comunicati stampa, scuola | formazione

Semplificazioni, Ghizzoni “Intervenga il ministro Profumo”

La parlamentare Pd “E’ inaccettabile che l’offerta formativa sia sottoposta a risparmi”. Ancora cambiate nel pomeriggio le posizioni del Governo in merito all’offerta formativa. L’on. Ghizzoni, dopo aver sentito le parole del sottosegretario all’economia Polillo, chiede che sulla vicenda intervenga direttamente il ministro Profumo.
“È inaccettabile che le necessità dell’offerta formativa siano sottoposte ai limiti dei risparmi di spesa. Farlo significherebbe tradire gli indirizzi espressi dal Governo al Parlamento in materia di Istruzione nonché disattendere gli obiettivi europei che ci chiedono più investimenti nell’istruzione e nell’educazione permanente. Il ministro Profumo non può restare a guardare quanto sta accadendo in Parlamento. Non intervenire significherebbe avallare scelte contro la scuola”. Lo dichiara la capogruppo del Pd nella commissione Cultura della Camera, Manuela Ghizzoni in merito alla proposta che il sottosegretario all’economia Polillo ha fatto oggi in commissione: “quella richiesta – ha concluso – stravolge quanto indicato dal viceministro Grilli solo questa mattina”.

8 Commenti

  1. FLORA dice

    E’ vergognosa l’assenza assoluta di questo ministro, io non lo saprei riconoscere neppure, tanto non si è visto nè sentito mai! Ma che ministro è che non dice una parola sulla scuola e sui suoi mille problemi? Che ce ne facciamo di uno così? Stesse pure a casa, almeno risparmiermmo i soldi del suo lauto stipendio! E magari con quelli ci si potrebbe pagare la pensione di parecchi di noi .Vergogna!!!!!!!!!!!!

  2. lorenza dice

    Io non sopporto che venga chiesta la fiducia e tutte le sante volte ,tutti i partiti votano la fiducia.Il governo fa come il toro ,mette giù la testa e via.Il parlamento è sovrano perciò non votate, non fate passare le leggi,il malcontento popolare,per ora espresso con lamenti e preghiere fra poco si ritorcerà su i nostri cari parlamentari,la data non sarà molto lontana,il 2013 eccolo.”la fornero”cosi sapiente ,, beffarda nei nostri confronti deve ricordare che anche lei ha in mano una laurea come noi,ma lei,il marito,la figlia ecc ,IO farò cosi :un giorno a scuola e trenta a casa.Facciamo lavorare i giovani.Profumo dove sei ,io non sento neanche l odore.

  3. cettina dice

    Urge più che mai che i politici tornino a fare politica!
    La percezione popolare in questo momento è quella che si è in uno stato di dittatura nel quale i partiti si stanno defilando per far posto ai grandi poteri economici, che hanno come obiettivo solo quello di spremere i popoli facendoli lavorare fino alla morte per la sopravvivenza e per fare sempre più arricchire loro

  4. alvaro dice

    Da notare: quando l’alunno disabile a scuola non c’è, perchè molti di questi alunni soffrono anche di gravi patologie l’insegnante di sostegno è tenuto a rimanere in servizio. Si ma a fare che cosa? Si imponesse all’insegnante di portare avanti un progetto al posto di trasitare inutilmente nell’edificio scolastico.

  5. alvaro dice

    Per fortuna l’hanno bloccata, soldi si, ma da usare con parsimonia. Queste 10.000 assunzioni riguardavano per lo più insegnanti di sostegno; quelli che dell’alunno disabile curano solo la didattica, invece per accompagnarlo, pulirlo, cambiarlo ecc ecc bisogna pagare un altro stipendio all’assistente educatore, oppure si chiama il bidello. Si imponga agli insegnanti di sostegno anche la cura al disabile molte volte non cè bisogno dell’assistente educatore. I corsi di recupero? Molto meglio affidarli a associazioni esterne si risparmierebbero molte risorse economiche. Ho visto nelle scuole molti di questi corsi, servono solo per distribuire i soldi del finanziamento a pioggia più che per alfabetizzare o recuperare l’alunno. Per accaparrarsi questo o quel progetto nelle scuole molte volte ci si scanna tra docenti.

  6. Maria dice

    Ben fatto Onorevole! E’ proprio il ministro Profumo che deve intervenire e dire anche due paroline alla Fornero…Prima la Gelmini che interveniva sempre a proposito e a sproposito e faceva fare le sue riforme a Tremonti ora un ministro fantasma,le cui parole-promesse vengono quotidianamente respinte senza che lui muova un dito. Non si sa chi è peggio! Voglio sentirmi rappresentata dal mio ministro, altrimenti risparmiamoci la spesa
    cordiali saluti Maria

  7. gianfranco palmariggi dice

    La scuola deve avere la priorità. Tutti i cittadini hanno il dovere di contribuire per una scuola migliore e cioè in un futuro migliore.

  8. E’ il momento di sollevare proteste politiche e sarebbe ora;Invitate con forza Il ministro Profumo ad intervenire (come gruppo parlamentare o gruppi parlamentari che hanno votato favorevolmente in commisione)contro questi veri e propri blitz dell’ineffabile Polillo che fa la spola dal senato alla camera e viceversa.(di già con il decreto mille proroghe)Questo signore farebbe bene a fermarsi e a non fare da segugio del Presidente del Consiglio-o meglio tenetelo d’occhio cari Franceschini e miei amici deputati(mi rivolgo al mio partito)sta esagerando!-Che cosa dite del comportamento della Fornero di oggi pomeriggio alla Camera sull’interrogazione dell’UDC sui discriminati della scuola quota 96? Ma dite un pò sono veramente intoccabili questi personaggi o mi pare che state dando i numeri un pò tutti.Fate sentire la vostra voce ; In parlamento siete voi i “sovrani” e rappresentate il popolo che soffre e ci vuole tanto per tirare fuori gli artigli! Noi della scuola come penso gli operai e tutti i danneggiati e derubati dalla riforma scellerata della Fornero siamo sempre vigili sulle indecisioni e le cattive volontà e vorremmo una giusta reazione verbale e politica al comportamento(che andrebbe stigmatizzato) della Ministra che con scherno inaccettabile ha dichiarato che ci fa le condoglianze ma che in fondo noi della scuola abbiamo lo stipendio(salvo poi a farle capire che tipo di stipendio con addizionali alle porte,mutui, aumenti ecc.Certamente non come il suo di docente Universitaria saccente e penso deleteria:Bisognerebbe ricordarle che un tempo gli ordinari di un liceo non erano troppo lontani come stipendio dagli ordinari universitari.Vi sembra giusto che un Ministro debba rispondere a tal modo ad una questione di fondamentale importanza per il presente e il futuro delle famiglie:non c’è nessunio di voi che senta la spinta e il dovere di farglielo intendere.Si farà ricorso e si faranno tutte le rimostranze che singolarmente e come comitato decideremo di prendere ma questo cari politici suona a vostro discapito e colpa:quante diatribe inutili ci sono tra di voi in parlamento e stiamo registrando tutto per tempi avvenire siatene certi: Ci sia un coordinamento tra di voi spalleggiatevi caro Presidente Franceschini e come avete fatto, sensibilizzate sempre più il Presidente Fini.Sulla questione dell’offerta formativa oggi nei TG hanno fatto vedere la protesta dei disabili e delle loro famiglie:bisogna nominare i docenti di sostegno e di recupero perchè quest’Italia è un calderone pieno di ingiustizie e di malaffari-con i soldi di tangenti e patrimoni si risolverebbero tanti problemi!

I commenti sono chiusi.