attualità, partito democratico, politica italiana

Amministrative, la sfida parte da 18-8 per il centro destra

Domenica 6 e lunedì 7 maggio saranno oltre 7 milioni gli italiani chiamati a votare per il rinnovo delle proprie amministrazioni comunali. Sono state sospese invece le elezioni provinciali in attesa di una definizione in sede legislativa per la loro abolizione. I comuni al voto comprendono 28 comuni capoluogo di provincia (di cui 4 anche regionali), 142 comuni superiori e 840 comuni inferiori , per un totale di 1.010 amministrazioni.

Palermo, Genova, Catanzaro, L’Aquila sono le principali sfide elettorali tra centro destra e centro sinistra.

Questa tornata elettorale darà una misura, seppur parziale, dei nuovi pesi politici delle coalizioni e dei partiti nella nuova fase politica avviata con il Governo Monti. In quest’ottica gli esiti delle elezioni amministrative daranno indicazioni più precise sulle future e possibili alleanze elettorali in vista delle elezioni politiche nel 2013.

Partendo da una situazione di sostanziale minoranza, scaturita dalle urne nel 2007, il centro sinistra punta a recuperare lo svantaggio nei confronti del centro destra, in modo particolare nel nord dove si attende una flessione della Lega dopo i recenti scandali. Anche i candidati della ‘ Lista 5 Stelle ‘ di Beppe Grillo, dopo molti sondaggi contrastanti, sono attesi ai primi risultati elettorali in molte realtà territoriali.

Il confronto tra centro destra e centro sinistra si misura in 18 giunte uscenti di centro destra e 8 giunte di centro sinistra per i capoluoghi di provincia, 83 giunte di centro destra per i comuni superiori, contro 45 di centro sinistra.

“Sono entusiasta delle candidature, grazie ad un percorso intenso, siamo arrivati a mettere in campo una squadra veramente buona per le prossime Amministrative. Le considerazioni che emergono sono chiare, prima fra tutte, in questa campagna elettorale i nostri candidati si troveranno davanti dei cittadini veri: pensionati, lavoratori, giovani, che vengono da noi anche per dire cose non gradite. Questa per il Pd è una grande occasione per guardare i cittadini all’altezza degli occhi, per essere in campo e parlare con la gente andando porta a porta, interpretando e misurando il profondo disagio che vivono in questo momento di crisi”, così Pier Luigi Bersani ha commentato, all’avvio della campagna elettorale , il lavoro svolto negli ultimi mesi per creare coalizioni credibili e scegliere i candidati migliori per la sfida elettorale.

I Pd partecipa quasi ovunque alle coalizioni di centro sinistra con l’ Italia dei Valori e Sinistra e Libertà , salvo alcune eccezioni locali come Belluno dove il Pd corre solo con l’ Udc , L’Aquila dove nel centro sinistra è assente l’Italia dei Valori, così come a Brindisi dove c’è invece una coalizione con l’Udc. Ad Agrigento il Pd corre con l’Udc.

Prove di accordo con l’Udc e la coalizione di Vasto si faranno nei comuni capoluoghi di Trani, Taranto e La Spezia.

Per la lista completa dei comuni rimandiamo al nostro speciale elettorale Amministrative 2012 nella sezione “Dove si vota – risultati”.

www.partitodemocratico.it

Condividi