attualità

L’on. Pierluigi Bersani a Carpi per parlare del referendum Aimag

Questa sera a partire dalle 19.45 l’On. Pierluigi Bersani sarà  presente presso la Sala Congressi a Carpi per sostenere un’iniziativa del NO al referendum su Aimag.
Il referendum, che prevede la consultazione in ordine alla delibera del consiglio comunale sulla vendita di azioni  (25%) di Aimag (multiutility che distribuisce acqua gas e raccolta rifiuti) ad un partner industriale di minoranza, si terrà a Carpi il 28 settembre.

5 Commenti

  1. francesca dice

    Ieri sera ho partecipato all’incontro organizzato dal Comitato per il No al quale è intervenuto il Prof. Massarutto.
    Sono rimasta piacevolmente colpita dalla chiarezza delle tesi esposte da Massarutto, peraltro assolutamente laiche e neutre nei confronti degli esiti del referendum carpigiano.
    Se non ho capito male il nodo centrale del problema della gestione del ciclo dell’acqua è la capacità degli enti, che devono perseguire l’interesse dei cittadini, di attivare controlli sulle aziende (pubbliche o private) che si assumeranno questo impegno tramite gare o anche tramite assegnazioni dirette.
    Quindi l’interesse dei cittadini sta in questo: nel pretendere dagli enti locali che attivino questi controlli e che attivino anche percorsi partecipativi per farlo.
    Il resto è pura demagogia, pregiudizio, non conoscenza delle regole contabili per la formazione del bilancio di un Comune, come hanno dimostrato gli interventi degli aderenti al Comitato per il Si.
    Ha fatto bene l’Assessore Allegretti a ricordare che per legge gli introiti da vendite di azioni di proprietà di un Comune devono essere destinate agli investimenti e non alla spesa corrente.
    Ho finalmente capito le ragioni alla base della scelta del Consiglio Comunale e andrò a votare No.

  2. Andrea dice

    Vorrei dire anche io la mia su questa storia del referendum: a parte le ragioni del Si e del No, trovo che rifondazione, sinistra democratica, i grillini e tutti questi pseudo movimenti dell’ultima ora non siano mai stati così sordi, così rancorosi. Così inutili.

  3. Bersani è stato efficace per i carpigiani che ancora non hanno capito cosa vuol dire questo referendum e comunque vogliono andare a votare il 28 settembre.
    Ho anche apprezzato che i consiglieri comunali che hanno votato la delibera si siano poi assunti la responsabilità di metterci la loro faccia e il loro lavoro per farci capire che cosa andremo a votare e in questi giorni siano a disposizione dei cittadini per spiegarci che cosa significa la delibera che, se ho ben capito, hanno votato un anno fa.
    Questa, per me, è la buona politica, niente slogan ma spiegazioni chiare e voglia anche di ascoltare il tuo vicino di casa o i carpigiani che ti hanno votato.
    Io sono stata ai gazebo, ho ascoltato le une e le altre ragioni e ho deciso di votare NO.

    Noi avremo modo di incontrarli e di capire.

  4. Giuseppe dice

    Cara Onorevole, io c’ere a sentire il suo collega Bersani, c’ero quando il comitato per il SI faceva volantinaggio davanti alla sala congressi, c’ero quando nella sala alcuni hanno iniziato a prendere a male parole chi stava esprimendo il proprio parere e cioè perchè avrebbero votato NO.
    Trovo assolutamente arrogante e inadeguato il comportamento di alcuni componenti del Comitato che hanno promosso il referendum, trovo che siano chiusi ad ogni tipo di dibattito e confronto, trovo che facciano un tipo di politica che oggi non può essere vincente:
    “io ho sempre ragione…..tu non capisci…..io ti spiego come va il mondo e soprattutto non ho nessun interesse alle tue ragioni”.
    Paradossalmente chi si proclama vicino ai cittadini è lontano anni luce.
    Questo tipo di atteggiamento non potrà che penalizzare sempre di più una certa classe politica come questa autoreferenziale (Valentini è in consiglio comunale da circa 20 anni credo….) e assolutamente chiusa e incapace di guardare il mondo che cambia.
    Non son più giovane e questi atteggiamenti mi lasciano molta delusione e amarezza.
    la ringrazio per aver ospitato il mio commento.

  5. Aimag, anche Bersani si schiera con il “No”
    Breve ma assai partecipata l’iniziativa di sostegno al NO al referendum comunale su Aimag alla quale ha partecipato l’on. Bersani.
    Nel suo intervento Bersani ha ribadito l’opportunità delle scelte assunte in Consiglio comunale a Carpi, che prevedono: maggiore tutela della proprietà pubblica dell’azienda Aimag, garantita dal 60% di azioni in mano pubblica; messa a gara del 25% delle azioni; ricerca di un partner strategico industriale.
    Bersani ha così sottolineato come anche su Aimag si stia procedendo secondo una logica di sviluppo e rafforzamento delle multiutility, sottolineando ancora una volta come la gara non riguarda la proprietà delle reti e degli impianti né l’acqua distribuita, che rimarranno saldamente in mani pubbliche.
    “In un quadro di forti evoluzioni, nessuna municipalizzata può permettersi di rimanere ferma, di non considerare una propria prospettiva futura – ha concluso Bersani – A Carpi si sta facendo un’operazione di rafforzamento dell’azienda tenendo ben salde le prerogative pubbliche. Il referendum è un’occasione per discutere e chiarire alcuni concetti su queste materie. Votare NO significa ribadire e confermare le scelte giuste fatte in Consiglio comunale”.

I commenti sono chiusi.