attualità, memoria, partito democratico

Ciao 'Cev'

Maurizio Cevenini, ex candidato sindaco del Pd a Bologna nel 2011, si è suicidato questa mattina gettandosi da una delle “torrette” della sede del Consiglio regionale dell’Emilia Romagna in Viale Aldo Moro. La notizia è stata data nella prima mattinata dal Presidente del Consiglio regionale Emilia-Romagna Matteo Richetti.

Cevenini, 58 anni, era consigliere regionale dal 2010 e nel 2011 era stato candidato dal Pd alla carica di sindaco di Bologna, ma aveva dovuto ritirare la propria candidatura dopo essere stato colpito da ictus. Il suo impegno politico nel capoluogo emiliano lo aveva portato a partecipare alle primarie del 2008, nelle quali aveva raccolto oltre il 23% dei voti, piazzandosi alle spalle di Flavio Del Bono.

Il “Cev” era conosciuto a Bologna per la sua passione per il calcio e per essere un «recordman» nella celebrazione di matrimoni in Comune dove è stato consigliere sin dal 1995. Sembra però che da tempo fosse depresso. Su Facebook, Cevenini aveva dovuto aprire tre profili, perché uno solo e nemmeno due bastavano a contenere la quantità di persone «amiche» sul social network.

«Siamo sconvolti e profondamente rattristati per la tragica morte di Maurizio Cevenini. Il nostro pensiero va alla sua famiglia a cui esprimiamo cordoglio e vicinanza. Ma un pensiero va anche a Bologna, la sua amata città che perde un ottimo amministratore, un uomo onesto e sensibile, un esempio di correttezza e passione civile che rimarrà sempre vivo», dichiara Davide Zoggia, Responsabile Enti Locali del Pd.

Anche Pier Luigi Bersani commenta il decesso improvviso come una “notizia sconvolgente, non riesco a crederci”.

******

Morte Cevenini, Vasco Errani: “Colpiti da un immenso dolore”

“Siamo colpiti da un immenso dolore per una tragedia improvvisa che ci priva di un amico, di un collega di lavoro, di una persona di grande generosità e umanità. In questo momento ci stringiamo alla famiglia, alla moglie Rossella e alla figlia Federica, rispettando il riserbo per il loro dramma personale”. E’ quanto affermano congiuntamente il presidente della Regione Emilia-Romagna, Vasco Errani, e il presidente dell’Assemblea legislativa, Matteo Richetti. “E’ una perdita, quella di Maurizio Cevenini, che riguarda un’intera comunità che aveva imparato a volergli bene”.

******

Bersani: “Cevenini, la sua morte è una notizia a cui non riesco a credere”
9 maggio 2012
immagine La notizia della morte di Maurizio Cevenini è sconvolgente. Non riesco a crederci. Nel ricordare il Cev non riesco ancora a parlare da segretario del suo amatissimo partito.
Adesso voglio solo ricordare la sua umanità, la sua intelligenza, la sua sensibilità straordinaria. La perdita di Maurizio è una ferita vera e profonda.
Gli si voleva tutti bene perché lui voleva bene a tutti.

Condividi