Mese: aprile 2016

Venerdì 29 aprile, a Pavia, per discutere del futuro dell’università

“Pavia, valutazione e (sotto) finanziamento: possiamo ancora intravedere un futuro per l’università italiana?” Sarà l’università italiana, ed in particolare il suo futuro, il tema centrale dell’incontro pubblico organizzato per venerdì 29 aprile dal Partito democratico di Pavia. Appuntamento per le ore 18.00 presso l’aula magna del Collegio Cairoli Condividi

Condividi

Il sisma, quattro anni dopo

18mila persone, nell’arco di poco meno di quattro anni, sono tornate nelle proprie case. Su come procede la ricostruzione post-sisma nella nostra regione è intervenuta l’assessore Palma Costi alla III Commissione dell’Assemblea Legislativa regionale. Il quadro complessivo contiene dati molto positivi come quello citato sulla ricostruzione privata e dati in chiaroscuro, come quelli relativi alla ricostruzione delle imprese. Questo, peraltro, è un tema che stiamo seguendo molto da vicino, con i colleghi parlamentari modenesi, in particolare sul fronte della restituzione delle rate dei mutui accesi per il pagamento delle imposte. Tornando alla ricostruzione, una nota dolente è quella relativa agli edifici pubblici, che è appena agli inizi. Fu, naturalmente, una scelta precisa quella di dare precedenza, nell’emergenza, alle scuole, alle abitazioni private e al riavvio delle attività economiche. Ricordo, tra l’altro, che da presidente della Commissione Cultura della Camera, insieme ai colleghi, venimmo in Emilia in missione ufficiale e già allora, poco dopo le scosse, i primi cittadini insistettero sulla necessità di mettere in sicurezza i luoghi pubblici simbolo delle rispettive comunità, come le torri …

Condividi

Finale Emilia, il mio grazie a Fernando Ferioli

Avevo già espresso la mia solidarietà a Nando Ferioli, proprio ieri, in concomitanza con l’uscita della notizia dello scioglimento del Comune di Brescello per mafia, quando ho tornato a sottolineare la differenza sostanziale che c’era, e ieri si è confermata, tra le due vicende. Ieri sera, in Consiglio comunale, Ferioli ha formalizzato la sua decisione di non ricandidarsi. Capisco, è umanamente comprensibile che la pressione di questi mesi porti a desiderare un po’ di serenità e a non tuffarsi di nuovo nell’agone politico. Grazie Nando per il lavoro svolto al servizio della comunità di Finale che non dimentica e non dimenticherà il tuo impegno durante i mesi terribili del dopo-sisma. Anche ieri sera erano in tanti ad applaudirti e a sostenerti. #ForzaNando Ecco la nota del segretario provinciale del Pd Lucia Bursi e dei Circoli Pd di Finale Emilia e Massa Finalese dopo che il sindaco Fernando Ferioli ha annunciato, mercoledì sera, in Consiglio comunale, l’intenzione di non ricandidarsi alle amministrative di giugno: “Voglio innanzitutto ringraziare, a nome mio e del partito, il sindaco Nando …

Condividi

La casa-museo di Antonio Gramsci sarà “monumento nazionale”

  La casa-museo a Ghilarza, in Sardegna, dove crebbe Antonio Gramsci, sarà “monumento nazionale”. Lo ha stabilito, oggi, la Camera. Si tratta di un appellativo che riconosce e sottolinea la valenza dell’edificio per la storia e la cultura della nazione. L’approvazione odierna è un doveroso omaggio a uno dei più grandi intellettuali italiani del ‘900, politico e scrittore, il cui pensiero e le cui opere sono conosciute in tutto il mondo. Tutte le forze politiche presenti hanno votato a favore, tranne la Lega e i 5 stelle. La Lega, forse per “non imbarazzarsi con un comunista”, si è astenuta. I 5 stelle, ai quali peraltro si deve la decisione di impegnare l’Aula su questo tema visto che si erano già rifiutati di concedere la procedura in sede legislativa in Commissione (procedura più snella e veloce), hanno votato contro. Per giustificare questa decisione hanno dovuto sfoderare un florilegio di luoghi comuni, valutazioni capziose e benaltrismo degni di miglior causa. Il tutto adombrando chissà quali nefandezze, tutte peraltro poggiate su inverosimili punti di partenza. A un certo …

Condividi
25 aprile papaveri

Sulla “politica in cui credere”, Italo Calvino per il nostro 25 Aprile

Oltre il Ponte O ragazza dalle guance di pesca O ragazza dalle guance d’aurora Io spero che a narrarti riesca La mia vita all’età che tu hai ora. Coprifuoco, la truppa tedesca La città dominava, siam pronti: Chi non vuole chinare la testa Con noi prenda la strada dei monti. Silenziosi sugli aghi di pino, Su spinosi ricci di castagna, Una squadra nel buio mattino Discendeva l’oscura montagna. La speranza era nostra compagna Ad assaltar caposaldi nemici Conquistandoci l’armi in battaglia Scalzi e laceri eppure felici. Avevamo vent’anni e oltre il ponte Oltre il ponte che è in mano nemica Vedevam l’altra riva, la vita, Tutto il bene del mondo oltre il ponte. Tutto il male avevamo di fronte, Tutto il bene avevamo nel cuore, A vent’anni la vita è oltre il ponte, Oltre il fuoco comincia l’amore. Non è detto che fossimo santi, L’eroismo non è sovrumano, Corri, abbassati, dài, balza avanti, Ogni passo che fai non è vano. Vedevamo a portata di mano, Dietro il tronco, il cespuglio, il canneto, L’avvenire d’un mondo …

Condividi

Mutui sisma, un incontro per fare il punto su possibile proroga

Si è svolto questa mattina, presso la Camera di Commercio di Modena, l’incontro convocato dalle associazioni di categoria afferenti e Rete Imprese Italia e i parlamentari modenesi sulla possibile proroga dei mutui contratti dalle aziende colpite dal sisma del 2012 per far fronte alle imposte. Ecco cosa è uscito dall’incontro: Il Pd è stato l’unico partito presente –  con una delegazione composta dai deputati Davide Baruffi e Manuela Ghizzoni e dalla senatrice Maria Cecilia Guerra – mentre hanno partecipato in rappresentanza dei Comuni coinvolti i due presidenti delle unioni intercomunali Luisa Turci e Filippo Molinari, rispettivamente delle Terre d’Argine e dell’Area Nord. Presente in rappresentanza della Regione anche il dirigente incaricato per seguire la ricostruzione, il dott. Enrico Cocchi. I parlamentari modenesi hanno rappresentato alle associazioni economiche le iniziative intraprese nelle scorse settimane insieme al presidente della Regione Bonaccini e all’assessore competente Palma Costi per riaprire col Governo un’interlocuzione positiva su questo problema. In particolare sono stati coinvolti il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti, la ministra Maria Elena Boschi in occasione della …

Condividi
nella nostra campagna

Sulla “politica in cui credere”, Ada Gobetti racconta la Resistenza delle donne

“Nella Resistenza la donna fu presente ovunque: sul campo di battaglia come sul luogo di lavoro, nel chiuso della prigione come nella piazza o nell’intimità della casa. Non vi fu attività, lotta, organizzazione, collaborazione, a cui ella non partecipasse: come una spola in continuo movimento costruiva e teneva insieme, muovendo instancabile, il tessuto sotterraneo della guerra partigiana” Ada Gobetti Condividi

Condividi