pari opportunità | diritti

Prevenzione e contrasto della violenza di genere

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 97 del 24 aprile 2008 il nuovo Avviso del Dipartimento per i Diritti e le Pari Opportunità volto al finanziamento di progetti finalizzati a rafforzare le azioni di prevenzione e contrasto della violenza di genere, con il quale si intende proseguire ed ampliare le azioni di sistema già avviate con il precedente avviso pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 6 dicembre 2007 n. 284.

Allegati:


  • Avviso
  • Allegato A
  • Allegato B
  • Allegato C

4 Commenti

  1. patrizia galantini dice

    In effetti il Comune di Carpi, a seguito della richiesta avanzata dal consiglio comunale attraverso un ordine del giorno di gennaio 2007, ha istituito un tavolo tecnico di coordinamento sulla violenza di genere. A questo tavolo siedono tutti i soggetti che, a vario titolo, possono intervenire a sostegno della donna che subisce violenza.
    Nei primi incontri sono state definiti gli obiettivi e le priorità di intervento, con particolare attenzione alla formazione interdisciplinare degli operatori dei servizi socio sanitari, delle forze dell’ordine e del volontariato. L’altra priorità è stata attribuita al lavoro di informazione e sensibilizzazione, rivolto in particolare ai ragazzi delle scuole superiori di Carpi.
    Abbiamo già fatto tre giornate di formazione a cui hanno partecipato circa 40 tra carabinieri, poliziotti, agenti di polizia municipale, personale medico e infermieristico dell’ospedale di Carpi e del consultorio familiare, assistenti sociali del Comune di Carpi, volontari di associazioni che si occupano del problema. Grazie alla possibilità di confronto abbiamo messo a punto una bozza di linee guida per gli interventi in emergenza.
    Il corso è stata un’esperienza veramente importante, alla fine è emersa una condivisione di linguaggi e procedure di intervento che è la base su cui cerchiamo di costruire la rete dei servizi.
    Un risultato così importante non era scontato, probabilmente consentirà di programmare altre giornate di formazione, come è già avvenuto nel distretto di Modena.
    Dopo molte difficoltà ha preso avvio anche il progetto rivolto alle scuole superiori di Carpi. I ragazzi finora coinvolti si sono dimostrati molto interessati al tema della violenza contro le donne, hanno voglia di capire e di confrontarsi tra loro e con gli adulti.
    Il lavoro fatto a Carpi è sicuramente frutto di una volontà politica e istituzionale che, grazie all’impegno dell’Assessore Costi, e alla disponibilità del Prefetto di Modena, che coordina il tavolo provinciale, ha dato impulso e riconoscimento alla volontà di tutti i soggetti interessati di cominciare a lavorare insieme. E anche questo non era poi così scontato.
    Come referente tecnica del tavolo istituzionale del Comune di Carpi mi auguro che la lotta alla violenza contro le donne rimanga una priorità politica dei nostri amministratori e non solo una emergenza di sicurezza, come qualcuno vorrebbe farci credere…

  2. Mercoledì 7 maggio ho assistito al Consiglio provinciale di Modena, durante il quale l’Assessora Palma Costi ha presentato il piano strategico contro la violenza sulle donne.

    Il Piano, nell’ambito della precipua attività di coordinamento che spetta all’Ente provinciale, prevede attività formativa per soggetti istituzionali e associazioni (operatori dell’ambito sociale, sanitario, delle Forze dell’ordine) e strumenti per far funzionare al meglio servizi e attività di prevenzione. Tra questi è prevista anche l’individuazione di protocolli operativi su sicurezza e accoglienza, campagne di comunicazione e azioni rivolte alle vittime o potenziali vittime.
    Il Piano che è stato approvato con il voto favorevole della maggioranza e l’astensione dei gruppi di minoranza. Un voto di “astensione” importante, che spero possa rappresentare un viatico per l’approvazione, in Parlamento, di una apposita legge contro la violenza alle donne.
    per saperne di più
    http://www.provincia.modena.it/page.asp?IDCategoria=6&IDSezione=1613&ID=66812

    L’assessora Palma Costi ha citato anche il Comune di Carpi, per la realizzazione di un tavolo di coordinamento tra le istituzioni per la prevenzione alla violenza e il sostegno alle vittime: una buona amministrazione si giudica anche da questi provvedimenti.

  3. patrizia dice

    In effetti avere un pò di risorse per cominciare a fare anche interventi di sensibilizzazione è molto importante. Il Comune di Carpi, grazie a questo finanziamento, potrà continuare il progetto formativo sulla violenza di genere appena iniziato con tre istituti superiori carpigiani.
    Si tratta di una serie di incontri formativi e informativi rivolti sia agli insegnanti che agli studenti in cui, con l’aiuto di esperte di un centro antiviolenza della Regione, si cercherà soprattutto di coinvolgere i ragazzi e di farli riflettere sulle cause che portano alla violenza sulle donne.
    Sono profondamente convinta che sia un preciso dovere di ogni ente pubblico lavorare in questa direzione.

  4. daniela dice

    Lo stralcio sullo stalking doveva essere discusso in Commissione proprio il giorno della caduta del governo.
    Grazie alla Ministra Pollastrini, che aveva istituito finanziamenti ad azioni finalizzate a rafforzare la prevenzione, oggi anche i Comuni di Modena e Carpi vedono finanziato un loro progetto.
    Ma non solo, questo è il secondo avviso di finanziamento, quindi altri territorio potranno usufruire di risorse per la prevenzione contro la violenza di genere.
    Va dato atto alla Ministra Pollastrini che ha trovato il modo, in mancanza di una legge approvata (tante erano in attesa di discussione), di avviare una buona prassi a cui i territori possono accedere.
    Chissà cosa farà il nuovo governo?

I commenti sono chiusi.