comunicati stampa, cultura

Elezioni: Ghizzoni, ora governi solo chi riconosce valore di cultura e bellezza

Cultura è infrastruttura immateriale per rilanciare l’economia italiana
“Solo una coalizione in grado di riconoscere il valore del patrimonio culturale italiano come motore di crescita per il Paese e come traino economico può candidarsi a governare l’Italia in un contesto internazionale. – lo dichiara la deputata del Partito Democratico Manuela Ghizzoni, Presidente della Commissione Cultura, Scienza e Istruzione della Camera dei Deputati e candidata in Emilia Romagna, rispondendo agli appelli di questi giorni provenienti da grandi e piccole associazioni come Legambiente, l’Aib (Associazioneitaliana biblioteche), l’Anai (Associazione nazionale archivistica italiana), l’Associazione Bianchi Bandinelli, il Mab (Musei Archivi biblioteche), Italia Nostra, Federculture e il Comitato Bellezza. – Il patrimonio culturale è l’elemento distintivo del nostro Paese e il futuro dell’Italia è legato alla cultura e le professioni che vi operano; riconoscerne l’importanza – spiega Ghizzoni – è il primo passo per tutelare, valorizzare e dare prospettive future a un settore fondante della nostra identità nazionale. Da presidente della Commissione Cultura il mio impegno è stato rivolto alla promozione della cultura, alla sua tutela, all’ampliamento della fruizione e al riconoscimento delle competenze dei professionisti che vi operano. Era solo un preludio: ci sono ancora enormi passi da compiere per favorire un reale rilancio del settore a livello nazionale e internazionale. Chi è chiamato alla guida del Paese deve invertire la tendenza dei governi precedenti per cominciare ad investire in termini economici e di risorse professionali. La cultura non è cascame da tagliare – conclude la Presidente Ghizzoni – ma l’infrastruttura immateriale per rilanciare il Paese: è il momento di riportarla al centro dell’agenda politica.”

1 Commento

  1. Antonino52 dice

    Le sue riflessioni sono frecce che vanno dritte al cuore e alla mente. L’Italia è conosciuta nel mondo per la bellezza che esprime attraverso il proprio patrimonio naturalistico, storico, artistico ed architettonico; chi non le trasforma in programma e azione politica è un irresponsabile. Possiamo concretamente pensare alle generazioni future partendo da dove lei ci indica. Mi auguro che chi ci governerà non disperda le sue energie sull’economia virtuale ma sulla sostanza di quello che lei suggerisce.

I commenti sono chiusi.