta cedendo il posto ad una sentimento misto tra la rassegnazione e l’allerta, senza più però l’energia e l’entusiasmo iniziale (anche perchè si sa quanto durino a lungo le azioni legali..). Scusate la schiettezza, ma vorrei sapere dall’onorevole Ghizzoni, sinceramente: ci saranno per noi altre occasioni “politiche”? Quando e per quanto altro tempo? Sono certa che se tutti quelli del PD fossero come le nostre Onorevoli, il nostro problema sarebbe stato già risolto non 100 ma 1000 volte. Grazie quindi comunque e sempre a voi.
    Un’ulteriore piccola nota a @ Giuseppe Grasso: anche se sei a capo del Comitato, non dovresti trattarci come fa un Professore a scuola: siamo colleghi e quindi non puoi dirci se facciamo bene, se viceversa sbagliamo ecc.. come se solo tu avessi chiara e certa la giusta strada. Le tue parole a volte sono effettivamente esagerate, come se tu temessi qualcosa; inoltre proprio tu a volte non sei “umile” come auspichi. Scusa la franchezza.
    Questo comunque non vuol dire che non ti riconosciamo competenze importanti e che non ti siamo riconoscenti per la dedizione alla nostra comune causa. Di nuovo grazie,
    Annunziata

  558. Bianca attenzione:

    @ rossella incagnone attenzione:

    marzo 18th, 2012 at 11:15 pm

    Con tristezza e rassegnazione, concordo pienamente in tutte le tue analisi, alle quali io inconsciamente e sospettosamente pensavo.

  559. Antonio Busato Padova attenzione:

    @rossoenero attenzione:
    marzo 18th, 2012 at 11:15 pm
    Sbaglio o “fiol” è un’espressione veneta?
    @Giuseppe Grasso
    Tanti auguri di Buon Onomastico.
    @Tutti i papà e…..nonni
    TANTI AUGURI!!
    @Benedetto Manna
    Ti ringrazio per aver ben riassunto e chiarito alcune problematiche sulle quali stiamo cercando di mettere a fuoco i giusti punti da sottoporre all’avvocato (che ovviamente non possiamo sommergere di quesiti).
    Premettendo che non voglio sostenere nessuna tesi (e da come scrivi penso anche che capirai il giusto spirito con cui scrivo anch’io), mi trovi quantomeno in difficoltà quando trovo queste affermazioni che ti incollo.
    Fonte: GILDA riferita alle domande del 2011 in merito al cartaceo.

    Presentazione delle istanze

    L´inoltro delle domande e comunicazioni di cessazione del personale docente di ruolo o la revoca delle domande presentate avverrà esclusivamente mediante l´utilizzo delle “Istanze on line”, c.d. POLIS. Nel caso gli interessati avessero già prodotto domande in forma cartacea le stesse devono essere riprodotte con la modalità POLIS.

    Le funzioni saranno disponibili nel sito “Istanze on line ” nel periodo che va dal 12 gennaio 2011 all´11 febbraio 2011.

    Saranno trasmesse via web solamente le istanze e comunicazioni concernenti la cessazione dal servizio del personale scolastico (domande di dimissioni volontarie dal servizio, collocamento a riposo per raggiungimento dei limiti massimi di età o di servizio), e non le domande di accesso al trattamento pensionistico, come precisato dal Miur con nota prot. 10445 del 24 novembre u.s.

  560. te.loco attenzione:

    @ Giuseppe Grasso
    @ tutti i colleghi di nome Giuseppe
    @ tutti i papà e…qualche nonno

    auguri per il 19 marzo

  561. Antonio Busato Padova attenzione:

    @Benedetto Manna
    Rileggendo meglio (dovevo farlo prima) sembra invece che le domande di accesso non dovessero essere trasmesse via web.
    Magari proverò a cercare se c’è qualche variazione normativa in merito.
    Meglio riposarsi un po’ perché, se non i è lucidi, il rischio di errore si alza molto.

  562. Antonio Busato Padova attenzione:

    @Benedetto Manna
    Ultimo intervento, se faccio pasticci ancora mi fanno un TSO!
    Ti incollo un link, sempre sul discorso del cartaceo, dimmi per cortesia cosa ne pensi.
    La richiesta si intende ovviamente rivolta a TUTTI.
    http://www.scuola-asti.cisl.it/
    Buona giornata.

  563. pio12 attenzione:

    @per l’on Ghizzoni
    Non ho ascoltato la trasmissione “che tempo fa ” ma ho appena postato che anche Fazio ha evitato ,forse con cura e perseveranza, ogni riferimento al problema Q96. Ma leggo sempre stamattine,e non solo ora, (le ricordo,data l’ora, che in Campania la scuola è chiusa) che la nostra brava ministra (chissà perchè mi ricorda il famigerato brunetta… ) ritiene che il 52 abbia perso tempo nelle università (ma con che cosa ragiona???) e perciò è giusto che paghi il non pensionamento……….. .Ma che discorsi sono???? .Io personalmente sono stato il decimo laureato della mia facoltà (scientifica). Successivamente , tra una suppl. e un’altra (mi hanno tolto quasi 1 anno di servizio per i periodi in cui i suppl. non vennero pagati durante l’estate) ho avuto modo di vincere un concorso,superare una abilitazione senza mai poter prendere 1 solo giorno di permesso per lo studio(ero suppl.). Ritengo che questa signora ci debba delle scuse.
    Le sembra serio che “un ministro ” dello stato possa esprimere giudizi così poco lusinghieri nei riguardi di noi insegnanti ( e dipendenti statali in genere) ed in particolare di noi del 52?
    Mi convinco sempre di più che i prof universitari sono i “professori” ,noi, i “DOCENTI” . Noi effettivamente “insegnamo”,molti di loro, troppo spesso, predicano, si assentano e, se divengono parlamentari,parlano a sproposito offendendo e bistrattando una categoria già affossata da leggi e leggine stupide e inconcludenti. Un saluto e un grazie per lo spazio e il tempo che ci sta dedicado. araffap.

  564. Raoul52 attenzione:

    @M.Giovannetti

    Ho fatto bonifico-tesoriere-comitato, aspetto l’elenco aggiornato per pubblicarlo sul sito.
    Grazie
    Raoul Bonfiglioli

  565. Alma 52 attenzione:

    @benedetto manna
    Chiarissimo il tuo commento! Grazie!
    Mi chiedevo da tempo se anche la legge 148/11 del 14.9.2011 (anno scolastico iniziato) e mai applicata ci riguardasse veramente o no. Mi sembrava che anche quella facesse partire la nostra “finestra” per chi maturava i requisiti dal 1/1/2012. Non sono per niente esperta, ma anche in quella legge avevo notato qualcosa di strano riguardo alle date… Tu cosa dici al riguardo?

  566. Francesco Casella attenzione:

    Di seguito, riporto la risposta del sindacato FLC CGIL alla mia lettera di indignazione e di protesta per l’assenza di iniziative incisive sul problema dell’ingiustizia perpretata ai danni dei lavoratori della scuola da parte della saccente e supponente ministra Fornero, di cui dovremmo tutti chiedere le dimissioni:

    “Gentile Francesco Casella,
    comprendo tutta l’amarezza e condivido le sue considerazioni che meriterebbero più che una mail una discussione un po più approfondita. Penso che ancora non abbiamo visto tutto e dopo lo stravolgimento del sistema previdenziale che è stata la cosa più iniqua e ignobile che Monti/Fornero hanno fatto fino ad ora, assisteremo all’affondo sui diritti del lavoro, il cui smantellamento viene contrabbandato come lotta ai privilegi per favorire l’occupazione e le giovani generazioni. Il sindacato, in questo momento appare oggettivamente debole, senza una sponda di riferimento a livello politico e per di più diviso al suo interno.
    Non è che la CGIL non si sia mossa; qualche risultato è anche stato ottenuto, ma la situazione rimane grave e sarà necessario un salto di qualità e di incisività delle mobilitazioni, nella speranza che la precaria unità che si è registrata tra le OO.SS. in questo ultimo periodo, possa tenere ancora per un po’. Ma tornando a noi e alla questione delle pensioni e a quello che si può fare nell’immediato: La FLC ha impugnato al TAR la circolare sui pensionamenti; in contemporanea dovranno andare avanti i ricorsi
    avviati singolarmente da ogni lavoratore danneggiato presso il giudice del lavoro. Per potere procedere sulla strada dei ricorsi è necessario essere in possesso del diniego dell’amministrazione in risposta alla domanda di collocamento a riposo. Questa va quindi prodotta entro il 30 marzo attraverso il sistema POLIS (sul nostro sito trova le istruzioni per questo, ma può anche attivare tutta la procedura con l’INCA), facendo ben attenzione a barrare l’opzione di restare in servizio in caso di rigetto della domanda.
    Le sedi provinciali delle FLC seguiranno, con i propri avvocati, i singoli ricorsi, per i quali non ci sono più problemi stringenti di tempo”.

    Anche le azioni tardive dei sindacati della scuola possono servire alla nostra causa: noi li abbiamo preceduti.

    Preoccupante è, invece, Il silenzio del Ministro dell’Istruzione. Si è ripristinata,in peggio, la logica precedente: Tremonti parlava e Gelmini obbediva; oggi Fornero blatera e Profumo zittisce.

  567. Manuela Ghizzoni attenzione:

    @ bianca
    le analisi non possono che basarsi sui fatti: pertanto a quelli narrati da rossella incagnone mi auguro che abbia associato quelli del mio commento. Il ruolo del PD in merito alle disposizioni dell’art. 15bis è chiaro, come lo sono le nostre iniziative per modificarlo e per realizzare la nostra proposta originaria (gradualità per tutti). Per questo motivo, ammetto, non comprendo i sentimenti di tristezza e rassegnazione.

    @annunziata
    mi sono limitata a replicare, ritengo in modo documentato, ad affermazioni che non corrispondo a verità e, data anche la risposta della stessa rossella incagnone, non mi pare di essere caduta in fraintendimenti. I sentimenti di frustrazione sono legittimi (soprattutto dopo che abbiamo sfiorato con le dita il successo della nostra iniziativa), ma non devono impedire lucidità d’analisi e soprattutto non devono indurre a confondere i desideri con la realtà. Comprendo lo slancio che porta ad affermare “se tutti quelli del PD fossero come le nostre Onorevoli, il nostro problema sarebbe stato già risolto non 100 ma 1000 volte”, ma sono costretta a smorzarlo: fermo restando che (ma fino a quando dovrò ripeterlo?) dietro al mio emendamento e a quello del sen. Mercatali c’è tutto il gruppo PD, incluso il Segretario Bersani (lo testimonia il voto contro il Governo al Senato) non è possibile infatti dimenticare che in Parlamento i numeri della vecchia maggioranza non sono cambiati e il PD da solo (o quasi), come dimostra il voto sul nostro emendamento, non può conseguire gli obiettivi fissati. La recente vicenda dell’art. 50 del DL Semplificazioni ne è l’ultima, bruciante, testimonianza. Occorre molto lavoro di tessitura, con le altre forze parlamentari e con il Governo per realizzare, come nel nostro caso, una soluzione politica: continuiamo a lavorare per questo obiettivo.

  568. Lucina Focante attenzione:

    @ Giuseppe Grasso
    @ Tutti i Giuseppe
    @ Tutti i Papà (o Babbo)

    Auguri!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  569. rocco trivigno_52 attenzione:

    @ Maurizio Giovannetti

    Effettuato bonifico per quota iscrizione come socio aderente al Comitato civico Quota 96

    @ tutti i Giuseppe e i papà

    Auguri!

  570. Giovanni L. attenzione:

    @M. Giovannetti
    Fatto bonifico per adesione “Comitato Quota 96″
    Giovanni Lavarini (Verona) lavagio@tiscali.it

  571. Rosi attenzione:

    @per l’on Ghizzoni
    Mi scuso se insisto ma le chiedo conferma delle possibili date di risposta alla sua interrogazione 20 o 27 marzo? inoltre le avevo postato come Maria Rosaria Simoncini attenzione:marzo 18th, 2012 at 1:22 pm la seguente richiesta:
    “La notizia di mariob.-tv marzo 16th, 2012 at 7:59 pm
    ESITO INCONTRO DI OGGI A MESTRE CON ON. DONADI – IDV che recita
    “decreto sulla Riforma del mercato del lavoro in quanto, sue parole, “Lo stesso decreto tratterà anche argomenti riguardanti le pensioni”. Lui dice che il governo intende portare a conclusione quest’ultimo decreto entro la fine del mese” ci dà qualche speranza di ripresentare un emendamento simile o uguale a quello già presentato nel 1000 proroghe? e se sì signora Ghizzoni ha intenzione di ripresentarlo ? ”
    Se le fosse possibile darmi risposta le sarei molto grata .
    Cordialità Rosi

  572. Linda attenzione:

    @M.Giovannetti

    In data odierna, ho fatto bonifico di € 25,00 al tesoriere del “Comitato Quota 96″, per il sito web.
    Visto che non intervengo quasi mai, vorrei spronare quanti non avesero ancora deciso di inviare la documentazione per il/i ricorso/i a farlo il più velocemente possibile e non attendere gli ultimi giorni. Dai, arriviamo almeno a 500.
    Grazie e un saluto particolare ai componenti del comitato e all’On Manuela Ghizzoni sempre precisa e disponibile.

  573. Franco di Prato attenzione:

    @Manuela
    scuami ma ti vorrei ricordare storicamente le riforme pensionistiche degli ultimi 20 anni:
    Governo Amato (’92)
    Governo Dini (’95)
    tentativo Berlusconi stoppato dallo sciopero generale con caduta del governo …e la lega che toglie l’appoggio per la questione pensioni (non certo l’avviso di garanzia)
    Scalone Maroni 2004 (unica riforma del Centrodestra)
    Prodi/Damiano 2007
    Monti/Fornero 2011

    Le riforme strutturali, con perdite notevoli di diritti dei lavoratori, sono venute da governi tecnici o di , cosiddetto, centrosinistra. Possono venire solo con la pace sociale e almeno un parziale accordo dei sindacati concertativi, vedi il misero sciopero di tre ore il 12/12 (comparto scuola 1 ora il 19/12).
    Quante patrimoniali? quante riforme strutturali che colpiscano la rendita e non il lavoro sono state fatte?

    A questo Manuela ti chiedo di rispondere!

  574. Franco di Prato attenzione:

    Manca un “dopo il” fra “Governo Dini (’95)” e “tentativo Berlusconi”

  575. cettina attenzione:

    Auguri a tutti i Giuseppe e le Giuseppine del nostro comitato!
    Auguri a tutti i Papà!
    l’augurio più grande è di poter festeggiare tutti assieme la vittoria per la NOSTRA causa!

  576. flavio52 attenzione:

    A proposito di.. tempo perso all’università ( ? ) da quelli del ’52. Vorrei dire sul muso ( a brutto muso!! ) alla ministra, che lo scrivente: nato 1952, diploma alle magistrali nel 1971, concorso nel 1972, lavori saltuari, supplenze varie fino al 1 ottobre 1973 ( inizio attività di ruolo ), ad oggi ha accumulato 60 anni di età e quaranta di lavoro. Che vuole di più?
    Mio cugino, maestro pure lui, da tre anni a questa parte, con 57 anni di età e 35 di lavoro, invece…
    DO THE SUMS!!
    40+60 = 100
    35+57 = 92
    alla faccia delle.. aspettative di vita mie e di quelli della mia età. Be happy!

  577. Maria1952 attenzione:

    On.Ghizzoni lasci peredere illazioni di poco conto di gente che segue da poco ,io e insieme a molti altri che stiamo vivendo questo problema dall’inizio Le dobbiamo e parlo anche a nome di migliaia di colleghi molta riconoscenza per quello che stà facendo e per quello che fa.Sono sicuro che arriveremo al traguardo e grazie a Lei e alla sen.Bastico.State dando l’anima per noi e qualcuno non si rende conto.
    Buon lavoro on.Ghizzoni e sen.Bastico.

  578. Manuela Ghizzoni attenzione:

    @ Rosi
    ho scritto in più occasioni che non considero preclusa la soluzione politica, da conseguire traedo insegnamenti dalla bocciatura dell’emendamento al Senato. Non tutti i provvedimenti sono adatti ad accogliere emendamenti sulle pensioni: a questo proposito vi invito a rileggere quanto accaduto con il decreto Semplificazioni. Una forza politica ritenne di presentare il “nostro” emendamento (che l’Anief si era limitata a mutuare) al solo fine fare un po’ di propaganda, poichè era noto che esso sarebbe stato dichiarato inammissibile. Ricordo che ci fu qualcuno che gridò al tradimento: io invitai all’analisi dei fatti, che si svolsero esattamente come previsto. Se il provvedimento sugli ammortizzatori sociali prevederà anche materia previdenziale (così da escludere la tagliola della inammissibilità per estraneità di materia), il nostro emendamento sarà ripresentato. Dabbiamo fare in modo che questa volta venga votato, però! Vedremo, allora, se l’on. Cera sarà stato in grado si riorientare il suo gruppo parlamentare da contrario a favorevole. Cosa un po’ più complessa del presentare un question time.

    @Franco di Prato
    Ho un giudizio diverso dal tuo sulle riforme Amato e Dini. Sulla Prodi/Damiano del 2007 ricordo che l’allora Governo impiegò 10 miliardi di euro per ridurre lo scalone di Maroni: aspetto di cui non si parla mai. Sulla riforma Fornero e sul voto del Pd abbiamo a lungo discusso nelle settimane scorse. Patrimoniale? Sono d’accordo. IL PD l’ha posta da tempo nel suo programma. Monti non l’ha inserita nel Salva Italia e quindi il PD è in contraddizione? Una vera patrimoniale non può essere implementata per decreto, ma nel Salva Italia non c’è solo la Riforma Fornero, ci sono anche molte norme che gravano sui patrimoni. l’IMU, ad esempio, graverà per il 40% sul 20% dei contribuenti; l’imposta di bollo sulle attività finanziarie dal 2013 diventerà proporzionale con aliquota dello 0,15% dando origine ad un intervento sul patrimonio finanziario con elementi di progressività; imposta sui beni di lusso e imposta sugli scudati che diventerà strutturale, imposta personale sul valore degli immobili e delle attività finanziarie detenute all’estero. Non c’è la patrimoniale, ma non si può negare che nel salva Italia lo spostamento verso imposte patrimoniali sia strutturale e rilevante. Tu lo hai fatto tempo addietro, quando consigliai la lettura del testo di Marco Causi. Lo liquidasti dicendo che non eri d’accordo. Ne presi atto. A questo punto, credo che nessuno senta il bisogno di riproporre uno sterile ping pong: entrambi potremmo attendere ad altre occupazioni, a beneficio di tutti.

  579. Antonio attenzione:

    @ comitato
    @ on.li Ghizzoni, Bastico
    @ soci Q 96

    Report Rai 3
    Primavera 2012, le nuove puntate
    “Da domenica 25 marzo riparte su Rai Tre la nuova stagione del programma di Milena Gabanelli, Report”.

    “Il nuovo sistema pensionistico sarà l’argomento della prima inchiesta di Report. Il Ministro ha detto: “fine dei privilegi”. Vedremo cosa succede ai 70 mila fra esodati e mobilitati che hanno firmato con le loro aziende l’uscita dal lavoro per andare in pensione. Cosa succede anche a tutti coloro che nel corso della vita lavorativa hanno versato i contributi ad enti diversi ed ora devono ricongiungerli”.
    E’ il caso di contattarla e renderle noto della nostra esistenza? considerato che la Gabanelli non è sprovveduta qualcosa sa già.
    Per quanto mi riguarda cercherò di contattarla, penso sia opportuno che più persone la contattino.
    Grazie e saluti a tutti
    Antonio Piras

  580. brunella attenzione:

    Appena eseguito bonifico di 25 euro,
    colgo anch’io l’occasione per fare gli auguri a tutti i papà e a tutti i Giuseppe e rimango in attesa delle prossime “mosse” suggerite dall’avvocato
    ciao a tutti

  581. carla spadoni attenzione:

    @ Antonio Pane
    @ Maurizio Giovannetti
    @ Clotilde Tomei
    Sono una nuova entrata nel vostro gruppo e sono in procinto di inviare il ricorso. Abito a Roma e vorrei entrare in contatto con voi.
    Il mio indirizzo mail è il seguente: carla.spadoni@alice.it
    Grazie, aspetto vostre notizie

  582. Paola attenzione:

    Effettuato bonifico per quota iscrizione comitato quota 96 oggi 19 marzo

  583. rita attenzione:

    effettuato bonifico iscrizione comitato quota 96

  584. rosa.martini attenzione:

    @M. Giovannetti

    Effettuato bonifico iscrizione ” Comitato quota96″
    Grazie per l’impegno suo e di tutto il Comitato
    Grazie, come sempre all’Onorevole Ghizzoni

  585. silverio53 attenzione:

    @marilena53

    scusami ma non avevo letto di tuo post.
    Ho letto al tua richiesta d’aiuto, io posso solo dirti che con circa 33 anni di contributi la vedo un pò dura.
    A meno che non hai altro ancora da riscattare.
    Io naturalmento non sono un esperto previdenziale.
    Ad ogni buon fine ti comunico l’indrizzo mail dell’avv. Naso:
    avv.domeniconaso@gmail.com
    Ciao
    Silverio

  586. Giorgio L attenzione:

    @on.ghizzoni
    un docente della scuola (a 30000 euro di stipendio lordo annuale), tra provvedimenti del precedente governo (blocco quadriennale dei rinnovi contarttuali e degli scatti di anzianità, unica possibilità di progressione nello stipendio e rinvio di due anni del percepimento della buonuscita) e quelli dell’attuale govenro, appoggiato da partiti anche di centro-sinistra (conferma dei blocchi, spostamento fino a sette anni della data di pensionamento, slittamento ulteriore del percepimento della buonuscita di altrettanti anni) subisce un danno economico quantificabile in almeno 40000 euro (più di uno stipendio annuale), derivante da almeno 12000 euro di mancati aumenti di stipendio e di carriera e almeno 25-30.000 euro per mancati interessi sulla buonuscita (un conto, infatti, è percepire 70 o 80.000 euro adesso, un conto, in misura nominalmente uguale visti i blocchi, tra 8 o 9 anni…)
    In più si trova a dover pagare, con il suo stipendio falcidiato, tutti gli aumenti previsti per le nuove tassazioni, a cominciare da IMU e RES (nuova tassa rifiuti), entrambe imposte di tipo patrimoniale non dipendenti dal reddito e la nuova IVA, ora al 21 e prossimamente al 23%.
    La fornero dichiara un imponibile di oltre 400.000 euro annui. E’ come se questa manovra le chiedesse di contribuire con 600.000 euro. Il ministro della giustizia, Severino, 7 milioni annui. Come se le chiedessimo 10 milioni di contributo per risolvere la crisi.
    Ma di quali patrimoniali sta parlando, allora?
    Possibile che il concetto di “RELATIVO” e “ASSOLUTO” sia così difficile da comprendere a sinistra?
    Dopodiché tutti i docenti dovrebbero ringraziarla per quanto sta facendo per i massacrati dalla riforma delle epnsioni, ma per favore un po’ più di obiettività sulle questioni generali. Perché non prova a spiegarle meglio a Bersnai (degli altri, partiti intendo, non mi interessa neanche parlare, essendo dei manigoldi).

  587. patrizia attenzione:

    Guardate Italia sul due. Ora.

  588. FLORA attenzione:

    effettuato bonifico “Comitato quota 96″, domani spedirò il plico all’avvocato per il ricorso al TAR. Auguri a tutti i Giuseppe del sito!

  589. massimo bolognesi firenze 1952 attenzione:

    per antonio, chiedo la domanda di pensionamento va fatta o no, per chi ricorre con l’avv. naso

  590. Lucina Focante attenzione:

    @Tutti
    Su “Italia sul 2″ condotttrice Bianchetti ed esperti vari si sta parlando di riforma pensioni, classe 1952, esodati (che hanno ricevuto però buoni incentivi per uscire prima) ecc.; viene comunicato che il ministro Fornero ha garantito che a Giugno verranno sanate alcune situazioni più tragiche, i costi saranno alti. Ritorno a seguire la trasmissione. Non ho sentito parlare di Scuola, la trasmissione era però già iniziata. Potremo rivedere il replay.

  591. Lucina Focante attenzione:

    @Tutti
    correggo: conduttrice

  592. Anonimo attenzione:

    Pensioni: Fornero, decreto per esodati entro il 30/6
    E noi?

  593. Lucia 52 attenzione:

    Effettuato il bonifico di € 25 e di 100€, sto per inviare i documenti all’ avvocato. Grazie a tutti.

  594. antonio attenzione:

    “2 Italia sul due ” 19/03/2012 – Rai due
    dalle ore 14.30 alle ore 14.59, nella trasmissione di cui sopra si è parlato di pensioni: esodati, classe 52 etc. non nello specifico degli insegnanti.
    Qualcosa si muove nei media, era ora.
    Non ho potuto seguire il forum del sole 24 ore , qualcuno può riferire sull’evento?
    salute a tutti
    Antonio Piras

  595. concetta attenzione:

    Ho appena ascoltato su Rai due ciò di cui si è discusso nel forum del “Sole 24 ore”.
    Si è parlato solo degli esodati, della nostra situazione neanche un accenno.
    La Fornero ha detto che a giugno, con molta probabiltà, farà un provvedimento ad hoc, potremo entrare anche noi? Cerchiamo di saperne di più.
    Grazie.

  596. rosa gargiulo attenzione:

    @M.Giovannetti

    Effettuato bonifico :Ringrazio voi tutti x vostro impegno

  597. FLORA attenzione:

    @Grasso
    siccome il 27-28-29 di questo mese partirò in viaggio d’istruzione con le mie classi terze, vorrei sapere quanto prima dall’avvocato Naso come dobbiamo comportarci con la domanda di pensionamento, altrimenti temo di non avere tempo a sufficienza per farla, nel caso fosse necessario, visto che scade il 30 marzo! Grazie.

  598. Nino attenzione:

    Per tutti . Ho scritto alla dott.ssa MILENA GABANELLI di REPORT per dare il mio piccolo contributo ma non appartengo al comparto scuola. MI sento pero’ molto amareggiato dal commento di Fornero(come vuole essere chiamata) a proposito degli “sfigati ” insegnanti del 52. Ho contribuito anch’io in qualita’ di marito di insegnante a far si che mia moglie non perdesse neanche una chiamata quando era supplente e non ci grattavamo le p…. e gia’ allora come oggi erano sacrifici.

  599. Paolo attenzione:

    Buonasera,
    Vorrei aderire alla Class Action con il comitato quota 96, ma trovo una certa difficoltà ad individuare sul web le…. coordinate per farlo.

    C’è qualcuno che cortesemente, anche per tanta altra gente, può segnalare i passi da fare con i relativi percorsi ?
    1) …… sul sito xxx
    2)…… link….
    3) …. ecc.

    Grazie
    Paolo Benelli

    “Salvatore della Patria”
    (Al 31/8/2012: 39 a 7 m 16 gg, con 60 anni al 4/9/2012 !!)

  600. Giorgia 52 attenzione:

    @ comitato e TUTTI
    Mi giunge dalla CGIL . per favore leggete e passate all’Avvocato, se può servire.

    ” La FLC CGIL impugnerà avanti al TAR del Lazio la Circolare ministeriale della Funzione Pubblica dell’8 marzo 2012, la Circolare nr. 23 e il Decreto n. 22 del Miur del 12 marzo che applicano al settore pubblico e alla scuola la riforma Fornero.
    Come abbiamo già più volte denunciato le novità introdotte da questa riforma sono tutte peggiorative e stanno penalizzando migliaia di lavoratori, in particolare nel comparto scuola, per questo la FLC CGIL sta studiando tutte le possibili azioni per contrastarne l’applicazione.
    Queste nuove regole hanno effetti diversi anche sui singoli pensionandi e sui requisiti che derivano dalla storia personale di ciascuno. Questo significa che per attivare la tutela individuale e proporre eventuali ricorsi, da valutare caso per caso, è necessario prima di tutto presentare la domanda e attendere un atto di diniego da parte dell’amministrazione a una richiesta di pensionamento o al misconoscimento di uno o più requisiti. Va quindi impugnato un atto amministrativo ben preciso davanti al giudice del lavoro: per l’impugnazione non c’è scadenza.
    I lavoratori interessati possono sottoporre l’atto da impugnare agli uffici legali delle FLC CGIL territoriali che li assisteranno nell’azione giudiziaria.
    LA DOMANDA VA PRESENTATA ENTRO IL 31 MARZO 2012 COME SE SI DOVESSE ANDARE IN PENSIONE…. risultato ricorso ad personam….”

    DOMANDA PER AVVOCATO NASO: Può essere seguita la stessa modalità di DOMANDA COME SI DOVESSE ANDARE IN PENSIONE anche per noi?
    Attendo notizie!

  601. renato bonanno attenzione:

    @ On . Ghizzoni
    Quando Lei dice ” Occorre molto lavoro di tessitura, con le altre forze parlamentari e con il Governo per realizzare, come nel nostro caso, una soluzione politica: continuiamo a lavorare per questo obiettivo”
    vuol dire che ha condiviso , finalmente, le mie critiche in riferimento alla bocciatura in Commissione Senato dell’emendamento 6.51, quando parlavo di ” egemonizzazione e di mancato coinvolgimento delle altre forze politiche”.
    Gli errori insegnano.

  602. franco attenzione:

    ho assistito nel sito del sole24, il dibattito sulle pensioni,hanno parlato anche degli esodati,di noi insegnanti neanche una virgola,non esistiamo perche’ ci considerano fortunati…. abbiamo un lavoro….e possiamo ancora lavorare.

  603. Maria Carmela52 attenzione:

    Oggi 19 Marzo ho inviato la documentazione all’Avv. Naso e il bonifico di 25 euro al tesoriere del Comitato.
    Colgo l’occasione per formulare gli auguri a tutti i papà e a coloro che si chiamano Giuseppe.

  604. Luigi deiana attenzione:

    Effettuato bonifico di 100.00 € x l’Avv. Naso e € 25 x adesione al comitato. Grazie a tutto il comitato x quello che state facendo. Aspetto novità.

  605. santina52 attenzione:

    chiarissima la conduttrice di “2 italia sul due” sulle fregature della riforma
    MA
    dei docenti classe 52 nessun accenno… dimenticati dal mondo
    In questa foresta amazzonica si avanza a colpi di machete e a menare i colpi è Lei, sempre più sicura da sé.

    Il Sole 24 Ore
    11.58 – Elsa Fornero: “chiedo pazienza fino al 30 giugno. Ora siamo concentrati sul lavoro ma entro questa data definiremo i criteri ispirati all’equita’ per utilizzare le risorse stanziate per pensionare i lavoratori esclusi dalla riforma”.

    11:56 – Fornero: non sono sufficienti le risorse indicate dal parlamento per compensare gli effetti più’ pesanti della riforma per alcune categorie di lavoratori.

  606. Maria grazia padova attenzione:

    Aderito con bonifico al comitato.
    A tutti i Giuseppe e a tutti i papà (e nonni…) AUGURI!!!
    @Antonio Busato : tutta la mia stima per i tuoi interventi sempre chiari e , soprattutto, pacati.
    @Giuseppe Grasso &C.: grazie per l’impegno, la pazienza, il tempo che dedicate alla nostra causa!
    @on. Ghizzoni: grazie per quello che ha fatto per noi, per averci ospitato, averci dato modo di conoscerci e unirci, ma, la prego, non parli di equità in queste manovre!!!La prego!
    P.S. Mio marito non voleva che vedessi la Fornero da Fazio…Purtroppo l’ho vista e….riesce sempre a scatenare in me gli istinti più violenti!
    Arroganza, supponenza, disprezzo…sono queste le qualità dei “professori”?
    Scusate la nota personale…

  607. maria settembre 52 attenzione:

    solo oggi spedisco documenti all’avvocato naso per il ricorso, non per indecisione, ma per difficoltà nel calcolo degli anni di servizio perchè avendo fatto la supplente per un lungo periodo, mi ritrovo a dover sommare anni ,mesi ma anche numerose singole giornate .

  608. Raoul52 attenzione:

    @Paolo
    @Tutti

    @x gli ULTIMI “arrivati”

    Quello che dovete sapere per fare il ricorso, per aderire al Comitato ed altro ancora… lo trovate sul sito:

    http://requisitiscuola2012.wordpress.com

    Home page:

    •Atto Costitutivo Statuto Comitato
    •Coordinate Bancarie Tesoriere (quota versamento-adesione al Comitato)

    “Comitato96”:
    •Perché è nato il Comitato+Atto Costitutivo

    “Download”:
    •Istruzioni Operative Contenzioso + Allegati (evidenziati in rosso)

    “Form Ricorrenti”:
    •Va compilato (ma non è obbligatorio), solo dopo aver inoltrato i documenti necessari per il ricorso all’avv. Domenico Naso

    “Elenco Adesioni”:
    •A breve ci saranno i nominativi di coloro che hanno fatto ricorso + elenco aderenti al comitato civico

    “ProMemoria Ricorso”:
    Praticamente trovate ancora …
    •Istruzione Operative Ricorso
    •Ulteriori Istruzioni-Precisazioni (G.Grasso dal blog.Ghizzoni)

    “Parlano di Noi”
    •Lettere–articoli pubblicati sui quotidiani-settimanali (vedi la lettera di Angiolina su “il Venerdì”) ecc.

    “Link Utili”
    •Collegamenti ai siti + importanti (blog Ghizzoni…Bastico…Leo ecc.)

    “News”
    •Le ultime Notizie dal Mondo Sindacale ed altro…

    Inoltre c’è anche questo blog:

    http://obiettivoscuola2012.blogspot.com

    CORTESEMENTE VI CHIEDO:

    di LEGGERE prima di fare-porre sempre le stesse domande-quesiti!!!

    Grazie

  609. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Paolo

    Devi andare al sito seguente:
    http://requisitiscuola2012.wordpress.com/
    Poi clicchi download e ti dà tutti gli allegati da compilare e da mandare all’avv. Naso.

    @ COM. DI SERVIZIO: Tutti quelli che devono ricorrere…

    Ho appena parlato con l’avv. Naso dopo aver tentato di procedere on line con la domanda: è blindata! Se tentate l’unica via per accedere, la 2 opzione che recita di maturare i requisiti dal 1.1.2012 al 31.12.12, poi vi fa entrare, certo, ma vi dà un’altra schermata con tre opzioni ultimative: 1. O si hanno 66 anni di età entro il 2012; 2. O si hanno 42 anni e un mese di contribuzione (per gli uomini); 3. o si hanno 41 anni e un mese (per le donne).
    Questo significa che si tratta di un blindamento costruito ad arte per impedirci di fare domanda, a noi di Quota 96. L’avv. Naso, che prevedeva tutto e che non si illudeva sui falsi consigli dati dalla CGIL in merito a fare la domanda e avere un diniego, mi ha comunicato che entro stasera (quindi chi partirà per i viaggi d’istruzione avrà tempo di farla) mi manderà l’atto di significazione e diffida che vale ANCHE COME DOMANDA per cui state tranquilli e attendete informazioni o l’allegato relativo.
    A presto.

    @ Ghizzoni

    Cara Manuela, a presto avremo il sito web praticabile con una doppia mailing list e ogni impedimento ad una discussione democratica sarà infine alleggerito. Ovviamente questo spazio, se lo lascerai, come spero che sarà, continueremo a frequentarlo, ma con maggior serenità di spirito e minor animosità faziosa, soprattutto senza fare troppi facili “j’accuse” al tuo indirizzo.
    Grazie ancora!

  610. Maria grazia padova attenzione:

    @Paolo nuovo arrivato : vai su Requisiti scuola 2012 : trovi tutte le indicazioni per il ricorso.
    @Giorgia 52 : come già detto in precedenza non possiamo presentare domanda, perchè sul sito Istanze on line non esiste opzione che ci riguarda. Non capisco come alla CGIL possano dare queste indicazioni!

  611. Reparata (Ada ) attenzione:

    Aggiungo anche i miei auguri a tutti i papà e a tutti i “Giuseppe” del comitato.
    Effettuato bonifico per iscrizione comitato. Stamattina i D.S.G. della mia scuola mi ha ha chiesto di firmare un documento per dichiarare di non aver raggiunto i quarantanni di contribuzione e quindi di non aver maturato il diritto alla pensione.8(Sono a caccia di chi ha maturato i 40 anni di contribuzione!!!) Gli ho parlato del ricorso Quota 96 ( al 31-08-2012 maturo 35 anni e 5 mesi di contributi e compiuti 61 anni di età) e mi ha assicurato che la dichiarazione da firmare non avrebbe compromesso il ricorso che mi accingo a fare. Qualcuno si è trovato nella stessa situazione???? Attendo notizie . Grazie!

  612. Aldo attenzione:

    @TUTTI
    Chi è nelle possibilità di contattare la Gabanelli “Report” lo faccia. Credo che sia l’unica a poterci riservare uno spazio nella sua lunga trasmissione che tra l’altro è una di quelle più seguite la domenica sera su Rai3. Se si argomenta in modo dettagliato la nostra situazione, magari con qualche esempio clamoroso di ingiustizia, e informandola che si è costituito un comitato civico per adire vie legali, potrebbe riservarci un piccolo spazio.

  613. Manuela Ghizzoni attenzione:

    @Giorgio L
    Infatti non ho parlato di patrimoniali: ho solo citato le norme che il decreto salva Italia prevede e che colpiscono il “patrimonio”. l’IMU non è lagata al reddito, bensì al numero di immobili, le altre imposizioni che ho citato sono invece progressive e quindi legate al reddito. Forse avete dimenticato i miei commenti delle settimane scorse: non mi pare mai, dico, mai di avere minimizzato la portata di queste misure di cui il PD porterà la responabilità politica (anche su questo aspetto abbiamo dialogato molto nelle scorse settimane). E mi pare che questo io non mi sia mai fatta velo. La sinistra non conosce il concetto di relativo e di assoluto? Sono costretta a dissentire: fu infatti il Governo Prodi, per restare in ambito patrimoniale, a cancellare l’allora ICI ai redditi medio bassi. Fu poi Berlusconi a cancellarla a tutti i contribuenti proprietari, ricchi e non. Mi pare che questo esempio sia chiarissimo. Accolgo volentieri il suo invito ad essere più obiettiva sulle questioni generali: spero che siano in tanti a raccoglierlo.

    @renato bonanno
    guai a non imparare dagli errori. Ma non condivido l’uso del termine “egemonizzare”, perchè non corrisponde all’atteggiamento che abbiamo avuto sia alla Camera, sia al Senato durante la discussione del DL Milleproroghe. Già allora – la prego di credermi – abbiamo cercato alleanze con le altre forze politiche: il problema è che ci fu detto di no, in particolare da PDL e Terzo Polo in coerenza con il giudizio negativo del Governo. Avrebbe preferito che anche al senato ritirassimo l’emendamento? Da allora un po’ di acqua è passata sotto i ponti, e qualcuno pare si sia ravveduto: ben venga, se a vantaggio della comune causa.

    @Maria grazie padova
    ho forse utilizzato nel mio commento la parola “equità”? non mi pare. Mi sono limitata a esporre alcune norme, che troppo spesso si dimenticano.

  614. LUIGI DEIANA attenzione:

    Sono un Collaboratore scolastico del 52 con 39 di contributi. speronon ci siano problemi se non sono un Prof.? leggo che il mio commento dovrà essere moderato. Non sono molto pratico di queste cose e non capisco cosa voglia dire . Aiuto…….

  615. Filomena attenzione:

    l’eventuale domanda cartacea presentata a settembre per bloccare eventuali modifiche peggiorative della riforma, come poi effettivamente avvenuto , come deve essere trattata: ritirarata o …
    Grazie

  616. Antonio Pane attenzione:

    @ TUTTI
    L’avvocato Naso ci ha appena comunicato che la sua mail è quasi bloccata da più di 300 mail con varie, e spesso ripetitive, richieste di chiarimenti. Si prega di limitare per quanto possibile queste richieste. L’avvocato sta alacremente lavorando all’impostazione del nostro ricorso e si impegna a fornirci quanto prima, tra oggi e domani, tutte le istruzioni necessarie, che varranno a fugare, se non tutti, gran parte dei nostri dubbi. Grazie della collaborazione.

  617. VincenzoLinardi attenzione:

    @Tutti
    Ho cercato di parlare con l’avvocato e mi ha fatto presente di essere intasato da nostre mail (anche io gliene avevo inviata una) che non è evidentemente in grado neppure di leggere visto che ora sta lavorando per noi. Suggerirei, come ha già fatto Giuseppe Grasso, di lasciarlo lavorare in pace, evitando di porgli quesiti o dargli suggerimenti che in questo momento possono solo intralciarne il lavoro.

    La Circolare MIUR conferma il vuoto normativo prodottosi, per il lavoratori della scuola, riguardo alla clausola di salvaguardia delle “previgenti” regole di pensionamento. Pertanto ci sono elementi concreti su cui far leva per il ricorso. La cosa principale, ora, è attivare con la massima celerità la via legale. Perché ciò accada, serve, tra l’altro che facciamo lavorare Naso senza distoglierne l’attenzione.

  618. CARMEN DALMONTE attenzione:

    ho inviato quota 25 x quota 96.
    Grazie per tutto.
    carmen

  619. dolores attenzione:

    @ a chi vuol proporre una storia delle pensioni.
    @ alla pazienza dell’on. Ghizzoni
    Non sono d’accordo con gli attacchi personali all’on. Ghizzoni e alla sen. Bastico , al loro operato e a quello del Pd. Ma soprattutto non sono d’accordo con argomentazioni che si basano su ricostruzioni del problema pensioni fatte sommariamente. Non si può far la storia solo con gli slogan del’ideologia. Se vogliamo ricostruire seriamente una storia della previdenza in Italia non si può certo partire dal 1992 , parlando di non meglio identificati ” diritti dei lavoratori” che le riforme strutturali avrebbero calpestato. Ci siamo dimenticati da dove veniamo?
    “In Italia ci fu un tempo, nemmeno tanto lontano, in cui si regalavano le pensioni. Era prima della grande crisi petrolifera. Erano gli anni del centrosinistra, quando ancora ci si cullava nell’ illusione di una crescita senza fine e una classe politica miope arrivò al punto, nel 1973 (governo Rumor, con Dc, Psi, Psdi e Pri), di concedere alle impiegate pubbliche con figli di andare in pensione dopo 14 anni, sei mesi e un giorno, mentre era già possibile per gli statali lasciare il servizio dopo 19 anni e mezzo e per i lavoratori degli enti locali dopo 25 anni.” Da Enrico Marro , “Quei 500.000 Baby pensionati “ in
    http://archiviostorico.corriere.it/2011/agosto/21
    E che ne è dei baby pensionati ?
    “Ancora oggi l’ Inpdap, l’ ente di previdenza del pubblico impiego, paga 428.802 pensioni concesse sotto i 50 anni: di queste più di 239 mila vanno a donne e quasi 185 mila a uomini, per una spesa nel 2010 di 7,4 miliardi. A queste pensioni si sommano 106.905 pensioni liquidate a persone con meno di 50 anni nel sistema Inps (regimi speciali e prepensionamenti) per un costo di altri 2 miliardi “ (ibidem) .
    Ogni anno dunque ben 9,5 miliardi nel bilancio dello Stato va per le baby pensioni : lo ripeteva ancora Cazzola intervenendo qualche giorno fa a Brontolo (conduttore O. Beha su rai 3 : andatevela a rivedere, 12.03.2012) . E teniamo presente che molti di quei baby pensionati si sono ritrovati poi altre più convenienti occupazioni integrative. E tuttora lavorano.
    Chiaramente noi paghiamo da un po’ le spese di tale im-previdenza . Noi non siamo certo baby pensionati, né stiamo lottando per ritornare a privilegi (altro che diritti!) di quel tipo. Se abbiamo dei figli ci preoccupiamo soprattutto del loro futuro. Il grave errore della riforma Fornero sta a mio avviso nell’innalzamento improvviso di un rigido “scalone” da noi giustamente considerato iniquo ma soprattutto nell’aver usato una Riforma delle pensioni stesa così frettolosamente soprattutto per …. dare un segnale ai Mercati ! Una gradualità nell’introduzione dell’innalzamento dei requisiti d’età sarebbe stata meglio accettata da tutti i futuri pensionandi. Come pure una seria informazione sulla evidente necessità di cautelarsi ormai con forme di pensione integrative. Ma a noi del ’52 avevano molto tempo fa spiegato che la pensione integrativa non ci era necessaria. Avevamo poi iniziato quest’anno scolastico rassegnati ad aspettare ancora un anno prima di andare in pensione : un ulteriore sacrificio per il risanamento delle finanze dello Stato. Dopo pochi mesi contro-ordine : altri 5 o 6 anni ! Ci siamo così trovati per primi a fare duramente i conti con la iniqua riforma Fornero : e siamo circa 3 o 4000 al massimo contro l’esercito dei 428.802 baby pensionati!

  620. Maurizio Giovannetti attenzione:

    @ Luigi Deiana

    I ns. commenti, prima di essere messi online, vengono letti/controllati e poi ne viene autorizzata la pubblicazione. Vedrai che tra poco scomparirà “..il tuo commento dovrà essere moderato”.
    Ti do riscontro della quota versata.

    Ciao

  621. Antonio Busato Padova attenzione:

    @TUTTI
    INVITO CALDAMENTE CHI HA A CUORE IL BUON ESITO DEL LAVORO DI TANTE PERSONE, IN PRIMIS L’ON. GHIZZONI A
    SPOSTARE I PROPRI INTERVENTI DALLO…….SCRITTO ALLA ……LETTURA DEGLI INTERVENTI PRECEDENTI.
    IN ESSI CI SONO TUTTE LE RISPOSTE CHE AL MOMENTO POSSONO ESSERE DATE!!! RINVIATE DI UN PAIO DI GIORNI GLI INTERVENTI
    PER FAVORE NON C’E’ NESSUN TRENO CHE SI RISCHIA DI PERDERE GUARDATE CHE, IO PER PRIMO, STIAMO FONDENDO DALLA PRESSIONE. ALLORA SALTA TUTTO. CHI NON VUOLE QUESTO ASCOLTI E SI FERMI UN ATTIMO CHI LO SPERA…CONTINUI PURE!!!

  622. Maria Nanu attenzione:

    Grazie Antonio! Maria

  623. Nino attenzione:

    xTutti . Apprendo ora che nella puntata di PORTA A PORTA di questa sera 19/03/2012 saranno ospiti l’onor. Cesare Damiano e l’ onor. Masssimo Donadi. Quale miglior occasione per rendere visibilita’ alla causa” QUOTA 96!”

  624. Paola52 attenzione:

    @Filomena @ tutti
    marzo 19th, 2012 at 4:37 pm
    a chi ha, come pure me ,prodotto domanda cartacea per la cessazione all’amministrazione a sett/ott: bisogna avere la pazienza di aspettare le comunicazioni dell’avvocato che Giuseppe Grasso ci trasmetterà anche in relazione a questa casistica.

  625. anna52 attenzione:

    @tutti
    prima di tutto voglio esprimere tutta la mia sincera riconoscenza per il lavoro svolto dalle nostre Onorevoli , !! grazie!!!
    In merito al ricorso al TAR avrei necessità di chiarirmi alcuni dubbi in quanto , secondo me , esiste un altro aspetto di incostituzionalità che andrebbe valutato , perché esso discrimina , non solo la classe ‘52 , ma tutto il comparto scuola :
    l’art. 24 ha uniformato al 31 /12 tutte le finestre di uscita ,quindi il personale scolastico risulta essere penalizzato rispetto agli altri lavoratori del pubblico impiego:
    in virtù di questo, il legislatore ,da una parte nega la distinzione tra anno solare e anno scolastico considerando valido solo l’anno solare, ma si riappropria subito, in modo contradittorio della sua esistenza (anno scolastico ) e del suo valore legale al momento del raggiungimento del diritto alla pensione .
    Faccio un esempio , proprio in virtù di questa anomalia :
    se io maturo il diritto alla pensione il 23 gennaio 2013 ,dovrò necessariamente aspettare il termine dell’anno scolastico e andare in pensione a settembre 2013 e non il mese successivo ( secondo l’anno solare ) come gli altri lavoratori !!(perché devo lavorare 7 mesi di più ? )
    il fatto che io debba necessariamente e obbligatoriamente attendere la conclusione dell’anno scolastico legittima , di fatto, la contradizione intrinseca nell’art.24e giustifica la necessità di una normativa specifica per il comparto scuola al fine di evitare evidenti discriminazioni ed elementi di incostituzionalità.

  626. Maria Vilman Lioce attenzione:

    Ho fatto bonifico-tesoriere-comitato stamattina. Porgo infiniti Auguri a Giuseppe Grasso. Maria Vilman da Foggia.

  627. Giorgio L attenzione:

    @on.Ghizzoni,
    mi scusi se le faccio perdere ancora un po’ di tempo, ma vorrei precisare alcune cose in ordine al concetto di progressività dell’IMU. Quando lei dice che la nuova imposta non è legata al reddito (e quindi di per sè è una patrimoniale), ma al numero dgli immobili, dimentica però di precisare che essa colpisce anche tutte le seconde, terze, quarte case con un’aliquota identica, che può arrivare al 10,6 per mille (a seconda del Comune). Un’imposta che avesse dovuto colpire maggiormente le classi benestanti (ovvero i proprietari di più immobili) avrebbe dovuto prevedere aliquote differenziate, in aumento, legate al numero di immobili posseduti. Così succede che chi ha eredtato una casa, dove non ha la residenza, si trova a dover pagare la stessa aliquota di chi possiede 10, 20, 30 immobili, senza oltretutto tenere conto del reddito del titolare. Non mi sembra equo. E che dire dell’IVA al 21 e, da ottobre prossimo, al 23%? Anche questa imposta (indiretta) non è legata al reddito. Secondo lei colpirà in maniera uguale le classi popolari e quelle abbienti oppure (ecco che torna in ballo il concetto di relativo) colpirà in proporzione molto di più le prime?.
    E ancora la concessione della perequazione integrale alle pensioni medio-basse (fino a 3 volte il minimo), senza tenere conto del reddito personale (secondi lavori ) o famigliare (doppia pensione dei coniugi di 1400 l’una entrambe rivalutate, unica pensione del marito con coniuge a carico di 1450 non rivalutata) né del fatto che così si sono premiate quasi tutte le baby pensioni (di chi ha lavorato effettivamente magari 10 o 15 anni), è stata un’operazione equa? In definitiva, sarà stata la fretta, ma un sacco di ingiustizie e di azioni inique sono state commesse con la scusa della crisi finanziaria (sic!), a cominciare dall’immondo massacro delle pensioni, soprattutto per certe categorie e fasce di lavoratori.
    Non sono certo così cieco da confondere il PD con la masnada degli altri partiti che appoggiano Monti e dei quali conosciamo l’opportunismo, gli interessi e i referenti. Appunto per questo sarebbe stato (e sarà opportuno) puntare di più i piedi. Lo dica a Bersani, se vuole riconquistare una fiducia incrinata. Incominciando anche con una proposta CONCRETA di maggiore gradualità nella riforma delle pensioni (ad esempio fissando a 3 anni il limite massimo di spostamento della data di pensionamento tra nuova e vecchia normativa), almeno per chi si trovava già, nel 2011, con un’età di 58-60 anni, cioè vicino all’uscita.
    Mi scuso per la lunghezza (inutile esprimerle ancora la stima profonda nei suoi confronti per l’impegno ammirevole e la fatica di seguirci). Grazie

  628. Maria grazia padova attenzione:

    @ Dolores
    Perfetto
    @On.Ghizzoni
    Ha ragione, non ha parlato di “equità”.

  629. Antonino52 attenzione:

    Effettuato il bonifico di 25 euro al tesoriere del Comitato.

    Dopo una vita di lavoro trascorsa nella moderazione salariale , nel mancato riconoscimento sociale della nostra funzione, e dopo aver offerto tutte le nostre virtù umane e civili ad una nazione dilapidata dall’egoismo e dal malaffare, ci tocca soffrire, pagare e sopportare umiliazioni.
    E va bene cosi, purchè esistiamo, resistiamo e combattiamo. I nostri figli ci guardano, non solo la nosta dignità. FORZA QUOTA 96!
    Auguri a tutti i Giuseppe.

  630. Anna attenzione:

    ho fatto bonifico tesoriere oggi pomeriggio, ancora grazie a tutti quelli che si adoperano in questa lotta

  631. Rossana Lancella attenzione:

    Effettuato bonifico iscrizione comitato quota 96

  632. rossella caregnato attenzione:

    Effettuato bonifico iscrizione comitato quota 96
    Buon lavoro

  633. Eliana attenzione:

    Per Maurizio Giovennetti
    Ho fatto il bonifico di 25 euro ,ma essendo piuttosto “stordita” ti ho indicato come Giovannelli, puoi dirmi se è comunque arrivato?
    Eliana Massone
    residenza Finale Ligure
    Grazie

  634. eliana52 attenzione:

    per M. Giovennetti
    Io invece non ho indicato il tuo nome che non ricordavo ma ho messo Iban e causale. Spero che il bonifico sia arrivato lo stesso

  635. Maria Nanu attenzione:

    Effettuato bonifico adesione a comitato “quota 96″.

  636. Rama52 attenzione:

    Effettuato bonifico per quota socio comitato. Ringrazio davvero tanto tutti quelli che si stanno impegnando.

  637. Tatjana52 attenzione:

    Effettuato bonifico adesione a comitato 96.
    Grazie a tutti voi del direttivo ed un grazie particolare alle nostre onorevoli.

  638. Manuela Ghizzoni attenzione:

    Nonostante la febbre, devo uscire per partecipare ad un dibattito. Potrò autorizzare i vostri commenti dal palmare: operazione non facile mentre si è in pubblico. pertanto vi chiedo pazienza e collaborazione, se non vedrete in tempo rale on line le vostre parole. Buona serata

  639. nunzio attenzione:

    EFFETTUATO BONIFICO ADESIONE A COMITATO QUOTA 96.

  640. Antonio Busato Padova attenzione:

    @TUTTI
    Credo che possiamo aspettare anche fino a domani per comunicare che è stata inviata la quota di adesione al comitato. Cosa dite? Così lasciamo un po’ tranquilla l’on. Ghizzoni!
    @Maria grazia padova attenzione:
    marzo 19th, 2012 at 6:07 pm
    Sei una persona intellettivamente (ed ovviamente anche sul resto) ONESTA.

  641. daniela52/2 attenzione:

    @ giuseppe Grasso
    @ tutti

    Oggi ho portato le modalità del ricorso come prospettato dall’avv. Naso al legale della CGIL della mia provincia, e questi mi ha detto che è una strada percorribile, ma pericolosa, in quanto il ricorso al tar si potrebbe anche vincere, e quindi si andrebbe in pensione, ma sicuramente la controparte farà ricorso al Consiglio di Stato, e se si perdesse, il costo sarebbe molto oneroso, e in più, a persone oramai in pensione mettiamo da più di un anno, potrebbe essere richiesto di tornare in servizio e restituire ciò che ha ricevuto.
    Mi ha ricordato poi che ci sono precedenti di ricorsi vinti su tutto il territorio dal personale ATA e i cui benefici sono stati poi bloccati da una legge ad hoc del governo.
    Scusate, ma visto che quest’anno maturo i 40 anni di contributi, se fossi a quota 96 forse rischierei, ma così non mi sento di aderire al ricorso.
    Non so se tutto questo sia stato prospettato dall’avv. Naso.

  642. cosetta52 attenzione:

    D’accordo con Giorgio L . 5.57 pm di oggi
    Tutto da rifare

  643. Marco Montanari attenzione:

    Effettuato bonifico per quota socio comitato ed inviato documenti ad Avv. Naso.
    Un grazie all’onorevole Ghizzoni, alla senatrice Bastico ed a Giuseppe Grasso.

  644. giovanni mollo attenzione:

    effettuato bonifico per comitato quota 96 oggi pomeriggio, ancora grazie a tutti quelli che si adoperano in questa lotta per la “vittoria finale”.

  645. marilena53 attenzione:

    anna52 ha CENTRATO IL PROBLEMA e questo dovrebbe spingere ad una class action per eliminare la sperequazione palese tra il lavoratore della scuola ed una qualsiasi altra classe di lavoratori!!!

  646. Roberto Moranduzzo attenzione:

    Fatto bonifico 25 euro per comitato. Grazie

  647. fiorella attenzione:

    chiediamo le dimissioni della fornero

  648. Maria Gabriela attenzione:

    effettuato bonifico 25 euro tesoriere Comitato “Quota 96″ –

    ancora TANTI RINGRAZIAMENTI alla nostra ospite ed ai colleghi del direttivo

  649. Luigi Deiana attenzione:

    A Maurizio Giovanetti: Grazie per la puntuale spiegazione. Oggi ho mandato la documentazione all’Avv. Se posso esprimere il mio pensiero, devo dirti che sono fiero di voi tutti del comitato e ho piena fiducia nella battaglia che avete intrapeso anche a favore di tanti altri dipendenti della scuola. Finalmente un gruppo di Proff.che sappiano fare i Proff. Ciao

  650. nico attenzione:

    @ daniela52_2
    l’avvocato della CGIL si preoccupa molto dell’arrivo (il cui iter puo’ essere gestito in modo da non subire ulteriori danni), ma ma non si occupa del baratro (6-7 anni) della partenza.
    Per quanto riguarda poi,l’ipotesi di un intervento ad hoc del governo ,in corso d’opera, è necessario che Marte ,Urano e Nettuno entrino in trigono e soverchino gli effetti nefasti prodotti da Fornero (la probabilita’ è minima).

  651. Alessandro Chergia attenzione:

    Alessandro 52
    io sarei pronto a spedire la documentazione del ricorso all’avvocato Naso, ma non sono sicuro se ho i requisiti. Qualcuno mi può dare una risposta precisa?

    Sono nato l’8 aprile 1952, per cui rientro nei requisiti dell’età;

    il 31/08/2012 avrò maturato 34 anni, 11 mesi, 11 giorni per cui a questa data non avrò ancora maturato i contributi per formare quota 96;

    quota 96 la raggiungerò il 31/12/2012 con la somma dei mesi, settimane e giorni sia dell’età che dei contributi. (prima della riforma fornero potevo accedere alla pensione dal 01/09/2012 in virtù del compimento di quota 96 entro il 31 dicembre dell’anno).

    Grazie, spero di ricevere una risposta chiara al più presto.

  652. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ daniela52/2: il ricorso è un’arma, non la sola, che può renderci giustizia…

    1. Scusami se le mie parole saranno aspre e schiette. Ma la questione che hai posto ha una valenza non indifferente. La lotta è stata intrapresa, ovviamente, nella speranza di vincere il ricorso. E’ stata perpetrata una profonda ingiustizia contro di noi, senza pari nella storia della nostra Repubblica. L’avv. Naso ci ha ovviamente prospettato una simile eventualità. Tuttavia questa cosa non ci ha fatto arretrare di un solo passo. Non ci ha scalfito più di tanto. Parlo di tutti il Direttivo riunito a Roma. Anzi, ci ha infuso maggior energia. Intanto vinciamo il ricorso. Poi si vedrà. Ma per vincerlo bisogna partecipare. E non importa se la strada “percorribile” sarà “pericolosa”. Contano invece le nostre ragioni, le nostre rivendicazioni, le nostre progettualità di vita mortificate con un brutto colpo di spugna.

    2. Pensavo che la CGIL avesse messo a disposizione i propri avvocati sul territorio nazionale per una causa in cui credeva. Almeno a vedere i loro proclami in favore dei ricorrenti sul sito ufficiale della FLC. Non sapevo che volesse far ricredere i suoi stessi iscritti o comunque chi si rivolgerà a loro. Ma come, va sbandierando che sono state impugnate le circolari e poi mette in guardia sui possibili esiti? Che strano modo di procedere. Non trovi?

    3. La CGIL sta dalla parte della Fornero o di chi ha subito una lesione dei propri diritti? Vuole mettere in guardia dai soprusi o invece far rimeditare le scelte di chie crede nei tempi della giustizia? Questo dilemma non ha alcun fondamento sociale né alcuna ricaduta politica. Da quando in qua i diritti calpestati vengono prevenuti da un moralistico predicozzo sugli esiti a venire? Io penso che in fondo la CGIL non crede davvero alla fondatezza di questo ricorso. Del resto, non ne ha fatto mai segreto. E se ora ha scritto sul sito di impugnare la circolare è solo perché ha visto che noi non ci siamo arresi. E questa cosa nessuno l’aveva prevista. Dice inoltre il vecchio adagio che chi non risica… Può bastare a giustificare un ricorso? Direi proprio di sì.

    4. Nessuno ti constringe ad aderire al ricorso. Ci mancherebbe. Ma nessuno ha chiesto un parere gratuito dal tuo punto di vista privilegiato. Lascia allora che noi combattiamo la nostra lotta in nome dell’equità. Tu va pure per la tua strada. Ci sono tanti cammini nella gran selva della vita.

    5. L’idea di vincere il ricorso è molto più forte di quella di pensare di dover restituire quello che potrebbero darci. Trovo davvero strano che la CGIL, invece di preoccuparsi dei diritti del popolo di quota 96, vada cercando di farlo ricredere gettandolo nella confusione più rinunciataria e nel passatismo più becero. Mi rendo conto sempre di più, sulla base delle tue candide considerazioni, di essere ancor più felice che abbiamo agito per conto nostro. La nostra grande dignità deriva proprio dall’essere stati incompresi o, meglio, dall’essere stati ignorati, trattati come merce di scambio politico e sacrificati sull’altare di un’aridità di cuore di cui la ministra Fornero ha dato un esempio incredibilmente non edificante e di cui dovrà rispondere davanti ai tribunali, certo, ma soprattutto davanti alla propria coscienza.

    6. Le mie parole sono forse un po’ dure, certo, ma devo dirti una cosa che mi mulina nella mente da tanto tempo e su cui dovrei scrivere un pezzo: noi abbiamo messo 37, 38 o 39 anni ad arrivare a questo traguardo; la Fornero e il suo staff, senza alcuna pietà, ha impiegato meno di 15 giorni.
    Fai tu la proporzione. Poi, magari, rispondimi, se avrai voglia. Io non ci nascondo mai al confronto.

    7. In bocca al lupo! E in bocca al lupo, a maggior ragione, al popolo di Quota 96!

  653. umberto attenzione:

    Fintanto che ci avvitiamo su una sterile, quanto inutile discussione, sulla differenza tra anno solare ed anno scolastico, non ne caviamo un ragno dal buco. Questa distinzione nel mondo della scuola non è mai esistita. Il riferimento all’anno solare ha svantaggiato molti ed ha avvantaggiato alcuni e nessuno se ne è mai lamentato; continuare a riproporla come fondante della nostra rivendicazione non porta a nulla.
    Molti sono sorpresi perchè gli “ancormen” di turno, Fazio, Telese ecc. non ci si “filano”!!!
    Sveglia!
    Per coloro che non fanno parte di ” quota 96 ” (mariti, mogli e parenti a parte), la nostra è una rivendicazione di tipo corporativo, degna del peggio della politica.
    Vallo a spiegare a chi non fa parte della nostra “parrocchia” quanto sia stato ingiusto cambiare le carte in tavola ad anno scolastico iniziato. Provate a far capire ad un collega che andrà in pensione con un’anzianità retibutiva maggiore della tua e con una pensione inferiore, quanto sia stata ingiusta la Fornero con te!
    In Parlamento non ci sono riuscite nè la Ghizzoni nè la Bastico nè Mercatallli nè… ma veramente qualcuno pensa che la colpa sia della senatrice Incostante se i nostri emendamenti non sono passati?
    I rapporti politici sono tali e la crisi è di tale portata che nessun leader politico di rilievo è disposto, difronte ad una Fornero inamovibile, a fare le barricate per dei lavoratori che, alla fine, lo stipendio ce l’hanno.
    Tutto ciò, da un punto di vista morale è profondamente ingiusto: quando la politica non è più in grado di farsi carico della condizione di un cittadino che ha svolto un lavoro “delicato” per un numero “ragionevole” di anni e che vede letteralmente “cambiarsi la vita”, ebbene in questo caso la politica nega se stessa.
    Ciò nonostante sono convinto che quanto appena detto appartenga alla categoria dell’INUTILE PIAGNISTEO, sicuramente legittimo, ma che ci porterà inevitabilmente TUTTI, ad andare in pensione tra diversi anni.
    L’unica strada praticabile è quella giuridica.
    L’ho già detto in una precedente mail e lo ripeto.
    Vorrei sapere dall’avvocato Naso se il nostro caso, assimilabile a quello di qualsiasi altro cittadino della nostra Repubblica, configura una evidente lesione di un “diritto acquisito”, come diverse sentenze della Corte Costituzionale, riportate nel nostro forum sembrano avvalorare;oppure, se così non fosse, vuol dire che stiamo lottando per una causa che, per quanto giusta, verrà sempre letta come corporativa?

  654. Raoul52 attenzione:

    @Tutti

    Fornero a Tuttopensioni: entro il 30 giugno soluzione per gli esodati. Martedì sul Sole speciale di 20 pagine

    “http://www.ilsole24ore.com/art/norme-e-tributi/2012-03-19/tuttopensioni-diretta-093342.shtml?uuid=AbsxqVAF

    …riporto questo commento

    “”Ma è prevista una risposta al caso di chi, a un mese dalla maturazione dei requisiti previsti dalla precedente normativa, si trova a dover rimanere in servizio altri 7 anni, ad esempio nella scuola per i docenti uomini della classe 1952? E che dire del mancato percepimento per altrettanti anni della buonuscita e i relativi interessi per altrettanti anni? Riforma equa, vero, che distribuisce in maniera ugualitaria i sacrifici? Fornero, di quanti fazzoletti hai bisogno?””

  655. Vincenzo52 attenzione:

    @ Grasso
    @ Busato
    @ Ghizzoni
    @ Comitato
    @ Tutti

    Chiedo chiarimenti !
    Parlando con alcuni/e colleghi/e, mi sono reso conto che ci sono pareri contrastanti per quanto riguarda la “FINESTRA MOBILE”.
    Anche tra i sindacati c’è chi sostiene che Riforma Fornero le abbia abolite !
    (come del resto si evince dall’art. 14 comma 5)
    Secondo l’Avv. Naso non dobbiamo fare la domanda di pensionamento perchè sostiene che ci sia la finestra mobile ed in virtù di ciò, anche in caso di esito positivo del ricorso, si andrebbe in pensione dal 1/9/2013 (secondo la normativa precedente di Berlusconi).
    A questo punto siamo sicuri ?
    Ma se non si presenta la domanda di pensionamento ed il ricorso viene accettato, come si fa ad andare in pensione dal 1/9/ 2012 ?

    Grazie.

  656. fernando attenzione:

    @ on. Ghizzoni, buona serata anche a Lei, credo di interpretare il pensiero di tutti augurandole una rapida e completa guarigione

  657. anna maria attenzione:

    effettuato bonifico adesione a comitato QUOTA 96

  658. Maria attenzione:

    @on. Ghizzoni
    Auguri per la sua salute e non si preoccupi aspetteremo. Augurandole di rimettersi presto in forma,buona serata Maria

  659. rossoenero attenzione:

    @ nico raffinata esplicazione astrologica… i trigoni sono non troppo frequenti, è vero!

  660. Ivana52 attenzione:

    @ On. Ghizzoni
    a rischio di ripetere quanto scritto da altri la prego di tener conto deel gran numero degli interventi che esprimono ampio apprezzamento per il suo lavoro e quello di altri esponenti PD (non tutti ovviamente).
    Grazie ancora per l’ospitalità e la sua disponibilità.

    @ tutti
    Speriamo tutti che questa vicenda abbia una conclusione positiva, anche se, chiusa la battaglia del 1952, certamente sarebbe opportuno aprirne un’altra per il ’53, ’54 e così via. E’ il principio del mantenimento in servizio di docenti oltre un limite ragionevole d’età che non funziona.

    Qualche settimana fa Profumo parlava della necessità dell’introduzione di una differenziazione delle attività lavorative per il personale della scuola che ha raggiunto una data età anagrafica o una data anzianità di servizio.
    Credo che in nessun paese europeo i docenti rimangano ad insegnare le 18 ore frontali superati i 50 o 55 anni, ma è evidente che per progettare ciò è necessario molto tempo, ed intanto gli studenti italiani si troveranno con un corpo docente (mantenuto in servizio a forza) sfinito ed inadeguato a cogliere le loro “richieste formative”.

    In sostanza tutti noi ci auguriamo che Profumo, mentre comincia a pensare ad una nuova organizzazione del lavoro dei docenti, ci mandi rapidamente in pensione, creando posti per i precari (che stanno vincendo ricorsi su ricorsi contro il MIUR! Cfr. siti Anief o orizzontescuola).

  661. Bottaro Loretta attenzione:

    Sabato 17/03 effettuato bonifico on-line adesione comitato Quota 96: ordinante Casu Antonio per conto di Bottaro Loretta. Attendo riscontro. Mi sto attivando per il ricorso.

  662. rossella incagnone attenzione:

    @ tutti

    ringrazio Bianca ed Annunziata per la solidarietà e per aver compreso pienamente lo spirito del mio intervento.Forse,e lo dico con schiettezza,uno dei miei limiti è quello di non muovermi nelle logiche di partito,di qualunque partito,e di non saperle comprendere.Se il Vademecum pubblicato avesse informato che un intervento richiesto per tutti era stato dal governo accolto solo per una parte, si sarebbe potuto evitare questo contraddittorio.Come ho avuto modo di dire altre volte,una delle cose più belle è l’esserci trovati in questo blog che non frequento da poco,ma dall’inizio,come testimoniano i miei primissimi interventi.L’aver dato voce ad un “gruppo” di persone che parlano la stessa “lingua” ritengo che sia uno dei meriti maggiori di Manuela Ghizzoni,probabilmente una dei pochi parlamentari che svolgono il proprio lavoro secondo una deontologia professionale. Nell’ottica di quanto ho precisato successivamente,ccredo sia chiaro il senso del mio ritenere “impossibile”(nell’accezione principe del termine di “non avere alcuna possibilità ) la modifica di una situazione causata dalle stesse forze che Vincenzo chiedeva si attivassero per sanarla.Ho detto “forze”,non persone.Tutto ciò,ribadisco ,a costo di essere noiosa,sulla base di un documento,il vademecum,nel quale non erano contenute le precisazioni successivamente esplicitate.
    Detto questo,andiamo avanti.E magari pensiamo a come essere più visibili senza l’aiuto di conduttori televisivi,di sindacati che ci contattano solo in occasione di elezioni,di giornali che non danno spazio alla nostra voce,ma che sarebbero costretti a parlare di noi se ci rendessimo visibili con azioni esemplari ed autorevoli.Facciamoci venire delle idee.
    Ieri sera,dopo la trasmissione di Fazio,il suo baciamano in entrata ed uscita alla ministra,il suo evitare ogni forma di dissenso,il suo mancato accenno a situazioni oggettivamente disinique come la nostra(lo avevamo o no sommerso di lettere?) ho provato,netta,la sensazione che il nostro è ormai un problema di nicchia.Mi piace poterlo dire ,come mi piace,se è il caso ,poter dissentire ,perchè così mi sembra che quella democrazia di cui parlo ai miei ragazzi in classe, non è ancora del tutto morta nel Paese in cui vivo.

  663. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Umberto

    Se usi il termine “corporativo” in un’accezione dispregiativa, riferito, cioè, ad atteggiamenti e a comportamenti di gruppetti chiusi a tutela dei propri interessi e dei privilegi di categoria, forse l’aggettivo può calzare anche se credo che sarebbe meglio parlare, piuttosto, di spirito di nicchia. Ma, come ho avuto modo di dire in altro post, bisognerebbe fare un «ragionamento» democratico sulcosiddetto spirito di nicchia… Al contrario di quel che comunemente si crede, non è detto che sia un male «coltivare il proprio giardino», come diceva Voltaire in «Candide». Anzi, se ognuno lo facesse per bene, il mondo intero sarebbe un gran bel giardino. Non c’è spirito particolaristico, a mio parere, né bieco interesse di contrada nel portare avanti i propri interessi. Se – e solo se – i propri interessi corrispondono a principi di giustizia e di equità, il promuovere la loro realizzazione è nell’interesse di tutti, anche se, nella fattispecie, ciò può non essere immediatamente evidente e apparire come l’interesse di una nicchia o di un gruppo ristretto. Ieri abbiamo lottato per la TAV, oggi per il comitato Quota 96 (direi senza virgolette), domani per chissà quali altri problemi. Cos’altro è, allora, la «volontà generale» o la «res publica», se non l’interesse di tutti composto da quello di ognuno? … Che ne dici?

  664. paola rizzo attenzione:

    ok adesso la parte giuridica è fatta:giorni fa mi è piaciuta la proposta di bloccare le adozioni dei libri di testo.Che ne dite se iniziamo altri tipi di battaglia?

  665. antonio attenzione:

    Grande On.le Damiano
    finalmente a “porta a porta”, ha parlato del personale della scuola della relativa finestra, nonchè della gradualità in uscita.

    Buona notte
    Antonio Piras

  666. Raoul52 attenzione:

    @Tutti
    Sul sito in “Elenco Adesioni”, trovate la lista di chi ha versato la quota di 25 Euro Pro-Comitato Civico. Il tesoriere Maurizio Giovannetti, riferisce che i dati arrivano con estrema lentezza (per es: io ho fatto il bonifico stamattina ma non sono nell’elenco), quindi…pazientate se non vedete i vs. nominativi.

    http://requisitiscuola2012.wordpress.com/elenco-adesioni/

    ps. inserisco nuovamente il link al “sole24ore”, ho visto che nel post precedente il collegamento non è attivo.

    http://www.ilsole24ore.com/art/norme-e-tributi/2012-03-19/tuttopensioni-diretta-093342.shtml?uuid=AbsxqVAF

    B. Notte

  667. Tindaro attenzione:

    Alla cortese attenzione di G. Grasso e di tutti i colleghi

    Dopo aver scritto alcune lettere al quotidiano Leggo.it relative, anche, alla brutale manovra previdenziale che ci ha penalizzati, ho ricevuto un messaggio da parte di una responsabile della redazione del programma L’arena condotto da M. Giletti su Rai Uno. La signora mi invitava alla trasmissione televisiva di domenica 11 dicembre 2011, perché interessata alla mia testimonianza sul posticipo della pensione dei nati del ’52, sul blocco degli scatti di anzianità e, soprattutto, sul famoso tesoretto che Camera e Senato non vogliono toccare ( c’è un mio appunto spedito in questo sito il 17 marzo ). L’invito mi è stato inviato l’8-12-2011 ma io ho letto il messaggio la sera prima della trasmissione. Pertanto, non mi è stato possibile organizzarmi. In ogni caso, la responsabile della redazione l’ho contattata telefonicamente e mi ha annunciato queste testuali parole: abbiamo in programma una replica sulle pensioni per i primi mesi del nuovo anno, la inviterò ancora, con l’aria che tira, chissà che scioperi e manifestazioni organizzerete! Fino ad oggi la replica non è stata annunciata.
    Se ne sono accorti anche loro della redazione che non c’è un filo di protesta diffuso e di ampia risonanza, un concreto appoggio sindacale che possa suscitare l’interesse per un alto indice di ascolto delle loro trasmissioni televisive. In fondo, a loro, interessa questo. Fra qualche anno diversi colleghi si renderanno conto che, oltre la via legale, le strade della protesta sono infinite. Quelle strade che noi, oggi, sottovalutiamo.
    Per leggere gli articoli su Leggo.it, bisogna digitare “Rischio tensioni sociali”
    e ” Scuola e scatti di anzianità”. Se dovessi ricevere un nuovo invito per L’Arena di Giletti, vi terrò al corrente. Condivido la lettera di GiorgioL –
    Auguro alla senatrice Manuela una immediata guarigione dalla febbre.
    Vado a preparare una verifica per domani. Saluti a tutti Tindaro

  668. daniela52/2 attenzione:

    @giuseppe grasso
    E’ vero, “nessuno mi ha chiesto un parere gratuito dal mio punto di vista privilegiato”. Ben mi sta questa risposta, mi verrebbee da dire, se con tutta onestà e con tutta la stima e l’empatia che provo per tutti voi e per Emanuela che ci ospita, sentivo il dovere di comunicarvi quello che ho sentito.
    A me hanno detto che la CGIl farà un ricorso solo sul fatto che sia anticostituzionale che i dipendenti pubblici del ’52 debbano avere un trattamento diverso da quelli autonomi e privati.
    Ma non sono qui per difendere la CGIL, volevo solo darvi questa informazione, è con molta amarezza che ho letto la tua risposta, Giuseppe Grasso.

  669. Anselmo 49 attenzione:

    I sindacati, nel corso degli ultimi decenni ci hanno divisi ma anche noi docenti li abbiamo un po’ lasciati stare , considerandoli inadeguati a rappresentare le esigenze del nostro mondo. Ci fu un momento di ribellione con i Cobas e la Gilda degli insegnanti, ma anche loro a poco a poco si sono spenti e non hanno saputo coagulare consensi e costruire un’identità della categoria.
    La scuola Statale, nonostante tutto ha continuato, a produrre e a costruire competenze e formazione di livello sicuramente apprezzabile.
    Se oggi lo Stato non può accollarsi un onere così grande,si può cambiare incrementando le tasse sulla frequenza scolastica dai 14 anni in su per pagare decentemente gli insegnanti. I servizi finanziati dalla fiscalità generale non vengono tenuti nella giusta considerazione, sembrano scontati e banali.
    Queste riforme sono pasticciate e prepotenti, imposte solo per conservare i privilegi degli strati sociali più ricchi e protetti dai partiti e dalle lobby.
    Quanti danni hanno fatto politici e uomini di Stato che ci hanno portato con la loro incapacità alla situazione di crisi in cui versiamo.
    Dal blog ho saputo che il PD ha proposto la gradualità della riforma pensionistica per i dipendenti di aziende private, secondo la quale le lavoratrici che al 31 dicembre 2012 hanno maturato 20 anni di contributi possono andare in pensione al compimento dei 64 anni di età e così anche per gli uomini con 35 anni di contributi.Bersani nasconditi.
    Un capolavoro di ingiustizia e di incostituzionalità verso i lavoratori pubblici,che,visto che lavorano poco e hanno lo stipendio assicurato possono stare al lavoro fino a 67 anni e più.
    Ma il presidente Napolitano non è intervenuto?
    Povera Italia, finirò per abbandonare questo paese malato.

  670. Manuela Ghizzoni attenzione:

    @Anselmo49

    Non so se é un male italiano quello di scegliere i fatti che ci piacciono e cancellare gli altri per corroborare i nostri convincimenti, ammetto, tuttavia, che sono particolarmente colpita quando di questo atteggiamento si fa vessillifero un insegnante, cioè quella figura che – attraverso la trasmissione di saperi e la formazione di competenze – é (dovrebbe essere?) Anche promotore del senso critico nei nostri ragazzi. Una premessa necessaria per commentare l’invito a Bersani “a nascondersi” in virtù di presunte scelte del PD, discriminatorie dei lavoratori del pubblico impiego. Poco importa che ieri, su questo blog (la stessa fonte informativa di Anselmo, ma evidente le sue letture sono selettive, a prescindere) si sia chiarita la questione alla luce dei fatti: il PD ha proposto gradualità in uscita per tutti i lavoratori, Fornero ha accettato quella solo per il settore privato (non ripeto quanto scritto ieri). Chi insiste con una diversa versione dei fatti o è mosso da malafede o sta facendo propaganda: astenersi da entrambi sarebbe utile per la discussione in corso.
    Con Anselmo sono in disaccordo anche con la proposta di tassare gli studenti “dai 14 anni in su per pagare decentemente gli insegnanti. I servizi finanziati dalla fiscalità generale non vengono tenuti nella giusta considerazione, sembrano scontati e banali”. Che i nostri insegnanti siano i peggior retribuiti d’Europa é senza dubbio vero; aveva promesso di raddrizzare il torto la Gelmini, cancellando 87000 posti in organico e redistribuendo un terzo dei risparmi così ottenuti ai docenti in ruolo: i tagli ci sono stati, gli aumenti no e, cosa più grave, nessuno gliene chiede conto. Tuttavia, trovo discutibile che la soluzione ipotizzata sia gravare le famiglie di studenti, peraltro in parte ancora nella fascia dell’obbligo di istruzione: in altre parole, scuola per chi se la può permettere e chissenefrega della dispersione e dell’abbandono scolastico (altra piaga tutta italiana)! A mio sommesso parere, mi sa che a nascondersi non dovrebbe essere Bersani.

  671. Maria Cristina attenzione:

    Emesso bonifico adesione a comitato QUOTA 96. Documenti ad Avv. Naso già inviati il 24 Febbraio.
    Grazie ai coordinatori e auguri di pronta guarigione all’Onorevole Ghizzoni.

  672. Ermanno attenzione:

    Per la prima volta in televisione ho sentito parlare del nostro problema ieri sera l’on. Cesare Damiano a “PORTA A PORTA”, anche questa mattina il presidente INPS Mastrapasqua alla domanda del giornalista di “RAI UNO” su quelli del “52” a detto, il governo è intervenuto accorciando i tempi di pensionamento, però si è scordato di dire che tale intervento è solo per il privato. Insistiamo la vittoria è più vicina di quanto pensiamo. Ancora grazie a Manuela, Mariangela e al Comitato per quello che fanno.
    Ciao Ermanno

  673. IORI MARIATERESA attenzione:

    Sarei grata se qualche collega che ne sà più di me, volesse contattarmi per darmi delucidazioni in merito alla adesione al comitato e al ricorso, di seguito lascio i… contatti possibile. Grazie! Maria Tersa IORI 339 7210451
    mail: franco-dandrea@libero.it grazie!

  674. ANTONELLA attenzione:

    @ daniela52/2
    Capisco la tua amarezza, ma purtroppo lo stile è quello!
    Secondo me ha fatto benissimo la CGIL a metterti in guardia sui possibili esiti, poi è chiaro che sta al singolo decidere se affrontare i rischi o no.
    Penso anche che per te, che quest’anno maturi i 40 anni di contributi, non abbia senso partecipare al ricorso perchè comunque potrai andare in pensione il 1 settembre 2013 secondo la normativa Fornero. Stessa data in cui ci andresti se si dovesse vincere il ricorso, visto che su questo blog è stato ripetuto più volte che verrebbe applicata la finestra mobile.

  675. Maria Teresa 51 attenzione:

    Dal quotidiano La Repubblica 20marzo 2012 pag. 6
    ARRIVERA’ ENTRO IL30 GIUGNO IL DECRETO PER GLI “ESODATI”
    […..] Stimati al principio in 70mila in realta’potrbbero superare le 150mila unita’. […..] le risorse stanziate non sarebbero sufficienti per coprire tutti. Per questo ha detto la Fornero bisogna “lavorare a criteri finanziari di equita’per arrivare a una soluzione che non penalizzi i piu’deboli e chiedere un po’di pazienza a chi sta meglio”. Per quest’anno non non cambiera’ nulla rispetto alle novita’introdotte con la riforma.

  676. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Tindaro

    Puoi seguire tu L’Arena di Giletti? Più trasmissioni ci ascoltano e più visibilità avremo. Grazie per la segnalazione.

    @ daniela52/2

    Mi spiace per la tua “amarezza” ma il mio intervento era volto a salvaguardare la nostra azione da chi cerca di depistarci. Inoltre so bene, per averlo detto più volte qui anche contro chi difendeva la CGIL più di un mese fa, che il solo ricorso in cui crede il sindacato è quello contro l’art. 15 bis, che discrimina quelli del 1952 fra privati (che possono andare a 64 anni) e pubblici (che vanno invece a 66 anni). Noi abbiamo propugnato da sempre una battaglia diversa e più ampia.

  677. Maria1952 attenzione:

    @tutti
    Scasate se dico questo,vedo commenti di intere pagine,limitiamoci all’essenziale senza scrivere fiumi di parole.D’altronte in questo sito siamo ospiti della on.Ghizzoni che tanto stà facendo per noi e ogni volta si deve leggere intere pagine per dare l’autorizzazione a pubblicare,dedicando molto tempo prezioso che potrebbe impegnare per noi in altre cose.
    Scasate di nuovo ma era doveroso dire questo.

  678. Domenico Italo attenzione:

    Stamane, a UNO MATTINA, mia moglie ha sentito il presidente dell’INPS, interrogato specificatamente sulla sorte dei lavoratori del 52, dichiarare che ” ci saranno agevolazioni già previste dalla legge. Riflettendo bene su queste parole, l’unica legge che possa venire in mente è, per quanto ne sappia, la legge emanata da Berlusconi, nell’Agosto 2011, che differiva al 31 Agosto 2013 la collocazione a riposo di quanti avrebbero maturato il diritto nell’anno 2012.
    Qualcuno ha sentito ciò?
    Spero proprio di sì!

  679. Antonio Busato attenzione:

    @Daniela52/2 attenzione:
    marzo 19th, 2012 at 8:59 pm
    @Daniela52/2 attenzione:
    marzo 20th, 2012 at 1:26 am
    Daniela, per quello che può valere, mi sento in dovere di spendere qualche parola sullo scambio tra te e Giuseppe Grasso.
    Abbiamo capito lo spirito con cui sei intervenuta. Volevi solo contribuire a dare un’informazione di cui eri in possesso, in quanto pensavi che fosse di utilità generale. Io ho una collega a scuola che è nella tua situazione, ovviamente non farà ricorso come te (e perchè mai dovreste farlo?) e non le è mai passato per la testa di contribuire qui. E’ giusto rispettare la sua posizione, come anche la tua! Caso mai sarebbe da chiedersi se ci sia, non dico equità, ma almeno una parvenza di Stato di diritto (dura lex sed lex?) in una norma che permette a te di andare sicuramente in pensione tra un anno (credo che anche a noi tutti basterebbe) ed ad una tua collega che ha qualche mese di anzianità contributiva in meno di attendere un periodo eccessivamente più lungo (sempre se non erro, perché, come ribadito più volte, non mi intendo di previdenza!!!). Ma la mia divagazione non tocca il punto principale, che è questo:
    Purtroppo per te, hai involontariamente toccato un nervo scoperto. Tanto che di fatto la tua risposta non la devi ritenere che marginalmente indirizzata a te. In realtà il comportamento del sindacato (cui ho sottoposto precise richieste in merito sia a livello provinciale sia a livello nazionale e non ho ricevuto, a differenza del periodo pre RSU, alcuna risposta) è stato fonte di mal interpretate contese, di interventi tardivi, superficiali e spesso non corretti (tanto da suggerire “paradossalmente” ad alcuni colleghi, spinti a prendere iniziative avventate, a chieder loro di farsi rilasciare un atto firmato dal responsabile del “facile consiglio” di assumersi la responsabilità economica delle conseguenze. Ripeto era una forzatura, ma voglio vedere se avrebbero dispensato “consigli, come Gesù nel tempio, non potendo più dar cattivo esempio”.
    Certo che è incontestabile l’errata indicazione di produrre domanda: spieghino come! Infatti hanno cambiato rotta.
    Nemmeno l’incostituzionalità dell’art. 24 comma15bis (parità di trattamento sullo “sconto”) era stato inizialmente considerato. “Qualcuno” l’ha suggerito ed ha avuto risposta che il quesito sarebbe stato passato all’ufficio legale….guarda caso ora diventa il loro “cavallo di battaglia”.
    Tieni conto che chi si è maggiormente prodigato qui è ormai allo stremo delle forze.
    Forse abbiamo toccato i limiti oggettivi della comunicazione scritta. Se aveste potuto parlarvi l’equivoco non sarebbe nemmeno nato.
    Spero di esser compreso se ti dico che ho scritto questo lungo post anch’io per empatia: so quanto sia doloroso fare una cosa con buone intenzioni e ritrovarsi….ad esser ripresa.
    Spero ancora di aver contribuito a chiarire le fondamenta dell’equivoco.
    Stai serena!
    @TUTTI
    Spero di esser riconosciuto anche se ho tolto la città di riferimento (che ha portato a dei fraintendimenti, superati, con i colleghi della zona, infatti da oggi saremo qualcuno in più).
    L’unico scopo per cui ho scritto non è quello di esser “universalmente” riconosciuto, ma di esser individuabile per l’assunzione delle responsabilità su ciò che dico! (Come vedi cara Daniela, ci muoviamo, finché ci riusciamo, con i piedi di piombo, soprattutto nei confronti di chi legge ed interpreta le nostre parole. E poi anche perché siamo ospiti in casa altrui e si sa che l’ospite è come il pesce, dopo un po’……)

  680. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Maria 1952

    Le precisazioni e le analisi, anche se diffuse e volte a dissipare ombre o dubbi, sono sempre necessarie. Parlare di “fumi di parole” offende chi scrive da oltre due mesi cercando di contrastare ogni sorta di attacco alla nostra causa. Mi piacerebbe che fose più giusti nel valutare gli interventi e a non mettere in uno stesso mazzo le erbacce e le spighe d’oro!

    @ Antonella

    “Lo stile è quello…”: a chi ti riferisci? Grazie per la precisazione.

  681. lino attenzione:

    TUTTI, cercare visibilita’ non serve a niente come dimostrato dai fatti. siccome e’ stato perpetrato ai vostri danni un “illecito contro la persona” punibile penalmente dalla legge chiedo ancora al Comitato di giocare se possibile l’unica carta disponibile e cioe’ un esposto alla procura della repubblica contro la ministra fornero per abuso d’ufficio. non aveva forse eluso l’ordine del giorno della camera? l’AVVOCATO NASO POTREBBE GENTILMENTE DIRCI QUALCOSA IN MERITO?

  682. Raoul52 attenzione:

    @x gli ULTIMI “arrivati”
    @Iori MariaTeresa

    Quello che dovete sapere per fare il ricorso, per aderire al Comitato ed altro ancora… lo trovate sul sito:

    http://requisitiscuola2012.wordpress.com

    Home page:

    •Atto Costitutivo Statuto Comitato
    •Coordinate Bancarie Tesoriere (quota versamento-adesione al Comitato)

    “Comitato96”:
    •Perché è nato il Comitato+Atto Costitutivo

    “Download”:
    •Istruzioni operative Contenzioso + Allegati (evidenziati in rosso)

    “Form Ricorrenti”:
    •Va compilato (ma non è obbligatorio), solo dopo aver inoltrato i documenti necessari per il ricorso all’avv. Domenico Naso

    “Elenco Adesioni”:
    •A breve ci saranno i nominativi di coloro che hanno fatto ricorso + elenco aderenti al comitato civico

    “ProMemoria Ricorso”:
    Praticamente trovate ancora …
    •Istruzione Operative Ricorso
    •Ulteriori Istruzioni-Precisazioni (G.Grasso dal blog.Ghizzoni)

    “Parlano di Noi”
    •Lettere–articoli pubblicati sui quotidiani-settimanali (vedi la lettera di Angiolina su “il Venerdì”) ecc.

    “Link Utili”
    •Collegamenti ai siti + importanti (blog Ghizzoni…Bastico…Leo ecc.)

    “News”
    •Le ultime Notizie dal Mondo Sindacale ed altro…

    Inoltre c’è anche questo blog:

    http://obiettivoscuola2012.blogspot.com

    CORTESEMENTE VI CHIEDO:

    di LEGGERE prima di fare-porre sempre le stesse domande-quesiti!!!

    Grazie

  683. eliana52 attenzione:

    Son stata alla Cgil. Han detto che per far ricorso si deve far domanda di pensione ma far domanda è molto rischioso in caso di nuove disposizioni last minute del provveditorato e in ogni caso, una volta bocciata, ritirarla subito; loro aspettano disposizioni da Roma ma QUASI sicuramente ci sarà un ricorso tra un po’ “tanto c’è tempo”. Non li ho visti molto presi dal ns problema sinceramente.
    Son stata alla Cisl: la responsabile pensioni mi ha detto di lasciar perdere che son soldi buttati, il dirigente, per eventuale ricorso, mi ha detto ieri per telefono che entro un paio di giorni aspettano disposizioni da Roma (ma che avranno tutti da aspettare ?), l’addetta all’Inca mi ha invece consigliato di far comunque domanda cartacea di pensione.
    Ho i documenti pronti per l’avv. Naso che mi ha scritto di non far domanda.
    Non ci capisco più niente o forse ho capito tutto….

  684. Michelina 52 Firenze attenzione:

    Vorrei sapere quando finirà questa storia di pungere in continuazione l’on. Ghizzoni senza la quale noi, probabilmente, non avremmo avuto non soltanto la possibilità di coordinarci a livello nazionale e quindi di fare ricorso collettivo al TAR, ma nemmeno la testimonianza politica in parlamento dei nostri guai.
    Questo, senza togliere nulla a Giuseppe Grasso ed agli altri che si danno da fare alacremente per tutti noi, anzi li voglio ulteriormente ringraziare.
    Vi prego: stiamo dietro all’aspetto legale, ma anche politico, stimolando chi ci può aiutare e non criticando inutilmente.
    Grazie per la disponibilità

  685. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ TUTTI: IMPORTANTE DICHIARAZIONE CESARE DAMIANO

    Ieri a “Porta a Porta “Cesare Damiano, in coerenza con quanto Manuela Ghizzoni ha più volte ripetuto qui e come ha dimostrato soprattutto con i fatti, ha ufficialmente dichiarato, dandole perfettamente ragione, che per il comparto scuola, come pure per gli esodati e i mobilitati, dovrà essere approvato un provvedimento di pensionamento ad hoc entro giugno. Se questa è la linea ufficiale dell’intero gruppo parlamentare del Pd dobbiamo solo attendere che il provvedimento trovi al più presto soluzione politica.
    A questo punto c’è l’impegno ufficiale di un esponente di spicco del Pd che è stato anche ministro del Lavoro nel Governo Prodi. A dire il vero Damiano ha alluso anche ad una maggiore “gradualità” dello scalone Fornero. Vedremo. Però è importante che finalmente il nostro destino sia stato accostato a quello degli esodati in pubblico e davanti ad una platea di esponenti di altri partiti. Dobbiamo rendere omaggio in questo all’operato di Manuela Ghizzoni che ha sempre ribadito questo abbinamento e come farà, credo, anche nell’interrogazione parlamentare prossima.
    Speriamo bene e crediamo nella nostra forza.

  686. Franco 52 attenzione:

    @Domenico
    Riflettendo bene ritengo che… l presidente dell’INPS, interrogato specificatamente sulla sorte dei lavoratori del 52, dichiarare che ” ci saranno agevolazioni già previste dalla legge…. Intenda un intervento degli esodati, le forze di polizia etc… ma per quanto riguarda gli insegnanti non credo proprio che Fornero ( in continuità con Brunetta) voglia ammettere che, della scuola, ha una visione distorta. Non continuiamo ad illuderci. Le ultime indicazioni della Fornero, ( che abbiamo il lavoro, il posto fisso…) sono chiarificatrici di un retro pensiero nei confronti di noi.

  687. Franco di Prato attenzione:

    Ripeto che non sono CGIL ma non sopporto le falsità:

    Giuseppe Grasso attenzione:
    marzo 20th, 2012 at 9:19 am Mi spiace per la tua “amarezza” ma il mio intervento era volto a salvaguardare la nostra azione da chi cerca di depistarci. Inoltre so bene, per averlo detto più volte qui anche contro chi difendeva la CGIL più di un mese fa, che il solo ricorso in cui crede il sindacato è quello contro l’art. 15 bis, che discrimina quelli del 1952 fra privati (che possono andare a 64 anni) e pubblici (che vanno invece a 66 anni). Noi abbiamo propugnato da sempre una battaglia diversa e più ampia.

    Leggete i link e vedete se corrisponde a quanto dice Grasso:
    L’appello FLCCGIL:
    http://quota96.files.wordpress.com/2012/03/appello-flc-cgil-per-cambiare-la-riforma-fornero-delle-pensioni.pdf
    Il ricorso FLCCGIL:
    http://www.flcgil.it/attualita/previdenza/riforma-pensioni-la-flc-ricorre-al-tar.flc

  688. Ginestra Giancarlo attenzione:

    Sono d’accordo nel rinviare la data per ottenere i requisiti al 31 agosto 2012 anzichè al 31.12.2011.

  689. Angelica 52 attenzione:

    @ Raoul

    Ho letto la lista adesioni Pro Comitato Civico . Risulta il nome di mio marito Ricci Enzo perchè il bonifico me l’ha fatto lui.
    E’possibile sostituire il suo nome con il mio? Angelica Bertolini.

    Grazie e scusa.

  690. ceravolo giuseppe attenzione:

    Propongo,per la terza e,probabilmente, ultima volta, a supporto di tutte le iniziative,un incontro di “Quota 96″da tenersi a Roma, Aprile -Maggio- un meeting di una giornata per mettere a fuoco le nostre problematiche!
    Breve bozza di programma:
    mattinata: Convegno partecipanti “Quota 96 chi siamo? da dove veniamo? dove andiamo?
    Relatori: Grasso, Ghizzoni, Bastico, Naso e altri….
    ore 11: visita guidata a Via Veneto,56 sede Ministero del lavoro e delle politiche sociali,istituito a seguito della legge 172 del 13/11/2009 al quale sono attribuite le funzioni e i compiti spettanti allo Stato in materia di politica del lavoro e “sviluppo dell’occupazione” con particolare riferimento alla “prevenzione” e “riduzione” delle condizioni di “bisogno” e “disagio” delle persone e delle famiglie…x un cordiale e caloroso saluto alla nostra cara ministra ed eventualmente un inatteso e insperato ricevimento dei nostri rappresentanti!
    ore 12:Sit-in a Montecitorio
    ore 13: pausa pranzo… ai Castelli!!!
    Potremmo invitare al meeting politici, rappresentanti sindacali,giornalisti…
    Vogliamo visibilità o no ?!!!
    Mi rivolgo soprattutto ai colleghi romani … a Grasso, Pane…fatevi sentire…per fattibilità, organizzazione, autorizzazioni…
    peppeceravolo@tiscali.it!!!
    Una gita a Roma da ricordare e incorniciare !!!!!

  691. Anonimo attenzione:

    … a questo punto risulta chiaro a tutti che la vera convenienza per un ricorso è relativa a chi voleva uscire con le “quote”: per le donne che maturano i 40 anni non cambia nulla, dato che comunque ci sarebbe stata la finestra mobile di un anno [introdotta da Berlusconi/ Tremonti] e la nuova riforma le ferma un anno in più (cioè lo stesso tempo).
    Sono le “quote” a pagare di più con la riforma: giustamente il blog si chiama quota 96

  692. enzo52 attenzione:

    @ Maurizio
    ho provveduto al versamento della quota d’iscrizione al comitato civico, grazie per tutto quello che fate per noi.
    @Marta
    Auguri di buon compleanno, per altri cento anni di buona salute alla nostra sessantenne del 2012.

  693. Aldo attenzione:

    @Comitato @TUTTI
    Riporto una domanda-risposta sugli “Esodati” fatta da un esodato ad un esperto di La Stampa, dal titolo: Esodati: salvi se maturano quota 96 entro il 30 Novembre 2012
    Di Franco Rossini Stampa
    DOMANDA:
    Vorrei proporle il mio caso.
    A circa due settimane dall’approvazione del mille proroghe, non riesco a trovare nessuno che sappia dirmi se posso considerarmi tra i salvati o no. Sono nato nel Settembre del 1952, da dipendente Enel, sono andato in esodo incentivato il 30/12/2010 con 37 anni e 10 mesi di contributi. Quando andai per poter versare i contributi volontari mi fu detto che avevo già raggiunto, e superato, la quota per poter andare in pensione, per cui anche arrivando a 40 anni di contributi, non avrei avvicinato la mia finestra per l’andata in pensione che sarebbe stata il 01/10/2013. Con questi dati cosa mi devo aspettare? Quei famosi mesi di “aspettativa di vita” mi riguardano o no?
    Almeno ora spero in una risposta esauriente e ringrazio anticipamente.

    RISPOSTA:
    Mi sembra ci siano buone probabilità di entrare nell’emendamento sugli esodati (art. 6, comma 2-ter, Dl 216/2011 come convertito dalla legge 14/2012): da quanto afferma maturerà infatti i requisiti per l’accesso al pensionamento a Settembre 2012 con il raggiugimento di “quota 96″ (perchè raggiungerà i 60 anni di età). La decorrenza della pensione avverrà il 1 Ottobre 2013. L’innalzamento dei requisiti sull’aspettativa di vita (art. 12, comma 12-bis, Dl 78/2010 come convertito dalla legge 122/2010) – 3 mesi a partire dal 1 Gennaio 2013 – non riguarda le finestre di decorrenza bensì i soli i requisiti di maturazione per l’accesso come stabiliti dalla Tabella B, Allegato 1, alla legge 243/04 come modificata dalla legge 247/07 [è la tabella istitutiva delle cd. “quote”].
    Ritengo quindi che possa fare salva la previgente disciplina e confermare quanto da lei detto. Un saluto!

    Ho voluto riportare questo quesito che ho trovato su Google dove è riportato anche il nostro Comitato civico Quota 96 perchè potrebbe essere un altro caso di incostituzionalità in quanto si dà possibilità di andare in pensione ad alcuni “Quota 96″ e ad altri no. Penso che il nostro Avvocato potrebbe trarre un uleriore spunto per arricchire la stesura del ricorso.
    Scusate l’intromissione, l’ho trovato, copiato e incollato e spero possa servire.

  694. Antonio attenzione:

    Italia oggi del 20/03/2012, pag. 38
    “Pensioni lontane con la Fornero”
    “la scadenza del 31 dicembre lascia fuori circa 30 mila prof.”
    Stando ad una indagine fatta da Azienda scuola, “sono 30.000 i dipendenti della scuola .. ai quali le porte della pensione resteranno sbarrate”.
    Oramai si danno i numeri, comunque si può anche pensare che si tenda a maggiorare il numero degli “sfigati”, per giustificare che non si trovano le risorse per coprire tutti …….GLI AVENTI DIRITTO.
    Il resto dell’articolo non fa altro che ripercorrere la schifezza di Fornero.
    Saluti
    Antonio Piras

  695. Nino attenzione:

    L’intervento a PORTA A PORTA dell’ONOREVOLE CESARE DAMIANO sul comparto scuola e’ stato impeccabile , lucidissimo ed esaustivo.Un grazie di cuore ai nostri parlamentari e a tutto il PD da parte di mia moglie e mia.

  696. giancarla attenzione:

    Effettuato il bonifico di 25 euro per il comitato Quota 96. Grazie

  697. Gabriella attenzione:

    Ho effettuato stamattina versamento 25 euro per comitato. Non intervengo praticamente mai nel blog per non intasarlo; lo leggo e leggo anche cose poche simpatiche nei riguardi di chi ci sta dando ben più di una mano…penso che dovremmo solo ringraziare ed eventualmente fare delle proposte concrete ( come molti fanno) e delle riflessioni pacate.
    Grazie a tutti quelli che lavorano per noi. Gabriella Costa

  698. Pierangelo52 attenzione:

    Ieri ho inviato a Maurizio Giovannetti il bonifico per aderire al comitato quota 96. Volevo solo avvertire che l’indirizzo del Bancoposta è diverso rispetto a quello scritto sul forum. Grazie a tutti i promotori del comitato per l’impegno, e per tutte le informazioni che ci date. Siete proprio delle brave persone. Ho inoltre già inviato la documentezione a Naso.

  699. daniela attenzione:

    Effettuato in data odierna il bonifico bancario di 25.00 euro per adesione al comitato civico QUOTA 96

  700. concetta attenzione:

    Nell’elenco pro comitato civico figura il nome di mio marito GIORDANO MARIO anzichè il mio :IPPOLITO CONCETTA come ho segnalato nella causale.Ti chiedo se gentilmente puoi correggere.

  701. anna52 attenzione:

    EFFETTUATO BONIFICO COMITATO QUOTA 96
    grazie a tutti

  702. Angelica 52 attenzione:

    Ho sentito al tg delle 13,30 che mercoledì sera l’on. Bersani sarà a “Porta a Porta ” per rispondere alle domande dei presenti. Può intervenire qualcuno di Roma? Grazie

  703. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Franco di Prato

    Non ho chiamato in causa te (o forse hai la coda di paglia?) quando ho parlato di “chi cerca di depistarci”. Alludevo, sic et simplicter, alla CGIL! Infatti il sindacato non è favorevole se non al ricorso contro l’art. 15 bis.
    Il primo link risale a quasi due mesi fa ed è un documento congiunto dei tre sindacati confederali; il secondo risale a qualche giorno fa ed è pieno di incongruenze. La CGIL, come ha ben attestato daniela52/2, è interessata solo ad un ricorso per incostituzionalità contro l’art. 15 bis anche se ostenta, per i suoi iscritti, di voler fare ricorso al TAR. In realtà l’ultimo ricorso, quello al TAR, è ricalcato sul nostro. E noi ci crediamo.
    Comunque vedremo. Più pressione c’è, ovviamente, meglio è per la causa comune. Perché l’obiettivo è la nostra causa comune.

  704. Angelo52 attenzione:

    Per l’iscrizione al comitato Quota 96 è possibile usare il il bollettino di conto corrente postale o va utilizzato solo il bonifico? All’ufficio postale, dopo un controllo, mi hanno detto di si. Vorrei conferma
    cc 23270044 Maurizio Giovannetti

  705. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ ceravolo giuseppe

    Concordo perfettamente con te per la manifestazione ad aprile/maggio, ivi comprese anche le scansioni e la calendirazzazione. Bisogna solo organizzarla e convogliare il tutto.
    Siccome vedo che sei entusiasta puoi cominciare ad occupartene tu? Poi, per Roma, metteremo in lizza i vari colleghi della capitale.
    Aspettiamo solo che abbiamo finito di mandare alll’avv. Naso l’atto di significazione e diffida. Finita questa priorità (e finita la ‘messa in onda’ del sito web) ci potremo focalizzare sull’evento.
    La proposta non è quindi assolutamente archiviata ma solo aggiornata a una data successiva, non appena, cioè, avremo smaltito le cose più urgenti da fare nell’immediato.
    Grazie per la proposta operativa. L’idea era comunque nell’aria.

  706. rosella attenzione:

    Non riesco a trovare l’elenco pro comitato Quota 96. Qualcuno mi può dare indicazioni?
    @ On. Ghizzoni
    Spero si sia ristabilita.
    @ Tutti
    Grazie!

  707. pio13 attenzione:

    @ tutti .
    Leggete quanto scrive Federica Fantozzi circa gli interventi di Profumo, D’Alema e il Prof. (però universitario !!!!!) G.Ferroni su “la scuola deve gestire…….” del 20/03/2012 direttamente dal sito del’ On Ghizzoni. Pio.

  708. mimmo52 attenzione:

    effettuato bonifico adesione a comitato QUOTA 96

  709. PATRIZIA52 attenzione:

    @ Antonio Busato
    Help!
    In riferimento ai post di Daniela52 riguardo i rischi del ricorso vorrei dei chiarimenti.
    Anch’io come lei dovrei( uso il condizionale xchè ormai non sono più sicura di nulla) andare in pensione il 1/9/13 per il raggiugimento della nuova quota indicata dalla fornero(41 anni e 5 mesi).
    Ora sono tra i primi ad aver aderito alla nascita della lista e del ricorso al TAR nella speranza che questo potesse far valere i miai vecchi diritti già a settembre del 2012. Adesso non solo mi rendo conto che questa possibilità è assai remota…praticamente inesistente ma anche scopro che corro dei rischi. Qui nessuno ha mai parlato dei rischi. Si può sapere con certezza se e quali sono le possibilità che il ricorso abbia effetti già da settembre prossimo 2012? Si può sapere con certezza se e quali sono i rischi del ricorso? Si può eventualmente recedere da questa iniziativa?
    Grazie ………………attendo con ansia uan risposta

  710. Domenico Italo attenzione:

    Giuseppe 11,25 – Franco 52 11,25
    Non ho visto la trasmissione di vespa. Però, alla luce di quanto hai detto, penso che, se Mastropasqua, alla domanda di Franco di Mare: ” Cosa avete in mente di fare per quelli del 52? “, abbia risposto come ho anzi riferito, lo avrà fatto perchè deve essere al corrente di qualcosa che….. bolle in pentola. D’altra parte Fornero & Company sono al corrente che nessuno crede alla favoletta che l’Europa abbia imposto all’Italia la strage degli innocenti in materia previdenziale.
    Le Elezioni 2013 sono prossime….. vedremo chi avrà il fegato di scendere nelle piazze in campagna elettorale…….

  711. maria1952 attenzione:

    @ Giuseppe Grasso e altri espondenti del Comitato
    Non mi riferivo a voi che fate bene il vostro lavoro e ci dovete tenere informati,ci mancherebbe altro.Mi riferisco ai tanti che intasano il sito di fiumi e non fumi di parole senza indicazioni precise.Certamente ognuno parla del suo caso che se ognuno si rileggesse i post precedenti si accorgerebbe che il suo caso è stato già trattato e l’on.Ghizoni non starebbe li a rileggere per la pubblicazion.
    Chiedo scusa se qualcuno si offende ma qui la situazione la dobbiamo risolvere e subito o legalmente o politicamente che mi sembra la via più breve.

  712. patrizia denegri attenzione:

    @Giuseppe Grasso
    In riferimento al programma Report di Milena Gabanelli del 25 marzo in cui si parlerà di esodati e ricongiunzoni non sarebbe possibile organizzare uno tuo intervento?
    Potremmo ,ancora una volta,abusare della gentilezza dell’on. e chiederle un aiuto per contattare la giornalista ,sempre se tu,Giuseppe,sei disponibile.
    @ Tutti
    Lascerei perdere le polemiche e la rabbia.

  713. floriana.sciarra attenzione:

    per Raoul

    Al numero 19 degli accrediti risulta Floriana anna maria
    il cognome esatto è Sciarra Anna maria Floriana, se è possibile correggere
    grazie
    anna maria

  714. cettina attenzione:

    busato e grasso arroganti

  715. giulia Nov 52 BG attenzione:

    Effettuato il bonifico bancario di 25,00 per adesione Comitato.
    Grazie a tutti coloro che si prodigano per una giusta causa.

  716. Mara 52 attenzione:

    efettuato bonifico quota 96

  717. Antonio Busato attenzione:

    Angelica 52 attenzione:
    marzo 20th, 2012 at 11:48 am
    @ Raoul

    Ho letto la lista adesioni Pro Comitato Civico . Risulta il nome di mio marito Ricci Enzo perchè il bonifico me l’ha fatto lui.
    E’possibile sostituire il suo nome con il mio? Angelica Bertolini.

    Grazie e scusa.

    ANGELICA, TI RISPONDO IO PER RAOUL PERCHE’ E’ SUPER IMPEGNATO. HA PRESO NOTA DELLA TUA PRECISAZIONE E LA AGGIORNARA’ NON APPENA POSSIBILE.
    CIAO

  718. Giorgia 52 attenzione:

    @ Comitato e TUTTI

    Dichiarazioni ufficiali FORNERO “Le lavoratrici con 57 anni di età possono andare in pensione purché accettino il calcolo della pensione con il sistema contributivo. So che è penalizzante ma è la pensione pagata con i propri contributi e non con quelli altrui. Occorre una riflessione su questo punto: anche questa è trasparenza.
    “Chiedo pazienza fino al 30 giugno. Ora siamo concentrati sul lavoro ma entro questa data definiremo i criteri ispirati all’equita’ per utilizzare le risorse stanziate per pensionare i lavoratori esclusi dalla riforma”.
    Non è il caso che io commenti .
    POSSIAMO SPERARE ANCORA IN UNA SOLUZIONE LEGISLATIVA? PER IL 2013, visto che arriveremo a giugno?LA SPERANZA é L’ULTIMA A MORIRE, difficile ma non impossibile!
    On Ghizzoni ci illumini.

  719. elda attenzione:

    a Giuseppe Grasso
    leggo al punto 6/ Comparto scuola della circolare n.2/2012 del Dipartimento Funzione Pubblica sui limiti massimi della permanenza in servizio nelle P.A. :
    “per il personale direttivo, docente e amministrativo del comparto scuola, rimane ferma la vigenza degli specifici (SPECIFICI!) termini di cessazione dal servizio stabiliti in relazione all’inizio dell’anno scolastico per le esigenze del servizio e specifiche indicazioni saranno fornite…”
    ho capito bene? in questo caso “gli specifici termini di cessazione dal servizio stabiliti in relazione all’inizio dell’anno scolastico” restano validi ? e perchè non nel nostro caso?

  720. Maria Giovanna attenzione:

    Il 12 marzo ho inviati i documenti all’avv.Naso .
    Stamane ho effettuato il bonifico per il comitato Quota 96.

    Ringrazio ancora l’on.Ghizzoni , la sen. Bastico e il Comitato Quota 96.

  721. vincenza attenzione:

    Ho fatto da pochi giorni domanda di riscatto di alcuni periodi con i quali supererei abbondantemente quota 96 al 31.12.2011.Essendo,al momento,sprovvista della certificazione ufficiale di tali periodi(che mi consentirebbero il raggiungimento della quota di che trattasi) posso comunque presentare il ricorso al Tar? In caso affermativo come certificarli cartaceamente? E’ sufficiente allegare una autocertificazione oppure copia delle istanze di riscatto? Stante l’urgenza gradirei una risposta immediata.Grazie
    Dall’ avv. Naso non ho ancora avuto risposta in merito.

  722. Antonio Busato attenzione:

    @TUTTI
    Stanno arrivando i versamenti al nostro tesoriere. Appena avrà un secondo di tempo Raoul aggiornerà quello attuale. Purtroppo sono giunti numerosi versamenti SENZA NOMINATIVO.
    Spero che domani o al massimo giovedì ci si potrà iscrivere alla mailing list e finalmente essere informati tutti direttamente (poi, pian piano, seguiranno molte altre iniziative).
    SENZA NOMINATIVO NON POSSIAMO CONVALIDARE L’ISCRIZIONE ALLA MAILING LIST.
    ASPETTATE L’AGGIORNAMENTO (LA LISTA DEVE SUPERARE ABBONDANTEMENTE I 100 ADERENTI), SE NON TROVATE IL VOSTRO NOME, NEL SITO DI RAOUL: http://requisitiscuola2012.wordpress.com/ Elenco Adesioni, SCRIVETE UNA MAIL A MAURIZIO GIOVANNETTI, INDICANDO I VOSTRI DATI.
    GRAZIE

  723. Antonio Busato attenzione:

    @MAURIZIO GIOVANNETTI
    Puoi cortesemente mettere la tua mail qui o nel sito di Raoul, perché non la trovo. Così chi ha fatto il versamento, senza mettere i suoi dati può mandarteli.
    Grazie.

  724. Maria grazia padova attenzione:

    @Ceravolo Giuseppe:
    Bella l’idea dell’incontro a Roma!!! Mi sembra perfetto anche il programma della giornata ( e poi troppo bella la citazione da “Non ci resta che piangere”…). Sono di Padova ma ho un sacco di amici a Roma: se organizzate la…gita vengo subito!
    @Tutti
    Ottimo l’intervento di Cesare Damiano.

  725. Anonimo attenzione:

    Ancora non ho mandato la documentazione all’Avvocato perché non riesco a risolvere il problema contributi. Sono di ruolo dal 1° settembre 1977 e con il servizio pre ruolo mi è stato riconosciuto un anno. Pensavo che la mia situazione fosse semplice ma ora che volevo verificarla non si trova più niente: Il mio fascicolo sparito dal provveditorato, a scuola nel fascicolo personale non si trova domanda di riscatto pre ruolo ai fini pensionistici, dall’estratto conto previdenziale INPS risultano 92 settimane di anzianità contributiva ma come faccio a sapere se le ho riscattate? Sono disperata e non riesco ad uscirne fuori. Qualcuno mi può dare un consiglio?

  726. carlo B attenzione:

    Abbiamo prefigurato un blog che esca dal contingente e narri anche che cosa significa essere a scuola.

    Dunque, alziamo il tiro.

    Riprendo parte della risposta di Manuela Ghizzoni marzo 20th, 2012 at 6:50 am ad @Anselmo49:
    “Non so se é un male italiano quello di scegliere i fatti che ci piacciono e cancellare gli altri per corroborare i nostri convincimenti, ammetto, tuttavia, che sono particolarmente colpita quando di questo atteggiamento si fa vessillifero un insegnante, cioè quella figura che – attraverso la trasmissione di saperi e la formazione di competenze – é (dovrebbe essere?) Anche promotore del senso critico nei nostri ragazzi.”

    “Scegliere i fatti che ci piacciono e cancellare gli altri per corroborare i nostri convincimenti” è quello che chiamo “Effetto Cleveland”.
    Che si traduce poi nel pregiudizio, inteso sia come strisciante egocentrismo_razzismo (le mie idee valgono più delle tue) sia come anticamera dell’ignoranza: non faccio posto dentro di me alle idee degli altri e dunque impoverisco la mia vita. Un “effetto” che cerco sempre di evitare in classe, a me in primo luogo.

    Robert M. Pirsig, nel romanzo “Lila”, pubblicato in Italia nel 1992 dopo 17 anni (di lungo e rigoroso silenzio) dall’indimenticabile e certo più famoso libro cult “Lo Zen e l’arte della manutenzione della motocicletta” (e da allora in poi più nulla, segno che il tacere, se non si ha niente di importante da dire, ha pari o forse maggior dignità dell’esprimersi _ ci sarà un motivo se abbiamo due orecchie e una sola bocca) racconta che …

    Un giorno era stato sorpreso da una burrasca estiva sul Lago Erie e a stento era riuscito a mettersi in salvo in un porto a una ventina di miglia da Cleveland, secondo i suoi calcoli, dopo aver bordeggiato di bolina tutta la notte lungo la costa rocciosa.
    Una volta al riparo della diga foranea, era corso giù a prendere una carta del porto e, reggendola con una mano, sotto la pioggia torrenziale, alla luce del faro dell’albero, l’altra mano sulla barra del timone, aveva manovrato la barca tra muraglie di cemento, banchine, boe e segnalazioni varie fino al porticciolo, dove trovò un attracco. Esausto, aveva poi dormito quasi tutto il giorno. Era pomeriggio quando si era alzato ed era salito in coperta.
    A quel punto aveva chiesto a un tale quanto distasse Cleveland.
    “Ma è questa Cleveland!” rispose l’altro.
    Come? Se la carta diceva che quel porto era a venti miglia da Cleveland!
    Poi gli tornarono in mente le piccole “discrepanze” che aveva notato mentre manovrava la barca per entrare nel porto. Quando aveva visto su una boa un numero “sbagliato”, aveva pensato che l’avessero cambiato dopo la pubblicazione della carta. Davanti a un muro che non era segnato, si era detto che l’avevano costruito di recente o che stava facendo un po’ di confusione nel leggere la carta. Ma di trovarsi in tutt’un altro porto non gli era neanche passato per la testa.
    Una bella parabola per i fautori dell’oggettività scientifica. Ogni volta che la carta si discostava dalle sue osservazioni, Fedro aveva negato l’osservazione e seguito la carta. La sua mente, in base a idee che già aveva e che considerava vere, aveva innestato un filtro statico, un sistema immunitario che escludeva tutte le informazioni contraddittorie.
    Non: vedere per credere, ma credere per vedere.

    Se si trattasse di un fenomeno puramente individuale, poco male. Ma è anche un fenomeno culturale di vaste proporzioni e come tale preoccupante.

    Noi costruiamo intere strutture intellettuali fondandole su “dati” che sono essi stessi il risultato di precedenti selezioni.

    Quando si presenta un dato nuovo che non si adatta allo schema, non buttiamo via lo schema, no: buttiamo via il dato.

    Un dato contraddittorio dovrà continuare a bussare alla porta magari per secoli, prima che qualcuno si decida a vederlo. E poi costui dovrà a sua volta battere e ribattere prima che anche altri lo vedano.

    Morale del racconto di Pirsig:
    l’organo più importante che abbiamo sono le orecchie, il senso: l’udito, la funzione: l’ascolto.
    Come individui e, a maggior ragione, come docenti.
    E quando troviamo un dato che contraddice le nostre opinioni, è ora di modificare le opinioni, please, invece di falsificare il dato.

    Grazie Manuela, anche della pazienza.

  727. RITA attenzione:

    IMPORTANTE PER IL RICORSO

    dal sito di LEO
    Ufficio XI – Ambito territoriale per la provincia di Forlì-Cesena
    Ufficio Pensioni

    PROSPETTO REQUISITI PER L’ACCESSO AL PENSIONAMENTO DEL PERSONALE SCOLASTICO

    LIMITI DI ETA’
    collocamento a domanda per il
    personale che compirà il 65^ anno
    nel periodo compreso fra il 1/9/2012
    e il 31/12/2012, se in possesso dei requisiti
    della previgente normativa entro il 31/12/2011
    e per i dipendenti che intendano cessare
    anticipatamente rispetto alla scadenza della proroga
    in precedenza concessa.

    IMPORTANTE PER IL RICORSO

  728. Rosangela attenzione:

    Effettuato bonifico comitato quota 96.Grazie a tutti quelli che si stanno impegnando, io potrei fare poco, sono pochissimo informatizzata e vivo nel paese più a sud della Sardegna (Domus de Maria),seguo sempre il blog ,non intervengo perchè trovo esaurienti le risposte degli altri .Oltre a chi si sta adoperando per tutti noi dobbiamo ringraziare chi per primo ha parlato di ricorso e ha messo la sua mail in chiaro nel blog facendo in modo che nascesse il comitato :Mario Aquino(2 febbr.5,05 pm) ; di seguito ha messo la sua mail Patrizia 52 (2 febbr.7,24 pm) ed io (2 febbr.8,27 pm),Il mio battesimo assoluto in un blog è stato questo(verso il 22/23 gennaio)….e da allora …sono rinata!!!!ciao a tutti e ancora grazie a Manuela e Mariangela

  729. daniela52/2 attenzione:

    @antonella e antonio busato
    Grazie per le vostre parole

  730. Dario 52 attenzione:

    Il 27 febbraio ho inviato i documenti all’avvocato Naso. Stamane ho effettuato il bonifico per il comitato QUOTA 96. Grazie a tutti coloro che si prodigano per la nostra giusta causa.

  731. edoardo52 attenzione:

    Ciao
    Mi fate avere le coordinate bancarie per adesione a comitato
    ggrazie

  732. annunziata attenzione:

    @Vincenza
    Non vorrei creare un falso allarme, ma ho letto da qualche parte che non possiamo richiedere il riscatto ORA per totalizzare , nel mio caso , 40 anni di servizio al 31 dic scorso.
    La tua situazione mi sembra simile alla mia, comunque se tu hai fatto la richiesta dovrai aspettare la quantificazione della spesa da sostenere.
    Non so altro, spero che almeno tu possa arrivare alla quota 96 come desideri.
    Speriamo che qualche altro collega abbia notizie più precise in merito.
    Annunziata

  733. roberto graziosi attenzione:

    effettuato bonifico per comitato. Grazie a tutti e non mollate!
    Roberto ovviamente 52

  734. nunzio attenzione:

    @direttivo quota 96
    cosa ne pensate
    20/03/2012 – FLC CGIL, RIFORMA PENSIONI: PARTITI I PRIMI RICORSI
    «Anche questo governo continua a far cassa tagliando i diritti dei pubblici dipendenti. I lavoratori dei settori della conoscenza sono ulteriormente penalizzati per aver bloccato la possibilità di andare in pensione (i nati nel 1952 si vedono slittare questa possibilità di ben 6 anni!) e per le indebite decurtazioni alle retribuzioni». E’ il commento del segretario regionale della Flc Cgil alla riforma delle pensioni. «Per questo la Flc Cgil ha impugnato al Tar del Lazio la Circolare ministeriale della Funzione Pubblica dell’8 marzo 2012, la Circolare nr. 23 e il Decreto n. 22 del MIUR del 12 marzo che applicano al settore pubblico e alla scuola la riforma delle pensioni. Le novità introdotte da questa riforma sono tutte peggiorative e stanno punendo tanti lavoratori, in particolare nel comparto scuola, per questo la Flc Cgil sta studiando tutte le possibili azioni per contrastarne l’applicazione. Per attivare la tutela individuale e proporre eventuali ricorsi, da valutare caso per caso, è necessario prima di tutto presentare la domanda di pensionamento e attendere un atto di diniego da parte dell’amministrazione alla richiesta della quiescenza o al non riconoscimento di uno o più requisiti. Inoltre, la Flc ha chiesto all’Inpdap di rettificare la circolare n. 17 in tema di Tfs e Tfr, in quanto le disposizioni in essa contenute producono gravi pregiudizi ai lavoratori della scuola e dell’università. Si tratta di una illegittimità dell’operato dell’Amministrazione stata confermata di recente anche dai giudici amministrativi i quali hanno stabilito che, a decorrere dal 1° gennaio 2011, l’amministrazione non ha più titolo ad essere effettuata la ritenuta del 2,50 per cento sull’80 per cento della retribuzione. Per queste ragioni è stata inoltrata una formale diffida al Miur affinché provveda a non operare simile ritenuta. Per presentare il ricorso non ci sono termini di decadenza. Tuttavia chi lo desidera può inviare una lettera per interrompere i termini di prescrizione sapendo che comunque c’è tempo fino al 31 dicembre 2016. Ciò vuol dire che gli interessati possono proporre ricorso in qualsiasi momento, ma che in caso di vittoria la richiesta degli arretrati può riguardare solo i cinque anni prece

  735. Maurizio Giovannetti attenzione:

    @ Antonio Busato

    @ Tutti i Colleghi che hanno fatto e/o faranno il bonifico.

    Non c’è necessità di inviare dati al sottoscritto.

    BANCOPOSTA non da la possibilità di listare più di quaranta movimenti ed oggi ce ne sono stati 79 (finora). Al momento quindi ho aggiunto in elenco solo 40 nominativi. Comunico che – causa quanto esposto sopra – per il momento potrà essere aggiornato solamente il n° degli accrediti e l’importo totale.

    Appena avrò la lista degli “SFUGGITI” li aggiungerò e li girerò a Raoul.

    Un saluto

  736. Franco da Venezia attenzione:

    @Giuseppe Grasso
    l’atto di significazione e diffida al MIUR quando verrà pubblicato?
    Grazie di tutto

  737. Franco di Prato attenzione:

    Giuseppe tu pensi che ormai legga con attenzione i tuoi post? No non avevo fatto tanta attenzione al “depistarci” del resto il tuo depistaggio è continuo verso chiunque osi contraddire il Grasso-pensiero … incentravo la mia accusa di falso su:
    Inoltre so bene, per averlo detto più volte qui anche contro chi difendeva la CGIL più di un mese fa, che il solo ricorso in cui crede il sindacato è quello contro l’art. 15 bis, …
    nell’articolo che cito dove leggi ricorso riguardo art. 15 bis?
    Il primo link risale a quasi due mesi fa ed è un documento congiunto dei tre sindacati confederali;
    La pagina è stata pubblicata sul sito FLC-CGIL il 27/02/2012
    Puoi negare, negare sempre, anche di fronte all’evidenza ma non poui dire falsità!

    Bene che abbiano “copiato” il ricorso, che sia frutto delle loro considerazioni, a me non interessa e qui concordo con te sul risultato Più pressione c’è, ovviamente, meglio è per la causa comune. Perché l’obiettivo è la nostra causa comune.
    solo che io lo voglio generalizzare a tutti i 1345 iscritti a quota 96 e non solo alla parte che fa ricorso con Naso e se riusciremo a tutta la platea del ’52 e ai 40 anni di contributi che volessero uscire dalla scuola.

    Il blocco delle trattative sulla Riforma del Lavoro (leggi abolizione art. 18) e la rimessa al parlamento della stessa, quando in contemporanea sul Decreto liberalizzazioni viene posta la 12^ fiducia su 12 decreti, sono sintomatici.
    L’accerchiamento della CGIL (leggi le dichiarazioni di Monti appena rese) continua senza soluzione di continuità con la linea del governo Berlusconi … le manifestazioni FIOM di oggi in Emilia Romagna, Genova … (faccio prima a postare il link:
    http://www.fiom.cgil.it/eventi/2012/12_03-scioperi/default.htm)
    generano una saldatura che può portare ad una generalizzazione delle lotte contro la legge distruttiva dei diritti sulle pensioni dei lavoratori.

    Spero che si vinca ogni ricorso per noi tutti del comparto scuola del 52, … ma una modifica della legge Fornero ha un valore per tutti i lavoratori!

  738. Vincenzo52 attenzione:

    @ Grasso
    @Comitato 96

    Vorrei gentilmente sapere a che punto è il ricorso al TAR con incarico all’Avv. Naso, anche perchè non ancora chiaro (sospensiva per quali motivi delle circolari sul pensionamento ? )
    Inoltre vorrei sapere quando sarà pronto, quando verrà inoltrato “l’atto di significazione e diffida” (ricorso individuale), come dovrà essere inoltrato e chi dovrà inoltrare tale atto.
    Grazie, aspetto una risposta.
    ,
    Spero che Lei, Onorevole Ghizzoni, si sia ripresa e che stia meglio.

  739. Franco di Prato attenzione:

    ANIEF rimanda al 22 le istruzioni contenzioso:

    Ricorso pensioni: rimandato l’invio delle istruzioni operative
    A causa di problemi riscontrati nella compilazione della domanda istanze online – cessazione, da parte degli aspiranti ricorrenti che maturano i requisiti per andare in pensione con le vecchie regole dal 1 gennaio al 31 agosto 2012, l’invio delle istruzioni operative è rinviato dal 18 al 22 marzo.
    A presto

    ANIEF – Segreteria nazionale
    Settore Contenzioso

  740. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ TUTTI: COMUNICAZIONE DI SERVIZIO IMPORTANTE

    L’AVV. Naso mi ha appena mandato il testo dell’«atto di significazione e diffida» che ha redatto per tutti noi. L’ho riletto prima con Antonio Busato e poi con Antonio Pane e mi sembra perfettamente in linea con quanto da noi richiesto. Meglio, credo, non si poteva fare.
    Ricordo a tutti che va redatto in TRE copie, ciascuna delle quali va mandata UNA SOLA VOLTA, in quanto c’è anche la “messa in mora”, ma a tre amministrazioni diverse: il Miur, l’uff. scolast. reg. e l’INPS già INPDAP. Ognuno cerchi l’indirizzo della propria sede e lo compili direttamente con i propri dati.
    Il testo allegato l’ho mandato a Raoul e spero che al più presto lo metta sul sito.
    A presto.

    @ Trascrizione intervento Damiano «Porta a Porta»

    Mi permetto di trascrivere qui, a beneficio anche di quanti non avessero seguito l’intervento di Cesare Damiano di ieri alla trasmissione «Porta a Porta» di Bruno vespa, il momento in cui, battibeccando con Brunetta, parla espressamente, ed in pubblico, della questione esodati, mobilitati e personale della scuola dando finalmente, con lucidità di analisi, una risposta precisa al tanto sospirato intervento in favore di queste fasce di lavoratori. La trascrizione tiene conto di quanto l’ex ministro del Lavoro ha detto oralmente ed è quindi imprecisa nel dettato, anche perché interrotto spesso, ma molto chiara ed efficace nei contenuti. Spero di non avere falsato le sue parole. Ma credo proprio di no.

    Damiano, intervenendo ieri sera a «Porta a Porta», ha messo prima l’accento sulla «pace sociale”… «Se non è un male, io dico semplicemente questo (opinione di Damiano): la riforma Fornero delle pensioni… [è] troppo drastica, ha abolito le anzianità. Che cosa provoca una riforma troppo drastica? La mancanza di una gradualità, di un periodo di transizione nel quale, in attesa di…». Segue un battibecco con Brunetta a cui replica sugli esodati… Poi, infine, riprende. «Allora, io dico semplicemente questo senza mettere in discussione l’impianto, però: noi dobbiamo farci carico di una gradualità. La transizione dal vecchio al nuovo sistema. Vale a dire quei 200.000 per i quali non ci sono risorse sufficienti, che si chiamano lavoratori in mobilità, licenziati individuali, esodati, i lavoratori della scuola che bisogna ricordare che hanno un unico giorno di uscita che è il 1 settembre e bisogna considerarlo perché sono vincolati, giustamente, a terminare l’anno scolastico e sono falcidiati quelli dal ’52 (1952) in su da questa riforma. Di quelli bisognerà tenere conto, cioè una transizione, che consideri il passaggio dal vecchio al nuovo con maggiore dolcezza rispetto a quello che è stato fatto. Il ministro Fornero ha detto: “Farò un intervento ad hoc”. Io mi aspetto entro giugno, come ha promesso e vigileremo su questo, un intervento legislativo che intervenga su questo. Bisogna sapere però una cosa: bisogna mettere delle risorse per fare questo passaggio».
    Parole sacrosante!

  741. Manuela Ghizzoni attenzione:

    Un problema tecnico al palmare rende impossibile l’autorizzazione dei commenti in tempi brevi: spero di risolverlo al più presto

  742. Raoul52 attenzione:

    @M.Giovannetti
    @Tutti
    LINK aggiornato, controllate i vs. nominativi se coincidono con quelli in elenco; se così non fosse, inoltrate il nominativo corretto all’ email (raoulbonfi@alice.it).
    Il tesoriere M.Giovannetti ha precisato (post sopra), il perchè ci sono solo 91 nominativi contro 128 versamenti.

    http://requisitiscuola2012.wordpress.com/elenco-adesioni/

  743. Antonio Busato attenzione:

    @TUTTI
    UN ATTIMO DI PAZIENZA CON L’ATTO DELL’AVVOCATO, SIAMO AL TRAGUARDO!
    TENETE D’OCCHIO IL SITO DI RAOUL!!

  744. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ La causa comune vale molto di più…

    Non raccoglierò alcuna provocazione e attiverò la vecchia epochè scettica.
    La CGIL ha messo sul suo sito ufficiale un avvertimento per coloro che volessero fare ricorso per andare con le vecchie regole previdenziali dicendo di impugnare la circolare ministeriale. I fatti, però, contraddicono questo annuncio, prova ne siano i tanti ricorrenti che si sono rivolti al sindacato a cui è stato risposto che l’unico ricorso praticabile è quello contro l’art. 15 bis che discrimina fra dipendenti privati e pubblici.
    Per il resto non ci sono che proclami. E comunque, a questo punto, cosa ci importa cosa faranno i sindacati? Se vogliono aderire, ben vengano, in quanto la pressione è comunque sempre più forte. Ma dovrannno dire che strade intenderanno percorrere. L’Anief ha appena mandato un comunicato in cui dice di aver spostato i termini per il ricorso. Segno, evidente, che i legali di questo altro sindacato non sanno ancora come impostare il ricorso. Noi, fortunatamente, ci abbiamo pensato molto, ma molto prima. Per fortuna, aggiungo io.
    Ora siamo quasi vicini al traguardo.
    Mi permetto solo di dire, in quanto Presidente e Portavoce di tutto il Comitato civico “Quota 96″, che chiunque può esprimere pareri dissimili su questo sito, ci mancherebbe, ma che ormai, stando così le cose, chi non fosse interessato al ricorso e venisse qui solo per essere elemento di turbativa può comodamente astenersi dall’entrare nelle questioni tecnico-giuridiche che stiamo approntando insieme con l’avv. Naso per condurre a buon fine la nostra causa.
    Ogni ulteriore forma di offesa non sarà presa in considerazione. Invito pertanto anche gli altri ricorrenti a non lasciarsi fallacemente provocare. La nostra causa è molto più importante di piccine diatribe faziose.
    Buona notte a tutti.

  745. FLORA attenzione:

    @ M.Giovannetti,
    chiedo scusa ,con il mio computer, un po’ andato!, non riesco a leggere i documenti in pdf, quindi non riesco a vedere se sono nella lista. Ho effettuato ieri mattina il versamento e credo tu lo abbia ricevuto. Gradirei conferma e, se possibile, anche che tu emettessi in altro formato i tuoi comunicati in futuro. Grazie

  746. FLORA attenzione:

    @ Giovannetti
    il mio nome è Flora Ghigi, scusa ma ho dimenticato di scriverlo sopra!

  747. Franco di Prato attenzione:

    L’urlo della scuola, mancano 2 giorni

    http://www.urlodellascuola.it/

  748. Rinuccia attenzione:

    Pare che i sindacati si stiano accorgendo di difficoltà riscontrate nella compilazione della domanda istanze online !

  749. marisa attenzione:

    Effettuato bonifico di 25 euro

  750. Raoul52 attenzione:

    @TUTTI

    “L’atto di Significazione e Diffida” è già in home page sul sito:

    http://requisitiscuola2012.wordpress.com/

    ps. il formato del file è .doc

    FORZA

  751. Michela Biondi attenzione:

    carissimo Giuseppe desidererei sapere l’indirizzo del sito, è quello indicato sopra? Coloro che hanno incaricato l’avv. Naso riceveranno una mail con l’atto di significazione e diffida? Grazie a presto

  752. maria settembre 52 attenzione:

    l’ATTO DI SIGNIFICAZIONE E DIFFIDA riguarda tutti i ricorrenti o solo chi intende ricorrere al tribunale del lavoro? Grazie

  753. Angelica 52 attenzione:

    @Giuseppe Grasso

    Avrei bisogno di un chiarimento:
    le amministrazioni a cui inviare l’atto di significazione e diffida devono essere quelle della mia zona ? A parte il Miur che penso sia solo quello di Roma.

  754. Paola52 attenzione:

    @Giuseppe Grasso
    @Antonio Busato
    grazie per la vostra puntuale presenza. Mi sembra di capire che ognuno di noi ora dovrà spedire le diffide singolarmente alle sedi amministrative e al Miur.senza quindi fare domanda on line di cessazione.Non si è ancora precisato però se l’avvocato ha detto qualcosa in merito alle domande prodotte in cartaceo in sett/ott 2011 e cioè prima della riforma Fornero. Obbligatorio ritirarle o no?
    Grazie ancora a tutti voi del Comitato e all’On. Ghizzoni

  755. Michela 52 attenzione:

    @G.Grasso

    Informazioni: L’indirizzo del MIUR è per tutti quello di Roma (VialeTrastevere )?

    Nella frase del paragrafo 7 (2 pagina)
    “Ove non venisse applicato il suddetto criterio, generale e generalizzato in tutte le riforme pensionistiche che si sono succedute nel tempo, lo/a scrivente si vedrebbe p r o v a t o di un diritto quesito al collocamento in quiescenza sulla base della normativa pensionistica applicabile al momento dell’inizio dell’anno scolastico 2011/2012. ” è corretta la parola provato oppure deve essere “privato”? Scusa se te lo chiedo, ma non sono sicura?
    Grazie di tutto e buonanotte. Michela 52

  756. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ TUTTI: indicazioni atto diffida…

    1. Le tre intestazioni devono rimanere in quanto chi riceve l’atto vede che anche gli altri due lo hanno ricevuto.
    2. Ogni ricorrente deve compilare l’atto con i propri requisiti e modellandolo sulla sua situazione e depennando lo/la debitamente dal prestampato.
    3. Se si è della Lombardia si metterà Ufficio Scolastico della Lombardia e via di seguito; così per l’INPS, ad es., di Roma, Milano o Napoli; il Miur, invece e ovviamente, rimane valido per tutti. Insomma dovete modellare l’atto alla vostra situazione.
    4. Bisogna mandarlo raccomandata a/r e attendere una risposta. L’atto è anche, contemporaneamente, una messa in mora, cioè un avvertimento, come potete leggere nell’ultimo foglio, ma anche, insieme, una domanda di pensionamento cartacea. Solo che è una domanda… particolare e con tanto di diffida.
    5. Se avete conteggiato i mesi fino a marzo dovete aggiungere fino al 31 agosto 2012.
    6. Si tratta, in tutto, di TRE atti, ognuno da mandare ad ogni amministrazione indicata dall’avv. Naso: Miur; Uff. Sc. Reg: INPS.
    7. Firmare le tre copie e mandatele domani stesso.

  757. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Atto diffida: ATTENZIONE

    Non ricordo, ma ho chiesto all’avv. Naso, se i tre fogli da mandare vadano in busta chiusa o aperta. Domani chiedo conferma e poi vi dico.
    Notte

  758. mauro 52 attenzione:

    effettuato bonifico per comitato quota 96.
    sarebbe il caso di fare una bella passeggiata in via Veneto in 2 o 3000 mano per mano fin sotto ad un certo ministero…..e vedere l’effetto che fa !!!

  759. Giuseppe Grasso attenzione:

    TUTTI

    1. Ognuno dovrà spedire personalmente l’atto.
    2. Niente domanda on line di cessazione.
    3. Al secondo foglio, Michela 52, è “privato” ovviamente. Ho detto di controllare eventuali errori e di cancellare la parti che non servono. Per es. lo per i maschi e la per le donne.
    4. L’atto è per il ricorso al giudice del lavoro.
    5. le amministrazioni sono ovviamente quelle della vostra zona. Es. se siete lombardi l’ufficio scolastico regionale è quello della Lombardia ma l’INPS sarà quello di Milano; se siete di Napoli… e via di seguito… Il Miur, invece, rimane valido per tutti.
    6. Chi ricorre solo al TAR non deve compilarlo.

  760. anna52 attenzione:

    A A TUTTI
    Avv.Naso
    Giuseppe Grasso
    In rete ho trovato un ricorso di un collega con in nostri problemi fatto alla Comunità Europea .
    Rimetto a voi un giudizio in merito , nel senso che , dopo valutazione , possa eventualmente servire anche a noi in aggiunta alle nostre iniziative .Alcuni colleghi lo hanno inoltrato. ( credo sia gratuito )
    Valutate un pò se ci può essere di utilità .

    Alla COMMISSIONE DELLA COMUNITA’ EUROPEA
    PER GLI INADEMPIMENTI DEL DIRITTO COMUNITARIO
    Alla C.A. del SEGRETARIO GENERALE

    Il sottoscritto_______________, nato________________(_____) Il_____________ e residente in __________________ (____) in via _______________ n°_____, di Cittadinanza ITALIANA, DENUNCIA la violazione del diritto comunitario da parte dello Stato Italiano, a seguito della emanazione del Decreto Legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito nella Legge n° 214 del 22.12.2011.
    In particolare, rimarca le seguenti incongruenze e discriminazioni riguardante l’art.24 (Pensioni):
    1)Comma 10: Disparità fra i sessi, laddove l’anzianità anagrafica prevista è di 42 anni per gli uomini e di 41 per le donne; (violazione degli artt. 2, 3 e 141 del Trattato CE e degli artt. 20, 21 e 23 della Carta dei Diritti della U.E.).
    2)Comma 15-bis: Disparità fra lavoratori, laddove i lavoratori del Settore Pubblico ed Autonomo risultano discriminati rispetto ai lavoratori del Settore Privato, ai quali è consentita l’uscita dal lavoro all’età di 64 anni, a fronte dei 66 anni richiesti agli altri; (Viol. artt. 20, 21 della Carta dei Diritti della U.E.).
    Un infermiere, ad esempio, è tale sia che lavori nel Settore pubblico che in quello privato; ma il trattamento che la suddetta legge riserva, nelle due fattispecie, è assai diverso.
    3)Assenza di ogni gradualità: L’innalzamento dell’età pensionabile è brusco e traumatico, in quanto viene aumentata ab abrupto anche di 6/7 anni. In particolare la classe 1952 risulta particolarmente penalizzata; (Viol. artt. 7, 25 e 33 della Carta dei diritti della U.E.).
    Infatti, la previgente normativa consentiva alle classi 1951 e 1952 lo stesso canale di uscita dal lavoro, con il raggiungimento della quota 96 (60+36 e 61+35, risultante dalla somma fra l’età anagrafica e l’anzianità contributiva).
    Orbene, il comma 14 dell’art. 24, consente la regolare uscita solo alla classe 1951, escludendo la classe 1952. Ne consegue che, un lavoratore nato il 31.12.1951, va in pensione il 1° aprile 2013, quello nato il giorno dopo, il 1° 01.1952, andrà invece in pensione il 1° luglio 2019, oltre 6 anni dopo!
    Gravi ed ingiustificabili penalizzazione subiscono anche i lavoratori delle classi 1953/54/55/56 ed oltre, nonché i lavoratori precoci che si ritrovano con una notevole anzianità contributiva non supportata da un’età anagrafica sufficiente ad acquisire il diritto alla pensione.
    Lo Stato Italiano, di fatto, sembra aver contravvenuto a quello che è stato il giusto comportamento degli altri Stati aderenti all’Unione, che hanno applicato il principio della gradualità della riforma, al fine di evitare traumi e sconvolgimenti di tipo psicologico e sociale fra i Cittadini; ( Viol. artt. 7 e 33 della Carta d. Diritti della U.E.).
    4)Assenza di flessibilità nell’uscita dal lavoro, (anche con eventuali, graduali penalizzazioni), che non consente la scelta dei tempi uscita e determina pesanti condizionamenti della libertà individuale e nella vita dell’individuo; (Viol. artt. 7, 25 e 33 della Carta dei Diritti della U.E.). Flessibilità che sarebbe, peraltro, suggerita dall’applicazione del sistema contributivo per tutti (art. 24, p.2 della Legge 214/2011).
    5)Il riscatto oneroso della Laurea, viene escluso dal novero dei contributi volontari (art.24,, p.14, lett. d) della L. n°214/2011) e dalle conseguenti agevolazioni, benché abbiano entrambi il carattere di volontarietà, lo stesso peso economico e perseguano lo stesso obiettivo: maturare gli anni di contributi atti alla maturazione dei requisiti contributivi. (viol. art.21 della Carta dei Diritti della U.E.).
    6)Ancora iniqua e discriminatoria, al p.7 dello stesso art. 24, riconosce il diritto alla pensione ai lavoratori che abbiamo maturato solo 20 anni di contributi, per i quali il primo accredito contributivo decorre successivamente al 1° gennaio 1996. (Viol. art. 21 della Carta dei Diritti della U.E.).
    7)Bizantinismo della Legge: intricata, confusa e contradditoria appare in pieno contrasto con la semplificazione amministrativa e legislativa perseguita dall’Unione Europea.
    8) La manovra sembra fatta esclusivamente per “fare cassa”, in quanto i conti degli Enti Previdenziali (INPS, INPDAP), così come piu volte ribadito dai rispettivi presidenti, risultavano essere in attivo, e l’intero sistema, dopo le ultime riforme effettuate, appariva virtuoso ed in equilibrio anche a lungo termine.
    L’art. 24 della Legge 214/20011, peraltro, appare, in piu’ punti, in contrasto col dettato dell’art. 3 della Costituzione Italiana che recita:
    “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali”.
    Del resto la stessa Corte Costituzionale dello Stato Italiano, con la sentenza n° 822 del 1988, si era già espressa in termini fortemente critici nei confronti di analoga riforma applicata in precedenza senza il criterio della gradualità.
    Il sottoscritto, infine, DICHIARA DI NON AUTORIZZARE la Commissione ad indicare la propria identità nei Suoi contatti con le autorità dello Stato membro contro il quale è presentata la presente denuncia.

    Fiducioso nel favorevole e sollecito decorso della presente, porge rispettosi saluti.
    (digitare nome e cognome)___________________________

    Recapiti:
    Telefono fisso: ___________________Cellulare:_______________________
    Indirizzo di Posta Elettronica: ______________________________________

    -Allega:
    A)) II testo dell’art. 24 del Decreto n° 201/2011, coordinato con la Legge n°214/2011
    di conversione.
    B) Sentenza n° 822/1988 della Corte Costituzionale Italiana.

  761. Michelina 52 Firenze attenzione:

    A Giuseppe Grasso
    Per chiarire a beneficio di tutti, sulle raccomandate da inviare:
    quella per il MIUR a Roma in viale Trastevere; quella per l’ufficio scolastico
    regionale e per l’INPS già INPDAP, alla sede regionale dei ricorrenti.
    State attenti che il ricorso postato sul sito di Raoul, avendo gli indirizzi di
    Roma, può indurre in errore.
    Chiarite il tutto prima possibile.
    Grazie

  762. Maurizio Giovannetti attenzione:

    @ Tutti i Colleghi che devono versare la quota di adesione

    Vedo questa mattina che sono giunti due versamenti (1 da Venezia e 1 da Ancona) fatti probabilmente con un bollettino di CC allo sportello e non tramite bonifico. DI questi due io non posso conoscere i nominativi.
    Vi invito a non usare tale modalità perché – come ho già detto – il nome del versante non mi viene comunicato.

  763. Rosa Bianca Bellissima attenzione:

    A MAURIZIO GIOVANNETTI – Tesoriere Comitato quota 96
    Avendo un conto cointestato, il versamento dei 25 € è risultato a nome di Baldeschi Graziella. Vi prego correggere sulla lista da Baldeschi a Bellissima Rosa Bianca.
    Grazie e saluti cari.
    Bianca da Livorno

  764. anna52 attenzione:

    AGGIUNGO IL TESTO DELLA
    SENTENZA N.822 ANNO 1988 REPUBBLICA ITALIANA
    LA CORTE COSTITUZIONALE
    In particolare, non può dirsi consentita una modificazione legislativa che, intervenendo o in una fase avanzata del rapporto di lavoro oppure quando già sia subentrato lo stato di quiescenza, peggiorasse, senza una inderogabile esigenza, in misura notevole ed in maniera definitiva, un trattamento pensionistico in precedenza spettante, con la conseguente irrimediabile vanificazione delle aspettative legittimamente nutrite dal lavoratore per il tempo successivo alla cessazione della propria attività lavorativa.
    Sono di ordine secondario le altre ragioni, quali il conseguimento di un gettito fiscale per coprire gli oneri dei trattamenti dovuti anche alle categorie con contribuzione bassa o nulla, secondo il principio solidaristico, nonché l’avvenuta elevazione del tetto pensionabile, l’adeguamento periodico delle pensioni e l’aumento dei trattamenti minimi, con le necessita di contenimento della spesa previdenziale: ragioni non idonee a giustificare la decurtazione della pensione in danno di quei lavoratori che hanno versato contributi a loro carico, per l’intero o in parte, nella legittima aspettativa di conseguire un trattamento pensionistico adeguato.
    Valgono per costoro il principio della garanzia della sicurezza sociale, che e anch’esso di ordine costituzionale (art. 38), oltre che le innegabili ragioni di giustizia sociale e di equità per cui non possono effettuarsi riforme o conseguire risultati a danno di categorie di lavoratori in genere ed in specie di quelli che sono prossimi alla pensione o sono già in pensione.

    SG-PLAINTES@ec.europa.eu ( QUESTO DOVREBBE ESSERE L’INDIRIZZO A CUI INOLTRARE IL RICORSO ), MA NON SONO SICURA SE VADA INOLTRATO IN FORMA CARTACEA .sTUDIATECI UN Pò !!
    cIAO ATUTTI , SONO DI SUPER FRETTA !!!

  765. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ COMUNICAZIONE DI SERVIZIO: ASPETTATE A MANDARE L’ATTO…

    BUONGIORNO. VI INVITO AD ASPETTARE A MANDARE L’ATTO PERCHE’ SONO STATI PROPOSTI DEI PICCOLI MA SIGNIFICATIVI EMENDAMENTI DA PARTE DI VINCENZO LINARDI. LI HO MANDATI A NASO E ASPETTO RISPOSTA. LA DOMANDA DOVREBBE COMUNQUE ESSERE MANDATA PREFERIBILMENTE SENZA BUSTA. A DOPO.

  766. Michela Biondi attenzione:

    desidererei sapere dove è questo atto di significazione e diffida, vi sarei grata se qualcuno me lo indicasse Grazie Michela Biondi

  767. massimo bolognesi firenze 1952 attenzione:

    @antonio, ho presentatato a settembre 2011 domanda telematica all’indap, la devo ritirarare?

  768. Marina attenzione:

    Salve a tutti. Mia madre ha spedito la documentazione all’avvocato Naso questa mattina. Potreste gentilmente linkarmi il sito sul quale reperite l’atto di significazione e diffida, in modo da farle spedire anche quest’ultimo oggi? Vi ringrazio infinitamente.

  769. donata attenzione:

    @ Giuseppe Grasso
    @ tutti
    richiesta chiarimenti ATTO DI SIGNIFICAZIONE E DIFFIDA
    non mi sono chiare alcune cosa presenti nel documento su citato. Qualcuno potrà sorridere della mia ignoranza ma prima di spedire vorrei essere certa a chi invio la diffida.
    quindi chiedo:
    1) Prof sta per professione?
    2) il “provato” di pag. 2 s’intenda “privato”
    3) I riceventi saranno: -Ministro istruzione.
    -Ufficio scolastico della regione in cui uno risiede?
    -Inps già Inpdap Roma, o la sede provinciale in cui il ricorrente risiede?
    Secondo la logica dovrebbe essere : Ministro Istruzione per tutti, ufficio regionale a seconda della residenza, l’istituto pensionistico a seconda della provincia , ma nel documento risulta essere tutto indirizzato a Roma prego Giuseppe di chiedere istruzioni all’avvocato grazie

  770. donata attenzione:

    chiedo scusa ma al momento della scrittuta ddi chiarimento non erano ancora presenti le risposte

  771. Antonino52 attenzione:

    @ TUTTI _ PER CAPIRE “CON CHI ABBiAMO A CHE FARE”. Scusate la lunghezza, mi piace la sintesi, ma x questa volta mi perdonerete.

    1)
    Da: Antonino 52
    Inviato: venerdì 24 febbraio 2012 18.00
    A: Segreteria Portavoce del Presidente del Consiglio
    Oggetto: Oh Presidente!

    Egregio Presidente

    vorrei sapere se lei è diventato professore passando per i banchi di scuola o no? se è si, mi spiega perchè dimentica l’istruzione? forse lei mette il portafoglio davanti a tutto? anche lei ritiene giusto strapazzare gli insegnanti? cambiano gli uomini al governo e non cambiano i contenuti e i metodi, forse lo stile, ma non basta.

    Si ricordi che un paese senza adeguata formazione e informazione è perso. E l’Italia rischia di perdersi. La salveranno i nostri sacrifici. Ma su chi ha vissuto sempre nella moderazione perchè infierire?

    Un insegnante

    2)
    Risposta ricevuta dalla segreteria della presidenza stamattina

    “Abbiamo letto con attenzione la sua lettera. Il Governo è impegnato con tutte le sue forze per ridurre gli squilibri sociali, dare nuove opportunità ai giovani e meno giovani, garantire alle famiglie condizioni economiche meno difficoltose di quelle attuali. Molto è stato fatto, molto altro dovrà essere fatto nei prossimi mesi.

    Quanto ai giovani, tutti i provvedimenti più importanti varati finora – “Salva Italia”, “Cresci Italia” e “Semplifica Italia” – contengono iniziative a favore delle giovani generazioni. Le misure approvate perseguono obiettivi diversi, ma complementari. Alcune mirano a promuovere l’accessibilità al mondo del lavoro e rimuovere gli ostacoli che si frappongono alla maturazione dei giovani professionisti. Altre misure stimolano e sostengono la capacità di innovare dei nuovi imprenditori. Altre ancora sono rivolte agli studenti, per rendere più agevole il loro percorso di studi.

    Consapevole dell’importanza dei piccoli e medi imprenditori per la ripresa dell’economia italiana, soprattutto in una fase complessa come quella attuale, il Governo ha varato anche una serie di misure volte a favorire l’attività delle piccole e medie imprese (PMI).

    Altri risultati ottenuti riguardano i costi della burocrazia. Il Governo Monti è pienamente consapevole dell’importanza del contenimento dei costi della macchina dello Stato. È per questo motivo che l’argomento è divenuto, sin dal suo insediamento, parte integrante, e centrale, dell’agenda istituzionale. A oggi alcuni importanti risultati sono stati ottenuti. Il Governo ha dapprima provveduto a un interpretazione restrittiva delle norme disciplinanti le retribuzioni dei componenti del Governo; ha avviato – ed è tuttora impegnato a portare a compimento – un’incisiva opera di contenimento delle spese per il funzionamento degli apparati pubblici. Esemplificative, in tal senso, sono la consistente riduzione delle “auto blu” e, proseguendo l’azione già avviata dal precedente Governo, la riduzione delle retribuzioni percepite dai manager pubblici nonché la fissazione del limite massimo per il trattamento economico degli stessi.

    Le sue osservazioni critiche saranno certamente uno sprone ulteriore per varare nuovi provvedimenti. Per questo motivo abbiamo inaugurato da pochi giorni un nuovo canale di comunicazione con la società civile. La sezione “Dialogo con il Cittadino” – liberamente accessibile dal sito web del Governo – contiene documenti, studi, approfondimenti e uno spazio nel quale pubblichiamo le risposte alle domande frequenti dei cittadini. Per accedere alla sezione può visitare il sito ufficiale del Governo http://www.governo.it.

    La informiamo inoltre che stiamo lavorando per migliorare la comunicazione con i cittadini. Presto sarà possibile partecipare a sondaggi online e seguire l’attività del governo attraverso i principali social network.

    Cordiali saluti,

    Ufficio stampa e del Portavoce

    3) La mia contro risposta:

    No,,,,io non credo che avete letto con attenzione la mia lettera! Potevate evitarvi, ed evitarmi , questo lenzuolone di risposta che, ne sono convinto, avete spedito tale e quale a molti altri.
    Cordialmente.

  772. Antonio Busato attenzione:

    @Suggerirei di attendere un po’ prima di spedire l’atto. L’avvocato potrebbe apportare qualche modifica.

  773. lino attenzione:

    anna 52, sei stata fantastica nel trovare e mettere in rete il ricorso di un vostro collega con tanto di sentenza corte costituzionale. come sostengo da tempo questi sono i ricorsi veri da fare. comitato 96, se ci sei batti un colpo. ancora brava, anna.

  774. nerone 1952 attenzione:

    Domanda.
    per chi ha già presentato la domanda cartacea a Novembre, visto che è citata nell’atto (….. con la possibilità, già nei mesi di ottobre e novembre del 2011, di poter presentare domanda di collocamento a riposo e di dimissioni ai sensi del richiamato decreto del Presidente della Repubblica n. 351 del 1998, finalizzata al trattamento di quiescenza ai sensi della legge n. 247 del 2007…..) non è il caso di allegarla all’atto di significazione preparato dall’avv. Naso?
    Un saluto a tutti e grazie
    Franco

  775. anna maria attenzione:

    per giuseppe grasso
    forse è da intendere diritto acquisito al par.7 della pagina 2?

    Ove non venisse applicato il suddetto criterio, generale e generalizzato in tutte le riforme pensionistiche che si sono succedute nel tempo, lo/a scrivente si vedrebbe p r i v a t o di un diritto quesito al collocamento in quiescenza sulla base della normativa pensionistica applicabile al momento dell’inizio dell’anno scolastico 2011/2012. ”
    Grazie di tutto
    anna maria

  776. Maria grazia padova attenzione:

    @Giuseppe Grasso
    Come suggerito, aspetto a mandare l’atto. Non sarebbe il caso di mandarlo “per conoscenza” anche alla nostra sede di servizio?
    Corro a scuola…

  777. Raoul52 attenzione:

    @ Manuela Ghizzoni
    @Comitato
    @Tutti

    Stranamente vedo che il mio intervento di ieri sera delle ore 22:30/23:00 con link annesso alla home page del sito è stato cancellato (in moderazione per + ore),…forse per un disguido o un problema tecnico- al palmare dell’on. Manuela.

    Ripeto il link al sito:

    http://requisitiscuola2012.wordpress.com/

    ps. il file è in formato .doc

  778. Manuela Ghizzoni attenzione:

    @Tutti
    Scusate la tardiva apparizione sul blog di alcuni interventi: la responsabilità e della strumentazione tecnologica. Ricevo a singhiozzo e con estrema lentezza sul parlamere (raramente sono davanti ad un pc) i commenti da autorizzare: ecco perchè non li vedete pubblica. Spero di riuscire a risolvere il problema

  779. Filomena attenzione:

    Non intendo cero valutare il lavoro svolto dall’avvocato ma, in qualità di dipendente che avrebbe presentato domanda di pensionamento con 40 anni di contributi,rilevo che solamente nella penultima riga della premessa si fa riferimento a questa circostanza ( e quasi per inciso ), invece in due punti ben più sostanziosi (nella lunga premessa in alto a pag 2 relativa alle quote e nella vera e propria intimazione) si accentua il discorso delle quote. Sono piuttosto delusa.
    Comunque altra richiesta, già avanzata ,riguarda le domande cartacee inoltrate a sett/nov , anche perchè L’UST ha già richiesto tutte le istanze di pensionamento a prescindere dal oro inserimento online.Confidando in un riscronto sulle due situazioni illustrate ,ringrazio comunque chi sta lavorando per il “bene comune”

  780. Deiana Luigi attenzione:

    A Giuseppe Grasso
    Al Comitato 96
    Per inviare la diffida c’è un limite di data? All’Avv. non ho inviato il modulo per il ricorso al Giudice di Lavoro, posso farlo comunque?. Siate gentili un’ultima domanda; Qual’è la differenza sostanziale tra il ricorso al Giudice del Lavoro e il ricorso al TAR? per poter “in caso divincita”andare in pensione almeno dal I° settembre 2013? Come sempre diciamo in Sardegna ” FORZA PARIS” (Forza tutti insieme)

  781. Paola P attenzione:

    Ho letto “l’Atto di Significazionee di Denuncia” è già dall’oggetto non mi ci ritrovo.

    Si parla solo del raggiungimento della “quota 96″.

    Io raggiungo i 40 anni di contributi nel 2012 a prescindere dall’età, questo era un requisito previsto nella normativa previgente per maturare il diritto alla pensione.

    Sono cambiati gli obiettivi del Comitato?
    E’ una scelta strategica dell’avvocato?
    E’ una dimenticanza?

  782. VALERIA '52 attenzione:

    Ancora una richiesta di chiarimento sui tre destinatari.
    Io sono residente ed in servizio a Busto Arsizio (VA)
    1) MIUR Roma ok
    2) Ufficio Scolastico Regionale (nel mio caso Milano). Non l’Ufficio Scolastico Provinciale (ex-Provveditorato) che è sempre stato l’ufficio di riferimento per ogni pratica?
    3) INPS ex-INPDAP (nel mio caso c’è a Varese come ex-INPDAP, mentre a Busto Arsizio c’è da sempre solo l’INPS (non esisteva l’INPDAP).
    In buona sostanza chiedo se le sedi provinciali non debbano essere destinatarie dell’atto di significazione.
    grazie

  783. Agnese Chiara Farigu attenzione:

    @Anna52,
    il tuo contributo è davvero interessante e mi auguro che possa fare anche al caso nostro, in aggiunta all’atto di diffida e signicazione, grazie.

    @Giuseppe Grasso
    potrebbe servire anche a noi ricorrere all’UE come dice Anna52? Perchè non proporlo all’avvocato Naso? Mi pare che contenga molte motivazioni utili e concrete su cui riflettere.
    Infine una chiarimento: con l’atto di significazione e diffida si chiede di spostare il riconoscimento dei requisiti al 31 agosto 2012….ma con la data di pensionamento al 1.09.2013….cioè con quanto predisposto dalla legge Berlusconi7Tremonti/Sacconi (finestra mobile9?

  784. Antonio Busato attenzione:

    lino attenzione:
    marzo 21st, 2012 at 9:43 am
    anna 52, sei stata fantastica nel trovare e mettere in rete il ricorso di un vostro collega con tanto di sentenza corte costituzionale. come sostengo da tempo questi sono i ricorsi veri da fare. comitato 96, se ci sei batti un colpo. ancora brava, anna.

    Visto il post di anna52 e CONSIDERATA la sua importanza. Senza nulla togliere all’importanza di un ricorso in tal senso, visto il commento di Lino che trova conferma alle tesi da lui sostenuta da tempo, DOBBIAMO DEDURNE CHE I NOSTRI, NON APPARTENENDO ALLA “SUA” CATEGORIA, NON SIANO VERI MA DELLE BURLETTE?
    Caro Lino, noi i colpi mi sembra che li battiamo, magari uno alla volta. Forse sarebbe meglio che tu contassi fino a 10 o meglio 100, prima di postare! Magari leggiamo le cose, le teniamo pronte e andiamo per priorità per non sovrapporle. Adesso mi sembra ci sia una priorità da portare avanti (la stesura definitiva dell’Atto). Stiamo lavorando anche per il sito, per rispondere a mail private, per rispondere sul blog e non 5′ al giorno.
    Infine…….MAGARI (SEMPRE) DOBBIAMO ANCHE ANDARE AL LAVORO.
    GRAZIE.

  785. Raoul52 attenzione:

    @Tutti
    Attenzione: aspettate-pazientate prima di inoltrare la documentazione -“Atto di Significazione e Diffida”-, perchè il Comitato ha proposto delle modifiche ad alcuni emandamenti, che saranno sottoposte all’avv. D. Naso per verificarne l’accettabilità.
    Grazie

  786. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ TUTTI: Atto diffida: istruzioni ultime 21 marzo ore 10.30

    Prego tutti i colleghi di aspettare oggi pomeriggio per avere la versione definitiva dell’atto diffida.
    Sono a scuola e, pur avendo ricevuto l’atto dall’avv. Naso, potrò mandarlo solo nel pomeriggio.
    Posso aggiungere che:
    1. Si può mandare anche in busta chiusa visto che si tratta di Pubblica Amministrazione;
    2. Sono tre le copie da riempire e da mandare alle rispettive amministrazioni della vostra zona;
    3. Le intestazioni restano all’inizio dell’atto;
    4. Sono stato operati dall’avv. Naso, dopo gli interventi di Vincenzo Linardi, alcuni opportuni emendamenti utili che tuttavia non midificano l’essenza e lo spirito dell’atto;
    5. Spedite, se possibile, entro domani;
    6. Nella compilazione, ripeto, dovete procedere secondo i vostri dati;
    7. Spero tutto sia ora più chiaro;
    8. Ecco le indicazioni dell’avvocato virgolettate per riempire i tre atti:
    “Le invio il testo definitivo della diffida che dovrà essere inviato entro la data del 30 marzo 2012, al fine di rispettare la stessa data di scadenza indicata dalla circolare del MIUR.

    Andranno, pertanto, inviate le 3 raccomandate ai 3 soggetti indicati nell’intestazione dell’atto di diffida curando la compilazione degli indirizzi sulla base della sede di titolarità di ogni ricorrente.

    Si ricorda, infine, che il termine ultimo per la ricezione della documentazione presso il mio studio è stato fissato per la data del 12 aprile 2012.

    Si invitano tutti gli interessati a sollecitare l’invio della documentazione per la partecipazione al ricorso collettivo.

    Cordiali saluti

    Domenico Naso”
    A presto e buona giornata.

  787. Antonio Busato attenzione:

    L’Atto, nella sua stesura definitiva, verrà pubblicato appena possibile nel sito di Raoul.

  788. DOMENICO B. 52 attenzione:

    Il 21/3/2012 ho inviato i documenti all’avv. NASO e il bonifico per il Comitato quota 96. Alcuni politici che appoggiano il governo Monti dicono Forza Elsa, Forza Fornero, non arrenderti, resisti, (sfascia tutto) e noi a chi dobbiamo osannare ? Si c’è l’abbiamo Forza Manuela, Forza Sig.ra Bastico, Forza a quelli che si prodigano alla nostra causa. Non arrendiamoci, speriamo che non ci affossano per davvero.

  789. DOMENICO B. 52 attenzione:

    OK, è la rabbia.

  790. Giuseppe Grasso attenzione:

    ò TUTTI: sono a scuola e nel pomeriggio avrete l’ultimo testo dell’atto di diffida. Pazientate. Grazie. Qui rispoondo al volo ad alcuni quesiti dalla sala prof.

    @ Paola P @ Filomena e altri…

    E’ stata messa una modifica nell’oggetto dell’atto di diffida con la dicitura relativa ai 40 anni.
    Aspetta che nel pomeriggio io mando il testo al sito di Raoul.

    @ Deiana luigi

    La diffida va fatta entro il 30 marzo poi c’è tutto il tempo che vogliamo per ricorrere.

    @ Agnese Chiara Farigu

    Intanto pensiamo ai due ricorsi. Poi si vedrà per l’UE.

    @ Anna Maria

    Si dice “quesito” in linguaggio legale.

  791. Andrea Zolli attenzione:

    Ho appena parlato con l’avv.Naso e gli ho chiesto se , visto che ho fatto domanda sia online che cartacea di pensione cliccando l’opzione quota 96 al 31.12.2011 (pur non avendo 60 anni, sommando mesi di contribuzione e mesi di eta’ al 31.12.11 raggiungevo quota 96) ,dovevo ritirarla e inoltrare agli uffici competenti la diffida da lui preparata.La risposta e’ stata NO!!!
    Le 2 cose non sono incompatibili.
    Giuseppe Grasso , Antonio Busato cosa ne pensate?Grazie!!

  792. franco attenzione:

    l’atto di significazione e diffida lo deve fare anche chi ha gia’ inoltrato domanda di pensionamento. per favore qualcuno risponda.
    francoviv.50501950@tiscali.it

  793. raffeale attenzione:

    @Giusreppe Grasso
    solo un piccolo chiarimento sull’invio dell’Atto. A Bari ci sono sia l’ufficio INPS che quello INPDAP. Potresti gentilmente chiarirmi a quale dei due indirizzare la raccomandata. Grazie per il lavoro che stai facendo.
    Raffaele Carozza

  794. diana 52 vicenza attenzione:

    Sono tra coloro che non adiranno alle vie legali,ma sostengo il Comitato di cui sono fiera di far parte.
    Inviato bonifico al Tesoriere questa mattina.
    Un abbraccio a tutti voi,
    Diana

  795. Anselmo 49 attenzione:

    Penso che non si debba cambiare niente del ricorso messo in rete.
    Lo ritengo logicamente e giuridicamente inattaccabile.
    Se ci sono situazioni particolari,possono essere trattate a parte.
    Un saluto all’on.Ghizzoni.

  796. marinaTS attenzione:

    Sono passati 10 giorni da quando ho trasmesso la documentazione all’avvocato Naso con racc. e ricevuta di ritorno- ma non ho ricevuto nessun riscontro. Abito a TS. Spero di ricevere presto la conferma.
    Considerando che vedo un’altra mia omonima ho pensato di aggiungere al mio nome la TS.

  797. carla spadoni attenzione:

    @ Giuseppe Grasso
    il mio indirizzo mail: carla.spadoni@alice.it dove puoi mandarmi copia della diffida
    entro domani spedisco il ricorso ed effettuo i versamenti
    grazie carla spadoni

  798. rosella attenzione:

    Vorrei sapere, per favore, se con l’adesione al ricorso al TAR è opportuno/necessario produrre domanda di pensionamento e in che termini. Grazie!
    Mi sembra una buona idea aderire anche al ricorso alla Comunità Europea indicato da anna 52.
    Speriamo di uscirne in qualche modo!

  799. rosetta cappellari attenzione:

    @ Maurizio Giovannetti
    Ho inviato il bonifico bancario di 25 euro in data 19/03/2012 tramite la CRA di Brendola, sede di Cornedo Vicentino. Il numero di bonifico è il seguente: 00003546281. Poiché non mi trovo tra quelli dell’elenco, potresti, gentilmente, aggiungermi? Grazie. Rosetta.

  800. lino attenzione:

    @ antonio busato, indata 13 marzo u.s. suggerivo il ricorso alla corte dei diritti europea supportato da flora e rita; nessuno di voi che non finiremo mai di ringraziare, mi riferisco a te, a grasso, a raoul, ha detto una parola in merito. ma non e’ forse questo un dibattito? pero’ e’ bastato che in maniera provocatoria dicessi comitato batti un colpo che subito ecco materializzarsi la risposta che in sostanza vuol dire prima di parlare sciacquati la bocca. non mi sembra una risposta degna di un insegnante anche se comprendo la stanchezza che dovete provare. in quanto al lavoro io ho gia’ dato abbondantemente con turni e notti e se vi seguo e’ perche’ sono preoccupato per mia moglie che forse soffre un po’ più di voi essendo in segreteria. comunque ho raggiunto il mio scopo:hai letto. qualcuno di voi, secondo quanto postato da anna 52, ha seguito altre vie e non mi sembra uno sprovveduto. ti chiedo scusa se ho urtato la tua suscettibilita’. quando ci conosceremo personalmente ti offriro’ da bere. ciao.

  801. franco attenzione:

    quanti siamo della provincia olbia-tempio che intendono fare ricorso al giudice del lavoro.la spesa sarebbe troppo elevata.francoviv.50501950@tiscali.it

  802. maria eugenia ciotta attenzione:

    Effettuato versamento di euro 25 con cc postale da Palermo. Apprendo ora che sarebbe stato meglio fare un bonifico in quanto i nominativi non vengono trtasmessi Ad ogni modo posso produrre gli estremi del bollettino di conto corrente ed eventualmente un fax.

  803. vincenza attenzione:

    @Annunziata
    ho appena telefonato al mio sindacalista e mi ha confermato che ancora si possoo riscattare periodi di servizio e gli anni universitari per raggiungere sia i fatidici 40 anni sia q96.Informati bene e procedi pure nella tua corsa, non lasciarti scappare l’occasione. Tienimi al corrente.

  804. TONIA52 attenzione:

    x Giuseppe Grasso
    le tre intestazioni all’inizio dell’atto diffida vanno modificate in base alla nostra regione di appartenenza?Oppure tutto rimane invariato sull’atto diffida e cambiano gli indirizzi dei tre destinatari?

  805. leopoldo attenzione:

    leopoldo52
    @ Grasso
    ti chiedo cortesemente di delucidarmi sull’inoltro dei due ricorsi da effettuare. La scelta del ricorso da inoltrare (dei due proposti) in base a quali criteri deve essere effettuata? Tieni presente che ho già compilato il tutto, aspetto solo le mofifiche da apportare. Grazie!

  806. Linda attenzione:

    @Maurizio Giovannetti (tesoriere)
    Scusami, ho fatto il bonifico lunedì mattina ma non trovo il mio cognome e nome nell’ultimo elenco. Grazie. Miralto Teodolinda

  807. silverio53 attenzione:

    @ Grasso
    @ tutti quelli che nel 2012 raggiungono 40 anni di contributi a prescindere dall’età.

    Mi rendo perffettamente conto che siamo una minoranza (40 anni di contribuzione a prescindere dell’età) , che questi sono momenti concitati e che l’avv, Naso non può rispondere a tutti.

    L’atto di significazione e diffida cosi’ com’è stato predisposto non va bene per la nostra situazione.

    Non si tratta di cambiare solo l’oggetto, ma soprattutto l’inizio della pagina 2.
    Per la pag. 3 basta sostituire “della c.d. quota 96″ con “dei 40 anni di contribuzione”

    Asppettiamo fiduciosi la nuova stesura dell’atto di significazione prima di disturbare l’avvocato. il tempo c’è.

    Grazie per la pazienza e per tutto quello che state facendo.

  808. Maria grazia padova attenzione:

    Questo è l’elenco che ho trovato con gli indirizzi degli uffici scolastici regionali.
    http://attiministeriali.miur.it/UserFiles/2462.pdf

  809. brunella attenzione:

    ma per noi di quota 96 non va bene cosi’ il testo del ricorso?

  810. ROSANNA 51 attenzione:

    @ G. Grasso e Raoul 52
    Non se il mio sia un suggerimento efficace e pertinente visto che annaspo nel mare di blog- post- form, ecc…., ma suggerirei a G. Grasso , a Raoul 52 e a tutti coloro che inseriscono aggiornamenti su quello che sta accadendo e sul da farsi ( tipo” atto di significazione e diffida”) su “requisitiscuola2012″ di indicare la data in cui si scrive.
    Chi, infatti, non segue costantemente l’ultimo Blog messoci a disposizione dall’on. Ghizzoni, rimane disorientato.
    Mi sembra di capire di temporeggiare un altro pò prima di inviare l’atto per consentire all’avv. Naso di apportare alcune variazioni.E’ così?

  811. cettina attenzione:

    Ho appena sentito un patronato ,mi dicono che il ricorso è soloper quota 96 e non per quelli che maturano 40 anni

  812. rita degli esposti attenzione:

    per maria Grazia Padova: guarda che non è aggiornato a Venezia è in Riva de Biasio controlla

  813. tiziana attenzione:

    @comitato quota 96
    sabato 17 ho fatto all’ufficio postale di Pedaso (FERMO) il versamento dei 25€ a nome:tiziana misantone. Solo ora apprendo che non era la giusta modalità.
    Ditemi se sono sufficienti queste informazioni o se devo inviare e dove copia della ricevuta.

  814. Maria grazia padova attenzione:

    Scusate, alcuni indirizzi sono cambiati

  815. Silvana 52 OR attenzione:

    Ho appena inviato bonifico di 25 euro,prego inserirmi elenco,grazie
    SILVANA 52 OR

  816. FLORA attenzione:

    @ Giuseppe Grasso
    scusa se ti importuno ma proprio ora sono andata al sindacato con altri colleghi nella nostra situazione, che però, per ora, non sono iscritti al nostro ricorso . Il sindacalista ci ha consigliato di andare da lui nei prossimi giorni e fare la domanda in cartaceo, perchè non è ancora legge il fatto che debba essere on line, dopo di che il sindacato impugnerà il diniego che avremo per fare ricorso. A questo punto mi chiedo: che faccio? posso fare domanda anche io come loro e proseguire con l’avvocato il nostro ricorso o devo astenermi perchè le due strade sono incompatibili? Non posso percorrerle entrambe contemporaneamente? perchè? Spero di avere una risposta certa in tempi stretti, perchè purtroppo nei prossimi giorni devo andare in gita con la scuola e vorrei sistemare le cose prima della partenza. Grazie

  817. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ TUTTI: ATTO SIGNIFICAZIONE E DIFFIDA

    Ho appena mandato l’atto definitivo in oggetto dopo che si è tenuto conto di alcune importanti modifiche in merito sia alla quota 96 sia ai 40 anni di contribuzione.
    Sono stati altresì inseriti altri due punti suggeriti da Vincenzo Linardi.
    Ognuno compili individualmente il modello di domanda personalizzandolo con i propri dati anagrafici.
    Le intestazioni delle 3 amministrazioni variano a seconda della regione e quindi dovete verificare voi stessi a quale amministrazione appartenete.
    Le intestazioni rimangono in alto tutte e tre per la visibilità degli enti riceventi.
    L’atto di significazione e diffida vale esclusivamente per il ricorso individuale dinanzi al giudice del lavoro.
    Il ricorso collettivo al TAR sarà invece gestito per tutti direttamente dall’avv. Naso sulla base dell’adesione ricevuta.
    Silverio 53: non devi sostituire quota 96 con 40 anni perché c’è scritto sia nell’oggetto sia nel testo dell’atto.
    Per gli uffici INPS dovete provvedere voi.
    Buon lavoro e… in bocca al lupo!

  818. carlo B attenzione:

    PICCOLI DUBBI: INDIRIZZI ATTO DI DIFFIDA

    Mi riferisco alle indicazioni dell’Avvocato Naso riportate in un recente commento di Giuseppe: “… inviate le 3 raccomandate ai 3 soggetti indicati nell’intestazione dell’atto di diffida curando la compilazione degli indirizzi sulla base della sede di titolarità di ogni ricorrente”.

    Dei tre indirizzi ai quali inviare l’atto di diffida, solo il primo, quello relativo al MIUR, è comune a tutti e non crea problemi.
    E’ quello, diremo “di default” già indicato nell’atto.

    In merito al secondo, diverso per Regione, invece non mi ritrovo nella lista appena postata da Maria grazia padova 21 marzo at 3:57 pm: ho fatto solo due controlli (Regione Emilia Romagna, la mia, e Regione Lazio, quella risultante di default nella lettera dell’Avvocato) e nessuno dei due concorda.
    L’indirizzo che ho ottenuto io, sia presso la mia scuola che sul sito dell’Ufficio è:
    Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia Romagna, Via De’ Castagnoli, 1 – 40126 Bologna.

    Il merito al terzo e ultimo indirizzo, quello relativo alla sede INPS ex INPDAP, ho trovato ancora più confusione nelle risposte ricevute telefonicamente.
    In primo luogo, qualcuno mi ha consigliato di scrivere non alla sede provinciale ma alla Direzione centrale.
    In secondo luogo, per chi si trova nella mia situazione, di residenza diversa dalla sede di lavoro, pare che, almeno per le richieste che hanno a che fare con la pensione, la competenza spetti alla sede di residenza e non a quella di titolarità (che sarebbe invece valida per la buonuscita).

    Che pensare?
    Interpelliamo l’Avvocato?
    Qualcuno, nel frattempo, ha già trovato soluzione ai miei dubbi?

  819. OSAM attenzione:

    Non riesco proprio capire quelli che scrivono per segnalare di essere andati a parlare con qualche sindacalista.
    Partecipare al percorso messo in piedi da QUOTA 96 non è un obbligo per nessuno; chi non si fida si rivolga ad altri.
    NON AVETE ANCORA CAPITO CHE I SINDACATI (tutti) NON HANNO ANCORA CAPITO DI COSA STIAMO PARLANDO?

  820. Serena51 attenzione:

    @Maurizio Giovannetti (tesoriere)
    Effettuato bonifico.
    Domani invierò documentazione all’avvocato che ha risposto positivamente ai miei quesiti. E d’ora in poi incrociamo le dita!
    Se tra i colleghi c’è qualcuno di Pistoia (o zone vicine), lo prego di contattarmi!
    A tutti voi amici, grazie

  821. eliana52 attenzione:

    Dove si trova questo atto di significazione e diffida? Non ci si capisce più niente, forse per questo è più facile farsi seguire da un sindacato passo per passo. Tutti i sindacati fanno fare la domanda di pensione: chi ha ragione?

  822. vincenzo52 attenzione:

    @ Ghizzoni
    @ Grasso
    @ Comitato
    @ Tutti

    Ciao a tutti.

    Ho appena parlato con la Redazione del giornale “PRIMA PAGINA” di Modena che mi ha assicurato e confermato che domani mattina, 22/03/2012, il Quotidiano in oggetto, parlerà di NOI, di Quota 96 e dei relativi problemi.

    Grazie a tutti, Vincenzo C.

  823. Antonio Busato attenzione:

    @lino attenzione:
    marzo 21st, 2012 at 1:18 pm
    Guarda, mi dispiace ma mi sono spiegato male. Io non mi permetto di dire “sciacquati la bocca” a nessuno perché è offensivo. Ti prego anche di non usare la parola suscettibile perché uno suscettibile non ripete le stesse cose mille volte come talvolta ho fatto io. Guarda il tono che hai usato tu e la risposta che ti ho dato. Non mi sembra che le cose stiano così.
    Allora ti rispiego meglio il mio pensiero:
    CONSIDERO OTTIMA LA PROPOSTA DI ANNA52 E MI SEMBRAVA DI AVERLO DETTO! SOLO CHE ADESSO E’ PREMATURA PERCHE’ CI SONO COSE PIU’ URGENTI. VOLEVO DIRE CHE CI PARLEREMO PIU’ AVANTI.
    Questo non è il momento del dibattito, perchè ci sono persone che hanno problemi a trovare gli indirizzi! Vogliamo fare una cosa alla volta e magari lasciar perdere chi è più o meno stanco (cosa facciamo, ancora la guerra tra poveri!)?
    Io non ho ancora avuto il tempo di compilare i miei documenti da spedire perché sono tornato da poco dall’ingegnere informatico (potrei mettere le istruzioni per aderire ala mailing list in quanto è perfettamente operativa, però ti immagini il caos se lo facessi ORA?).
    Adesso cerco di mettere le istruzioni per trovare gli indirizzi ed avere la stesura definitiva dell’avvocato Naso. Però non è che “io sia nato imparato” come dicono a Roma. Cerca di capire che anch’io provo a barcamenarmi per aiutare chi è in difficoltà, sperando di non sbagliare.
    Per cui porta pazienza se qualche volta “sbotto”, guarda la sostanza più che la forma di ciò che dico.
    Da ultimo ti devo comunicare che HAI FATTO UN GROSSO ERRORE: HAI OFFERTO DA BERE AD UN VENETO ED ORA NON PUOI PIU’ RITIRARTI……GUARDA CHE IO TI ASCIUGO LA CANTINA!!! CIAO!

  824. Antonio Busato attenzione:

    @TUTTI
    ATTENDERE LA PUBBLICAZIONE DELLA STESURA DEFINITIVA DELL’ATTO DELL’AVV. NASO NEL SITO DI RAOUL.
    ISTRUZIONI PER TROVARE INDIRIZZI:
    Fermo restando che l’indirizzo per il MIUR è quello già scritto nell’atto. Per conoscere l’indirizzo regionale, bisogna fare una ricerca su Google, scrivendo: Ufficio Scolastico Regionale del (Regione di appartenenza). Per conoscere l’indirizzo INPS, scrivere (sempre su Google): INPS sede territorialmente competente (aggiungendo il proprio Comune di residenza).
    Raoul pubblicherà questa nota nel suo sito.

  825. nico attenzione:

    Ho appena mandato all’avv. Naso questo suggerimento
    – la comunicazione anche alla scuola di titolarità,trattandosi di domanda di pensionamento
    – alla prima pagina la titolarità presso…………. con servizio presso………….
    – sempre alla prima pagina anziantà: contributiva comprensiva di periodi riscattati/ricongiunti / riscattabili/ricongiungibili alla data 31.8.12
    (molti sono indecisi se riscattare o meno alla luce della riforma anche perchè nel sud gli USP sono in ritardo per esempio nell’interpretazione della Legge 45
    – alla pag. 2 privato anzicchè provato.
    – le raccomndate credo debbano essere 4 (scuola di titolarità’+ 3)
    – le pagine devono essere tutte fimate dal ricorrente.
    Il tutto in 4 buste chiuse con raccomndata ar
    cordialità Nicola

  826. rosa attenzione:

    @Maurizio Giovannetti @Giuseppe Grasso
    @Tutti
    Stamattina ho inviato il bonifico di 25 euro al tesoriere per il ComitatoCivico quota 96. Vi prego di inserirmi.
    Poi vorrei sapere, il ricorso al TAR entro quando dovrebbe partire ?
    La data entro il 12 aprile si riferisce alla ricezione dei documenti per il suddetto ricorso? Grazie .

  827. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ ATTENZIONE IMP. a proposito dell’ATTO di DIFFIDA…

    Nella sezione “Intima e diffida”, alla p. 3, coloro che, invece della quota 96 raggiungono i 40 anni di anzianità devono sostituire la frase “della c. d. quota 96″ con la frase “di 40 anni di anzianità”.
    In bocca al lupo!

  828. marcella attenzione:

    L’Atto predisposto dall’Avv. Naso mi sembra che non preveda il caso di Coloro che – senza l’Art.24 – sarebbero andati in pensione nel settembre 2012.

    E’ per questi ultimi che la Riforma_Fornero non ha dato neanche 12 mesi di preavviso.
    E’ il caso di tutti coloro che avrebbero potuto presentare (ovvero hanno presentato) domanda di Dimissioni ai sensi del DPR 351/98 , senza dover invocare l’Art.59 comma 9 Legge 449/97.

  829. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Flora

    Puoi fare le due cose insieme, secondo me e secondo Naso. Sappi comunque che l’atto di significazione e diffida vale ANCHE come domanda di pensionamento in base ai nostri diritti e non come dimissioi volontarie.
    In bocca al lupo!

  830. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Leopoldo

    Ci sono due ricorsi:
    1 collettivo al TAR;
    2. individuale al giudice del lavoro, ed è personale.
    Ora scegli tu quale fare, o il primo o il secondo, o tutti e due.
    La documentazione è sul sito.

  831. anna52 attenzione:

    A TUTTI,

    MI SONO UN Pò DOCUMENTATA SUL SITO DELLA COMUNITà EUROPEA :
    http://www.politicheeuropee.it/attivita/15137/cose-una-procedura-dinfrazione

    PARLIAMONE CON CALMA, IO NON HO MANDATO NIENTE : ASPETTO LUMI DA QUALCHE ESPERTO !!!NON MI SEMBRA , PERò, UNA CATTIVA IDEA !!!
    sCUSATE PER LA STRANA SCRITTURA ,MA IL MIO COMPUTER è IN TILT !!!
    P.S.
    HO FATTO IERI IL BONIFICO PER IL COMITATO

  832. Silvana 52 OR attenzione:

    Entro quale data dobbiamo inviare la diffida? Chi ha presentatato la domanda di pensionamento in cartaceo prima dell’approvazione della legge Fornero deve citarla e o accludere copia? grazie

  833. Raoul52 attenzione:

    @TUTTI

    Agg. di oggi /Mercoledì 21 Marzo 2012/

    “Atto Significazione e Diffida”

    è in home page sul sito:

    http://requisitiscuola2012.wordpress.com/

    ps. il formato del file è .doc

    FORZA

  834. ANTONELLA attenzione:

    @ Cettina, Paola P., Filomena

    Penso proprio che il sindacato abbia ragione e sono alcuni giorni che lo ripeto inascoltata: il ricorso per le donne che quest’anno maturano i 40 anni non ha senso, perchè comunque ci andrete il prossimo anno con i 41 richiesti dalla riforma Fornero.

  835. paola rizzo attenzione:

    @ TUTTI: Così mi ha risposto l’On. Di Pietro:

    Gentile Paola,

    rispondo alla sua mail del 14 marzo scusandomi del ritardo. Comprendo le ragioni della sua rabbia e del suo sfogo per le scelte ingiustificabili dell’attuale governo. Come di certo saprà, noi dell’Italia dei Valori abbiamo votato contro l’iniqua manovra di Monti e contro il mille proroghe perché non accettiamo tattiche truffaldine per far quadrare i conti. È per noi fondamentale tutelare il diritto di tutti quei lavoratori, che hanno lavorato e pagato i contributi per tutti questi anni, di poter accedere alla pensione, indipendentemente dall’età e abolire tutte le cosiddette finestre che hanno artificialmente allungato gli anni di lavoro, non rivalutando la pensione. Monti ha chiesto sacrifici alle fasce economiche svantaggiate senza toccare i privilegiati, inclusi, per esempio, i politici e quelli che in pensione ci sono già andati e con cifre da capogiro. Abbiamo presentato numerosi emendamenti correttivi, respinti dal governo, che avrebbero evitato questa macelleria sociale. Ma non abbiamo intenzione di mollare, per cui insisteremo fino a quando non verranno applicate quelle misure che riteniamo indispensabili per assicurare il diritto ad una pensione equa e dignitosa per tutti i lavoratori.

    Cordialmente,

    Antonio Di Pietro

  836. franco attenzione:

    L’anno scolastico 2011- 2012 sarà un anno vuoto per le pensioni della scuola.In pensione andranno solo gli insegnanti che hanno acquisito il diritto nell’anno precedente 2010-2011.Con la sua caparbietà ed ostilità Fornero ci nega il leggittimo diritto di poter andare in pensione nell’anno in corso.Non si rende conto di aver commesso un’ intollerabile ingiustizia a danno degli insegnanti,a cui dovrà renderne conto al termine dei ricorsi.

  837. mario' attenzione:

    salve a tutti
    possibile che non ci sia nessuno che commenti l’attacco fatto all’art. 18 ? Vi rendete conto che è in gioco l’avvenire dei nostri figli?
    Nei nostri confronti il governo ha commesso una ingiustizia, ma con lo stravolgimento dell’art. 18 sta attuando un attacco a tutti i lavoratori, li sta privando del diritto di avere un Lavoro così come è scritto nel primo articolo della Costituzione.
    Il nostro problema, scusatemi, è diventato secondario ed oggi non posso che essere pronto a scendere in piazza a fianco della CGIL.
    Mi chiedo cosa farà il PD.
    Spero vivamente che si risvegli in tutti il senso di giustizia, non legata a fatti personali, ma legata al bene comune. Il nostro paese è un grande paese e merita un futuro fatto di Lavoro

    mario aquino

  838. renato bonanno attenzione:

    Purtroppo nel contenuto, l’atto preparato non mi sembra tanto adatto per coloro che maturano i 40 anni di servizio entro il 31/08/2012.
    Nessuno di noi , avendo maturato i suddetti 40 anni, chiede di andare in pensione dal 1° Settembre dell’anno successivo 2013.
    La legge pre Fornero ci dava il diritto di andare in pensione dal 1° Settembre 2012.
    Tant’è che io avevo ricevuto la lettera di pre-licenziamento che mi avvisava del collocamento in pensione dal 1° Settembre 2012.
    A tale lettera non è seguita altra comunicazione ufficiale da parte della Scuola, se non la presa visione della circolare sulle modalità di pensionamento secondo la nuova legge.
    Ora, sinceramente mi trovo disorientato e non so cosa fare.
    Qualcuno si trova nelle stesse mie condizioni?
    Come vi siete regolati?
    Per concludere, penso che quell’atto vada un tantino modificato e personalizzato da coloro che al 31/08/2012 avranno la contribuzione massima dei 40 anni.

  839. Anonimo attenzione:

    @ Antonella
    Non è vero che si andrà in pensione l’anno successivo.Leggi bene l’interpretazione UIL e comunque il requisito si alza a 41 anni e 5 mesi…quindi non è detto…oltretutto entro il 31/8…
    e poi ci sono le penalizzazioni!

  840. elda attenzione:

    a ANNA 52
    agli interessati
    verificato indirizzo e-mail per ricorso/denuncia alla Commissione della Comunità Europea.
    è quello da te pubblicato: sg-plaintes@ec.europa.eu

  841. aurora attenzione:

    @antonella Mi spiace, ma non è affatto scontato che se una donna farà 40 anni di anzianità nel 2012 andrà in pensione nel 2013,perchè la riforma fornero nel 2013 chiede un’anzianità di 41 anni e 5 mesi. Mi sembra ci sia un pò di confusione sull’argomento

  842. rita-c attenzione:

    @GIUSEPPE GRASSO

    HO BISOGNO DI UN CHIARIMENTO RELATIVO ALL’ATTO DI SIGNIFICAZIONE: NELLA PAG. 2 DICE CHE SI POTEVA FARE DOMANDA DI COLLOCAMENTO A RIPOSO NEI MESI DI OTTOBRE E NOVEMBRE 2011, MA IO L’HO FATTA (CARTACEA PERCHE’ A TRENTO SI FA SOLO COSI’) NEL FEBBRAIO 2011. NEL MIO CASO, PUO’ ESSERE UN PROBLEMA QUELLA DICITURA?
    TI RINGRAZIO MOLTO PER LA RISPOSTA CHE GENTILMENTE MI DARAI.

  843. Gianfr52 attenzione:

    Prego Silvana 52 OR di contattarmi : gianmuzz@tiscali.it

  844. elda attenzione:

    a Antonella, Cettina, Paola P., Filomena
    qualche sindacalista dà a volte risposte generiche e imprecise.
    non è vero che per quelli che hanno 40 anni di servizio al 31/08/2012 il ricorso sia inutile in quanto uscirebbero tra un anno nel 2013 con i 41 anni richiesti dalla riforma Fornero.
    e i mesi ve li siete scordati?
    se uno raggiunge i 40 anni quest’anno, ma senza mesi in più(almeno 2!), non esce neanche nel 2013, quando serviranno 41 anni +2 mesi.
    e dal 2014 è peggio!

  845. Renato O attenzione:

    ANTONELLA attenzione:
    marzo 21st, 2012 at 5:45 pm
    “Penso proprio che il sindacato abbia ragione e sono alcuni giorni che lo ripeto inascoltata: il ricorso per le donne che quest’anno maturano i 40 anni non ha senso, perchè comunque ci andrete il prossimo anno con i 41 richiesti dalla riforma Fornero.”

    Antonella non tieni conto che
    41 anni + 1 mese valgono come requisito per il 2012
    41 anni + 5 mesi valgono come requisito per il 2013
    41 anni + 6 mesi valgono come requisito per il 2014

  846. silverio53 attenzione:

    @ tutti quelli con 40 anni di contributi a prescindere dall’età.

    MI PERMETTO DI SUGGERIRE UN ULTERIORE CAMBIAMNETO ALL’ATTO DI DIFFIDA A QUELLI GIA PROPOSTI:
    INZIO PAG 2:
    “All’avvio dell’anno scolastico 2011/12 (1^ settembre 2011) era infatti vigente il sistema DEI 40 DI CONTRIBUZIONE A PRESCINDERE DALL’ETA’ E QUELLO delle cosiddette “quote”, date dalla somma dell’età anagrafica e dall’anzianità contributiva (legge 23 agosto 2004, n. 243, così come modificata dalla legge 24 dicembre 2007, n, 247), ecc,ecc……..”

    Un saluto a tutti
    Silverio

  847. Giorgia Benetti attenzione:

    @ Andrea Zolli

    Anch’ io ho parlato oggi con lo studio dell’ Avv. Naso, e mi è stato detto di NON inviare la domanda cartacea ma solo l’atto di diffida. Forse incominciamo ad essere un po’ stanchi, ma io avverto un po’ di confusione, almeno nella mia testa. Però continuiamo!….

  848. Paola P attenzione:

    @Giovanni Grasso
    Ho riletto il nuovo “Atto di significazione” per quanto riguarda i 40 anni secondo me c’è ancora qualcosa da correggere.

    Pagina 2 terzo capoverso, lo riporto qui sotto, tra parentesi e in neretto metto le aggiunte necessarie secondo me.

    All’avvio dell’anno scolastico 2011/12 (1^ settembre 2011) era infatti vigente il sistema delle cosiddette “quote”, date dalla somma dell’età anagrafica e dall’anzianità contributiva, (ovvero 40 anni di contributi a prescindere dall’età) (legge 23 agosto 2004, n. 243, così come modificata dalla legge 24 dicembre 2007, n, 247)…

    Pagina 3 alla fine del capoverso “AVVISA”

    …E che in nessun caso la presente intimazione e diffida potrà essere interpretata come comunicazione di dimissioni o di richiesta di pensionamento in nessuna altra forma che non sia quella connessa la raggiungimento della c.d. “quota 96”o dei 40 anni di cOntributi.

    Va bene invece la correzione che hai consigliato tu sempre alla pagina 3 al capoverso “INTIMA E DIFFIDA”.

  849. Mario52 attenzione:

    @ giuseppe grasso
    @ antonio busato

    La parola “quesito” più volte ripetuta nell’ATTO elaborato dall’avv. Naso deve intendersi come “acquisito” ? Quindi da cooreggere?
    Grazie e buon lavoro a tutti.
    Proseguiamo con fermezza e decisione sulla nostra strada!

  850. te.loco attenzione:

    Ho ricevuto dall’avv.Naso , via e-mail ,l’atto di significazione e diiffida definitivo. Evidentemente lo invierà a tutti i ricorrenti (è lo stesso che si trova rettificato sul sito requisiti scuola2012)

  851. barbara attenzione:

    @ antonella
    In effetti hai ragione , anche se per andare in pensione nel 2013 serviranno ( alle donne) 41 anni 5mesi al 31-12-2013 .

  852. maria1952 attenzione:

    E’ necessario contattare anche esponenti politici del PDL che a tutt’oggi nessuno ha fatto riferimento per un eventuale ripresentazione di un emendamento.Abbiamo dalla nostra parte il PD,UDC,IDV,manca solo il PDL.
    L’0n.Ghizzoni e Sen.Bastico,mi perdonino ma in questo momento il fine giustifica i mezzi.

  853. Lucia 52 attenzione:

    Io che abito in provincia di Salerno devo inviare la diffida all’Ufficio scolastico regionale sede di Napoli o di Salerno (che è il riferimento territoriale per la provincia di Salerno dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania)?
    La cosa non mi è chiara. Chi può aiutarmi?

  854. Franco di Prato attenzione:

    @ mario’
    Difficile, molti vedono solo il loro problema particolare. Ho, varie volte, cercato di allargare l’ottica chiusa sul nostro problema ai precari, agli esodati a coloro che a scuola ci staranno fino a 70 anni ed avranno il 45/50% dell’ultimo stipendio ma è stato detto … noi siamo pochi, l’esborso per noi può essere limitato … se ci presentiamo con altri forse non arriveremo alla pensione … ora la nostra arma è quella che richiedeva Giuseppe alla CGIL a dicembre, ora c’è ed è
    SCIOPERO GENERALE

  855. benedetto manna attenzione:

    @Giuseppe Grasso
    @Antonio Busato
    @tutti
    Per la sede INPS ho così verificato con il patronato INAC e con GOOGLE.
    La sede INPS già INPDAP, corrisponde alla sede dell’ex INPDAP
    territorialmente competente in base all’ultima sede di servizio. Si può quindi ritenere così, in attesa di conferme

    L’USR del Piemonte richiede anche, con. circ. 191 del 16.03.12,(www.usrpiemonte.it/usptorino) la compilazione da parte dell’interessato dell’allegato DICHIARAZIONE SERVIZI da inviare all’USP, mentre la Scuola deve trasmettere allo stesso ufficio dichiarazioni relative alla buonuscita e la liquidazione pensione.
    Cosa dicono le circolari delle altre regioni?
    Sulla base della diffida provvediamo e invitiamo la scuola a procedere?
    Ci vuole un chiarimento in merito dell’Avvocato per come porsi con la scuola o se bisogna tralasciare questo tipo di richiesta.

  856. donata attenzione:

    @paola rizzo
    di pietro ha scritto a me la stessa risposta a me due mesi fa. Quando ho chiesto, come risposta, se aveva rinunciato alla pensione di 2 000 euro che percepisce da 16 anni non mi ha risposto.trai tu le conclusioni

  857. Antonino52 attenzione:

    Mi associo a quanto scritto da Mario a proposito dell’attacco all’art. 18. Mi auguro che il Parlamento si renda degno della sua funzione in un momento cosi importante per i diritti dei lavoratori, per il futuro delle nuove generazioni di questo paese.
    Non dimentichiamoci quante sofferenze hanno passato i nostri nonni, padri e madri, per riuscire ad ottenere quelle garanzie di cui noi tutti abbiamo goduto, segni fondamentali del progresso civile e culturale del nostro paese. Il PD e tutti i partiti che hanno a cuore il mondo del lavoro sapranno correggere quanto è necessario perchè la riforma tuteli gli interessi dei lavoratori. Noi siamo la prova vivente di come si commettono iniquità per sanare colpe che non appartengono al mondo del lavoro che ha costruito onestamente questo paese.

  858. carlo B attenzione:

    Anche dopo le precisazioni postate sia qui che sul sito Requisiti Scuola 2012, qualche dubbio rimane sugli indirizzi dell’atto di diffida.

    Riconfermo che solo il primo indirizzo, quello relativo al MIUR, è comune a tutti e non crea problemi.

    In merito al secondo, invece, diverso per Regione, non mi ritrovo nella lista postata sul sito Requisiti: controllate ad es. la mancata concordanza tra l’indirizzo relativo alla Regione Lazio lì riportato e quello di cui all’atto di Naso. Perché sono diversi?

    Il merito al terzo e ultimo indirizzo, quello relativo alla sede INPS ex INPDAP, rricordo che per qualcuno di noi non è la stessa cosa parlare di sede di titolarità o di sede di residenza. Dovrebbe valere quest’ultima.
    Forse è meglio interpellare direttamente Naso, che nelle sue istruzioni parla di “compilazione degli indirizzi sulla base della sede di titolarità di ogni ricorrente”.

  859. Anonimo attenzione:

    @Maria grazia padova attenzione:
    marzo 21st, 2012 at 3:57 pm
    Questo è l’elenco che ho trovato con gli indirizzi degli uffici scolastici regionali.
    http://attiministeriali.miur.it/UserFiles/2462.pdf
    @carlo B attenzione:
    marzo 21st, 2012 at 5:08 pm
    @rita degli esposti attenzione:
    marzo 21st, 2012 at 4:13 pm
    ATTENZIONE, NON CREDO CHE IL LINK DI MARIA GRAZIA SIA AGGIORNATO. ANCHE A ME, PER IL VENETO, VIENE L’INDIRIZZO DI RITA.RAOUL ADESSO LO TOGLIE DAL SITO. MEGLIO FARE LA RICERCA SU GOOGLE.
    CARLO, SE TROVI SEDI INPS E METTI IL CAP TUO, TI DA’ L’UFFICIO COMPETENTE. PENSA CHE DOVE ABITO IO, NEL GIRO DI POCHI KM CI SONO BEN TRE DIVERSE SEDI COMPETENTI. MEGLIO, A MIO AVVISO, FARE LA RICERCA CON GOOGLE! POI E’ LA PRIMA VOLTA ANCHE PER ME. IO MI SENTO DI SUGGERIRE COSI’. SPERO SIA GIUSTO
    @anna52 attenzione:
    marzo 21st, 2012 at 5:30 pm
    COME SPERO TU ABBIA LETTO, LA TUA E’ CONSIDERATA UN’OTTIMA IDEA, MA ORA C’E’ L’URGENZA PER TANTE PERSONE DI TROVARE ……DEGLI INDIRIZZI. SICURAMENTE NE PARLEREMO CON PIU’ CALMA.
    @TUTTI
    RAOUL HA RICEVUTO (O RICEVERA’) LE MAIL CON I NOMINATIVI CORRETTI, MA NON CE LA FA AD AGGIORNARLI SUBITO. PORTATE UN PO’ DI PAZIENZA. TANTO SERVONO PER LA MAILING LIST, LA QUALE E’ GIA’ PRONTA MA NON PUBBLICO ANCORA LE ISTRUZIONI PER ISCRIVERSI PER NON CREARE CAOS!
    ASPETTIAMO CHE SI SISTEMI IL PROBLEMA INVIO ATTI AVV. NASO E POI MANDO LE ISTRUZIONI PER I SOCI ADERENTI AL COMITATO.
    BUONA SERATA.

  860. Filomena attenzione:

    Spedito documenti ricorso,pagata quota iscrizione al Comitato iscritta allle Mailing List. Sono della provincia di Lecco

  861. Antonio Busato attenzione:

    Ho paura di aver fatto partire il post come ANONIMO.
    E’ mio quello di un attimo fa che contiene le indicazioni per gli indirizzi etc. e che si conclude con Buona Serata.
    Ormai sono cotto come…un pollo allo spiedo!!!

  862. agnese attenzione:

    per antonella

    Maturo 40 anni al 31 agosto 2011, ma nn potrò andare in pensione nel 2013 perchè ci vorranno 41 anni e 5 mesi, ed io i 5 mesi dove li prendo?
    Devo fare il ricorso!

  863. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Marcella

    Tanta sapienza si tira fuori prima e non dopo aver predisposto un atto che nessun sindacato è stato capace di redigere fin qui.
    Umiltà e altruismo sono le qualità che necessitano, in questo momento delicato, anche a chi si crede al di sopra delle parti.
    Metti le idee al servizio del sito e della causa comune, non avaramente nascoste salvo poi ritorcerle contro chi ha fatto un gesto importante, sia pur venato di ingenuità.

  864. Giovanna 52 attenzione:

    @Giuseppe Grasso e a Tutti

    ho letto l’atto di significazione e diffida e ho rilevato piccoli refusi: diritto QUESITO per diritto acquisito, PROVATO per privato, anno solare INCORSO per anno solare in corso.
    ognuno apporterà le relative correzioni….

    grazie
    saluti a tutti

  865. eliana52 attenzione:

    a Mario’
    Dopo aver sentito Letta (PD) dire che è una riforma che va fatta (allo stesso modo aveva auspicato la riforma delle pensioni) ho perso sogni e speranze. Anche quella di veder soddisfatte le ns rivendicazioni a livello politico. On. Ghizzoni, salvali, non sanno quello che fanno.

  866. vincenzo52 attenzione:

    @ G.Grasso
    @ Raul 52

    Scusate, ma ho notato un pò di confusione:

    1) Sull’ “Atto Significazione e Diffida” postato da Raul 52, c’è scritto Inps già Inpdap, mentre le istruzioni…citano:

    “ISTRUZIONI PER TROVARE INDIRIZZI:”
    … Per conoscere l’indirizzo INPS, scrivere (sempre su Google): INPS sede territorialmente competente (aggiungendo il proprio Comune di residenza).
    (risultano due indirizzi diversi)

    2) Coloro che raggiungono i 40 anni il 31 Agosto, devono scriverlo anche nell’Oggetto (prima pagina, inizio del documento) e alla fine di “AVVISA” ( terza pagina)?

    Grazie, attendo risposta.

  867. Wilma prov. VE attenzione:

    Continuo ad avere dubbi e mi sembra di non essere l’unica tra chi matura 40 anni nel 2012. Io ho appena incominciato il 41esimo e farò 60 anni tra poco. So che mi aspetta un altro anno di scuola, ma il ricorso per me ha senso? Chi è nella mia situazione come si sta comportando? Per non intasare questo spazio possiamo chiarirci qualche incertezza via mail: wilma.andrighetto@virgilio.it GRAZIE

  868. Nino attenzione:

    PER ANNA52
    Facedo ricorso alla Comunita Europea secondo il modello postato, si evince che viene intentata una denuncia contro tutta l’impalcatura della legge della riforma delle pensioni .Secondo me ,invece ,bisogna spendersi e dimostrare in tutte le sedi e forme consentite che alcune norme della riforma pens. trovando applicazione nel comparto scuola generano differenze di applicazione e provocano INGIUSTIZIE.

  869. Gabriella attenzione:

    @comitato
    Ho inviato ieri, 20 marzo, bonifico ma non ci sono nella lista.Potete controllare?
    Grazie gabriella Costa

  870. Antonio Busato attenzione:

    @nico attenzione:
    marzo 21st, 2012 at 5:22 pm
    Riprendo l’intervento di Nico per confermare che è più prudente firmare tutte le pagine (le prime due di lato).
    Sugli altri punti non ho competenza.

  871. flavio52 attenzione:

    @tutti. Da CISL SCUOLA. TORINO
    ” La Segreteria Nazionale CISL Scuola ha dato incarico ad alcuni studi legali di valutare le modalità con le quali poter censurare la norma che di fatto impedisce al personale della scuola che matura i requisiti pensionistici previsti dall’ordinamento prima dell’entrata in vigore del decreto-legge 201/2011 (quote, anzianità pensionabile di 40 anni, età di 65 anni) nel periodo 1° gennaio – 31 agosto 2012 di cessare dal servizio dal 1° settembre 2012 con diritto a pensione.

    Si tratta di una questione tutt’altro che semplice per chi voglia affrontarla seriamente, e non con iniziative di stampo meramente propagandistico.

    In attesa di fornire notizie precise sulla fattibilità di ricorsi per contestare questa situazione, precisiamo che gli interessati dovranno comunque presentare entro il 30 marzo istanza di cessazione dal servizio (vedi modello allegato), affermando la maturazione dei predetti requisiti pensionistici entro il 31 agosto.

    Nell’istanza – che dovrà essere presentata in formato cartaceo, in quanto il sistema POLIS riconosce soltanto i requisiti maturati entro il 31 dicembre 2011 o i nuovi requisiti previsti dal decreto 201 – dovrà comunque essere indicata cautelarmente la volontà di permanere in servizio qualora (come è scontato) sia accertata la mancanza dei requisiti, al fine di evitare che venga disposta comunque la cessazione dal servizio.”
    Chi è interessato ad avere copia del modello suindicato, può scrivermi a: flagia@libero.it

  872. Delfo attenzione:

    @Giuseppe Grasso
    Ho già spedito i documenti ed effettuato il bonifico per i due ricorsi all’avvocato Naso.
    @Maurizio Giovannetti
    Ho appeno effettuato postagiro di 25 € per il Comitato. Vi prego di inserirmi in elenco.
    Un grazie di cuore per ciò che fate, e sempre grazie alla Ghizzoni e alla Bastico per quello che stanno facendo per noi.
    Filadelfo Conti

  873. biancarosa 52 attenzione:

    GRANDE l’onorevole Damino a Porta a Porta, GRANDI le nostre onorevoli Ghizzoni e Bastico, GRANDI tutti voi del sito che quotidianamente lavorate con grande impegno per tutti.
    Grazie, grazie, grazie, andate avanti così e non curatevi delle
    polemiche. Una nonna riconoscente.

  874. Manuela Ghizzoni attenzione:

    @Tutti
    Ho finito ora i lavori in commissione pertanto credo di meritarmi la cena.
    I problemi con il palmare persistono pertanto abbiate pazienza se vedrete i vostri commenti pubblicati in ritardo.

  875. Antonio Busato Padova attenzione:

    @donata attenzione:
    marzo 21st, 2012 at 7:31 pm
    STESSA RISPOSTA CHE HO AVUTO ANCH’IO!!!
    @benedetto manna attenzione:
    marzo 21st, 2012 at 7:29 pm
    NON HO COMPETENZA IN MERITO, MA PENSO CHE AL MOMENTO SIA SUFFICIENTE L’AUTOCERTIFICAZIONE DEI SERVIZI (OPINIONE STRETTAMENTE PERSONALE DI PERSONA INCOMPETENTE IN MERITO, CHE CI METTE LA BUONA VOLONTA’).
    @Mario52 attenzione:
    marzo 21st, 2012 at 7:00 pm
    NON BISOGNA CORREGGERE LA VOCE, E’ UN TERMINE TECNICO (vuol dire diritti che, una volta acquisiti, sono immodificabili)

  876. brunella attenzione:

    @ricorrenti Emilia Romagna
    mi risulta che l’indirizzo dell’ufficio scolastico regionale sia:
    Via de’Castagnoli,1 40126 Bologna

  877. conci 52 attenzione:

    effettuato oggi bonifico per quota iscrizione al comitato quota 96

    grazie a tutti i promotori

  878. rita-c attenzione:

    @GIUSEPPE GRASSO

    HO BISOGNO DI UN CHIARIMENTO RELATIVO ALL’ATTO DI SIGNIFICAZIONE: NELLA PAG. 2 DICE CHE SI POTEVA FARE DOMANDA DI COLLOCAMENTO A RIPOSO NEI MESI DI OTTOBRE E NOVEMBRE 2011, MA IO L’HO FATTA (CARTACEA PERCHE’ A TRENTO SI FA SOLO COSI’) NEL FEBBRAIO 2011. NEL MIO CASO, PUO’ ESSERE UN PROBLEMA QUELLA DICITURA?
    TI RINGRAZIO MOLTO PER LA RISPOSTA CHE GENTILMENTE MI DARAI.

  879. Ivana52 attenzione:

    Grazie a tutti e a Manuela Ghizzoni che ci ospita.

    ivana gambaro

  880. beppe51 attenzione:

    voglio solo mettere in evidenza un non errore dell’ avv. Naso…I diritti quesiti sono quella categoria di diritti che, una volta entrati nella sfera giuridica di un soggetto, sono immutabili / fonte wikipedia. grazie a tutti coloro che stanno lavorando a favore della causa.

  881. Dario 52 attenzione:

    @MAURIZIO GIOVANNETTI ho inviato bonifico socio aderente comitato quota 96 martedì 20 marzo dalla cassa di risparmio del Veneto filiale di Valdagno ( VI ) puoi per cortesia inserirmi nell’elenco?
    FONGARO DARIO Valdagno (Vicenza )

  882. Antonio 51 attenzione:

    @ Giuseppe Grasso
    Caro Giuseppe, ti chiedo per cortesia un chiarimento dal momento che fai parte del Comitato Quota 96.
    Vorrei sapere a cosa servono i 25 € da devolvere al Comitato, perché anch’io vorrei partecipare ad iniziative volte a rafforzare le nostre giuste rivendicazioni. Se questa quota richiesta va verso questa direzione sarò lieto di parteciparvi.
    Personalmente ho già aderito all’iniziativa riguardante le procedure per il ricorso affidato all’avv. Domenico Naso.
    Aspetto cortesemente una risposta e comunque forza Quota 96 !!! Ciao

  883. giovanni mollo attenzione:

    @maurizio govannetti

    ho effettuato il bonifico di 25 € tramite bancomat lunedì 19 u.s., ad oggi non vedo il mio nome sulla lista.
    avendo il conto corrente cointestato, sul versamento risulta anche il cognome di mia moglie.
    eventualmente potrei mandarti via mail copia del versamento.
    resto in attesa d’istruzioni.
    grazie e buon lavoro

  884. patrizia attenzione:

    Pag. 2 del documento: NON PUO’ E NON DEVE essere applicato al personale della scuola, il quale…….., essendo vincolati (vincolato?) …….. Concordanza?

  885. marcella attenzione:

    @ Giuseppe Grasso [marzo 21st, 2012 at 7:59 pm ]

    “si tira fuori prima “?
    “nessun sindacato” ?
    “avaramente nascoste” ?
    “ritorcerle contro” ?
    “ingenuità” ?

    Forse hai dimenticato quanto scrivevo in febbraio :
    in [ febbraio 19th, 2012 at 9:18 pm ] , proprio perché Tu mi chiedevi chiarimenti sul problema “nati tra il 31.08 ed il 31.12″ , prima del tuo primo colloquio con l’Avvocato;
    in [ febbraio 24th, 2012 at 11:57 am ] , specificatamente sulla data del pensionamento ( 2012 e non 2013 );
    in [ febbraio 26th, 2012 at 10:48 pm ] , perché mi chiedevi di ripetere.
    Ti ricordo, ora quanto Tu stesso scrivevi dopo quel primo colloquio con l’Avv. Naso :
    ” L’avvocato, comunque, non esclude di poter chiedere, in prima istanza, che il pensionamento dei ricorrenti decorra dal 1/09/12 e, in seconda istanza, dal 1/09/13. ” Giuseppe Grasso [febbraio 20th, 2012 at 8:18 pm ]

    Se poi ritieni che io non mi sia spesa per la causa comune . . . Non ho parole !

    La dinamica di gruppo che si è venuta a creare
    riproduce – per tanti versi – problemi della nostra società !

  886. Maria grazia padova attenzione:

    @tutti
    Ho già scritto in precedenza che l’elenco degli indirizzi degli uffici scolastici regionali non è aggiornato.
    Per quanto riguarda la sede INPS ex INPDAP bisogna fare attenzione : l’indirizzo dovrebbe essere quello dell’INPDAP a cui noi insegnanti abbiamo sempre fatto riferimento.

  887. Giorgia 52 attenzione:

    @ brunella
    @ricorrenti Emilia Romagna
    anche a me risulta che l’indirizzo dell’ UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE EMILIA ROMAGNA sia: VIA DE’ CASTAGNOLI,1 40126 BOLOGNA

    Per quanto riguarda INPS occorre fare riferimento alla sede di competenza.

  888. Giorgia 52 attenzione:

    @maria grazia Padova

    “Per effetto del decreto legge n. 201 del 6 dicembre 2011 (“decreto salva Italia”), poi convertito con modifiche nella legge n. 214 del 27 dicembre 2011, dal 1° gennaio 2012 l’Inpdap e l’Enpals confluiscono in Inps.”
    Dubbio chiarito?

  889. FLORA attenzione:

    @ Grasso, Raoul ecc.
    secondo me bisogna ribadire che, se ho ben capito, la diffida che ieri Naso ci ha consegnato serve solo a coloro che fanno ricorso al giudice del lavoro. Chi come me aderisce solo al ricorso al TAR non deve spedirla! Ho capito bene? Penso che questo chiarimento serva a diverse persone. Grazie a chi mi risponderà.

  890. FLORA attenzione:

    come ha scritto ieri Grasso nel suo commento delle 4.54 pm

  891. Vincenzo52 attenzione:

    @ Giuseppe Grasso

    Concordo pienamente con Marcella, marzo 21st, 2012 at 11:42 pm (come mai 1/9)2013 e non 1/9/2012 come aveva sempre sostenuto l’Avv. Naso ?
    In più ti chiedo come mai non rispondi a questiti posti da tanti, ma solo in una minima parte e semppre a quelli !!
    Ci hai sempre detto di dare più visibilità possibile al nostro “QUOTA96″.
    Beh, io scrivo che questa mattina sul quotidiano “Prima pagina” di Modena, parleranno di noi e tu (ed altri) nemmeno un accenno (Vincenzo52 marzo 21st, 2012 at 5:18 pm) !
    Come tanti altri mi sono iscritto subito ad entrambi i ricorsi e, come gli altri “100” ho inviato i 25 euro al fondo cassa del comitato.
    A questo punto vorrei anche io delle risposte su alcuni quesiti e specificatamente, anche su (Vincenzo52 marzo 21st, 2012 at 8:24 pm)
    Grazie.

  892. Maria Nanu attenzione:

    Per Maurizio Giovannetti . Ho fatto il bonifico di 25€ per adesione a Comitato 96 il 20 marzo verso le ore 19. Non vedo ancora il mio nome nelle lista adesione. MARIA

  893. massimo bolognesi firenze 1952 attenzione:

    sede inps e sede inps ex inpdap sono la stessa cosa o no? nel dubbio si fa bene ad inviare la diffida ad entrambe.

  894. massimo bolognesi firenze 1952 attenzione:

    @giorgia, dubbio non chiarito

  895. brunella attenzione:

    @Grasso
    @Tutti
    Che dite, possiamo già spedire le tre copie del ricorso?
    Io sono pronta e vorrei approfittare di oggi che è il mio giorno libero,
    grazie

  896. DOMENICO B. 52 attenzione:

    @MAURIZIO GIOVANNETTI ho inviato bonifico socio aderente comitato quota 96 martedì 21 marzo puoi per cortesia inserirmi nell’elenco.
    DOMENICO BERGAMO (Balestrate (PA) ) Grazie

  897. DOMENICO B. 52 attenzione:

    @MAURIZIO GIOVANNETTI ho inviato bonifico socio aderente comitato quota 96 MERCOLEDI 21 marzo puoi per cortesia inserirmi nell’elenco.
    DOMENICO BERGAMO (Balestrate (PA) ) Grazie

  898. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Vincenzo 52

    Purtroppo non ho il dono dell’ubiquità! Grazie.
    Non posso essere sempre presente anche se cerco di esserci sempre e vi assicuro che sono spesso incollato al pc. Spesso, come ben sapete, rispondo a quasi tutti. Se ho dimenticato qualcuno è perché gli interventi sono troppi e forse ci vuole solo tempo e pazienza. Il tutto e subito non è cosa facile.
    Ho letto del giornale di Modena e mi fa piacere che ci sia finalmente un interessamento della stampa al nostro caso. I soli articoli che hanno parlato esplicitamente di noi, se non vado errato, sono proprio i miei. O sbaglio?
    Perché mai dovrei fuggire o imboscarmi? Come potete dire cose del genere? Vi prego di non affermare cose che non corrispondono alla realtà.
    Buona giornata!
    Io ho spedito ieri le tre raccomandate, senza specificare un ufficio competente ma semplicemente come ha indicato l’avvocato Naso. Tanto la posta viene smistata e, se vogliono, sanno dove farla arrivare.
    Per il Miur posso dire che è unico per tutta Italia; per l’ufficio scolastico regionale dovete verificare voi e anche per l’INPS già INPDAP sta a voi trovare la sede giusta. Io ho messo la sede generale di Roma. Comunque l’importante è che l’atto arrivi in porto.
    Buona giornata a tutti e… portate pazienza.

  899. piera cerini attenzione:

    @MAURIZIO GIOVANNETTI ho effettuato il bonifico socio aderente comitato quota 96 martedì 21 marzo, puoi per cortesia inserirmi nell’elenco?
    PIERA CERINI ROMA
    Grazie

  900. Angelica 52 attenzione:

    @ Giuseppe Grasso

    Ho inviato oggi le tre raccomandate .

    Ho un dubbio : bisogna mandarne una, per conoscenza, anche alla segreteria della nostra scuola? Grazie di tutto

  901. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Brunella @ TUTTI

    Io ho spedito le 3 raccomandate ieri.
    Quindi potete farlo anche voi oggi.
    Il ricorso con atto di significazione e diffida è individuale.
    Il ricorso al TAR del Lazio è collettivo e l’avv. Naso rappresenterà tutti noi.
    In bocca al lupo!

  902. Paola attenzione:

    Ho controllato in questo momento la lista di coloro che hanno effettuato il bonifico e, siccome il conto in banca è cointestato, sull’elenco èstato scritto il nome di mio marito Taras Angelo; pregherei Raoul se, gentilmente, inserisce al suo posto il mio: Paola Mesina. Tutto questo è avvenuto perchè nella causale non ho specificato il mio nome. Ringrazio infinitamente e chiedo scusa

  903. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ RICORSO COLLETTI VO AL TAR

    Ricordo che il termine ultimo entro il quale potete far pervenire la documentazione all’avv. Naso è il 12 aprile 2012. Quindi se qualche documentazione arriva oltre quella data l’avvocato non ne terrà più conto. Bisognava pur mettere un termine. Lo stesso avvocato conta poi, diciamo per il 15 o il 16 aprile, di NOTIFICARE il ricorso al TAR. Il suddetto ricorso sarà, prima di essere notificato, riletto dal Direttivo e da Busato per le opportune modifiche o aggiunte del caso. Ogni suggerimento che vada nella direzione giusta, come le chiose di Vincenzo Linardi, per esempio, è ovviamente gradito. Quando il documento di difesa sarà pronto lo sottoporrò a voi tutti prima che Naso lo consegni. Si tratta di un ricorso importante che dovrebbe preparare la strada all’altro ricorso, quello al giudice del lavoro per il quale state predisponendo le 3 raccomandate con a/r alle 3 amministrazioni relative.
    Intanto aspettiamo che la fase dell’invio delle 3 raccomandate si concluda. Poi parleremo delle altre azioni legali.
    Ancora grazie dell’attenzione e della pazienza.

  904. Maria1952 attenzione:

    Il Sole 24ore riportava questa notizia:Domani(venerdi 23)il Consiglio dei Ministri dovrà varare un provvedimento per gli over 58 che hanno perso il posto di lavoro.Dite voi è questo cosa centra con noi?Centra,centra.Infatti l’Ordine del giorno n.79 del 23/02/2012 della Camera dei Deputati impeganva il Governo che era d’accordo a venire incontro al persornale della scuola al primo provvedimento che veniva emesso in parallelo a ad un altro provvedimento di uguale portata.
    L’on.Ghizzoni che tanto dobbiamo ,gentilmente deve vigilare che ciò accada.

  905. Danila 53 attenzione:

    @ Anna 52
    @ tutti
    Nel testo del ricorso alla Comunità Europea leggo….”il riscatto oneroso della laurea viene escluso dal novero dei contributi volontari e dalle conseguenti agevolazioni..” cosa significa?
    Mi servirebbe urgentemente una risposta in quanto in questi giorni devo decidere se riscattare la laurea ( cifra veramente onerosa) per raggiungere i 40 anni a maggio 2012.
    Un grazie di cuore a chi saprà rispondermi
    danila.carollo@alice.it

  906. Maria1952 attenzione:

    Ieri sera a Porta a Porta il Sig.Vittorio Feltri faceva delle illazioni gratuite sull’art.18 che non tocca gli statali.Il Sig.Feltri si ricorda di questo solo in questo momento dicendo che l’art.è incostituzionale perchè di fronte alla legge siamo tutti uguali.Allora Sig.Feltri perchè non ha detto la stessa cosa sulle pensioni che dal 1.1.2012 le donne del pubblico impiego passano a 66 anni per la pensione di vecchiaia e le donne del privao a 61 anni.Inoltre come mai la legge Fornero dà la possibilità sempre ai dipendenti privati nati nel 1952 di andare in pensione a 64 anni mentre i dipendenti pubblici del 1952 no e non si sa quando andremo in pensione.Su questo il Sig.Feltri non ha detto nulla perchè poverino non legge e non si informa.

  907. Vianello Pierangelo attenzione:

    MAURIZIO GIOVANNETTI ho inviato bonifico socio aderente comitato quota 96 lunedì 19 marzo puoi per cortesia inserirmi nell’elenco.
    Mi chiamo Vianello Pierangelo.

  908. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Vincenzo 52

    L’atto di significazione e diffida è stato modificato ANCHE in funzione di chi ha 40 anni di contribuzione. Ma credo che ormai tu lo abbia visto. Segno che sento tutti, te compreso.
    Per l’INPS dovete verificare voi. Non sono un previdenzialista! Sono un prof che ha fatto di necessità virtù e che cerca di coordinare questo immenso popolo nato sul web a rivendicare diritti sacrosanti.
    Spero che, passati i momenti di concitazione derivanti dall’ansia di spedire correttamente e agli enti giusti le tre raccomandate, possiamo davvero, come auspicava Peppe Ceravolo, con una megafesta o con una manifestazione a Roma con tanto di comizio e pranzo all’aperto. Ospiti d’onore Manuela Ghizzoni e Mariangela Bastico.
    A presto.

  909. rita-c attenzione:

    @GIUSEPPE GRASSO

    PUOI RISPONDERMI PER FAVORE?
    HO BISOGNO DI UN CHIARIMENTO RELATIVO ALL’ATTO DI SIGNIFICAZIONE: NELLA PAG. 2 DICE CHE SI POTEVA FARE DOMANDA DI COLLOCAMENTO A RIPOSO NEI MESI DI OTTOBRE E NOVEMBRE 2011, MA IO L’HO FATTA (CARTACEA PERCHE’ A TRENTO SI FA SOLO COSI’) NEL FEBBRAIO 2011. NEL MIO CASO, PUO’ ESSERE UN PROBLEMA QUELLA DICITURA?
    TI RINGRAZIO MOLTO PER LA RISPOSTA CHE GENTILMENTE MI DARAI.

  910. PIA52 attenzione:

    @MAURIZIO GIOVANNETTI: ho inviato bonifico quale aderente comitato quota 96 MERCOLEDI 21 marzo puoi per cortesia inserirmi nell’elenco.
    Pia Siliberti (Roma).
    Grazie

  911. Alfredo Pasini attenzione:

    @MAURIZIO GIOVANNETTI ho inviato bonifico socio aderente comitato quota 96 oggi 22 Marzo, puoi gentilmente inserrimi nell’elenco? Alfredo Pasini

  912. Lucina Focante attenzione:

    @GiuseppeGrasso
    @Antonio Busato

    Chiedo umilmente scusa, ma leggendo ora gli ultimi commenti e questiti, in particolare Flora, oggi – h. 7.01, devo per forza formulare questa domanda, mi sorge il dubbio di aver capito nulla fin’ora: dobbiamo tutti inoltrare ai tre Uffici l’atto di significazione e diffida, indipendentemente dal fatto che si partecipi al solo ricorso al TAR o ad entrambi (TAR e Giudice del Lavoro)?
    Io avevo capito di si, in quanto tale documento evita anche il tanto discusso inoltro della domanda cartacea di pensione o inserimento on-line ecc.
    Per me e per gli altri chiedo cortesemente un riscontro.
    Ringrazio per la PAZIENZA, ma ci siete abitutati Voi Docenti!

  913. carlo B attenzione:

    Anche a me piacerebbe andare in pensione il 1° settembre 2012.
    Anzi, fosse per me, scapperei anche adesso, allo sbocciare dei fiori.
    Mi sentirei rinascere (e dire che a me, insegnare, è sempre piaciuto. Ultimamente un po’ meno. Forse un bel po’ di meno).

    Ma mi sa che non posso.

    Ricordo che il gruppo Quota 96 da sempre non sta chiedendo di essere “sottratto” alle norme della riforma Fornero, ma solamente sta invocando il ragionevole slittamento della loro decorrenza sino al 31 agosto 2012 (confidando inoltre nell’allungamento “naturale” sino al 31 dicembre 2012 per la verifica del possesso dei requisiti, anagrafico, quasi certamente e contributivo, si spera).
    Ciò significa che, qualora tale richiesta venisse accolta, continuerebbero a valere per noi le norme antecedenti, compresa la trovata berlusconiana dell’anno di latenza sino al 1° settembre 2013.
    Tutto qua.

    Si tratta di una strategia già a suo tempo evidenziata (almeno da me), quando gli animi non erano ancora così surriscandati e si poteva ragionare con tranquillità sentendosi tutti parte di un unico movimento che ruotava intorno al medesimo interesse, senza troppi distinguo e colpi medi, se non bassi, e permettendosi anche di buttare lì un’idea, tanto per confrontarci, serenamente (nonostante la situazione).

    Mi ripeto per chiarire anche a me stesso la tesi che credo sostenga Naso (se sbaglio qualcosa, correggetemi, senza gridare però).
    La nostra peculiare situazione di docenti non può consentirci di chiedere una “esenzione” rispetto alle regole della riforma Fornero, ma solamente una loro congrua applicazione a un comparto che funziona per anno scolastico e non per anno solare. Per noi il 31-12-2011 deve leggersi 31-08-2012 (rectius 31-12-2011, sempre con un punto interrogativo per non escludere brutte sorprese dell’ultim’ora).
    E se le norme Fornero slittano, solo per noi, al 31-08-2012, allora, sino a quella data, dice Naso, solo per noi, valgono le norme precedenti, caratterizzate dallo slittamento di un anno.
    Ecco perché Naso parla del 1° settembre 2013.

    Qualcuno può forse obiettare che noi abbiamo il diritto di non essere soggetti né alle norme Fornero né a quelle precedenti? In base a quale disposizione? Perché la Fornero ha tolto la finestra? Ma noi vogliamo collocare il nostro status in un punto antecedente alla Fornero!
    Non ci va bene la mancanza di gradualità? Ma a chi può andare bene?
    E dov’eravamo quando il governo Berlusconi si inventò la finestra di un anno? O, meglio, non voglio incrementare la polemica, … dov’ero?

    Grazie di nuovo e di nuovo ancora a Manuela (che è “costretta” a autorizzare commenti che forse nemmeno il mittente autorizzerebbe), grazie a Giuseppe che non mi sgrida più se non intervengo, trovando anche una buona giustificazione al mio ritiro, grazie a Antonio e alla sua infaticabile disponibilità di competenze e d’animo, grazie a Raoul, a Franco, a tutti voi, anche a quelli che, maledizione, … ma lo rileggete il post prima di fare invio!?

    Non perdiamoci.
    Domani in alcuni siamo a Modena con Manuela (alla sede del PD, alle 16:30).
    Che bell’appuntamento!
    Cercherò di portarle, anch’io, un po’ di primavera, per l’occasione.

  914. Lucina Focante attenzione:

    @Giuseppe Grasso
    @Antonio Busato

    Sono passata ora sul nuovo sito ed ho letto il chiarimento di G. Grasso, ritiro la domanda fatta or ora, anzi modifico, ma chi ha aderio al solo Ricorso al TAR cosa deve fare entro il 30 Marzo? Nulla? o deve inviare domanda di pensione cartacea all’USP, a Scuola?
    Questa volta richiedo scusa, ma in ginocchio.

  915. Maurizio Giovannetti attenzione:

    @ A tutti i colleghi che hanno effettuato il versamento da più di 5 (cinque) gg. e non riscontrano il proprio nominativo nell’elenco pubblicato.

    Come già a conoscenza di alcuni di voi, questa mattina mi sono recato presso l’ufficio postale dove ho il mio cc e ho scoperto che anche agli impiegati dell’ufficio non è permesso listare più di 40 operazioni (che – badate bene – non sono 40 alla volta, ma 40 …e basta!); l’impiegata mi ha consegnato un modulo da compilare per richiedere quanto desideravo e mi ha detto che – entro una ventina di giorni – avrei ricevuto a casa la lista: alla faccia del cc online!!!

    Il problema quindi permane.

    Al fine di superare questo “stallo”, propongo a quanti di voi non riscontrano il proprio nominativo dopo un ragionevole n° di giorni, di inviarmi una mail allegando la copia (.jpg) della ricevuta del versamento.

    mrzgiovannetti@gmail.com

    Un saluto

  916. Anselmo 49 attenzione:

    Sto convincendo (nel suo interesse) una collega a partecipare al ricorso al TAR dell’avvocato Naso.
    Dovremmo tutti cercare di convincere altri colleghi, specie i più danneggiati dalla perfida riforma fornero, a credere in quest’azione legale.
    Un grande numero di ricorrenti e la distribuzione di essi su tutto il territorio nazionale può essere di aiuto per la nostra causa, che vinceremo di sicuro.
    Un ringraziamento a quei colleghi che supportano la circolazione di notizie su questo blog, all’on. Manuela Ghizzoni e all’ottimo Avv, Naso.
    In bocca al lupo a tutti.

  917. Patrizia attenzione:

    Ciao a tutti, ho appena spedito l’atto di significazione, ho aggiunto anche l’ Inpdap poichè l’Inps mi ha risposto al telefono che non è operativo, ancora, e quindi …. siamo in mezzo al guado! P52

  918. Maria grazia padova attenzione:

    @Giorgia 52
    Proprio per questo il dubbio non è chiarito. A Padova per esempio la sede centrale INPS e la sede (ora) INPS ex INPDAP ( che continua a funzionare con gli stessi orari di prima, è cambiato solo il cartello fuori) hanno ovviamente due indirizzi diversi! Io penso che la sede a cui mandare la raccomandata sia la seconda ( a logica).

  919. ANTONELLA attenzione:

    @ Carlo B.

    Ultimamente ho le idee un po’ confuse, riprendo quello che hai scritto cercando di ragionarci insieme. Tu scrivi “Per noi il 31-12-2011 deve leggersi 31-08-2012 (rectius 31-12-2011, sempre con un punto interrogativo per non escludere brutte sorprese dell’ultim’ora).
    E se le norme Fornero slittano, solo per noi, al 31-08-2012, allora, sino a quella data, dice Naso, solo per noi, valgono le norme precedenti, caratterizzate dallo slittamento di un anno.
    Ecco perché Naso parla del 1° settembre 2013.”
    I dubbi vengono proprio perchè chi ha maturato i requisiti al 31 dicembre 2011 in pensione ci va il 1 settembre 2012, NON HA LO SLITTAMENTO DI UN ANNO! E d’altronde anche la Tecnica della scuola, nel dare notizia della nascita del comitato quota 96, scriveva in data 12/03/2012
    Si è formato, con regolare atto costitutivo, il gruppo “Quota 96”, la somma dei requisiti anagrafico e contributivo per andare in pensione il 1° settembre 2012 sulla base della riforma Damiano che prevedeva appunto le quote. Quota 96, che la Legge Fornero sulle pensioni ha del tutto scardinato, allungando di oltre tre anni la permanenza al lavoro, ha l’obiettivo di adire le vie legali per ottenere un diritto negato che colpisce la specificità del personale della scuola.
    Che ne pensi? Non voglio essere accusata di creare problemi, ma vorrei, se possibile, capire.

  920. Angelica 52 attenzione:

    @ Giuseppe Grasso

    @ tutti

    ripeto : Ho inviato oggi le tre raccomandate .

    Ho un dubbio : bisogna mandarne una, per conoscenza, anche alla segreteria

    della nostra scuola? Grazie di tutto

  921. guido 52 attenzione:

    Questa mattina la scuola mi ha comunicato, perchè sono in mutua, che è uscita una circolare che ci richiede, se non abbiamo i nuovi requisiti per fare domanda online di pensione, di fare una dichiarazione all’ex provveditorato per ritirare la prima nostra richiesta prodotta a settembre, ottobre o novembre ecc.. Ora mi domando e la giro a tutti Voi: se ritiro la domanda e faccio l’atto di signifacazione, possono rispondermi che se non voglio andare in pensione, cosa ci diffidi a fare?
    In provveditorato non hanno saputo rispondere.
    Oggi telefonerò all’avvocato.
    Un saluto e a un grazie a tutti.
    Guido Palmero

  922. Maria grazia padova attenzione:

    @Carlo B
    Il tuo intervento mi sembra perfetto.

  923. carlo B attenzione:

    errore 28a riga del mio commento precedente:

    naturalmente … “rectius 31-12-2012″.
    E’ che ero troppo attento a capire se davvero si può dire “rectius”.

    perdono

  924. rossoenero attenzione:

    @ Carlo B discorso il tuo di assoluto buon senso: di rado se ne leggono di così onesti, puliti e magari anche un pelo autocritici (ma in senso buono). Mi ci ritrovo tranquillamente e lo sottoscrivo. Penso anche io che gli animi devono tornare “a temperatura ambiente”, come da tanti raccomandato. Soprattutto non “stressiamo” Manuela che ci ospita (e mai ci censura) con il caos anche gratuito. Lasciamola lavorare in serenità, che sulla bontà della sua azione non c’è minimamente da dubitare

  925. rosetta cappellari attenzione:

    @ Maurizio Giovannetti
    ho visto che è stato riportato nell’elenco versamenti “Quota 96″ il nome di mio marito, Sandri Edoardo. Potresti, per favore, cambiarlo con il mio: Rosetta Cappellari? Grazie e scusa per il disguido. Ciao.

  926. Antonio Busato attenzione:

    @TUTTI
    Una risposta al volo, poi questo pomeriggio ho un impegno e devo smaltire parecchia corrispondenza privata (sempre però sulle nostre problematiche!)
    Come sapete presto entrerà in funzione un nostro sito, con un blog LIBERO e con tante altre cose. Intanto l’ingegnere ha predisposto a tempo record la mailing list. Con essa si potranno ricevere, nella propria casella di posta, informazioni di carattere generale e/o legale a seconda della posizione individuale. Dunque ogni avviso importante non sarà perso perché si salta un giorno di seguire il blog, in quanto rimarrà nella propria posta. Abbiamo bisogno di costituire un fondo spese del Comitato. Per questo è stato chiesto il versamento di 25€ che mi sembrano una cifra modesta (ma sufficiente). Chi ha fatto il versamento, ad es. dopo le ore 16, è come l’avesse fatto il giorno dopo! Poi contate 4/5 gg per la valuta dell’accredito. Dunque non prendete paura se non vi trovate subito nell’elenco! Nessuno sarà fuori. CONTROLLO E GARANTISCO IO IN PRIMA PERSONA! Però solo chi avrà fatto il versamento sarà inserito nella lista e riceverà le comunicazioni del Comitato! Le mail che vi arriveranno saranno NOREPLY (NON POTETE RISPONDERE), ma verranno messe a disposizione due mail interattive. Un attimo di pazienza!
    Quando sarà attivo il blog libereremo l’on. Ghizzoni dal fardello di dover autorizzare i nostri interventi, mi auguro però che non abbandoneremo il suo blog, perché ci sono tanti problemi aperti nella scuola e dimostriamo di esser capaci anche di andar oltre il nostro stretto interesse.
    NEL SITO DI RAOUL: http://requisitiscuola2012.wordpress.com/
    IN HOME PAGE C’E’ IL LINK: ISCRIZIONE MAILING LIST
    CHI NON E’ ANCORA PRESENTE NELLA LISTA “ELENCO ADESIONI” ASPETTI AD ISCRIVERSI, ALTRIMENTI DOVREMO RIMUOVERLO, DOVRA’ RIFARE L’ISCRIZIONE E COMPLICHERA’ SOLO LA VITA A SE’ ED AGLI ALTRI!
    FACCIO MIO L’APPELLO DI CARLO B.: SPERO DI ESSERE LETTO
    Saluti a tutti.

  927. Antonio Busato attenzione:

    @Carlo B.
    Il tuo ragionamento fila perfettamente. Mi permetto, velocemente, perché come ho detto devo scappar via, di aggiungere un, sia pur flebile, punto di speranza.
    E’ basato su un fatto strettamente giuridico che, non disapplicando la Riforma Fornero, ma applicandola correttamente al comparto scuola, potrebbe aprire anche la via del 1.9.2012.
    Io sarei contento anche del 1.9.2013 però, ripeto, per quanto fragile, un’interpretazione in tal senso non è totalmente da scartare.
    Ne parleremo con calma.
    Ciao

  928. Rosanna attenzione:

    Giorgia 52 attenzione:
    marzo 22nd, 2012 at 12:32 am

    che tu sappia, qual e` la sede di competenza dell’INPS quella di residenza o quella di servizio? Lo chiedo perche` la mia sede di servizio e` in una regione diversa da quella di residenza. Anche questo dimostra come e` complicato pianificare la propria vita aldila` degli eventi naturali ed ambientali. La fornero e` stata per me come uno tzunami ;-)

  929. Ernesta attenzione:

    @Maurizio Giovannetti
    Operazione versamento “Quota 96″effettuata, l’ordinante risulta anche mio marito…ma io sono l’interessata pertanto spero che nell’elenco risulti il mio nome.Ciao e grazie!
    Ernesta Gioia

  930. Michelina 52 Firenze attenzione:

    per Maria Grazia di Padova
    Hai ragione. Bisogna spedirla alla sede dell’INPDAP, che ora è INPS-INPDAP.
    E’ cambiata la targa esterna, ma i servizi sono sempre nelle sedi storiche.
    Te lo posso dire con certezza, perchè io stavo facendo l’errore di inviare la
    raccomandata all’INPS.
    Un saluto

  931. flavio52 attenzione:

    @giuseppe grasso
    @tutti
    Dopo aver qui postato la missiva Cisl Torino ( marzo 21st, 2012 at 9:06 pm ) ho inviato copia del modello istanza di cessazione dal servizio, ai colleghi che me l’hanno richiesto. Personalmente ho già provveduto all’invio del ricorso secondo modello Naso, al MIUR, all’USR Veneto, All’INPS/INPDAP. Ho deciso di inviare contemporaneamente istanza di cessazione dal servizio ( modello CISL To ) all’ USR Veneto ed al mio Dirigente scolastico. Faccio bene?Insomma: le tento tutte..

  932. maria angela attenzione:

    Xcarlo B
    marzo 22nd, 2012 at 11:51 am
    A conferma di quanto tu affermi la leggere la Circolare del Miur n. 37 14/3/2012 co riferimento all’opzione donna:
    La finestra mobile continua a trovare applicazione nei seguenti casi:
    1) Soggetti che maturano i requisiti prescritti per il diritto a pensione entro il 31 dicembre 2011;
    2) lavoratrici che accedono al pensionamento in virtù di quanto disposto dall’articolo 1, comma 9
    della legge n. 243/2004, ossia che conseguono il diritto all’accesso al trattamento pensionistico di
    anzianità, in presenza di un’anzianità contributiva pari o superiore a trentacinque anni e di un’età
    pari o superiore a 57 anni (requisito anagrafico da adeguarsi, a partire dal 1° gennaio 2013, agli
    incrementi della speranza di vita) optando per la liquidazione del trattamento medesimo secondo
    le regole di calcolo del sistema contributivo (disposizione prevista, in via sperimentale, solo per
    pensioni decorrenti entro il 31 dicembre 2015). Nei confronti delle lavoratrici del comparto scuola
    ed AFAM il regime delle decorrenze è quello di cui all’articolo 1, comma 21 del decreto legge n.
    138/2011 che non è stato abrogato ma disapplicato con riferimento esclusivamente ai soggetti
    che a decorrere dal 1° gennaio 2012 maturano i requisiti per il pensionamento indicati ai commi
    da 6 a 11 dell’articolo 24 della legge in esame. Conseguentemente, per coloro che maturano il
    diritto ad esempio dal 1° gennaio al 31 dicembre 2012 la decorrenza del relativo trattamento
    pensionistico è fissata al 1° settembre o novembre 2013 in relazione al comparto di appartenenza
    (Scuola o AFAM).

  933. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ rita-c

    Non credo proprio ci sia nessun problema per la dicitura. Tra l’altro chi l’ha fatta deve ritirarla se non ha i requisiti. Quindi stai tranquilla. La frase serve solo a ricordare che…

    @ Lucina Focante

    Il ricorso al giudice del lavoro richiede, per poter essere inoltrato, un diniego da parte dell’amministrazione al lavoratore in questione. Per fare tale ricorso bisogna produrre l’atto di significazione e diffida, sperando che l’amministrazione risponda, anche se negativamente. Sulla base del diniego, poi, l’avvocato procederà al ricorso provincia per provincia.
    Il ricorso al TAR, invece, non abbisogna di alcuna domanda di pensionamento, di alcun atto di diffida, in quanto l’avvocato impugna la circolare per tutti i ricorrenti eleggendo noi tutti come domicilio il suo studio.
    In conclusione se aderisci al ricorso al TAR non devi fare l’atto di diffida. Se aderisce al ricorso al giudice del lavoro lo devi fare. Se partecipi ai due ricorsi devifa re anche l’atto di diffida. Spero di essermi spiegato chiaramente. Sai, dati i tempi di confusione e di concitazione, può essere che anche le cose certe (e più ovvie) divengano perplessità.

    @ AngelicA 52

    Le amministrazioni son o ovviamente quelle della tua zona. Ma il discorso vale per tutti.
    Nessuno ha mai fatto nome di mandare una copia dell’atto alla scuola di titolarità. Si tratta di una informazione non ufficiale. Io, se vuoi stare tranquilla, non l’ho fatta.

    @ Carlo B

    Grazie per i chiarimenti. Ogni tuo intervento è come una manna santa. Sempre puntuale, garbato, mai fuori posto. Insomma inceccepibile. Ho già avuto modo di tessere le tue lodi senza sperticarmi oltre qui.

    @ Guido 52

    Infatti tu confermi che non possiamo fare domanda perché le istanze on line sono blindate. Altrimenti come mai la tua scuola ti farebbe ritirare la domanda già inoltrata? Io credo che l’atto di significazione vada a sostituire proprio la mancanza che si viene a creare dal fatto che tu saresti costretto a ritirare la domanda. Però esiste una norma nella circolare in tal senso? Verifica. E comunque fare l’atto di diffida dovrebbe servire a sostituirsi a quella già inoltrata. Ma, sai, la questione è da chiedere a Naso. Magari contattalo. In tal caso è una cosa urgente e inedita.

  934. sergio52 attenzione:

    @ carlo B attenzione:
    marzo 22nd, 2012 at 11:51 am

    Parole di grande saggezza, carlo, le sottoscrivo dalla prima all’ultima. Chissà se riusciremo a continuare a stare tutti insiem in questo gruppo senza stressarci e bacchettarci a vicenda (come troppo spesso accade). Forse un modo c’è: senza dimenticare la nostra sacrosanta battaglia particolare (ho aderito al ricorso al TAR e mandato il contributo di sostegno al Comitato, sia chiaro), guardare un po’ che cosa succede fuori dal nsotro orto: vista la bella trovata di monti-fornero sull’art.18? Quella è una mazzata intollerabile per tutti quelli che hanno tra i loro valori di riferimento la dignità del lavoro, e noi siamo certo tra quelli! Allora stiamo uniti, continuiamo la nostra battaglia particolare e andiamo anche a battagliare insieme a tutti gli altri lavoratori offesi dalla tracotanza di questi governanti-banchieri.
    Ancora un graziei a Manuela per la tenacia con cui persevera nella nostra causa e per la pazienza con cui ci sopporta.
    sergio da novara

  935. Enza attenzione:

    @ Tutti
    Tecnica della scuola di oggi: “Anche la Uil si fa promotrice di ricorsi al Tar per le pensioni”.
    Ciao e buon pomeriggio.

  936. Giuseppe Grasso attenzione:

    ATT.: “Prima pagina” di Modena di oggi

    Qualcuno ha notizia se oggi è stato pubblicato un articolo su di noi? Così era stato annunciato ieri da Vincenzo 52, mi pare.
    Grazie.

  937. Maria grazia padova attenzione:

    @Michelina 52 Firenze
    Grazie, mi confermi che avevo interpretato correttamente.

  938. ANONIMO53 attenzione:

    @MANUELA GHIZZONI
    @TUTTI

    Scusate, forse mi sono perso qualcosa: ma l’interrogazione parlamentare proposta dall’onorevole Manuela a cui la ministra doveva rispondere o martedì 20 o quello successivo, che fine ha fatto? Perchè non trovo alcun riscontro? Possiamo ancora nutrire qualche speranza oppure no? Datemi notizie. La speranza è l’ultima a morire…

  939. Gabriella attenzione:

    @guido 52
    Oggi in segreteria mi è stato chiesta la revoca della domanda di pensionamento che avevo fatto a ottobre; la scuola l’aveva protocollata, ma non inviata perchè in provveditorato nemmeno le ricevevano. Bene, io non ho firmato la revoca, perchè è un controsenso con la mia domanda di diffida ( che contiene ovvioamente la richiesta di pensionamento). A scuola concordano con me e mi faranno solo firmare un documento in cui mi informano che la domanda di pensione può essere fatta solo on line.

  940. Manuela Ghizzoni attenzione:

    @ANONIMO53
    la risposta all’interrogazione è prevista per martedì 27, come già ricordato in un precedente commento.

  941. carlo B attenzione:

    @ Rosanna (marzo 22nd, 2012 at 2:34 pm)

    Come confermatomi anche dall’Avvocato Naso, la sede di competenza dell’INPS già INPDAP è quella di residenza e non quella di servizio.

    In più, se lo ritieni opportuno, nessuno ti impedisce di aggiungere alle tre raccomandate indicate da Naso un’altra A/R per la Provincia di titolarità e un’altra, addirittura, per la Direzione centrale (indirizzo: All’INPS Gestione ex INPDAP, DIREZIONE GENERALE SEDE ROMA 4, Largo Josemaria Escriva De Balaguer, 11 – 00196 ROMA).
    Io ho fatto così.
    By.

  942. Manuela Ghizzoni attenzione:

    @Carlo B
    Semplicemente, grazie.

  943. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ TUTTI: ANCHE LA UIL CI DA’ RAGIONE…

    Ringrazio Enza per la segnalazione del ricorso annunciato dalla Uil perché ci dà modo di veder confermata la nostra tesi secondo cui la supposta spaccatura all’interno della classe 1952, ipotizzata da molti giuristi e legali, è del tutto inesistente e infondata.
    Come vedete anche gli altri sindacati, in mancanza di altri punti fermi per fare ricorso, seguono il nostro esempio. E noi siamo contenti per aver aperto la pista.
    Propongo un’ultima riflessione personale in data odierna.
    Mi faccio sempre più persuaso, come direbbe il commissario Montalbano, che il ricorso al giudice del lavoro ci aprirà delle prospettive in più rispetto a quelle offerte dal solo ricorso al TAR, che potrebbe anche scontare, bisogna pur pensarci, condizionamenti di tipo politico.

  944. anna52 attenzione:

    @ Danila53

    @TUTTI
    ho spedito al comitato un testo di denuncia di infrazione alla comunità europea reperita in internet e non è evidentemente farina del mio sacco.
    Anche io non so a che cosa si riferisca esattamente il discorso sul riscatto.
    Ho inviato il testo integrale , perchè ( può essere evidentemente modificato nei modi che riteniamo più opportuni , omettendo o integrando a nostro piacere )questa denuncia può rappresentare per noi una ulteriore dimostrazione che non ci fermiamo e , se fosse accolta positivamente ,sarebbe di enorme importanza per la nostra causa !!!
    Può inoltre essere una soluzione anche perchè la commissione si deve esprimere entro 2 mesi.( credo che siano tempi brevi rispetto ai nostri tribunali !!)
    Se riuscissimo ad avere ragione l’Italia sarebbe invitata a modificare quei punti dell’art . 24 (solo quelli che interessano a noi e che violano la legislazione europea oppure a pagare per infrazione).Non viene messa in discussione evidentemente la validità della Riforma nel suo insieme.
    Ecco perchè, non essendo una esperta di atti legislativi , ho chiesto a voi ( agli esperti ) di verificare l’ipotesi della sua percorribilità.
    http://www.politicheeuropee.it/attivita/15137/cose-una-procedura-dinfrazione

  945. giudi_53 attenzione:

    @Giuseppe Grasso sempre lucido e chiarissimo, grazie!

  946. Anselmo 49 attenzione:

    Io dico la mia:
    Penso che coloro che hanno prodotto la domanda di pensionamento prima dell’atto di diffida non devono assolutamente ritirarla, anzi devono,tramite la Scuola, inviare una seconda lettera nella quale esprimono la conferma della richiesta di pensionamento dal 1/9/2012, condizionata all’esito del contenzioso sull’applicazione alla Scuola della riforma Fornero avviato con la diffida e a cui seguirà presto sullo stesso tema ricorso al TAR Lazio. Resta ferma la volontà di proseguire l’attività lavorativa anche per l’anno scolastico prossimo se dal contenzioso o da probabili provvedimenti legislativi emendativi dovesse risultare confermata l’impossibilità di ottenere il pensionamento immediato.
    Bisogna sentire cosa ne pensa l’avvocato Naso, io sono solo un ex prof. di Matematica e Fisica andato in pensione a 59 anni con 40 anni di servizio. Non sono stato uno sfigato.

  947. Giovanni L. attenzione:

    @ tutti

    Segnalo sul sito di Tuttoscuola ( http://www.tuttoscuola.com/cgi-local/disp.cgi?ID=27902 ) l’articolo: Pensioni al 1° settembre: i sindacati agiscono per via legale.

  948. Rosanna attenzione:

    Grazie Carlo B,
    stavo meditando anch’io su una quarta raccomandata… vista la posta in gioco.

  949. Gianfranco 1952 attenzione:

    A Giuseppe Grasso
    Ho fatto le tre raccomandate indicate dall’avv. Naso, alla terza raccomandata A/R intestata a INPS già INPDAP (come suggeriton da Maria Grazia Padova e Michelina52) ho messo l’indirizzo del vecchio INPDAP della mia provincia, ho fatto bene?

  950. ANTONELLA attenzione:

    @ maria angela
    Continuo a sostenere che non si applica la finestra mobile a chi ha maturato i requisiti entro il 31/12/2011 non per puro spirito polemico, ma perchè ho davanti copia della domanda di dimissioni inoltrata da me on line questa mattina presso la sede INCA di Modena. Ho potuto chiedere di essere collocata a riposo dal 1° settembre 2012 perchè ho optato per il calcolo contributivo ed entro maggio verrò chiamata dal patronato per “presentare al competente ente previdenziale domanda di pensionamento a decorrere dal 1° settembre 2012 (dicitura ripresa esattamente dal foglio del ministero)” .Sbaglia anche il MIUR?

  951. Antonio Busato attenzione:

    @TUTTI
    COMUNICAZIONE DI SERVIZIO
    PER SOPRAGGIUNTI GRAVI PROBLEMI PERSONALI NON POSSO RISPONDERE NE’ VIA MAIL NE’ TELEFONICAMENTE PER UNA SETTIMANA.
    GRAZIE.

  952. Antonino52 attenzione:

    Ho effettuato il versamento della quota del comitato in data 19.03, numero d’ordine 712079291390001.
    Al posto del nominativo dell’ordinante Testa Antonino Giuseppe è stato posto il cognome di mia moglie, La Cara A.
    cointestatrice del c/c. Sono “Cose di Poste Italiane”!
    Chiedo gentilmente che sia effettuata la correzione inserendo il mio nominativo.
    Grazie

  953. Luisa Rizzato attenzione:

    @ tutti
    La segreteria della mia scuola mi ha consigliato di inviare una copia anche all’ufficio scolastico provinciale.

  954. Piera 52 scuola attenzione:

    @ TUTTI

    Cari colleghi, vorrei sapere se rientro nella quota 96, essendo un insegnante nata il 2 ottobre 1952 e avendo al 31/8/2012 maturato 37 anni, 7 mesi e 24 gg.ma non avendo ancora compiuto i 60 anni!
    Non sono riuscita ad avere informazioni certe ma tutte discordi.
    Grazie se gentilmente alcuni di voi mi potreste rispondere al più presto vi sarei molto grata.

  955. patrizia masutti attenzione:

    HO FATTO OGGI IL BONIFICO DI ADESIONE A QUOTA 96. grazie
    patrizia masutti

  956. il comunista attenzione:

    @ ghizzoni
    Di Pietro: “Monti padrone arrogante, a casa”

    Il leader dell’Idv Antonio Di Pietro
    MILANO – La riforma dell’articolo 18 proposta dal governo è «l’atto arrogante di prepotenza del nuovo padrone, sobrio, ma sempre padrone». Lo dice il leader dell’Idv, Antonio Di Pietro, sottolineando che «Monti che fa Berlusconi» o fa un passo indietro «con umiltà o deve fare le valigie e andare a casa».

    ALFANO – «La riforma del lavoro? Dipende molto da quello che vuole fare Bersani. Se vuole fare la riforma che hanno in mente la Camusso e la Fiom, allora vinca le elezioni, la faccia, e poi la speghi lui alla gente». Il segretario del Pdl, Angelino Alfano, ospite a «Radio anch’io» su Radio Rai Uno, attacca Bersani. Il leader del Pdl precisa: «No a una riformetta, una riforma al ribasso, mi pare che nelle ultime 48 ore Bersani abbia detto tanti ma e pochi sì». Il testo messo a punto dal governo «è un compromesso»che tuttavia tutti i partiti devono accettare.

    BINDI – Al segretario del Pdl risponde il vicepresidente della Camera Rosy Bindi, Presidente dell’Assemblea nazionale del Pd: «Alfano dice che se vogliamo la nostra riforma del lavoro dobbiamo andare alle elezioni e vincerle? Misuri le parole e ci risparmi toni di sfida. Se Alfano pensa di dare ultimatum al Pd, sappia che così non si va lontano e comunque, in caso di elezioni, che non ci spaventano, sarebbe il Pd a vincere. E si ricordi che abbiamo sempre pensato con senso di responsabilità all’interesse del Paese e anche per questo la riforma va cambiata. Chiediamo rispetto a Monti e anche a chi con noi lo sostiene in Parlamento».
    Basta….. porca putt…… ,attento Pd altrimenti Di Pietro………….
    On.Ghizzoni dica a quelli del PD di Evitare interventi televisivi all’on.Sereni(incompetente sull’art.18.Vedo il mio partito alle corde …..

  957. Mara 52 attenzione:

    Ho spedito le tre raccomandate e mi sento molto più “leggera”! Speriamo che la fortuna ci assista. W GRASSO!

  958. Agnese Chiara Farigu attenzione:

    @ Giuseppe Grasso
    @avvocato Naso

    posto qui sotto l’articolo di Tuttoscuola “pensioni al 1 settembre: i sindacati agiscono per via legale” in cui si legge che i sindacati chiedono di cessare il lavoro dal 1 settembre 2012 e NON dal 1.09.2013 come noi con la lettera di significazione e diffida…COME MAI? LA FINESTRA MOBILE rientra nel nostro caso?
    grazie per la risposta e buon lavoro!

    Pensioni al 1° settembre: i sindacati agiscono per via legale

    I sindacati si muovono per via legale per contestare la norma che di fatto impedisce al personale della scuola che matura i requisiti pensionistici previsti dall’ordinamento prima dell’entrata in vigore del decreto-legge 201/2011 (quote, anzianità pensionabile di 40 anni, età di 65 anni) nel periodo 1° gennaio – 31 agosto 2012 di cessare dal servizio dal 1° settembre 2012 con diritto a pensione.

    La Cisl Scuola di Sassari, per esempio, ha dato incarico ad alcuni studi legali di predisporre le modalità più efficaci per agire in giudizio.

    Ma intanto, informa un comunicato, “in attesa di fornire notizie precise sulla fattibilità di ricorsi per contestare questa situazione, gli interessati dovranno comunque presentare entro il 30 marzo istanza di cessazione dal servizio, affermando la maturazione dei predetti requisiti pensionistici entro il 31 agosto. Nell’istanza – che dovrà essere presentata in formato cartaceo, in quanto il sistema POLIS riconosce soltanto i requisiti maturati entro il 31 dicembre 2011 o i nuovi requisiti previsti dal decreto 201 – dovrà comunque essere indicata cautelarmente la volontà di permanere in servizio qualora (come è scontato) sia accertata la mancanza dei requisiti, al fine di evitare che venga disposta comunque la cessazione dal servizio”.

  959. maria angela attenzione:

    x Antonella anch’io farò domanda purtroppo con il contributivo e avendo maturato i requisiti entro il 31/12/2011 a settembre 2012 sarò sicuramente collocata a riposo. Quindi in effetti siamo soggetti alla finestra perchè andiamo in pensione non nel 2011 come sarebbe stato possibile prima del del decreto legge n.138/2011(Tremonti-Berlusconi) ma l’anno scolastico successivo cioè nel 2012.La circolare del MIUR infatti precisa che se i 35 anni di contributi e i 57 anni di età si maturassero nel 2012 la decorrenza della pensione sarebbe per la scuola il 1/9/2013.Ne deduco che chi va in pensione con leggi anti-Fornero rimane soggetto alla finestra mobile.
    Sono in attesa di una risposta dell’Avv. Naso al quale ho chiesto se nella nostra particolare situazione di pensionande possiamo partecipare al ricorso.

  960. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Piera 52 scuola

    Rientri pienamente nella quota 96 in quanto ENTRO il 2012 compi gli anni e avresti avuto diritto ad andare in pensione il 1 settembre 2012 (o 2013 con la egge di Ferragosto) usufruendo di un abbuobo figurativo utile a maturare nel 2012 il requisito anagrafico. Io sono nato il 1 ottobre e sono nella tua stessa situazione. Quindi, tranquilla.

  961. Anselmo 49 attenzione:

    @PIERA 52
    Mi sembra che al 31/8/2012 non avresti i requisiti di quota 96, ma potresti beneficiare di un possibile emendamento che estenda al 31/ 12/2012 il possesso dei requisiti di quota 96.
    Potresti partecipare al ricorso al TAR dell’avv. Naso che deve essere ancora redatto.

  962. mariliana52 attenzione:

    @ a chi si trova nella mia situazione
    Ad agosto ho 39a e 3m di contributi. Se ho capito bene ,nel 2014 andrei in pensione come richiesto con 41a e 6m ( per la precisione 7m di cui 4 figurativi). Ho aderito al ricorso al Tar ma ho molti dubbi,- prevedo tempi lunghi-, per il ricorso al giudice del lavoro. C’è qualcuno tra voi che pensa che mi convenga comunque seguire anche questa strada?

  963. Fulvia52 attenzione:

    @Maurizio Giovannetti
    Oggi 22 marzo ho fatto il bonifico di 25,00 € per aderire al Comitato Civico QUOTA96.
    Mi chiamo FULVIA FRASCA. Grazie.

  964. Raoul52 attenzione:

    @Tutti
    @Piera 52

    Scheda Requisiti- Ricorso UIL

    http://www.uil.it/uilscuola/sites/default/files/ricorso_pensioni_-_scheda_uil_scuola_0.pdf

    Allego la scheda nel sito in “ProMemoria Ricorso”

  965. il comunista attenzione:

    Tra i responsabili dei nostri casini individuo l’on. LETTA, che anzichè leggere e discutere prima la iorma (scusate ma è rotta la tastiera) pensionistica in parlamento, da umile servo concesse la iducia al banchiere Monti.(stupe acente mandare a lavorare le persone a 70 anni).

  966. Daniela attenzione:

    Entro il 30 devo decidere perchè, per motivi di salute, non riuscirò ad arrivare al 2017! Con 36 anni 9 mesi e 28 giorni nel 2012 farò domanda, ma la mia pensione,con il contributivo, si ridurrà a 960 euro circa anzichè 1.400. Non ho parole! Quanto mi ruba questo Stato?!!

  967. Raoul52 attenzione:

    @Tutti

    Scheda UIL

    PENSIONI La Uil scuola si fa promotrice di ricorsi al TAR Lazio Il ricorso è per gli iscritti ed è totalmente gratuito – 2 –

    Le tipologie di persone interessate dal ricorso sono le seguenti:

    A

    1) Nati/e tra l’1.1.1952 e il 31.8.1952 che alla data del 31.8.2012 maturano almeno 36 anni di servizio

    2) Nati/e nel 1951 (o uomini nati in anni precedenti) che maturano 35 anni di servizio entro il 31.8.2012;

    3) Persone che maturano 40 anni di servizio entro il 31.8.2012;
    ——————————————————————————
    B

    1) Nati/e tra l’1.9.1952 e il 31.12.1952 che alla data del 31.12.2012 maturano almeno 36 anni di servizio;

    2) Nati/e nel 1951 (o uomini nati in anni precedenti) che maturano 35 anni di servizio entro il 31.12.2012;

    3) Persone che maturano 40 anni di servizio entro il 31.12.2012;
    ———————————————————————————
    Il termine di scadenza inderogabile (legato alle scadenze di legge per l’impugnativa) è fissato per il giorno sabato 14 aprile.

    Per qualsiasi informazione è possibile rivolgersi alle segreterie provinciali o a Piero Bottale, che coordina l’iniziativa, esclusivamente per email – pbottale@uilscuola.it – specificando la provincia di servizio.

  968. Lucina Focante attenzione:

    @Giuseppe Grasso

    Grazie per la sollecita e chiarissima risposta!

  969. biancarosa 52 importante attenzione:

    @ tutti i ricorrenti della provincia di VICENZA
    Mi sono sentita per telefono con Antonio Busato, che non potrà essere presente nel blog per alcuni giorni a causa di imprevisti, ed abbiamo verificato che l’ indirizzo dell’Ufficio Scolastico Regionale è: Riva de Biasio S. Croce 1299- 30135 VENEZIA.
    Quello dell’Inps già Inpdap è: Viale Verdi 76 – 36100 VICENZA.
    Vi invitiamo ad inviare le raccomandate a questi indirizzi.
    @ Piera 22/03 at 5:42
    Secondo me rientri nella quota 96, lo so per certo perchè sono nelle tue stesse condizioni: 60 anni a novembre e 37 anni e 11 mesi di servizio ad agosto 2012 e tutti mi hanno detto che rientro nella quota 96.
    Ho pronte tutte le carte per i ricorsi e oggi ho fatto il BONIFICO DI ADESIONE di 25 euro.
    Grazie a tutti, Biancarosa

  970. maria1952 attenzione:

    @tutti
    Avevo fatto presente due problemi importanti ma nessuno si è degnato di leggerli e rispondere.Va bene vuol dire che me ne starò zitta zitta a leggervi.

  971. ANTONELLA attenzione:

    @ maria angela
    Avevo scritto anch’io all’avv. Naso il 9 marzo per chiedergli la stessa cosa, ma non mi ha mai risposto, perciò ho rinunciato al ricorso.

  972. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ In risposta a Carlo B e a Marcella: un ragionamento ipotetico-esegetico sull’uscita dalla scuola al 2012…

    Se dobbiamo rimodulare la riforma Fornero al comparto scuola, spostando la data di applicazione della stessa riforma dal 31.12.11 al 31.8.12, come sta chiedendo l’avv. Naso per nostro conto tutelando un nostro «diritto quesito», non potrebbe anche darsi il caso che, siccome la suddetta riforma abolisce, di fatto, le finestre mobili introdotte dalla legge di Ferragosto Tremonti-Berlusconi, noi potremmo andare in pensione, forse, il 1 settembre 2012 invece del 1 settembre 2013?
    Si tratta, ovviamente, di mere congetture esegetiche, in quanto l’avv. Naso, che ha «naso», e passatemi la battuta, prevede che l’ultima modifica intervenuta ad agosto ci vincola, irrevocabilmente, all’uscita dal lavoro al 2013. Questo non andrebbe a confliggere, in qualche modo, con quello che l’amico Antonio Busato aveva suggerito in un dialogo telefonico, e cioè che non si tratta di disapplicare la riforma Fornero, la quale ha abolito, in ogni caso, le finestre mobili, ma di renderla compatibile con il comparto scuola. In tal caso, però, saremmo sganciati dalla legge di Ferragosto. O no? Come vedete il dubbio permane nonostante il discorrerne. Credo proprio che, per saperlo, dovremo aspettare che i giudici si siano pronunciati in tal senso, sia nel ricorso al TAR, sia in quello al Giudice del Lavoro. Forse è per questo che l’avv. Naso vuole tentare di mettere come opzione, nella memoria difensiva, anche la possibilità di chiedere la cessazione dal servizio il 1 settembre 2012. Non so se sono stato abbastanza chiaro nel mio ragionamento che, pur nelle sue ambiguità interpretative date dalle leggi attuali, ha una sua «logica». O forse no? A questo punto non so più. Comunque una cosa è certa: aguzzare l’ingegno aiuta ad uscire dalle secche della solita discussione e ravviva le nostre speranze.
    Buona discussione a tutti voi del sito.

  973. giulia52 attenzione:

    @ Guido52

    Io e una mia collega siamo in una situazione simile alla tua e, come da circolare provinciale, dovremo ritirare nei prossimi giorni la domanda cartacea di pensione, ma non sappiamo se dobbiamo spedire anche l’atto di diffida.
    Se hai contattato l’avvocato Naso, ti chiediamo gentilmente di riferirci cosa ti ha detto. Grazie.

    Grazie infinite anche all’onorevole Ghizzoni e a tutti coloro che lavorano per il comitato.

  974. Carmela 52 attenzione:

    @ TUTTI

    Cari colleghi, vorrei sapere se rientro nella quota 96, essendo un insegnante nata il 27agosto 1952 e avendo al 31/8/2012 maturato 35 anni, 4 mesi e 18 gg.
    Se gentilmente alcuni di voi mi volessero rispondere al più presto, vi sarei molto grata.

  975. ANTONELLA attenzione:

    @ maria angela
    Scusami, ma ho inviato prima di terminare. Volevo aggiungere che io l’anno scorso non sono andata in pensione non perchè ci fosse la finestra mobile, ma perchè pensavo di poterci andare quest’anno regolarmente con quota 96. Se avessi voluto, ci sarei potuta andare anche l’anno scorso.

  976. maria angela attenzione:

    XAntonella
    L’anno scorso tutti sconsigliavano l’opzione donna perchè davano per certa la quota 96.A luglio 2011 il sindacato mi aveva fatto i conteggi e poichè maturavo quota 96 nel 2012 mi assicurò che il 1/9/2012 sarei potuta andare in pensione, ma solo dopo poche settimane ad agosto 2011 la mia pensione ,a causadella finestra,l’avrei maturata a settembre 2013. Con la legge Fornero posso andare in pensione solo nel 2017. Morale della favola sono costretta ad andarmene con il contributivo!

  977. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ giudi_53 @ Mara 52

    Grazie mille!

  978. Maria Carmela52 attenzione:

    Gentile Sig.Giovannetti
    ho visto che per errore è stato da Voi riportato nell’elenco versamenti “Quota 96″ il cognome e nome di mio marito Iovane Vincenzo, pertanto le chiedo gentilmente di sostituirlo con D’Alessandro Maria Carmela.
    Grazie per la collaborazione.
    Cordiali saluti
    Maria Carmela D’Alessandro

  979. guido 52 attenzione:

    @Giulia52
    Ho contattato l’avvocato telefonicamente; mi ha chiesto di inviargli la circolare che la scuola mi aveva dato, ma al momento non ho ancora avuto risposta. L’atto di diffida comunque lo invierò.

  980. Paola attenzione:

    per Grasso. Mi è venuto un dubbio, dobbiamo pinzare i tre fogli o è necessario ricopiarli in un unico foglio protocollo, come si fa in genere nei ricorsil? Grazie

  981. iccius attenzione:

    vorrei capire questo; se un mio collega del 1951 ha 40 di contributi al 31/12 /2011 e sicuramente sarà collocato a riposo a partire dal 1 settembre 2012, qualora venisse accolto il ricorso ” per la scuola leggasi 31/08/2112 ” perchè noi dovremmo essere collocati a riposo a partire dal 1 settembre 2113 ?

  982. Vincenzo 52 attenzione:

    @ G.Grasso
    @ Tutti

    Scusate il ritardo, ma sono tornato da poco.
    Il quotidiano di Modena “Prima Pagina”, dà ampio risalto a Quota 96 !
    ( più del 50% di un’intera pagina !)
    Scrivo solo alcuni titoli:
    – Scuola- Adesione anche nel nostro territorio alla protesta per
    estendere al 31 Agosto le regole sui pensionamenti.
    – Quota 96, cento prof modenesi contro la FORNERO
    – Ricorsi al TAR e azioni legali:”Rischiamo di non stare a casa da
    settembre”
    – La battaglia del PD: domani docenti e ata incontrano la Ghizzoni:
    aveva presentato un emendamento.

    Giuseppe, scusa ma ti rifaccio la domada di questa mattina:

    Coloro che raggiungono i 40 anni il 31 Agosto, devono scriverlo anche nell’Oggetto (prima pagina, inizio del documento) e alla fine di “AVVISA” ( terza pagina)?

    Grazie della risposta che gentilmente mi darai, così domani spedisco le 3 raccomandate.

  983. mariapia52 attenzione:

    @ maurizio giovannetti Tra gli iscritti al comitato quota 96 compare Ferraris Giovanna che va sostituita con la madre Rifaldi Mariapia come scritto nella causale del bonifico che evidentemente non è stata letta. mariapia.rifaldi@libero.it. Grazie

  984. Rossana Lancella attenzione:

    @per Giovannetti
    per errore è stato riportato il cognome e nome di mio marito Ferrucci Alessandro, che ha effettuato per mio conto, come specificato nella causale, il bonifico di 25 euro per l’adesione quota 96
    Ti prego gentilmente di correggere
    Grazie
    rossana.lancella@vodafone.it

  985. te.loco attenzione:

    @Giuseppe Grasso & company
    sul sito Gilda Verona datata 20 marzo c’è una comunicazione in cui si afferma che i nati nel 52 possono effettuare domanda di pensionamento on-line, purtroppo non sono riuscita a creare il link, se cortesemente potet
    e leggerlo…cosa ne pensate?
    -PENSIONAMENTI CLASSE 52 GILDA VERONA

  986. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Vincenzo 52

    Rispondo intanto alla tua domanda: non devi scrivere nell’oggetto ma, nella pagina 3 dove c’è “avvisa”, al posto della frase “della c.d. “quota 96″, devi mettere “40 anni di contribuzione”. Abbiamo rivisto l’atto di diffida proprio anche in funzione di chi matura 40 anni a prescindere dall’età anagrafica. Ma di questo avevo già dato conto.
    Ti chiedo pero adesso, visto che hai dato la notizia e hai letto il quotidiano, se sei in grado di mettere il link del giornale qualora fosse on line o, comunque, di fornire altri dati utili alla ricerca. O, al limite, se proprio non ci sono tracce informatiche di questo giornale, di ricopiare, se possibile, i punti salienti.
    Grazie.
    Grazie.

  987. Ermanno attenzione:

    @ tutti quelli che ancora vanno a chiedere informazioni ai vari padronati

    Mezzora fa è venuto a trovarmi un delegato CISL, mi ha passato una locandina che gli è stata spedita via fax. Oggetto:ricorso pensioni nati 1952; priorità Alta; inviato giovedi 22 marzo ore 15.09. Testo: come preannunciato,si conferma che la segreteria nazionale ha dato incarico ad alcuni studi legali di valutare…….in sintesi la norma che colpisce i nati 1951 e1952.
    Ora se ne accorgono? Sono 2 mesi che fanno orechie da mercanti, le quote sindacali cominciano a diminuire? Sono inscritto alla CISL,Mi dispiace ricorsi solo con L’avv. Naso

  988. Ermanno attenzione:

    Scusate, tale è la rabbia che si pigia l’invio senza rileggere il testo commettendo qualche errore.Ciao Ermanno

  989. maria settembre 52 attenzione:

    anche il mio bonifico di 25 euro risulta a nome di mio marito ,addis paolo nicolò,ma sono io che aderisco al comitato.Per cortesia correggetelo,grazie

  990. Raoul52 attenzione:

    @Tutti

    “Elenco Adesioni” aggiornato:

    http://requisitiscuola2012.wordpress.com/elenco-adesioni/

    Se non trovate nell’elenco il vs. nominativo,…se il nominativo appartiene ad altra persona (coniuge-familiare ecc.ecc.) VI CHIEDO gentilmente di pazientare-aspettare.
    Grazie

  991. Alma 52 attenzione:

    @Carmela 52
    Dovresti avere quota 96 formata da
    60+35 + mesi età + mesi contributi fino a dicembre, in quanto puoi sommare frazioni di età più frazioni di contribuzione per completare la quota. Siccome però sei molto al limite ti consiglio di farti fare i conteggi esatti da un patronato.

    G.Grasso TUTTI
    Ho completato significazione e diffida con i miei dati e spedirò quanto prima. L’unica parte che mi ha fatto sorgere qualche perplessità e un pizzico di delusione è stata la data del 1° settembre 2013 per il collocamento in quiescenza. Sembrava si potesse “osare” chiedere di uscire già dal 2012! Presumo, però, che se l’avvocato ha ritenuto opportuno far riferimento a quella data ce ne siano i presupposti nel passaggio da una legge all’altra e che solo lui sappia collocarci nella posizione giusta.
    A volte siamo un po’ agitati e preoccupati perchè ogni piccola variante si riflette sulle nostre decisioni future e in qualche modo ci cambia la vita…e non ci sono nè il tempo nè le condizioni per poter scegliere. Anche l’anno in più per esempio (che già sarebbe una conquista) potrebbe essere determinante in quanto si potrebbe decidere se farlo o non farlo…, ma per rimanere a casa bisognerebbe dimettersi ora…, ma non sapendo cosa ci riserva il futuro…. Insomma è proprio difficile mantenere i nervi saldi. Io dico che siamo anche troppo bravi.
    Quindi sempre avanti perchè DOBBIAMO VINCERE!

  992. maria teresa 52 attenzione:

    @Giuseppe Grasso
    Avrei bisogno cortesemente di un chiarimento.Nell’atto di diffida vorrei sostituire quota 96 con quota 97 poiché io raggiungo tale quota ad agosto del 2012. Va bene personalizzare la quota secondo quella raggiunta da ognuno?
    Io penso che l’atto di diffida dovrebbe essere personalizzato. Ti ringrazio per tutto e per il consiglio che potrai darmi. Grazie

  993. Giorgia 52 attenzione:

    @ GHIZZONI
    Purtroppo venerdì, causa un problema di salute, non potrò esser con voi.
    Mi spiace moltissimo… ci tenevo tanto a conoscerLa, a parlarle e a ringraziarla personalmente!
    lo faccio ancora una volta virtualmente , di cuore.

  994. Silvana Boccardo attenzione:

    Silvana Boccardo: attenzione
    Ho fatto il bonifico di adesione al comitato Quota 96, Maurizio Giovannetti tesoriere, in data 22 marzo. Silvana Boccardo

  995. Enza attenzione:

    @Tutti
    Oggi è la giornata dell’iniziativa: “Urlo nelle scuole”
    Ho letto che il PD aderisce con manifestazioni.
    Urliamo anche noi come comitato Quota 96.

  996. Maria Nanu attenzione:

    Caro Raoul, ho visto con piacere il mio nome nella lista degli aderenti al Comitato . C’è però un errore, sono MARIA tout court, non Teresa! Puoi correggere? Grazie, Maria Nanu

  997. Marisa C attenzione:

    @per Giovannetti
    Avevo già mandato una e-mail a Raoul, ma anche nell’ ultima lista aggiornata risulta Rondelli Marco invece di Caprara Marisa.
    Ti prego gentilmente di correggere
    Grazie
    caprara@irreer.it

  998. Graziella 52 attenzione:

    @ G.Grasso
    Inviati ieri i documenti all’avv. Naso e spedite anche le 3 diffide. Bravi, state facendo un lavoro eccellente! Una considerazione: siamo scarsi a visibilità sui grandi mezzi di informazione. Non tanto per per farci conoscere, quanto per sollecitare al ricorso tutti i 4.000 italiani che hanno lo stesso nostro problema. Con tutto il rispetto per “La gazzetta di … Vattelapesca”, che si parli di noi nei giornali locali non credo ci faccia fare grandi passi in avanti. Un’idea: un sit-in di protesta di domenica sotto casa della Fornero con tanto di striscioni e cartelli? E con qualche televisione che conta (opportunamente sollecitata) a riprenderci? Potrebbe essere questa anche l’occasione per conoscerci di persona e rafforzare lo spirito di gruppo.

  999. Marisa C attenzione:

    @Raoul52 22/3 ore 11,40 pm
    Scusa Raoul, ma nel momento in cui ho fatto l’ intervento, la tua comunicazione non era ancora postata.
    caprara@irreer.it

  1000. Anonimo attenzione:

    @Ermanno
    Fra i luoghi comuni … non ci sono più le mezze stagioni … si stava meglio quando si stava peggio … c’è anche “la fretta è una cattiva consigliera”, ma non per gli avvocati, in quel caso rende bene.
    Cosa pensavi che chiunque abbia un minimo di coerenza e non voglia prendere cantonate … avrebbe iniziato la pratica di ricorso al TAR … ripeto per la millesima volta, tattica, e iniziare a dichiarare azioni legali, strategiche e che non hanno scadenze temporali, senza aver esaminato la OM e le CM applicative?

  1001. bari carmelo attenzione:

    Ho saputo solo l’altro giorno dell’esistenza di questo blog(sono del 52 e penalizzato con 6/7 anni in +) .
    Io ho presentato la documentazione per il ricorso tramite il sindacato uil a cui sono iscritto e che mi ha contattato appunto perchè presentassi il ricorso.
    Ho saputo da un mio amico sindacalista che i sindacati si stanno mobilitando per il ricorso perchè il blog”quota 96″ ha reso visibile questa ingiustizia perciò
    ringrazio tutti i promotori di vero cuore.

  1002. Franco di Prato attenzione:

    Scusate l’animo a Ermanno è mio.
    @ Enza
    Sul sito quota96.wordpress.com avevo pubblicato il link all’iniziativa, e dovremmo partecipare come quota96 tout court, letto il sito e le motivazioni della giornata di protesta, non perchè vi aderisce il Partito Democratico.

  1003. leopoldo attenzione:

    QUESTIONE PENSIONAMENTI CLASSE 1952 Verona

    @ Grasso e tutti
    Il comma 21 dell’art.1 del decreto legge 138 del 13.08.2011, che ha modificato il comma 9 dell’art. 59 della legge 449/97, ha disposto che:”” Con effetto dal 1 gennaio 2012 e con riferimento ai soggetti che maturano i requisiti per il pensionamento a decorrere dalla predetta data all’art.59, comma 9, della legge 27 dicembre, n.449,dopo le parole “anno scolastico e accademico” inserire la seguente “dell’anno successivo”. Resta ferma l’applicazione della disciplina vigente prima dell’entrata in vigore del presente comma per i soggetti che maturano i requisiti di pensionamento entro il 31 dicembre 2011””.

    Non pare, dunque, vi siano state novità circa i diritti acquisiti per il collocamento in quiescenza, alla data dell’1.09.2011, per coloro i quali sono nati nell’anno 1952 che rimarrebbero quelli previsti dall’impianto normativo vigente alla citata data.

    Per l’effetto, coloro i quali sono nati nel corso dell’anno 1952 e che maturano i requisiti pensionistici alla data del 31.08.2012, di anzianità, secondo le finestre di uscita previste dalla legge 243/04, come modificata dalla legge 247/07 (requisito di età anagrafica maturata entro il 31.12.2012 + anzianità contributiva) per raggiunta quota 96 o di vecchiaia, per raggiunti limiti dei 40 anni di servizio, potranno essere collocati in quiescenza secondo le regole in vigore alla data dell’1.09.2011.

    Quindi, coloro che sono nati nell’anno 52’ potranno andare in pensione a far data dall’ 1.09.2012 o, nella peggiore delle ipotesi, a far data dall’ 1.09.2013, secondo le suindicate disposizioni normative.

    Pertanto, ai fini della tutela degli interessati sarà opportuno inviare, comunque, la domanda di pensionamento tramite procedura on-line ovvero tramite raccomandata con ricevuta di ritorno al MIUR, all’Ufficio scolastico regionale e all’INPS di competenza,entro il termine del 30.03.2012.

    In caso di mancato accoglimento della stessa si potrà ricorrere ai Tribunali del lavoro competenti per territorio attraverso i propri legali di fiducia.

    Roma li 19 marzo 2012

    Avv. Tommaso de Grandis

    Studio legale Gilda

    DOCUMENTI NECESSARI

    1- Verifica della maturazione dei raggiunti requisiti di cui alla Tabella B della legge 243/04 e s.m.i.

    2- Fotocopia della domanda di pensione on-line o cartacea

    3- Autodichiarazione dei servizi e degli anni di servizio

    4- Fotocopia del decreto di ricostruzione di carriera

    5- Fotocopia documento di riconoscimento e del codice fiscale

    6- Scheda dati anagrafici

  1004. Angelica 52 attenzione:

    @ tutti

    C’è un ricorso urgente dell’anief su

    http://www.anief.org/index.php?sid=

    Pensioni: Anief diffida il Miur dal non aprire il sistema Polis di presentazione delle domande (22 marzo)

    Forza e coraggio a tutti .

  1005. Maria Teresa 51 attenzione:

    @ Direttivo Comitato
    @ Gruppo di Venezia
    @ tutti
    La scorsa settimana ho contattato telefonicamente l’on.Marco Stradiotto, concittadino e conoscente. Il senatore, che e’membro della VI commissione Finanze e Tesoro del Senato, si e’ reso disponibile ad un incontro che e’ stato fissato per venerdi 30 marzo alle ore 15.00 presso il suo ufficio di via Fapanni 5, a Martellago – VE

  1006. Agnese Chiara Farigu attenzione:

    @ tutti
    posto qui sotto il link della gilda di Verona che è in sintonia con il nostro ricorso

    http://www.gildaverona.org/joomla/index.php/iniziative/47-documenti-e-iniziative-politiche/453-pensionamenti-classe-1952

  1007. guido 52 attenzione:

    @Maurizio Giovannetti
    Effetuato il 20.03.2012 il versamento al comitato “quota 96″con posta giro n°POYP 0447. Nell’elenco risulta il nome di mia moglie Scotellaro Laura che va sostituito con il mio Palmero Guido.
    Grazie

  1008. Michelina 52 Firenze attenzione:

    Per Maria Teresa

    Atteso che la quota 97 non esiste, tu scriverai che ad agosto 2012
    raggiungerai 37 anni di contributi.
    Ciao

  1009. LucianoP Senigallia attenzione:

    Continuo ad ammirare il prezioso lavoro di volontariato nell’informare e consigliare tutti noi invischiati in questa situazione palesemente ingiusta e quindi non finirò mai di ringraziare in particolare Manuela Ghizzoni, Giuseppe Grasso, Antonio Busato, Raoul52 , Carlo B e tutti coloro che hanno portato il loro contributo per rendere possibile le iniziative che il nostro comitato quota 96 sta intraprendendo. Mi auguro anch’io, come Giuseppe e Beppe Ceravolo, che si possa organizzare ” una megafesta” o una manifestazione a Roma con tanto di comizio e pranzo all’aperto dopo aver chiuso questa fase concitata di pre invio documenti ricorso.
    @Maurizio Giovannetti Tesoriere
    oggi ho inviato bonifico bancario di 25€ ( tramite PC) per iscrizione “quota 96″ a nome di Enrica , mia moglie. Se dovesse essere necessario posso inviare ricevuta.
    A presto

  1010. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ TUTTI: COMUNIC. DI SERVIZIO: RICORSO ANIEF, GILDA E…

    L’avvocato Naso sa già di tutte le iniziative di ricorso annunciato, sia della Gilda e della UIL, sia dell’Anief e dunque, se ci fosse qualche cosa da fare nell’immediato, tipo fare la domanda on line ove la Polis aprisse le porte o altro, ci darebbe pronta e immediata comunicazione. La scadenza per le domande è fissata, come sapete, per il 30 marzo e quindi ci sarebbe tempo. Tuttavia, secondo Naso, si tratta, in particolare per l’Anief, piuttosto di propaganda atta a dare visibilità al problema e che, in ogni caso, noi abbbiamo agito bene con le tre raccomandate a/r.
    Manteniamo dunque la calma perché la sitazione è sotto controllo.
    Per aggiornamenti eventuali ci farà sapere.
    Buona giornata.

  1011. elda attenzione:

    a Leopoldo
    chiedo scusa, forse non capisco esattamente la questione a proposito del ricorso Gilda di Verona.
    ma i diritti acquisiti al 1 settembre 2011 non sono appunto stati annullati dalla riforma Fornero? e dopo la riforma non dovrebbero più valere neanche le disposizioni del decreto legge 138 del 13.08.2011, mi pare.
    non è per questo che stiamo procedendo?

  1012. Joe Kurtz (nato nel 1956) attenzione:

    Non mi è chiaro un aspetto di tutto il dibattito sulla riforma delle pensioni per il personale della scuola.

    E’ stato il GOVERNO BERLUSCONI e non la Fornero, con il decreto di agosto 2011 (decreto-legge n. 138) a infrangere la specificità dei lavoratori della scuola, prevedendo che fosse la data del 31 dicembre (e non l’anno scolastico) a determinare la decorrenza della pensione.
    Infatti, con la manovra di agosto di berlusconi-tremonti, si è stabilito che solo chi maturava i requisiti della quota 96 entro il 31 dicembre poteva andare in pensione 1l 1.9.2012, mentre chi li maturava dal 1 gennaio 2012 2012 slittava al 1.9.2013!!! Perchè nessuno ricorda questo FONDAMENTALE ELEMENTO???

    La Fornero è intervenuta su una norma (di berlusconi!!!) che già prevedeva che i dipendenti della scuola nati nel 1952 non andavano in pensione nel 2012, e quindi è abbastanza logico che abbia assunto quella data come spartiacque tra i due sistemi… altrimenti si sarebbero potuti lamentare tutti gli altri lavoratori (degli altri comparti, del settore privato, ecc.) nati nel 1952!!!
    L’ingiustizia è evidente, ma c’è per tutti i lavoratori del 1952, non solo per la scuola.

  1013. Antonio attenzione:

    @tutti
    ho inviato l’atto di significazione e diffida, Avv. Naso.
    Considerato che all’Inpdap non è stata ancora modificata la targa, ho inviato il tutto all’Inps già Inpdap e anche alla sede dell’Inps,
    Di seguito una E mail ricevuta ieri notte sul tardi dal FLC CGIL:
    “vRaccomandata R.R.
    AL DIRIGENTE SCOLASTICO
    dell’istituto ……………………………………
    Oggetto: Domanda di collocamento a riposo a decorrere dal 01.09.2012.=
    Il/La sottoscritto/a …………………………………………………………………………………………….…
    nato/a a ………………………………………………………………………..il…………………..……………
    residente alla ……………………………………………………………………………………………………..
    in ………………………………………………………….………… prov. ………….…… c.a.p. ……………..
    in servizio presso………………………………………………………………………………………………….
    nel ruolo di ……………………………………………………… email…………………………………………

    CH I E D E
    le dimissioni dal servizio dal 01.09.2012.
    A tal fine DICHIARA che la presente istanza è finalizzata al conseguimento a partire dal 01.09.2012:
    o della pensione di vecchiaia, in quanto il/la richiedente possiede al 31.08.2012 il requisito
    dei 65 anni di età anagrafica;
    o della pensione di vecchiaia, in quanto il/la richiedente possiede al 31.08.2012 il requisito
    dei 61 anni di età anagrafica (solo per le donne);
    o della pensione di anzianità, in quanto il/la richiedente possiede al 31.08.2012 il requisito
    dei 40 anni di contribuzione;
    o della pensione di anzianità, in quanto il/la richiedente possiede al 31.08.2012 i requisiti di età (almeno 60 anni) , di anzianità (almeno 35 anni) e quota (almeno 96).
    DICHIARA
    La volontà di mantenere il rapporto d’impiego nel caso in cui l’ufficio competente accerti la mancata maturazione del diritto al trattamento di pensione e, quindi, di assicurare la propria presenza in servizio fino al giorno prima della decorrenza della prestazione pensionistica.
    Il/La sottoscritto/a, contesta sin da ora l’applicazione dell’art. 24 del DL 201 del 6 dicembre 2011 convertito con L. n.214 del 27 dicembre 2011 stante la palese inapplicabilità della norma stessa al comparto scuola che gode da sempre di una diversa disciplina per l’accesso al trattamento pensionistico, tenuto conto del calendario scolastico che inizia il 1 settembre e dell’impossibilità per il personale della scuola di essere collocato ad anno in corso.
    Il/la sottoscritto/a rimane in attesa, anche ai sensi della L. 241/90 di un riscontro alla presente e si riserva di tutelare i propri interessi in tutte le sedi opportune avverso eventuali provvedimenti espressi di rigetto alla propria domanda di collocamento a riposo.
    F.to ____________________
    Data…………………………………..”
    A voi le conclusioni, chiaramente ho inviato solo l’atto di sign. e diffida
    dell’Avv. Naso.
    Buona giornata e grazie a tutti
    Antonio Piras

  1014. Filomena attenzione:

    Urgente sapere dall’avvNaso cosa fare della domanda cartacea protocollata a sett/nov.
    Grazie at tutti coloro che si stanno prodigando per il bene comune

  1015. Anonimo attenzione:

    @ Joe Kurtz (nato nel 1956)

    Caro collega, la differenza è sostanziale perché se il D. L. 138 prevedeva il rinvio di un solo e sopportabile anno per il pensionamento, ovvero per il 2013, la riforma Fornero ha aggiunto, dal giorno alla notte e senza alcun procedimento di transizione, 5 anni. Per un totale, quindi, di 6 anni in più di lavoro. Per fortuna che la gradualità è stata ribadita a chiare lettere, ultimamente, da Cesare Damiano a Porta a Porta, con specifico richiamo, oltre che agli esodati, ai lavoratori della scuola del 1952, in perfetta sintonia politica con quantro Manuela Ghizzoni sempre ausèicato e ripetuto su questo sito.
    Rendiamo quindi omaggio alla coerenza politica di questi deputati del Pd e speriamo che entro giugno arrivi un provvedimento ad hoc.
    Nell’attesa, per non sapere né leggere né scrivere, abbiamo avviato due ricorsi. Anzi, a tal proposito, di consiglio di non perdervi quello al Giudice del Lavoro. Mi è stato detto che potrebbe avere più efficacia rispetto a quello del TAR.
    Buona giornata.

  1016. Maria grazia padova attenzione:

    @Giuseppe Grasso
    Grazie per le tue parole che, come di consueto, ci tranquillizzano.
    @Tutti
    Ho appena spedito le tre raccomandate, con l’ansia , penso, di tutti voi, ma con la consapevolezza che stiamo combattendo una battaglia GIUSTA.Piccola osservazione : com’è che solo adesso tutti i sindacati si stanno muovendo? Io credo che questo blog, provvidenzialmente aperto dall’on. Ghizzoni, che non finiremo mai di ringraziare, abbia portato alla luce la profonda ingiustizia perpetrata nei nostri confronti. E’ vero, nei mezzi di informazione “tradizionali” non abbiamo visibilità, ma, ragazzi, internet ( e il vecchio passaparola) è un mezzo POTENTE.
    Spero proprio che ci possiamo ritrovare per una grande festa tutti insieme.

  1017. Anonimo attenzione:

    @ LucianoP Senigallia

    Grazie per le belle parole. Ti propongo, allora, vista la tua diponibilità, di diventare uno dei volontari preposti all’organizzazione di questa manifestazioone che io pensavo di fare, paradossalemte e provocatoriamente, il 1 maggio.
    Sì, proprio il 1 maggio, perché ritengo che la parallela manifestazione a San Giovanni, organizzata lo stesso giorno, potrebbe darci visibilità maggiore. O no?
    Parliamone un po’ tutti insieme.
    Se qualcuno conosce chi gestisce questi eventi può aiutarci. Ormai abbiamo un conto e un tesoriere e quindi possiamo anche permetterci di organizzare una manifestazione all’aperto con tanto di stand e, perché no, anche di chi potrebbe cucinare per tutti noi, come ai festival dell’Unità.
    Io, intanto, lancio la miccia.

  1018. Paola52 attenzione:

    @Giuseppe Grasso
    @Antonio Busato
    @tutti
    ho appena avuto un acceso diverbio con la responsabile dell’ufficio pensioni dell’Usp della mia zona per saper il destino della domanda cartacea prodotta a ottobre 2011. Dice che non è valida e che me la rispedirà a scuola dopo il 30 marzo. Ho insistito per averla entro il 30 marzo, ma non sente ragioni. Ho detto anche che però deve addurre il motivo scritto. Anche qui niente da fare. Poi ho parlato del ricorso e mi ha detto che se è per conoscenza potrebbe non esserci risposta.Mi sembra quindi importante che nelle tre domande da spedire, si inverta l’ordine dei destinatari e lasciare per conoscenza gli altri. Forse era ovvio ma io non ci avevo pensato. Voi avete di sicuro invertito l’ordine ma se nessuno lo ricorda , si potrebbe sbagliare.Grazie per un commento su quanto sopra

  1019. stefivi.52 attenzione:

    La segreteria della nostra scuola ha chiesto informazioni al responsabile dell’ufficio scolastico provinciale di Venezia in merito alla domanda di cessazione di servizio cartacea che alcune insegnanti della mia scuola ,classe 1952, me compresa, avevamo fatto in data 7 luglio 2011.Ci è stato risposto che è meglio ritirare la domanda entro il 30 marzo, in carta semplice, per non rischiare di andare col contributivo…
    Fatti i bonifici…ora mi appresto a spedire tutto…

  1020. eliana52 attenzione:

    ad Antonio
    A proposito della domanda di collocazione a riposo della Cgil che hai pubblicato (e che mi sembra più esauriente di quella della CISL) mi pare che essa faccia riferimento a coloro che hanno raggiunto almeno i 36 anni e i 60 entro il 31/08/2012. E chi compie i 60 a novembre o a ottobre come ha scritto Grasso? sapevo che contava l’anno solare e quindi la dicitura dovrebbe essere “entro il 31/12/2012″.

  1021. donata52 attenzione:

    @grasso
    @busato
    @tutti
    Cari colleghi sono entrata in gran confusione:dopo aver inviato all’avv.la documentazione e sottoscritto l’adesione,sul punto di compilare e spedire l’atto di significazione ,vengo a conoscenza che il sindacato(Gilda) a cui sono iscritta si è attivato per fare ricorso.
    A questo punto domando se è possibile aderire anche a questa iniziativa senza entrare in conflitto con le precedenti scelte.Se avete già risposto mi scuso,ma per serie circostanze non mi è sempre possibile leggere ttutte le mail,in attesa di un vostro riscontro vi saluto caramente ringraziando sia voi che la nostra disponibilissima ospite
    Donata Bianchi

  1022. PATRIZIA52 attenzione:

    @Paola 52 @ Filomena @

    stamattina ho parlato con il responsabile dell’ufficio pensioni dell’Usp della mia zona. Ha detto che le domande cartacee prodotte DEVONO essere ritirate per maggior tranquillità. Si potrebbe, in caso contrario, rischiare di essere rimossi dall’insegnamento e collacati in posti diversi( già successo ha detto) in quanto sono domande comunque di dimissioni. Conferma inoltre che il personale del 52 non ha i requisiti richiesti da istanze online quindi non possiamo dichiarare cose non vere.
    Ogni Usp , ogni sindacato dà la sua versione sul fare o non fare o come fare la domanda di dimissioni/pensionamento
    Non so più cosa pensare!

  1023. silverio53 attenzione:

    @ a tutti quelli che compiono 40 anni di contributi a prescindere dall’età.

    Come più volte ho scritto io il 31/08/2012 raggiungo 39 anni e 10 mesi di contributi che, prima del decreto Berlusconi e della riforma Fornero, mi avrebbero consentito di andare in pensine il 1/9/2012 (informazione Ufficio Pensione ex Provveditorato), in quanto i 2 mesi macanti sarebbero stati coperti figurativamente fino al 31/12/2012.

    Ho più volto posto il quesito all’Avv. Naso, se la mia situazione rientrava nel ricorso della quota 96,come ho sempre creduto.

    Oggi l’Avv., molto gentilmente, MI HA CONFERMATO CHE LA MIA SITUAZIONE RIENTRA NEL RICORSO COLLETTIVO.

    CON QUESTO MIO POST VOLEVO TRANQUILLIZZARE TUTTI QUELLI CHE MATURANO I 40 ANNI DI CONTRIBUTI NEL 2012.

  1024. rossoenero attenzione:

    il limite per la pensione di vecchiaia per le donne è 65 a partire dal 2012 (poi tramutate in 66): il limite dei 61 anni per la pensione di vecchiaia è fuori luogo anche al di là della riforma Fornero.
    Quindi quanto citato nella domanda CGIL… ha qualche defaillance.

  1025. rossoenero attenzione:

    Mi correggo: “il limite per la pensione di vecchiaia per le donne è 65 anni a partire dal 2012 (poi tramutati in 66). per il resto vale quanto già scritto.
    Era 65 anni anche prima della riforma Fornero (ci pensò Sacconi, vi rammentate?!)

  1026. Silvana 52 OR attenzione:

    A Grasso
    Ho spedito ieri con un’amica l’atto di diffida,oggi ci è venuto il dubbio che tutte le pagine del documento dovessero essere firmate mentre noi abbiamo apposto la firma solo alla fine.Purtroppo non siamo esperte in materia.Mi puoi dire se la diffida è valida?Grazie.

  1027. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ TUTTI

    L’Anonimo fautore della manifestazione il 1 maggio sono! Eì partito invio dalla sala prof.
    Scusate.

  1028. Silvana 52 OR attenzione:

    Ho inviato tramite bonifico postagiro la quota di 25 euro per il comitato,il conto è cointestato,perciò nell’elenco compare il nome Corona Onorina,prego di correggere e inserire il mio Silvana Pinna.Grazie

  1029. Giorgia 52 attenzione:

    non riesco a muovermi, ma a rispondere sì.

    @donata 52
    attenzione! NON possono essere fatti due ricorsi per la stessa motivazione.

    @ tutti
    Verissimo siamo in una fase di transizione anche per Inpdap – Inps, per cui occorre accertarsi presso la sede di competenza. Le sedi non seguono ancora regole comuni. In qualche caso è soltanto cambiata la targhetta esterna.per cui controllate prima di spedire ! in caso di dubbio meglio abundare quam deficere!

    @ per i bolognesi : sede Inpdap di via dei Mille, a Bologna

    @ per chi incontra oggi On Ghizzoni
    Mandateci un resoconto, anche breve, per cortesia!

  1030. Silvana 52 OR attenzione:

    Anch’io non ho invertito l’ordine dei destinatari nella diffida.ho sbagliato?La devo rifare?Scusate l’ignoranza.

  1031. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Eliana 52

    Tranquilla! Gli anni si maturano entro l’anno, in questo caso il 2012, sia che li compi ad agosto sia che li compi a novembre anche se la cessazione del lavoro avviene (ed è sempre avvenuta nella scuola) il 1 settembre. Sto parlando del requisito anagrafico sancito (e mai abrogato) dal comma 9 dell’art. 59 della legge 449/1997. L’unico dubbio che ho (e che rimane un dubbio, almeno per mer e anche per Naso) è che non so se la data del 31.12 sia valida anche per la contribuzione o se sia valida solo per il requisito anagrafico. In realtà l’art. 9 parla di “requisito” e lascia adito ad una certa ambiguità (e anche ad una certa apertura interpretativa). Non è escluso che possa valere la data del 31.12 anche per il contributivo ma io non ne sono sicuro né posso darti alcune certezza in tal senso. Posso dirti solo che, come diceva la Guzzanti parodiando D’Alema, “uno ci prova”. Sono invece più che sicuro che il 31.12 sia la data utile per compiere gli anni. Ti faccio presente che una mia ex collega dell’anno scorso, che compiva gli anni il 2 novembre del 1951, è andata in pensione il 1 settembre 2011 senza alcun problema. Il che conferma che le vecchie regole erano quelle di cui ho parlato. Come ha ripetuto qui più volte Manuela Ghizzoni, fa fede l’anno di maturazione dell’età per il requisito anagrafico e dovrebbe far fede il 31 agosto di ogni anno per il requisito contributivo. Ogni patronato potrà spiegarti questo artificio tecnico che consiste in una sorta di abbuono figurativo di uno o due mesi e che ti consente di andare in pensione nell’anno scolastico dell’anno solare in cui lo maturi. Ovviamente ho detto “figurativo” perché è utile solo ad uscire dal lavoro ma non viene computato quando ti danno pensione e buonuscita. Sono generosi ma non sono stupidi.
    Spero di aver chiarito, ancora una volta, questo aspetto che ogni sindacalista di buon senso e di discrete competenze previdenziali avrebbe potuto esporti.
    In bocca al lupo!

  1032. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Donata 52

    Mica tradisci la Gilda se aderisci al ricorso dell’avv. Naso. Sancisci la tua libertà ad esigere che venga fatto rispettare un tuo diritto. Poi, ovviamente, puoi fare il ricorso con la Gilda.

  1033. Maria grazia padova attenzione:

    @Paola 52
    Nessuno dei tre atti che abbiamo spedito è “per conoscenza”, mi pare.
    Se la responsabile non vuole addurre motivazione scritta alla non restituzione della tua domanda e ti dice che te la spedisce dopo il 30 marzo, fai tu PER ISCRITTO domanda che ti venga restituita e spediscila ( io direi per raccomandata) in modo che risulti la data in cui tu l’hai richiesta. Il consiglio in tutti i casi è quello di lasciare sempre qualcosa di scritto.
    @Patrizia52
    Non lasciamoci confondere dalle informazioni contraddittorie che ci arrivano da più fronti: abbiamo dato mandato all’avvocato, fidiamoci di lui e delle sue indicazioni, altrimenti diventiamo matti! Personalmente, dopo aver spedito le tre raccomandate, ho provato un grande senso di sollievo!

  1034. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Silverio 53

    Hai dato una notizia che ignoravo. Forse l’avv. Naso deve aver studiato la normativa o aver parlato con qualche previdenzialista in quanto fino a qualche giorno fa non lo sapeva nemmeno lui.
    Grazie della notizia.

  1035. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Silvana 52 OR

    Tranquilla! Ho firmato anche io solo alla fine. E sono sereno. Del resto la dicitura firma era solo alla fine. Perché mai Naso avrebbe dovuto farci sbagliare l’atto?
    Le firme come dici tu si mettono quanso si vende o si compra una casa o quando… facciamo gli esami di stato!
    Ciao.

  1036. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ TUTTI…

    Però non facciamo che mi prendete per: L’esperto risponde… Non sono mica un previdenzialista… Anche perché, se scrivo cose inesatte, poi ve la prendete con me!…

  1037. rosaria quarta attenzione:

    ho inviato il bonifico a favore del comitato . Rosaria Quarta

  1038. Gianpiero attenzione:

    Ma non c’è proprio nessuno della provincia di Lecco per dividere le spese del ricorso?

  1039. donata attenzione:

    @ tutti
    In data 29 giugno ho presentato domanda di dimessioni volontarie a partire dal 1 8\2012 in basse alla legge presente i quel momento L’ufficio eh provveditorato deice che la devo ritirare entro il 30 marzo
    Ho posto il seguente quesito all’avvocato ed ho avuto una risposta non chiara, forse non ha capito, pur avendoglilo allegato, che non si tratta di domanda ma di richiesta dimissioni che deve poteva essere fatta in cartaceo alla direzione di appartenena l’anno precedente dell’andata in pensione.aggiungo richiesta e risposta dell’avvocato
    Buonasera
    Sono , una ricorrente di Quota 96 , in data 29 giugno 2011
    ho presentato la domanda di dimissioni volontarie dal servizio (allegato) a
    decorrere dal 1/9/2012 ai sensi dell’art.1 del D.P.R. n^ 351 del 28/04/1988
    presso la mia direzione didattica Vorrei sapere se pur ricorrendo al giudice
    del lavoro lo debba ritirare come sostiene l’ufficio pensioni ex provveditorato oppure no. Secondo l’ufficio su citato se non ritiro tale documentoentro il 30 /03/2012 sarò praticamento licenziata.

  1040. donata attenzione:

    SCUSATA PARTITO PRIMA DEL ATERMINE

    RISPOSTA DELL’AVVOCATO:
    deve inviare la diffida predisposta, nonché se vuole inviare anche una nota dove specifica che la domanda di pensionamento deve ritenersi valida solo nel caso in cui non trovi introduzione la riforma Fornero.
    QAULCUNO PUo? DARE RISPOSTE ESATTE? GRAZIE

  1041. Alma 52 attenzione:

    @Joe Kurtz (nato nel 1956)
    Esatto tutto quello che dici. Io l’avevo già fatto notare in un post precedente: anche nel decreto di agosto c’era lo stesso problema dell’anno solare. Infatti credo che la Fornero, non abbia fatto altro che ricalcare quella forma di “errore”. Ritengo, però, che il nostro “anno scolastico” vada considerato e rispettato (così è stato fatto in tutte le leggi precedenti), perchè noi non abbiamo le stesse possibilità di uscita degli altri lavoratori.

    TUTTI
    A me questo sembra un punto fondamentale. Forse anche l’avvocato dovrebbe CONTROLLARE e chiarirci bene questo aspetto perchè GIA’ NEL DECRETO DI FERRAGOSTO c’erano le stesse anomalie. Per questo, nel caso in cui ci venissero riconosciuti dei diritti collegati all’anno scolastico, si potrebbe evitare anche la famosa “finestra”del 2013. Spero di essere stata chiara, magari controllate anche voi….
    GRAZIE A TUTTI!

  1042. Ivo Ciarrapica attenzione:

    C’è qualcuno che mi sappia spiegare perchè deve essere inoltrata domanda di collocamento a riposo ai Dirigenti scolastici con raccomandata A/R?

  1043. tolve lucia attenzione:

    Sto per inviare i documenti ma mi assale un dubbio: come del resto è chiaramente indicato a pag.3 dell’atto di diffida, andare in pensione con le vecchie regole a settembre 2012 significa prendere l’assegno di pensione a settembre 2013? Giusto?Occorre necessariamente restare un intero anno senza stipendio e senza pensione? O invece è possibile fare un part-time? Da chi poso avere una conferma/smentita? Ritengo che questa cosa sia molto importante per tutte le ricorrenti e forse qualcuno lo ha dimenticato…….Onestamente io non credo di poter rimanere un anno senza assegno…Voi si??? Qualcuno mi risponda..il 30.3.è vicino..Grazie
    Lucia Tolve 1952

  1044. pina952 attenzione:

    Ho segnalato l’invio della mia quota di adesione al Comitato( in data 19-03-2012) indicando i riferimenti e il C.R.O. del bonifico a nome carolla carlo-donatiello giuseppina, in coda all’elenco delle adesioni. Il commento risulta ancora da moderare.Perchè? So di dover pazientare ma….non sono in elenco.
    Sarei contenta di essere, ufficialmente ,concretamente e fattivamente, parte di un gruppo, che grazie alle insostituibili On Ghizzoni e Sen Bastico,stanno portando avanti una giusta battaglia che solo adesso vede il coinvogimento dei sindacati , ultimi la Gilda e l’Anief.FORZA!!!!!

  1045. maria cristina de gregorio attenzione:

    @ tutti
    oggi è il giorno dell’urlo della scuola!
    vi segnalo http://www.urlodellascuola.it, ma non sono capace di scriverlo come link!

  1046. maria cristina de gregorio attenzione:

    magia magia!! è venuto linkato! questo blog, oltre a tutto il resto, mi ha dato nuove competenze!!! e sì che ho 60 anni!!
    grazie a tutti

  1047. DOMENICO B. 52 attenzione:

    RIPROPONGO IL QUESITO DI LUCIA TOLVE.
    Come indicato a pag.3 dell’atto di diffida, andare in pensione con le vecchie regole a settembre 2012 significa prendere l’assegno di pensione a settembre 2013? Giusto?Occorre necessariamente restare un intero anno senza stipendio e senza pensione? Chiediamo conferma/smentita? Ritengo che questa cosa sia molto importante per tutte le ricorrenti. Onestamente io non credo di poter rimanere un anno senza assegno.

  1048. PATRIZIA52 attenzione:

    @ Grasso @tutti
    Sia in provveditorato che al sindacato mi hanno detto che i requisiti anagrafici e contributivi si contano al 31/12 dell’anno . D’altra parte nella domanda di quest’anno online chiedono ……leggete : un’anzianità di 41 anni e i mese o 42 e 1 mese dal 1/12/2012 al 31/12/2012. Ovviamente questa situazione è impossibile quest’anno ma il prossimo si! Riguarda le donne con 40 anni di anzianità ora, le uniche che avranno il prossimo anno 41 e5 mesi ( o 2 mesi perchè non è chiaro se i 3 mesi aggiunti per l’aspettativa di vita si contino da subito)

  1049. Antonio attenzione:

    Ho firmato tutti i fogli anche se penso non fosse necessario, TUTTAVIA DISTRATTAMENTE NON HO INVERTITO L’ORDINE DEI DESTINATARI NELLA DIFFIDA.
    Se non ricevo conforto del mio operato, lunedì penso di rinviare il tutto, NON VORREI COME QUALCUNO GIUSTAMENTE HA FATTO NOTARE , CHE I DESTINATARI SOTTOSTANTI IL PRIMO, SI ARROGHINO IL DIRITTO DI INTEDERLO COME CONOSCENZA E PERTANTO NON RISPONDERE…… IL DIRITTO AMMINISTRIVO E’ PALUDOSO E PIENO D’ INSIDIE.
    Qualcuno mi può illuminare?
    Grazie, buona serata a tutti.
    Antonio Piras

  1050. massimo bolognesi firenze 1952 attenzione:

    qualcuno mi può spiegare perchè non deve essere fatta anche la domanda tramite istanze on-line. tale domanda può incidere sul nostro ricorso, se sì, perchè? Grazie

  1051. massimo bolognesi firenze 1952 attenzione:

    incidere negativamente, ovvio.

  1052. donata52 attenzione:

    @Giuseppe Grasso
    Caro Giuseppe io ho aderito al ricorso dell’avv. Naso:ho solo domandato se un’eventuale adesione anche all’iniziativa della Gilda risulta eccessiva o in contrapposizione a quanto precedentemente scelto
    Grazie donata

  1053. carla spadoni attenzione:

    Vorrei segnalare quanto segue: il sindacato snals, comparto scuola, intende avviare un ricorso per la pensione per i nati nel 1952 e nel volantino informativo fa preciso riferimento che il ricorso riguarda i nati dal 1 gennaio al 31 agosto 1952 per il raggiungimento dei requisiti al 31 agosto 2012.
    considero questa azione discriminatoria nei confronti dei lavoratori

  1054. Rosanna 51 attenzione:

    @TUTTI

    In data 22/03/2012 l’Ufficio Scolastico Provinciale di Bari (ex Provveditorato Studi, per intenderci) ha emanato una circolare esplicativa del d.m. n.22 del 12/03/2012 e della circolare ministeriale n.23 del 12/03/2012 sulle cessazioni dal servizio a decorrere dal 01/09/2012.
    Tra le altre indicazioni operative nella circolare si ribadisce, cito testualmente “l’accertamento dei requisti per il diritto a pensione rientra nella competenza dello scrivente ufficio”.
    Avevo già segnalato e chiesto chiarimenti all’ Avv. Naso sul destinatario della nostra diffida; non avendoli ricevuti ho deciso di inviare l’atto di significazione e diffida anche all’Ufficio Scolastico Ambito territoriale per la provincia di Bari (ex Provveditorato), e non solamente all’Ufficio Scolastico Regionale Direzione Generale che finora non ha mai avuto il compito di trattare le cessazioni dal servizio.

  1055. Roma52 attenzione:

    L’ufficio scolastico regionale è da intendersi l’ex provveditorato? A questa domanda posta a Naso mi è stato risposto di sì.Voi avete spedito all’ex provveditorato ufficio pensioni? ringrazio anticipatamente per la risposta

  1056. rossoenero attenzione:

    il ricorso snals più che discriminatorio è mal posto, quindi destinato a sicura perdita; ben altra cosa è quello che si sta preparando qui sul blog curato dall’avv. Naso

  1057. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Domenico B 52

    Andare in pensione nel 2013 non significa, nelle intenzioni dell’atto di diffida, non percepire nel 2012 l’assegno. Chi ha mai detto una cosa di questo genere? Vi pare che l’avv. Naso avrebbe potuto pensare una cosa simile e che noi potessimo avallarla? Una cosa del genere sarebbe stata possibile solo se si fosse scelto di andare via volontariamente un anno prima senza percepire lo stipendio in base al D. L. 138, meglio noto come decreto Tremonti/Berlusconi di Ferragosto, che, se non erro, lo prevedeva. Ma bisognava specificarlo. Del resto, a p. 3 dell’atto, alla voce “Avvisa”, c’è scritto testualmente: “E che in nessun caso la presente intimazione e diffida potrà essere interpretata come comunicazione di dimissioni o di richiesta di pensionamento in nessuna altra forma che non sia quella connessa la raggiungimento della c.d. “quota 96″.

  1058. Mara52 attenzione:

    @Grasso
    @Antonio
    @Naso

    Torno ora dall’incontro a Modena con le Nostre due Onorevoli Ghizzoni e Bastico. Ho già spedito e ne sono felicissima, le raccomandate di Naso. Questa mattina, però, la segreteria della mia scuola mi ha fatto avere la circolare con il ricorso della FLC CGIL, che Antonio ha pubblicato sopra, dove si chiede il pensionamento a partire dal 1 Settembre 2012. Mi chiedevo se potevo fare entrambi i ricorsi. L’Onorevole Bastico ha espresso, tra l’altro parere positivo, anche sul ricorso della FLC, consigliandoci di provare in quanto gratuito. La mia domanda non vuole mettere in dubbio l’operato di Naso, o di qualcunaltro, è semplicemente dettata da TANTA voglia di raggiungere l’agognata pensione quanto prima.

  1059. te.loco attenzione:

    che cosa bisogna invertire nell’ordine dei destinatari della diffida? forse ho perso qualche comunicazione di servizio..

  1060. Antonio Pane attenzione:

    @ TUTTI
    1. Quanto ai moti di delusione provocati dalla impostazione dell'”atto di significazione e diffida”, che prospetta il nostro eventuale pensionamento al 1° settembre 2013, tengo a ribadire che questo “atto” non è ancora il ricorso, serve come puro espediente procedurale per ottenere il diniego che renderà possibile il ricorso stesso. Al momento della stesura del ricorso, che sarà fatta in collaborazione con l’avvocato, proporremo ovviamente, stante lo spazio interpretativo aperto dall’accavallarsi dalle riforme pensionistiche, di andare in pensione al 1° settembre 2012, e solo in seconda battuta, ove questa richiesta fosse giudicata inammissibile, di andarci comunque al 1° settembre 2013.
    2. Quanto alla dibattuta questione della data di maturazione dei requisiti utili a raggiungere il diritto alla pensione, la mia personale opinione, confortata dal parere dell’avvocato, è che si possa andare in pensione al 1° settembre conteggiando, anche se solo in modo figurativo, senza ricadute sul trattamento economico (legato ai contributi effettivamente versati), i requisiti, di età e di servizio maturabili entro l’annosolare.
    3. Giuseppe Grasso e gli altri ‘dirigenti volontari’ (e molto, molto volenterosi) del Comitato non sono esperti di materie pensionistiche, non sono dunque in grado di dare risposte sicure su nessun quesito: possono solo esprimere opinioni che hanno la stessa autorevolezza di tutte le altre che appaiono sul blog. Per questo ci siamo saggiamente affidati a un valido professionista come l’avvocato Naso. Al Comitato non può essere appioppato un servizio di consulenza previdenziale.
    @ PER I COLLEGHI ROMANI
    L’avv. Naso suggerisce per la SEDE INPS GIA’ INPDAP di Roma il seguente indirizzo: Via Ciro il Grande 21, 00144 Roma.

  1061. brunella attenzione:

    A me sinceramente l’inversione degli indirizzi nelle tre copie del ricorso sembra una paranoia; non c’è scritto da nessuna parte “per conoscenza”.

  1062. Barbara 51 attenzione:

    Barbara 51 della Sicilia ho già mandato tutto l’incartamento all’avvocato Naso.
    Avanti per i nostri diritti

  1063. Maria attenzione:

    @Domenico B 52
    Caro Domenico allora le cose stanno così: se ci mandano in pensione,la nostra finestra d’uscita,secondo il decreto Tremonti è differita al 1^ settembre del 2013, ma nessuno ti licenzia!Farai un altro anno a stipendio pieno e nel settembre 2013 avrai la tua pensione.Solo nel caso tu voglia dimetterti dal 1^ settembre 2012 (quindi non andando più a scuola..)starai un anno senza pensione e ,giacchè non lavori, anche senza stipendio. Tranquillo pochi di noi possono permettersi di stare un anno senza ne stipendio ne pensione. Semplicemente faremo un anno di lavoro in più,ma non 6 o 7 quanti ce ne chiede la Fornero Ciao Maria

  1064. Anselmo 49 attenzione:

    @ Tutti
    @ Eliana
    Condivido la necessità di inviare la diffida-domanda di pensione redatta dall’avv. Naso, come quarto destinatario all’U.S.P.-ufficio pensioni, che è quello che autorizza, sulla base delle norme ministeriali il pensionamento, l’INPS-INPDAP è un esecutore,competente solo di computi e liquidazioni.
    In verità penso che dopo la destinazione MIUR, questa sia la più importante.
    Pertanto, in pari data e testo, aggiungo come quarto destinatario l’ufficio scolastico provinciale e invio, ad abbundantiam, quest’altra diffida.
    Se dico cavolate rispondetemi.

  1065. Alma 52 attenzione:

    @tolve lucia
    Non preoccuparti! Ti farebbero lavorare fino ad agosto 2013 con stipendio e dal 1° settembre riceveresti la pensione.

  1066. eliana52 attenzione:

    a Giuseppe Grasso
    Ho interpellato eccome i vari sindacati
    Sono stata alla Cisl, alla Cgil e allo Snals. Loro ritengono che chi compie i 60 anni dopo il 31/8 non possa fare la domanda di pensione (e quindi poi il ricorso). Questo è chiaramente scritto anche nel loro modello di domanda.
    Infatti ad un mio collega nato il 1/09/52 non l’hanno fatta fare.
    Solo la Uil, credo, interpreti come, penso giustamente, interpreta l’avvocato.
    Come vedi tre sindacati, anche importanti, hanno dato spiegazioni molto diverse.

  1067. silverio53 attenzione:

    @Grasso

    Premesso che non sono un previdenzialista, ma sono convinto che i requisiti contributivi ed anagrafici vanno raggiunti all’interno del 2012 per tutti, quota 96 compresi.

    Il conteggio figurativo vale per tutti e per tutto.

    infatti: L’articolo 59 della legge 449/1997 – recepito dalle leggi pensionistiche antecedenti e anche dalla riforma Berlusconi – stabilisce che “per il personale del comparto scuola resta fermo, ai fini dell’accesso al trattamento pensionistico, che la cessazione dal servizio ha effetto dalla data di inizio dell’anno scolastico e accademico, con decorrenza dalla stessa data del relativo trattamento economico NEL CASO DI MATURAZIONE DEL REQUISTO ENTRO IL 31 DICEMBRE DELL’ANNO.”

    Compito dell’avvocato è interpretare la norma nella maniera più vantaggiosa a noi tutti!

    L’errore, credo che stiamo commettendo e discutere sullo slittamento su una data fissa il 31.08.2012.

    NOI DOBBIAMO RAGIONARE NON SU UNO SLITTAMENTO AD UNA DATA FISSA (IL 31/08/2012), MA ALL’INTERO ANNO SCOLASTICO 2011/2012.

    Caro Giuseppe non so se mi sono fatto capire, ma questo ragionamento credo sia importante e vantaggioso per tutti, pertanto ti prego di esporlo all’avv. Naso.
    Non mi sembra oppotuno che ciascuno di noi rompa… con continue richiesta all’avvocato.
    Grazie di nuovo per tutto.
    Buona serata
    Silverio.

  1068. Mauro 52 attenzione:

    la UIL fa il ricorso tramite l’avvocato Naso .l’ho saputo tramite un sindacalista
    oggi.(ricorso al TAR)

  1069. Tizy Carminati attenzione:

    Oggi ho ricevuto dalla CGIL il fax simile della domanda di pensione per coloro che maturano la quota 96 entro il 31 agosto 2012. Sono nata il 14 gennaio del ’52 e maturerò, al 31 agosto2012, 39 anni e 5 mesi di servizio. Cosa faccio? Inoltro la domanda? E se poi non viene accettata cosa mi può succedere? Avete suggerimenti? Se non ho capito male, il ricorso è individuale. Ma è proprio così? Chi mi dà un valido suggerimento?

  1070. Piera52Aosta attenzione:

    @ Donata 52
    Mi trovo nelle tue condizioni. Per me si tratta della CGIL. Alla fine ho deciso di appoggiarmi al sindacato perchè non si possono presentare 2 istanze di ricorso. Questo l’ho letto in un post sul sito precedente a questo mi sembra.

  1071. agnese attenzione:

    Scusate ma dove trovo i documenti che devo spedire all’imps?

  1072. lorenza attenzione:

    Scusate,ma non aveva detto l avvocato Naso che non si doveva presentare domanda di pensionamento in quanto la diffida era .anzi è da considerarsi ,per il momento ,domanda di pensione? leggo che molti hanno inviato anche una copia al dirigente scolastico e al provveditorato.Qualcuno è cosi gentile da fare un breve riepilogo cosi da dare le precise indicazioni atrimenti si rischia di sbagliare e ,spero di no,rimanere fuori.non credo sia necessario chiedere all avv .Grazie

  1073. laura attenzione:

    domanda di servizio
    ho cercato di compilare e modificare dove necessario l’atto di diffida direttamente aprendo il testo sul computer, ma non ci riesco.Devo stamparlo e completarlo a mano o qualcuno può spiegarmi come fare? grazie

  1074. raffaele attenzione attenzione:

    @ tutti
    Stavo per spedire la diffida ai 3 uffici indicati dall’avv.Naso, ma nel leggere le mail di Roma52 e Rosanna51 mi sono effettivamente chiesto se inviarla all’indirizzo del Ufficio Scolastico Regionale oppure a quello dell’ex Provveditorato, dove effettivamente vengono trattate le nostre pratiche di pensione. Mi unisco quindi ai colleghi menzionati nel richiedere, gentilmente, a chi puo essere più informato, una risposta chiarificatrice, dal momento che trattasi di due uffici distinti e che quindi, se inviata all’indirizzo errato, la diffida puo’ non essere presa in considerazione,( ovvero cestinata) , perche non pertinente con le manzioni dell’ente destinatario.
    Grazie. Raffaele

  1075. Cosimo Carlo attenzione:

    @tutti i ricorrenti
    Molti anni fa ho insegnato anch’io. Felicemente pensionato da poco, ante Fornero con quasi 42 anni, sto preparando le raccomandate per mia moglie.
    Vi fornisco alcune note tecniche: sto impaginando le raccomandate per spedirle “in plico”. Mi spiego meglio: stampo la domanda su un foglio A3 piegato (mi aiuto con un pezzetto di scotch per tenere fermo il foglio piegato nella stampante A4); il documento finito sarà piegato in 3 a fisarmonica perciò avrò cura di far stare nel primo terzo di pag. 1 “RACCOMANDATA A/R” e IL PRIMO INDIRIZZO, poco più sotto una bella riga nera e sotto i 3 INDIRIZZI, poi data, oggetto, testo e firma e sono verso la fine di pagina 3. Inserisco “interruzione pagina” e a pag. 4 (che piegando in 3 il foglio A3 sarà il retro del “plico”, con un po’ di “a capo” o con spaziatura prima del paragrafo di 520 punti, inserisco il mittente. Ci vuole poi mezzo metro di scotch per sigillare i bordi del plico: alla Posta ci timbrano sopra, il foglio è uno solo (come faranno a dire che si è perso il documento o erano fogli bianchi?), ognuno ha il suo indirizzo e vede che è INDIRIZZATA anche agli altri. RIPETERE per tre volte alternando (copia&incolla) l’indirizzo visibile e lasciando il resto INALTERATO.
    Se avete problemi e mi date l’indirizzo email vi mando volentieri il formato di impaginazione in WORD.

  1076. santina52 attenzione:

    Così va bene!

    22/03/2012
    Gratuito per gli iscritti, la Uil-scuola dà le indicazioni a chi può fare ricorso, invitando gli interessati a rivolgersi presso le segreterie provinciali Uil Scuola. Il sindacato precisa inoltre che non è necessario presentare la domanda di pensionamento per il prossimo anno scolastico
    Anche la Uil scuola ritiene inaccettabile la decisione del governo, che penalizza solamente il personale della scuola, di fissare al 31/12/2011 il termine ultimo per godere dei diritti pensionistici previsti dalla precedente normativa, escludendo quindi coloro che avrebbero maturato il diritto al collocamento a riposo nel corso dell’anno scolastico 2011/ 2012.
    A questo punto, riteniamo-precisa la UilScuola- che sia necessario ricorrere alla via giudiziaria e pertanto la Uil scuola si fa promotrice di ricorsi al TAR Lazio per tutelare le persone danneggiate da questo provvedimento.
    Le tipologie, secondo UilScuola, di persone interessate dal ricorso sono le seguenti:
    A 1) Nati/e tra l’1.1.1952 e il 31.8.1952 che alla data del 31.8.2012 maturano almeno 36 anni di servizio
    2) Nati/e nel 1951 (o uomini nati in anni precedenti) che maturano 35 anni di servizio entro il 31.8.2012;
    3) Persone che maturano 40 anni di servizio entro il 31.8.2012;
    B 1) Nati/e tra l’1.9.1952 e il 31.12.1952 che alla data del 31.12.2012 maturano almeno 36 anni di servizio;
    2) Nati/e nel 1951 (o uomini nati in anni precedenti) che maturano 35 anni di servizio entro il31.12.2012;
    3) Persone che maturano 40 anni di servizio entro il 31.12.2012;
    Il termine di scadenza inderogabile (legato alle scadenze di legge per l’impugnativa) è fissato per il giorno sabato 14 aprile.
    Per qualsiasi informazione è possibile rivolgersi alle segreterie provinciali o a Piero Bottale, esclusivamente
    per email – pbottale@uilscuola.it – che coordina l’iniziativa.

  1077. Alma 52 attenzione:

    GRAZIE Antonio Pane! Ho capito meglio e sono più tranquilla.

  1078. Giovanni L. attenzione:

    @ Giuseppe Grasso
    Ti è possibile verificare presso l’avvocato Naso se non fosse il caso di inviare una quarta copia dell’atto di significazione anche all’Ufficio Scolastico Provinciale? E’ vero che U.S.P. dipende dall’Ufficio Scol. Regionale, ma in realtà le domande cartacee sono sempre state spedite all’Uff. Sc. Provinciale.
    Grazie di tutto il tempo che ci dedichi, dell’impegno e della pazienza (tu e anche gli altri colleghi). E grazie anche a chi ci ospita.

  1079. Rossana Lancella attenzione:

    Confermo messaggio precedente, pregandovi di prenderne nota. Grazie
    @per Giovannetti
    per errore è stato riportato il cognome e nome di mio marito Ferrucci Alessandro, che ha effettuato per mio conto, come specificato nella causale, il bonifico di 25 euro per l’adesione quota 96
    Ti prego gentilmente di correggere
    Grazie
    rossana.lancella@vodafone.it

  1080. Rossana Lancella attenzione:

    Ho verificato
    Grazie

  1081. DOMENICO B. 52 attenzione:

    @Giuseppe Grasso
    @Maria
    @Tolve Lucia
    Tutto chiaro, anche si va in pensione dal 1/9/2013 mi starebbe bene, ma se possiamo ottenere di meglio al 1/9/2012 perchè no. Ma abbiamo a che fare con una persona che di testa non vuole ammorbidirsi, si sta inimicando con tutti e più si va avanti non si vedranno buone prospettive future. Questo, perchè c’è stata MANCANZA di equità e gradualità, non saremmo stati qui se avesse spostato alla data del 31/8/2012. Ho inviato tutto all’avvocato ed ho inviato anche l’ atto di significazione e diffida. Aggiungo che non c’è di bisogno invertire i destinatari sull’atto di significazione e diffida, in quanto non c’è indicato “per conoscenza”. Ringrazio tutti in primis Manuela e Mariangela, poi il Comitato quota 96 e tutti quelli che si prodigano alla nostra causa, con la speranza di ottenere un esito positivo.

  1082. Maria Vilman Lioce attenzione:

    Nel procedere con gli atti del ricorso sono portata a chiedere se, al fine di ridurre e dividere le spese per il giudice del lavoro, se vi sono altri “maltrattati del ’52” come me della provincia di Foggia.
    Resto in attesa.

  1083. Paola52 attenzione:

    Per quanto riguarda la domanda di pensionamento, non occorre ritirarla, deve inviare la diffida che ho predisposto.
    Per il momento proseguiamo unicamente con il ricorso al Tar, successivamente valuteremo anche il ricorso al Tribunale del Lavoro.

    Cordialmente

    Domenico Naso

    @brunella @te.loco
    marzo 23rd, 2012 at 7:30 pm e 7.36pm
    niente, non bisogna invertire nessun indirizzo nella diffida di Naso… hai ragione brunella è una paranoia, non c’è scritto per conoscenza da nessuna parte
    @tutti
    ci sono risposte discordanti delle amministrazioni riguardo alla domanda cartacea prodotta prima della riforma Fornero, ma l’avvocato consiglia sempre di spedire l’atto di diffida senza tenerne conto. ecco la sua risposta alla mia richiesta:
    “……….Avendo già prodotto domanda cartacea in ottobre 2011 le domando se devo ritirarla o allegarla al documento di diffida.”
    Risposta :
    “Per quanto riguarda la domanda di pensionamento, non occorre ritirarla, deve inviare la diffida che ho predisposto.
    Cordialmente
    Domenico Naso”

  1084. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Silverio 53: sulla fatidica data del 31.08…

    Sono perfettamente d’accordo con te, caro Silverio, e posso garantirti che, fin dall’inizio delle discussioni su questo sito, a fine gennaio, Carlo B aveva ben centrato il problema, ancora prima che venissimo a conoscenza nel dettaglio del comma 9 dell’art. 59 della legge 449/97. E Manuela Ghizzoni, facendo seguito alle sue considerazioni, aveva ribadito anche lei, in quel periodo, che era assurdo (come fa lo Snals oggi) che chi avesse compiuto gli anni dopo il 1 settembre sarebbe stato tagliato fuori. Ne scaturì una polemica con la sindacalista Agarossi che ancora ricordo come se fosse ieri.
    E’ ovvio, è patente, è certo un fatto che si maturi l’età nell’anno solare e che si vada in pensione nell’anno scolastico. Del resto, è sempre stato così nella scuola e nessuna legge ha mai modificato tale consuetudine. Come ho già detto più volte una collega del 1951 che compiva gli anni il 2 novembre scorso è andata tranquillamente in pensione il 1 settembre del 2011. E nessuno ha mai negato il suo diritto al pensionamento. Non c’è alcun dubbio in questione in tal senso. Patronati e provveditorati lo hanno più volte confermato.
    Per tornare alla data del 31 agosto, io credo che sia stata messa, o almeno presumo che sia così, perché chi ha proposto gli emendamenti alla Camera (Manuela Ghizzoni per prima) ha pensato, ragionevolmente, che quello fosse il termine/deterrente per far capire al grande pubblico della P. A. che segnava la fine della scuola e l’inizio del nuovo anno scolastico, per far notare, cioè, che la scuola ha, per l’appunto, una sola finestra di uscita. Non credo, infatti, che si volesse blindare a quella data la possibilità di restringere la platea degli interessati, anche perché non si sarebbe potuto dire né fare visto che la legge, da te correttamente citata, spiega che si matura il requisito anagrafico (e forse anche quello contributivo, possiamo dire con Naso) il 31.12 di ogni a. s.
    Però è innegabile che tale data, per quanto giusta formalmente per il riconoscimento della cessazione dal lavoro, sia stata, spesso, generatrice di malintesi e di fraintendimenti interpretativi, soprattutto, aggiungerei, per i lettori più frettolosi, che abbia insomma potuto contribuire a spaccare la classe 1952 (voi del ’53 con 40 anni di contribuzione, diciamolo pure, siete molto più esigui) in due fazioni e in un modo che pare a me del tutto artificioso se non arbitrario. Forse sarebbe stato meglio parlare di fine dell’anno scolastico. O comunque di altro. Eppure quella data, il 31.08, rimane lo spartiacque, a pensarci bene, fra chi va in pensione e chi entra in ruolo: Certo. Perché non bisogna dimenticare che il 1 settembre, oltre ad essere la data di cessazione dal lavoro per noi del comparto scuola, è anche quella di chi è entrato in passato (o entra oggi) in ruolo. E questo da sempre. Io sono entrato in ruolo il 1 settembre del lontano 1985.
    Manda pure, dunque,,se lo ritieni opportuno, un testo circostanziato all’avv. Naso, così che egli possa inserirlo nella memoria difensiva del ricorso al TAR in nostro favore e che possa farlo figurare come PUNTO FERMO e strategico delle nostre rivendicazioni nella battaglia legale. Io lo appoggerò nelle correzioni che ci saranno da fare alla sua bozza. Mi sembra davvero un’ottima idea quella di fissare questo pilastro della nostra battaglia. Naso lo sa ma ricordarglielo, anche alla luce delle ultime indicazioni che vi sono state fornite sia dai vari provveditorati, sia dai sindacati interpellati da molti di noi, potrebbe essere sicuramente emblematico.
    Buonanotte e a presto.

  1085. vincenzo52 attenzione:

    @ noreply@comitatocivicoquota96.it

    Ho ricevuto il messaggio della mailing list

    Vincenzo52

  1086. Gianfranco attenzione:

    @ tutti quelli della provincia di Treviso
    riunione di tutti i quota 96 a Treviso lunedì 26 alle 18.00
    per info gian9000@alice.it

  1087. massimo bolognesi firenze 1952 attenzione:

    un po’ di chiarezza sui destinatari delle diffide, prima inps o inps-ex indap ora ufficio scolastico regionale o ufficio scolastico provinciale, qualcuno può dirci a chi vanno spedite le diffide.

  1088. massimo bolognesi firenze 1952 attenzione:

    mail di prova arrivata

  1089. TONIA52 attenzione:

    x Giuseppe Grasso
    ho letto su qualche intervento che bisogna invertire l’ordine delle intestazioni della diffida.Vuoi spiegarmi cosa devo fare ?
    TONIA 52

  1090. carlo B attenzione:

    A margine dell’incontro a Modena con Manuela Ghizzoni e Mariangela Bastico.
    Per il momento, vista l’ora, solo un grazie per la loro sincera disponibilità e un caro saluto a Marcella che mi ha dedicato tutto quel tempo in cambio solo di un passaggio in stazione. Spero tu sia arrivata a casa senza problemi.

    A domani.

  1091. Serena51 attenzione:

    Arrivata messaggio/ mail. Tutto bene.

  1092. DANIELA MERLO attenzione:

    Al Segretario del Comitato 96
    ho controllato l’elenco degli aderenti e, al n. 206, risulta il nome di mio marito -Ripamonti Valerio- Mi scuso per il disguido, ma prego di sostituirlo con il mio: Merlo Daniela
    Grazie
    danymer@fastwebnet.it

  1093. Michela 52 attenzione:

    @Comitato civico quota96.
    Ho ricevuto il messaggio di prova. Tutto ok, anche il sito si è aperto senza difficoltà. Prendo l’occasione per ricordare che il mio nome è Michelina Taibi anzichè Nicolina. Saluti e tutti e grazie!!!! Michela52

  1094. elda attenzione:

    a tutti
    non per mettere in discussione il parere di alcuno, ma solo per informare e per cercare di capire cosa fare…
    un altro avvocato, Avv. Tommaso De Grandis, dello Studio legale Gilda, è del parere che ” ai fini della tutela degli interessati sarà opportuno inviare, comunque, la domanda di pensionamento tramite procedura on-line ovvero tramite raccomandata con ricevuta di ritorno al MIUR, all’Uff. scol. Reg. e all’INPS di competenza entro il 30.03.2012″.
    e all’Uff.scol. Provinciale, aggiungerei viste le ultime notizie…
    ripeto solo quanto già postato qui da Leopoldo il 23/3 alle 9:11am
    ovviamente bisogna dire chiaramente che, se la domanda non dovesse essere accolta, si intende rimanere in servizio.
    mi pare buono il modello di domanda proposto dalla CGIL, postato da Antonio il 23/3 alle 12:19pm

  1095. elda attenzione:

    P.S.
    coloro che hanno presentato domanda in Ottobre/Novembre o prima, non avranno specificato di volere rimanere in servizio se non fosse stata loro accordata la pensione; giustamente, in quanto non ce n’era bisogno perchè il rischio non c’era prima della riforma.
    forse è per questo, però, che i vari uffici stanno dicendo loro di ritirarla,
    perchè così com’è formulata può determinare la cessazione dal servizio e senza pensione

  1096. marcella attenzione:

    Ringrazio l’ On. Manuela Ghizzoni e la Senatrice Bastico per l’incontro di oggi a Modena: per il tempo dedicato, per l’attenzione al problema, per le informazioni date.
    Voglio anche ringraziare la Sede del PD di via Scaglia : ben oltre le due aule messe a disposizione e il tempo dell’incontro , è stata a Noi data la possibilità di trattenerci ancora, per discutere le problematiche emerse.
    Grazie per l’Ospitalità !

  1097. Antonio attenzione:

    @Lorenza
    per non sbagliare invia il plico all’Uff. scol. regionale e anche a quello provinciale, e perchè non ci siano dubbi sull’Inps e Inpdap, anche in questo caso ho inviato il tutto a entrambi, stiamo parlando di € 10 in più,
    Buon invio
    Antonio Piras

  1098. Lucina Focante attenzione:

    @Tutti
    Condivido pienamente quanto detto da Anselmo49, l’atto, redatto dall’Avv., dovrebbe essere inoltrato anche all’U.S.P., ora denominato Ambito Territoriale (ex Provveditorato), in quanto è questo Ufficio che gestisce le pratiche di pensione e che deve dare, entro il 30/4 conferma del diritto, in tutti i casi, anche a coloro che lo hanno senza ombra di dubbio. Il ns. Ufficio Scolastico Provinciale ha già inoltrato alle Scuole della Provincia (AN) due circolari esplicative. Ritengo possa essere superflua quella inoltrata all’U.S.R., ma non voglio assolutamente stravolgere quanto indicato dall’Avv., del quale ho fiducia al 1000%. Fare una raccomandata in più credo possa essere solo una maggiore sicurezza. Io inoltre consegnerò (a mano) copia, con firma autentica, anche in Segreteria.
    Buon fine settimana a tutti!

  1099. Antonio attenzione:

    @ CosimoCarlo
    il mio indirizzo per avere il file
    nellopiras@tiscali.it
    ti ringrazio
    buona giornata

  1100. Lucina Focante attenzione:

    @TUTTI

    Magari venisse accettato il ns. ricorso e ci venisse applicato il Decreto Berlusconi, di Agosto 2011! A questo punto fare un anno in più anzichè sei o sette, credo faccia differenza. Accontentiamoci, non chiediamo la luna. Uscire al 1° sett. 2012 sarebbe l’ideale, ma uscire il 1° sett. 2013 sarebbe comunque accettabile. Sbaglio? Sappiate che chi scrive era super convinta di andarsene in pensione il 1° sett. 2012, con quota 98 abbontante e non ha assolutamente digerito e non digerirà mai la riforma Fornero.

  1101. concetta attenzione:

    Vorrei sapere se ci sono colleghi di Napoli che aderiscono al ricorso presso il giudice del lavoro, credo che se siamo in tanti i costi si riducono notevolmente.

  1102. concetta attenzione:

    Mi è arrivata la mail di prova.

  1103. te.loco attenzione:

    ricevuto e mail di prova OK!

  1104. Sandra 52 attenzione:

    Sandra 52 attenzione
    @ noreply@comitatocivicoquota96.it

    Ho ricevuto il messaggio della mailing list

    SANDRA 52

  1105. ANTONELLA attenzione:

    @ Manuela Ghizzoni e Mariangela Bastico
    Grazie per la disponibilità, l’attenzione, la chiarezza delle vostre risposte e la pazienza dimostrata ancora una volta nell’ascoltarci.
    @ per tutti i presenti all’incontro
    mi dispiace non aver avuto la possibilità di fermarmi a discutere con voi, ma dovevo ritornare di corsa a scuola per un’interclasse.
    Mi ha fatto molto piacere dare finalmente un volto ad alcuni nomi: Marcella, Mara, Carlo B. Un saluto a tutti.

  1106. grazia bo attenzione:

    @Grasso
    Scusami non so come fai a sopportarci :-) durante la settimana,leggo,annoto, copio incollo,memorizzo ecc..tutte le cose importanti che vengono segnalate, a tutt’oggi non ero ancora riuscita a spedire i documenti per motivi famigliari, ieri finalmente ho fatto il bonifico on-line sia per avv.Navo che per l’adesione al comitato.
    Pensavo di aver capito tutto perfettamente ma aimè oggi che arrivato il gran giorno per spedire i documenti all’avv.Naso e l’atto di significazione e diffida,
    mi trovo in difficoltà probabilmente ho letto troppi pareri, troppe interpretazioni,troppe indicazioni…per cortesia puoi riepilogare esattamente, anche con la giusta sequenza degli indirizzi e documentazioni da inviare? ultima versione te ne sarei molto grata, penso sia utile anche a qualche collega. Dopo aver FINALMENTE SPEDITO TUTTO, sono pienamente d’accordo di provare a trovarci tutti a Roma per conoscerci e renderci visibili anche con il pranzo all’aperto ecc..
    Grazie di cuore a tutti (non elenco i nomi li sapete tutti) per quello che state facendo, ci avete ridato il sorriso e la speranza.Un particolare graziamento all’On.Ghizzoni e Bastico senza di voi…non oso pensare….
    Grazia bo!
    mggiuliana@infinito.it

  1107. Manuela Ghizzoni attenzione:

    @ i modenesi
    dopo l’incontro di ieri, due riunioni in successione (fino a tardissima serata) mi hanno impedito di fare commenti a caldo. Vi ringrazio per la partecipazione e per avermi dato l’opportunità di associare un volto ad un nome.
    Mariangela ed io abbiamo affidato ad un comunicato stampa alcune valutazioni sul nostro appuntamento:

    «Scuola, i prof. di “Quota 96” incontrano Bastico e Ghizzoni. Affollata assemblea, nel tardo pomeriggio di venerdì, nella sede del Pd in via Scaglia
    La protesta dei docenti e del personale Ata della scuola che si vedono “beffati” nei loro diritti acquisiti dopo la riforma pensionistica è approdata nella sede del Pd: le parlamentari del Pd Mariangela Bastico e Manuela Ghizzoni hanno, infatti, incontrato una parte di coloro che, ad un soffio dall’agognato traguardo perchè tutti raggiungono la fatidica quota 96 nel 2012, rischiano di non andare in pensione quest’anno.

    Il tema interessa, in provincia, un centinaio di persone: sicuramente la metà era presente all’incontro con le parlamentari modenesi del Pd che, in questi anni, più si sono occupate dei problemi della scuola, la senatrice Mariangela Bastico, ex vice-ministro all’istruzione, e la deputata Manuela Ghizzoni, attuale capogruppo Pd in Commissione istruzione della Camera. L’affollato incontro si è tenuto, nel tardo pomeriggio di venerdì 23 marzo, presso la sede del Pd in via Scaglia, a Modena. Come alcune migliaia di loro colleghi in tutta Italia, i docenti e il personale Ata stanno provando a far valere un loro diritto, assimilabile a quello dei loro colleghi del settore pubblico e privato: la riforma pensionistica Fornero salvaguarda “quota 96” (60 anni di età anagrafica e 36 anni di contributi effettivi, oppure 61 anni di età e 35 di contributi) ma da conseguire entro il 31 dicembre 2011. Il ragionamento del governo è stato fatto sulla base dell’anno solare, ma nella scuola l’intera organizzazione è basata sull’anno scolastico: c’e’ un unico giorno utile per il personale della scuola per andare in pensione, il 1° settembre di ogni anno, indipendentemente dalla data in cui si maturano i requisiti.
    “Abbiamo presentato un emendamento al decreto milleproproghe per spostare al 31 agosto 2012 la data per la verifica del possesso dei requisiti, in quanto riteniamo sia una norma di giustizia, volta ad equiparare il personale della scuola agli altri lavoratori.” dichiarano Bastico e Ghizzoni. Purtoppo la battaglia parlamentare non ha avuto esito positivo e gli emendamenti presentati non sono stati accolti. Ma la protesta dei docenti continua e sono sempre più agguerriti. Attraverso ricorsi al Tar e diffide all’Ufficio scolastico provinciale sono intenzionati a far valere i loro diritti e cercare di ottenere la possibilità di poter andare in pensione con le vecchie regole.
    “Intendiamo continuare il nostro impegno politico e parlamentare, sostenuto dal PD e dai gruppi parlamentari PD, perche’ nei prossimi disegni di legge o decreti legge che il Governo approvera’ e presentera’ alle Camere ci sia la norma sullo spostamento al 31 agosto 2012 – dichiarano le parlamentari Pd – ad iniziare dalla riforma del mercato del lavoro o da uno specifico provvedimento sul sistema pensionistico, volto a correggerne alcune criticità’, quali quelle relative agli esodati. Se l’iniziativa non sara’ del governo, presenteremo nostri emendamenti”

  1108. Reparata (Ada ) attenzione:

    @ noreply@comitatocivicoquota96.it
    Ricevuto il messaggio della mailing list.
    Saluti e grazie. Reparata
    @ CosimoCarlo
    il mio indirizzo per avere il file
    adarubicini@alice.it
    Grazie.

  1109. Anselmo 49 attenzione:

    Grazie alle sen. del PD per il loro interessamento.
    Mi incomincia a piacere di più Bersani e la Camusso( che per la scuola non si spreca). Anche la CEI invita a riflettere sull’umiliazione che si tenta di infliggere ai lavoratori, in un momento cosi’ difficile per il Paese.
    Ma questo Monti che stasera va a cena con Schifani, ma chi crede di essere?
    Un uomo di Stato non può essere cosi intransigente.
    Di tanto in tanto mi viene il dubbio che questo Signor Monti ci sta portando alla rovina.
    Tornando ai nostri assilli quotidiani di Quota 96 sono mortificato dal comportamento dei Ministri Profumo e Fornero che ci lasciano a combattere una battaglia legale in ordine sparso.
    Poteva bastare una circolare ministeriale per risolvere le nostre giuste rivendicazioni.
    Non molleremo mai.

  1110. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Ghizzoni – Bastico

    Grazie di tutto e dell’impegno profuso non solo a parole ma soprattutto con i fatti. Non ho mai visto delle parlamentari così tanto al servizio del loro popolo. Una grandissima prova di onestà umana e di fedeltà politica sapientemente unite.
    Peccato non sia di Modena, non foss’altro per vedere quel fermento che anima voi tutti di lì e per dare un volto a tanti nomi del sito!
    Ricordo che ho proposto una manifestazione a Roma il 1 maggio con l’apertura dei lavori da parte di Mariangela Bastico e di Manuela Ghizzoni. Non ho avuto ancora nessun riscontro, né positivo né negativo, in tal senso. Vogliamo aprire le pagine ad un dibattitto sul tema? Dai su!

    @ Grazia Bo

    Non so chi vi ha detto di posporre i nomi, di cambiare, di aggiungere una quarta intestazione alla scuola di titolarità… Mah! L’avv. Naso ci ha dato un documento che va inviato a tre amministrazioni. Tutto qui. Ogni altra cosa che fate o sentite fare è frutto di personale iniziativa. Se poi volete cambiare le carte in tavola, fate pure. Il discorso sull’Ufficio Scolastico Regionale mi sembra ben poco influente perché comunque Provveditorato e USR sono collegati e se qualcosa non va non è che l’atto possa venire cestinato. Può semmai essere reindirizzato.
    Però capisco il sentimento di paura e di incertezza diffuso.

    @ Antonio Busato

    Le mail di prova vedo che funzionano. Non vedo l’ora di avere il sito funzionante a tutti gli effetti. Grazie di tutto anche a te per tutto quello che fai.

    @ TUTTI: non siamo un ente previdenziale…

    Ricordo a tutti voi, quando chiedete qualcosa, di avere pazienza e di fare domande inerenti e nei limiti delle nostre possibilità in quanto tutto si svolge all’insegna del volontariato e della buona disponibilità. Purtroppo per noi, non abbiamo ancora, a nostra disposizione, nessun esperto pensionistico o previdenziale. Il povero Raoul (a cui dovremmo tutti erigere un monumento) è oberato di cose da fare e ci vorrebbe veramente qualcuno che lo aiutasse e/o affiancasse nel lavoro enorme che va facendo con tanta certosina pazienza e con estrema indulgenza verso tutti.

  1111. Antonio attenzione:

    @tutti
    tra vedere e non vedere ho inviato l’atto di significazione ai seguenti uffici, posponendo gli indirizzi in relazione agli invii:
    – dirigente scolastico della scuola di appartenenza (a mano, prot. scuola)
    – uff. scolastico territoriale/provinciale, ex provveditorato
    – uff. scolastico regionale
    – Miur
    – Inps gia Inpdap
    – Inps
    non saranno 10/15 euro ad impoverirci, intanto obblighiamo tutti a rispondere, sarà cura dell’avvocato scegliere gli uffici interessati.
    Buon invio a tutti
    Antonio Piras

  1112. LucianoP Senigallia attenzione:

    @ Anonimo (marzo 23rd, 2012 at 1:41 pm)
    @ tutti
    sono in accordo con te , una manifestazione gioiosa e un “pò…godereccia” (vista la nostra età) ci vorrebbe proprio anche per stemperare la tensione che abbiamo caricato in questi due ultimi mesi. … non vorrei comunque passare per un puro gaudente, la manifestazione deve essere efficace e trasmettere messaggi chiari rigurdanti i nostri obiettivi e le nostre motivazioni. Per quanto riguarda il volontariato…sfondi una porta aperta, nella mia vita ha avuto ed ha sempre molto spazio, ecco perchè vi ho riconosciuto e ringraziato pubblicamnte… le mie non erano parole di circostanza….credimi!! Il servizio che state facendo è lodevole.
    Da parte mia do la disponibilità ( per qello che posso) a formare un

    COMITATO pro MANIFESTAZIONE :
    per ora siamo in due
    ADERITE COLLEGHI!! e come si dice dalle nostre parti :<>

    A presto

  1113. francesca attenzione:

    Non voglio intasare questo spazio con parole inutili, ma grazie, cara Manuela, grazie davvero, grazie di tutto!!
    E grazie anche a tutti gli altri che si stanno prodigando, un bacione e complimenti per la precisione e la competenza di molti interventi… mi avete fatto rinascere la speranza!
    Francesca

  1114. LucianoP Senigallia attenzione:

    ….non capisco perchè nell’ultimo mio commento non è stata riportata
    l’intera esortazione (dialettale) ADERITE COLLEGHI!! e come si dice dalle nostre parti : “Dammece da fa!”

    misteri da o del PC
    Scusate il vezzo… tipico da professore.

  1115. Antonino52 attenzione:

    @ Onorevole Manuela Ghizzoni
    Ho letto le sue parole percependo la mia amarezza, per non aver potuto partecipare all’incontro, io sto in Sicilia, ma anche la gioia per i contenuti da lei esprressi.

    La ringrazio per l’ impegno con il quale ci sostiene, che è parte del suo amore complessivo verso l’insieme della scuola.
    Un sentito grazie alla senatrice Bastico, e ai colleghi che hanno partecipato e sicuramente le avranno trasmesso la stima e la gratitudine di noi tutti sparsi per l’Italia.

  1116. Alma 52 attenzione:

    @ Silverio 53
    @G. Grasso
    Aggiungo che proprio perchè la data del 31 agosto vuol dire (per il computo del diritto alla pensione) 31 dicembre di ogni anno, la riforma fornero è ingiustamente retroattiva perchè esclude tutti noi che stiamo lavorando nell’anno scolastico 2011/2012. Infatti, nel comparto scuola, quelli che avevano i requisiti al 31/12/2011 (spartiacque della fornero per tutti i lavoratori) sono gli stessi che li maturavano al 31/08/2011 e sono già in pensione o mantengono i vecchi requisiti.

  1117. eliana52 attenzione:

    God save Manuela Ghizzoni, Queen of us !

  1118. Salvatore 52 attenzione:

    a Giuseppe Grasso
    Un argomento a mio avviso importante per i nostri ricorsi: in previsione dell’imminente pensionamento, molti docenti non hanno presentato domanda di partecipazione al recente concorso per dirigente scolastico. La riforma pensionistica, entrando in vigore in tempi eccessivamente ristretti, li ha quindi privati, oltre che del diritto alla pensione, anche del diritto al miglioramento della propria posizione lavorativa. Ciò conferma che la riforma non può essere applicata a coloro che erano già vicini alla pensione.

  1119. grazia bo attenzione:

    @Manuela
    @Mariangela
    Nessuna parola può esprimere bene quanto vi siamo grati, grazieeee!
    @Grasso
    Credo di aver fatto tutto bene, gli indirizzi li ho lasciati così come da atto dell’avv. Naso, perchè in effetti non c’è nessun indirizzo “per conoscenza” quindi….. ho un solo dubbio siamo sicuri che al Dirigente Scolastico non inviamo nulla? puoi chiedere all’avv.? eventualmente possiamo inviarla la settimana prossima prima del 30 Marzo.
    Grazie e un buon fine settimana a tutti

  1120. rosella attenzione:

    @ On. Ghizzoni e Sen. Bastico

    GRAZIE!!!!!!

  1121. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Luciano P Senigallia: Comitato pro manifestazione

    Ti consiglio di metterti in contatto con Antonio Pane di Roma. Così formate un comitato pro manifestazione.
    Ma Peppe ceravolo che fine ha fatto? Era tanto impaziente di spiccare il volo per il grande evento…
    Si cercano adepti e volontari per l’organizzazione pratica. Si cerca anche chi sa dirci che tipo di permesso serve.

  1122. annunziata attenzione:

    La Cisl scuola nazionale sta organizzando un ricorso alla legge Fornero-pensioni solo per chi matura i requisiti entro il 31 Agosto 2012 (naturalmente penso che sia sottinteso comprendere anche quelli che maturano i requisiti al 31 dic 2012); si tratta di solo 8 righe da inviare al Dirigente Scolastico e all’USR della regione di appartenenza.

    Sono d’accordissimo per la manifestazione a Roma, la sto proponendo da prima che nascesse il comitato Quota 96: è importante conoscersi e rendersi visibili a tutti, invitando anche giornalisti, politici ecc.. Sono a disposizione.

    Brave le onorevoli Ghizzoni e Bastico, BRAVE, BRAVE, BRAVisssIME….,
    Annunziata

  1123. deiana luigi attenzione:

    Ricevuto il messaggio della mailing list.a presto

  1124. agnese_sa_54 attenzione:

    per cosimo Carlo

    Saresti così gentile da mandarmi il formato di impaginazione , nonchè il testo che nn so dove reperirlo?
    grazie
    Agnese_sa_54@yahoo.it

  1125. agnese_sa_54 attenzione:

    Per cosimo carlo
    Agnese è lettera minuscola grazie

  1126. benedetto manna attenzione:

    @tutti
    @Anselmo49
    @Carlo B
    QUESTIONE INDIRIZZI
    Per contribuire a chiarire comunico che:
    1 – In un precedente mio ricorso al giudice del lavoro feci domanda preparata dall’Avv. per chiedere l’esonero dal servizio al MIUR e all’Ufficio Scolastico Regionale. Poi la risposta di rigetto arrivò dall’ufficio Scolastico Provinciale (ex Provveditorato). Quindi Naso ha indicato come va fatto: sa cosa fare e a volte asseconda forse le ansie quando sono ininfluenti.
    Pertanto USR O.K. ; se volete O.K. anche USP, per eccessiva secondo me cautela.
    2 – La sede INPS già INPDAP corrisponde alla sede di competenza rispetto all’Amministrazione di Servizio, dopo aver verificato con il patronato INAC e con il n. verde INPDAP 800105000

  1127. Angelo Vannucci attenzione:

    @ tutti i membri del Comitato

    Salve stamani ho spedito gli atti di diffida, secondo quanto detto finora e da quanto ho ricevuto via mail dall’avvocato, al Miur, all’ufficio scolastico regionale, all’ inps ex inpdap…. adesso leggo il post dell’on. Ghizzoni dove si parla di ufficio scolastico provinciale…Domanda: occore inviare all’atto di diffida anche a questo ufficio?

    Alcune considerazioni

    Bell’impegno della sen. e dell’on. Ghizzoni e grazie tante. Credo fermamente in questa azione legale, molto più di quella dei vari sindacati che si sono mossi tardi e “a rimorchio” e invito tutti gli indecisi a procedere. Purtroppo nella mia provincia, quella di Lucca, sono solo a ricorrere al Giudice del Lavoro per cui attendo notizie attraverso la mailing list, sapendo bene che il primo steo è il ricorso al Tar.
    Non perdiamoci d’animo, nonostante questo governo neoliberista e di destra e in particolate la Fornero, la quale dovrebbe ma gari studiare un po’ di poù non solo gli economisti classici, ma anche Keynes..ma nasterebbe anche il vecchio manuale di economia politica di Antonio Pesenti oppure gli scritti che compianto Federico Caffè Era fin troppo chiaro in partenza che questo esecutivo, in perfetta continuità con quello precedente, ( l’ unica differenza è il patina perbenista, credibile (sic!) e professorale) le uniche “riforme” (meglio sarebbe chiamarle controriforme) che averebbe fatto sarebbero state sulle pensoni e sul marcato del lavoro. Temo che Bersani ceda anche anche questa volta nonostante le dichoarazioni di ieri sera. Il discorso sarebbe lungo anche rispetto allora “migliorista” (me lo ricordo dalla veccia militanza prima nel “Manifesro” e poi nel PCI) presidente della Repubblica. Ma la questione della pensione e dunque dell’esistenza reale e della vita delle persone meritebbe un saggio a parte.
    Una saluto a tutti
    Angelo Vannucci

  1128. Oronzo Ramundo attenzione:

    Ieri ho spedito a mezzo raccomandara a/r l’atto di significazione e diffida ai tre destinatari indicati nel suddetto atto, e precisamente:
    – Miur
    – uff. scolastico regionale
    – Inps gia Inpdap

  1129. massimo bolognesi firenze 1952 attenzione:

    @ antonio busato
    @ tutti
    Ho mandato all’avv. Naso un documento dell’ANQUAP (associazione quadri Pubblica amministrazione) nel quale si dice che possono presentare domanda on-line di pensione tutti anche coloro i quali non hanno diritto, sarà poi cura del ministero rispondere in modo positivo o negativo, senza nessun altro problema chi volesse vedere l’intero documento può andare sul sito della associazione suddetta. Buona domenica a tutti e scusate, forza viola.

  1130. leopoldo attenzione:

    comunico di aver inviato la quota di € 25,00 al tesoriere Maurizio, e i tre plichi ai tre destinatari fornitici dall’avv. Naso.

  1131. ENEA52 attenzione:

    Ricevuta messaggio di prova della mailing list.
    Saluti.

  1132. Lucia 52 attenzione:

    Ricevuto il messaggio della mailing list.
    Saluti e grazie.

  1133. patrizia denegri attenzione:

    @Cosimo Carlo
    ti mando il mio indirizzo per inviarmi il file,
    grazie
    patrizia329@virgilio.it

  1134. TONIA52 attenzione:

    x Giuseooe Grasso,
    I quesiti sono tanti ,i dubbi aumentano sempre piu’.Il documento di diffida edi significazione va solo compilato nelle sue parti e firmato oppure va riscritto?

  1135. Paola attenzione:

    Poco fa ho ricontrollato l’elenco degli aderenti al comitato e al posto mio ho visto che c’è ancora al numero 228 il nome di mio marito Taras Angelo. Chiedo , gentilmente, di sostituirlo con il mio: Mesina Paola. Grazie IL BONIFICO è STATO EFFETTUATO IL 19 MARZO

  1136. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Tonia 52

    L’atto va compilato sul pc e personalizzato con i dati anagrafici. Poi va firmato nella 3 pagina. Infine va mandato alle 3 amministrazioni. Si tratta, dunque, di tre copie prima compilate e poi firmate indi spedite.
    In bocca al lupo!

  1137. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ benedetto manna

    Sarei curioso di vedere questo documento. Potresti mettere qui il link dove lo hai trovato?
    Grazie.

  1138. piera cerini attenzione:

    Ricevuto il messaggio della mailing list.
    Grazie e un saluto a tutti

  1139. nico attenzione:

    @ giuseppe grasso
    oggi sono assalito da un dubbio atroce
    Devo proprio continuare ad affidare il mio pensiero aTe o a tal A. Selvaggi (sicuramente alunno dell’high School del Burundi).Come si sa noi insegnamo malissimo nei nostri licei.
    Riporto solo alcuni passi della lettera che Egli ha inviato tramite giornali del Sud.
    “Pregevolissima Gentildonna Elsa Fornero,accademica Ministra del lavoro,il qui scrivente Visconte Lagrimoso di Polignano a Mare et Oria s’inchina alla Previdenziale Signorilità Vostra….La dedizione che le porto mi coniuga al pianto che le sgorga da un pezzo dell’occhio.Occhi di cervo sensibile, specchi di anima nobile, incapaci di dissimulare lo strazio…..
    E’ piu’ duro infliggere sofferenza o patirla? Con lei rispondo:pena assai piu’ il carnefice…….Ho udito parecchi invasati gridar per le piazze……..Marani! ho gridato lanciandomi ratto alle loro gole, una Gentildonna piange perchè costretta a farvi licenziare o accecare come schiavi in egizio suolo.Amabilissima Ministra che firmo'”l’economia dei fondi pensione”, credo sia ora di rendere giustizia al giusto. Gli operai, gli zappatori sozzi ecc. devono capire che uno non puo’ recarsi un giorno al lavoro e tornarci per forza il giorno dopo…..la consuetudine porta alla noia.. Ella,mia amica venusta, non è il crudele ministro, come si è per celia presentata ai proci.Lei è donna del Destino, Unguento al martirio che gli stessi precari vanno procurandosi-ahi, stolti!-con le loro mani.Il Visconte prosternato vi saluta;si immola lieto per il bene Vostro; porterà sempre in ogni dove il nome Vostro con la voluttuosa grazia del Pontormo delle deposizioni cristologiche.Purchè preserviate, nel pateracchio che sommuove il lavoro, i privilegi del viscontato suo.E tutto il resto:alla malora.”

  1140. franco attenzione:

    & tutti
    pur sottolineando ancora il lavoro senza soste che la sig. ghizzoni ha dedicato al problema “QUOTA 96 ” e alla quale va tutta la mia gratitudine,
    mi chiedo come mai sulla riforma del lavoro il PD ha minacciato il governo e il governo ha presentato il DDL e quindi la possibilità di ridiscutere in parlamento
    la riforma e invece sulla riforma iniqua e ingiusta delle pensioni non ha fatto lo stesso. il principio di giustizia è ( dovrebbe ) valido anche per gl’insegnanti del 1952 (ma no, tanto sono solo 4000 voti chi se ne frega ).saluti a tutti

  1141. nietta52 attenzione:

    @ carla spadoni attenzione:
    marzo 23rd, 2012 at 5:56 pm

    PUOI POSTARE QUALCHE RIFERIMENTO O LINK RELATIVO AL RICORSO SNALS?
    IO NON SONO RIUSCITA A TROVARE NIENTE IN RETE
    GRAZIE

  1142. Fulvia52 attenzione:

    @Comitato Quota96
    Sono Fulvia Frasca
    Ricevuta la mail di prova del comitato Quota96.
    Grazie di tutto.

  1143. leopoldo attenzione:

    @ Grasso e Vincenzo Linardi
    Egregi, riporto una nota emanata dall’Anief perché possiate valutarla (se possibile anche con l’avv. Naso quando i tempi lo consentiranno) e poter, quindi, agire in merito.

    Anief: illegittima la trattenuta “forzosa” sullo stipendio del 2,5% a favore del TfrUfficio Stampa Anief – Dal 1° gennaio 2011 la quota deve essere devoluta dall’amministrazione, non dai dipendenti. La legge parla chiaro: occorre procedere subito, con un decreto ingiuntivo e chiedendo anche il rimborso degli arretrati. Non occorre alcuna pronuncia della Consulta!

  1144. giuseppe ceravolo attenzione:

    Caro Giuseppe Grasso,
    leggo solo adesso il tuo post perchè ieri ero in visita guidata a Firenze ed oggi sono alle prese con Vodafone e Tiscali…nel passaggio tra operatori mi hanno staccato la linea telefonica…!
    Mandami una mail per concordare un eventuale incontro a Roma per uno scambio di vedute in merito alla “manifestazione” di quota 96!
    Ti scrivo da un computer di una sala scommesse sportive…chissà che non mi porti fortuna!!!!
    Un abbraccio a tutti!

  1145. vincenzo attenzione:

    Sulla riforma del lavoro e sui licenziamenti ci si “è accorti” che, in nome della giustizia costituzionale, anche i dipendenti dello Stato, come tutti
    gli altri lavoratori possono e debbono essere licenziati, per non creare discriminazioni ,che andrebbero contro i principi costituzionali.
    Su questo punto sì, se ne sono accorti!!!!
    Sulle pensioni, invece e sul 15 bis, che di fatto discrimina i lavoratori del privato e quelli pubblici, mandando in pensione, dopo soli due anni i primi e costringendo i secondi a rimanere al lavoro anche per 6 anni di più, a quanto pare la costituzione non c’entra.
    Due pesi e due misure!
    Non vi sembra che ci sia davvero un abisso tra il primo punto e il secondo?
    Perchè non battersi allora in parlamento anche su questo punto, così contraddittorio e così penalizzante per i dipendenti del pubblico e in particolare per noi del comparto scuola?

  1146. Patrizia attenzione:

    Angelo Vannucci, non sei solo a Lucca .

  1147. MARIA GRAZIA 52 OR attenzione:

    HO INVIATO I 25 EURO IL 19 MARZO MA NON MI RITROVO NELL’ ELENCO! MI FATE SAPERE GENTILMENTE? GRAZIE

  1148. Raoul52 attenzione:

    @on. Manuela
    @sen. Mariangela
    @Tutti

    Comunico che il sito ” http://requisitiscuola2012.wordpress.com ” ha superato i 50.000 contatti dopo solo 14gg, con una media giornaliera di oltre 3500 visite. Il limite max. è stato di 4650 accessi, raggiunto il 21 marzo.

    GRAZIE on. Manuela e sen. Mariangela di averci dato tanta visibilità, sostegno, ma anche la forza di CREDERCI.
    Ora non siamo più in piccolo gruppo ma un grande “POPOLO”, che per avere EQUITA’ e GIUSTIZIA lotterà fino in fondo.

    Raoul Bonfiglioli

  1149. Angelica 52 attenzione:

    Ricevuto il messaggio della mailing list.
    Grazie e un saluto a tutti

  1150. eri 52 attenzione:

    Per marcella
    grazie per la tua disponibilità post incontro a Modena,
    sei stata preziosissima, mi servirebbero però il comma e l’articolo della legge 247/2007 di cui mi avevi parlato

  1151. eliana52 attenzione:

    ad Annunziata
    La Cisl, come Snals e Cgil non fa fare il ricorso a chi è nato dopo il 31 Agosto. La Cisl ha escluso dalla richiesta di pensione un collega nato il 1/0952 e dice che coloro che ammettono i nati post lo fanno solo per propaganda.
    Per semplice dovere di cronaca ma esemplificativo del caos che regna nei nostri sindacati

  1152. Danila 53 attenzione:

    @ Cosimo Carlo

    Ti mando il mio indirizzo per inviarmi il file
    grazie
    danila.carollo@alice.it

  1153. lorenza attenzione:

    @Antonio Piras
    ti ringrazio per il tuo chiarimento,lunedi spedirò i documenti.
    Ancora grazie e in bocca al lupo.

  1154. Antonio Busato attenzione:

    Seguo tutto ma non sono ancora in grado di essere attivo. Spero di risolvere entro la settimana. Volevo fare un ringraziamento particolare a: Angelo Vannucci attenzione:
    marzo 24th, 2012 at 1:22 pm Alcune considerazioni!
    Vedo finalmente apparire le motivazioni di carattere economico che , molte volte avevo postato, cercando non ascoltato di fornire spiegazioni di più ampio respiro su ciò che sta accadendo, al di là dei singoli fatti.
    Come vedete, capita a tutti di non trovare talvolta ascolto, ma se si ha un po’ di pazienza…….
    Buon fine settimana a tutti.

  1155. Franco di Prato attenzione:

    @ leopoldo
    sul sito CGIL c’è la diffida alla trattenuta anche i Cobas stanno approntando un ricorsop sono circa 600€ che ci hanno scippato.

    @ Giuseppe Grasso
    Adesso che avete un sito e un send mail puoi mandare a tutti i 1364 iscritti al data base una email avvertendoli che è l’ultima settimana per inviare la domanda con le indicazioni di tutti i ricorsi esistenti e dove trovare le relative notizie? è chiederti troppo?
    forse se abbiamo fatto tanto rumore è grazie anche a tutti loro!

  1156. Franco di Prato attenzione:

    P.S. posso mandare al vostro IT engineer un file .csv con tutti i nomi e le email raccolte.

  1157. Angelica 52 attenzione:

    Segnalo http://mediterranews.org/

    nella home page c’è un articolo “Insegnanti Quota 96: Bastico e Ghizzoni

    vanno avanti. Nuovi emendamenti.”

    Grazie onorevoli!!!

  1158. rossoenero attenzione:

    Il comma 15-bis dell\’art. 24 della riforma Monti, prevede un regime agevolato per i lavoratori e le lavoratrici dipendenti del settore privato, consistente nell\’accesso al pensionamento con un\’età anagrafica non inferiore a 64 anni, qualora al 31.12.2012 abbiano raggiunto il requisito di quota 96.
    Il diritto di cui sopra non è previsto per i lavoratori e le lavoratrici del PUBBLICO e nemmeno per i lavoratori autonomi creando, una discriminazione ingiusta tra lavoratori privati, pubblici e autonomi.
    Questo è il testo del comma 15 bis della legge salva Italia: come si deduce prevede un’uscita a 64 anni.
    A qualcuno sembra che sia un favore?

  1159. stefivi.52 attenzione:

    @ai nostri consiglieri

    SSScusate…ho letto tutte le mail e da qualche parte devo aver visto la risposta al mio quesito, ma non riesco più a trovarlo, è possibile aderire solo al ricorso al TAR ed in seguito…se il risultato sarà negativo, ma CONFIDO IN UNA VITTORIA DECISIVA, anche a quello per il giudice del lavoro?
    Grazie!!!

  1160. concetta attenzione:

    @ Giuseppe Grasso
    Sto leggendo che alcuni sindacati non ammettono al ricorso quelli nati dopo il 31/8/2012 pertanto mi sono preoccupata. Tu cosa sai ? io sono nata il 26/09 /52 posso sempre sperare?

  1161. rita attenzione:

    Legge sul blocco scatti di anzianità rimessa alla Corte costituzionale

    Attesa per 3.500.000 di dipendenti pubblici. Con un’ordinanza di 48 pagine anche i giudici del Tar Calabria rimettono alla Consulta la legge 122/2010 che blocca gli stipendi, per la violazione di 15 articoli della Costituzione. Confermata la scelta dell’Anief di far ricorrere in tribunale il personale della scuola. Ancora possibile aderire a r.stipendio@anief.net.

  1162. rossoenero attenzione:

    ovviamente un favore in termini assoluti: in termini relativi si esce comunque prima (ma a 64 anni)

  1163. Andrea Zolli attenzione:

    Non ho ricevuto la mail di prova.L’avete mandata a tutti?

  1164. Giò attenzione:

    @
    cosimo carlo
    Ti mando il mio indirizzo per inviarmi il file.GRAZIE e buona serata.

    giovanna_deserra@hotmail.it

  1165. Silvia Bosisio attenzione:

    Ho inviato il contributo di 25 euro, ma nell’elenco degli aderenti, al numero 126 risulta il nome di mio marito Leotta Sebastiano. Vi prego di sostituirlo con il mio Silvia Bosisio. Molte grazie

  1166. donata52 attenzione:

    @maurizio giovannetti
    il 19.03.2012 ho inviato bonifico con valuta il 20.03.2012
    non risulto ancora in elenco .l’ordinante è B&B SAS,ma da causale specificato mio nome e mail
    Un saluto
    Donata Bianchi

  1167. Rita Ciullo attenzione:

    Un immenso GRAZIE anche da parte mia alle due ONOREVOLI e a tutti voi.
    Grazie Raul ( mi ritrovo nell’elenco)
    OK per l’incontro di maggio.

  1168. maurizio attenzione:

    Antonio Attenzione ! se nella missiva non viene specificato e p.c. ( che non vuol dire partito comunista sto scherzando,mettiamoci un pizzico d’allegria perché fra un po andremo tutti a perdere lume della ragione) vorrebbe dire che tutte le intestazioni risultano prioritarie e per tanto risultano tutti intestatari.
    ciao Maurizio

  1169. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ eliana52

    Stai tranquilla che se la Cisl e la Cgil hanno limitato il ricorso, inspiegabilmente, a quelli nati entro il 31 agosto 2012, commettendo un grave errore di interpretazione e di prospettiva d’insieme nell’inquadrare le cosiddette vecchie norme, la Uil scuola, come avrai visto dal sito ufficiale, e soprattutto l’Anief, che è il sindacato che dà l’interpretazione estensiva e più corretta, vanno fino al 31 dicembre 2012.
    Siamo stati profeti? Forse. O forse, molto più semplicemente, abbiamo saputo leggere correttamente le norme previgenti in base a criteri oggettivi e riscontrabili da una casistica confermata più volte dal provveditorato. L’importante, comunque, è che le cose si muovano e che vadano in una direzione auspicata. L’avv. Naso, che ha imbarcato, da quanto so, anche i ricorrenti Uil, ha seguito questa strada.
    In bocca al lupo a tutti!

    @ vincenzo

    Concordo con “due pesi e due misure”.

    @ Raoul 52

    Grazie di tutto!

    @ nico

    Simpatico! Un po’ di ironia amara non guasta…!

  1170. Franco da Venezia attenzione:

    @Franco di Prato
    Puoi darmi il link della CGIL sulla diffida per la trattenuta del TFR che ci stanno scippato e che continuano a fare? Grazie

  1171. anna attenzione:

    Nell’elenco adesioni al comitato e precisamente al n. 149 si deve cancellare Gesualda (mia madre) e scrivere il mio nome Anna. Grazie

  1172. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Tutti @ Ghizzoni: MANIFESTAZIONE A ROMA DEL 29 APRILE…

    Cari colleghi e cara Manuela,

    mi sono fatto promotore, per dare ancor più visivilità al popolo di Quota 96 e per dare un volto ai tantissimi nomi che incrocio qui quotidianamente, di una manifestazione a Roma, con tanto di organizzazione dello spazio stand e magari di uno spazio mobile di ristoro, da effettuare, secondo le date, non il 1 maggio come avevo pensato inizialmente, ma il 29 aprile. Ho pensato a questa data in quanto si tratta di una domenica e inoltre, a seguire, ci sarebbero due giorni per riposarsi visto che in quasi tutta Italia ci sarà il ponte.
    Che ne pensate? Vogliamo cominciare a parlarne? Ci sono volontari, romani e non, che si mettono in lizza per le questioni logistiche? Per richiedere i permessi alla Questura…? Grazie.
    Mi pare che potremmo alternare una tavola rotonda tutta da concordare e presieduta, se possibile, da Manuela Ghizzoni e Mariangela Bastico, con alcuni interventi sia di ordine particolare sul nostro caso, sia, soprattutto, di ordine generale sul valore della scuola nella nostra società. Potrebbero intervenire Antonio Pane, Antonio Busato, Vincenzo Linardi e altri che volessero attestare la loro fedeltà alla nostra causa. Eviterei, però, di parlare SOLO della nostra causa, per ovvi motivi di aggregazione e di integrazione con il pubblico più vasto del mondo civile. A tal proposito inviterei personaggi della cultura e del giornalismo di oggi per una testimonianza emblematica.
    Finita la tavola rotonda, tutta ovviamente da calendarizzare, potremmo infine approfittare di un pasto caldo servito da un catering o da qualche organizzatore di stand e di cucine mobili per prolungare amabilmente la conversazione e la conoscenza fra noi. I soldi li abbiamo. So che ci vuole molto lavoro ma qualcuno deve aiutarci. Io, personalmente, potrei occuparmi dei rapporti con il mondo culturale. Però sono negato nelle questioni logistiche. Quindi auspicherei che qualcuno si facesse avanti, qualcuno che ha molta grinta e tanta passione da mettere in campo.
    Insomma, la micccia è lanciata. Sta a voi raccoglierla (in senso figurato, naturalmente).
    Propongo, fra i membri pro-manifestazione, Peppe Ceravolo e chiunque altro avesse animo di aderire. E’ proprio il caso di dire che dobbiamo evitare ogni tipo di retorica e di facile adesione. Se non ve la sentite, lasciate stare. Si accettano solo volontari baldanzosi (perché no alla nostra età) e gioiosi di condividere una giornata all’insegna della rivincita e della giustizia sociale.
    Fatemi sapere.
    Grazie dell’attenzione e di un riscontro fattivo.

  1173. Tindaro attenzione:

    @ Vincenzo

    E’ proprio così; quando conviene alla casta dei T… Tecnici, tirano in ballo
    l’omogeneità della norma da applicare secondo il senso di giustizia, quando ci sono da mandare in pensione i nati del ’52 del settore pubblico rispetto al settore privato,la norma viene disattesa. Lo stesso hanno fatto tanti politici che hanno predato i nostri risparmi in nome della comunità Europea, dimenticando che gli insegnanti di altre nazioni Europee hanno stipendi accettabili e i nostri non sono mai stati adeguati. Adesso basta, colleghi! Non possiamo più permettere altre angherie; non possiamo più sopportare le affermazioni dell’ex ministro Gelmini, quando dice, con antipatica voce, che il numero degli alunni per classe è in linea con la comunità Europea, fingendo come sa fare… che in EUROPPA ( con la doppia P come dice l’altro osceno e insopportabile individuo che tutti conoscete) GLI INSEGNANTI DI SOSTEGNO COSTITUISCONO UNA GRADUATORIA A PARTE, non vengono sommati nel calderone come si fa in Italia, ad arte, per togliere risorse preziose alle scuole. Alle medie dove insegno, ho 9 classi di 27 alunni, la situazione è peggiorata nel corso dello stramaledetto governo Berlusconi; i colleghi che sono riusciti a schivare ( con la pensione) il clima infernale che si vive in classe, non sono più stati sostituiti. E gli alunni sono aumentati. A proposito, il 27 marzo c’è una riunione sindacale della CGIL nel nostro plesso, si parlerà di ricorso, manifestazioni e scioperi. Non è l’occasione giusta per riscattarci dalla quasi totale immobilità del nostro comparto scuola? E un pò che cerco di stimolare l’ interesse ad iniziative di concreta protesta, ma ho solo ricevuto qualche vaga risposta da qualche collega ( G.GRASSO) NON VI SENTITE SCHIATTARE DI RABBIA PER tutte queste ingiustizie? Se vogliamo maggiore visibilità, dobbiamo manifestare pacificamente, dobbiamo anche comunicare in base a quello che scriviamo. Manca qualcosa che renda maggiormente produttivo il nostro dialogo. Cordiali saluti Tindaro

  1174. rosa attenzione:

    Vorrei sapere se ci sono colleghi di Reggio Calabria e provincia che aderiscono al ricorso presso il giudice del lavoro.
    grazie

  1175. vincenzo52 attenzione:

    @ G. Grasso
    @ Tutti

    Vi comunico che Il Tar della Calabria ha ritenuto indebita la trattenuta del 2,5 per cento a favore del TFS, in quanto la legge 122 del 30 luglio 2010 ha trasformato la natura del TFS nel cosiddetto “nuovo TFS”. Ha perciò fatto una DIFFIDA indirizzata all’amministrazione ed alla Ragioneria Territoriale dello Stato competente per territorio ed ha chiesto la restituzione degli importi che sono stati trattenuti dal 1.1.2011, oltre alla rivalutazione monetaria ed agli interessi di legge maturati dalla data di ciascun prelievo.

    Comunico inoltre che è possibile richiedere ( Ragioneria Territoriale dello Stato ) revoca – disdetta ritenuta ENAM dallo stipendio, VISTA la stessa legge n.122 del 30.7.2010, art. 7 comma 3 bis, che ha disposto la soppressione dell’ENAM ed il trasferimento di beni e funzioni all’INPDAP, ente oggi a sua volta confluito nell’INPS ai sensi del D. L. 6 dicembre 2011, n. 201.

    Ho pensato fosse utile comunicarlo.

    Vincenzo

  1176. patrizia denegri attenzione:

    @Tutti

    In provincia di MassaCarrara sono l’unica a ricorrere al giudice del lavoro???

  1177. Anna 28/07/1952 attenzione:

    Ho ricevuto il messaggio di prova.
    Grazie a tutti per il lavoro che state svolgendo in particolare all’on. Ghizzoni e sen. Bastico. Nella mia scuola ho coinvolto altri colleghi. Buon fine settimana.

  1178. edoardo52 attenzione:

    Effettuato il bonifico di 25 euro per il comitato Quota 96. Grazie

  1179. maria1952 attenzione:

    @ Raol52
    Cortesemente potresti indicarmi il sito dove confluiscono le quote versaate al Comitato di Euro 25,00.

    @ Giuseppe Grasso
    Sono ancora in tempo a mandare le tre lettere consigliate dall’avvocato ai rispettivi Enti;
    Mi indichi il termine entro cui inviare il tutto alla’avvocato per il ricorso al Giudice del Lavoro e al TAR.
    Grazie.

  1180. giovanna attenzione:

    Ok manifestazione 1 maggio, ottima idea, almeno ci possiamo incontrare!!
    SI ANCHE ALLA MANIFESTAZIONE CREATIVA, O GODERECCIA, si confà all’età caratterizzata dalla perdita di alcuni freni inibitori e da una certa incontinza emotiva…(si può anche piangere o ridere a crepapelle)

    giovanna rosetti
    vignola-modena

  1181. Filomena attenzione:

    @ giampiero
    Sono della provincia di Lecco e sono in contatto con altra ricorrente della prov.

  1182. Laura Fossati attenzione:

    @tutti e in particolare agli interessati quota96 della provincia di Lecco.
    Ho aderito ai due ricorsi dell’avv. Naso e al comitato quota 96.

    Ringrazio i promotori e tutti coloro che si sono attivati per dare più forza a questa iniziativa e invito gli indecisi ad unirsi a noi.
    Laura52

  1183. Claudia Nicolai attenzione:

    Ciao a tutti. A qualcuno risulta l’uscita, ieri, di una nuova circolare?
    Me ne ha parlato ieri sera un’amica, ma non sono riuscita a trovarla nel sito miur.
    Secondo la mia amica, la circolare riguarderebbe proprio i pensionamenti, facendo delle correzioni a noi favorevoli…a me sembra impossibile!
    Intanto non dimentichiamo la data di martedì, ovvero la risposta della Fornero all’interrogazione della “nostra” Ghizzoni. In bocca al lupo!

  1184. Laura (2) attenzione:

    @GIOVANNA ROSETTI

    Giovanna, mi mandi la tua mail(please)? Forse la nostra è una vecchia vecchia conoscenza! Ciao

    laura_bartoletti@libero.it

  1185. donata52 attenzione:

    @Cosimo Carlo
    Ti invio mio indirizzo per invio file.
    Ti ringrazio e ti auguro buona domenica
    donata.bianchi@omnibox.eu

  1186. rossella incagnone attenzione:

    Concordo pienamente con Tindaro.Da sempre parlo di corrette,ma visibili ed incisive manifestazioni di protesta.Ho proposto scioperi bianchi,occupazioni,incontri a Roma con sit in in luoghi strategici…Vogliamo pensarci seriamente e proporne di fattibili?

  1187. anna maria floriana attenzione:

    Continuo a non credere che non ci siano colleghe interessate in provincia di Como.
    Se ci siete battete un colpo!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Saluti
    Anna Maria

  1188. Antonino52 attenzione:

    @ Giuseppe Grasso

    Bella l’idea della manifestazione del 29 aprile, è giusta e coerente.
    Capisco che a vincere devono essere le idee e la qualità, ma i numeri , il peso, è sempre stato elemento di forza! Se saremo in pochi non è un vantaggio. Condivido l’idea di inserire la nostra manifestazione e relative rivendicazioni all’interno di un dibattito più ampio che coinvolga l’ insieme scuola, con. le on. Ghizzoni e Bastico.
    Un suggerimento: perché non chiedere ai colleghi precari di unirsi a noi? Uscendo noi, entrano loro, lo stesso ministro Profumo lo ha dichiarato. La scuola ha bisogno di energie fresche e le nostre gliele abbiamo già offerte. Per fare numero sarebbe conveniente, soprattutto per quelli di Roma e provincia, portare qualche familiare.
    Si potrebbe fare un corteo organizzato come nelle parate militari.
    In cima al corteo una cassa da morto, che vuol dire che la scuola sta morendo per la disattenzione, a seguire noi, gli anziani, perché si vuole una scuola vecchia; magari vestiti di rosso, per la rabbia che abbiamo in corpo; seguono i colleghi precari vestiti di verde, con la loro speranza di entrare a scuola.
    Sull’aspetto godereccio della manifestazione non mi soffermerei tanto, le energie devono concentrarsi sullo scopo. E’ festa già nel ritrovarsi.
    Buona domenica

  1189. PALMINA 52 attenzione:

    Un grazie di cuore alla on. ghizzoni ed alla sen. bastico per il loro impegno e per la sensibilità dimostrata nei confronti dei lavoratori della scuola.

  1190. Anselmo 49 attenzione:

    @ G. Grasso
    sei un genio

  1191. Anselmo 49 attenzione:

    @ Antonino 52
    ottima idea

  1192. Vittoria attenzione:

    Domani farò i bonifici e spedirò la documentazione all’avvocato. Per il momento vorrei aderire al solo ricorso al TAR e semmai in seguito se trovo altre persone della mia provincia anche all’altro. E’ possibile? Come mi devo regolare con la documentazione:spedire solo quella per il TAR o entrambe?

  1193. Angelo52 attenzione:

    @ TUTTI
    Al 31/12/2012 avrò maturato:
    Età anni 60 e 5 mesi
    Servizio anni 35 mesi 11 settimane 3
    Domanda raqggiungo quota 96?
    Il patronato a cui mi sono rivolto mi ha detto che il mio è un caso difficile. Qualcuno può rispondermi ?

  1194. adelmo attenzione:

    Manifestazione ????? Incontro godereccio????
    Mi viene in mente il soldato coraggioso privato di un braccio o di una vedova ringraziati da autentici ipocriti che compunti appuntano sul bavero ridicole medaglie commemorative……
    Per ringraziare il militare o la vedova vengono replicati gli stessi discorsi..dal mazzo di fiori alla corona mortuaria c’è soltanto un passo.
    Solo via legale o politica …basta sceneggiate tipo sindacale (1 ora di sciopero)
    Ripeto per l’ennesima volta: il nostro è solo un problema politico o in alternativa, legale.

  1195. Comitato Civico Quota 96 attenzione:

    @TUTTI
    Lasciamo questo messaggio per coloro che non sono (anzi, speriamo ancora non ….siano) Soci Aderenti al Comitato (e dunque utenti dei servizi). Gli altri sono già stati informati.
    Per chi cerca colleghi nella propria provincia, chiediamo di pazientare. Il Comitato è in possesso della provincia di appartenenza (ovviamente degli ISCRITTI). Appena smaltiti lavori più urgenti, forniremo questo servizio, previo consenso (gli indirizzi non saranno MAI resi pubblici, ma verranno comunicati, in blocchi per province, agli interessati che avranno fornito il loro consenso allo scambio reciproco della mail).

  1196. Comitato Civico Quota 96 attenzione:

    @TUTTI
    Fonte: Blitz Quotidiano
    Governo Monti perde consenso: riforma negativa per due italiani su tre
    http://www.blitzquotidiano.it/politica-italiana/governo-monti-sondaggi-riforma-lavoro-1167947/

  1197. patrizia masutti attenzione:

    Ho fatto il bonifico di 25 euro giovedì 22 e non mi trovo inserita nellalista delleadesioni. Vi ricordo il mio nome:
    PATRIZIA MASUTTI .
    Grazie

  1198. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Clauda Nicolai

    Se esiste un’altra circolare porta una testimonianza. Dobbiamo essere precisi e non dire cose solo per sentito dire. Se esiste sta nella home del Miur, altrimenti non è vera.
    Facciamo più attenzione e controlliamo le cose di prima mano. Non possiamo farci trovare impreparati dagli eventi. Dobbiamo essere agguerriti.

    @ Antonino 52

    Grazie per la calorosa accoglienza.
    Ti faccio notare, però, a scanso di equivoci, che non sono d’accordo per un corteo. Il corteo non ha alcun senso pratico. Quello che ci serve è semplicemente un Presidio, come quello dei confederali del 24 dicembre 2011, in cui ci sia una tavola rotonda apposita, come ho già detto. Ed inoltre eviterei cose strane come quelle che proponi tu. Mi manterrei su un pianomdemocratico senza grandi stravaganze. Dobbiamo essere visibili come educatori e, anche se un po’ d’ironia non guasta, le trouvailles troppo strambe rischiano di falsare, di travisare il nostro messaggio, che è anche quello di un rilancio del valore della scuola. In tal senso accolgo l’invito a far partecipare i precari e a dar loro la voce. Diciamo che dovrebbero prendere il nostro posto, quindi è giusto che siano presenti.
    Insomma non troppi carri strani e singolari. Questo è ovviamente il mio parere personale. Però mi sembra che organizzare tutto all’insegna della compostezza e dell’equilibrio, senza per questo reprimere la nostra indignazione e la nostra riscossa, sia un metodo vincente. I politici aspettano che noi facciamo qualche passo falo per additarci. Quindi cerchiamo di essere pacati, equilibrati e correttamente incavolati.
    Buona domenica.

    P. S. Esistono organizzazioni che fanno questo tipo di eventi. Qualcuno può occuparsene? Grazie.

  1199. rossoenero attenzione:

    @ Giuseppe assolutamente d’accordo

  1200. Alma 52 attenzione:

    @rossoenero
    Non so se i 64 anni per i dipendenti del settore privato siano un privilegio ma noi non ne avremmo avuto un gran vantaggio.
    Io all’inizio, pensando che questa “concessione” riguardasse anche i dipendenti pubblici (le notizie erano molto confuse), avevo fatto un po’ di calcoli: a 64 anni avrei avuto anche i 41 di anzianità e quindi non mi cambiava niente. Altri di noi sarebbero usciti prima dei 64 grazie all’anzianità…..
    Sinceramente la vedevo come un’altra presa per i fondelli.
    Probabilmente non è un favore neanche per i privati quota 96 (al 31/12/2012). Bisognerebbe conoscere qualche caso concreto…

  1201. Manuela Ghizzoni attenzione:

    @Fernando
    Prima di autorizzare la pubblicazione della tua poesia attendo la traduzione in italiano: è una precauzione necessaria poichè quanto viene scritto in questo blog è sotto la mia sola e totale responsabilità. spero comprenderai.

  1202. Alma 52 attenzione:

    @G. Grasso
    Sono d’accordo per la festa e farò di tutto per esserci!

  1203. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Adelmo e la manifestazione…

    La manifestazione è una cosa seria!
    Non capisco l’attacco che fai ad un ipotetico aspetto edonistico fatto in quel modo così poco educato e strafottente. Mah!
    Dobbiamo forse ritrovarci tutti a Roma tra il depresso e il rinunciatario? Oppure travestiti da marionette? Io ho parlato di una tavola rotonda attorno al tema del rilancio culturale della scuola. Poi, semmai, di un servizio ristoro mobile. Le due cose sono forse inconciliabili?
    Francamente non capisco il tuo rilievo. Forse, però, è un mio limite.
    Non serve demolire, dico ripetendo un vecchio modo di vedere le cose, bensì costruire.

  1204. Giuseppe Grasso attenzione:

    @ Ricorso al Giudice del lavoro…

    Mi ripeto con parole già dette sul tema in oggetto:

    “Mi faccio sempre più persuaso, come direbbe il commissario Montalbano, che il ricorso al G