Tutti gli articoli con tag: costo standard

Università, reso più equo il criterio del costo standard

La Camera dei deputati entro la giornata approverà il cosiddetto Dl Mezzogiorno che contiene, tra altre misure, la revisione del “costo standard per studente”, sulla cui base è ripartito il finanziamento statale alle università. Si tratta di una misura che il Governo era già stato sollecitato ad adottare grazie a una mozione, a mia prima firma, approvata circa un anno fa. Sono intervenuta in Aula per spiegare l’importanza delle modifiche apportate nel calcolo del “costo standard”. Ecco il testo integrale del mio intervento Signor Presidente, poco più di un anno fa, la Camera approvò – sostanzialmente all’unanimità – la mozione a mia prima firma che impegnava il Governo ad assumere specifiche iniziative per superare gli ostacoli che si frappongono tra i giovani e l’accesso al sistema universitario. Dopo qualche mese, in occasione della discussione della legge di bilancio, furono attuati alcuni impegni di quella mozione. Da un lato, quelli connessi al potenziamento del finanziamento per il diritto allo studio universitario e al completamento e miglioramento dei suoi strumenti operativi. Dall’altro, quelli connessi alla riforma della …

Condividi

Più studenti all’università, per un sistema universitario nazionale solidale, sostenibile, smart

In tarda mattinata, la Camera ha approvato una mozione, a mia prima firma, che impegna il Governo ad assumere precise misure per non sprecare il talento e il valore di migliaia di giovani diplomati che ogni anno, per decisione autonoma o per costrizione, non proseguono gli studi o la loro formazione. Tra le misure proposte e accolte dal Governo, ci sono la stabilizzazione delle risorse del Fondo integrativo per il diritto allo studio e il loro progressivo incremento, l’istituzione di una “no tax area” per gli studenti con reddito familiare basso e la relativa compensazione per i bilanci degli atenei statali nonchè l’indicazione di interventi migliorativi per la ripartizione del Fondo di finanziamento degli atenei statali, in particolare per contrastare i divari territoriali. Per chi fosse interessato, cliccare qui per leggere il testo della mozione approvata. La discussione in Aula aveva preso avvio diverse settimane fa: ecco il mio intervento, lungo (me ne rendo conto), ma credo di poter dire anche circostanziato, senza tema di essere smentita. In calce, chi avesse interesse all’argomento, ma poco tempo a disposizione, pongo la mia dichiarazione …

Condividi

Finanziamento delle università e costo standard: dal senso comune al buon senso

Le settimane che ci attendono saranno, a mio parere, importanti per il nostro sistema universitario: a Montecitorio sono imminenti le discussioni sul finanziamento del diritto allo studio e del funzionamento universitario e su una proposta di legge sulle contribuzioni universitarie; l’ANVUR è in procinto di illustrare il suo secondo Rapporto sullo stato del sistema universitario e della ricerca; CUN e CRUI saranno alle prese con il parere da esprimere sul decreto ministeriale che dispone i criteri di ripartizione del Fondo di Finanziamento ordinario (FFO), cioè dei 6,9 miliardi che lo Stato si accinge a trasferire agli Atenei. Nell’attesa di conoscere nuovi dati sul sistema e di partecipare ai dibattiti annunciati, mi preme spendere qualche riflessione sul “costo standard”, cioè il nuovo meccanismo in base al quale viene calcolata una parte significativa delle risorse che saranno trasferite ad ogni singolo Ateneo. Nei prossimi giorni proporrò una riflessione più complessiva sulla proposta ministeriale di ripartizione dell’intero FFO. Su questo “pesante” decreto ministeriale il Parlamento non è chiamato a pronunciarsi, mentre lo è a proposito del DM che ripartisce l’analogo Fondo …

Condividi