Giorno: 12 giugno 2008

Quello che la stampa non dice: il PD, la scuola e l’opposizione

Mercoledì 11, tutti i giornali hanno dato ampio risalto alle linee programmatiche sulla scuola presentate dal ministro Gelmini alla VII commissione della Camera. Le valutazioni del PD – ad eccezione dell’Unità – sono state sostanzialmente ignorate. Repubblica, ad esempio, nel lungo articolo dedicato all’orgomento scrive: «il PD attende che alle promesse seguano i fatti». Come potrete leggere dalle dichiarazioni che allego, si tratta di una sintesi molto “libera” delle valutazioni espresse dei deputati del PD dopo aver ascoltato la relazione della Gelmini. Non mi metto qui a disquisire sulla schiena più o meno dritta dei giornalisti e sulla autocensura, “forse inconsapevole”, che scatta per essere in sintonia con il Paese. Preferisco invece fare “controinformazione” o forse sarebbe meglio dire “informazione”, allegando le nostre dichiarazioni rilasciate a mezzo comunicati stampa (sono pertanto sintetiche). Chi avrà pazienza di leggere, potrà farsi un’idea di cosa pensa il PD sulla scuola e, soprattutto, che l’opposizione del PD c’é! Giovedì 19 giugno alla VII Commissione, la Gelmini tornerà per ascoltare le nostre repliche: in quell’occasione, istituzionale, avremo modo e tempo …

Sicurezza, con il decreto non ci siamo. Presentate dal PD le proposte e gli emendamenti

Emendamenti e proposte per migliorare la sicurezza dei cittadini. La posizione del Partito Democratico è netta sui miglioramenti da effettuare al pacchetto sicurezza varato dal Governo Berlusconi: garantire sicurezza dei cittadini e la delicata questione dell’immigrazione. Per questo ha realizzato una serie di emendamenti e proposte da inserire nel decreto ora all’esame della Commissione Giustizia e Affari Costituzionali del Senato. Su questi temi il PD ha cercato, e continuerà a farlo, il confronto con la maggioranza, che dopo un’iniziale apertura, ora invece si è chiusa a riccio. Per questo il PD giudica deludente il lavoro svolto finora in aula da parte della maggioranza sulla conversione in legge del decreto sulla sicurezza. Quando prende la parola Anna Finocchiaro, capogruppo al Senato del PD, durante la conferenza stampa di presentazione delle proposte PD, non nasconde la propria amarezza di fronte alla ritrosia del Governo a farle rientrare nel disegno di legge. “Sotto il profilo politico – ha dichiarato la senatrice – si registra una certa intransigenza da parte della maggioranza rispetto al confronto iniziale. Sicuramente è frustrato …