attualità, cose che scrivo, interventi, politica italiana, scuola | formazione

Passo dopo passo ma con i piedi per terra – Manuela Ghizzoni 30.08.14

Valuto positivamente che ieri il Consiglio dei Ministri non abbia varato la (nuova) riforma della scuola. Valuto negativamente che non abbia approvato la norma sul pensionamento dei cosiddetti Q96Scuola (ho già detto che é una denominazione fuorviante, ma la richiamo per brevità: affrettiamoci a trovarne una più consona), ma a questo solo provvedimento avrebbe dovuto limitarsi.
Il perché l’ho scritto in un precedente post: basta con le riforme calate dall’alto. Apprezzo quindi l’intenzione espressa dal Premier di un “percorso partecipato sulla scuola”. Un percorso che dovrà dare frutti per il prossimo anno scolastico, e non per quello che è alle porte. Anche le soluzioni anticipate per affrontare la piaga del precariato avranno validità solo dal 2015/2016 e credo che la legge di stabilità sia uno degli strumenti per darne attuazione concreta.
Che si inauguri quindi il cantiere per “la nuova scuola”, nel quale arruolare idee, proposte, suggestioni proprio a partire dal mondo della scuola. Con una sola raccomandazione: che non sia un cantiere interminabile, all’italienne…
Di certo, la delusione per il rinvio è la reazione naturale all’attesa alimentata dai reiterati annunci che hanno preceduto la convocazione del Consiglio dei Ministri. Maggiore cautela, in futuro, credo sarebbe auspicabile oltre che apprezzabile per dare ancora maggior forza e concretezza all’azione dell’esecutivo. Ok al passo dopo passo, ma con i piedi per terra.

Condividi
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
anna55
Ospite

e proprio con i piedi per terra, pensando ai bassissimi stipendi di noi insegnanti, per favore
1 – sbloccate tutti i gradoni (per ogni anno il costo si aggira sui 300 milioni: basterebbe che qualche ricco personaggio da giornaletto di gossip pagasse tutte le tasse dovute …), rendendoli operativi subito
2 – riaggiornare il contratto fermo dal 2009, altro che bloccare ancora gli stipendi della PA a tutto il 2015!!!! i poliziotti sono subito scesi in piazza. E noi? nello specifico, io ero oggi a sostituire un collega agli scrutini di settembre, ovviamente non pagata….

alberto53
Ospite
La ringrazio vivamente per questo Suo ennesimo intervento a favore della giustizia e dei diritti dei lavoratori. Mi preme però in questa occasione dire che la soluzione che deve passare, perché equa e rispettosa dei diritti di tutti. è quella insita nel Suo emendamento. Questo lo sottolineo perché l’ultima uscita dell’On. Boccia è veramente al di fuori di ogni logica in quanto si propone per noi quota 100 ma con età minima 62 anni nel 2014. Questo di fatto escluderebbe uno dei requisiti che si richiedevano per accedere alla pensione nel 2012 e cioè i 40 anni di lavoro indipendenti… Leggi il resto »
gianluigi
Ospite
Faccio una modesta osservazione. Renzi si riempie la bocca con la riforma “partecipata”, e giusto girando il coltello nella piaga, si riferisce a noi exQ96 dicendo che chiederà la nostra collaborazione per molti mesi. Terribile minaccia. Di riforme ne ho vissute (e subite) parecchie, dal lontano ottobre 1970 in cui sono stato chiamato in cattedra, tante che potrei tranquillamente proporvene anche una mia se disponessi della presunzione che sento montare sempre più nel mondo politico. Mi metto a disposizione come chiede il Premier: facciamo un patto, tu Renzi sani SUBITO il vulnus Q96 e io partecipo fattivamente attraverso i tuoi… Leggi il resto »
PORZIA DE CESARE
Ospite

HO PAURA CHE SIA CON I PIEDI DI PIOMBO PIU’ CHE CON I PIEDI PER TERRA E QUINDI CON TEMPI JURASSICI CHE NON CI LIBERERANNO DA QUESTE CATENE.DELUSIONE VERSO LE PERSONE E VERSO IL PARTITO, QUESTO E’ CIO’ CHE RESTA DI QUESTA BRUTTA FACCENDA CHE NON GIOVERA’ AL FUTURO DEL PARTITO.
DE CESARE PORZIA

Angelantonio
Ospite
Renzi è esclusivamente un arrivista, puntava ad entrare nel giro dei Capi di Stato, ha fatto credere di poter decidere però alla fine ha ceduto come tanti ai veti dei poteri forti e soprattutto delle lobbies, troppi annunci e molte retromarce, la piu grossa ed eclatante il mancato pensionamento dei Quota 96 dopo il voto favorevole della Camera dei Deputati. Poi il solito rinvio al 29 agosto, con tanti proclami che hanno riempito pagine di giornali, e il solito dietrofront (sempre per la scuola!!) e di nuovo altro rinvio !?!? Se dovessimo andare alle elezioni che cosa si aspetta? Troppe… Leggi il resto »
Donato Cucco
Ospite

Carissima per la famosa Quota 96 non ci sono mai i soldi,,,,
per i giornalisti sono stati trovati, per dipendenti ALITALIA cassa … per 5 anni a 6.000 euro al mese, per i soliti poveracci cassa per due anni a 1.000 euro al mese.
Un cordiale saluto

Donato Cucco

wpDiscuz