comunicati stampa, lavoro

Sicar, Ghizzoni: “Subito tavolo per salvare l’azienda”

La candidata Pd “Occorre tutelare i lavoratori e non disperdere gli ordinativi”

Precipita la situazione di una delle storiche aziende del tessuto produttivo carpigiano, la Sicar che produce macchine per la lavorazione del legno. La parlamentare carpigiana del Pd Manuela Ghizzoni e candidata alla Camera alle politiche 2013 ribadisce la necessità di compiere un ultimo tentativo per salvare quanto rimasto, tentando di non disperdere gli ordinativi che ancora ci sono e dare prospettive future ai lavoratori. Ecco la sua dichiarazione:

«Il governo e le istituzioni non possono restare immobili di fronte alla perdita di tanti posti di lavoro in un territorio già vessato dal terremoto. La chiusura della Sicar, azienda che dal ’70 produce macchinari per la lavorazione del legno, porterà al licenziamento di 70 lavoratori, di cui 20 nella sede di Carpi. È da due anni che le difficoltà dell’azienda vengono solo tamponate e non affrontate. Questo atteggiamento sta portando all’estrema conseguenza della chiusura delle sedi aziendali. Ora è necessario compiere un ultimo tentativo per salvare quanto rimasto, tentando almeno di salvare gli ordinativi e dare prospettive future ai lavoratori. Le difficoltà del settore sono note ma mettendo a sistema le aziende del territorio e attraverso la creazione di un tavolo istituzionale, è possibile ed auspicabile che non si disperdano gli ordinativi presenti e che si recuperino gli arretrati dei dipendenti.»

da ufficiostampa@pdmodena.it

Condividi