comunicati stampa, partito democratico

Mi candido alle primarie del PD

manuela ghizzoniMi candido alle primarie del PD per rappresentare, ancora una volta, il territorio modenese. Lo faccio per non venire meno alla fiducia che è stata riposta in me e per continuare a farmi carico di responsabilità collettive, perché “ho imparato che il problema degli altri è uguale al mio, uscirne insieme è la Politica”. La responsabilità di difendere la Costituzione, di garantire una “scuola aperta a tutti”, di assicurare il diritto allo studio per “i capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi”, di promuovere “lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica”, di tutelare “il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione”.
Nella legislatura che si sta chiudendo tante sono le responsabilità che ho scelto di assumere – talvolta anche in contrasto con il Governo, come sul “decreto semplificazioni” e sull’ultimo provvedimento per le zone terremotate – perché dettate dalle esigenze delle donne e degli uomini che ero chiamata a rappresentare. È difficile riassumere l’attività svolta in Commissione Cultura, in Aula e attraverso i rapporti con il Governo. Mi aiutano le statistiche sulla produttività parlamentare che mi vedono 18ª su 630 deputati, con una partecipazione ai lavori superiore al 95%. Scuola, università, ricerca, cultura e informazione sono stati gli ambiti della mia attività, che ha avuto un orizzonte nazionale senza mai tralasciare le istanze e gli impegni provenienti dal territorio, dalle cittadine e dai cittadini per i quali ho cercato di essere un riferimento istituzionale. Ne resta testimonianza in 13 proposte di legge e una proposta di inchiesta parlamentare sull’edilizia scolastica, ma soprattutto nei 234 atti tra interrogazioni, interpellanze, mozioni e risoluzioni, dove il territorio modenese e regionale è protagonista insieme ai temi nazionali. Un intreccio ben visibile anche negli ultimi provvedimenti votati dal Parlamento: la Legge di Stabilità, che mi ha visto protagonista della battaglia per l’aumento del fondo per il diritto allo studio e per lo stralcio della norma che vedeva aumentato l’orario di lezione frontale a parità di salario per gli insegnanti; l’ultimo decreto sul terremoto che, grazie all’impegno dei parlamentari modenesi, è stato modificato in favore delle reali esigenze del nostro territorio. Fiducia alla scuola, investimenti sul sapere, sostegno ai territori colpiti dal sisma: sono i temi da cui dovrà ripartire il prossimo Governo per lo sviluppo del Paese e per la coesione nazionale.
I candidati del Partito Democratico dovranno scontrarsi con chi vorrebbe far rivivere un governo tecnico, che troppo spesso ha considerato più importanti i calcoli ragionieristici di quanto non fosse il futuro dei nostri giovani o del nostro territorio, e dovranno avere le capacità e le competenze per portare il Paese fuori dalla crisi, puntando sull’investimento pubblico in formazione e cultura, perché è questa la chiave per una crescita e un lavoro inclusivi, quindi per il successo dell’economia, delle società e dei cittadini.
Mi candido per assumermi la responsabilità di proseguire il percorso che, grazie alla vostra fiducia e al sostegno di ciascuno di voi, mi ha portato, da assessore alla cultura del Comune di Carpi, a ricoprire prima l’incarico di capogruppo in Commissione Cultura e, nello scorcio del mio mandato, quello di Presidente della stessa commissione, unica presidente del Partito Democratico.
Mi candido per assumermi, ancora una volta, la responsabilità di far sentire la voce del nostro territorio presso le istituzioni centrali e per offrire alla politica nazionale l’esempio del buon governo, del senso civico e dell’etica del fare delle nostre comunità.

21 Commenti

  1. sono certa che il flop del precedente blog, dove ha cercato in tutti i modi di ammorbare, o per meglio dire illudere i poveri disperati di quota 96, non gioverà affatto in suo favore, mi dispiace, ma il PD la deve pagare cara questa carognata

  2. Angelo dice

    On.le Ghizzoni, il mondo della scuola ed i precari in particolare hanno bisogno della sua presenza autorevole. Le auguro una felice affermazione personale.

  3. Tatjana Gergic dice

    Ancor prima di partire , Monti è dato al 20 % , sono già pronti 15 milioni di € messi a disposizione dagli imprenditori per la sua campagna elettorale , tutta la chiesa è schierata con lui , dal PdL è già in atto verso la sua lista una migrazione in massa , sta diventando un serio pericolo e su questo ed altri blog molti continuano ancora ad inveire contro il PD giurando dura vendetta. Incavolarci era nostro diritto , ma ora basta. SVEGLIATEVI COLLEGHI , non sarà certo Monti a mandarvi in pensione e nemmeno Grillo o il quarto polo da soli , l’unico che potrà farlo se avrà i voti sufficienti sarà il PD con la sua coalizione e l’eventuale aiuto delle altre forze di sinistra.

  4. lori52 dice

    Mi scusi on Ghizzoni ma con l’annnuncio della sua candidatura l’ultimo tassello della nostra disperata vicenda quota 96 è andato a posto. Se la nostra battaglia dopo un anno che ci ha tenuti incollati al computer non ha portato che a delusioni e angosce per NOI, almeno per LEI è servito per farsi conoscere da chi di noi non La conosceva. Vediamo che ha in mente la risoluzione di tanti problemi ,ma non un accenno alla questione di q 96 , come mai? Siamo ormai diventati solo un inutile e ingombrante zavorra di cui è arrivato il momento di disfarsi?Può essere più chiara e onesta di Bersani e farci sapere? Penso che a questo punto sia doveroso ed educato esprimersi. Non abbiamo ancora capito perchè l,emendamento sia stato ritirato.AUGURI

    • La lettera che ho inviato per annunciare la mia candidatura trascura, per ovvi motivi, molti argomenti che ho trattato nel corso della legislatura. Non poteva che essere così, poichè ho ritenuto che tale annuncio dovesse essere inserito in una cornice generale, che vede la scuola e il sapere come punti di riferimento. E solo nel generale sta il particolare.
      Per avere rassicurazioni sul mio impegno su Quota 96 potete leggere il mio ultimo commento (Inviato il 26/12/2012 alle 7:54 pm) al solito post “Interrogazione a Fornero e Profumo sui pensionandi della scuola” https://www.manuelaghizzoni.it/?p=35261.

  5. Giovanni Chiriano dice

    Gent. ma Onorevole, ho vissuto e seguito da marito preoccupato tutta la vicenda di QUOTA 96 SIN DALL’INIZIO; ho postato più volte sui blog(Giovanni e Teresa 52) che si sono succeduti, con molta riflessione e spirito politico, l’evolversi degli emendamenti presentati . La sua personale convinzione è stata utilissima ed efficace nel coinvolgerci a prendere coscienza dell’ingiustizia subita; a mio parere è prevalsa una logica politica che non ha consentito una votazione , pur essendoci grande convergenza politica; i numeri forniti dal MEF sono moltissime volte siccome sono numeri possono essere manomessi in funzione dell’obbiettivo; l’obiettivo iniziale era quello di non dare torto alla Fornero andato poi a vincolarlo allla valutazione del MEF ; i numeri li hanno loro e li utilizzano come vogliono; a nulla sono serviti i dati MIUR, ne a distanza di pochi giorni dalla valutazione della Camera Paolillo poteva smentirsi al Senato. L’irrazionale poi battuta di Berlusconi di allungare di 2 settimane la votazione della legge stabilità ha costretto il PD a ritirare tutti quegli emendamenti che potevano prolungare la valutazione.Quest’ultima fase non è stata accettata e valutata dal popolo di quota 96, giustamente in ansia ed in speranzosa attesa, e la mancata presenza della Bastico in Commissione non è stata condivisa anzi interpretata come una rinuncia al contentino.
    Mi preme sottolineare il suo impegno, la costanza e la convinzione della sua posizione portati sino allo stremo ma che purtroppo non ha dato i risultati sperati e per questo desidero ringraziarla anche a nome di tanti Quota 96, esasperati , delusi ed arrabbiati.Constatato ormai che la politica non ci ha dato risposta ad un nostro diritto, siamo nelle mani della giustizia, lenta nei suoi vari livelli ed articolazioni, ma che alla fine dovrà darci un risultato speriamo a breve e che ci auguriamo positivo.
    A Lei auguro un successo alle primarie ( ma la Maria elena Guerra non è quella che svolto le funzioni di sottosegretario al Lavoro?) per continuare con lo stesso impegno a fare politica nell”interessa dell’intera collettività e del bene comune, per la eliminazione delle ingiustizie e degli interessi particolari: IL problema di quota 96 riguarda un interesse generale della scuola e di tante famiglie.
    Infine, un Augurio di BUON ANNO 2013 portatore di successo e serenità

  6. Marcello Palattella dice

    Scrivo da Bari, da dove non potrò darle una mano, ma sono felice per la sua candidatura alle primarie del PD. Lei è una brava e valida persona, lo ha dimostrato, a noi di quota 96, per un anno intero, ed il fatto che non siamo riusciti a venirne a capo non inficia più di tanto il suo valore e la sua onestà. Si conservi così com’è, il PD ha bisogno di gente come lei Manuela, mi perdoni la confidenza, e non di gente come Ichino. Le auguro i migliori auguri di Natale, buon anno e la buona riuscita alle primarie. Mille grazie per quello che ha fatto per noi povere anime dannate in cerca di giustizia.

  7. nunzia pendino dice

    Onorevole Ghizzoni, le confesso di averla conosciuta solo attraverso il gruppo di insegnanti che aspirano ad “espatriare”; ma negli ultimi mesi ho seguito con attenzione il suo lavoro in Parlamento, ogni sua iniziativa, al di là dell’impegno con cui si è battuta per la nostra causa.
    Sono una donna di 48 anni, sono un’insegnante che ha costruito gran parte della sua vita, fondandola sui valori della cultura, dello studio, del lavoro… Sono una madre di figli adolescenti, bravi e impegnati, per carità, ma senza prospettive… Sono una cattolica appassionata e impegnata, pur tra tanti limiti personali e difficoltà esterne,nella testimonianza dei valori cristiani, nei quali credo profondamente…
    Le dico tutto ciò perché, se avrà avuto la pazienza di leggermi fin qui, possa appena intuire la mia personalità, il mio spirito sempre costruttivo nell’affrontare le difficoltà della vita. Eppure, rispetto alla politica, il mio sentimento non si discosta molto dal comune sentire che oggi prevale nell’immaginario collettivo: il disincanto, la sfiducia, il senso addirittura di “nausea” appartengono anche a me. Non sono mai stata di sinistra, ma le dichiaro, senza alcuna esitazione o piaggeria, che se potessi la voterei. Lei mi ispira fiducia, anche in virtù di quel suo “rompere le righe” nel sistema becero e malsano della partitocrazia; lei mi sembra ispirata in modo più vero a quella idea di “servizio” e di “bene comune” di cui la maggior parte dei suoi colleghi si riempie solo la bocca… La voterei non perché è “banalmente” donna, ma perchè è un’intellettuale intellettualmente onesta e perchè la percepisco meno incline, rispetto agli altri politici, ai compromessi…
    Le auguro ogni bene!!!

  8. giuseppe dice

    Tutti noi siamo delusi,moltte sono state le amarezze e le delusioni in quest’anno. Adesso che siamo vicino alle elezioni assistiamo a vari proclami di senatori, onorevoli che ci chiedano direttamente e dìindirettamente il nostro sostegno.Tutti devono CAPIRE che questa volta devono dichiarare apertamente il loro impegno alla causa di quota 96 e lo stesso lo dovrà fare Bersani il quale dovrrà indicare nel programma del partito la risoluzione dei precari della scuola e di quota 96.

  9. “CAMMINATE CON PASSO LEGGERO / PERCHE’ E’ SUI NOSTRI SOGNI CHE CAMMINATE”!
    Voi invece camminate con passo pesante sulla vita degli altri….siete bravi a calpestare!
    Flora QUOTA 96+6= 102

  10. on. Ghizzoni pensa di continuare la battaglia per i diritti dei docenti
    quota 96? Auguri.

  11. Antonino dice

    Io mi ero permesso di darlo per scontato che si ricandidasse! Almeno lei e l’on Bastico avete cercato di far qualcosa per salvare l’intervento pubblico all’estero…se non ci siete più voi che cosa succederà ancora?

  12. E’ un grande piacere sapere che si candida di nuovo. Sono sicurissima che ce la farà e che darà il suo preziosissimo contributo per la causa della Scuola, nel senso più lato possibile.

  13. Gianni dice

    Le auguro di vincere le primarie e di essere rieletta in parlamento. La scuola pubblica, in Italia e all’estero, ha bisogno di persone oneste come lei.
    Auguri

  14. “CAMMINATE CON PASSO LEGGERO / PERCHE’ E’ SUI NOSTRI SOGNI CHE CAMMINATE”!
    WilliamYeats Butler
    Voi invece camminate con passo pesante sulla vita degli altri….siete bravi a calpestare!
    Flora QUOTA 96+6= 102

  15. marinella dice

    sono un’insegnante che ha partecipato alle selezioni linguistiche MAE lo scorso anno, le ha superate ma… molto probabilmente non partirà a causa dei “tagli”, che non condivide.
    aiuto.
    mf

  16. Ornella Lai dice

    Gen. On. Ghizzoni,
    ho appena appreso della sua decisione di ricandidarsi e volevo esprimerle la mia gioia in proposito.
    C’è bisogno di donne determinate ed idealiste come lei.
    Grazie!! Grazie per ciò che ha cercato di fare per la cultura e l’insegnamento dell’italiano all’estero, grazie per il suo impegno in ogni settore. Grazie davvero di tutto e di tutto cuore.
    Sono sicura che le battaglie iniziate troveranno un giusto epilogo se lei, insieme al partito, continuerete a combattere nel futuro governo PD 😉
    Auguroni e coraggio: presto inizierà un’altra battaglia, nel frattempo Le auguro tanta serenità e pace per le prossime festività.
    Ornella Lai

  17. valentino dice

    Gentile on, nel ringraziarla per tutti gli sforzi da lei profusi per arginare i tagli al contingente dei docenti italiani all’estero, mi rallegro e mi complimento con lei per la decisione di correre per le primarie del Partito Democratico. Sono convinto che riuscirà nell’impresa e che, una volta ri-eletta, non tralascerà di tornare ad occuparsi, con rinnovata determinazione e magari da una posizione di grande responsabilità, della questione dell’insegnamento della lingua e della cultura italiana nel mondo.

  18. fabrizia mariconda dice

    Sono felice della sua scelta, anche se non sono del suo collegio, la sosterrò. Buon Anno Onorevole

  19. Antonino52 dice

    Sono contento che lei si ricandida. Ho letto con interesse quanto da lei scritto, mi sta a cuore il suo impegno nei riguardi della tutela e della promozione del patrimonio storico artistico e del paesaggio della nazione. Mi consenta solo una riflessione, riguardo a quanto lei scrive: “….Fiducia alla scuola, investimenti sul sapere, sostegno ai territori colpiti dal sisma: sono i temi da cui dovrà ripartire il prossimo Governo per lo sviluppo del Paese e per la coesione nazionale.
    Condivido ma mi sarebbe piaciuto leggere cosi: ….Fiducia e rispetto della scuola e di chi vi opera……
    Semplicemente questo, comunque penso che per lei sia implicito, ma coi tempi che corrono….meglio essere espliciti. Lo dico con il sorriso e non con spirito polemico. Auguri sinceri per un Natale sereno insieme ai suoi cari.

I commenti sono chiusi.