Giorno: 29 Dicembre 2017

Carpi, 900mila euro per gli affreschi di San Niccolò

Il 2017 si chiude con un’altra bella notizia per Carpi e il suo patrimonio monumentale sfregiato dal terremoto. La Commissione per la selezione degli interventi relativi al progetto governativo “[email protected] – Recuperiamo i luoghi culturali dimenticati” ha concluso, in questi giorni, la propria attività, selezionando 273 progetti, tra le migliaia di segnalazioni provenienti da tutta Italia. Spettava, infatti, ai cittadini segnalare al Governo un luogo pubblico da recuperare, ristrutturare o reinventare per il bene della collettività o un progetto culturale da finanziare. Tra i progetti finalisti, c’è n’è uno solo modenese: il restauro degli affreschi della chiesa carpigiana di San Niccolò, lesionati dal sisma del 2012. A questo obiettivo vengono destinati 900mila euro. Ancora un preciso segnale di attenzione da parte degli Esecutivi a guida Pd verso il nostro patrimonio storico e culturale, per salvaguardare quella “grande bellezza” che è una delle vere ricchezze di questo nostro Paese

Protezione civile, ora ci sono anche le norme attuative

Il Consiglio dei ministri, nella seduta odierna, ha approvato in via definitiva il decreto attuativo della legge delega sulla Protezione civile. Con questo provvedimento si completa un’altra delle importanti riforme che hanno caratterizzato questa Legislatura. Entro i sei mesi previsti, infatti, il Dipartimento nazionale è stato in grado di produrre il testo del decreto, concertandolo con la Conferenza delle Regioni, l’Anci e i vari Ministeri interessati, raccogliendo, nel contempo, le condizioni poste dai pareri delle Commissioni parlamentari coinvolte. Finalmente, dopo anni di attese e tante tragedie sofferte, questo Paese ha una legge applicabile relativa all’intero sistema di Protezione civile, in modo che si possa davvero rispondere in modo omogeneo su tutto il territorio e in maniera più efficace alle calamità naturali che un territorio fragile come il nostro, purtroppo, si trova in continuazione a subire. Grazie a questa legge, sarà, inoltre, possibile fare davvero prevenzione. Con questa riforma, infatti, vengono previsti strumenti e condizioni di operatività e un quadro normativo certo, che stabilisce ruoli, responsabilità e modalità di intervento, non solo nell’emergenza determinata dalle calamità, …