attualità
Lascia un commento

2017, un pessimo inizio

2130956297_cd5a2231ec_o

Un pessimo inizio. A Istanbul un attentato nelle notte di Capodanno si è portato via 39 vite. Per un puro caso non ci sono vittime italiane, sebbene 5 connazionali fossero presenti: 3 sono modenesi, ma hanno preferito mantenere l’anonimato – e questo deve far riflettere – per l’aria pesante che si respira a Istanbul dopo il “fallito” golpe dell’estate scorsa. In Italia, in questo tempo sospeso tra il Capodanno e l’Epifania, la cronaca si concentra sull’approdo al “garantismo” di Grillo, sui casi di meningite e sul fenomeno migratorio, in particolare dopo la rivolta del CPA di Cona. Fatti molto diversi, che qualcuno potrebbe leggere comunque come forieri di un futuro preoccupante. Non sarà così se saranno letti e affrontati – come si è augurato qualche giorno fa Pisapia per il campo della politica, ma l’auspicio credo sia giusto estenderlo a tutti – superando la faziosità e le strumentalizzazioni. Bene, quindi se la base del M5S accoglierà il principio democratico che un avviso di garanzia non coincide con una dichiarazione di colpevolezza, se i casi di infezione da meningococco contribuiranno ad aumentare le vaccinazioni (anche sull’esempio dato da Bebe Vio) e se riusciremo a contemperare i principi della sicurezza e della legalità con quelli dell’accoglienza e della dignità dell’uomo nell’affrontare il fenomeno migratorio. Sfide importanti, per il nuovo anno.

photo credit: CharlesFred … I wonder where… via photopin (license)

Condividi

Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz