attualità, scuola | formazione

Formale impegno del PD a risolvere la questione “Quota 96”

La responsabile scuola del Pd, Francesca Puglisi, ha incontrato ieri a Roma una delegazione del Comitato Civico «Quota 96», in rappresentanza dei pensionandi della scuola, che da oltre un anno lottano per avere riconosciuto il diritto di andare in pensione con le vecchie norme. La rappresentante democratica, candidata al Senato, ha promesso di impegnarsi in prima persona per sanare la ben nota vicenda qualora il suo partito dovesse vincere le elezioni. Una buona notizia che tutti gli aderenti al Comitato civico “Quota 96” si augurano possa concretizzarsi.

Si tratta di circa 3500 lavoratori, fra docenti e personale Ata, rimasti imbrigliati nella riforma Fornero, e costretti a una brusca deviazione rispetto ai loro progetti esistenziali e iniquamente impediti a far valere il loro sacrosanto diritto a pensione così come esso è sancito da norme speciali tuttora in vigore.
L’impegno assunto è considerevole, fanno sapere dal Comitato Civico «Quota 96», e metterebbe la parola «fine» a una storia estenuante fatta di continui e sordi dinieghi governativi rispetto a ciò che non può né deve essere considerato un privilegio.

Il Pd inoltre, proprio per confermare il suo impegno nei confronti di questi lavoratori, ha inserito nel proprio programma elettorale il riferimento al personale della scuola che nonostante abbia raggiunto “Quota 96” (età anagrafica più età contributiva) non può andare in pensione perché il riferimento temporale, a causa delle legge Fornero, è al 31 dicembre e non al 31 agosto, quando finisce l’anno scolastico e quindi le lezioni.

www.partitodemocratico.it

31 Commenti

  1. lori52 dice

    Manuela per onestà e per chiarezza può dirci per favore a chi dobbiamo credere’? Alla Puglisi a Boccia 0 al solito silenzio di Bersani per la risoluzione del nostro problema, Ci risponda per favore, Ne abbiamo tutto il diritto dopo tanto penare

  2. Anselmo dice

    Quel dubbio sulla convinzione di Bersani nel sostenerci ce l’avrei anch’io. Quanti PD ci sono?
    Manuela che ne pensi da semplice amica di quota 96?

  3. Antonio Busato dice

    @Gianfr52 attenzione:
    febbraio 11th, 2013 at 9:27 am
    Risoluzione problema quota96 = impegno del Pd = necessità del Pd al governo = persone che daranno il loro voto in base alla possibilità di realizzazione di questa situazione = divieto, nei 15 gg antecedenti la data delle elezioni, di pubblicare sondaggi sulle intenzioni di voto = applicazione per smartphone e tablet che in tale periodo, AgCom permettendo, potrebbe pubblicare i sondaggi.
    STABILITA LA CONNESSIONE? IO INTANTO NON CAPISCO PERCHE’, SE NON CAPISCI, DEVI SCRIVERLO! NON PUOI SEMPLICEMENTE CHIEDERE UN CHIARIMENTO? TROPPO SEMPLICE?

  4. tindaro dice

    @Tutti
    In un momento in cui, alcuni rappresentanti della sinistra prendono seriamente in considerazione l’ipotesi di risolvere il problema di Quota 96, perchè riconoscono diritti e non privilegi ( On. Boccia, Puglisi ed altri), il segretario Bersani, sul Corriere della Sera di oggi, 11-02-2013, dichiara che, in fatto di pensioni, il PD non intende modificare la riforma Fornero: vuole però affrontare e risolvere nel corso della legislatura il problema degli esodati. Ho riportato le stesse parole del quotidiano. Forse al segretario siamo antipatici, non ne parla mai o non rientra nei suoi progetti il cambio generazionale che farebbe felici giovani e pensionandi. Mi interrogo. A chi dobbiamo credere?
    Qualche giorno fa, sempre sullo stesso giornale, intervistato da un componente la rivista Scienze, Bersani ha dichiarato che sulla vivisezione, la scienza deve andare avanti, dimostrando di non conoscere tutte le soluzioni alternative prospettate dai ricercatori, per evitare una “barbara” sofferenza agli esseri viventi. Su Internet è stato subissato di critiche. Mi piacerebbe che Bersani si sottoponesse al tiraggio dei pochi capelli che ha sulla testa, per provare la centesima parte del dolore che hanno provato quegli esseri viventi meno fortunati.
    Si rammenta che una ricerca condotta in America ha dimostrato che i barboncini, i golden- retriver e tante altre specie ” esseri viventi”, conoscono e apprendono 250 parole-suoni, con le quali riescono ad entrare in relazione con la specie “ANIMALE HOMO SAPIENS”. I nostri alunni di scuola media, secondo la ricerca statistica, conoscono circa 220 parole! Concludo senza parlare di inciuci, voti, elezioni, ricordando ai nostri politici che abbiano il buon senso, quando parlano di sacrifici, di ammettere che loro non ne hanno fatti e non ne vogliono fare.
    Cordiali saluti a tutti Tindaro

  5. emilia dice

    PENSIONI E QUESTIONE ESODATI
    “In fatto di pensioni, il PD non intende modificare la riforma Fornero. Vuole però affrontare e risolvere nel corso della legislatura il problema degli esodati…” Corriere della sera – lunedì 11 febbraio 2013 (pag. 6)

  6. Gianfr52 dice

    Non capisco la connessione tra il post di Antonio Busato feb9 6 09 pm e l argomento di questa pagina (sarà l età . . .)

  7. GiorgioL dice

    Se al Senato il Centro-sx sarà autonomo, in termini di seggi, senza dover ricorrere all’alleanza con Monti, ci sono fondate speranze che la questione della modifica della riforma Fornero (in primis la scuola per l’errore nelle date, ma anche coloro che per pochi giorni sono stati bloccati per altri 6 o 7 anni) possa essere affrontata con successo (nella direzione di una effettiva GRADUALITA’ per tutti). Altrimenti la vedo dura se si dovrà stare al ricatto dell’uomo in loden. Per questo mai come ora è importante che, almeno al Senato, ci sia un voto utile. Poche storie, chi non lo farà, si assumerà una responsabilità enorme…e non si venga poi a giustificare il tutto come ai tempi di Bertinotti prima e Rossi-Turigliatto (+Mastella e Dini) poi.
    Qualcuno non potrà mica pensare che due eventuali senatori di RC in Campania (l’unica regione dove ragionevolmente Ingroia supererà il quorum) possano servire a qualcosa! A chi si ostina a dire che non voterà mai il PD perché questo è, di fatto, alleato con Monti, obietterei che il problema va rovesciato: se voto per partiti ultraminoritari (almeno al Senato), il PD sarà costretto ad allearsi, dopo, con Monti. E’ la logica dei numeri, piaccia o non piaccia. Difficile da capire? Ovviamente, nel caso che la maggioranza al Senato fosse di autosufficienza e poi il PD (o, meglio, il Centro-sx) non desse seguito a quello che ha scritto nel programma elettorale (compreso l’impegno per la modifica della riforma Fornero nella scuola, ma non solo) sarebbe la fine per sempre.

  8. il populista dice

    Vedrà on.Ghizzoni che la classe docente fornirà il contributo determinante per l’affermazione del PD sia alla camera che al senato.

  9. il populista dice

    Pace fatta con l’on.Boccia che alla 7 ha dichiarato:
    ” che per gli insegnanti la data del 31 dicembre non ha alcun significato,dovendosi far riferimento alla data del termine dell’anno scolastico.” Visto che il berlusca afferma che tutti i docenti sono di sinistra, accontentiamolo e votiamo tutti PD.

  10. il populista dice

    sono convinto che il PD riceverà un 33% che unito al 6% di Vendola permetterà una maggioranza sicura al senato e alla camera, evitando l’aiutino di monti. Il berlusca che non ha capito che i voti presi da monti sono voti presi alla destra.Ultima cosa Grillo ci farà solo un favore non alleandosi con nessuno

  11. emilia dice

    per Giorgia Benetti
    condivido pienamente quanto hai scritto. Anch’io vorrei, mio malgrado, optare per la pensione contributiva, ma nessuno è riuscito a farmi un calcolo attendibile di quanto si viene a percepire. Tu ne sai qualcosa di più? Saresti così cortese, se non chiedo troppo, da farmi sapere la tua anzianità contributiva, il grado di scuola in cui lavori e l’importo della pensione?
    Grazie infinite.

  12. Antonio Busato dice

    Il voto politico per la prima volta sbarca su smartphone e tablet.
    “PoliticalApp” della Swg, applicazione creata dalla società specializzata SWG
    http://politicapp.swg.it/
    http://politicapp.swg.it/contents/comunicato_07-02-2013.html
    COMUNICATO STAMPA:
    ….omissis…In attesa della definizione della vicenda, SWG ha deciso di rimborsare integralmente il prezzo dell’applicazione ai propri clienti, di trasformare l’App da pagamento a gratuita a partire dal 9 febbraio e di continuare a produrre contenuti nel rispetto dell’ultima interpretazione dell’AGCOM.
    Fonti: repubblica.it e SWG PoliticAPP

  13. Antonino52 dice

    Cari colleghi condivido quanto ci ha comunicato l’on. Manuela Ghizzoni: “l’impegno assunto non è una operazione elettoralistica”.
    Anzi, potrebbe essere controproducente per il PD, perchè è una scelta che coinvolge solo una minoranza di lavoratori, sia per il settore scolastico sia per tutto il pubblico impiego. Per non parlare delle ferite profonde che la riforma “Fornero” ha determinato per TUTTI I LAVORATORI. I quarant’anni di contributi, forse, potevano essere accettati, come patto con le giovani generazioni, ma andare oltre è stato intollerabile, cinico e strumentale. La riforma delle pensioni è stato il BISTURI PIU’ TAGLIENTE!
    L’impegno del PD è stato forse un pò tardivo, ma espressivo di una scelta irreversibile e coerente con l’impegno profuso nell’arco di un anno, soprattutto da parte dell’on. Ghizzoni e dalla sen. Bastico, ma anche di tutto il comitato “Quota 96” che non si è fermato, dimostrando tenacia e dignità.
    L’impegno del PD marca, secondo me, una scelta politica nel segno dei diritti e dell’equità’. Dobbiamo essere contenti ma sempre vigili. Aiutiamo chi ci aiuta e si impegna a sostenerci, cercando i voti oltre i nostri voti; non è poi cosi difficile perchè sul piano politico chi risulta più vicino ai nostri interessi e alla nostra visione sociale e culturale?
    Adesso tocca a noi!

  14. Antonio 1952 dice

    Adesso bando alle beghe e diamoci da fare a votare noi,i nostri parenti,i nostri amici,i nostri alunni maggiorenni chi ce li ha il PD.L’unica speranza è questa che arriverà subito e al 1.9.2013 si andrà in pensione.L’altra strada della giustizia è molto ma molto lunga.Grazie Manuela,grazie Mariangela e grazie Puglisi.Signori colleghi è tempo di metterci al lavoro e far votare tutti PD.

  15. Ancora non si parte già si chiedono “dimissioni irrevocaboli “qualora………….!Pensiamo a vincere queste elezioni e senza pareggio al senato,con un maggiore sforzo da parte di tutti forse qualche chance in più potremo averla,avanti tutta Manuela!

  16. LA SPERANZA TI TIENE IN VITA! E’ COME UNA GOCCIA D’ACQUA PER UNO STELO D’ERBA ARSO DAL SOLE! CHE VINCA IL PD E CHE VINCA LA GIUSTIZIA! NON STIAMO PARLANDO DI CAPRICCI MA DI SACRIFICI DISUMANI!

  17. il populista dice

    rettifico volevo dire autoritarismo o se preferite sono io il capo

  18. il populista dice

    Sarà sicuramente la fine del berlusca, dopo le consultazioni politiche il sig, berlusca farà a tempo pieno il nonnino .Quello che mi preoccupa è il sig.grillo che sicuramente sarà premiato ma, dopo sicuramente dimostrerà incapacità e auroritarismo a gestire il tutto.

  19. il populista dice

    sono convinto che un’affermazione del PD aiuterebbe il giudice della CdC ad essere celere ad emettere positivamente la sentenza per quota 96

  20. donato cucco dice

    Al Sig. Antonio Busato il significato del mio cognome in veneto , non deve riguardare ne a te e sopratutto non INTERESSA a nessuno.

    La mia richesta di formalizzare le eventuali DIMISSIONI riguardano la

    Sig.ra Francesca Pugliesi. Faccio notare che io sono stato il Primo a sostenere le RAGIONI Quota 96. Se vi interessa potete vedere il Video delle deputata
    Manuela Ghizzoni che parla del SOTTOSCRITTO.

    Distinti Saluti
    Donato Cucco N.B. LE BEGHE LASCIAMOLe A CHI HA TEMPO DA PERDERE

  21. rosa52 dice

    Sono davvero contenta di questa notizie ma fate in modo che a Settembre 2013 possiamo andare tutti in pensione, sono un pò perplessa che il voto prima se lo prende il PD e poi ci viene a dire che non c’è copertura finanziaria. Stiamo attenti

  22. rosa52 dice

    Sono davvero contenta di questa notizie ma fate io modo che a settembre 2013 possaimo andare tutti in pensione. Forza il PD

  23. Anselmo dice

    Quanta fatica per quota 96!
    Sul piano delle strategie elettorali Bersani è un po’ duro a capire il da farsi. Ora deve giocare due partite,una a destra con la ruota di scorta Monti e una a sinistra con la vera sinistra da unificare ulteriormente. Con Ingroia si può ( gli altri personaggi di RC sono stati bene inquadrati in un’azione costruttiva).
    Bisogna battere i grandi opportunisti e affaristi della cosa pubblica Berlusconi e Monti, non meno pericoloso del primo perchè sa rubare ai poveri restando nella legalità.

  24. Giorgia 52 dice

    Sono grata a Manuela, per la fermezza con cui ha sempre messo in luce
    ” quota 96″. Nessuno si sarebbe accorti di noi senza il suo interessamento e la sua costanza.
    Non ci ha abbandonato mai, ribadisco che le spetterebbe un ruolo di maggior rilievo.
    L’amarezza del risultato sempre solo sfiorato ci ha logorati, certo!
    Ma …Ora è pure scritto e specificato!! un passetto avanti..
    Grazie e…FORZA!

  25. @ Peppe Ceravolo
    Dopo il formale impegno del PD a risolvere il problema di Quota 96 , torna
    all’ovile, abbi un pò di fiducia e il 24 febbraio esercita il tuo voto utile.
    Cordiali saluti.

  26. Sarebbe bello se venissero affissi per tutto il paese manifesti elettorali del PD anche con esplicito riferimento a”FORMALE IMPEGNO DEL PD a risolvere la questione QUOTA96″ Da parte mia un sentito grazie e nel mio piccolo diffondero’, come posso la bella e tanto attesa nota ufficiale del PD.
    Un ringraziamento particolare a BASTICO & GHIZZONI.

  27. donato cucco dice

    Ci credero’ se la Sig.ra Francesca Pugliesi firma davanti a un notaio le proprie dimissioni irrevocabili se non riuscira in sei mesi a risolvere QUOTA 96

    Distinti Saluti

    Donato Cucco

  28. Antonino52 dice

    IL PD non avrebbe potuto prendere questo impegno se non ci fosse stato il suo lavoro generoso e qualificato. Questo incontro era necessario per chiarire le idee a qualche incerto che, ne sono certo, solo per l’amarezza del mancato immediato traguardo, ha cercato responsabilità che sono apparse chiare nel loro disegno politico. Adesso bisogna votare PD senza indugi, anche con con la consapevolezza che il merito è in gran parte suo; anche per questo le saremo sempre grati e la seguiremo sempre.

  29. Maria dice

    Manuela, debbo ringraziare tre volte: innanzitutto te che per prima ti sei fatta carico del nostro diritto e hai lottato perchè venisse riconosciuto. In seconda battuta Francesca Puglisi,per aver ascoltato la delegazione di q96 e inserito nel VS. programma. In terza battuta il Partito Democratico,seguendo i diversi blog dedicati all’argomento potevo constatare che c’era una sempre più marcata disaffezione nei confronti del Partito,a favore di altri gruppi.
    Oggi sento che non è più così,o almeno il gruppo dei “desaparecidos” si è ridotto.Bene,personalmente avrei comunque votato il PD e ora mi scopro di nuovo in buona compagnia. Grazie

I commenti sono chiusi.