Mese: giugno 2015

Sisma, Baruffi, Ghizzoni e Vaccari “Questi sono risultati, non ciance” – comunicato stampa 11.06.15

Il Consiglio dei ministri, in serata, ha approvato un decreto legge recante disposizioni urgenti in materia di Enti territoriali che contiene molte delle misure in favore delle zone terremotate ed alluvionate per cui, in questi ultimi mesi, si erano battuti i parlamentari modenesi del Pd: dall’istituzione delle zone franche urbane alla proroga dell’esenzione dal pagamento dell’Imu sugli immobili inagibili. “Sono risultati importanti che abbiamo perseguito con tenacia in stretto raccordo con gli amministratori locali e la Regione – confermano i parlamentari modenesi del Pd Davide Baruffi, Manuela Ghizzoni e Stefano Vaccari – A chi, in questi mesi, ha continuato a fare polemiche e inutili ciance solo per ricavare spazi sui media, ribadiamo che l’unico modo per ottenere risultati è lavorare in maniera continuativa e coordinata. Solo così si è davvero utili ai territori che siamo chiamati a rappresentare”. Ecco punto per punto i provvedimenti contenuti nel nuovo decreto legge: Zone franche urbane. L’articolo 16 del decreto legge prevede l’istituzione, in Emilia, delle zone franche urbane per le microimprese, secondo il regime dei “de minimis”, ovvero …

Condividi

Università, Ghizzoni “Sistema bloccato, rafforzare il diritto allo studio” – comunicato stampa 10.06.15

Università, Ghizzoni “Sistema bloccato, rafforzare il diritto allo studio” La deputata modenese Pd Manuela Ghizzoni ha partecipato, a Roma, al convegno “Università e lavoro. Condizione studentesca e occupabilità in Italia” organizzato dall’Intergruppo parlamentare per la Sussidiarietà e dalla Ccum, la Conferenza dei Collegi universitari di merito, di cui fa parte il Collegio modenese San Carlo. “L’indagine Eurostudent disegna un sistema bloccato nella sua possibilità di rappresentare un vero ascensore sociale – spiega Ghizzoni – dobbiamo rilanciare le politiche per il diritto allo studio, già a partire dalla prossima Legge di stabilità, cogliendo anche gli spunti innovativi offerti dai collegi di eccellenza”. Ecco la sua dichiarazione: “I dati diffusi in questi giorni da diverse agenzie, compresi quelli odierni del rapporto Eurostudent, testimoniano di un sistema universitario italiano bloccato nella sua fondamentale funzione di ascensore sociale. Il calo degli studenti lavoratori dovuto alla crisi occupazionale, l’appoggiarsi costante sul supporto delle famiglie, il mancato accesso all’Università degli studenti che provengono dalle fasce sociali più svantaggiate, il continuo accrescersi del divario tra Centro-Nord e Sud del Paese: sono tutti …

Condividi

Cinzia Franchini, parlamentari Pd “Atto di chi non ha altri argomenti” – comunicato stampa 10.05.15

Le parlamentari modenesi del Pd Manuela Ghizzoni, Maria Cecilia Guerra e Giuditta Pini esprimono la loro solidarietà alla presidente di Cna Fita Cinzia Franchini, nuovamente oggetto di pesanti atti intimidatori, aggravati questa volta anche da un chiaro carattere sessista. Ecco la loro dichiarazione: “Sono ormai oltre tre anni che la presidente di Cna Fita, Cinzia Franchini, subisce attacchi intimidatori per aver intrapreso con coraggio un’intensa azione di rinnovamento all’interno del settore dell’autotrasporto, denunciando con determinazione ogni forma di illegalità. Quanto accaduto la scorsa settimana rappresenta, se possibile, un’ulteriore aggravante alla bassezza degli attacchi che l’ha vista sua malgrado protagonista, andandola a colpire nella sua dignità di persona e di donna. Quando mancano veri argomenti è evidente non resti altro che l’attacco personale, e quando il bersaglio è donna, pare ormai inevitabile il ricorso alla più spregevole arma della diffamazione sessista. A Cinzia Facchini va tutta la nostra solidarietà come parlamentari, ma prima ancora come donne.” Condividi

Condividi

Roma, convegno Università e Lavoro, condizione studentesca e occupabilità in Italia

L’Intergruppo Parlamentare per la Sussidiarietà e CCUM-Conferenza dei Collegi Universitari di Merito organizzano, mercoledì 10 giugno 2015, dalle ore 14.00 alle 16.00, presso la Sala Aldo Moro della Camera dei Deputati, il convegno Università e Lavoro. Condizione studentesca e occupabilità in Italia. Alla base del dibattito ci sarà la presentazione di due ricerche, una sulla ‘Condizione studentesca in Italia e Europa’ (Indagine Eurostudent 2012-2015), promossa dal MIUR, e una seconda sui percorsi formativi post lauream e placement degli studenti dei Collegi Universitari di Merito.La crisi economica, una società sempre più globale, un mercato del lavoro fortemente competitivo e internazionalizzato stanno cambiando profondamente le esigenze di vita e di formazione degli studenti universitari europei: mutano le abitudini, le relazioni sociali, la progettualità per il futuro, la dimensione dell’occupabilità. Garantire un sistema universitario rispondente a tali esigenze, e quindi funzionale alla crescita del Paese nell’economia della conoscenza, nella cultura del merito e nel mondo del lavoro, rappresenta oggi una priorità. Condividi

Condividi

Ghizzoni “Senza dottorandi non c’è ricerca: così muore l’università” – comunicato stampa 09.06.15

Manuela Ghizzoni, deputata modenese del Pd e componente della Commissione Cultura, ha partecipato, in mattinata, a Roma alla conferenza stampa, di presentazione della quinta indagine ADI, l’Associazione dottorandi e dottori di ricerca italiani, sulla situazione e le prospettive che il nostro sistema universitario offre ai giovani ricercatori. Manuela Ghizzoni è, tra l’altro, la prima firmataria di una proposta di legge che stabilisce l’abolizione della tassazione universitaria per i dottorandi. Ecco la dichiarazione della deputata Pd: “L’Italia investe molto poco, rispetto a tutti gli standard internazionali, in risorse finanziarie e in misure di sostegno per università e ricerca, in particolare in quello che è il luogo di formazione dei nuovi ricercatori, i dottorati di ricerca. La situazione è andata peggiorando negli ultimi anni, quando la crisi economica ha costretto a pesanti tagli. E’ ciò che ancora una volta emerge con chiarezza dall’indagine curata dall’ADI. Ritengo prezioso il lavoro, interamente volontario ma fortemente motivato, che quest’associazione di giovani ricercatori, supplendo alla preoccupante assenza delle istituzioni, svolge da anni. Sono analisi accurate e intelligenti, utili a comprendere la …

Condividi