Giorno: 2 giugno 2008

2 giugno, Festa della Repubblica: le parole del Presidente Napolitano e quelle, lontane ma attuali, di Piero Calamandrei

Il videomessaggio che il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in occasione della Festa Nazionale della Repubblica ha rivolto al Paese: «Per voi che ascoltate auguro innanzitutto che la festa del 2 giugno possa rappresentare un momento di serenità. Ricordiamo in queste settimane – con la mostra che vedete – la figura di Luigi Einaudi, grande studioso, maestro di vita civile e uomo delle istituzioni, che nel 1948 fu eletto Presidente della Repubblica. Ma questa giornata è l’occasione per ricordare anche come nacque, oltre sessant’anni fa, la Repubblica: tra grandi speranze e potendo contare sulla volontà allora diffusa tra gli italiani di ricostruire e far rinascere il paese, in un clima di libertà, attraverso uno sforzo straordinario di solidarietà e unità. E’ qualcosa che vale la pena di ricordare perché l’Italia, divenuta un paese altamente sviluppato, avrebbe oggi bisogno di uno sforzo simile, per la complessità dei problemi che sono dinanzi alla società e allo Stato, in un mondo profondamente mutato. Riuscimmo in quegli anni lontani a risalire dall’abisso della guerra voluta dal fascismo, e a …

L’on. Ghizzoni: treni cancellati, vogliamo una risposta dal Governo

L’on. Ghizzoni interviene sull’annunciata soppressione dell’Intercity Scaligero : “Carpi non può essere privata dell’unico Intercity che ancora la collega a Roma. Mi auguro che anche i parlamentari di centrodestra diano il loro contributo”. “I tagli decisi da Trenitalia sono inaccettabili. Carpi non può essere privata dell’unico Intercity che la collega a Bologna e Roma nelle fasce orarie del mattino presto e della sera tardi”. Così l’on. Manuela Ghizzoni commenta la decisione di Trenitalia di tagliare, con l’entrata in vigore degli orari estivi, diversi Eurostar e Intercity, tra i quali lo “Scaligero” da Verona a Roma, che transita per Carpi e Modena. “Il 21 maggio – spiega la parlamentare del PD – la Camera ha convertito in legge, a larghissima maggioranza, il decreto-legge del governo Prodi che assegna 80 milioni di euro a Trenitalia per garantire gli attuali servizi ferroviari regionali, nell’attesa che si stipulino i nuovi contratti di servizio. In quell’occasione il Governo ha accolto come raccomandazione un ordine del giorno del Partito democratico che chiede di venire incontro alle richieste degli utenti e di …