università | ricerca

Incidenti sul lavoro, allarme Censis: “Più morti bianche che omicidi”

Indagine dell’istituto di ricerca: il nostro Paese ha il triste primato in Europa
Nel 2007 hanno perso la vita 1.170 operai. “Ma le autorità concentrate sulla criminalità”

 L’Italia è di gran lunga il Paese europeo dove si muore di più sul lavoro, quasi il doppio della Francia, il 30% in più rispetto a Germania e Spagna. Si muore di più sul lavoro o sulle strade che non ammazzati da un colpo di pistola o da una coltellata. Le vittime sul lavoro sono quasi il doppio degli assassinati e i decessi in incidenti stradali otto volte più degli omicidi. A lanciare l’allarme è il Censis, Centro studi investimenti sociali. “Tuttavia, gran parte dell’attenzione pubblica si concentra sui fenomeni di criminalità”.

Se negli ultimi 11 anni gli omicidi sono diminuiti di un terzo (da 1.042 casi nel 1995 a 663 nel 2006), nei cantieri e sui posti di lavoro l’anno scorso sono morti 1.170 operai di cui quasi la metà in infortuni “stradali”, nel tragitto casa-lavoro o travolti mentre lavoravano in strada. Se si escludono i cosiddetti infortuni “in itinere” o comunque avvenuti in strada, non rilevati in modo omogeneo da tutti i Paesi europei, si contano 918 casi in Italia, 678 in Germania, 662 in Spagna, 593 in Francia (in questo caso il confronto è riferito al 2005).

Confrontando gli omicidi con i morti per incidenti stradali, il Censis ha calcolato che i decessi in incidenti automobilistici sono otto volte gli omicidi. Nel 2006, in Italia sono stati 5.669, più che in Paesi anche più popolosi del nostro: Regno Unito (3.297), Francia (4.709) e Germania (5.091).

Tuttavia, “gran parte dell’impegno politico degli ultimi mesi è stato assorbito dall’obiettivo di garantire la sicurezza dei cittadini”, ha detto Giuseppe Roma, direttore generale del Censis. “Risalta in maniera evidente – ha proseguito Roma – la sfasatura tra pericoli reali e interventi concreti per fronteggiarli. Il luogo di lavoro e la strada mancano ancora di presidi efficaci per garantire la piena sicurezza dei cittadini, e spesso si pensa che perdere la vita in un incidente stradale sia una fatalità. I dati degli altri Paesi europei dimostrano che non è così”.

La Repubblica.it

Condividi
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
Manuela Ghizzoni
Member
SOTTOSCRIVI L’APPELLO Militari per la sicurezza. Sul lavoro Lo dice il Censis: è di gran lunga il Paese europeo dove si muore di più sul lavoro. Sono 918 casi in Italia in un anno. Un morto ogni 23 mila lavoratori, a fronte di 678 in Germania (un morto ogni 53 mila lavoratori), 662 in Spagna (un morto ogni 24 mila lavoratori), 593 in Francia (un morto ogni 50 mila lavoratori). Senza contare che in Italia sono decine di migliaia gli incidenti sul lavoro non denunciati. E che sono decine, o forse più, i morti sul lavoro fatti passare per incidenti… Leggi il resto »
Manuela Ghizzoni
Member
Ancora sulle morti bianche, vi proponiamo l’intervista a Cesare Damiano Damiano: omicidi bianchi, il governo non fa nulla Massimo Palladino – L’Unità Una battuta di pessimo gusto, che rischia di essere un proclama. Cesare Damiano, parlamentare Pd e già ministro del Lavoro nel governo Prodi, ne è convin- to: dietro la sortita del sottosegretario alle Infrastrutture Roberto Castelli, che aveva definito «fasulle» le statistiche sugli incidenti mortali sul lavoro, c’è un attacco al sistema delle tutele e della sicurezza. «Mentre tutti i quotidiani parlano di rivoluzione a proposito della manovra finanziaria, nessuno – dice Damiano – evidenzia come si sia… Leggi il resto »
Manuela Ghizzoni
Member
Dichiarazione dell’Associazione Peacereporter Soldati in strada? “Sì, ma nei cantieri di lavoro” ROMA – “Soldati per le strade? Meglio nei cantieri edili. E’ sul lavoro che si combatte la battaglia per la sicurezza”. PeaceReporter scrive al ministro della Difesa: “Fermiamo la strage bianca. I numeri degli infortuni sul lavoro sono quelli di una guerra. E per combattere una guerra servono i militari: Impegniamoli in una vera missione di pace”. L’Italia è di gran lunga il Paese europeo dove si muore di più sul lavoro, quasi il doppio della Francia, il 30% in più rispetto a Germania e Spagna. Oggi il… Leggi il resto »
wpDiscuz