comunicati stampa, scuola | formazione

Bastico e Ghizzoni “Serve un dl per esodati e personale scuola”

“Quello che chiede il personale della scuola non è un privilegio, ma un diritto”. La senatrice Mariangela Bastico e la deputata Pd Manuela Ghizzoni si dichiarano totalmente insoddisfatte della risposta che il vice-ministro del lavoro ha dato in tema di pensionamento del personale della scuola: il Governo non ha intenzione di tenere conto delle specificità della situazione.
“Sono totalmente insoddisfatta della risposta data dal vice ministro al Lavoro Martone alla mia interrogazione sul pensionamento del personale della scuola, – dichiara la senatrice Pd Mariangela Bastico – a partire alla premessa su cui si basa che non esisterebbero specificità del personale della scuola tali da motivare una normativa differente rispetto agli altri lavoratori. Esistono, invece, e grandi: la più evidente e’ che tale personale può andare in pensione un solo giorno nell’anno, l’1 settembre, a prescindere dalla data in cui matura i requisiti per l’accesso alla pensione. Proprio per questa ragione le leggi hanno sempre differenziato la normativa relativa al personale della scuola rispetto a quello degli altri lavoratori pubblici e privati.”- continua la senatrice.

La senatrice Bastico e la deputata Ghizzoni ricordano, inoltre, le battaglie parlamentari a sostegno di quello che e’ un diritto, non un privilegio: lo spostamento della data di verifica dei requisiti del pensionamento al 31 agosto 2012, così come indicato nell’ordine del giorno accolto dal governo alla Camera e nell’emendamento al decreto Milleproroghe presentato dal Pd. Ricordano anche le aperture del ministro Fornero sul tema e le controversie con il Ministero dell’economia sui numeri degli interessati e sulle relativa copertura finanziaria.” Oggi apprendiamo dalla stampa che il provvedimento sugli esodati, entro il quale doveva trovare risposta anche il problema del personale della scuola, e’ alla firma del Presidente Monti come decreto interministeriale, cioè provvedimento puramente attuativo della normativa della legge Salva Italia: riguarderà quindi solamente 65.000 persone, rispetto alle molto più numerose che rimarranno senza stipendio e senza pensione, e non riguarderà nessuna altra materia.””Non condividiamo assolutamente questa scelta , non ci rassegnano a questa chiusura, che toglie prospettive a tante persone e famiglie, e continuiamo a chiedere al governo l’approvazione di un decreto legge, che, pur non cambiando i criteri fondamentali della riforma delle pensioni, ne modifichi alcune storture e discriminazioni, tra cui quella della scuola”.

12 Commenti

  1. liliana dice

    AVANTI Bastico/Ghizzoni se si vuole la spunterete:QUOTA 96 + semore…
    Così come era all’inizio dell’anno scol 2011/12
    Le leggi vanno in vigore dall’anno successivo alla promulgazione e non sono mai immediate!
    L’anno successivo è il 2012/13…
    AIUTATECI!!!!!
    Alcuni ci stanno rimettendo di salute e …….di soldi

  2. NON CAPISCO COMESI POSSA DARE FIDUCIA ALLE PAROLE DI UN RAGAZZOTTO RACCOMANDATO COME MARTONE,I PD DEVE PRENDERE IN MANO LA QUESTIONE DELLE PENSIONI E VALUTARE LE VARIE SITUAZIONI . TENETE CONTO DELLA FIDUCIA E DELLA FORZA CHE IL VOTO VI HA CONCESSO NON LASCIATE SEMPRE FARE AI FURBI !!!!! SI PUO’ SALVARE L’ITALIA MA NON DISTRUGGERE I VECCHI LAVORATORI VERO ON. BERSANI.ROBERTA 52 38 ANNI DI SERVIZIO CHE MATURERO’ A GIUGNO.

  3. ORNELLA dice

    “E così la scuola che dovrebbe essere maestra di vita per i discenti è stata trasformata in un luogo di angoscia.”

    E’ PROPRIO COSI’!!!!
    L’ANGOSCIA ORMAI DEVASTA LE SCUOLA.

    Nei primi anni del mio inserimento nella scuola, dopo anni di preruolo, ho sperimentato la situazione degli organici aggiuntivi; ora ,che per pochi mesi mi son vista depredare la pensione e non sono sicura se riuscirò ad averne qualche mensilità prima di morire (ancora oggi molti muoiono giovani, altri li portano a suicidarsi), sento parlare di nuovo di organici in soprannumero o esubero, di docenti che, ormai sessantenni, vengono umiliati, dopo aver prestato un dignitoso servizio.
    Mi domando: ma in che mani siamo?

    Mancano i soldi… c’è la crisi…,ma chi troppi ne prende non è disposto a rinunciare a nulla!
    Sono sempre i poveri tapini ad abbassare il dorso perchè possano caricarli degli errori altrui. FINO A QUANDO?

    Monti dice che gli Italiani hanno accettato i grandi sacrifici imposti.
    Questo lo dice lui. Gli Italiani….quali? Forse non sa che tutti si lamentano?

    La crisi, SICURAMENTE non generata dagli onesti lavoratori,i si supera, oltre che con razionalità ed equità, anche con tempi adeguati senza strozzare nessun essere umano!

  4. Maria1952 dice

    La risposta di Martone data alla Bastico è identica e fotocopiata data alla Ghizzoni.Cosa ci aspettavamo da questi incompetenti.Aspettiamo il TAR e solo lui ci darà ragione oppure aspettare il nuovo governo che si insedierà a Maggio del 2013 e al 100% rivedrà la legge sulle pensioni e così anticiperemo il collocamento a riposo.Viva Dio.

  5. Il Populista ora diventato Italia Futura dice

    Adesso arrivano i veri populisti sotto la guida di Montezemolo, infatti italia Futura seleziona candidati per il 2013, alla guida verrà messo un giovane.Quindi per i partiti è arrivata la fine, nel 2013 vedremo una forte compagine guidata da Grillo, contrastata da una forza guidata da montezemolo.I partiti giocano al nascondino, non vogliono eliminare il finanziamento pubblico ai partiti,non vogliono ridursi nel numero di 300.Per cui i partiti tradizionali saranno cancellati dal parlamento, finito Silvio , si preparano guelli di MOntezemolo a sostituirlo.Qualcuno non ci crede alle mie previsioni, ebbene basta ricordarsi cosa dicevo tre mesi fà, avevo previsto la fine della lega, avevo previsto la vittoria di Grillo, avevo previsto che i tesorieri dei partiti sono tutti…….Ormai vedo solo macerie,per cui dal vecchio arriva il nuovo non riciclato. Ultima stoccata alla signora Fornero, farebbe bene a seguire il figlio regista e la figlia docente .La fornero andava sfiduciata con una mozione presentata dal Pd. Volete vedere che mister Casincaltagironre gli ha promesso un posto in parlamento. Ripeto e urlo Fornero nemica dei lavoratori.

  6. silvana52 dice

    Alla luce di tutti i risultati emersi ad oggi in Politica, non ho più alcuna fiducia negli attuali rappresentanti!
    Calpestare e ostinarsi a non riconoscere i diritti acquisiti in un anno scolastico che in ogni caso non può essere diviso a metà, è diventato la linea di rigore seguita dagli attuali Signori del Governo ….

  7. Rosangela dice

    questo ennesimo atto di arroganza mi ha buttato proprio giù stasera,non ho voglia di vedere e sentire nessuno! Ma mi sforzo di trovare le parole per ringraziarla di tutto il suo impegno per la nostra causa! Senza lei e Mariangela
    saremo allo sbando,senza speranze! Ma si sentono proprio così al di sopra di tutti al punto che non ascoltano neanche chi li sostiene e ha permesso loro di stare dove stanno?Ma possono governarci degli incompetenti e tutti
    (,Miur,INPS) devono chinare la testa anche se hanno anni di esperienza e sono sicuramente più competenti di loro ?Perchè conta solo la fornero e tutti zitti anche se sanno che nel nostro caso non ha ragione? grazie,almeno voi e ora tutto il PD ,le state tenendo testa. mi scuso per questo sfogo un pò caotico ma non se ne
    può più Rosangela

  8. FAUSTA dice

    oggi ho letto che la Fornero ha addirittura auspicato licenziamenti nel settore pubblico, penso che esistano già norme a riguardo, ma non capisco perchè si deve sempre parlaremale della scuola esistono persone meravigliose che danno tutto se stesso per una professionalità che hanno dovuto acquisire personalmente. Ci hanno chiamato” Fannulloni “( io non mi ci sono mai sentita),hanno talmente tagliato che a scuola non ci stà neanche la carta per stampare. mi hanno tolta dalla mia scuola perchè soprannumeraria dopo 10 anni DI CONTINUITA’ (grazie alla mia professionalità sono riuscita a dare il meglio anche nell’altra scuola). dOVEVO ANDARE IN PENSIONE NEL 2012 e per tre giorni devo far altri 6 anni. Ma che altro ci deve fare la Fornero per ribellarci? Adesso anche il Licenziamento! tutti fanno bla! bla! bla ! enessuno pensa alla SCUOLA CHE E’ IL FUTURO, che pena!
    Fausta

  9. Giuseppe Grasso dice

    Allora continuiamo a scrivere qui e lasciamo il post precedente?
    Buon inizio, di nuovo.

  10. mario perrotti dice

    Pregiatissima Onorevole,
    la risposta del sottosegretario conferma ciò che non solo io avevamo compreso.
    Questi soggetti sono anche li per togliersi soddisfazioni e sassolini …. e gli è stata data l’occasione su un piatto d’argento.
    In fondo sono degli sfigati che credono di essere diventati “DIO”.
    E’ proprio vero, più sono piccoli e più si sentono grandi.

  11. franco SARDEGNA dice

    NON CI SONO COMMENTI…………MARTONE PER FAVORE STAI ZITTO……..

  12. Silvana 52 OR dice

    Vi ringrazio ancora una volta per il vostro impegno,state facendo un lavoro egregio.Purtroppo vi lasciano sole non si levano parole di condanna per questo modo di fare della Signora,della sua sicumera e della sua arroganza.Il PD tutto dovrebbe insorgere per queste ingiustizie,dovrebbe minacciare di togliere il suo appoggio al governo.Questa delle pensioni in Italia è una delle più inique e continuanoa a parlare di equità e di merito.Che tacciano almeno.

I commenti sono chiusi.