comunicati stampa, scuola | formazione

Cittadinanzattiva, “Premiate le buone prassi delle scuole”

studente

Le Ras, ovvero le Rappresentanze degli alunni per la sicurezza; una proposta di legge sull’invecchiamento attivo; un orto didattico e un albergo per gli insetti: sono questi i progetti che si sono aggiudicati l’edizione 2016 del Premio Buone pratiche “Vito Scafidi”, promosso dall’associazione Cittadinanzattiva. La cerimonia di consegna dei premi si è tenuta, in mattinata, a Roma, presso la sede dell’Istituto della Enciclopedia italiana. La deputata modenese del Pd Manuela Ghizzoni, componente della Commissione Istruzione della Camera, è stata invitata a premiare uno dei progetti vincitori. Il commento di Manuela Ghizzoni:

“Ho premiato i ragazzi di un liceo di Cagliari il cui progetto sui temi della sicurezza stradale ha ottenuto una menzione speciale e anche il voto del pubblico presente – spiega Manuela Ghizzoni – Si tratta veramente di una bellissima iniziativa, molto partecipata. Il centinaio di progetti arrivati da tutta Italia sono il frutto delle buone pratiche messe in atto, dal basso, nelle scuole di ogni ordine e grado”. I progetti sono suddivisivi su tre sezioni: sicurezza a scuola, benessere ed educazione alla cittadinanza attiva. Il premio è giunto alla sua decima edizione e dalla morte di Vito Scafidi è stato intitolato allo studente piemontese morto nel crollo del soffitto della propria aula. “Questi progetti dimostrano la grande ricchezza di iniziative presenti nei nostri istituti – continua Manuela Ghizzoni – Tra i criteri con cui vengono scelti quelli vincitori ci sono la diffondibilità della prassi proposta e il coinvolgimento di altri soggetti al di fuori del mondo scolastico. E’ la trasposizione pratica di quel principio di sussidiarietà stabilito dalla nostra Costituzione all’articolo 118 che premia l’iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale”. Tra i progetti che hanno partecipato alla rassegna ci sono anche quelli proposti in due scuole modenesi dell’infanzia di Carpi e Maranello. “Ci lamentiamo sempre che manca una educazione alla cittadinanza attiva – aggiunge l’on. Ghizzoni – queste scuole hanno dimostrato che l’educazione è possibile. Si consolidano quindi competenze di cittadinanza attiva e si sperimentano modalità innovative di apprendimento interdisciplinare”. L’associazione Cittadinanzattiva si occupa, a più riprese, nel corso dell’anno dei temi legati al mondo della scuola con il culmine, il 22 novembre, la Giornata della sicurezza nelle scuole. “Dall’ottimo lavoro di questa associazione, come parlamentari riceviamo sempre stimoli utili alla nostra attività – conclude Manuela Ghizzoni – Non ultimo l’invito a fare di più sul fronte sicurezza, anche ora che pure è partita la sollecitata anagrafica dell’edilizia scolastica”.

Condividi