attualità, politica italiana

Approvata la riforma delle Province

Un nuovo patto nel paese per migliori servizi. “Fra i molti importanti passaggi del disegno di legge Delrio mi preme sottolinearne due. Il primo è la creazione delle città metropolitane . Se ne parla dal testo unico sugli Enti Locali del 2000, ma fino ad ora si è fatto un elenco di nomi e basta. Oggi prendono finalmente forma dopo 14 anni di parole. A differenza di quanto detto in modo volutamente sbagliato non si tratta di creare nuovi enti, nuove poltrone. Si tratta invece di una nuova collaborazione, un nuovo patto tra sindaci di comuni vicini per un miglior funzionamento dei servizi a favore dei cittadini”.

Lo ha detto fra le altre cose nella dichiarazione di voto in Aula Silvia Fregolent, della presidenza del Gruppo Pd.

“Il secondo elemento di novità è la trasformazione delle province in Enti di secondo livello –ha aggiunto Fregolent-. Non si tratta di contenere i costi, ma di dare un nuovo slancio al Paese una nuova energia. Né si tratta di mandare a casa 3000 amministratori, di avere paura delle elezioni o di togliere un ente per far rimanere tutto uguale. Al contrario si tratta di un intero sistema che va rivisto, dal Parlamento ai comuni passando per l’organizzazione degli organi periferici dello Stato. Questa onda riformatrice non si fermerà anche se molti resistenze conservatrici si vedono all’orizzonte”.

“Al M5s – ha concluso l’esponente democratica – lasciamo gli show e le urla ed i battimani in aula, noi andiamo avanti con le riforme. Per questo il partito democratico voterà favorevolmente a questo disegno di legge che non è altro che il primo tassello di un lungo cammino”.

http://www.deputatipd.it/

Condividi