Tutti gli articoli con tag: educazione

La sventura educativa di nascere al Sud: la denuncia di Save the children

Una volta il successo personale era determinato dal censo alla nascita, oggi dall’area geografica di provenienza. Nel nostro Paese il divario Nord-Sud è diventato drammatico. L’ennesima conferma viene dal rapporto dell’organizzazione non governativa “Save the children” sulla povertà educativa in Italia. Che il figlio del notaio facesse il notaio e il figlio del medico il medico era considerato normale, ma, dal dopoguerra, l’ascensore sociale si era messo in moto e, a un certo punto, anche al figlio dell’operaio o del contadino, pur con maggiori sacrifici, era stato possibile diventare notaio o medico. Il nostro Ermanno Gorrieri ci aveva ben spiegato che uguali per tutti devono essere le condizioni di partenza. Il rapporto di “Save the children” ci conferma, invece, ancora una volta peraltro, che chi nasce nella maggior parte delle regioni del Sud parte svantaggiato fin da subito, sia da un punto di vista educativo che delle competenze che verranno acquisite. In Italia, stando ai dati Istat, per i ragazzi tra i 6 e i 17 anni la situazione è, in generale, allarmante: il 48% …

Condividi

Deputati PD, Daspo ai genitori, “Scelta esemplare”

La Questura di Modena ha previsto il Daspo (un anno senza poter vedere giocare sul campo i propri figli) per i due genitori che erano passati alle mani durante la partita di calcio tra Fiorano e Solierese, valevole per il campionato Allievi interprovinciali, match interrotto proprio a causa della rissa in tribuna. Il commento della deputata Pd Manuela Ghizzoni, componente della Commissione Cultura della Camera competente in materia di sport, e del senatore Pd Stefano Vaccari, ex assessore provinciale allo Sport: “Siamo consapevoli che le sanzioni non “correggono” automaticamente i comportamenti sbagliati, ma nel caso specifico crediamo sia stato giusto comminare il provvedimento amministrativo, perché il comportamento scorretto dei genitori è lesivo sia dei migliori valori dello sport, promotore di spirito di squadra e di gioco collettivo, sia del principio sociale ed educativo dell’esempio che deve promanare dal “buon padre di famiglia”. Cogliamo per questo l’occasione per ringraziare il questore di Modena Garramone e la dottoressa Cesarale della Digos per la scelta esemplare compiuta nel punire un comportamento che giudichiamo inqualificabile, tenuto tra l’altro di …

Condividi