attualità, economia, politica italiana

Governo: 5mila farmacie in più, Ssrl per under 35", da www.unita.it

MONTI, NON CI SIAMO PIEGATI AI POTERI FORTI
Il premier Monti rivendica il fatto che il governo con questo pacchetto di liberalizzazioni, sostiene, non si è piegato ai poteri forti. E a un cronista che gli domanda se teme di perdere consensi, risponde: non sono abituato a valutare questi aspetti, comunque non è il punto, non ci presenteremo alle elezioni.

CATRICALA’, NASCE SSRL A 1 EURO PER UNDER BALDUZZI, 5MILA FARMACIE IN PIU’
Le farmacie in Italia cresceranno da 18mila a 23mila. Lo annuncia il ministro della Sanità Balduzzi sul dl liberalizzazioni. Sconti anche per i farmaci di fascia A pagati direttamente dal cliente. Gli sconti sui farmaci di fascia C erano già possibili.

CATRICALA’, NASCE SSRL A 1 EURO PER UNDER 35
Nasce la Società Semplificata a Responsabilità Limitata (Ssrl). I giovani under 35 potranno creare una ssrl con un capitale di un solo euro. Lo rende noto sul dl liberalizzazioni il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Antonio Catricalà.

SEVERINO, 500 NOTAI IN PIU’
Cinquecento notai in più, dunque più concorsi. Questo l’intervento sulla professione notarile disposto nel dl liberalizzazioni, come spiegato dal ministro della Giustizia Paola Severino. Non solo: «Ogni tre anni sarà rivisto il rapporto tra abitanti di un comune e notai, in modo che sia sempre bilanciato e aperto verso una concorrenza più libera». Di conseguenza, «abbiamo adeguato numero e cadenze dei concorsi alla nuova pianta organica: ci saranno più concorsi, più possibilità di accesso, più selezione».

SEVERINO, AL VIA TRIBUNALE PER LE IMPRESE
«Si è oggi costituito l’asse portante» per «l’istituzione del Tribunale delle imprese, tribunale specializzato che dovrebbe assicurare la celerità dei processi che hanno come protagonisti le imprese e un aumento della qualità del servizio». Lo afferma Paola Severino

SEVERINO, TARIFFE GIA’ ABOLITE DA LEGGE BERSANI
Quello delle tariffe è un tema su cui si è parlato «moltissimo forse troppo, rispetto al dato riconosciuto dal 99 per cento delle categorie professionali, secondo le quali le tariffe sono state già abolite dalla legge Bersani» e poi nel 2011 e ulteriormente più di recente. Lo dice il ministro della giustizia Paola Severino in conferenza stampa dopo il Cdm. L’abolizione delle tariffe «è un fenomeno già consolidato nell’orizzonte delle professioni. Noi abbiamo semplicemente reso attuativo il precetto dell’abolizione delle tariffe».

PASSERA, FREQUENZE TV, SOSPESO BEAUTY CONTEST
Il ministro dello sviluppo Corrado Passera nella conferenza stampa al termine del cdm annuncia che il beauty contest per le frequenze tv (quello voluto dal governo Berlusconi) è sospeso per 90 giorni perché il governo deciderà altrimenti: “ho deciso di sospendere per 90 giorni la procedura di assegnazione delle frequenze televisive”.

PASSERA, PIU’ SELF SERVICE PER SU CARBURANTI
«Il mondo dei carburanti è un elemento importante per determinare il costo per i cittadini» per questo siamo intervenuti «con iniziative equilibrate e ben pensate per favorire la concorrenza e aprire e rafforzare i distributori indipendenti, favorire la nascita di nuovi self service e rafforzare gli operatori del settore». Così il ministro dello Sviluppo Corrado Passera,

PASSERA, ACCELERAZIONE PER CONCORRENZA NEL GAS
Il mercato del gas è un settore «su cui il Governo ha deciso di mettere una forte accelerazione secondo il criterio della concorrenza». Lo ha detto il ministro dello sviluppo Corrado Passera nella conferenza stampa al termine del cdm.

MONTI, CI SARANNO CRITICHE DA CHI VUOLE STATUS QUO
Quello sulle liberalizzazioni un pacchetto «corposo e incisivo» sul quale «mettiamo in conto che vi saranno commenti negativi perchè in molti preferiscono lo status quo piuttosto che affrontare nuove sfide».

MONTI, NAPOLITANO CI HA INCORAGGIATO
Tra i «giudizi che ci hanno incoraggiato – ha detto Monti sul pacchetto di liberalizzazioni – uno è quello del Capo dello Stato, che per noi è di grande appoggio e incoraggiamento».

MONTI, FREQUENZE TV, DECISIONE PASSERA SU ASTA
Monti: sul beauty contest (quello per le aste sulle frequenze tv) c’è «una decisione» del ministro per lo Sviluppo economico Passera.

MONTI, LIBERALIZZAZIONI NON SONO PRIVATIZZAZIONI
Il premier sulle liberalizzazioni: non sono privatizzazioni, a noi preme che le aziende agiscano in regime di concorrenza o no.

MONTI, AZIONE PER RIGORE, EQUITA’ E CRESCITA
Quella approvata oggi dal cdm è «non solo una grande azione economica ma anche, una grande azione sociale». Lo ha detto il presidente del consiglio Mario Monti, sottolineando che «rientra tra i tre temi del rigore, dell’equità e della crescita».

MONTI, FATTE MISURE PER CONCORRENZA E INFRASTRUTURE
Oggi le misure per più concorrenza e per le infrastrutture, la prossima settimana quelle sulla semplificazione. Il premier Mario Monti spiega così il lavoro del Consiglio dei Ministri in confernza stampa.

TASSISTI, NO LICENZE AI COMUNI
Si cambia ancora sui tassisti. La nuova bozza del decreto sulle liberalizzazioni, infatti, non modifica le norme già annunciate su licenze e tariffe, ma riporta la competenza non più in capo ai Comuni, come sembrava in una bozza circolata oggi, ma ad un’Autorità di regolazione dei Trasporti. I tassisti reputano invece dirimente che decidano le amministrazioni locali.

Taxi collettivi con tariffe flessibili, un commissario nelle Regioni che non aumenteranno le farmacie. Sono alcune delle novità nelle misure nella bozza del decreto sulle liberalizzazioni nel consiglio dei ministri. Dovrebbe tenersi una conferenza stampa ma l’orario indicato, quelle delle 17, è ovviamente slittato.

Le lenzuolate della discordia | TUTTE LE MISURE di L. Matteucci

Auto, banche, mutui: TUTTE LE MISURE PER FAMIGLIE E IMPRESE

Tassisti traditi dai sindacati

Avvocati, due giorni di sciopero

FARMACI DI FASCIA C, STOP A LIBERALIZZAZIONE
Niente più liberalizzazione, ovvero la vendita in parafarmacie, dei farmaci di fascia C che potranno essere venduti solo in farmacia. Nell’ultima bozza che circola del decreto liberalizzazioni è sparito il comma che riguardava questi farmaci contro il quale le farmacie avevano annunciato «misure estreme».

COMMISSARIO IN REGIONI CHE NON AUMENTANO FARMACIE
Nelle regioni che non provvederanno ad aumentare la pianta organica delle farmacie secondo i limiti fissati (una ogni 3mila abitanti) entro 120 giorni dall’entrata in vigore del decreto, il consiglio dei ministri nominerà un apposito commissario. Lo prevede la bozza del decreto sulle liberalizzazioni entrata in cdm.

TAXI COLLETTIVI, LICENZE PLURIME MA DAI COMUNI
Taxi a uso collettivo. Lo prevede la bozza del decreto liberalizzazioni in consiglio dei ministri. Sono state accolte le richieste delle auto bianche per quanto riguarda il rilascio delle licenze, che rimane nelle mani dei sindaci, e la possibilità di effettuare turni flessibili. Vanno in senso contrario invece, le misure che prevedono la possibilità di licenze plurime, la libera territorialità dei taxi, una maggiore libertà di tariffe. A questo si aggiunge inoltre l’abolizione dei vincoli territoriali per le auto a noleggio con conducente. Si tratta di una delle liberalizzazioni che le auto bianche cercavano in ogni modo di scongiurare.

Confermato appunto nella nuova bozza del dl uno dei punti più contestato per i tassisti: l’incremento del «numero delle licenze» che sarà deciso dai comuni con la possibilità per uno stesso tassista di avere licenze plurime. L’aumento sarà stabilito – si legge «ove ritenuto necessario anche in base ad un`analisi per confronto nell’ambito di realtà comunitarie comparabili» ed «è accompagnato da adeguate compensazioni da corrispondere una tantum a favore di coloro che sono già titolari di licenza o utilizzando gli introiti derivanti dalla messa all’asta delle nuove licenze, oppure attribuendone a chi già le detiene, con facoltà di vendita o affitto, in un termine congruo oppure attraverso altre adeguate modalità».

IVA SU VENDITA NUOVE CASE HOUSING SOCIALE
Ritorna l’Iva sulla vendita e l’affitto delle abitazioni di nuova costruzione in riferimento all’housing sociale. Lo si legge nell’ultima versione della bozza del decreto liberalizzazioni. Il Governo stima «una ricaduta sul sistema economico pari a circa 3 miliardi l’anno e un aumento dei livelli occupazionali». Arriva una semplificazione delle procedure per il Piano nazionale di edilizia abitativa. Secondo la bozza del decreto infrastrutture all’esame del Cdm con il pacchetto liberalizzazioni, si prevede di semplificare le procedure per arrivare all’approvazione degli accordi di programma tra il ministero delle Infrastrutture e le Regioni in attuazione del Piano casa del 2009.

EDICOLANTI POTRANNO PRATICARE SCONTI
Gli edicolanti potranno «rifiutare prodotti complementari forniti dagli editori e dai distributori e possono altresì vendere presso la propria sede qualunque altro prodotto secondo la vigente normativa». Inoltre, «gli edicolanti possono praticare sconti sulla merce venduta e defalcare il valore del materiale fornito in conto vendita e restituito a compensazione delle successive anticipazioni al distributore».

da www.unita.it

Condividi