Tutti gli articoli con tag: vecchi-tonelli

Ancora sulla possibilità di statizzazione del Vecchi-Tonelli

Ci sono questioni che attendono soluzioni per così tanti anni che l’attesa pare offuscarne le ragioni. Mi sembra sia ciò che accade circa la possibilità di statalizzazione degli ex Istituti musicali pareggiati Vecchi-Tonelli, nati per volontà dei Comuni di Modena e Carpi e nel 2006 divenuti un unico Istituto di Alta formazione artistica e musicale in adesione alla legge 108, nota come riforma Berlinguer. E’ per questo che aggiungo un supplemento di approfondimento sulle ragioni della statalizzazione, anche per evitare che notizie solo apparentemente contraddittorie possano ingenerare inutili preoccupazioni nelle famiglie e nel personale dell’Istituto. Diciamo, innanzitutto, che, negli anni passati, dalle Amministrazioni modenese e carpigiana sono arrivate precise richieste e sollecitazioni in tal senso (sull’onda anche delle preoccupazioni ingenerate dalle difficoltà che stanno attraversando gli istituti ad Ancona, Livorno e Terni), al fine di dare una assoluta garanzia di continuità a istituti che sono stati e sono vanto culturale e formativo per le due città. Questo non significa che sia mancato, nel passato e nel presente, l’impegno convinto delle Amministrazioni locali nel sostenere il …

Condividi

Gazzetta di Modena “Vecchi-Tonelli, una nuova svolta”

Mercoledì 31 maggio la Gazzetta di Modena si è occupata del futuro del nostro istituto musicale Vecchi-Tonelli che, grazie all’emendamento al Dl manovra, a mia prima firma, già approvato dalla Commissione Bilancio, vede finalmente la possibilità di una graduale statizzazione. Grazie al giornalista Stefano Luppi che ha voluto approfondire l’argomento. Per chi fosse interessato allego l’articolo Condividi

Condividi
strumenti musicali

Formazione musicale, statizzazione per gli ex pareggiati

La Commissione Bilancio della Camera ha approvato un mio emendamento al dl Manovra che prevede la graduale statizzazione degli ex istituti musicali pareggiati e delle Accademie di belle arti, provvedimento che, nel modenese, riguarda direttamente l’istituto Vecchi-Tonelli. Già nel 2013, quando si erano cominciate ad evidenziare le difficoltà economiche degli Enti locali a continuare a sostenere questi istituti, avevo presentato un disegno di legge per il loro graduale passaggio allo Stato che trova, di fatto, attuazione con l’emendamento approvato. In Italia sono attivi ben 20 Istituti musicali pareggiati: rappresentano il 30 per cento dell’offerta accademica musicale e coinvolgono 700 docenti e circa 8.000 studenti. Una risorsa didattica fondamentale per la formazione artistica, la cui sostenibilità economica è oggi, in molti casi, compromessa. La situazione economico-finanziaria in cui versano soprattutto le Province sta compromettendo, infatti, il loro funzionamento e la loro offerta didattica e formativa, a detrimento della cultura e della diffusione delle competenze musicali. La possibilità, prevista nella proposta di legge del 2013, di procedere a una graduale statizzazione assume ora i caratteri dell’urgenza. Con …

Condividi

Licei musicali, “Il Ministero sta cercando soluzioni”

Nella giornata di mercoledì, in diverse città, tra cui Modena, si sono tenute manifestazioni di protesta dei licei musicali che denunciavano il rischio di un importante cambio dei docenti, soprattutto quelli di strumento. Docenti che erano stati scelti con le “procedure di utilizzazione” potrebbero essere sostituiti da coloro che vinceranno i concorsi. “Il problema nasce dalle modalità con cui l’allora ministro Gelmini istituì i licei musicali – spiega la deputata modenese del Pd Manuela Ghizzoni, componente della Commissione Istruzione – Il Ministero e il Parlamento hanno ben presente il problema e, in questa fase di transizione, si sta cercando una possibile soluzione”. Ecco la sua dichiarazione: “La questione è nota ed è sotto attenzione da parte sia del Ministero che del Parlamento. Riguarda, in particolare, i docenti di strumento dei Licei musicali. Come spesso accade, il problema nasce dalla mancanza di strategia al momento dell’istituzione di questa fattispecie di liceo. L’allora ministro dell’Istruzione Gelmini lanciò in pompa magna la grande riforma, ma a costo zero. Non solo non furono stanziate risorse, ma mancò anche un …

Condividi
musicista

Istituti musicali, “Hanno ragione, bisogna fare di più”

“Gli istituti superiori di studi musicali italiani meritano quell’attenzione che, fino ad ora, non è stata loro garantita con la necessaria continuità”: la deputata modenese del Pd Manuela Ghizzoni, componente della Commissione Cultura e Istruzione della Camera, condivide le ragioni della protesta, indetta per la giornata di sabato 13 febbraio, a cui ha aderito anche l’istituto musicale “Vecchi-Tonelli”. Ecco la dichiarazione di Manuela Ghizzoni: “La mia storia professionale è intrecciata alla nascita dell’Istituto superiore di studi musicali “Vecchi-Tonelli”. Da assessore alla cultura di Carpi lavorai alla trasformazione dell’ex istituto pareggiato Tonelli alla unificazione con il Vecchi di Modena, per dare vita a un unico istituto di alta formazione. Non è solo per antica affezione, però, che condivido le ragioni della protesta indetta per la giornata di sabato 13 febbraio dagli istituti superiori musicali italiani a cui ha aderito anche la scuola modenese. Gli istituti superiori di studi musicali – così come le Accademie d’Arte – sono un pezzo prezioso, molto qualificato e fortemente internazionalizzato del nostro sistema di alta formazione. Vengono studenti da tutto il …

Condividi