attualità

Veltroni: “Grazie a chi ha dato fiducia alla nuova sfida del PD”

“Grazie a tutte le elettrici e gli elettori che hanno dato fiducia alla sfida nuova del Partito Democratico. E’ importante che queste elezioni si siano svolte con un alto numero di votanti. Abbiamo migliorato il risultato dell’Ulivo nel 2006 sia al Senato sia alla Camera, dove ci ha premiato maggiormente il voto dei giovani”.

4 Commenti

  1. beppe s. dice

    grazie del tuo impegno e pragmatismo. io continuo a essere stranito. avere bondi alla pubblica istruzione)che ritronerà istruzione senza pubblica) mi dà qualcosa di più che uno sconforto. sai, io da molto tempo ripeto altre frasi, non nostalgiche ma ideali: che ricordo e rimpiango una sinistra vincente anche senza essere di governo. la famosa egemonia culturale, in effetti, c’era davvero, e contava, e plasmava le coscienze anche degli avversari politici. “semplificazione”, d’accordo, ma senza “educare” (che ha a che fare con la complessità) si rischia di far percepire come grandi maestri della semplificazione i dittatori e i regimi illiberali…
    un caro saluto, beppe s.

  2. Per Beppe: la tua riflessione sul non voto mi era parsa molto lucida. Per questo l’ho voluta condividere con chi, sul sito, aveva annunciato la propria astensione. Troverai un bel commento di Annamaria, che rinforza la tua tesi dell’astensionismo narcisista.
    Sì, avremo un nuovo Governo Berlusconi, ma più di destra rispetto alle edizioni precedenti. E con l’extragettito lasciato dal Governo Prodi taglieranno le tasse ai redditi più alti (ipotizzano di portare l’aliquota più alta dal 43 al 33%). Noi avevamo proposto il contrario, ma non siamo stati ritenuti credibili.
    Alle inquietudini del Paese abbiamo dato risposte “alte”, che guardavano al futuro: resta però il fatto che, in campagna elettorale, in alcuni mercati e nelle file delle mense operaie non ho trovato condivisione, ma rabbia, frustrazione e nessuna voglia di parlare, in particolare con un politico. Nei 5 anni che ci aspettano, non dovremo solo fare un’opposizione “responsabile”, ma, a partire anche dalla nostra proposta di riduzione dei costi della politica, dovremo rimetterci in sintonia con un Paese tanto straordinario quanto smarrito.

  3. buon lavoro e un augurio da un beppe sebaste un po’ attonito. c’era un governo prodi, e mi sveglio adesso con un governo berlusconi. sentiamoci.

  4. Sabba dice

    gli eletti del Pd sono 20 – 2 Idv – 2 Udc – 4 LegaN – 15 PdL.

    Buon lavoro – ore 07.00

I commenti sono chiusi.