Giorno: 13 giugno 2008

VII Commissione Cultura: prove di “inciucio” o primato della politica (quella vera?)

Mercoledì scorso, in commissione cultura della Camera, è accaduto un episodio di grande interesse, passato naturalmente sotto silenzio. Maggioranza e opposizione hanno votato contro la decisione del Governo di approfittare del decreto legge sui rifiuti della Campania per creare il nuovo Istituto di ricerca per la protezione ambientale (IRPA), che accorpa l’Agenzia per la protezione dell’ambiente e per i servizi tecnici, l’Istituto nazionale per la fauna selvatica nonché dell’Istituto Centrale per la Ricerca scientifica e tecnologica applicata al mare. La giustificazione è quella di razionalizzare: bene, ma che c’azzecca con i rifiuti campani? A domanda, legittima, il Governo nella figura del sottosegretario Menia risponde: “che non vi è attinenza diretta tra la norma in questione e il contenuto del decreto-legge all’interno del quale è stata inserita”. Evviva la sincerità e l’incoerenza. Ma che bisogno ha un Governo che gode di un’ampia e solida maggioranza di istituire un nuovo istituto di ricerca (che accorperà funzioni molto diverse e delicate) approfittando di un provvedimento urgente – cioè un decreto legge – che ha come oggetto i rifiuti? …

Pendolari, l’on. Ghizzoni interroga il ministro Matteoli

La parlamentare del PD lancia un nuovo allarme sulla soppressione dell’Intercity “L’eventuale soppressione dell’Intercity Scaligero rappresenterebbe un ulteriore colpo ai collegamenti da e per Carpi, non solo con riferimento alla capitale ma anche con altre città d’arte e a forte attrattiva turistica quali Verona, Mantova e Bologna”. A lanciare il nuovo allarme è l’on. Manuela Ghizzoni, dopo l’annuncio di Trenitalia di voler sopprimere dal 15 giugno anche il collegamento Intercity Scaligero da Verona a Roma. Sulla questione la parlamentare del PD ha presentato un’interrogazione al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteoli per sapere “quali iniziative urgenti intenda intraprendere per assicurare il diritto alla mobilità ai cittadini e ai pendolari in particolare nell’area carpigiana”; e “quali strategie si intendano adottare al fine di asicurare continuità, efficienza e regolarità ai collegamenti ferroviari di interesse dei pendolari”. Nella sua interrogazione l’on. Ghizzoni ricorda che il precedente governo aveva emanato un decreto legge – già approvato dalla Camera e tuttora all’esame del Senato – che stanziava 80 milioni di euro per assicurare la continuità dei servizi di trasporto …