Giorno: 12 settembre 2008

Riforma Gelmini, pesanti ripercussioni anche a Modena

La denuncia del PD: nella nostra provincia tagli di 450 insegnanti e di 10 scuole con meno di 500 alunni. Il partito chiama alla mobilitazione per il 26, 27 e 29 settembre La riforma della scuola del ministro Gelmini prevede meno docenti, meno personale, classi più numerose, chiusura e accorpamento delle scuole nei piccoli Comuni, il maestro unico e fine del tempo pieno alle elementari. Un vero e proprio attacco alla scuola pubblica che in provincia di Modena e in tutta la regione avrà ripercussioni pesantissime sugli alunni e sulle loro famiglie. “Basti pensare – spiega Adriana Querzé, responsabile del Forum Infanzia del PD – che in provincia di Modena il 69 per cento delle classi nella scuola elementare (937 su 1379) funziona a tempo pieno. Nella sola città di Modena sono 266 su 305 le classi a tempo pieno, frequentate da oltre 6mila bambini. Noi siamo d’accordo sulla razionalizzazione dei costi ma non si può colpire a casaccio. Anche perché – precisa Querzé – il sistema scolastico modenese, lo dicono i dati, non costa …

Bersani: via il ministro della scuola. «Non può parlare di merito chi ha cercato l’esame facile», di Sonia Oranges

Bersani: è come affidare la Difesa a chi ha eluso la naja. Ma Mariastella non teme critiche e redarguisce la polizia. «La Gelmini può fare tutto quel che vuole, ma non il ministro dell’Istruzione»: erano giorni che il ministro ombra all’Economia, Pierluigi Bersani, ci rimuginava su. Che Mariastella Gelmini avesse traslocato da Brescia a Reggio Calabria per “garantirsi” l’esame di abilitazione all’esercizio della professione forense, ai suoi occhi era già uno scandalo. Ma leggere poi sul Riformista che il ministro rivendica pure questa scelta («Dovevo fare l’avvocato, la mia famiglia spingeva perché lavorassi presto. A differenza di Veltroni, ne avevo bisogno. Che senso aveva perdere anni in concorsi dove passavano solo i figli di avvocati? Veltroni difende per caso gli ordini professionali? Pensa che sia lì che si valuta il merito delle persone?»), lo ha fatto davvero imbestialire. E, senza fronzoli, spiega il perché.Dunque, secondo lei, il ministro Gelmini dovrebbe dimettersi?«A me basta che si scambi il posto con Matteoli: lei va alle infrastrutture e Matteoli alla scuola. Ma non può certo parlare di merito, …